www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Hornsey

Sintesi

Hornsey è una stazione ferroviaria a circa 1 miglio (verso sud) da confine col London Borough of Islington, e poco più distante, verso sud-est da quello col London Borough of Hackney. Nel periodo antecedente la Conquista Normanna (1066), l'antica Parish di Hornsey era fittamente coperta da boschi, ma, dall'Epoca Tudor (1485-1603), gli alberi (dei boschi, ma anche delle terre comuni) vennero gradualmente abbattuti ed i terreni così ricavati utilizzati principalmente come pascolo permanente o prato: verso il 1390, i boschi e le terre comuni coprivano la metà dell'area, mentre verso il 1648, solo un terzo di essa. Il ruolo predominante delle praterie, piuttosto che dei terreni coltivabili, dal 1550, mantenne la Parish poco popolata, con insediamenti prevalentemente confinati nel Villaggio di Hornsey, Crouch End ed, a partire dalla metà del XIV secolo, Highgate. Da circa il 1600, Highgate, con residenti aristocratici, divenne sempre più urbano, mentre il resto della Parish rimase rurale. Dalla metà del XIX secolo, i terreni agricoli si ridussero a vantaggio di quelli edificabili, cosa che trasformò Hornsey, tra il 1870 ed il 1914, in un sobborgo residenziale per pendolari verso Londra. Il declino sociale, già evidente nel 1911, divenne marcato dopo il 1945, tanto che, nel 1978, solo Highgate rimase "esclusivo".

Distanza dal centro: 6,2 miglia.

Attrattiva: alquanto scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Giunti alla stazione, vi rendete conto di essere al di sopra del livello stradale, dato che quale che sia l'uscita, dovrete scendere delle lunghe scale. La direzione "migliore" (si fa per dire), ci sembra verso ovest, raggiungendo Tottenham Lane, non per quello che vedrete immediatamente, di nullo interesse, ma per il fatto, che indirizzandovi verso tale direzione, e deviando subito in Ribblesdale Road, raggiungete Church Lane, e girando verso nord (destra), seguitela sino a raggiungere High Street. A tal punto, passeggiate lungo tale strada principale andando verso ovest (sinistra), sino a raggiungere lo spazio verde Priory Park. Tornati alla staizone, andate dall'altro lato, sempre scendendo alte scale, raggiungendo Hampden Road, in un contesto ancora più squallido di quello immediatamente a ridosso dell'altra uscita. La pessima impressione è lievemente mitigata dalla presenza di New River Path, della Chiesa Greco-Ortodossa di St. John the Baptist lungo Wightman Road, ed eventualmente, dal piccolo spazio verde Fairland Park.

Toponimi

a. "Hornsey", "Haringey", "Harringay"

Rinviamo alla pagina dedicata ad Harringay l'approfondita e complessa analisi del rapporto tra i nomi "Hornsey", "Haringey", "Harringay". In questa sede, ci limitiamo a riportare cronologicamente, alcune delle denominazioni utilizzate nel corso dei secoli, avvertendo che il Dottor S. J. Madge, Storico locale e Preside di Scuola, effettuò uno studio dei toponimi locali durato 35 anni, e nel 1936, nel suo libro "The Origin of the Name of Hornsey", riportò ben 162 differenti versioni del nome in superstiti documenti a partire dal Medioevo. Il nome ricorre per la prima volta verso il 1195 come "Harengh'". Successivamente, si legge "Haringeie" e "Haringeia" (1201, 1213- 1428), "Haryngeie" e Haringey(e)" (1201-1428), "Heringeye" (1241, 1279), "Haringheye" (1243), "Haringesheye" (1243), "Harengee" (1244, 1274), "Haringeseye" (1274), "Heringheie" e "Herengheie" (1274), "Heryngeye" (1294), "Haryngeseye" (1321, 1369, 1377, 1417), "Harengeye" (1316, 1341), "Harngey(e)" (1346, 1431), "Haryngeay" (1371), "Haringey" (1386), "Harnsey" (1392), "Haryngay" (1393), "Harynsey" (1401), "Harryngey" (1428), "Haryngeay" (1465), "Harnyngey" (1488), "Harnyssay" (1498), "Harnesey" (1524, 1543), "Haringaye" e " Heringay" (1535), "Harnyngsey" (1551), "Haryngey otherwise Harnesey" (1557), "Haringsaye alias Harnesey" (1557), "Hornsey" (1564), "Haringay aias Hornesey" (1558-1603), "Haringsaye alias Harnesey" (1568), "Harringay" (1569), "Herneseye" (1576), "Haringay alias Hornesey" (circa 1580), "Hornsey" (1646).

b. Hornsey Park

Il nome ricorre come "(in) parco de Haringeye" (1241), "Haryngeseyepark" (1320). Nel 1387, l'antico Hornsey Park, che occupava il sitto dell'attuale Highgate, fu il luogo in cui i nobili si incontravano, scrive John Norden, "in modo ostile, per liberare il Re (Riccardo II) da quei traditori che aveva attorno a lui". Nell'anno 1483, l'odioso Duca di Gloucester, ed il giovane Re Edoardo V, furono raggiunti nello stesso posto dai capi cittadini di Londra, e condotti da loro nella Metropoli con grande pompa; e dopo la Battaglia di Bosworth-Field, il vittorioso Richmond (Enrico VII) fu accolto qui, nel suo viaggio verso la capitale, dalla Corporazione e da altri. Il 7 luglio del Trentasettesimo Anno del Regno di Enrico VIII (1509-1547), da Westminster, il citato Re conferisce mandato al Sindaco ed agli Sceriffi di Londra di proclamare che, qualora il Re desideri mantenere "la caccia della lepre, pernice, fagiano ed airone conservati dentro e attorno al suo onore nel suo Palazzo di Westminster per il suo divertimento ed il suo passatempo, cioè di tanto in tanto, dal suo Palazzo di Westminster a St. Gyles in the Feildes e da lì ad Islington ad Our Lady of the Oke, ad Highgate, ad Hornsey Parke, ad Hamsted Heath e da lì al suo detto Palaczzo di Westminster"; pertanto, Enrico VIII ordina che nessuno debba cacciare o cacciare col falcone all'interno del suddetto distretto. Infine, si legge "Hornesey Park" (1539).

Storia

Oltre alle Fonti e Bibliografia indicate in Harringay, informazioni specifiche relative alla storia di Hornsey sono fornite da John Norden in "Speculum Britanniae. The first parte an historicall, & chorographicall discription of Middlesex. Wherin are also alphabeticallie sett downe, the names of the cyties, townes, parishes hamletes, howses of name &c. W.th direction spedelie to finde anie place desired in the mappe & the distance betwene place and place without compasses. Cum priuilegio. By the trauaile and vew of Iohn Norden. Anno 1593"; da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 3, County of Middlesex" (1795), alle voci "Hornsey" (pagine 46-78) e "Table of population of Middlesex" (pagine 642-644), nonché in "The Environs of London: Volume 4, Counties of Herts, Essex and Kent" (1796), alla voce "Appendix: Further additions" (pagine 661-668); si leggono in "Taxatio ecclesiastica Angliae et Walliae auctoritate P. Nicholai IV. circa A. D. 1291" (1802); in "Placita de quo warranto temporibus Edw. I. II. & III. In curia receptae scaccarij Westm. asservata" (1818), pagine 286 e 475; in "A Topographical Dictionary of England" (1848), pagine 505-509 (voce Highgate); sono fornite da Edward Walford in "Old and New London: Volume 5" (1878), alla voce "Hornsey" (pagine 428-437); si leggono in in "Calendar of Wills Proved and Enrolled in the Court of Husting, London: Part 2, 1358-1688" (1890), alla voce "Wills: 40 Edward III (1366-7)", pagine 92-98; in "Letters and Papers, Foreign and Domestic, Henry VIII, Volume 20 Part 1, January-July 1545" (1905), alla voce "Henry VIII: July 1545, 6-10" (pagine 551-570); in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla voce "Ancient earthworks" (pagine 1-14); in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alle voci "Table of population, 1801-1901" (pagine 112-120) e "Forestry" (pagine 223-251); in "An Inventory of the Historical Monuments in Middlesex "(1937), pagine 78-80 (voce "Hornsey); sono fornite da S. J. Madge in "The Origin of Name of Hornsey" (1936) ed "Early Records of Harringay Alias Hornsey from Prehistoric Times to 1216 AD" (1938); da J. E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - M. A. Hicks - R. B. Pugh in "A History of the County of Middlesex: Volume 6, Friern Barnet, Finchley, Hornsey With Highgate" (1980), alle voci "Ossulstone Hundred" (pagine 1-5), "Hornsey, including Highgate: Introduction" (pagine 101-103), "Hornsey, including Highgate: Communications" (pagine 103-107), "Hornsey, including Highgate: Growth before the mid 19th century" (pagine 107-111), "Hornsey, including Highgate: Growth from the mid 19th century" (pagine 111-122), "Hornsey, including Highgate: Manors" (pagine 140-146), "Hornsey, including Highgate: Other estates" (pagine 146-149), "Hornsey, including Highgate: Economic history" (pagine 149-157), "Hornsey, including Highgate: Local government" (pagine 162-1689, "Hornsey, including Highgate: Churches" (pagine 172-182); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in '"London Hearth Tax: City of London and Middlesex, 1666", alla voce "Hearth Tax: Middlesex 1666, Hornsey" (2011); in "A Brief History of Hornsey Village" (Hornsey Historical Society), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Le possibilità di approfondimento sono notevoli, basta cercare tra i "Curia Regis Rolls", i "Calendar of Close Rolls", leggere in "A Topographical Dictionary of England" ( 1848), pagine 550-553 (voce "Hornsey (St. Mary)",  cercare tra i "Calendar of Session Books", nonché in "Middlesex Session Rolls" e Calendar of Treasyry Books".

1. Eventi storici di rilievo

Suddividiamo la trattazione in paragrafi, per rendere più agevole la lettura:

1.1 Preistoria

Strumenti della Prima Età della Pietra vennero trovati in tre corsi d'acqua che attraversano Hornsey settentrionale, centrale e meridionale. Venne anche ritrovato un pugnale in selce risalente alla Prima Età del Bronzo di circa il 1900 A.C.

1.2 Romani

Le colline di Hornsey ostacolarono la comunicazione verso nord e sud sino alla fine del XIX secolo. Non è nota alcuna strada Romana nella Parish, anche se dei ritrovamenti di monete ad Highgate e Muswell Hill e di un tesoro a Cranley Gardens indicano insediamenti sui terreni più elevatin nel III e IV secolo; il tesoro era nascosto non lontano da dove, nella parte settentrionale del moderno Highgate Wood, due fornaci operarono alla fine del I secolo.

1.3 Sassoni

Poiché, durante il Medioevo, i siti dei ritrovamenti suindicati costituirono spazi incolti o boschi, è improbabile che vi sia stata una continuità di insediamento tra il Periodo Romano e quello dei primi Sassoni. Dalla pagina dedicata ad Harringay, sapete che Hornsey, insediamento nella Contea del Middlesex, precede la Conquista Normanna, essendo un nome di origine Anglo-Sassone, derivando, probabilmente, dall'Old English "Heringes-hege" (con la "g" pronunzciata come "y"), che significa "Il recinto di Hering" o "della gente di Hering". In tal caso, gli Anglo-Sassoni si sarebbero insediati nell'area, ma non è noto il tempo e l'esatta ubicazione. Dal VII secolo, Hornsey fece parte della Diocesi di Londra.

1.4 Normanni

Ad una data sconosciuta, la Parish fu inclusa in una concessione di Stepney alla Chiesa Cattedrale di San Paolo, e prima del 1066, fu divisa tra il Vescovo di Londra ed il Capitolo, rappresentato, a quel tempo o successivamente, da un Canonico, i cui successori furono Prebendari di Brownswood. Le quote del Vescovo e del Prebendario erano divise dallo spartiacque in seguito segnato approssimativamente da Ridge Road (a 0,8 miglia a sud della stazione di Hornsey) e Dickenson Road (ad 1,1 miglia a sud-ovest della stazione di Hornsey). Il recinto che è indicato, sembra, dal nome "Hornsey" (v. paragrafo precedente), si trovava, probabilmente, vicino a dove fu costruita la Chiesa, all'angolo tra High Street e Church Lane. Non era lontano dalla Moselle o da Green Lanes, forse già una strada importante. Dato che il Villaggio diede il nome alla Parish (nella Hundred di Ossulstone, nell'ambito della Contea del Middlesex), probabilmente, fu il primo luogo ad essere abitato. In seguito, l'insediamento potrebbe essersi esteso verso ovest e verso sud, dove si trovavano terreni in fitto e per il sostentamento del Rettore, verso Crouch End.

1.5 XIII secolo

Nel 1241, si ha la prima citazione del Parco di Hornsey come "(in) parco de Haringeye" (1241). Nel 1241-1243 e 1263, concessioni di cervi e legna vennero fatte dalla Corona "sede vacante". Sebbene l'esistenza della "Ecclesia de Haringeye" (St. Mary) risulti documentata soltanto dal 1291 nella "Taxatio Ecclesiastica", è probabile che esistesse già da lungo tempo. La stima fatta ai fini della tassazione fu pari a £ 5. 6s. 8d. Il Lord of the Manor di Hornsey era il Vescovo di Londra che ha sempre nominato il Rettore di Hornsey. La Chiesa medievale di St. Mary divenne la caratteristica dominante del Villaggio di Hornsey. Si trovava all'estremità settentrionale della terra di sostentamento agricolo del Rettore, che comprendeva la maggior parte della collina che divide efficacemente il Villaggio di Hornsey da Crouch End a sud. Nel Ventiduesimo Anno del Regno di Eduardo I (1272-1307), figlio di Enrico III, ricorre un documento di cui riportiamo il testo (qualche lettera potrebbe essere errata, data la difficoltà di riportare il testo originale scritto in caratteri antichi), evidenziano in neretto le parti che riteniamo rilevanti: "COM' MIDDLESEX'. PLACITA DOMINI REGIS DE QUO WARANTO coram Juſticiariis itinerantibus apud Crucem lapideam in Comítatu MIDDLESEX' anno regni Regis Edward¡ filii Regis Henríci viceſimo ſecundo. ..... Ricus Eps London' ſum' ſuit ad reſpondend dno Regi de plito quo waranto clam' hre emend aſsïe pan' & cvis' fracte viſum franci pleg' infangenthef utfangenthef catalla fugitïoz & dampnatoz tenenciü ſuoz annü & vaſtü terraz eosdem pilloriu tumberellü furcas & amciamenta hominü ſuos; in STEBENHETHE, HAKENEYE, HERINCEYE, FULHaM, GlLLYNG, ACTON, & FYNCHESLEYE &c. Et Eps ven’ et dicit qd HAKENEY & HERINGEYE ſunt membra de STEBENHETHE, et GlLLlNG, ACTONE, & FYNCHESLEYB ſunt membra de FULHªM Et dicit qd ipe & omes pdecessores sui a tempe quo no extat memoria huunt in pdcis vitt & membris ſuis catalla fugitïoz & dampnatoz tenenciu ſuoz annü & vaſtü terraz eosdem & mciamenta hominü ſuos fine intrupcone excepto tempe vacaciconis Et de hoc pon' ſe ſup prriam.". Sembra di capire che il Vescovo di Londra Ricus affermi che "Heringeye" (Hornsey) fosse membro di "Stebenhethe" (Stepney) da "tempe quo no extat memoria" (tempo immemorabile). Inoltre, qualche anno prima, il Sesto Anno del Regno del medesimo Re, abbiamo trovato un altro riferimento ad "Haringeye" (Hornsey): "COM' HERTEFORD'. PLACITA DE JURATlS & ASSlSlS apud Herteford coram Johne de Reygate & ſociis ſuis Judic' itiinantibz ibidem in craſtino Animae; anno Regis Edward¡ ſexto. ...... Jobes atte Halle Wiïis de Ver & Wills de Haringeye tenêt feod dimid milit’ in HAKENEYE & debet face unü ponte in eadê villa apd LlTTELMEDE long’ vij ped & lat’ vj pedum.".

1.6 XIV secolo

Nel 1302, la Chiesa di St. Mary aveva un Prete. Nel 1303, Hornsey Park era già stato recintato. Nel medesimo anno, nel testamento del Vescovo di Londra, si fa riferimento al lascito di un piatto d'argento a Walt de Londonia, Rettore della Chiesa di "Haryngeye". Nel 1327, la Chiesa di Hornsey (che era sotto la giurisdizione del Vescovo di Londra, a cui spettava il diritto di nomina del Rettore) venne valutata 8 marchi. Nel Calendario dei Testamenti provati e registrati presso il Tribunale di Husting (Londra), nel 1366-1367, Quarantesimo Anno del Regno di Eduardo III, il lunedì precedente la Festa di San Valentino (14 febbraio), si ha un atto con cui John de Flaunden, produttore di calze, dispone di essere seppellito nel Cimitero-Giardino di S. Mary de "Stoken Newenton" ed effettua lasciti all'Altare maggiore di detta Chiesa, al Cappellano e Chierico parrocchiale, alle Chiese di St. Mary de Haryngeye (Hornsey) ed "Iselden" (Islington), nonché all'altare della Chiesa di St. Sepulchre, effettuando ulteriori disposizioni testamentarie. Il testamento, rilasciato a Londra, porta la data di sabato successivo alla Festa di Sant'Ilario (13 gennaio) 1365. Tra le Tenute di Simon Francis (morto nel 1357), Mercante di Londra, rientravano dei terreni ad Hornsey, di cui 60 acri furono tenuti in dote dalla sua vedova Maud (morta nel 1384). Nel 1368, la loro figlia Alice ed il suo marito Sir Thomas Travers trasferirono la reversione ad infeudati per l'uso degli eredi di John de Middleton. GLi infeudati la attribuirono a Sir Thomas nel 1373 ed entro il 1376, Egli la trasmise a Nicholas Brembre (morto nel 1388), successivamente Sindaco di Londra, che subì la confisca nel 1388, per cui, i terreni passarono alla Corona. Nel 1394, la Tenuta, 60 acri di terra e 4 acri di bosco, venne concessa a Thomas Goodlake e sua moglie Joan.

1.7 XV secolo

Nel 1406, nel Manor di Hornsey (v. paragrafo specifico), c'erano 63 Affittuari, incluse importanti Famiglie locali come atte Felds, atte Fryths, Mayhews e Maynards, alcune delle diedero il nome alle strade. Precedenti possedimenti erano già divisi, almeno in alcuni casi, in piccoli frammenti. Testamenti del XV e dell'inizio del XVI secolo mostrano la società locale dominata da Preti residenti ed alcuni importanti Affittuari, tra cui Giles Eustace (morto nel 1495) e Geoffrey London (morto nel 1453) e suo figlio John (morto nel 1461). Non vi era alcun Lord residente la cui Famiglia stimolasse la produzione locale, nessuna industria nota, ed i Pellegrini a Muswell Hill, dove esisteva una Cappella almeno dal 1159, non erano economicamente significativi. Ma già verso il 1400, estranei iniziarono ad acquisire terre, specialmente Londinesi, la Famiglia Ougham ed i loro successori, come Lords di Topsfield e degli Assessori John di Northampton (morto nel 1398), William Horne (morto nel 1496) e John Stokker (morto nel 1485).

1.8 XVI secolo

Nel XVI secolo, altri estranei che stavano acquisendo terre erano Sir John Skeffington (morto nel 1525), Consigliere comunale, Ranulph Cholmley (morto nel 1563), Archivista, Sir William Rowe (morto nel 1593), Sindaco, John Draper (morto nel 1576), Birraio di Londra, tutti diedero origine ad imporatanti Tenute locali ed i primi tre costruirono anche grandi case. Alla soppressione dei Monasteri (1538) ordinata da Enrico VIII vi è prova che una parte considerevole dei boschi di Hampstead, Highgate ed Hornsey erano in pieno vigore e ospitavano selvaggina diversa dai cervi. Poco prima della sua morte, Enrico VIII emise un proclama, secondo il quale nessuna persona poteva interrompere la riserva del Re di lepri, pernici, fagiani ed aironi conservati nella sua casa e dintorni presso il suo Palazzo di Westminster per il suo divertimento e passatempo; vale a dire, dal detto suo Palazzo di Westminster a St. Gyles in the Fields, e da lì ad Islington a Our Lady of the Oke, ad Highgate, ad Hornsey Parke, ad Hamstead Heath, e da lì, al suo detto Palazzo di Westminster, doveva essere preservato e conservato per il suo divertimento, piacere e ricreazione. Nel 1547, ad Hornsey, vi erano 160 persone che partecipavano alle cerimonie religiose.

1.9 XVII secolo

Il New River fu costruito nel 1609-1613 da Sir Hugh Myddelton, un primo tentativo riuscito di aumentare le riserve idriche di Londra. Il canale artificiale trasportava acqua 38 miglia dalle sorgenti di Chadwell e Amwell vicino a Ware, nell'Hertfordshire, ad Islington. Il New River attraversava High Street in tre punti "serpeggiando in modo subdolo attraverso la valle". In questa valle il Fiume Moselle correva in direzione orientale verso il Fiume Lea, a nord dell'insediamento del villaggio. Altri estranei che giunsero ad Hornsey furono Sir Julius Caesar (morto nel 1636), il Maestro dei Rotoli, che, nel 1619, possedeva la Tenuta di proprietà della villa Mattyson a Muswell Hill. Sir Thomas Stapleton a Stroud Green, l'Assessore Nicholas Moseley (morto nel 1612) ad Hornsey.  Nel XVII secolo, almeno 90 Londinesi possedevano terreni in affitto nella Parish di Hornsey, molti di loro ad Highgate. Nel 1641, 119 maschi adulti prestarono il "Giuramento di protesta" (tentativo di scongiurare la Guerra Civile Inglese: il Parlamento aveva approvato, nel mese di luglio, una norma che obbligava i maggiorenni ad effettuare un giuramento di fedeltà al Re Carlo I ed alla Chiesa d'Inghilterra, in assenza del quale, non si poteva svolgere alcun Ufficio Religioso o Civile). Nel 1664, quando Highgate conteneva 161 case, c'erano solo 62 nel resto della Parish (Hornsey Side). Ad Hornsey Side, nel 1664, c'erano quattro case con più di 20 focolari, otto con 10 o più, diciotto con più di 6, ventidue con 3-5, e solo undici con 1 o 2. Ai fini della tassazione, nessuno risultava essere troppo povero. Nonostante tale apparente prosperità, vi fu una considerevole pressione della popolazione, che portò ad un eccessivo sfruttamento dei beni comuni ed dell'invasione. Infatti, i cottages illegali furono un problema per tutto il XVII secolo e ben dodici furono presentati nel 1654. La maggior parte formava un'estensione di Highgate su Southwood Common, ma ve n'erano altri a Muswell Hill Common ed a Fortis Green.

1.10 XVIII secolo

Immediatamente prima del 1793, il Cimitero ebbe bisogno di un'estensione a causa di un notevole aumento della popolazione. Nel 1791, aveva permesso ai proprietari dei terreni di aumentare i canoni dei cottages precedentemente concessi ai Lavoratori, che furono portati nelle Case di lavoro. I nuovi arrivati, per i quali i cottages erano stati migliorati, erano occupati nel Commercio o nell'Artigianato. Nonostante la costruzione del New River, non furono creati nuovi insediamenti ed i nuovi venuti furono assorbiti dalle comunità esistenti, in particolare il Villaggio di Hornsey, che nel 1795, era molto più grande di Crouch End. Nel 1795, Daniel Lysons riporta che, nei quindici anni precedenti, erano state costruite circa 40 case nella Parish di Hornsey, e nell'anno citato, vi erano circa 420 case, di cui 90 nel Villaggio di Hornsey, 264 nel Borgo di Highgate, 23 a Crouch End e 20 a Muswell Hill.

1.11 XIX secolo

La natura rurale del Villaggio di Hornsey veniva descritta nel XIX secolo come "lunga, irregolare e sparpagliata". Al principio del XIX secolo, le costruzioni erano disperse lungo il lato orientale di Tottenham Lane, da vicino all'incrocio con Church Lane (vicinissimo alla stazione di Hornsey, verso ovest) a vicino la moderna Ferme Park Road (a 0,4 miglia verso ovest dalla stazione di Hornsey), dove diventavano continue. Nel 1801, ma probabilmente ancora nel 1821, il Commercio e l'Artigianato occupavano più persone dell'Agricoltura. Nel 1801, c'erano 2.716 abitanti. La popolazione da allora in poi aumentò di quasi un quarto in ogni decennio fino al 1851, quando contava 7.135 persone.Il numero delle case era cresciuto di tre volte (rispetto al 1664) nel 1801, ma nel 1821 le proporzioni nelle parti di Hornsey ed Highgate non si erano quasi alterate. Tra il 1647 e il 1815, le terre comuni si ridussero alquanto ed il bosco fu dimezzato. Nel 1816, vi erano diverse grandi case nel Villaggio di Hornsey, ma sempre più spesso si concentrarono a Crouch End ed a Muswell Hill, dove, nel 1664, si ergevano molte delle più grandi. Verso il 1773, fu oggetto di satira i fatto che i Londinesi potessero andare in pensione ad Hornsey e nel 1782 gli Uomini d'affari vi si ritiravano per i fine settimana estivi. All'inizio del XIX secolo, la Parish era un luogo dove i Ricchi si ritiravano in ville confortevoli, dalle quali, nel 1858, Hornsey era costellato. Nel 1834, 42 Nobili di livello minore risiedevano ad Hornsey Side. Nel 1816, il Villaggio di Hornsey si estendeva lungo la successiva High Street e Priory Road. Le costruzioni si trovavano principalmente a nord della strada e più concentrati verso est. Ad ovest di Middle Lane (a 0,7 miglia ad ovest della stazione di Hornsey), c'erano solo alcune case isolate, tra cui la nuova sede di mattoni rossi di Jacob Warner su tre piani, che era considerata troppo alta per la sua larghezza. Verso il 1826, la sua Famiglia la sostiutì con un palazzo gotico a castelletto chiamato "The Priory". Più ad est, la "Watchhouse" (piccola prigione attaccata ad una caserma di Polizia, in cui le persone sospettate di crimini venivano trattenute temporaneamente), la Scuola e la Casa di lavoro erano raggruppate, ed immediatamente oltre il primo ponte sul New River, sorgevano due edifici, uno dei quali apparentemente "The Elms", una grande villa ad un piano (esistente sino al 1939). Al di là di questa, nel 1876, mezza circondata dalla Mosella, c'era la Canonica, che sarebbe stata ricostruita dopo poco. Più avanti, c'era Campsbourne Lodge, con dieci camere da letto e giardini paesaggistici, tra cui un lago. Al di là, si ergevano, Eagle Court, una grande casa di quattro piani con una porta d'ingresso e l'adiacente Cottage Eagle, una casa a due piani dei primi anni del XVIII secolo. Manor House, con il giardino d'inverno ed un grande terreno, si ergeva più ad ovest, vicino a una fila di negozi a due piani con tavole di protezione. Degli archi conducevano ad Allen's Court e Preston's Court, dove i cottages di legno a tre piani con i tetti a mansarda erano disposti intorno a cortili. Le poche case a sud della strada includevano "Three Compasses", una Locanda Georgiana di mattoni rossi a tre piani con vetrate e tetto a mansarda. "Grove House" era indietro rispetto alla strada, vicino a Middle Lane, in fondo alla quale si trovava la grande casa più tardi chiamata "Frieze House". La Chiesa di St. Mary insisteva solitaria all'angolo di Church Lane, con il terreno per il sostentamento del Rettore a sud. Tra la Chiesa e le case a nord, la strada divideva entrambi i lati di una striscia di terreni incolti, conservata nel 1816 per mantenere un aspetto rurale. A tale data, gran parte della Parish era vuota. C'era una densità di 1,4 persone per acro e la marcata crescita recente era stata assorbita senza difficoltà dai Villaggi esistenti. Le case di campagna erano isolate nei loro terreni, gli alberi sulle colline conferivano un carattere selvaggio, e nel Villaggio di Hornsey il serpeggiante New River migliorava l'aspetto pittoresco promosso dagli abitanti. Scene rustiche venivano celebrate in Arte e in versi. Anche Muswell Hill era famoso per le sue vedute. Ad est, Harringay House, su una collinetta del New River, si ergeva in un parco alberato e l'ampliata Hornsey Wood House, dove ci si divertiva con i passatempi di campagna, era apostrofata dai Poeti. Collina e boschi separavano i borghi ed anche dopo la recinzione delle terre comuni rimasero 394 acri di bosco, che fu solo dimezzato nel secolo successivo. Gli osservatori continuariono a sottolineare il carattere rurale della Parish: nel 1876, Hornsey veniva ancora visto come un villaggio di campagna, ebbene nel 1841 fosse cambiato così tanto dal 1802, che poteva essere considerato quasi parte di Londra. Nel 1848, infatti, poteva essere descritto come Distretto metropolitano, sebbene, sia nel 1855, che nel 1889, venne escluso dall'area del Governo metropolitano. Nel 1821, c'erano 1.810 persone che vivevano in 283 case ad Hornsey Side. Nel 1851, c'erano 3.925 persone in 661 case, di cui 1.036 in 180 case a South Hornsey. Sino a quel momento parte relativamente poco importante della Parish, essendo la più vicina a Londra, fu la prima ad essere urbanizzata: si iniziò a costruire verso il 1838, processo accellerato nel 1840. Va sottolineato che Hornsey era apparso pronto per l'espansione nel 1810, quando un proprietario terriero aveva tracciato strade nella sua Tenuta tra Middle Lane, Park Road e High Street prima di porla in vendita. Ma nulla accadde, e persino nel 1851, il progetto più ambizioso consistette nella Taverna Nightingale e 14 cottages di legno a Nightingale Place, a nord di High Street. La Casa di lavoro era stata demolita, "The Priory" e la Canonica ricostruiti, e Manor Place, una casa a schiera di tre piani con otto cottage con tetti a mansarda, si trovava ad ovest di Tottenham Lane; c'erano probabilmente altri cottages. A Crouch End c'erano diverse nuove ville, tra cui Oakfield Villa a Crouch End Hill, una piccola casa a due piani con una veranda sul retro, la più grande Oakfield House a Crouch Hill e Crouch Hall. La casa nell'angolo di Middle Lane e Park Road fu demolita tra il 1850, e nel 1854, fu progettato un sito di 3 acri come New Road e la stretta Back Lane, con 78 cottages, di Joshua Alexander e William Bradshaw. Nel 1847, essi avevano acquistato due lotti più piccoli in Park Road, sui quali avevano costruito "The Maynard Arms" nel 1851 ed 8 cottages entro il 1854. James Wright L'Anziano aveva eretto 10 case su due lotti, in parte con contratti di costruzione, tra il 1818 e il 1829 e suo figlio James (morto nel 1870) ne aveva eretti altri due nel 1844. Le 12 case di Maynard Place, in seguito Park Villas, furono costruite a partire dal 1846 con contratti di affitto di Amelia Wright, vedova. Nel 1851, c'erano anche molti piccoli gruppi di case, mentre 41 case erano in Park Road ed altre 45 erano in costruzione: non ce n'erano nel 1816. Anche escludendo Park Road, 1.048 persone abitavano 167 case a Tottenham Lane, Crouch End, e l'area a sud ed a est di loro. Il 7 agosto 1850, la stazione di Hornsey venne aperta dalla Great Northern Railway (G.N.R.), la cui linea ferrata attraversava la sezione orientale del Vilaggio. Essendo la prima fermata da King's Cross, attirò Artigiani (Lavoratori specializzati) ed Impiegati che lavoravano nella City e desideravano vivere lontano dall'inquinamento di Londra, nella "Salubre Hornsey", che costituiva ancora un rifugio di campagna con viottoli e sentieri che conducevano alle pendici dell'Hog's Back a sud (Mount View Road segue la cresta) e verso l'ancora rurale Muswell Hill ad ovest. Nel 1860, il corso del New River venne raddrizzato, facendolo scorrere sotto la High Street di Hornsey soltanto alla sua estremità orientale, vicino ad uno sviupppo edilizio moderno chiamato New River Village. Il suo corso è ora di 24 miglia e termina a Stoke Newington. Nel Villaggio di Hornsey, spesso, i terreni poterono essere liberati a fini edilizi soltanto dopo la morte del proprietario o nel caso in cui questi desiderasse allontanarsi dal nuovo contesto urbano. Il primo cambiamento allo status quo si ebbe nella metà degli anni '60 del XIX secolo. Nel 1865, la Birkbeck Freehold Land Company comprò la Grove House Estate, all'angolo tra Middle Lane ed High Street (ad ovest della stazione di Hornsey, a circa 0,7 miglia, in corrispondenza del vertice nord-orientale dell'attuale Priory Park) e costruì case su Middle Lane ed in Grove House Road e Birkbeck Road. Nello stesso anno 1865, la terra di John Holland accanto alla Locanda "Three Compasses" fu comprata dalla National Freehold Land Society e vennero costruite St Mary’s Estate di Haringey, Lightfoot Road, St. Mary’s Road, Westfield Road, Rectory Road ed Holland Road. Nel 1865, morì William Eady, proprietario di Campsbourne Lodge, una casa con bei terreni, accanto ad Alexandra Park. Due anni dopo, nel 1867, la sua Famiglia vendette la Tenuta alla British Land Company, che vi costruì strade con piccole case, e l'area divenne nota come "Campsbourne Estate". Da quanto riportato sinora, si comprende come il moderno Hornsey risale soltanto alla fine del XIX secolo, dato che i nuovi edifici, in principio, vennero confinati ad i centri esistenti, e lo sviluppo edilizio venne rallentato, forse, anche dalla carenza delle fognature, fermo restando, come abbiamo già evidenziato, che, nel Villaggio di Hornsey, dopo l'apertura della stazione di Hornsey, lo sviluppo edilizio procedette solo mano mano che i terreni si resero disponibili. Nel 1861, il Villaggio si era esteso ad est della ferrovia sopra gli ex Cocksfields, anno in cui sedici case si trovavano in Clarendon Road, dove, nel 1867, venne trasferita la fabbrica del gas, e la prima casa che fronteggiava Turnpike Lane fu fittata nel 1860. Nel 1864, venne creato il Consiglio del Distretto Urbano. Nel 1867, la locale Amministrazione assunse la veste di Consiglio Locale di Sanità.Nel 1869, venne aperto al pubblico Finsbury Park, di 115 acri, sul lato sud-orientale della Parish di Hornsey, comprendente una porzione del sito del vecchio Hornsey Wood (Bosco di Hornsey), il quale rientrava nell'antico Parco dei cervi di Hornsey che apparteneva ai Vescovi di Londra. L'apertura della stazione aveva contribuito, entro il 1871, alla trasformazione di Hornsey Lane, dove 21 case unifamiliari raggiunsero Hornsey Lane Farm, ed alla costruzione di Crescent Road. Nel 1871 ad Hornsey erano state costruite 1.294 case, più di un quarto disabitate, 117 in costruzione e la popolazione salita a 3.166. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Hornsey, allora nel Middlesex, come segue: "a metropolitan suburb, a parish, and a sub-district, in Edmonton district, Middlesex. The suburb stands in a pleasant valley, on the New river, and on the Great Northern railway, 5½ miles NNW of St. Paul's, London; was known at Domesday as Haringe, and afterwards as Harringay; forms now a favourite retreat of London citizens; includes many villa residences; lies within the jurisdiction of the metropolitan police and the Central criminal court; and has a station with telegraph on the railway, a hotel adjoining the railway station and a post office under London N.—The parish contains also Crouch-End, Fortis-Green, Muswell-Hill, StroudGreen, and part of Highgate. Acres, 2, 895. Real property, £58, 599. Pop. in 1 851, 7, 135; in 1861, 1 1, 082. Houses, 1, 787. The increase of pop. was caused by extension here of the outskirts of the metropolis. The manor belonged, from time immemorial, to the bishops of London. An ancient palace of the Bishops is supposed to have stood on Lodge-Hill; and a park connected with it was the place where the Duke of Gloucester and other noblemen assembled, in 1386, to form a league against the favourites of Richard II., and where the youthful Edward V. and the victorious Henry VII. were met by trains of citizens to conduct them into the city. Harringay House, close to Hornsey suburb, is the seat of E. H. Chapman, Esq. Hornsey-Wood House, about a mile to the S, long noted as a place of refreshment and amusement, has been taken down; and the site of it, with about 100 acres of adjoining land, was destined, in 1866, to form Finsbury Park. A range of hills goes through the parish; and they have, on their N side, several feeders of the Colne; while near their top, adjacent to the railway, is the New Alexandra Park, with part of the removed exhibition building of 1862. The living is a rectory in the diocese of London. Value, £400. h Patron, the Bishop of London. The church, excepting an ancient tower, was rebuilt in 1832; and contains a monument to the poet Rogers, who was buried here in 1855. Another church, to cost £7, 000, was founded in the autumn of 1869. The vicarages of Crouch-End and Muswell-Hill are separate benefices. There are a handsome Independent chapel, three national schools, and charities nearly £1, 000. Bishop Westfield was rector; and Lightfoot, the Hebraist, Newland, the Bank of England cashier, and Moore, the poet, were residents. Moore is said to have written here his "Lalla Rookh."-The sub-district is conterminate with the parish.". Il Rettore di vecchia data (dal 1829) della Chiesa del piccolo Villaggio di Hornsey, il Canonico Richard Harvey, resistette alla cessione dei terreni di sostentamento agricolo a sud della Parish Church. Hornsey Vale fu edificata negli anni '70 e Ferme Park Road fu costruita nel 1877. Quando il citato Canonico Richard Harvey andò in pensione nel 1879 o 1880, i citati terreni di sostentamento furono finalmente venduti per la realizzazione di case (Hillfield Avenue e le strade circostanti) e dei negozi "The Pavement" in High Street. La Hornsey Park Estate, che nel 1881 comprendeva le successive Hornsey Park Road, Alexandra Road, Ravenstone Road, Brook Road, Malvern Parade, Park Ridings e Avenue a Hornseyand Tottenham, fu realizzata nel 1869; nel 1879, apparteneva all'Imperial Property Investment Co. Nel 1880, erano in vendita case di sei stanze, e nel 1896, l'intero Distretto era ormai costruito; negli anni '80, Turnpike Lane stava diventando un'importante arteria stradale, ma nel 1900, conteneva solo 30-40 case. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Hornsey come segue: "par. and local govt. dist. (ry. stations, Hornsey and Hornsey Road), Middlesex, in N. vicinity of London - par., 3039 ac., pop. 37,078; local govt. dist., 2813 ac., pop. 22,485.". Una serie di eventi esasperò l'urbanizzazione di Hornsey. Nel 1890, Thomas Marsh Lister morì e la sua Ladywell Estate, vicino alla stazione ferroviaria di Hornsey, fu venduta. Ribblesdale Road e Gisburn Road vennero tagliate attraverso i terreni di Lister, per cui, i Costruttori chiamarono la Tenuta "Lister Park". Nel 1896, morì Sir Joseph Warner, il capo della Famiglia Warner che possedeva la grande Priory Estate (oggi resta Priory Park, a 0,7 miglia ad ovest della stazione di Hornsey), su entrambi i lati di Priory Road, ed anche questa proprietà divenne una serie di strade con case. Le sette strade costruite su di esso da Priory Road verso nord sino ad Alexandra Park contenevano principalmente case a schiera di tre piani. Nel 1897, Campsbourne, un campo a nord-est adiacente Nightingale Lane, fu acquisito dal Consiglio del Distretto Urbano di Hornsey per le sue prime case per i Lavoratori. Entro il 1899, vennero realizzate 108 villette a schiera su 4 acri e mezzo a Northview Road e Southview Road ed in Nightingale Lane, dove vecchi cottages di legno erano stati demoliti nel 1896.

XX secolo

Nel 1900, il Villaggio di Hornsey era considerato pittoresco, in parte vecchio e in parte nuovo. Verso il 1902, fu demolito "The Priory". Nel 1903, la Parish di Hornsey fu trasformata in un "Borough". Nel 1904, un secondo schema edilizio originò in 140 cottages in Hawthorne Road e Beechwood Road su 6 acri comprati nel 1902. L'espansione edilizia venne bloccata ad ovest da Alexandra Park e Grove Lodge, ma a sud di Priory Road, solo Park Road separava la Tenuta di Rookfield di Muswell Hill da Hornsey dopo circa il 1900. Da allora, si iniziò a costruire sui terreni agricoli all'angolo di Park Road e Priory Road. Nel 1902, fu abbattuto il Rose Cottage, a graticcio (pannelli di legno) all'angolo e furono costruite Farrer Road e Park Avenue South. In tal modo, l'estensione occidentale del Villaggio di Hornsey incontrò così l'avanzata a nord di Crouch End sino Park Road. Nel 1906-1907, nel Villaggio di Hornsey c'erano 62 persone per acro. L'Amministrazione di Hornsey costruì le proprie abitazioni popolari, fornendo 424 abitazioni nel 1913, di cui 248 af Hornsey Side, 634 entro il 1926 e 1.072 tra cui 839 a Hornsey Side, nel 1939. Dal 1930 si concentrò sulla sostituzione di case obsolete, e dal 1932, col sostegno della Hornsey Housing Trust, che nel 1939 divise 50 case in 237 appartamenti. Nel 1923, da nessuna parte il sovraffollamento superava i limiti di legge, e nel 1932, non esistevano quartieri poveri, sebbene vi fossero sacche di povertà nelle Campsbourne Estate e St. Mary Estate ad Hornsey, ad Hornsey Vale ed a St. James's Lane. Solo l'ultimo (a Muswell Hill) fu interessato dalla demolizione di 148 case tra il 1920 ed il 1938. Nel 1923, ci si rese conto che quanto più i Ricchi si spostavano più lontano, la prosperità di Hornsey diminuiva. Il "Borough" di Hornsey, tuttavia, era principalmente formato da case per i benestanti degli anni '20 e, nel 1925, molti Impiegati continuavano a vivere ad Hornsey, Harringay, Crouch End e Stroud Green. Nel 1926, Crouch End era divenuto il principale centro commerciale per una vasta area, tanto che nel 1935, venne scelto come sede del Municipio di Hornsey. Sebbene tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Hornsey fu colpito da soltanto 12 bombe tedesche altamente esplosive, ciò non fu per tutto il Conflitto, visto che nel corso della Seconda Guerra Mondiale, l'80% delle case di Hornsey patì danni: nel 1945, 131 case erano state distrutte e 611 richiedevano la demolizione, ma solo 256 vennero interamente ricostruite a spese del Governo, molte delle quali apparentemente nel 1949-1950. Altri fornirono siti per alloggi municipali. Una grave carenza fu alleviata quando le Autorità locali fornirono 82 bungalows temporanei e costruirono abitazioni a basso costo, la maggior parte dei quali appartamenti di modeste dimensioni. Nel 1951, quando furono completate 1.005 abitazioni, 639 erano state costruite dalle Autorità locali, molte delle quali a Stroud Green. Le Autorità locali rappresentano il più grande Costruttore, che si concentrò sulla riqualificazione, in particolare nel Villaggio di Hornsey. Completò 930 abitazioni entro il 1956, 1.164 nel 1965 e circa 1900 entro il 1976. Di quelli costruiti o in costruzione nel 1965, l'85,6% erano appartamenti. Altri 972 appartamenti vennero forniti a Brownswood Park dalla Municipalità di Stoke Newington e da quella di Hackney, e nel 1976, l'Hornsey Housing Trust possedeva 50 case, contenenti 260 appartamenti e camere da letto e tre blocchi costruiti appositamente. I Costruttori privati, relativamente inattivi durante gli anni '50, completarono 91 alloggi nel 1960, 167 nel 1961 e 245 nel 1964-1965, quando i 563 in costruzione (153 dalle Autorità locali) furono il totale annuale più alto da circa il 1902. Costituite principalmente da appartamenti di lusso, le costruzioni private raggiunsero l'apice verso il 1970 e ripresero nel 1976. In tale anno, l'intera area tra High Street e Birkbeck Road, Westfield Road e Lightfoot Road era stata sgomberata. Lightfoot Road si estendeva verso nord lungo l'ex Westfield Road e le case a schiera a tre piani di mattoni gialli erano state costruite lungo la collina. Erano collegate da sentieri tranne che ai suoi piedi, dove una nuova strada era stata costruita dietro High Street. La realizzazione di costruzioni era ancora in corso nel sud-ovest e nel nord. Il "London and Quadrant Housing Trust", formato nel 1973 dal "London Housing Trust" e dalla "Quadrant Housing Association", costruì 71 delle 267 case ed il London Borough of Haringey le rimanenti. Concludendo questo paragrafo, considerando i dati demografici, etnici, socio-economici, amninistrativi ed urbanistici, vediamo che la popolazione di Hornsey crebbe da 11.082 (1861), a 19.357 (1871), a 37.078 (1881), a 61.097 (1891). Nel 1901, dopo il trasferimento di South Hornsey e l'aggiunta della porzione staccata di Clerkenwell, vi erano 72.056 residenti. Sebbene il numero crebbe a 84.592 nel 1911, il tasso di crescita si era ridotto. Il picco registrato nel 1951 fu di 98.159 persone, e nel 1961, la popolazione era scesa a 97.962. La popolazione di South Hornsey era di 16.698 (1901), raggiunse 18.617 (1921) e cadde a 18.057 (1931) e 15.063 (1951). Nel 1965, all'atto della creazione della Grande Londra, Hornsey venne incluso con Wood Green e Tottenham nel London Borough of Haringey. Il Villaggio di Hornsey non era più un luogo di campagna del Middlesex, essendo divenuto uno dei sobborghi settentrionali di Londra. Il carattere sempre più popolare (Classe operaia) di Hornsey viene dimostrato dalla presenza di solo 1.657 Domestici nel 1951 e dal passaggio da un Collegio elettorale Conservatore sicuro nel 1945 ad uno marginale nel 1974. Tra il 1959 e il 1961, 10.000 persone nate in Inghilterra lasciarono Hornsey, ma la popolazione diminuì di appena 147 unità: i nuovi arrivati comprendevano oltre 9.000 persone nate fuori dal Regno Unito, tra cui 3.000 dalla Repubblica d'Irlanda. Nello stesso decennio, Hornsey fu l'unico "Borough" del Middlesex in cui il numero di stanze con 1,5 o più abitanti aumentò, dal 7,4% all'8,4% del totale. L'aumento fu particolarmente ripido nelle zone di immigrazione, a Finsbury Park e Stroud Green, con percentuali di 16,9% e 9,8% e ad Harringay, mentre fu il 7,6 % ad Hornsey, poco meno a Crouch End, e persino a Highgate e Muswell Hill fu del 6% e 5%. High Street di Hornsey ha subito pochi cambiamenti dal 1945, tranne la scomparsa della Chiesa di St. George (ad ovest) e quella di St. Mary (ad est), a differenza delle aree a nord e sud.

2. Manors

Diversi erano i Manors, in tutto o in parte, nella Parish di Hornsey. Trattiamo approfonditamente soltanto del Manor di Harringay (o Hornsey), mentre dei semplici cenni effettuiamo degli altri:

2.1 Manor di Harringay (o Hornsey)

Nel 1294, si disse che tale Manor era tenuto dai Vescovi di Londra da tempo immemorabile quale membro del Manor di Stepney. Nel Domesday Book (1086), presumibilmente, venne incluso in Stepney, ma nel 1241-1242, venne contabilizzato separatamente da un Intendente pubblico. Prima dell'alienazione della Muswell Estate, nel 1152-1153, i Vescovi di Londra potrebbero aver posseduto l'intera porzione staccata di Clerkenwell ed Hornsey, tranne il Manor di Brownswood (v. paragrafo specifico). Tra il 1306 ed il 1335, sono documentate sette Visite Episcopali ad Hornsey; i Vescovi potrebbero aver usato la casa che venne venduta nel 1293 da Thomas di Banbury e sua moglie Joan al Vescovo Richard de Gravesend (1280-1307) e che passò a suo fratello Stephen, Vescovo dal 1318 al 1138. Una indagine, effettuata per ordine del Parlamento nel 1647, riporta che il Manor di Hornsey, che in precedenza era sempre stato tenuto in demanio, nel 1645 venne fittato a Smith per 120 sterline annue e che appartenevano ad esso 650 acri di bosco e terra incolta. Quando le terre del Vescovo di Londra vennero vendute, il Manor di andò a Sir John Wollaston, che lo tenne sino alla sua morte nel 1658, dopo di che, ne godette la sua vedova, sino alla Restaurazione, quando il Manor fu tenuto dai Vescovi di Londra sino al 1868, quando passò ai Commissari Ecclesiastici, che rilevarono i diritti degli Affittuari in cambio di 137 acri. Non vi è prova di una Manor House. Tuttavia, Daniel Lysons scrive: "I Vescovi (ndr di Londra) ebbero una residenza in questo luogo; ma non ricorre nei Registri Episcopali alcun atto datato da lì successivo all'anno 1306, al tempo del Vescovo Baldock. Penso che non sia improbabile, che Lodge Hill nel Grande Parco di Hornsey (da tempo dismesso e trasformato in terreni coltivabili) fosse il sito dell'antico palazzo.". A suffragare le sue affermazioni, l'Autore riporta un passo di John Norden in "Speculum Britanniae": "Sembra dalle fondamenta, che era piuttosto un castello che una loggia, perché la collina è scavata con due profondi fossati, ora vecchi e ricoperti da cespugli; le macerie, come mattoni, piastrelle e lastre della Cornovaglia, sono in cumuli ancora visibili, quali rovine sono di grande antichità, come può apparire dalle querce a questa data in piedi, cresciute da oltre cento anni, sulle fondamenta stesse dell'edificio: apparteneva al Vescovo di Londra, nel quale posto sono state datate diverse prove, alcune delle quali rimangono ancora nel registro del Vescovo, si dice.". Integriamo il passo, riportando che il fossato o canale relativo alla citata Loggia (casetta) nel parco era ancora visibile nel 1797.  La Loggia venne citata nel 1441 e 1464 e risultava ricoperta da alberi nel 1576, ed i suoi resti esistevano ancora nel 1593, come avete letto nel passo di Norden. Ad ogni modo, nel 1539, non vi era Residenza Episcopale ad Hornsey, né nel 1579, quando John Aylmer, Vescovo dal 1577 al 1594, ebbe un fitto di una casa nel Manor di Hornsey, che fece riparare e, talvolta, visitò.

2.2 Manor di Brownswood

Costituì la dotazione della Prebenda di Brownswood a San Paolo, che probabilmente esisteva prima che i suoi possessori fossero documentati per la prima volta all'inizio del XII secolo. Probabilmente, il Manor trasse origine da una divisione di proprietà tra il Vescovo di Londra ed il Capitolo di San Paolo, che potrebbe riflettersi nelle voci del Domesday Book (1086) sotto Stepney. Il nome si riferisce al bosco demaniale chiamato Brownswood nel 1569 e potrebbe derivare da un tal Brand, un dipendente del Re, che era Prebendario verso il 1200. Invece, Roger Brun, detto aver dato alla Prebenda il suo nome, non risulta averla mai posseduta. Nel 1577, il Manor di Brownswood copriva tutto Hornsey a sud di Topsfield e Farnfields, compresa la parte staccata a Stoke Newington.

2.3 Manor di Toppesfield (o Topsfield o Topsfield Hall o Broadgates)

Apparentemente, trasse origine da una Tenuta di Crouch End sub-infeudata dal Vescovo di Londra, dato che era tenuta per il Manor di Hornsey per il sollievo, l'affitto, la fedeltà e la cause del Tribunale nel 1610. Potrebbe essere stata la mezza unità ed 1 virgate venduto dal Vescovo di Londra prima del 1086 a William Il Ciambellano e tenuta da Walter Il Ciambellano nel 1201. Potrebbe essera anche stata la Tenuta posseduta da Manfred di Harringay nel 1318. Un Mercante Londinese, Richard di Topsfield, che avrebbe pagato l'affitto per il Manor nel 1342, potrebbe aver dato il suo nome, ma il primo indiscusso Lord fu Stephen Maynard di Islington nel 1374. Maynard ricevette 41 acri e canoni ad Hornsey.

2.4 Manor di Farnfields o Fernefield

In Hornsey, tale Tenuta reputata Manor nel 1549, era stata, probabilmente, sud-infeudata dal Vescovo di Londra; nel 1324, comprendeva 1 carucate tenuto a canone e compiti di Tribunale a Stepney. Si trovava tra i Manors di Topsfield e Brownswood, e Tottenham Lane.  

2.5 Manor di Duckett's

Nel 1388, Joan, vedova di William de Brighte, della Contea del Devon, cugino ed erede di John de Stonford, rilasciò tutti i suoi diritti su una dimora, 300 acri di terra coltivabile, 15 di prato, 14 di bosco, 4d. di canoni a Hornseyand Tottenham, a John Dovet e sua moglie Alice. Scrive Daniel Lysoins: "Questo, io suppongo, essere stata la medesima Tenuta che Thomas Burgoyne ed altri, nell'anno 1460, diedero all'Ospedale di San Bartolomeo di Smithfield; dato che io trovo che il Manor di Duckett's, o Duckett's Farm (un termine improprio, forse, per Dovet's), ricadente nelle Parishes di Hornsey e Tottenham, ed essendo porzione dei possedimenti dell'ex Monastero di San Bartolomeo di Smithfield, fu concesso a Sir Robert Cecil nell'anno 1547. Tutta questa Tenuta è ora (ndr 1795) considerata come nella Parish di Tottenham.". Nel 1911, in "A History of the County of Middlesex" si legge: ".... 'Ducketts' o 'Dovecots', a nord-est della Chiesa di St. Mary di Hornsey. Il sito della Manor House è circondato da uno stretto fossato che è alimentato da acqua dal New River. Una porzione ad est è stata riempita, ed il ponte si trova sul lato occidentale.".

2.6 Manor di Muswell

Tale reputato Manor, trasse origine tra il 1152 ed il 1159 nella concessione di terre a Muswell da Richard de Belmeis, Vescovo di Londra (morto nel 1161), al Priorato Agostiniano di St. Mary a Clerkenwell.  Tali terreni, probabilmente, corrisponevano ai successivi 6 acri e mezzo della porzione staccata di Clerkenwell, anche se il Priorato potrebbe aver comprato ulteriori terreni in Hornsey.

Haringey- Visita guidata

Stazione di Hornsey (uscita su Tottenham Lane)

Stazione di Hornsey (uscita su Tottenham Lane)

Tottenham Lane

Tottenham Lane

Ribblesdale Road

Ribblesdale Road

Stazione di Hornsey (uscita verso Hampden Road)

Stazione di Hornsey (uscita verso Hampden Road)

Hampden Road

Hampden Road

New River Path

New River Path

Wightman Road

Wightman Road

Chiesa Greco-Ortodossa di St. John the Baptist

Chiesa Greco-Ortodossa di St. John the Baptist

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it