www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Highgate

Sintesi

Il territorio di Highgate è sempre stato "a cavallo" di un confine ed è oggi ripartito tra ben quattro Municipalità londinesi: infatti, si trova sul bordo occidentale del London Borough of Haringey, in cui ricade la stazione della metropolitana (Northern Line), ragione per la quale ne trattiamo in questa Municipalità, sul bordo settentrionale del London Borough of Camden, presentando, inoltre, piccole porzioni rientranti nel London Borough of Islington e nel London Borough of Barnet. La posizione sui fianchi di una collina, con eccezionali panorami e begli edifici, il verde che circonda ed inteseca Highgate, lo rende uno dei quartieri più belli di Londra. Inoltre, due sue strade nella zona ovest, rientrano nelle cinque più care di Londra. Non è un caso, perciò, che una Istituzione, The Highgate Society, miri a preservare la sua peculiarità. Infatti, le origini e la storia di Highgate si rintracciano nella lunga e varia High Street, che separa le Municipalità di Haringey e Camden; nella straordinaria varietà di boschi; nell'architettonico Cimitero noto in tutto il mondo; negli storici edifici scolastici ed altre costruzioni di vari periodi; nella varietà dei pubs storici; nella diversità dei negozi lungo la vivace Archway Road.

Distanza dal centro: 5,2 miglia.

Attrattiva: notevole. Highgate è una delle zone più belle di Londra.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, siete assaliti da un senso di angoscia: dovete salire numerosi gradini, dato che non ci sono le scale mobili per raggiungere il livello stradale, di molto superiore. Ma non scoraggiatevi: ne vale la pena, Highgate è una delle zone più interessanti di Londra! Raggiunta finalmente la strada, esausti, vi trovate su Archway Road. Andate verso nord, trovate subito un incrocio con alla destra un pub, The Woodman. Andate a destra, seguendo Muswell Hill Road. A tal punto, potete entrare in Highgate Wood, ossigenandovi nel bosco seguendo i sentieri, oppure passeggiare lungo la strada citata fiancheggiando il bosco. In tale seconda ipotesi, dopo poco, di fronte ad Highgate Wood, trovate un altro spazio verde, Queen's Wood. Proseguite lungo la strada, raggiungendo il centro di Muswell Hill. Siete in un tranquillo villaggio in cima ad una collina da cui si ammira un notevole panorama di Londra, nei pressi di St James Muswell Hill. Girovagate per l'abitato. Se siete stanchi, potete inoltrarvi ancora più a nord, verso Alexandra Park, dove si trova il celebre Alexandra Palace, ma ormai siete giunti nei pressi della omonima stazione ferroviaria di Alexandra Palace. Tornati indietro, all'incrocio di partenza, andate in direzione opposta rispetto all'inizio, inoltrandovi in Southwood Lane. Seguite la strada, sino ad incrociare Highgate High Street. Guardatevi attorno per ammirare le casette e l'atmosfera da villaggio. Se siete stanchi, sulla destra, nelle vicinanze, trovate un pub, The Gatehouse, se avete ancora energie, andate a sinistra, raggiungendo Waterlow Park. Dopo aver visitato Lauderdale House, attraversate tutto il Parco, superate Swan's Lane, in modo da visitare Highgate Cemetery, definito "One of England's greatest treasures", dato che vi trovate alcuni tra i monumenti funerari più belli ed eleganti del Regno Unito. Qui è sepolto Karl Marx.

Toponimo

Il nome si ritrova come "Le He(i)ghgate" (1354, 1359), "Heghegate" (1377), "Heygate" (1391), "Highgate" (1440, 1529), "Hyegat" (1543). Non vi è concordanza in merito all'origine del termine. Una prima interpretazione, dovuta ad alcune Istituzioni pubbliche, tra cui quella di Camden, la ricollega alla sua posizione elevata, facendola derivare dal Middle English "Heghe" + "Gate", che significa "Cancello posto in alto", all'ingresso in Hornsey Park della Great North Road da Londra a Finchley. In effetti, Highgate era un villaggio molto esteso su di un'altura circondata dalla vegetazione, per la precisione a circa 350 piedi sul livello del Tamigi. John Norden, in "Speculum Britanniæ: an historical and chorographical description of Middlesex and Hartfordshire" (1593), pagina 22, spiegando "Highgate why is so called", conferma tale interpretazione: "Highgate ... a hill over which is a passage, and at the top of the same hill is a gate through which all maner passengers have their waie; the place taketh the name of the highgate on the hill, which gate was erected at the alteration of the way, which (as is saide before) was on the oast of Highgate. When the way was turned over the saide hill to leade through the parke of the Bishop of London as nowe it doth, there was in regard thereof, a tole raised upon such as passed that way with carriage. And for that no passenger shoulde escape, without paieng tole by reason of the widenes of the waie, this gate was raised, through which of necessitie all traveilers passe. This tole is nowe fermed of the said Bishop at fortie pound per amnum.". Tuttavia, un lavoro stilato su invito della Highgate Literary Institution, fa riferimento a Hygate, derivante da "Hy", una sillaba nel linguaggio britannico, forse alterata da "Hu", un sigillo, anche episcopale, e "Gate", un'entrata o via. Tale interpretazione è suffragata dal fatto che Highgate sorge su quello che, sin da tempo molto antico, era un terreno episcopale e per lungo tempo rappresentò il sito di una residenza dei Vescovi di Londra.

Storia

1. Eventi storici di rilievo

La bellezza di Highgate unita al suo rilievo storico ci ha indotto a consultare diverse Fonti: John Norden "Speculum Britanniæ: an historical and chorographical description of Middlesex and Hartfordshire" (1593); A. P. Baggs, Diane K. Bolton, M. A. Hicks, R. B. Pugh, "A History of the County of Middlesex: Volume 6, Friern Barnet, Finchley, Hornsey With Highgate", (1980); "A Topographical Dictionary of England" voce "Highgate" Ed. Samuel Lewis (1848), pagine 505-509; "A plan for Highgate - Highgate Neighbourhood Plan" (2015); Edward Walford, "Highgate: Part 1 of 2", in "Old and New London": Volume 5 (1878), pagine 389-405. In epoca remotissima, una vasta porzione dell'antica Contea del Middlesex formava il letto di un estuario. Highgate e le vicine alture furono i primi punti lasciati dall'Oceano e le prime ad essere abitate dagli Aborigeni di queste parti. Ciò è confermato dall'aspetto dello strato superiore del terreno, che è formato da argilla con depositi di sabbia, quasi identici a quelli del litorale. Di certo, l'Oceano aveva già abbandato il distretto molto tempo prima dell'arrivo dei Romani, dato che quando arrivarono tali conquistatori, il circondario era rappresentato da una vasta foresta non coltivata, la Foresta del Middlesex, che non venne disboscata sino al 1218. La presenza romana ad Highgate è testimoniata dal rinvenimento, nel 1962, di un sito di produzione ceramica romana ad Highgate Woods. Tra il 1966 ed il 1974, vennero effettuati degli scavi rinvenendo dieci fornaci ed elementi associati, come piattaforme di lavoro, buchi per la lavorazione e conservazione dell'argilla. Le fornaci erano utilizzate per produrre una serie di articoli per la cucina e la tavola, come bicchieri, ciotole, coperchi, piatti e vasetti per la conservazione e la cottura. Il villaggio medioevale di Highgate nacque come borgo nell'angolo sud-orientale delle proprietà fondiarie del Vescovo di Londra, diviso tra le Parishes di St Pancras ed Hornsey, una divisione ancora mantenuta nei confini tra Camden ed Haringey verso la metà di High Street. Il nome Highgate compare nel 1354. Durante tale XIV secolo, Highgate viene citata solo in relazione alla strada che conduceva alla Porta ad arco del pedaggio o in relazione agli Eremiti che vivevano nei pressi e riparavano la stada. La prima crescita di Highgate fu dovuta presumibilmente all'incremento del traffico ed alla presenta dell'Eremo (di cui leggete successivamente), che attrasse i pellegrini. Prima della costruzione della strada citata sulla collina, di cui tra poco, l'intero distretto era noto solo come porzione di Hornsey ed era in gran parte coperto dai boschi di Hornsey Park e Haringey Park. Sembra che sino al XIV secolo, non vi sia stata alcuna strada pubblica in cima a Highgate Hill per Midland e le Contee settentrionali. La Great Northern Road era molto frequentata nel Medioevo, dato che era l'unica via di accesso al reliquiario di St. Alban, che sin dall'Epoca sassone formava oggetto costante di pellegrinaggio. La strada, a quel tempo, non raggiungeva la cima della collina di Highgate, ma girava attorno al suo fianco orientale, via Crouch End e Muswell Hill. Il paesaggio circostante doveva essere densamente coperto da foresta e sottobosco ed ospitava diversi animali, tra cui cervi, cinghiali, lupi, tori selvatici, che mettevano a rischio la vita ed i beni dei pellegrini. Nel 1380, un nuovo tratturo (strada seguita dai mandriani) si sviluppò dalla City verso nord, formando un incrocio con una pista che si snodava lungo le attuali Hampstead Lane e Southwood Lane. Tale incrocio definì il cuore del Villaggio di Highgate, che crebbe attorno a tale nuovo incrocio tra questa nuova strada e la City, i confini della riserva di caccia del Vescovo di Londra e la pista essendo rappresentati da Hampstead Lane e Southwood Lane. Per la precisione, la vecchia strada principale tra Londra e Barnet correva dal tratto terminale orientale di St. Pancras Church, di lì a Crouch End, lasciando Highgate considerevolmente sulla sinistra. All'incirca verso il 1386, il Vescovo di Londra tenendo conto del "deepnesse and dirtie" di quella strada, consentì la costruzione della nuova strada attraverso il suo Parco di Highgate, ma, al tempo stesso, imponendo un pedaggio ad ogni carretto, carro e veicolo trainato da animali da soma. A tal fine, fece erigere un "Gateway" , una Porta o Cancello, in cima alla collina che diede il nome alla località (almeno questa è una delle interpretazioni del Toponimo). Ne conosciamo la configurazione, visto che viene descritta da Frederick Prickett, in "The History and Antiquities of Highgate Middlesex" (1842), come essere stata costruita non a lato della strada, ma attraverso di essa, come un arco. L'Autore ci racconta che si estendeva alla "Gate-House" sul lato occidentale della strada ai vecchi luoghi di sepoltura ad est. Una corrispondente porta sull'altro lato del possedimento episcopale si trovava presso "The Spaniards", alla fine nord-orientale di Hampstead Heath. Nel 1387, Hornsey Park, che occupava il sito dell'attuale Highgate, fu il luogo dove, stando al racconto di Norden, i Nobili si incontrarono "in a hostile manner, to rid the king (ndr Riccardo II) of those traitors he had about him.". Nell'anno 1483, il Duca di Gloucester ed il giovane Re Eduardo V si incontrarono nello stesso posto con i principali cittadini di Londra che li condussero in pompa magna nella metropoli. Ancora qui, dopo la Battaglia di Bosworth-Field, il vittorioso Enrico VII ricevette i saluti di benvenuto. I primi segni dello sviluppo furono rappresentati dalle buche per l'abbeveraggio per i mandriani e le relative proprietà di supporto. Tali elementi sono ancora chiaramente visibili e la forma di High Street è ancora dettata dagli appezzamenti medioevali, mentre i resti degli antichi pascoli per i mandriani si trovano nell'attuale Highgate Bowl. Nel XVI secolo, Highgate cominciò a superare gli insediamenti vicini. Negli anni '30, presso la Manor Court di Cantlowes venne nominato un poliziotto per Highgate. I Londinesi, in maniera crescente, cominciarono a comprare proprietà ad Highgate. Alcune costruzioni ardite vengono citate negli anni '50, quando il cottage di Richard Lylborne venne sostituito da una bella villa a spese di suo cognato Robert Whetnall. Richard Hawkes, che possedeva terreni sul fianco meridionale nel 1516, viveva ad Highgate nel 1530. I suoi figli vendettero la casa nel 1536 a Sir Roger Cholmley (morto nel 1565), che divenne il più eminente residente ed il maggiore contribuente della St. Pancras Parish. Dove si trovava il Portale ad arco per il pedaggio in cima alla collina di Highgate, nel 1564, Sir Roger Cholmley fondò una Scuola di mattoni, come ci informa John Norden, sempre nel citato "Speculum Britanniæ ...": "At this place, is a free schole builded of bricke by Sir Roger Cholmeley kinght, sometime Lorde chief Iustice of England about the yeere of Christ 1564. The pencion of the master is uncertaine: there is no usher, and the schole is in the disposition of fixe governors or feffees.". La Highgate School, era il più grande proprietario terriero, nonché datore di lavoro del posto. Il 7 luglio 1546, il Re Enrico VIII emanò un editto con cui si riservava la caccia nella Foresta del Middlesex. Nell'atto si cita Highgate: "Yt noe person interrupt the Kinges game of partridge or pheasant —Rex majori et viccomitibus London. Vobis mandamus, &c. - Forasmuch as the King's most Royale Majestie is much desirous of having the game of hare, partridge, pheasant, and heron, preserved in and about his manour at Westminster for his disport and pastime; that is to saye, from his said Palace toe our Ladye of Oke, toe Highgate and Hamsted Heathe, to be preserved for his owne pleasure and recreation; his Royale Highnesse doth straightway charge and commandeth all and singular of his subjects, of what estate and condition soev' they be, not toe attempt toe hunte, or hawke, or kill anie of the said games within the precincts of Hamsted, as they tender his favour and wolvde eschewe the imprisonment of theyre bodies and further punishment, at his majestie's will and pleasure. Teste meipso apud Westm. vij. die Julij anno tercesimo septimo Henrici octavi 1546.". Nel 1552, Highgate aveva cinque birrerie, quando Hornsey ne aveva tre e Muswell Hill una sola. Dal 1565, l'interesse dei Londinesi per Highgate venne dimostrato dalla scelta degli Amministratori della Scuola di Cholmley: tra gli originari sei, sia Sir William Hewett che Sir Richard Martin erano stati Sindaci.  Anche i Cortigiani iniziarono a comprare case. La tenuta di Sir Roger Cholmley venne divisa alla sua morte, John Dudley, dometico del Conte di Leicester, lasciò proprietà ad Highgate ne 1581. Lord Henry Howard scrisse da Highgate nel 1581, come fece Sir William Hatton nel 1592 e Sir Thomas Cornwallis (1519-1604), nel 1587. La Principessa Elisabetta indugiò ad Highgate, mentre era condotta da Cornwallis da Ashridge alla Torre di Londra, dopo la rivolta di Wyatt nel 1554. Il figlio di Sir Thomas, Sir William Cornwallis (morto probabilmente nel 1631), comprò una casa e tereni nei pressi del Green, ad ovest di Swain's Lane (più vicino alla stazione di Archway), nel 1588. Lo stesso William Cornwallis, probabilmente, costruì nel 1588 la villa divenuta poi famosa come Arundel House, dove accolse Elisabetta I nel 1589, 1593, 1594. Tale casa ed il panorama che si godeva vennero esaltati da John Norden in "Speculum Britanniæ ..." (1593), il quale nello stesso libro ricorda che Highgate aveva begli edifici ed ancor di più un'aria salubre che consentiva di rimediare malanni non risolti dai Medici: "Upon this hill is most pleasant dwelling, yet not so pleasant as healthfull, for the expert Inhabitants there, report that divers that have been long visited with sicknes, not cureable by Physicke, have in a short time, repayred their health by that sweete salutaire aire.". Oltre a quella di Cornwallis, vi erano anche altre ampie case al tempo di John Norden. Una residenza sul sito della Lauderdale House era occupata dal Richard, figlio di Richard Martin, un Orafo, e prima del 1599 da John Povey, entrambi sposati nella Famiglia Bond, di Londra, che gestiva una merceria. Nel 1595, la Contessa di Huntingdon venne ad Highgate per godere della sua bella aria salubre. Sempre nella Arungel House, nel 1604, Giacomo I venne intrattenuto con i "Penates", la nuova composizione di Ben Jonson, amico di Cornwallis. La ristretteza degli spazi e la fornitura d'acqua condussero a edifici molto angusti, attorno Pond Square e stretti cortili fuori High Street, originando quasi un'apparenza urbana. Al principio del XVII secolo, tuttavia, c'era ancora spazio al centro del villaggio. Gli stagni erano noti a John Norden, il quale li attribuì a scavi nella ghiaia. La Porta ad Arco e la Scuola con la sua Cappella segnavano il limite settentrionale della costruzione, sebbene nel 1601, il terreno della Scuola, il terreno di un acro e mezzo della Cappella, che si estendeva in direzione nord tra High Road e Southwood Lane, era stato diviso tra affittuari. Nel 1601, un nuovo mulino a vento si trovava nella parte settentrionale dei campi, ma la maggior parte del rimanente doveva essere stato usato per materiale per la produzione di mattoni, essendo stato fittato ad un produttore di mattoni che doveva riparare la Scuola e la Cappella. Nel 1606, soltanto edifici bassi di un piano e mezzo erano autorizzati su parte del terreno. Thomas Throckmorton viveva nel 1603 in una casa presso il Green, apparentemente ad est della casa di Cornwallis, descritta come molto vecchia ed ampia nel 1715. Sul lato di Hornsey di High Road, Anne Smith, vedova di Robert, possedeva un terreno a pascolo di 10 acri chiamato High Reding con due nuove case nel 1603. Vicino, nel 1605, venne venduta una casa sul sito della Cromwell House da George Crowther, un vinificatore londinese, a Robert Sprignell, figlio di Richard Sprignell, un barbiere-chirurgo. John Arundell di Lanherne (Cornovaglia), un dissidente, venne confinato ad Highgate da circa il 1599 al 1603. Le grandi case si moltiplicarono al principio del XVII secolo. La casa di Cornwallis sul Green venne venuta nel 1610 a Thomas Howard, Conte di Arundel (morto ne 1646), Collezionista d'Arte, uno sfarzoso intrattenitore, i cui ospiti ad Highgate inculsero persino Giacomo I nel 1624. Francis Bacon, Visconte di St Albans, morì nella Arundel House nel 1626. Nel frattempo, edifici più piccoli si moltipicavano lungo i fronte-strada, ma occupando progressivamente anche gli spazi rimasti inedificati. Nel 1641, dietro la Scuola, una casa rimpiazzò il mulino a vento e vari edifici, che presumibilmente comprendevano le Wollaston's Alms-Houses, si trovavano sul suolo della vecchia Cappella nel 1657. Nel 1622, Thomas Collett venne autorizzato a collegare la sua casa con High Road di fronte alla Cappella tramite una strada rialzata fiancheggiata da un filare di alberi attraverso il Green, che formò un ramo di South Grove ed alla fine formò la cima di Highgate West Hill. Tale nuova strada interruppe l'edificazione a nord-est dall'area attorno gli stagni, e, con il controllo di ulteriori sconfinamenti, determinò la futura configurazione del centro di Highgate. Nel 1658, vennero costruite "Almshouses" per sei povere vedove a seguito di un lascito di Sir J. Wollast, ma essendo divenute molto precarie, nel 1722, ne vennero realizzate altre dodici da Edward Pauncefort, che lasciò le sue proprietà a sostegno dell'iniziativa, a favore della quale interevennero successivamente altri lasciti. Negli anni '60 del XVII secolo,, Highgate era di gran lunga il più grande centro in termini di popolazione a Hornsey e St. Pancras. La parte sul lato di Hornsey contava 49 case assoggettate alla "Hearth tax" (tassa di due scellini che si pagava per ogni stufa o camino posseduti) ed 85 non tassabili nel 1664, mentre il lato verso St. Pancras ne aveva 27, tutte tassabili. Nel 1674, i dati erano diventati 80 case tassabili contro 60. Daniel Defoe in "A Journal of the Plague Year" (1722), descrivendo la peste di Londra del 1665, non riporta alcun decesso ad Highgate, sebbene si sia spinta sin nei sobborghi settentrionali ed oltre, persino a Watford e St. Albans. Il suo silenzio è confermato dal fatto che persino durante la continuazione della pestilenza, vennero registrati solo sedici decessi. Nonostante le multe per gli sconfinamenti, la crescita edilizia continuò nel tardo XVII secolo. Molte ampie case vennero tassate nel 1664 e 1674. Negli anni '80 e '90, aumentarono le case eleganti. Ad esempio, Ashurst House, chiamata talvolta Mansion House, impressionò Daniel Defoe. Era un'ampia costruzione quadrata, alla fine di un viale successivamente segnato dall'approccio a St. Michael's Church, che si caratterizzava per dei giardini che si prolungavano in basso sulla collina molto di più che quelli dei vicini. La casa venne venduta da William Pritchard Ashurst a John Edwards (morto nel 1769) e fittata dai discendenti di Edwards, Sarah Cave e Sarah Otway Cave, i cui affittuari comprendevano il Giudice Sir Alan Chambré (morto nel 1823). Dopo essere stata utiilzzata come scuola, la Ashurst House venne venduta come sito per una Chiesa nel 1830. Nel XVIII secolo, Highgate non era più aristocratica, ma continuava ad attrarre i ricchi, dato che conservava la sua fama per l'area salubre e gli incantevoli panorami. Quello ammirato da Defoe, venne celebrato in versi nel 1743 e negli anni '60, quando rese a James Boswell "all life and joy". L'Incisore John Chatelaine, che mostrò Highgate da sud nel 1745 e 1752, fu il primo tra tanti a raffigurare il villaggio sulle sue alture boscose. Le pubblicità per le case, risalenti ad almeno il 1728, sottolineavano la comodità, bellezza e signorilità del villaggio. La ricostruzione delle Alms-Houses e l'ampiamento della Cappella potenziarono l'eleganza di Highgate. Grazie all'aiuto degli Amministratori della Scuola,  Highgate potette permettersi un proprio servizio antincendio ed antirapina negli anni '30. Le case iniziariono ad allinearsi alle strade che raggiungevano il villaggio e dal 1754 si distendevano a breve distanza da Hornsey Lane e Southwood Lane, e lungo North Road ad un punto di poco oltre Castle Yard ad est ed oltre, quasi a metà strada giù per la collina, ad ovest. L'incremento del traffico richiese l'allargamento della strada da Highgate Hill alla Gatehouse nel 1767, quando gli olmi a lato della strada vennero abbattuti ed i marciapiedi livellati. Lo stretto arco della Gatehouse, che sosteneva due piani, e detto causare molti incidenti, come scrive il citato Frederick Prickett, in "The History and Antiquities of Highgate Middlesex" (1842), venne abbattuto nel 1769: l'abbattimento fu dovuto al fatto che la sua bassezza impediva il passaggio a diversi veicoli, i quali venivano fatti passare non sotto il Portale ad arco ma per un cortile nel retro della "Gate House Tavern", sul sito successivamente coperto dalla Assembly Rooms. Nel 1720, c'era una gabbia, forse su High Street vicino alla prigione temporanea nel 1811.  Fu un passo naturale, che voleva sottolineare che Highgate aveva superato i vicini, in modo che l'ormai popoloso borgo potesse ottenere il Lighting and Watching Act nel 1774. In tal modo, Highgate acquisì i servizi di un piccolo paese, con adunanze, vita sociale. Per il 1800, Highgate ed i suoi vicini occidentali, erano divenuti, sul lato settentrionale di Londra, villaggi residenziali e luoghi di riposo estivi senza rivali. Tuttavia, le strade affolate, resero Highgate più comoda per i cittadini e più centro commerciale di Hampstead. Sebbene limitata nella sua crescita iniziale, Highgate, entro il 1800, aveva un aspetto molto più sparso rispetto ad Hampstead, forse perché era stato più facile invadere le terre comuni o gli spazi aperti confinanti con le terre del Vescovo di Londra che sulle tenute come Ken Wood.  Highgate, stando al "Parliamentary Return of the Population" del 1801, aveva non meno di 299 case abitate sul totale di 429 ad Hornsey. L'altezza della collina su cui si erge Highgate rendeva in passato difficoltosa l'ascesa al Villaggio e suscettibile di incidenti. Vennero ideati diversi rimedi nel corso del tempo per tale problema, ma nessuno apportò significativi benefici sino al 1813, quando nuova strada a pedaggio, Archway Road, venne tagliata su una pendenza meno pronunciata a nord-est di Highgate Hill attraverstata da Hornsey Lane Bridge. L'apertura di Archway Road venne contestata dagli Osti del Villaggio di Highgate, dato che vedevano diminuire la clientela. Archway Road incise sulla vita economica di Highgate, aiutandola a creare un senso di esclusività. Così, anche, forse, fece la chiusura della Cappella della Scuola nel 1832. Infatti, tagliati fuori dal resto di Hornsey e non potendo più contare sui fondi della Scuola, i residenti si concentrarono sui problemi del Villaggio e le società si moltiplicarono. Alla definizione come singola unità, che già sappiamo venne raggiunta solo col "Lighting and Watching Act" del 1774, si aggiunse, nel 1834 la separazione ecclesiastica, quando la "Chapelry of St. Michael" (una subdivisione della Parish) ottenne dei vasti confini che si estendevano verso est e nord oltre Archway Road, verso ovest a Finchley, e verso sud-est in St. Pancras e la Church of St. Anne (Brookfield). Nel frattempo, dopo la costruzione di St. Michael's Church (ndr un'iscrizione sulla porta occidentale riporta che la Chiesa si trova al livello della croce della cupola di San Paolo), la Scuola vide crescere le classi, visto che se ne aggiunsero due alla vecchia School-House nel 1820 ed una biblioteca e quattro classi vennero costruite nel 1845. L'area giochi, a cui si entrava da North Road, si estendeva a sud verso la Cappella in rovina ed a est ad un muro lungo Southwood Lane.  Sul lato opposto, la Cholmeley House del XVIII secolo venne comprata nel 1845 come redidenza del Preside. Diverse situazioni resero Highgate più tranquilla, tra cui i minori trasporti, la chiusura del Teatro verso il 1825. La corona di Highgate Hill venne alterata per la prima volta nel 1845, quando la strada da High Street, che era stata deviata tra i due stagni, venne riallineata a sud del nuovo stagno per formare South Grove. Sebbene Highgate venisse celebrata nel 1849 per la sua aria, panorami, strade ben illuminate e fornitura d'acqua principalmente da pozzi, aveva comunque sacche di squallore urbano. La carenza d'acqua era considerata un deterrente dagli imprenditori edili nel 1819 ed i poveri dovevano ricorrere agli stagni inquinati del Green. I due stagni vennero trasformati in uno solo nel 1845, grazie all'aiuto della Parish di St. Pancras e sottoscrizioni locali, ma il drenaggio rimase inadeguato. Dei rapporti del 1848 sottolineano le condizioni di sovraffollamento e mala sanità, che continuarono nei successivi venti anni. Nel 1864, venne formato un comitato locale per migliorare cima di Highgate Hill e venne fonfata la Highgate Dwellings Improvement Co. per riparare o costruitre case da fittare agli operai. Alla metà degli anni '60 del XIX secolo, Highgate, lontana dal centro sulla sommità della collina, ancora rimaneva lungo le vecchie strade. Terreni erbosi ed alberati si snofavano dietro le case. Tra gli edifici pubblici, si ricorda la stazione di polizia in High Street. L'arrivo di acqua di conduttura dalla New River Co. negli anni '50 del XIX secolo lasciò lo stagno utilizzato per l'immondizia, sino al 1863, quando venne proposto di usare il sito a fini edificatori. L'opposizione a tale idea portò alla formazione di un comitato di miglioria e l'adozione di un piano per riempire lo stagno e piantare dei cespugli. Il comitato piantò anche due piccoli lotti che formarono un triangolo di fronte alla Chiesa, nel 1865. Era responsabile per il verde residuo di Highgate, ma, a causa di carenza di fondi, non riuscì a tenerla in ordine. Occorrevano edifici non solo per rimpiazzare quelli dei bassifondi, ma anche per gli operai che stavano costruendo la ferrovia ed i lavoratori della ferrovia. Per servire il distretto più povero che stava crescendo attorno ai piedi di North Hill ed i nuovi venuti attratti dalla ferrovia, venne aperta All Saints' Church nel 1864 in una nuova strada, poi Church Road, che collegava North Hill ad Archway Road. Altrove la costruzione sui terreni lontani dalle vecchie strade, sebbene incoraggiata dall'apertura della stazione di Highgate station nel 1867, dovette attendere la vendita di ampie case o di terre degli "Ecclesiastical Commissioners". La creazione di Waterlow Park evitò l'urbanizzazione di una vasta area verde. Nel 1877, ci furono dei vani piani di ricostruire le Istituzioni letterarie e scientifiche di Highgate. Nel 1881, vi furono lamentele in merito a sconfinamenti e nel 1885, St. Pancras Vestry prese la piazza e la pavimentò con catrame. Case a schiera vennero costruite in Archway Road, vicino all'angolo con Talbot Road, nel 1892. Entro il 1894, erano allineate lungo il lato occidentale di Archway Road, dai piedi di North Hill a Southwood Lane. C'erano ancora spazi inedificati, ma in riduzione, con case in costruzione attorno alla stazione e la Chiesa. Rimaneva un tratto aperto, con vivai dietro High Street, legati da costruzioni lungo Cromwell Avenue, High Street, Southwood Lane, Archway Road. Un sentiero attraverso i campi da Southwood Lane a Tile Kiln Lane venne trascurato dal 1891 e subito dopo scomparve. Nonostante fosse estesa di molto sul lato settentrionale con case Tardo vittoriane per la classe media, Highgate restò distinta dal resto di Hornsey. Barriere fisiche vennero perpetuate quando un tratto aperto a nord-ovest venne preservato come Highgate Golf Course e quando Highgate e Queen's Woods divennero di proprietà pubblica. Il vecchio villaggio venne ulteriormente protetto dalla sua elevazione. Quando venne edificata Shepherd's Hill, come sobborgo costoso, i suoi residenti vennero considerati vivere sul lato sbagliato di Archway Road e negli anni '90 del XIX secolo essi preferivano spendere a Highbury piuttosto che salire ad Highgate. In aggiunta, in precedenza, il villaggio era stato protetto anche dalla presenza del Cimitero di Highgate (di cui leggete successivamente), aperto nel 1839, dalla creazione di Waterlow Park ad est e ad ovest dagli spazi di e vicinanze, i cui proprietari contribuirono all'acquisto di Parliament Hill Fields, comprati dal Metropolitan Board of Works come estensione di Hampstead Heath nel 1889. Nel 1887, il "Gazetteer of the British Isles" di John Bartholomew descriveva Highgate come segue: "NW. suburb of London with ry. sta., St Pancras, Islington, and Hornsey pars., Middlesex, 5½ miles NW. of St Paul's, pop. 9457; is situated on a hill, near the Great Northern and Hampstead and City Junction Railways, and commands splendid views of the metropolis and the surrounding country.". La maggior parte degli spazi rimanenti a nord ed est di Highgate vennero usati per case entro il 1914. Invece, l'edificazione a nord-ovest di Highgate fu più lenta. Tra le Due Guerre Mondiali, gli ultimi campi e boschi lungo il lato settentrionale di Hampstead Lane lasciarono il posto a Courtenay Avenue, Compton Avenue, Sheldon Avenue, tutte realizzate entro il 1920. Poche ampie case, così collegavano Highgate con la parte orientale di Hampstead. I residenti protestarono per la costruzione di appartamenti in cima a Highgate Hill, dove la Cholmeley Lodge venne messa all'asta nel 1931 e sostituita da un isolato con tale nome. L'edificazione continuò altrove, ma nonostante ciò, Highgate, con 17,2 persone per acro aveva ancor una densità più bassa di ogni altro Collegio elettorale ad Hornsey, tranne Muswell Hill nel 1921 ed il più basso di tutti, 18,7, nell 1931. La Northern Line venne estesa sino ad Highgate nel 1939. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, il processo di edificazione degli spazi residui continuò, come pure le ricostruzioni, anche se in scala ridotta ed in forma non appariscente. La densità di popolazione rimase la più bassa di ogni Collegio elettorale di Hornsey o Haringey: Highgate aveva 40,32 abitanti per ettaro nel 1971 (16,3 per acro), quando la media per Hornsey era 79,21. Tranne qualche limitato caso, dopo il 1945, vi fu una limitata edificazione nel centro del Villaggio di Highgate. Nel 1962, vi fu una campagna denominata "Save Highgate", con un piano per deviare i mezzi pesanti e nel 1967-1968, sia le Municipalità di Camden che Haringey dichiararono il Villaggio "Conservation area". Oggi, Highgate si presenta come un verdeggiante sobborgo londinese circondato da boschi, ben collegato al centro di Londra, in direzione nord-sud, sia con metropolitana che torpedoni (bus), mentre i collegamenti secondo la direttrice est-ovest sono più carenti. Si estende per circa 4.800 metri quadrati. Va comunque rilevato che al suo interno vi è un forte contrasto sociale tra chi vive nei paraggi di Highgate e le proprietà residenziali che vanno dalle ampie ville nella zona ovest alle case ed edifici di livello sociale più basso, soprattutto attorno a Archway Road, nella zona est. Vi sono anche case di proprietà del locale Concil. In definitiva, Highgate accoppia lo schema urbano tradizionale unito ad uno dei Villaggi di Londra autosufficiente con ampie aree di proprietà residenziali, diverse piccole aziende attorno a High Street, con una combinazione di persone che lavorano o frequentano le scuole, più servizi sanitai e servizi sociali. La presenza di vincoli ambientali rappresentati da Waterlow Park, dallo storico Cimitero di Highgate (e la presenza del limitofo e più vasto Hampstead Heath) crearono un'area attraente, con ampi spazi aperti ed isolate zone boschive. In aggiunta, nei secoli XVIII e XIX, vennero costruite delle belle ville. Per fortuna, nonostante gli spazi di molte di queste siano poi stati utilizzati a fini edilizi, ne rimangono parecchie, Fairseat House, Witanhurst House, Beechwood House, Athlone House, che rappresentano un ulteriore elemento di collegamento con la originaria storia del Villaggio di Highgate. Concludiamo questa parte storica, riprendendo dalla citata "A History of the County of Middlesex" Volume 6 (1980), di Baggs ecc. , la definizione di come si è sviluppato il reticolo stradale di Highgate che abbiamo cercato di illustrare: "The road pattern is therefore simple and, in the village, has changed little over four centuries. The village is centred on High Street, the stretch of the Great North Road approaching Hornsey park where the bishop was apparently levying tolls by 1318, and on the adjoining area around the ponds known by 1490 as Highgate green. The northward continuation of High Street beyond the Gatehouse was called North Road and North Hill only in the 19th century but Highgate Hill itself, to the south, was mentioned in 1565.  Four other ways up the hill were the present Dartmouth Park Hill (formerly Maiden Lane), Swain's (occasionally Swine's) Lane, mentioned in 1481, Bromwich Walk, a bridle path connecting the top of Highgate West Hill with the bottom of Swain's Lane in the 18th century but closed in 1904, and Highgate West Hill. The last was of unknown origin but presumably medieval, since it was part of the route to Kentish Town which bounded the manor of Cantlowes; it too, was known as Highgate Hill c. 1800 and later, until 1941, it was simply West Hill. Hornsey Lane provided a link with Crouch End by 1604 but it ran south of Highgate village and perhaps was originally a north-easterly continuation of Maiden Lane. Southwood Lane (in 1774 known also as Chapel Lane) led past Southwood common to Muswell Hill and was so named by 1601. Jackson's Lane (reputedly named after J. B. Jackson of Hillside) branched eastward from Southwood Lane and continued as a footpath to Crouch End before the construction of the road called Shepherd's Hill. Hampstead Lane ran westward from the Gatehouse by c. 1677, and perhaps was used much earlier as a way to the bishop's hunting lodge; it was called Caen Wood Lane in 1774, shortly before stretches were diverted a few yards farther north to avoid Fitzroy House and Kenwood House. The construction of Archway Road in 1813 cut Highgate off from the rest of Hornsey parish, but new residential roads around the village were not laid out until the late 19th century.".  

2. Eremo - Cappella - St Michael Church

In cima alla collina, vicino alla vecchia Porta ad arco, di fronte alla taverna nota come Gate House", sino al 1833, insistettero una Cappella ed una Scuola, che risalivano al XVI secolo, come risulta dai documenti: "... the fyrst stone of the Chapell and free Scoole at Higate was leyd the 3rd day of July 1576, and the same Chapell and Scoole was finished in Septr 1578.". Tuttavia, la Cappella vantava un'origine ancora più antica, almeno dal XIV secolo. Infatti, nel 1386, nel "Bishop's Muniment book" (in cui sono riportati gli estremi dei documenti che attestano la proprietà dei terreni), conservato presso la Cattedrale di San Paolo, risulta una donazione con cui il Vescovo di Londra Braybrook o Braybroke concede a William Lichfield, un povero eremita, oppresso dall'età e dalle malattie, l'Ufficio di tenere una Cappella ad Highgate, vicino al Parco (del Vescovo) ad Haringey, nonché la casa annessa alla citata Cappella, fino ad allora tenuta da altri poveri eremiti. Dalla metà del XV secolo, i residenti donarono spesso del danaro all'Eremo, come pure fecero John Green, un Macellaio londinese, il quale nel 1463 possedava proprietà ad Highgate, Thomas Combes di Clerkenwell, che possedeva terreni a Highgate nel 1467. Altri proprietari terrieri nel 1480 erano Richard Rawson, "Alderman" e "Master" della Mercers' Company di Londra, Richard Lylborne, di St. Botolph's (Aldersgate), John Bridlington, Sellaio. Tale Istituzione viene notata da Richard Newcourt in "Repertorium Ecclesiasticum Parochiale Londinense: An Ecclesiastical Parochial of the Diocese of London ..." (1708), il quale fa riferimento a quello che, probabilmente, fu l'ultimo eremita: il 20 aprile 1531, il Vescovo Stokesley concesse la Cappella, allora chiamata "Chapel of St. Michael", nella Parish di Hornesey, a William Forte, "with the messuage, garden, and orchard, and their appurtenances, with all tenths, offerings, profits, advantages, and emoluments whatever.". La Cappella era una singolare, monotona, pesante, anonima, costruzione di mattoni e pietre, con una navata, coro, due corridoi, gallerie, con una bassa torre quadrata nella parte finale occidentale, fiancheggiata su entrambi i lati da un portico con porte semicircolari. Sulla finestra più bassa della Torre, tra le due porte, una pietra riportava la seguente iscrizione: "Sir Roger Cholmeley knt, Ld chiefe baron of ye exchequer, and after that Ld chiefe justice of the king's bench, did institvte and erect at his own charges this publiqve and free gramer schole; and procvred the same to be established and confirmed by the letters patents of queen Elizabeth, her endowinge the same with yearly maintaynance; which schoole Edwyn Sandys Ld bishop of London enlarged an° D'ni 1565 by the addition of this chapel for divine service and by other endowments of pietie and devotion. Since which the said chappel hath been enlarged by the pietie and bounty of divers honble and worthy personages. This inscription was renewed anno D'ni 1668 by the governors of the said schoole.". L'iscrizione dovrebbe contenere un errore nella parte "Edwyn Sandys Ld bishop of London enlarged an° D'ni 1565", visto che Sandys non fu Vescovo di Londra sino al 1570, cosa sottolineata dal già citato Newcourt nel "Repertorium". Ricerche in merito ai documenti della Scuola hanno individuato che l'esatta data corrisponde al 1575 o 1576, dato che fu nel primo anno che la ricostruzione venne progettata o nel secondo quando il Vescovo Sandys venne trasferito alla Diocesi di York. La modifica della data fu fatta probabilmente accidentalmente quando l'iscrizione venne ritagliata. Nel 1565, il Vescovo Grindal concesse la Cappella alla nuova fondata Grammar School di Sir Roger Cholmeley, unitamente a case, edifici, giardini, frutteti e due acri di terreni a pascolo. John Norden, sempre nel citato "Speculum Britanniæ ...", chiarisce le informazioni riportate: "Where now (1596) the Schole standeth, was an Hermytage, and the Hermyte caused to be made the causway betweene Highgate and Islyngton, and the gravell was had from the top of Highgate hill, where now is a standing ponde of water. There is adjoining unto the schole a chapple for the ease of that part of the countrey, for that they are within the parish of Pancras, which is distant thence neere two miles.". La Cappella venne visitata dalla Regina Elisabetta I nel 1589. Successivamente, la Cappella venne visitata nel 1624 da Giacomo I, il quale dormì qui prima di una battuta di caccia relativa ai cervi a St. John's Wood, nei paraggi. La Cappella venne riparata ed ampliata in più occasioni tra il 1616 ed il 1772, e forse, anche nel 1668, quando l'iscrizione venne rinnovata. I lavori fatti nel 1720 sembrano essere stati importanti, dato che comportarono la spesa di oltre 1.000 sterline, di cui 700 date da Edward Pauncefort, Tesoriere della "Charity" e la differenza dagli abitanti di  Highgate. Nel 1772, ancor una volta, il corpo della Cappella venne ricostruito in gran parte. Fu allora che venne elevato il tetto. La Cappella visse momenti di celebrità ed ebbe il favore popolare durante il Regno della Regina Anna e Giorgio I, quando fu l'unico luogo di preghiera in un circondario abbastanza vasto, e quindi, centro di attrazione di gente di tutte le classi sociali. Essendo divenuta inadeguata ad ospitare gli abitanti del circondario, oltre che presentandosi in pessimo stato, la Cappella venne abbattuta nel 1833, dopo di che, l'area della Cappella venne usata per molti anni come luogo di sepoltura. Sino al 1866, l'edificio rimase in gran parte nel suo stato originario. Tra le varie tombe, c'era quella di Samuel Taylor Coleridge, Poeta e Filosofo, che visse ad Highgate nell'ultimo periodo della sua vita, morendo nel 1834. La tomba si trova nella ristrutturata Cappella della Grammar School. Su di un altro sito, nel 1833, venne eretta una nuova Chiesa, a cui contribuirono i "Church Commissioners" con 4.800 sterline, gli Amministratori della Scuola con 2.000 sterline, in considerazione del fatto che dei posti erano destinati all'uso degli studenti, la "Incorporated Society" 500 sterline, mentre la restante somma venne raccolta tramite una sottoscrizione tra gli abitanti. Venne dedicata a St. Michael e rappresenta un esemplare molto elegante del Tardo Stile Inglese, con una torre arricchita ed una guglia appuntita. La finestra orientale venne abbellita con vetri verniciati da Roma. La Chiesa contiene molti bei monumenti rimossi dalla vecchia Cappella. La nuova Church of St. Michael, quindi, si trova a breve distanza dal sito della vecchia Cappella, in cima a Highgate Hill, in posizione di dominio su Highgate Cemetery su di un lato e su Highgate Grove dall'altro, occupando il sito della vecchia villa costruita da Sir William Ashurst, allora Sindaco di Londra, nel 1694. Si tratta di una povera e triste struttura pseudo-gotica, anche se la guglia, vista da lontano, ha un bell'aspetto. Venne costruita su progetto di Lewis Vulliamy. Quando venne consacrata, si pensò ad essa come il trionfo dell'arte ecclesiastica.

3. Highgate School

John Norden, nel citato "Speculum Britanniæ", descrive la Scuola: ... costruita di mattoni, da Sir R. Cholmeley, Cavaliere, per qualche tempo Presidente della Corte Suprema di Giustizia dell'Inghilterra, verso l'anno di Cristo 1564: la pensione del Preside è incerta; manca l'usciere, e la scuola è gestita da sei Governatori, o Feudatari. Dove ora insiste la Scuola, si trovava un Eremo, e l'Eremita costruì la strada tra Highgate e Islington.". Ancora Norden aggiunge che Sir Roger Cholmeley istituì ed eresse la Scuola a proprie spese, ottenendo una conferma con autorizzazione della Regina Elisabetta I, che fu anche pronta ad incoraggiare miglioramenti e si pensa abbia avuto un interesse personale nella questione dato che il sito era molto vicino alla sua riserva di caccia. Stando a Norden, la Cappella venne aggiunta per ampliare la Scuola, ma come l'aggiunta venne calcolata non appare, se non per il fatto che gli affitti o la dotazione del Cappellano vennero aggiunti allo stipendio del maestro di scuola. Sir Roger Cholmeley, era stato nelle grazie del Re Enrico VII, che gli concesse il Manor di Hampstead. Come avete già letto, rivestì l'elevata carica giudiziaria sotto Elisabetta I, fu impegnato nella Torre di Londra per la redazione del testamento di Edoardo VI. Trascorse gli ultimi declinanti anni della sua vita in ritiro letterario a Hornsey, probabilmente non a molta distanza dalla Scuola che aveva fondato, morendonel 1565. Come avete letto all'inizio, la Scuola venne terminata nel settembre 1578, nello stesso tempo della ricostruzione della Cappella.

4. Highgate Cemetery

Nei primi decenni del XIX secolo, Londra ebbe il problema di dove seppellire i defunti, visto che l'alto tasso di mortalità risultava eccessivo rispetto agli spazi di sepoltura disponibili. Di conseguenza, questi venivano ricavati ovunque vi fosse spazio, tra negozi, case, taverne. I becchini, vestiti da membri del Clero, effttuavano sepolture illegali non autorizzate. I corpi venivano avvolti in tessuti economici e seppelliti tra altri corpi in fosse profonde pochi piedi. Della calce viva veniva spesso gettata sui corpi, in modo da accellerare la decomposizione, di modo che dopo qualche mese, la fossa potesse essere utilizzata nuovamente. Il fetore proveniente da tali sepolture insane era terribile. Erano sovraffollate, trascurate e dimenticate. La causa di questa situazione si ricollega al fatto che mentre al principio del XIX secolo, Londra aveva 1 milione di abitanti, negli anni seguenti, vide una repentina crescita della popolazione e, conseguentemente, dei decessi. Tale situazione cominciò ad essere ingestibile nei primi anni '30, quando le autorità pubbliche iniziarono a comprendere che ragioni di sanità pubblica imponevano che qualche provvedimento venisse preso. Di conseguenza, il Parlamento ordinò l'apertura di sette nuovi cimiteri nella campagna circostante la capitale per la sepoltura dei defunti londinesi: Kensal Green (1833), West Norwood (1836), Highgate (1839), Abney Park (1840), Brompton (1840), Nunhead (1840), Tower Hamlets (1841). Per quanto attiene al Cimitero di Highgate, The London Cemetery Company spese 3.500 sterline per l'acquisto di 17 acri di terra della Ashurst Estate, relativi al ripido pendio dal Villaggio di Highgate. Nei tre anni successivi, il Cimitero venne sistemato con notevoli effetti dall'Architetto paesaggista David Ramsey con piante esotiche e splendidi elementi architettonici, il che fece di Highgate il principale Cimitero della Capitale. Lunedì 20 maggio 1839, il Cimitero venne dedicato a San Giacomo dal Reverendo Charles James Blomfield, Vescovo di Londra. 15 acri vennero consacrati per l'uso dei membri della Chiesa d'Inghilterra e 2 acri riservati per i "Dissenters" (= dissenzienti), cioè per coloro che non appartenevano a tale Chiesa. I diritti di sepoltura erano accordati temporaneamente o perpetuamente. La prima sepoltura, il 26 maggio 1839, fu quella di Elizabeth Jackson, di trentasei anni, di Little Windmill Street (Soho). Il notevole paesaggio di Londra che si ammirava dai circa 375 piedi sul livello del mare nel punto più elevato del Cimitero, unitamente alla bellezza dell'architettura, spinse i ricchi ad investire nel Cimitero. Julius Beer, miliardario proprietario di giornali, fu uno di questi; realizzò il monumento più impressionante del Cimitero per sua figlia Ada, di otto anni. Highate divenne uno dei Cimiteri di Londra più alla moda, continuando ad attrarre per i successivi venti anni una varietà di clientela. Nel 1854, la London Cemetery Company era talmente profittevole che il Cimitero venne esteso di altri 20 acri sull'altro lato di Swain’s Lane. Oggi, tale spazio, aperto nel 1856, è noto come East Cemetery. La prima sepoltura si ebbe il 12 giugno 1860, di Mary-Anne Webster, figlia sedicenne di un locale panettiere. A tale data, c'erano già oltre 10.400 tombe nella vecchia parte del Cimitero. Nel breve arco di questa decade vi furono in media 30 sepolture giornaliere. Proprio in questa parte del Cimitero è sepolto il suo più noto ospite, Karl Marx, morto nel 1883. La sua tomba, comprata da Frederick Engels, è una delle più visitate di Londra. Qui è sepolta anche "George Eliot", una delle più grandi scrittrici vittoriane. Il nome era lo pseudonimo usato da Mary Ann Cross. Scelse il nome "George" del suo compagno, il Critico George Henry Lewes (1817-78). Vi aggiunse "Eliot" perché le sembrò facilmente pronunziabile. Con l'approssimarsi della fine del secolo XIX, le persone vollero meno ostentazione nei funerali e nelle tombe. Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, molti dei lavoratori del Cimitero vennero chiamati alle armi, ma nonostante ciò, il Cimitero continuò ad essere tenuto alla perfezione, sotto la supervisione di un Sovrintentende. Sebbene alcune ricche famiglie avessero continuato a comprare diritti di sepoltura negli anni '30 del XX secolo, il Cimitero di Highgate iniziò la fase terminale del suo declino, essendo le tombe meno care e più comuni le opzioni principali. In aggiunta, un sempre maggiore numero di tombe vennero abbandonate, dato che le relative famiglie si erano estinte o trasferite, per cui, la manutenzione si ridusse ai minimi termini. Nel 1956, vi furono dei tentativi di salvare l'iniziativa, con alcune vendite e chiusure. Non bastò, visto che nel 1960 venne dichiarata la bancarotta de The London Cemetery Company, che venne assorbita dalla più grande United Cemetery Company, che per i successivi quindici anni lottò per evitare la chiusura. I fondi terminarono ed i cancelli vennero chiusi. Il Cimitero si trovava di fronte ad un futuro tetro e incerto. Nel 1975, venne costituita "The Friends of Highgate Cemetery" allo scopo "... to  promote  the  conservation  of  the  cemetery,   its  monuments  and  buildings,   flora  and  fauna,   for  the  benefit  of  the  public  as  an  environmental  amenity.".  Vennero iniziati dei lavori per ripulire il suolo ormai coperto da vegetazione ed effettuare la riparazione di alcuni momumenti funebri danneggiati dai vandali durante gli anni del declino. Da allora, un numero crescente di lavori di restauro è stato effettuato. Molti dei monumenti rientrano tra quelli "listed" da English Heritage. Ancora oggi, entrambi i lati del Cimitero ospitano settimanalmente delle sepolture.

5. Pubs e Taverne

Nell'effettuare le nostre ricerche in merito alla storia di Highgate, ci siamo imbattuti nei nomi e nella storia di numerosi pubs e taverne. Ricordiamo The Swan Inn, citato nel 1480, The Cornerhouse, accanto High Street, nel 1490, The Red Lion, in North Hill, nel 1664, The Angel, in Highgate West Hill, The Gatehouse, citata come edificio nel 1661, The White Lion nel 1725, The Mermaid, dal 1619 all 1679. Vicino alla cima di West Hill, c'era The Fox and Crown, citata nel 1663, The Flask inn, nel 1682, The Black Dog, nel 1735, The Old Crown, che nel 1774, segnava la fine meridionale del Villaggio di Highgate, The Mitre, nel 1727, all'angolo di Hampstead Lane di fronte a The Gatehouse ed autorizzata dal 1717, The White Hart in cima a West Hill nel 1780, The Castle e The Green Dragon, nel 1765, The Bull, The Bull and Wrestlers, The Black Bull nel 1802, The Wrestlers, The Assembly House (come era stata temporaneamente ridenominata The Gatehouse), The Bell, The Coach and Horses, The Coopers' Arms, The Duke's Head, Tthe Rose and Crown, The Red Lion and Sun. Nel 1826, c'erano non meno di diciannove taverne autorizzate ad Highgate. Infine, ricordiamo che nei primi tempi, si affermò una curiosa usanza in questi pubs, chiamata ""swearing on the horns" (giurare sulle corna), secondo cui il visitatore doveva fare un giuramento che gli era stato debitamente somministrato. Scrive Samuel Palmer, che chiunque avesse sentito nominare tale borgo, non mancava di fare riferimento a tale usanza. Le corna erano fissate su di un palo a cinque piedi di altezza e poste verticalmente sul terreno prima che la persona dovesse giurare. Si chiedeva al neofita di togliersi il cappello, cosa che facevano tutti i presenti. A tal punto, il padrone di casa, con voce coraggiosa, iniziava la cerimonia.

Haringey- Visita guidata

Esausti, dopo aver salito le lunghe scale fuori della metropolitana, siete ormai su Archway Road.

Esausti, dopo aver salito le lunghe scale fuori della metropolitana, siete ormai su Archway Road.

The Woodman - Pub

The Woodman - Pub

Highgate Wood

Highgate Wood

Muswell Hill

Muswell Hill

Il panorama di Londra che si ammira da Muswell Hill

Il panorama di Londra che si ammira da Muswell Hill

St James Muswell Hill

St James Muswell Hill

Highgate High Street

Highgate High Street

Highgate High Street

The Gatehouse - Pub

Waterlow Park

Waterlow Park

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it