www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Finsbury Park

Sintesi

Finsbury Park è una importante e grande stazione della metropolitana (Piccadilly Line, Victoria Line) e ferroviaria che ricade a stento nel London Borough of Islington, visto che parte dei binari sono a nord del confine col London Borough of Haringey, rappresentato da Stroud Green Road, come pure tutto lo spazio verde Finsbury Park. Tuttavia, per coerenza con l'impostazione generale del sito, che prevede la trattazione nella Municipalità laddove ricade la stazione/fermata, ne leggete, perciò, in Islington. Finsbury Park fu realizzato nel 1866-1869 e fu uno dei primi parchi Vittoriani di città progettati per fornire riposo e divertimento alle classi lavoratrici. "Stroud Green" è il nome originario dell'area oggi nota come "Finsbury Park" e ne resta traccia nella Toponomastica, come con Stroud Green Road, che oltre, come avete letto, a formare l'attuale confine tra Islington ed Haringey, in precedenza, era l'antico confine tra Parishes, tanto che residua ancora una pietra di confine vicino al pub "The Stapleton Hall". Del resto, già nel 1878, Edward Walford così si espresse: "Perchè il sito è chiamato 'Finsbury' Park sarebbe difficile per noi dirlo, dato che si vede che giace alcune miglia lontano da Finsbury, interponendosi i distretti di Holloway, Islington, ed Hoxton, e che il sito è sempre stato conosciuto come Hornsey Wood. Dovrebbe essere designato, in franca onestà, Hornsey Park.". Quest'area è stata ed è una zona "difficile", tanto che dagli anni '80 del XIX secolo alla Seconda Guerra Mondiale, una sua via, Campbell Road (nota come Campbell Bunk, con "Bunk" = Cuccetta, in riferimento al dormire in un letto stretto o letto improvvisato, tipicamente in alloggi condivisi) divenne nota come "La peggior strada di Londra settentrionale", a causa delle violenze, ladri, prostitute ed il disprezzo entusiastico per la Legge e l'Ordine pubblico. Fu oggetto di riforme da parte della Chiesa, Magistrati, Autorità Locali, Sociologi, che lasciarono molte tracce dei loro tentativi di migliorare l'area.

Distanza dal centro: 4,7 miglia.

Attrattiva: nulla, salvo che siate interessati al verde di Finsbury Park.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Data la grandezza della stazione, tenete conto che distinti, ma contingui, sono gli arrivi dei treni della metropolitana e di quelli ferroviari. Non è molto semplice raggiungere la piattaforma giusta che cercate, se andate di fretta, dato che è facile confondersi. Pertanto, a seconda dell'uscita che imboccate, vi trovate in un punto diverso attorno alla stazione. Ad ogni modo, la stazione è incuneata giusto all'incrocio tra Seven Sister Road (direzione nord-est/sud-ovest) con Stroud Green Road (direzione nord-ovest/sud-est), la quale ultima termina in questo punto. Nella parte verso ovest, trovate Station Place, dove stazionano i torpedoni (autobus), e diversi edifici con scadente architettura, variegata per tipologia di edificio ed altezza, come in Fonthill Road, Wells Terrace, Clifton Terrace, dove, soprattutto di sera, venite permeati da un senso di insicurezza, particolarmente se passate sotto il lungo ponte ferroviario che sovrasta la citata Stroud Green Road, dove abbondano barboni, immondizia, persone che camminano in fretta e guardano attorno preoccupati .... Nella parte est, siete praticamente all'angolo sud-occidentale del grande spazio verde Finsbury Park.

Toponimo

a. Stroud Green

Nella parte Storica introduttiva siete stati informati che l'area oggi denominata "Finsury Park" corrisponde a quella che, in passato, veniva denominata "Stroud Green". Relativamente a tale origine, rimandiamo a quanto riportato nella pagina dedicata ad Holloway Road.

b. Finsbury Park

Il nome ricorre per la prima volta nel Quindicesimo Anno del Regno di Enrico III (1216-1272), cioè nel 1231, come "Vinisbir'", in riferimento a terreni ivi ubicati, in un atto tra Laurence Blundum ed Ingam, vedova di William de Piriton. Successivamente, si legge "Vinesbir'" (1235), "Finesbir'" (1235-1475), "Fynesbir' and Finesbury" e "Finesbery" (1235-1475), "Fyn(n)ebyr'" (1253, 1274), "Soka de Fynisbyr'" (1274), "Vinesbur'" (1275), "Vinesbyri" (1288), "Fynesbury Soken" (1294), "Fynesbury or Haliwelle" (1347), "Vinesbury" (1397, 1406), "Wynesbury" (1391), "Halywell al. Vynesbury" (1406), "Fynnesbury" e "Fenysbury" (1535), "Fynnesburye feilde" (1564), "Finsbury Park" (1904, Ordnance Survey Map).

In merito al significato del termine. è chiaramente un composto, ma la sua spiegazione non è univoca. Riportiamo tre interpretazioni fornite da diversi Autori:

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da John Roque in "Environs of London Map" (1741-1745), "An Exact Survey of the Citys of London, Westminster, ye Borough of Southwark, and the Country near Ten Miles round" (1746), "A Topographical Map of the County of Middlesex" (1754), "A Map of the County of Middlesex Reduced from An Actual Survey in four sheets" (1757); da J. Bew in "Ambulator: or, A pocket companion in a tour round London, within the circuit of twenty five miles ..." (1792), pagina 121; da Joseph Taylor in "Antiquitates Curiosæ: the etymology of many remarkable old sayings, proverbs and singular customs explained" (1818), pagine 47-48; da William Pulleyn in "The Etymological Compendium, Or, Portfolio of Origins and Inventions .. Containing a Particular Account of London and Its Public Buildings ..." (1830); da Edward Walford in "Old and New London: Volume 5" (1878), alla voce "Hornsey" (pagine 428-437) ed in "Old and New London: Volume 6" (1878), alla voce "General remarks and conclusion" (pagine 567-577); si leggono in "A Calendar To the Feet of Fines For London and Middlesex: Volume 1, Richard I - Richard III" (1892), alla voce "London and Middlesex Fines: Henry III" (pagine 12-49); in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla voce "Forestry" (pagine 223-251); in "Survey of London: Volume 10, St. Margaret, Westminster, Part I: Queen Anne's Gate Area" (1926), alla voce "No. 42 Queen Anne's Gate" (pagine 108-109); sono fornite da . E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Hendon: Communications" (pagine 2-5) e "Tottenham: Communications" (pagine 309-313); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - M. A. Hicks - R. B. Pugh in "A History of the County of Middlesex: Volume 6, Friern Barnet, Finchley, Hornsey With Highgate" (1980), alle voci "Hornsey, including Highgate: Introduction" (pagine 101-103), "Hornsey, including Highgate: Communications" (pagine 103-107), "Hornsey, including Highgate: Growth from the mid 19th century" (pagine 111-122), "Hornsey, including Highgate: Manors" (pagine 140-146), "Hornsey, including Highgate: Economic history" (pagine 149-157), "Hornsey, including Highgate: Social and cultural activities" (pagine 157-162), "Hornsey, including Highgate: Local government" (pagine 162-168); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Patricia E. C. Croot in "A History of the County of Middlesex: Volume 8, Islington and Stoke Newington Parishes" (1985), alle voci "Islington: Communications" (pagine 3-8), "Islington: Public services" (pagine 82-88), "Stoke Newington: Communications" (pagine 140-143), "Stoke Newington: Growth" (pagine 143-151), "Stoke Newington: Growth, from 1940" (pagine 160-163); da Elzbieta Majocha in "Some early Middle English dialect features in the South-East Midlands; an onomastic study. PhD University of Edinburgh" (2005); da A. D, Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); da Eric A. Willats in "Streets with a story The book of Islington" (1986, 2017); si leggono in "Finsbury Park" (Historic England), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi fosse interessato ad approfondire la tematica, vada in cerca di "P. Gosnell, 'Hornsey Wood and Finsbury Pk.' (TS. in Shoreditch libr.)", che dovrebbe costituire un buon riferimento (che non siamo stati in grado di trovare); inoltre, legga: Ken Gay "Finsbury Park" (1996, Hornsey Historical Society) e "Stroud Green and Finsbury Park - a Walk" (1997); Jerry White "Campbell Bunk: The Worst Street in North London Between the Wars: The Worst Street in London Between the Wars" (2003); Ian Jack in "A backstreet in Finsbury Park evokes grief, love and a long migrant history" (24 giugno 2017, The Guardian).

1. Eventi storici di rilievo

Per agevolare la lettura, distinguamo la trattazione in paragrafi. La Storia iniziale dell'area viene spiegata dalle varie denominazioni dal 1231 al 1564 riportate nel "Toponimo". Chi fosse interessato a tale periodo, effettui una ricerca sui dati che ivi abbiamo fornito. Ai fini di questa pagina web, occorre, invece, concentrasi sul passaggio da "Bronwood" (v. paragrafo specifico) ad "Hornsey Wood" a "Finsbury Park":

1. Da Brownswood ad Hornsey Wood a Finsbury Park

L'area attualmente a sud di Seven Sisters Road sotto lo spazio verde Finsbury Park, delimitato ad ovest da Blackstock Road e ad est da Green Lanes, viene indicata nelle mappe come "Brownswood Park". "Brownswood" era in passato il locale Manor, risalente al XIII secolo (v. paragrafo specifico). Una pregressa versione del nome indica che il locale proprietario terriero si potesse chiamare "Brand". "Brownswood" era occupato dal più vasto bosco demaniale del Manor, che ancora si estendeva, nel 1548 e nel 1577, per 122 acri, la cui Flora attraeva i Botanici in tale XVI secolo. Col passare degli anni, il bosco si ridusse, dato che fu affittato dal 1569 e si ridusse a 119 acri entro il 1594, al 92 acri entro il 1649 ed a 52 acri entro il 1709. John Roque, nella sua Mappa dei dintorni di Londra del 1745, designa il Bosco come "Hornsey Wood". Nel 1774, J. Bew (op. cit.) scrive "A circa un miglio, più vicino a Londra che ad Hornsey vi è un bosco ceduo di giovani alberi chiamato Hornsey Wood, all'ingresso del quale è un pub, presso il quale un gran numero di persone ricorre dalla città.". Copt Hall, la Manor House di Brownswood del XVII secolo (v. paragrafo specifico e nel prosieguo di questo paragrafo), si trovava sul sito di Hornsey Wood, parte del più esteso Hornsey Park, bosco demaniale dell'antica Foresta del Middlesex, il terreno di caccia dei cervi appartentente ai Vescovi di Londra. A metà XVIII secolo, Copt Hall divenne nota come Hornsey Wood House, essendo una frequentata (di domenica) Casa da tè (forse la stessa dove, nel 1755, le Signore cittadine bevevano tè in "The Little Hornsey") e Giardini di svago, e dagli anni '40 del XIX secolo una Taverna (perciò nota anche come Hornsey Wood Tavern, che si trovava a sud ell'attuale lago di Finsbury Park), sino alla metà del XIX secolo. I terreni di tale antica Taverna divennero famosi per lo svolgimento di duelli. Nel 1796, la Casa fu ampliata ed in parte ricostruita e gli alberi in parte abbattuti, il Bosco fu ridotto a 27 acri (circa 11 ettari) per fare spazio a più vasti terreni di divertimento, che includevano un lago. Edward Walford fornisce interessanti dati in merito alla casa ed alla sua ricostruzione, nonché agli eventi successivi sino all'ampliamento e ricostruzione appena indicati, dandoci la possibilità di integrare ed approfondire quanto appena scritto: "Hornsey Wood House .... si ergeva sulla cima di un terreno in ascesa sul lato orientale della Parish. In origine, era un piccolo pub sul lato della strada, con due o tre querce che si prolungavano davanti a sé, al di sotto della cui ombra il viandante stanco poteva riposare e rinfrescarsi. Il bosco stesso, immediatamente contiguo alla casa, per un certo periodo condivise con Chalk Farm l'onore di offrire uno spazio per i duellanti dell'East End. L'edificio era appena oltre la 'Sluice House' (ndr Sluice = cancello scorrevole o altro dispositivo per controllare il flusso dell'acqua), così celebrata per le sue anguille nell'ultima generazione. I Pescatori e gli altri visitatori potevano passarvi attraverso un altopiano pratoso lungo una strada sterrata diritta in senso angolare. Era un bell'edificio dall'aspetto londinese, bello, sobrio, marrone, rispettabile, moderno. All'interno dell'ingresso, a sinistra, c'era una stanza luminosa e spaziosa con ampie sistemazioni e dimensioni, di cui sembra essere stata presa più cura rispetto al suo bel paravento in pelle in rovina .... 'Hornsey Tavern' ed il suo terreno hanno sostituito una parte romantica del bosco, i cui resti, tuttavia, costeggiano un grande e piacevole specchio d'acqua realizzato con spese considerevoli. Per questo specchio d'acqua, che è ben dotato di pesci, i Pescatori ricorrono a migliori prospettive di successo rispetto al New River; la passeggiata intorno ad esso, e la prospettiva dalle sue sponde, sono molto piacevoli. Col passare degli anni, la vecchia taverna divenne sempre più frequentata, ed alla fine, fu modificata ed ampliata, i terreni disposti come giardini da tè, e venne formato il grande lago, molto frequentato dai Pescatori dell'East End.". Nel 1850, per la prima volta, fu proposto un parco periferico per i residenti di Finsbury a causa del grave sovraffollamento. Importante fu il ruolo, riteniamo, svolto da Sir James Pennethorne (1801-1871), che fu il principale Assistente del celebre Architetto John Nash (1752-1835) nell'esecuzione di alcuni notevoli miglioramenti di Londra, e dal 1832 in poi fu impiegato direttamente dal Governo nella preparazione di piani per ulteriori miglioramenti. Nel 1843, divenne Sovrintendente Unico ed Architetto in materia boschiva (i parchi di Victoria, Battersea e Kennington furono progettati e disegnati da lui). Nel 1852, cosa che qui rileva, elaborò un progetto per un grande parco settentrionale di cui un frammento divenne Finsbury Park. Giusto per completezza, Egli progettò anche importanti edifici pubblici, come il Museo geologico, l'ala ovest della Somerset House, l'edificio dell'Università di Londra (ora uffici della Commissione del servizio civile) a Burlington Gardens e l'Ufficio di cancelleria. Nel 1856 il Consiglio Metropolitano dei Lavori (pubblici) si mostrò entusiasta per l'idea di un parco a Finsbury. Nel 1857, la Legge per Finsbury Park, la prima per un parco municipale a Londra, destinò a tal fine 250 acri (104 ettari) di terra e nell'ottobre 1858, il citato Consiglio ricevette una petizione da parte delle Autorità di Islington affinché procedesse all'acquisto dei terreni. Nel 1861, l'allora Ministero della Salute per Islington esortò la sua necessità per la salute dei poveri privati di spazi aperti, problema particolarmente avvertito dai residenti di Fimsbury, allora area sovraffollata prima di spazi verdi ragionevoli. Thomas Slingsby Duncombe, Deputato di Finsbury, dal 1834 al 1861, e Sir Samuel Morton Peto, furono i primi a sostenere la causa di questo spazio aperto, che avrebbe costituito una sorta di compensazione per i Londinesi settentrionali, a cui era stato promesso un grande spazio aperto ad Highbury da chiamarsi Albert Park (in onore del Principe Consorte), che, non solo non fu realizzato, ma addirittura, i terreni furono utilizzati per l'espansione edilizia. Ad ogni modo, lo spazio verde esistente attraeva una più vasta gamma di persone: famiglie, persone che venivano a cene organizzate in feste, Pescatori che trovarvao il lago meglio rifornito del New River, ed Aristocratici che sparavano ai piccioni (vi fu una gara nel 1863). Nel 1866, finalmente, il parco fu avviato, sembrando ancora selvaggio, ma con un'estensione di 115 acri (48 ettari), incorporando il sito di Hornsey Wood House (abbattuta nel 1866), gli spazi e tutti i terreni agricoli racchiusi dalla ferrovia e dalle strade a sud, ovest ed est. Lo schema del parco fu progettato da Frederick Manable, Architetto Sovrintentende per il Consiglio Metropolitano dei Lavori (pubblici) ed Alexander Mackenzie, il Paesaggista per la medesima Istituzione, incaricato dal 1868, come recita testualmente un verbale della Istituzione, per la "parte ornamentale del parco". Ancora Edward Walford fornisce ulteriori informazioni integrative di quanto appena riportato: "Per qualche tempo prima della demolizione della casa, nel 1866, i terreni furono usati per i tiro al piccione .... Hone, nel primo volume del suo 'Libro di tutti i giorni' (1826), parla così della vecchia casa e del suo successore: - 'La vecchia Hornsey Wood House ben sfruttò la sua ubicazione, è stata arricchita e sembrava una parte del bosco. Due sorelle, una Signora Lloyd ed una Signora Collier, tenevano la casa; erano donne antiche, di grandi dimensioni, e di solito sedevano davanti alla loro porta su un sedile fissato tra due querce venerabili, in cui sciami di api si libravano. Qui le donne venerabili ed allegre assaggiavano molte coppe rinfrescanti con i loro buoni clienti e raccontavano storie di altri tempi, finché, in età molto avanzata, una di lora passò alla tomba, e l'altra la seguì pochi mesi dopo. Ognuna morì rimpianta dai frequentatori della costruzione rurale, che fu subito dopo abbattuta, e le querce tagliate per fare spazio all'attuale edificio spazioso e più alla moda. Per coloro che lo conoscevano nella sua originaria rusticità, quando si trattava di un 'tranquillo ritiro' senza pretese, è, in effetti, un luogo alterato. Per produrre l'alterazione, una somma di 10.000 sterline è stata spesa dall'attuale proprietario; e 'Hornsey Wood Tavern' è ora una casa ben frequentata. La piacevolezza della sua ubicazione è una grande attrazione quando il tempo è bello'. l lago era usato non solo per la pesca, ma anche per la nautica, che era ampiamente praticata durante i mesi estivi. Hornsey Wood House fu demolita nel 1866, quando i giardini da tè ed i terreni furono assorbiti nel cosiddetto Finsbury Park, un grande spazio triangolare di circa 120 acri, allestito con passeggiate ornamentali e giardini fioriti. Fu aperto da Sir John Thwaites, sotto gli auspici del Consiglio Metropolitano dei Lavori (pubblici), nel 1869, come terreno di ricreazione pubblico e passeggiata per le classi lavoratrici.". All'atto dell sua inaugurazione, nell'agosto 1869, i dintorni del Parco si stavano riempiendo di case a schiera a due e tre piani per le classi medie. Molte case non riuscirono a trovare acquirenti in grado di acquistarle, per cui, furono presto suddivise in appartamenti a un piano. In alcuni casi, ogni camera da letto era occupata da una famiglia diversa. Poi, vennero aggiunti nuovi elementi, come il palco, la casa del crisantemo, il campo da bocce e il padiglione del cricket, anche se successivamente vennero apportate delle variazioni. Alcune delle nuove strade costruite in questo periodo, furono importanti linee di comunicazione, come Endymion Road, che chiudeva il Parco a nord, realizzata verso il 1874-1875, in forza della Legge su Finsbury Park del 1857, che collegò Stroud Green e Green Lanes a nord di Finsbury Park. Nel 1877,  il "Gazetteer of the British Isles" di John Bartholomew descriveva Finsbury Park, allora nel Middlesex, come segue: "ry. sta. (on Great Northern Ry.), at Finsbury Park, in N. of London.". In tale anno, Finsbury Park era un quartiere in crescita con un forte sentimento di comunità ed un proprio giornale, essendo abitato, principalmente, da pendolari con abbonamenti di terza e seconda classe. Nel 1879, venne fondato "The Seven Sisters' and Finsbury Park Journal", con uffici a Crouch Hill, che, nel 1881, divenne "The Hornsey and Finsbury Park Journal", subendo in seguito diversi cambiamenti di denominazione, ma generalmente noto come "The Hornsey Journal", avendo nel 1975, uffici a Tottenham Lane e Fleet Street. Nel 1880,  apparve "The Finsbury Park, Crouch Hill and Hornsey House and Property Register and Local Advertiser", che venne subito ridenominato ""The North London Advertiser", che operò sino al 1884. Un altro giornale che ebbe vita breve fu "The Weathercock of Finsbury Park", che nel 1876-1877, copriva la maggior parte di Hornsey sud-orientale ed Islington. Nel 1894, all'atto della divisione di Hornsey in distretti (wards), la parte meridionale divenne il Distretto di Finsbury Park, mentre quella a nord, il Distretto di Stroud Green. Nello stesso anno, a circa mezzo miglio dalla stazione di Finsbury Park, venne aperta una sala di lettura e di prestito di libri. Verso il 1896, Finsbury Park si caratterizzava per ospitare in prevalenza pendolari con moderati mezzi di sostentamento. Al principio del XX secolo, nuovi collegamenti milgiiorarono l'attrattività di Finsbury Park da parte dei pendolari. Nel 1906, Finsbury Park divenne il terminale della "Great Northern, Piccadilly and Brompton Railway", oggi "Piccadilly Line". Nel 1918, esisteva un Cinema a Finsbury Park, di proprietà di "North Metropolitan Theatres",  probabilmente "The Rink", all'angolo tra Stroud Green Road e Seven Sisters Road, dove venne proiettata la prima pellicola sonora in Inghilterra, che divenne "Gaumont" nel 1950, e venne usato nel 1977 come "Top Rank club", dove si giocava il Bingo. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Finsbury Park fu colpito da 27 bombe tedesche altamente esplosive. Tra il 1945 ed il 1953, Finsbury Park ebbe un teatro all'aria aperte tenuto nel Parco, dove si tenevano degli intrattenimenti leggeri forniti dal Consiglio della Contea di Londra. Nella metà del XX secolo, le sovraffollate case del Distertto vennero abbattute e sostituite da edifici popolari municipali. Tra il 1959 ed il 1961, notevole fu l'arrivo di immigrati nei Distretti di Finsbury Park e Stroud Green, molti dei quali Irlandesi. Tra gli anni '60 e '70, gli Ebrei che si erano insediati ad Isligton dalla fine del XIX secolo al 1940 vennero rimpiazzati da ulteriori recenti immigrati, in aggiunta agli Indiani, giunsero i Greco-Ciprioti (nel 1974, la Turchia invase ingiustamente la sezione settentrionale di Cipro, che ancora detiene!!!). Dal punto di vista gestionale, dal 1869 al 1889, Finsbury Park fu in carico al sovracitato Consiglio Metropolitano dei Lavori (pubblici), dal 1889 al 1965, al Consiglio della Contea di Londra, dal 1965 al 1986, al Consiglio della Greater London, ed, infine, a partire dal 1986, se ne occupa il London Borough of Haringey. Oggi, Finsbury Park si estende per 46 ettari e ricade interamente nel London Borough of Haringey, essendo delimitato dalla Northern Railway ad ovest, da Seven Sisters Road (A503) a sud-est, Green Lanes (A105) a nord-est ed Endymion Road (B150) a nord. La stazione di Finsbury Park, che ricade nel London Borough of Islington, si trova all'estremità meridionale, mentre la stazione di Manor House sul lato orientale. Al Parco si accede tramite cinque entrate principali, essendo circondato da recinzioni perimetrali (palizzate in rovere originariamente aperte, ma, poi, rimpiazzate con legno). La localizzazione dell'area di Finsbury Park a cavallo tra tre diverse Municipalità Londinesi, Islington (ad ovest), Haringey (a nord) ed Hackney (a sud), è stata vista come causa della disattenzione da parte di tali Municipalità (una sorta di "scaricabarile"). Tuttavia, un programma di riqualificazione ha apportato alcuni miglioramenti nei primi anni del XXI secolo, compresi quelli apportati all'interscambio di autobus e ferrovie molto intenso, anche se, la cosa migliore sarebbe abbattere la grande stazione e rifarla in toto (magari estendendo la cosa a buona parte dell'area limitrofa ....), che tende ad assumere una sempra maggiore connotazione Artistica (teatro, arte). La comunità di Finsbury Park è variegata e manca un gruppo etcnico nettamente maggioritario. Blackstock Road è stata soprannominata "Piccola Algeri", dato il numero di rifugiati Algerini che vivono nei paraggi. Al principio del XXI secolo, la Moschea prossima alla stazione fu accusata di costituire una base per i terroristi Islamici, a causa delle prediche troppo integraliste di un suo Imam, che condusse alla chiusura temporanea della struttura.

2.1 Manor di Brownswood

Tale Manor costituì la dotazione della Prebenda di Brownswood a San Paolo, che probabilmente esisteva prima che i suoi detentori fossero documentati per la prima volta all'inizio del XII secolo. Il Manor, probabilmente, trasse origine da una divisione di proprietà tra il Vescovo di Londra ed il Capitolo di San Paolo, che potrebbe essere riflesso in voci del Domesday Book sotto Stepney.  Il nome fa riferimento al bosco demaniale chiamato "Brownswood" nel 1569 e potrebbe derivare il nome da un tal Brand, un impiegato del Re, che era Prebendario verso il 1200 (Roger Brun, detto aver dato alla Prebenda il suo nome, non risulta avaerla mai posseduta). Nel 1253, il Manor fu valutato 5 marchi, nel 1535, 20 marchi. Nel 1577, il Manor copriva tutto Hornsey a sud di Topsfield e Farnfields (di cui abbiamo trattato in Crouch Hill), comprese le porzioni separate a Stoke Newington. Nel 1532, tutti i terreni, tranne forse i boschi, furono fittati a Peter Turner, Salumiere di Londra, e nel 1548, furono fittati in reversione. Il contratto di Turner scadde nel 1569, quando Robert Harrington, Prebendario (1561-1610), affittò il Manor ed i boschi per 99 anni a suo fratello John Harrington di Witham (Lincs.), il quale, sembra aver assegnato il suo contratto di affitto, tra il 1594 e la sua morte nel 1599, alla famiglia Draper, che, nel 1681, si diceva fosse affittuaria da 70 anni. Il contratto di locazione era presumibilmente tenuto da Thomas Draper (morto nel 1631), la cui vedova lo aveva nel 1649, e, nel 1659, fu lasciato in eredità da suo fratello Roger al loro nipote Thomas Draper (morto nel 1703), in seguito Sir Thomas Draper. Il Dottor Joseph Crowther, Prebendario (1642-89), cercò di riacquisire la titolarità delle Corti (Tribunali) e dei diritti in moneta (royalties), poiché dalle entrate totali di 355 sterline nel 1681, c'era un affitto riservato di sole 19 sterline. Dal 1664 al 1692, durante le cause in Cancelleria tra Draper e Crowther od i suoi rappresentanti, Crowther fu imprigionato nel Carcere di "Fleet", dove morì. La prigione, costruita nel 1197, ricostruita diverse volte, fu in uso sino al 1844 ed abbattuta nel 1846. Si trovava fuori l'attuale Farringdon Street, sul lato orientale del Fiume Fleet, da cui trasse il nome. Venne utilizzata, tra l'altro, per ospitare le persone in carcere per debiti. Durante l'Interregno (1649-1660), il Manor fu comprato da Richard Utberm un Commerciante di tessuti di Londra. Sir Thomas Draper mantenne il contratto d'affitto al veccho canone e, nel 1717, la sua vedova Mary lo trasmise a vita a sua figlia Elizabeth, moglie di Sir Henry Ashurst (morto nel 1732), con regresso alla sua altra figlia Mary Baber. Nel 1738, dopo la morte di Elizabeth, andò a John Draper Baber, che, nel 1750, lo assegnò a John Jennings, un Quacchero di Crouch End. Nel 1758, alla sua morte, fu detenuto dal suo Esecutore Richard Saunders, morto nel 1766, quando fu tenuto in affidamento per i figli di Saunders, Thomas e Richard. Richard morì nel 1775 e, nel 1789, il contratto di locazione fu venduto dal superstite Thomas a John Willan di South Weald (Essex), che lo lasciò a suo nipote William Willan (morto nel 1849) di Preston Candover (Hants.), con il regresso al figlio di quest'ultimo, John James Willan. Nel 1821, una legge autorizzò il Prebendario a dare in affitto il demanio alla Famiglia Willan per 99 anni, in modo che potesse concedere locazioni immobiliari, che rendevano il 44% delle entrate lorde. Nel 1826, una seconda legge confermò un contratto di locazione immobiliare di 295 acri reso inefficace dal fallimento del Costruttore. Il Manor fu tenuto dai Prebendari di Brownswood sino al 1840, quando passò ai Commissari Ecclesiastici. Nel 1855, i Commissari Ecclesiastici comunicarono la proprietà dei 189 acri a nord di Seven Sisters Road e i diritti manoriali agli Esecutori di William Willan, in cambio di 156 acri a sud. Nel 1857, in base alla Legge su Finsbury Park, il Consiglio Metropolitano dei Lavori (pubblici) acquistò la maggior parte della quota della Famiglia Willan ed alcune terre in affitto, ed dispose 115 acri come Finsbury Park, e costruì Endymion Road sulla restante parte, come avete letto nella parte generale.

2.2 Manor House del Manor di Brownswood

Già sapete della Manor House di Brownswood, chiamata "Copthall", ubicata a nord-ovest della successiva Seven Sisters Road su parte del Parco, come risulta dala Mappa di John Roque del Middlesex (1754). Nel 1649, vi fu la sua prima citazione; conteneva un salone, salotto, cucina, cantina, due camere, oltre alle pertinenze; nel 1664, quando non era occupata, c'erano solo quattro focolari. Potrebbe essere sopravvissuta nel 1792 come l'umile edificio di due piani con un'estensione a un piano, che fu presto ricostruito e divenne ben noto come Hornsey Wood House.

Islington- Visita guidata

La stazione di Finsbury Park

La stazione di Finsbury Park

Seven Sister Road

Seven Sister Road

Stroud Green Road

Stroud Green Road

Il ponte ferroviario che sovrasta Stroud Green Road

Il ponte ferroviario che sovrasta Stroud Green Road

Station Place

Station Place

Fonthill Road

Fonthill Road

Wells Terrace

Wells Terrace

Clifton Terrace

Clifton Terrace

Il cancello di ingresso a Finsbury Park

Il cancello di ingresso a Finsbury Park

Finsbury Park

Finsbury Park

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it