www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Harringay Green Lanes

Sintesi

Harringay Green Lanes è una stazione della Overground vicinissima a quella ferroviaria di Harringay (a 0,3 miglia), che perciò, serve sostanzialmente la medesima area, che del resto, è ottimamente raggiunta da diverse altre stazioni, Hornsey (a nord), Finsbury Park (a sud), Turnpike Lane (a nord), Manor House (a sud). In origine, la strada si chiamava "Beans Green" e "Bean Green", ed oggi, può essere descritta come un lungo ed affollato percorso con un importante e caratteristico centro locale, con case a schiera Tardo Vittoriane su entrambi i lati, che si estende su una zona generalmente pianeggiante.

Distanza dal centro: 5,7 miglia.

Attrattiva: Green Lanes ci sembra una normale, ma movimentata, area commerciale, con le caratteristiche tipiche di un sobborgo londinese.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete lungo la trafficata Green Lanes (direzione nord-sud) sovrastata dal ponte delal ferrovia, circondato dal solito contesto suburbano Londinese, con casette a due piani (talvolta con una sorta di attico) e negozi a livello stradale. Se andate verso nord (destra), raggiungete il centro di Haringey, e superatolo, il piccolo spazio verde Ducketts Common, ma ormai, avete raggiunto la stazione di Turnpike Lane. Tornati alla stazione, proseguite diritto, trovando sulla destra, Endymion Road, che delimita il lato settentrionale del vasto spazio verde Finsbury Park, attraversato nell'angolo nord-orientale dal corso d'acqua New River. Se andate diritto, raggiungete la stazione di Manor House.

Toponimo

Rinviamo alla pagina dedicata ad Harringay per quanto attiene all'etimologia ed al significato della parola. Relativamente a "Green Lanes", avete letto nel "Toponimo" che la strada appare documentata nel 1393 come "Beans Green", che diviene "Bean Green" nella Mappa della Parish di Tottenham del 1798. Questo antico percorso seguito dai Mandriani per portare il bestiame dai pascoli al Macello di Smithfield Market era un sentiero (Lane) punteggiata da chiazze di terra comune (Greens), dove le bestie potevano pascolare sulla strada del massacro. Nella parte storica, trovate i nomi di diversi di tali "Greens", molti dei quali scomparsi dalla Toponomastica e non più individuabili.

Storia

Per le Fonti ed i riferimenti bibliografici relativi, in generale, ad Harringay, rinviamo alla specifica pagina. Informazioni specifiche sulla Storia di "Green Lanes", invece, si ricavano dalla Mappa redatta da Thomas Clay per conto del Conte del Dorset della Parish di Tottenham del 1619; sono fornite da William Robinson in "The history and antiquities of the parish of Tottenham High Cross" (1818); si ricavano dal "Survey of Tottenham Parish" di James Wyburd (1798); sono fornite da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alla voce "Tottenham: Growth before 1850" (pagine 313-317); da Leo Benedictus in "Every race, colour, nation and religion on earth - part two 'Two years ago, we were more isolated. Everyone was scared' Turks in Green Lanes" (21 gennaio 2005, The Guardian); si leggono in "Haringey urban character study Green Lanes neighbourhood character summary" (febbraio 2015); in "Why I Love Harringay Green Lanes" (Il romanziere del crimine MH Baylis spiega perché questo tratto di 6,3 miglia della A105 sia così importante per lui, i suoi libri e Londra, 14 novembre 2016, Londonist); in "Green Lanes TfL Corridor Scheme and OLF Round 2 Consultation Report" (East Architecture, landscape urban design), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Nella lunga trattazione fatta nella pagina dedicata, in generale, ad Harringay, ovviamente, trovate già diversi riferimenti a "Green Lanes". Questa pagina, naturalmente, approfondisce ed integra quanto attiene a quest'area. Green Lanes è una delle più lunghe strade di Londra, ed in passato, il suo nome si applicava anche a tratti a cui si cambiò nome: nella metà del XIX secolo, la sezione più meridionale fu ribattezzata Southgate Road, e quella che attraversa Wood Green divenne High Street, che, verso il 1895, fu trasformata in High Road. Per agevolare la lettura, distinguiamo la trattazione in paragrafi:

1.1 Medioevo

Green Lanes è un'antica arteria stradale, originariamente un percorso seguito dai Mandriani dalla Contea di Hertford per portare il bestiame dai pascoli al Macello presso Smithfield Market nella City of London. Tranne che lungo "High Road" e "The Hale", l'insediamento medievale di Tottenham ebbe luogo attorno ad un certo numero di spazi verdi (Greens). Ad ovest, l'abbattimento degli alberi e la rimozione del sottobosco, aveva consentito il frazionamento dei terreni in vista della loro coltivazione. In tale zona, nel 1293, era stata realizzata una Cascina chiamata "Ducketts", a nord del successivo Ducketts Common. "Page Green", citato nel 1348, si estendeva verso est da High Road un poco a sud di "Tottenham Green", lungo Broad Lane verso un attraversamento del Fiume Lea sotto il Mulino di Tottenham; la famiglia Page, documentata dal 1319, ancora possedeva terre nel 1395. "West Green", a metà strada lungo il sentiero che collegava High Road di fronte "Green Page" con "Green Lanes" a Ducketts, fu citata nel 1384. Beans Green, a sud di Ducketts, all'incrocio di Green Lanes con Hanger Lane, fu documentato nel 1393 e "Chapmans Green", dove Lordship Lane in seguito incontrò Snakes Lane, nel 1381; tuttavia, probabilmente, durante il Medioevo, in nessuno dei siti citati esisteva un Villaggio. A sud di Downhills Park (1,3 miglia a nord della stazione di Harringay Green Lanes), il sito circondato da un fossato chiamato "Downhills" è stato designato "Area di Importanza Archeologica". La piscina di "Lordship Lane Recreation Ground" è considerata la traccia di un sito medievale con fossato, con l'isola originale al centro.

1.2 XVII secolo

Nel 1619, una indagine fatta da Thomas Clay per conto del Conte del Dorset, proprietario del Manor di Tottenham, portò alla stesura della Mappa della Parish di Tottenham, allora nel Middlesex, orientata da sud (in alto) a nord (in basso), con orientamento opposto delle odierne mappe. La Mappa mostra come la maggior parte dei residenti vivessero ancora lungo High Road, con edifici intermittenti lungo il suo percorso, con altri all'interno di terreni recintatii e concentrazioni intorno ad High Cross e vicino al confine settentrionale della Parish. Terreni agricoli o privati circondavano gran parte della strada. La Mappa mostra anche uno stagno, che era alimentato dal Torrente Hermitage, successivamente coperto, per cui, oggi scorre sottoterra. Dopo il sotterramento del Torrente, lo stagno si prosciugò naturalmente. Più a nord, la copertura del Torrente Stonebridge ebbe meno successo e provocò regolarmente inondazioni di Green Lanes, Harringay Gardens e delle strade circostanti. I terreni lungo Green Lanes a nord di St. Ann's Road, erano agricoli e, nel 1619, appartenevano ad un certo J. Bolton. Il triangolo di terra tra le attuali St. Ann's Road e Salisbury Road era noto come "Hales Field". La maggior parte del bosco sopravvisse sotto forma di i sopravvissero in boschetti intervallati da campi nella parte occidentale della Parish. C'erano case isolate ad Hangers Green, dove Black Boy Lane si univa ad Hanger Lane ed a Ducketts Green, ma non vi erano case a Beans Green o Chapmans Green. L'unico villaggio era Wood Green, dove quattro case occupavano terreni accanto al New River e altre si affacciavano sullo spazio verde, alle cui spalle vi erano le pendici del Bosco di Tottenham. Nelle vicinanze, un poco più a est, c'erano alcune dimore dove Green Lanes univa Lordship Lane ad Elses Green e White Hart Lane a Smiths Cross. C'era anche una fattoria a Clay Hill.

1.3 XVIII secolo

Nella Mappa della Parish di Tottenham di James Wyburd del 1798, la strada compare come "Bean Green". Tale Mappa mostra tre edifici ad est di Hanger's Green, sull'attuale St. Ann's Road. Una casa (indicata come "Hanger Green House" sulla successiva Ordnance Survey Map del 1864) si trovava sul sito del pregresso "Hanger Barn", giusto ad est di dove si trovano oggi "Warwick Gardens". Un poco più ad ovest, sul lato opposto della strada, si trovava un altro edificio (che nella sovracitata Mappa del 1864, appare come "Rose Cottage"). La Mappa di Wyburd mostra anche una costruzione sul triangolo di terra oggi creato dall'incontro tra St. Ann's Road e Salisbury Road.

1.4 XIX secolo

In passato, al pari di tante zone periferiche similari di Londra, l'agricoltura costituì la principale attività svolta nei paraggi di Green Lanes; infatti, prima del 1850, l'area era quasi tutta destinata ad usi agricoli e pochi erano gli edifici, per lo più case confortevoli all'interno di grandi parchi. In particolare, Harringay House fu costruita in cima alla collina tra l'attuale Hewitt Road ed Allison Road. All'estremità meridionale di Green Lanes, furono costruite una grande fornace ed un laboratorio di ceramiche. Tra il 1840 e gli anni '80 del XIX secolo, ad est, in aggiunta al gruppo di case di Hanger Green, erano sorti pochi altri gruppi di case; il primo su Green Lanes, tra le attuali Colina Road e West Green Road; il secondo lungo Hermitage Road insieme con la Chiesa di St. Ann su St. Ann's Road. Su Green Lanes, la Ordnance Survey Map del 1864 mostra otto case bi-familiari ed una villa più grande. Hermitage Road fu realizzata come strada privata e nel 1869, comprendeva quattro grandi case, compreso "The Hermitage". La locale stazione fu aperta il 1 giugno 1880 con la denominazione di "Green Lanes", che venne cambiata più volte: "Harringay Park, Green Lanes" (1883), "Harringay Park" (18 giugno 1951), "Harringay Stadium" (27 ottobre 1958), "Harringay East" (12 maggio 1990), "Harringay Green Lanes" (8 luglio 1991). Dalla fine del XIX secolo, Green Lanes subì un rapido sviluppo suburbano. Il c.d. "Harringay Ladder" fu costruito nella Tenuta di Harringay House, a seguito all'acquisizione di terreni negli anni '80 del XIX secolo da parte della British Land Company. Ciò fu agevolato dall'apertura del Finsbury Park e dalla costruzione di Endymion Road. Ai fini di sviluppo edilizio, l'area venne divisa in due parti: "Hornsey Station Estate" e "Harringay Park Estate". Lo sviluppo delle ferrovie nella zona svolse un ruolo fondamentale per lo sviluppo delle abitazioni. Nel 1880, l'area era già ben servita dalle stazioni di Hornsey, Harringay Green Lanes e Finsbury Park. Il 2 maggio 1885, con l'apertura della stazione di Harringay dalla Great Northern Railway, l'area fu tra le migliori servite di Londra. Dalla metà degli anni '70 del XIX secolo, iniziò l'urbanizzazione ad est di Green Lanes nella parte sud-orientale del quartiere. Alla fine del decennio, la maggior parte delle case di questa parte era stata costruita, sebbene ci fosse ancora spazio edificabile, che si riempì negli anni '90. In questo periodo, fu costruita una centrale di Polizia in St Ann's Road, ed un grande Ospedale per le malattie infettive (ora Ospedale Generale di Sant'Anna) fu aperto nel 1892, sul terreno aperto immediatamente a sud di Hanger's Lane. Una considerevole porzione di terreno attorno a Vale Road fu edificata per uso industriale e nel 1914 l'area era una delle tre principali aree industriali nel Borough of Tottenham. Le imprese includevano Maynards, produttore di gomma da masticare e dolci (fabbrica costruita attorno ad un cortile nel 1907, chiusa nel 1990) e Eavestaffs e Brasteds, produttori di pianoforti. La maggior parte di Harringay orientale, un'area conosciuta oggi come "'The Gardens"', fu edificata dalla Provident Association di Londra. Le case erano più piccole della maggior parte delle case ad ovest di Green Lanes. A nord di St. Ann's Road, le strade ad ovest di Woodlands Park Road erano state progettate e sviluppate completamente all'inizio degli anni '90. Lungo Green Lanes, lo stile di sviluppo dei negozi rispecchiava quello delle aree residenziali, in quanto quasi tutto il lato orientale fu sviluppato quasi interamente, da parte di J.C. Hill e completato nel 1899, come la Grande Parata architettonicamente unificata che aveva negozi di dimensioni maggiori di quelli ad ovest ed alloggi migliori sopra di essi (dagli elenchi del primo decennio del XX secolo, si ricava che vi abitassero anche Chirurghi e Medici), mentre, il lato occidentale, costruito tra il 1892 ed il 1898, ebbe uno sviluppo più frammentario, con alcuni tratti per negozi realizzati da parte di un singolo costruttore, altri da diversi costruttori, con conseguente disomogeneità estetica.

1.5 XX secolo

Entro l'inizio del XX secolo, Green Lanes, ormai, era un sobborgo di Londra più o meno completamente sviluppato, sebbene il suo carattere fosse rimasto per lo più immutato. Nel 1927, venne costruito lo Stadio di Harringay, un importante centro di corse di levrieri e motociclette. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, la demografia dell'area mutò in fretta, principalmente per l'arrivo di Irlandesi, e Turco-Ciprioti (nel 1974, la Turchia invase la parte settentrionale di Cipro ed ancora la occupa!!!!) e Greco-Ciprioti. Il livello sociale declinò e molte case vennero divise, rendendone possibile l'utilizzo da parte dei nuovi venuti. Nel 1965, con la creazione della Greater London, Green Lanes entrò a far parte del nuovo London Borough of Haringey, che assorbì i pregressi Municipal Boroughs di Hornsey e Tottenham. Durante gli anni 60, '70 ed '80, soprattutto ad est, vennero riempiti spazi ancora vuoti, anche se i nuovi edifici furono costruiti nel contesto delle case a schiera, di cui, generalmente, rispettarono l'altezza della forma costruita stabilita. La convivenza tra le due comunità Cipriote, a dispetto dei grossi potenziali problemi, sembrò procedere pacificamente, anche se molti Greco-Ciprioti, pur continuando a lavorare a Green Lanes, si erano trasferiti più a nord, a Palmers Green ed oltre. Nel 1987, il sovracitato Stadio di Harringay fu chiuso ed abbattuto, rendendo disponibile l'area di sedime per "Arena Retail Park" e la realizzazione di case ad est. I Turchi-Ciprioti vennero raggiunti da un numero crescente di Turchi, ed in tempi più recenti, da Curdi e Bulgari, altre etnie potenzialmente molto conflittuali con i Turchi, ma anche in questo caso, la cosa sembrò procedere pacificamente, sino al 9 novembre 2002, quando vi furono scontri mortali tra gruppi di Curdi e Turchi per il controllo del territorio per lo spaccio della droga. Successivamente, vi fu l'arrivo di altre minoranze dall'Europa sud-orientale, Kossovari ed Albanesi. Caratteristica di Green Lanes è il perenne mutamento, cosa efficacemente evidenziata dal Romanziere del crimine M. H. Baylis. Traspare, ci sembra, una sua visione ottimistica della convivenza tra etnie diverse, anche confliggenti, ma ci permettiamo di avanzare qualche dubbio a riguardo: "Green Lanes cambia in continuazione, ed il cambiamento porta sempre con sé paura e speranza, perdita e guadagno, azione, dramma. Nella Signorile Highgate (stessa Municipalità!), ci sono locande risalenti ai tempi dei Tudor. Ma giù su Green Lanes, le aziende cambiano da un giorno all'altro. Puoi dire da dove provengono gli ultimi immigrati, dal cibo e dall'alcool nei mini-market, la lingua sui pacchetti di sigarette sul marciapiede. Green Lanes è una strada nel tempo e nello spazio. Il passato di Londra, il viaggio della Gran Bretagna, rurale-feudale all'Impero sino alla mescolanza (ndr etnico-culturale), lo attraversa come l'argilla sotto l'asfalto. Le famiglie che fanno una scampagnata sugli spazi verdi ricordano i Mandriani a riposo, i prodotti sui tavoli sospesi a cavalletto sono un fantasma del punto di origine agricolo delle "Lanes" (= sentieri). Clissold Park fu costruito da Jonathan Hoare, un importante attivista anti-schiavitù. Laggiù, si vedono i sopravvissuti con la cappello nero e la barba nera della Comunità Chassidica (ndr Ebrei integralisti), che sfuggì ai pogrom alla fine del XIX secolo. Le imprese cipriote, turche e curde ci ricordano come la Diplomazia britannica (o la sua mancanza) abbia avuto un ruolo in numerosi conflitti, dal Mediterraneo ai Balcani, sino all'Iraq. Tutto quel problema arriva a casa: al Ducketts Common, nell'aprile del 1977, una marcia del Fronte Nazionale è stata vista dalla gente del posto. Nel novembre 2002, Turchi e Curdi combatterono in strada. Su e giù per i vicoli oggi, si vede la faccia severa di "Apo", Abdullah Öcalan, il leader del PKK (ndr Partito Nazionalista Curdo) imprigionato (ndr condannato a morte in Turchia, con pena commutata ad ergastolo). Increspature di collisioni tettoniche, molto lontane, su una trafficata e sudicia strada del nord di Londra che viene per sempre dissotterrata. Un tratto di 6,3 miglia della A105, ed anche un corridoio come la Via della Seta e lo Stretto del Bosforo, dove le Culture si scontrano, nascono nuove Culture e la Storia scorre come un fiume.".

Haringey- Visita guidata

La stazione di Haringay Green Lanes

La stazione di Haringay Green Lanes

Il Ponte ferroviario che sovrasta Green Lanes

Il Ponte ferroviario che sovrasta Green Lanes

Green Lanes

Green Lanes

Green Lanes

Green Lanes

Endymion Road

Endymion Road

Green Lanes dove fiancheggia Finsbury Park

Green Lanes nel punto in cui fiancheggia Finsbury Park

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it