www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Stamford Hill

Sintesi

Stamford Hill è una stazione che rientra a stento nel London Borough of Hackney, trovandosi a ridosso (verso nord) del confine col London Borough of Haringey. L'area è caratterizzata dalla vistosa presenza della assai folta comunità di Ebrei ultra-ortodossi Chassidici, il cui tasso di natalità è molto alto, determinando situazioni di sovraffollamento, con la conseguente necessità di ampliare notevolmente le case, orizzontalmente (nei giardini posteriori) o verticalmente (aumentando i piani), innescando polemiche con i residenti di altro orientamento.

Distanza dal centro: 5,9 miglia.

Attrattiva: più che discreta. L'area appare viva e relativamente elegante.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete lungo Hamhust Park, avendo giusto sotto di voi lo spazio occupato dal ponte sulla ferrovia. Il contesto immediatamente a ridosso della stazione è alquanto variegato. Andate a destra (verso est) e raggiungete l'ampio incrocio con Stamford Hill, dove il contesto migliora alquanto: vedete i tipici edifici a due piani con negozi a livello stradale, ma di livello nettamente superiore rispetto ad altre zone di Londra. Inoltre, vedete tanti Ebrei Ortodossi nei tipici vestiti.

Toponimo

Il nome dell'area è documentato per la prima volta il 3 marzo 1255, Trentanovesimo Anno del Regno di Enrico III come "Sanford" in riferimento ad atto allo Sceriffo del Middlesex stilato a Westminster, per una investigazione da parte dei giurati e delle cittadine di "Stebeneth" (Stepney), "Hakeneie" (Hackney), Newinthon, Armadestun, Totenham (Tottenham), Edelmeton ed Enefeud, il mercoledì prima del Giorno di San Gregorio. Si legge che, in passato, c'era un vecchio ponte a Sanford, più a valle rispetto a quello del tempo dell'investigazione, ed era rotto: pertanto, l'Abate di Watham portò il suo legname e lo riparò. Successivamente, il Ponte venne portato via da un'alluvione, ed un uomo di Londra, chiamato William Sperleng, dispose testamentariamente, come elemosina, la costruzione di un ponte migliore verso ovest. Inoltre, lasciò in eredità 4 scellini di "quit rent" (fitto, tipicamente di importo esiguo, pagato o dall'affittuario per essere liberato dall'obbligo di effettuare dei servizi dovuti in epoca feudale, o dall'occupante della terra per essere liberato da alcuni pesi derivanti dall'esercizio di diritti distinti gravanti sulla terra, d esempio, diritti di caccia che avrebbero, altrimenti, intralciato l'esercizio dell'agricoltura), a Londra, all'Abate di Watham per manutenerlo. Successivamente, anche questo ponte fu rotto. Nicholas, un Cappellano di Cleangre, lo aggiustò per un po' di tempo e disse che se il suddetto Abate gli avesse assegnato i 4 scellini di affitto, egli avrebbe manutenuto il ponte. Il detto Abate di Watham era tenuto a costruire e riparare il ponte. Successivamente, si legge "Sa(u)ndfordhull" (1294), "Sa(u)ndfordhull in villa de Hakeneye" (1307), "Saumforthill" (1382), "Sampfordehill" (1410), "Samfordhell" (1433), "Stamford Hill" (1675). In merito al significato del termine, si tratta una parola composta dell'Old English formata da "Sand" (Sabbia)+ "Ford" (Guado) con la posteriore aggiunta di "Hyll" (Inglese moderno "Hill", collina), per cui, si traduce come "Collina prossima al guado sabbioso". Il guado originario, probabilmente, si trovava dove la strada Stamford Hill attraversava il piccolo corso d'acqua mostrato dalla Ordnance Survey Map del 1822 che affluisce ad est nel Fiume Lea.

Storia

L'abbondanza delle Fonti e della Bibliografia, ci ha indotto ad effettuare una loro selezione. Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da Beda (673-735) in "Historia ecclesiastica gentis Anglorum"; si leggono in "Journal of the House of Lords Volume 25, 1737-1741" (1767-1830), alla voce "1738 DIE Veneris, 5 Maii" (pagine 234-268); sono fornite da William Robinson in "The History and Antiquities of Hackney" Volumi 1-2 (1842); da Walter Thornbury in "Old and New London: Volume 2" (1878), alla voce "Islington" (pagine 251-268); da Edward Walford in "Old and New London: Volume 5" (1878), alla voce "The northern suburbs: Stoke Newington and Stamford Hill" (pagine 530-548); si leggono in "Analytical Index to the Series of Records Known as the Remembrancia 1579-1664" (1878), alla voce "Aldermen" (pagine 1-10), punto II.223; in "Middlesex County Records: Volume 1, 1550-1603" (1886), alla voce "Middlesex Sessions Rolls: 1600" (pagine 257-266); in "Calendar of inquisitions miscellaneous, Chancery, preserved in the Public Record Office,prepared under the superintendence of the Deputy Keeper of the Records" (1916), Volume 1, pagina 72, punto 212; sono fornite da J. E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); si leggono in "Calendar of the Close Rolls: Edward IV, Edward V, and Richard III, A.D. 1476-1485", Volume 10 (1954); in "A History of the County of Middlesex: Volume 1, Physique, Archaeology, Domesday, Ecclesiastical Organization, the Jews, Religious Houses, Education of Working Classes To 1870, Private Education From Sixteenth Century" (1969), alle voci "Archaeology: The Iron Age" (pagine 50-64) e "The Jews" (pagine 149-151); sono fornite da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alla voce "Tottenham: Economic history" (pagine 333-339); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Patricia E. C. Croot in "A History of the County of Middlesex: Volume 8, Islington and Stoke Newington Parishes" (1985), alle voci "Stoke Newington: Communications" (pagine 140-143), "Stoke Newington: Growth, from 1940" (pagine 160-163), "Stoke Newington: Growth, London Road" (pagine 168-171), "Stoke Newington: Social and cultural activities" (pagine 172-177), "Stoke Newington: Other estates" (pagine 178-184); si leggono in "A History of the County of Middlesex: Volume 102 (1995), alle voci "Hackney: Newington and Stamford Hill" (pagine 38-44), "Hackney: Manors" (pagine 75-91), "Hackney: Local Government" (pagine 101-107), "Hackney: Judaism" (pagine 145-148); sono fornite da Hannes Kleineke in "Borough Market Privileges: the Hinterland of Medieval London, C.1400" (2006), alla voce "Market Privileges 1381-1385"; si leggono in "Mapping the change - Stamford Hill - A local history resource pack for schools in and aroung Stamford Hill" (2010, Hackney Council); in "Manners, multiculturalism, and the battle of Stamford Hill" (30 luglio 2010, The Independent); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); da Mick Brown in "Inside the private world of London's ultra-Orthodox Jews" (25 febbraio 2011, The Telegraph); da Tara Joshi in "Exhibition reveals rich cultural history of Stamford Hill's Jewish community" (9 settembre 2016, East End Review); da Robert Booth in "Hackney planning row exposes faultlines in orthodox Jewish area" (8 marzo 2013, The Guardian), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: "Stamford Hill Estate squat evictions, March 1988" (21 marzo 2015, The Radical History of Hackney); Jack Shamash "The Hasidic Community in London – a world apart" (2014).

1. Eventi storici di rilievo

Data la lunghezza della trattazione, per agevolare la lettura, suddividiamo la trattazione in paragrafi:

1.1 Preistoria

Importanti scoperte archeologiche effettuate nelle vicinanze, a Stoke Newington (a sud della stazione di Stamford Hill, a 0,8 miglia), fornirono la prova della presenza umana ad Hackney 200.000 anni fa. Alla fine degli anni '70 del XIX secolo, due Antiquari, Worthington Smith e J.E. Greenhill, scoprirono un'area di lavorazione delle selce del Paleolitico (Antica Età della Pietra) mentre i lavoratori stavano scavando le fondamenta per nuove abitazioni a schiera che si estendevano su Hackney durante questo periodo. I reperti includevano asce, che erano in realtà coltelli, raschietti per pulire le pelli ed i resti della lavorazione degli utensili stessa (pezzo di pietra, in genere pietra focaia, colpendolo in modo da realizzare strumenti o armi di pietra o per dare una pietra a faccia piatta per la costruzione di muri). Presso il Museo di Hackney vi sono un certo numero di questi oggetti. Non si sa esattamente dove siano stati scoperti i reperti, poiché da allora si costruì sopra di essi abitazioni; tuttavia gli esperti ritengono che avvenne intorno ai giardini di Alkham Road e Fountayne Road. Altre scoperte dell'Età della Pietra, un punteruolo e un'ascia affilata, vennero rinvenute durante i lavori di costruzione al numero 55 di Northwold Road (a sud della stazione di Stamford Hill, ad 1,1 miglia, più vicino alle stazioni di Rectory Road e Clapton). Le persone che usavano questi strumenti erano Cacciatori che inseguivano gli animali selvaggi nelle paludi dove divenivano facili prede, andavano in cerca di resti di animali selvatici, si cibavano di frutta, noci, radici e molluschi. A differenza dei successivi Agricoltori, questi Nomadi attraversavano l'area in cerca di cibo, tornando forse nella stessa zona una volta all'anno per beneficiare della migrazione annuale di animali, come il bisonte. Essi sono definiti dagli Archeologi pre-Neanderthal, e sinora, non si ha idea di quali fossero le loro credenze, né di come fosse la loro società. I Neanderthal furono le prime persone per le quali sono state scoperte prove di credenze religiose. Ad esempio, sappiamo che furono i primi a seppellire i loro morti in modo prestabilito. Verso il 1200 A.C., durante la Media Età del Bronzo Britannica, la lavorazione del ferro era stata padroneggiata nel Vicino Oriente. Da lì, la conoscenza si diffuse nell'Europa meridionale e centrale, ed infine, in Gran Bretagna. I primi oggetti di ferro datati nel Middlesex sono alcuni pugnali rinvenuti nel Tamigi, ai quali fu attribuita una data di poco anteriore al 500 A. C. Il materiale del Middlesex, la maggior parte del quale è venuto, come le antichità dei periodi precedenti, dal Tamigi ad ovest di Londra e dal sud-ovest della Contea (ad esempio, della ceramica da Brockley Hill, Harefield, Ponders End, Stamford Hill, venne dal nord), ricade ampiamente in due gruppi, siti di occupazione e gli oggetti trovati in essi, per lo più in ceramica e singoli reperti sparsi.

1.2 Romani (43-410)

Contenute sono le prove di insediamenti Romani ad Hackney, anche se gli Archeologi hanno trovato un certo numero di lapidi attaverso Hackney ed un gran numero di monete Romane. In particolare, manca la prova di un insediamento Romano a Stanford Hill, a parte la strada, la stessa Stanford Hill. In effetti, l'eredità più duratura lasciata dai Romani è l'attuale A10, che comprende Kingsland Road, Stoke Newington High Street e Stamford Hill, che costruirono nel 400. Originariamente conosciuta come Ermine Street dai Romani, fu una delle loro strade principali; andava verso nord da Bishopsgate attraveso Shoreditch, Kingsland, Stoke Newington, Stamford Hill, Tottenham, Edmonton, Enfield e conduceva sino a York.

1.3. Anglo-Sassoni (450-1016)

Nel 410, gli ultimi Soldati Romani abbandonarono la Britannia, abbandonandola al suo destino. Giunsero nuove Popolazioni su navi attraverso il Mare del Nord. Gli Storici li chiamano sinteticamente (e riduttivamente) "Anglo-Sassoni". I nuovi Coloni erano un misto di persone provenienti dalla Germania settentrionale, dalla Danimarca e dall'Olanda settentrionale. La maggior parte erano Sassoni, Angoli e Juti, anche se arrivarono dei Frisoni e dei Franchi. Utilizzando i nomi degli attuali Stati, i Sassoni, i Franchi ed i Frisoni erano Tedeschi-Olandesi, gli Angli erano Danesi meridionali, gli Juti erano Danesi settentrionali. Dal "Toponimo", sapete che il nome di quest'area è documentato soltanto dal XIII secolo; tuttavia, analizzando l'origine, abbiamo ricordato come la sua origine sia anteriore, essendo un composto di parole dell'Old English.

1.4 XIV secolo

Il 28 dicembre 1382, il Re accordò una concessione a Hugh Frenyngham di Shoreditch per la pavimentazione per un anno in riparazione della strada principale tra Holywell Cross e Stamford Hill, ritraendo 1/4d. da ogni carico di merci in vendita portato da cavalli e 1d. da ogni carico di carretto, tranne lana, pellami e vello (pelle con attaccata lana). Ipotizziamo che il citato Hugh Frenyngham debba aver fatto "la cresta", cioè trattenuto parte delle somme non spettantegli, visto che il 6 gennaio 1383, una Commissione fu incaricata di controllare il suo resoconto, per verificare se avesse destinato a suo uso parte delle somme incassate. Alla fine di tale secolo, nel 1394, dei terreni a Stamford Hill furono venduti in base ad un testamento di un Londinese. Localmente, dal XVI secolo, la sovracitata Ermine Street, una delle principali strade Romane, fu frequentamente in cattivo stato di manutenzione.

1.5 XV secolo

Durante questo secolo, l'unico riferimento che potrebbe riferirsi a quest'area che siamo riusciti ad individuare risale al Regno di Eduardo IV; nel "Calendar of Close Rolls" del 1476-1481, si legge "a Stamford Hill ed il resto all'Abate James Blackman, John Blackman".

1.6 Epoca Tudor (XVI-XVII secoli)

In base a testamento provato nel 1590, Edward Tursett (or Turfett) divise le sue tenute tra i suoi quattro figli, John, George, Edward, Stephen, che ricevettero terreni a Stamford Hill. Nel XVI secolo, localmente, la sovracitata Ermine Street, una delle importanti strade Romane, veniva denominata "London Way" o "High Street" e successivamente, da nord a sud, venne distinta in Stamford Hill, High Street, Stoke Newington Road. Nel 1570, sul lato occidentale dell'attuale Stoke Newington High Street (direzione nord-sud, a circa 1 miglio a sud dalla stazione di Stamford Hill), c'erano Commercianti e due Locande. Nel 1600, a Stamford Hill vi era una taverna dove si beveva vino. Il 1 dicembre del Quarantatreesimo Anno del Regno di Elisabetta I (1558-1603), nei "Middlesex Sessions Rolls", si riporta che una legge riporta che a Tottenham, allora nel Middlesex, il 20 settembre del Quarantaduesimo Anno del Regno di Elisabetta I, il Conte di Oxford con diversi suoi Servitori aveva bloccato un antico passaggio pedonale vicino a Stamford Hill, che conduceva da Tottenham alla Parish Church di Hackney, che veniva utilizzato da tempo immemorabile dai sudditi della Regina per raggiungere la citata Chiesa e Londra. Il 7 maggio 1603, James Charles Stuart, Re di Scozia come Giacomo IV dal 24 luglio 1567, incoronato a Westminster anche Re d'Inghilterra ed Irlanda, come Giacomo I, il 25 luglio 1603, con tutti i suoi affamati Cortigiani Scozzesi, fece la sua prima apparizione pubblica a cavallo e fu accolto a Stamford Hill dal Sindaco, Sir Robert Lee, dagli Assessori, dai Funzionari più importanti, dal Consigliio Comunale di Londra e dai 500 dei principali Cittadini, che indossavano vestiti di velluto e catene d'oro. Essi lo scortarono attraverso i campi di Islington sino alla Charterhouse. Passò lungo Upper Street, che, per poco tempo, fu nota come King Street. Dopo tale incontro, il Monarca ed il suo seguito si fermarono per far ristorare i cavalli nei pressi di una Taverna, all'incrocio tra la strada principale e Church Street; nel 1683, quando si chiamava "The Three Crowns", venne detta in precedenza chiamarsi "The Flower de Luce", anche se nel 1687, si disse che prima era detta "The Cock and Harp". Il riferimento al "Fiore della luce", ovviamente, era o si diceva essere stato, proprio Giacomo I, che aveva ricondotto ad unità le Tre Corone citate. Edward Walford scrisse che "Durante il Regno del Re Giacomo, era coronata da un boschetto di alberi, e il suo declivio orientale era eccessivamente coperto da sottobosco .... 'Uno splendido panorama, davvero! Beh, forse lo stesso Re Giacomo avrebbe potuto esclamare ... e guardando Londra per la prima volta dalla sua accessione al Trono d'Inghilterra - potrebbe benissimo aver esclamato con accenti entusiastici, mentre fissava la magnificenza della sua capitale, 'Finalmente il più prezioso gioiello della Corona di un Monarca è mio!' ". Nel 1611-1612, Sir William Terry (morto nel 1626), un Commerciante di tessuti di Londra, principalmente tassato per proprietà a Stoke Newington, lasciò le sue proprietà a suo figlio Thomas, che, nel 1639, ivi possedeva 65 acri. Nel 1648, Thomas vendette a Thomas Gower circa 60 acri, principalmente a nord di Church Street, tra il demanio e Stamford Hill. Dal "Toponimo", sapete che, il nome dell'area deriva dal guado sabbioso che consentiva di attraversare un affluente del Fiume Lea. Il guado del corso d'acqua locale venne superato successivamente costruendo dei ponti: nel 1675, qui c'era un ponte di legno, nel 1687, vi era un "grande ponte". Nel 1694, la presenza su Stamford Hill di terra idionea per la produzione di mattoni indusse Francis Tyssen ad affittare 21 acri al Fabbricante di mattoni Ralph Harwood. Tuttavia, la zona rimase molto rurale e Stamford Hill continuò ad essere un punto interessante grazie al suo isolamento ma alla relativa vicinanza a Londra. I primi edifici vennero realizzati essenzialmente all'incrocio tra Stamford Hill (strada con direzione nord-sud) e Church Street (direzione ovest-est), a 1,3 miglia a sud ella stazione di Stamford Hill.

1.7 XVIII secolo

I ricchi Mercanti della Metropoli rimasero incantati dalla bellezza rurale di Stamford Hill e fecero costruire lussuose ville incastonate in acri di campagna che circondavano Londra. Un dipinto, raffigura una bella villa bianca a tre piani, a margine di un viottolo, a Baileys Lane, ore Craven Park Road, costituisce un esempio delle ville che i ricchi residenti di Stamford Hill fecero costruire nel XVIII secolo. Nel 1706, gli spazi ancora liberi sul ciglio della strada furono affittati, quando nessun edificio doveva insistere nei pressi di una particolare casa esistente. Già avete letto del cattivo stato di manutenzione di Ermine Street (e delle sue successive parziali denominazioni); nel 1713, i problemi, includevano sabbie mobili a Kingsland e Stamford Hill, che richiedevano una grande quantità di ghiaia. Una delle numerose strisce di Stamford Hill comprendeva un cottage, accanto a una lunghezza di circa 150 piedi. subaffittata nel 1721 ad un Produttore di mattoni di Hoxton. Quando l'espansione edilizia avvenne lungo la strada principale, come estensione del Villaggio di Stoke Newington, lo stesso avvenne in cima a Stamford Hill. Un poco più a nord dell'incrocio con la strada che attraversava Clapton Common, un casello del pedaggio fu allestito in base ad una norma del 1713. Nel "Giornale della House of Lords", alla data "1738 DIE Veneris, 5 Maii" (venerdì 5 maggio 1738), è riportata una Petizione delle varie persone i cui nomi erano indicati, Abitanti e Parrocchiani delle varie Parishes di Saint Dunstan's Stebonheath, alias Stepney, Saint Paul's Shadwell e Saint Ann's Middlesex, per conto loro, e il resto degli abitanti e dei Parrocchiani delle dette Parishes; esponendo "Che, nel caso in cui il disegno di legge per riparare la strada dalla Chiesa di Shoreditch, attraverso Hackney, Stamford Hill e attraverso Cambridge Heath, oltre Bethnal Green, sino alla porta del pedaggio a Mile End, nella Contea di Middlesex, dovesse divenire legge così come è ora (ndr, cioè senza subire modifiche), i firmatari avrebbero potuto, in conseguenza di ciò, essere sottoposti a determinate imposizioni e doveri, che sarebbero stati un peso irragionevole e non necessario per loro.". Pertanto, supplicavanio la "House of Lords" a prendere in considerazione la questione, affinché potessero essere ascoltati contro il suddetto disegno di legge. Case signorili, non ancora occupate, esistevano nel 1740 sul lato orientale della strada principale, dove si trovava la Locanda Turnpike. denominata dal 1750. Nel 1745, la Mappa di John Roque mostra gli edifici che fiancheggiavano entrambi i lati della strada principale e sotto l'incrocio con Church Street. Il lato orientale della strada su Stamford Hill aveva edifici tra il Ponte di Stamford ai piedi e un punto quasi a metà strada rispetto a Clapton Common; essi comprendevano The Bird Cage, autorizzato nel 1732, nei pressi di un laghetto a forma di ferro di cavallo. Il lato occidentale aveva un edificio solitario quasi a metà del pendio, chiamato Panter's Farm nel 1765. Dal momento che sia The Bird Cage vicino al piede, che la Locanda Turnpik in cima, erano descritte come a Stamford Hill, sembra che Newington contenesse solo le case a sud del Ruscello. Negli anni '40 del XVIII secolo, una forca a Stamford Hill mostrava i resti di criminali giustiziati a Tyburn; nel 1765, Gibbet (Forca) Field giaceva a sud della strada d Clapton Common, dietro Cedar House. La già citata Mappa di John Roque del 1745 mostra un ponte, che rimpiazzò il guado, riferito come "Stamford Bridge". L'ubicazione elevata di Stamford Hill rese il sito sempre più desiderabile. Cedar House, a tre piani e con un portico, fu costruita nell'angolo meridionale della strada da Clapton Common, forse in base ad un contratto di locazione del 1760 al Produttore di mattoni Thomas Upsdell. La terra vicina fu affittata nel 1766; essa confinava con quattro nuove case, una di loro presumibilmente Cedar House e un'altra Warwick House. Verso il 1785, esse si ergevano solitarie, quando Turnpike (non è chiaro se il casello o la locanda) segnava la fine del gruppo più a nord, che conteneva due grandi case e cinque più piccole. Lo sviluppo denso avvenne ad est di Stoke Newington High Street. Nel 1765, il lato di Hackney aveva negozi per un Falegname, un Fabbro ed un Carradore (Artigiano che fa o ripara ruote di legno), 15 appartamenti a Webb's Yard di fronte a Church Street, ed una locanda oltre il Ruscello, The Weaver's Arms, autorizzato dal 1750. Dietro la facciata, un campo da bocce, affittato a William Webb, delimitava parte del Common. A sud, Henry Sanford, il Birraio, nel 1775, prese in affitto la terra lungo Sanford Lane, dove forse aveva già avuto una Birreria. Costruì, con le sue sole risorse, 29 piccole case che formavano Sanford Terrace e Place, che vennero vendute in base al suo testamento nel 1795. Verso il 1774, venne costruita la Cappella privata di St. Thomas Stamford Hill, nota anche come Stamford Hill Chapel, sul lato meridionale di Clapton Common, alla fine di Hill (poi Oldhill) Street, da John Devall per gli Affittuari e gli altri residenti di Stamford Hill. Venne distrutta dai bombardamenti tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruita con mattoni gialli da N. F. Cachemaille-Day. Nel 1798, Baden Powell (morto nel 1844) di Langton Green (Kent), ampliò la sua Tenuta a Stamford Hill;  

1.8 XIX secolo

Nel 1802, Ann, vedova di Henry Sanford di Stamford Hill, con testamento, lasciò parte del residuo del suo patrimonio personale in modo che fosse investito dal Ministro e dagli Amminstratori civili della Chiesa: dai dividendi sul valore di 2.364 sterline in azioni, 25 sterline all'anno sarebbero state date a cinque vedove e il resto distribuito ai poveri industriosi. Nel 1806, vennero fatti ulteriori contratti di fitto edilizi per il lato orientale di Stamford Hill, alcuni dei quali vennero subito assegnati a John Hindle. Nel 1821, Sanford Lane, che ospitava soprattutto Commercianti ed Operai, conduceva al superiore Sanford Place, che aveva alcuni occupanti Ebrei; vicoli e cortili affollati includevano Lawrence's Buildings a sud del viottolo e Bowling Green Street con le sue propaggini a nord. Altri edifici si raggruppavano attorno alla strada che portava al lato settentrionale del Common, dove c'erano molti Giardinieri. Il lato orientale della strada rimase commerciale oltre il Ponte di Stamford o Newington sino al Bird Cage, dietro la quale, nel 1821, vivevano circa 70 Operai o Commercianti. Nel 1829, Thomas Maughan costruì delle case bifamiliari fronteggianti  Stamford Hill, sebbene il suo progetto di realizzare delle case a schiera tra loro ed il Torrente Hackney venne impedito dalla progettazione di un ponte mal ideato. Delle case in cima a Stamford Hill, sul lato occidentale, possedevano terreni che si estendevano lungo la strada; i soli siti rimasti incontaminati erano sul lato orientale, dove presto venne costruito un bacino su un campo in seguito delimitato da Portland Avenue. John Field, Collettiere (Produttore di collari) di Stamford Hill, lasciò in eredità 1000 sterline per testamento provato nel 1828 al "vicario" ed agli Amministratori civili della Chiesa per il pane e il carbone per i poveri. Suo figlio Henry, anch'egli produttore di colletti di Stamford Hill, con testamento provato nel 1836, lasciò 250 sterline per lo stesso scopo. Importanti Ebrei vissero a Stamford Hill, sin dal tempo di Moses Vita Montefiore (morta nel 1789), la quale era qui nel 1763. Suo figlo Joseph (morto nel 1804) sposò Rachel Mocatta ed suo nipote Abraham Montefiore (morto nel 1824) sposò Henrietta, il cui padre, il finanziere Nathan Meyer Rothschild (morto nel 1836) visse dal 1818 al 1835 vicino al successivo Colberg Place. La proprietà dei Montefiore, un poco più a sud. venne trasformata dal nipote di Abraham, Claude Montefiore, in Montefiore House School. Con l'espansione edilizia, tali ricche Famiglie si trasferirono, tanto che, nel 1842, rimanevano poche delle ricche Famiglie Ebree che si erano stabilite in passato ad Hackney. Alcuni si trasferirono non per il nuovo fastidioso congestionamento urbanistico, ma semplicemente perché potevano permettersi di vivere più lontano. Nel 1850, tuttavia, quattro posti vennero elogiati per i loro giardini paesaggistici; essi includevano Lion House, con 20 acri ad ovest della vetta di Stamford Hill e Craven Lodge. Quest'ultima si trovava a Stamford Hill vicino all'estremità della tenuta di John Craven (morto nel 1836), che nel 1806 aveva recintato terreni non coltivati nei pressi del laghetto Mutton Pond ed ottenne in affitto terra sulo lato meridionale di Upper Clapton Road nel 1818. L'enorme cambiamento di Stamford Hill fu dovuto alla realizzazione di nuovi collegamenti di trasporto che resero fruibile l'area ai meno abbienti. Per i Banchieri ed i Commercianti, infatti, la mancanza di trasporto pubblico non costituiva un elemento dissuaente, visto che disponevano delle loro carrozze. Tuttavia, le spese per mantenere un cavallo ed una carrozza corrispondevano a mantenere oggi un elicottero, per cui, l'area era riservata ai più ricchi. Nel 1826, il Ponte sull'affluente locale del Fiume Lea era chiamato "Newington Bridge", era un ponte di mattoni con due archi ampio circa 40 piedi, costruito e realizzato dagli Amministratori della Porta del pedaggio a spese della Contea. Nel 1830, un proprietario terriero che aveva progettato di costruire lungo Stamford Hill, avanzò una petizione affinché il ponte venisse ampliato dal lato di Stoke Newington, dove i muri perimetrali si estendevano pericolosamente sulla strada. Vi furono discussioni in merito a chi si sarebbe dovuto fare carico della spesa dell'allargamento, ed è probabile, che non venne fatto. Il Ruscello fu interrato nel 1850 (e nel 1910, nell'operare degli scavi, venne individuato il vecchio Ponte). Nel 1864, venne introdotto il servizio di autobus da Tottenham a Bishopsgate, il che consentì ad aspiranti Impiegati della classe media, pur non possedendo una carrozza, di poter spendere la somma relativamente alta di 6 pence per viaggio. Tra circa il 1830 ed il 1870, vennero costruiti soprattutto locali commerciali lungo High Street ed un poco sulla parte orientale di Stamford Hill ed alle grandi case più a nord. I terreni ad est di High Street e Stoke Newington Common e su entrambi i lati di Stamford Hill acquisirono maggiore valore dal 1872, a seguito dell'apertura della linea tramviaria e del ramo di Enfield della Great Eastern Railway con la stazione di Stoke Newington che rimpiazzò Ibston Lodge vicino ai piedi della colina e la stazione di Stamford Hill ad ovest della cima della collina. L'apertura della stazione ferroviaria e l'introduzione dei tram fornirono un trasporto più economico, in modo che anche quelli con mezzi più modesti potettero finalmente andare a vivere a Stamford Hill. I dati del censimento indicano, infatti, che i residenti Vittoriani di Stamford Hill avevano un lavoro regolare, o che svolgevano un'attività autonoma, o come William Smallshaw, che vendeva mobili antich, o lavoravano come Impiegati a Londra. La maggior parte delle famiglie era abbastanza ricca da assumere almeno un domestico. Coloro che aspiravano a vivere a Stamford Hill, ma non potevano permettersi la propria casa, potevano vivere in un condominio appositamente costruito, come la Allen Estate (all'angolo tra Bethune Road e Manor Road) costruito da Matthew Allen nel 1874 e fu il primo del suo genere ad essere progettato per i residenti della classe media in tutta l'Inghilterra. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Stamford Hill, allora nel Middlesex, come segue: "a chapelry in Hackney-St. John parish, Middlesex; on Ermine-street, around Upper Clapton, near the North London and the Great Eastern railways, 3½ miles NNE of St. Paul's, London. It was constituted in 1828; it has a post-office of Upper Clapton under London, NE; and it abounds with villas, and is a rich and healthy metropolitan suburb. Pop. in 1851, 5,483. Houses, 999. The living is a p. curacy in the diocese of London. Value, £207. Patron, the Rector of Hackney-St. John. The church was built in 1850, at a cost of £8,700.". Nel 1878, Edward Walford scriveva: ".... Stamford Hill, una dolce eminenza sulla strada principale .... Entrambi i lati della strada, mentre risaliamo la collina, sono occupati da file di case e ville indipendenti, molte delle quali hanno un carattere elegante.". A Stamford Hill, negozi ed un pub vennero costruiti vicino alla stazione nel 1877 ed a sud di Grove Lane nel 1889; officine furono autorizzate sul retro nel 1888 e nel 1893. Case a schiera si estesere verso nord attraverso il pendio nel triangolo formato dalle strade Stamford Hill, Cazenove Road ed Upper Clapton Road. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Stamford Hill come segue: "eccl. dist. (ry. sta. South Tottenham and Stamford Hill), Hackney par. and bor., Middlesex, in N. of London, pop. 6726; the sta. is between Crouch Hill and Tottenham.". La terra dietro il fronte occidentale di Stamford Hill, divisa dalla Great Eastern Railway, venne edificata allo stesso modo (di sopra). Thomas James costruì case importanti ad Amhurst Park (a volte chiamato Amhurst Park Road, nelle immediate prossimità della stazione di Stamford Hill, verso ovest) dal 1882 e 50 case più piccole a Bergholt Crescent e Cranwich Road (in prossimità della stazione di Stamford Hill, verso ovest) nel 1886. I Costruttori compresero W. J. e F. Collins in West Bank (immediatamente a sud della stazione di Stamford Hill) ed in Dunsmure Road (a 0,4 miglia a sud della stazione di Stamford Hill), con negozi, dal 1884, William Garside in Dunsmure Road dal 1885, William Osment intorno a Linthorpe Road (a 0,3 miglia a sud della stazione di Stamford Hill) dal 1891 e Withers and Dabbs. Diverse case, in particolare ad Amhurst Park, furono sub-affittate a o costruite da Charles, Horace o Chester Cheston, della Famiglia del Maggiordomo del Manor. Nel 1894, esistevano tutti i viali moderni, tranne a sud di Dunsmure Road e tra quella strada e Linthorpe Road, dove i giardini sopravvivevano dietro le vecchie ville. Nuove case si affacciavano sulla collina più in alto, insieme alla Scuola per ragazze Skinners del 1890. Nel 1871, un proprietario di giornale viveva in Stamford House (al numero 191 di High Street, ed a Stamford Hill vivevano un Produttore di seta e diversi Pensionati con domestici. Nel 1885, la L.G.O.C. aveva 17 autobus a Stoke Newington, ognuno dei quali effettuava cinque viaggi al giorno da Stamford Hill alla stazione di Victoria passando per Church Street, Albion Road ed Essex Road; il numero era raddoppiato nel 1889 e aveva raggiunto 280 viaggi a tratta nel 1893. Nel 1895, i veicoli della L.G.O.C. effettuavano 160 viaggi di andata e ritorno da Stamford Hill su Church Street e Albion Road verso Victoria e 198 viaggi da Stamford Hill a London Bridge lungo Ermine Street. Alla fine del XIX secolo, Stanford Hill era un vivace sobborgo londinese che vantava un interscambio di tram, una stazione ferroviaria, una stazione della metropolitana, strade piene di file di case a schiera. Il primo segno di cambiamento fu la costruzione di grandi case georgiane come quelle su Clapton Common, costruite negli anni '80 del XVIII secolo. Queste nuove case erano di proprietà di Banchieri ed Agenti di borsa, come Goldsmid, ed i già citati Montefiore e Rothschild, molti dei quali erano Famiglie Ebree fuggite dall'Europa Orientale per evitare persecuzioni religiose.

1.9 XX secolo

Nel 1900, venne eletto per la prima volta il Consiglio Metropolitano di Hackney, formato da un Sindaco, 10 Assessori e 60 Consiglieri, che rappresentavano gli 8 Distretti, che rimasero invariati sino al 1936: Stamford Hill, Clapton Park, Homerton, Downs, Kingsland, Hackney, South Hackney, West Hackney. Al principio del XX secolo, al numero di 23 di Clapton Common (più o meno equidistante dalle stazion di Stamford Hill, Stoke Newington, Clapton), visse un particolare residente, Jack, un tigrotto, nel 1900 di proprietà di un Chirurgo chiamato Dottor Buck; portato in Inghilterra come cucciolo, Jack fu trasferito nello zoo di Londra una volta divenuto adulto. Nel 1903, quando le proprietà vennero ipotecate e dopo che l'espansione edilizia si era estesa su gran parte dei terreni agricoli, la Tyssen Estate (nel 1809-1810 stimata circa 599 acri) era formata da blocchi di proprietà privata a Stamford Hill, dove pochi lotti in affitto erano sparpagliati, ad Upper Clapton, vicino al Fiume Lea, a nord del Ponte sul Lea, ed a Shacklewell. I negozi della "buona classe media" continuavano lungo la strada principale su Stamford Hill sino a Grove Lane, oltre la quale si estendevano le ville nei loro giardini. Case a schiera insignificanti, principalmente di mattoni rossi, riempivano la maggior parte dello spazio dietro entrambe le facciate. L'ultima propaggine della collina, Holmleigh (originariamente Homeleigh) Road (a 0,5 miglia a sud della stazione di Stamford Hill), fu così chiamata dal 1903. Verso il 1905-1906, furono costruiti due edifici di appartamenti di quattro piani, Stamford Hill Mansions, agli angoli con Stamford Hill, con appartamenti meno imponenti chiamati Carlton Mansions in Holmleigh Road stessa. Sulla vetta, Cedar House fu demolita nel 1908 e la serie di negozi creò un nuovo centro, all'incrocio formato da Amhurst Park e Clapton Common. Tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo, molti Ebrei che vivevano nelle parti più povere della zona orientale di Londra, come Stepney, cominciarono a considerare la ricca Stamford Hill, dove iniziarono a trasferirsi, nel caso le loro finanze lo avessero permesso. Nel 1915, la Nuova Sinagoga fu trasferita a Stamford Hill in risposta alla crescente popolazione Ebraica. Con la reputazione di Stamford Hill come luogo sicuro ed accogliente per la comunità Ebraica, molti Ebrei fuggiti dalle persecuzioni dalla Germania nazista e dai Londinesi Ebrei che si erano trasferiti dopo la Seconda Guerra Mondiale, scelsero di stabilirsi a Stamford Hill. A differenza delle altre parti di Hackney, molte delle proprietà di Stamford Hill vennero costruite prima della Seconda Guerra Mondiale: infatti, nel periodo 1918-1939, cambiamenti sorprendenti si verificarono lungo Stamford Hill. Il numero 122, a nord di Portland Avenue, lasciò il posto a Portland Mansions nel 1930-1931. A sud di Portland Avenue, 11 acri e mezzo furono acquistati per Stamford Hill Estate del Consiglio della Contea di Londra per 516 appartamenti in blocchi da quattro a sei piani costruiti nel 1931-1932 e dal 1936. Di fronte all'estremità meridionale, simili blocchi neo-Georgiani vennero costruiti da Charles Joseph per Guinness Trust nel 1933-1934. Un garage commerciale si trovava immediatamente a nord, dal 1930 la stazione di Grey Green Coaches si trovava più a sud. Il centro commerciale in cima alla collina assunse un aspetto più moderno con l'apertura del Cinema Regent (successivamente Odeon) ed una serie adiacente. Appartamenti a Regent Court (oltre negozi) e Stamford Lodge furono costruiti ad Amhurst Park, così come Cambridge Court nel 1938-1939 oltre la stazione ferroviaria. Nel frattempo l'immigrazione Ebraica, determinò la conversione di molte case in Istituzioni o al loro uso da parte di uomini professionisti, in particolare Medici e Dentisti. Tanto era aumentato il numero di Ebrei nell'area che, nel 1931, sia il Rettore di Hackney che il vicario di St. Thomas Stamford Hill, dichiararono che era probabile che i residenti danarosi fossero Ebrei. Sia Stamford Hill che Stoke Newington furono risparmiati da gran parte dei danni provocati dalle bombe che colpirono il resto di Hackney, visto che solo 246 case furono distrutte e dovettero essere demolite, rispetto alle 2.490 case bombardate ad Hackney e 2.955 bombardate a Shoreditch. Le strade più colpite furono Ravensdale Road, Egerton Road, Darenth Road, Kyverdale Road, Dunsmure Road, come pure il lato di Clapton Common. Cambiamenti frammentari continuarono dopo il 1945, comportando la chiusura o l'ampliamento delle Istituzioni e la fornitura di più appartamenti. Oltre l'incrocio, dove Stamford Hill si tuffava verso il Tottenham, i quattro piani di Hillside Estate del Consiglio della Contea di Londra furono costruiti nel 1951. Gran parte di Amhurst Park ad ovest della stazione fu ricostruito, con appartamenti a quattro e cinque piani vicino da Samuel Lewis Trust, in scala con Cambridge Court, nel 1953-1954 e, tra loro, i blocchi di Joseph Court del Consiglio della Contea di Londra nel 1962-1963. Goodrich House fu costruita più a ovest nel 1964-1965 e Stanton Court nel 1979-1980. Gli investimenti Ebraici erano più visibili a Lubavitch House, nella parte superiore di Stamford Hill, progettata da David Stern e aperta in due fasi nel 1968 e nel 1974. Più giù, la strada perse il suo principale punto di riferimento quando, nel 1966, la Chiesa Congregazionalista fece posto a una Biblioteca. Montefiore Court ha sostituito l'ex Scuola Ebraica al numero 69 con appartamenti tra quelli di Stamford Hill Mansions e la fiducia dei Guinness Trust nel 1973-1974. Ai piedi della collina, Ockway House fornì uffici dal 1964 e ospitava la Direzione dell'Istruzione di Hackney nel 1992. Negli anni '80, il Cinema Oden venne rimpiazzato da un supermercato di mattoni rossi e dei locali ai piedi di Stamford Hill.

1.10 XIX secolo

Oggi, Stamford Hill ospita la più vasta comunità Chassidica d' Europa, a dimostrazione della pluralità dell'area e del fatto che la diversità per la quale Hackney è famoso, si trova anche a Stamford Hill. Abbiamo accennato nella sintesi iniziale di problemi di convivenza con altre comunità insediate nell'area: nel settembre 2014, le Autorità di Hackney dovettero ordinare la rimozione di manifesti in Ebraico ed in Inglese che indicavano alle donne da quale lato della strada dovevano camminare, anche se, sembra, che il problema fu in parte causato da un malinteso. Tra le altre Minoranze etniche, si segnalano gli Africani di colore, i Caraibici di colore, i Turchi ed i Curdi.

Hackney - Visita guidata

La stazione di Stamford Hill

La stazione di Stamford Hill

Hamhust Park (a destra della stazione)

Hamhust Park (a destra della stazione)

Hamhust Park (a sinistra della stazione)

Hamhust Park (a sinistra della stazione)

L'incrocio tra Amhurst Park e Stamford Hill

L'incrocio tra Amhurst Park e Stamford Hill

Tipici edifici a due piani con negozi a livello stradale

Tipici edifici a due piani con negozi a livello stradale

La foto mostra la vastità degli spazi in quest'area

La foto mostra la vastità degli spazi in quest'area

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it