www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

West Drayton

Sintesi

West Drayton è una stazione ferroviaria che si trova non lontano dal confini occidentale di Londra col Buckinghamshire. Oltre a servire West Drayton, a sud della stazione, serve anche Yiewsley, a nord della stazione. Entrambe le urbanizzazioni, prima del confine citato sono tagliate da nord a sud da due corsi d'acqua, rispettivamente il Fiume Colne ed il Fiume Frays. Pertanto, questa pagina web è dedicata prima a West Drayton e dopo a Yiewsley.

Distanza dal centro: 16,5 miglia.

Attrattiva: scarsa, sebbene l'area appaia migliore di tante altre zone suburbani simili. In più chiari termini, abbiamo visto di molto peggio ....

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in Station Approach, nelle immediate vicinanze (verso nord) del Grand Union Canal Walk. Proseguite diritto sino a raggiungere la strada principale, High Street. Siete a nord rispetto alla linea ferrata, cosa che notate, visto che in prossimità vedete il ponte ferroviario: tutta la zona fa parte di Yiewsley. Proseguite lungo la strada principale, passando sopra al citato Gran Union Canal, circondato da moderni edifici, ed in cui vedete anche delle caratteristiche colorate barchette. Continuate lungo la medesima strada, osservando alcuni negozi che riportano nel nome, ovviamente, anche "Yiewsley", raggiungendo la Chiesa di St. Matthew, vicino alla quale vedete il Monumento ai Caduti. Poiche la strada prosegue per molto, potete sostare nei suoi paraggi nello spazio verde Yiewsley Recreation Ground, o acculturarvi Yiewsley Library (Biblioteca), mentre se avete voglia di camminare, andando verso ovest, raggiungete nuovamente il Canale, ed oltrepassandolo, il Fiume Fray. Tornati al punto di partenza, passando sotto al Ponte ferroviario, la strada cambia nome, diventando Station Road, facendovi entrare in West Drayton, come leggete su un cartello di benvenuto. Qui, trovate il solito contesto suburbano, con cassette e negozi a livello stradale.

a. Toponimo

Il nome dell'area ricorre per la prima volta nel 924-939 (sembra 939), come "Drægtun", riportato in un documento del XIII secolo, da cui risulta che il Re Æthelstan conferma privilegi al Monastero di San Paolo Apostolo di Londra e 10 unità (mansae) a Sandon con Rothe (Roe Green in Sandon), 8 ad Ardeley con Luffenhall (Hertforshire), 10 a Belchamp St Pauls con Wickham St Pauls, 8 ad Heybridge, 12 a Runwell, 30 a Sokens (Essex), 10 a West Drayton (Middlesex), 8 a Barnes (Surrey), 10 a Neasden con Willesden (Middlesex). Il testo è fortemente criticato, essendo ritenuto "dubbio", "falso",  "lavoro dello stesso falsario" di altri documenti medioevali, "autenticità dubbia", "falsificato", "San Paolo e Chertsey devono essersi uniti per produrre documenti falsi", "forse falsificato presso San Paolo sulla base di un diploma del 961-971". Il testo è in Latino (abbiamo evidenziato in neretto le parti che riteniamo significative): "In nomine domini nostri Iesu Christi salvatoris. Ea que secundum legem salubriter diffiniuntur, licet solus sermo sufficeret, tamen pro euitanda futuri temporis ambiguitate fidelissimis scripturis et documentis sunt commendanda. Quamobrem ego Æthelstanus rex Anglorum pro eterne retributionis spe et relaxatione peccaminum meorum ad laudem domini nominis et ad honorem sancti Pauli apostoli et gentium doctoris regali auctoritate renouaui atque restuaraui libertatem ad monasterium ipsius statutum in Lundonia ciuitate, ubi diu sanctus Erkenwaldus episcopatum tenuit, qui etiam propensius in monasterii studens proficuo illud priuilegium quod hactenus in prefato habetur monasterio in Romulea urbe petebat aliaque quamplurima priuilegia que nostri antecessores pro redemptione animarum suarum et pro celestis regni desiderio constituerunt in illo monasterio scripta continentur. Hec est interim illa libertas quam ut perpetualiter in sepedicto monasterio permaneat animo libenti constituo, id est .x. mansas ad Sandonam cum Ro∂e, et .viii. ad Eardeleage cum Luffenhe∂e, et .x. ad Bylcham cum Wicham, et .viii. ad Tidwolditun, et .xii. ad Runweolla, et .xxx. ad Eadulfes næsa, et .x. ad Drægtun, et .viii. ad Berne, et .x. ad Neosdune cum Willesdune. Hanc ergo libertatem, pro petitione et admonitione uenerabilis episcopi Theodorici qui tunc temporis eidem monasterio prefuit, placabili mentis deuotione dictare, scribere, commendare procuraui. Si quis uero quod non optamus huius decreti aduersitatem infringere temptauerit aut aliter quam a nobis statutum estb mutare presumpserit, sit a consortio Domini nostri Iesu Christi segregatus et cum lupis rapacibus ponatur, et eius ligaturis se constrictum sciat cui Christus claues celestis regni commendans ait, Tu es Petrus et super hanc petram edificabo ecclesiam meam et tibi dabo claues regni celorum, et quodcunque ligaueris super terram erit ligatum et in celis, et quodcunque solueris super terram erit solutum et in celis. Denique adhuc pro ampliori firmitatis testamento omnimodo precipimus . atque precipiendo obsecramus ut maneat ista libertas insolubiliter ab omni seculari seruitio cum omnibus per circuitum ad se rite pertinentibus, campis, pratis, pascuis, siluis, riuulis, tribus exceptis, expeditione, pontis arcisque constructione, et exercitu. Idcirco uero huius donationis munificentiam tam firmiter atque inmobiliter imperamus quia pro hoc a domino celeste beatitudinem accipere speramus, illo annuente cui est honor et potestas et imperium per infinita secula seculorum. Deinde huius decreti consentiens testis fuit Adelgarus archipræsul et Oskytel metropolitanus Eboracensis ecclesie, et Ælfstanus Londoniensis episcopus, et A∂ulf Herefordensis basilice episcopus, et Ælfere dux, et Brihtno∂ dux, et Ælfric abbas, et Ælfstan abbas, et alii multi.".

Data l'assoluta incertezza in merito all'originalità del primo documento di cui sopra, anzi, data per scontata la sua falsità, il secondo riferimento in ordine di tempo al nome dell'area ricorre verso l'anno 1000 come "(di) Drægtune" in un elenco dei contributi degli uomini necessari per equipaggiare una nave da Tenute appartenenti al Vescovato di Londra, da cui risulta che il contributo di Drayton fu pari ad un solo uomo: "Il testo è in Sassone: "[S]cipmen . Of Ticc .iiii. Of Tillingaham .ii. Of Dunmæwan . 7 of Tollesfuntan .i. Of Næsingstoce . 7 of Neosdune .iiii. Of Hinawicun . 7 of Tollandune .ii. Of Gnutungadene . 7 of Bræmbelege .i. Of Þottanheale .i. Of Clopham .ii. Of Bærnun . 7 of Ceswican . i. Of Drægtune .i. Of Caddandune .i. Of Sandune .i. Of Ceaddingtune .i. Of Fullanhamme .v. Of Forþtune .iii. Of Stybbanhyþe . 7 of Gislandune .ii. Of Orseaþun .i. Of Ligeandune .i. Of Seopinglande . 7 of þam westrum Orseaþum .i. Of Bylcham .i. Of Coppanforda 7 Holande .i. Of Suðmynster .v. Of Claccingtune .ii. Of Hæþlege . 7 of Codanham .i.".

Successivamente, si legge "Draitone" (1086, Domesday Book, v. parte storica), "Draytone" (1086-1600), "Dreygton" (1274), "Dreyton" (1314, 1316, 1326), "Dratton" (1322), "Westdrayton" (1465), "Draighton" (1572), "Dreaton" (1684), "Drayton Mill" (1686). In merito al significato del termine, relativamente alla seconda parte "Drayton", si tratta di una parola composta formata dalle parole dell'Old English "Dræg" (trasporto di imbarcazioni o carichi su terreni tra due corpi d'acqua o slitta/carretto, trascinare, scivolo, strisciare) + "Tūn" (recinzione, cascina, villaggio, tenuta), per cui, si traduce, alternativamente, come "Fattoria/Insediamento in corrispondenza di/in prossimità di un luogo di trasporto o di un pendio per il trascinamento di carichi", oppure "Fattoria/Insediamento in cui sono utilizzati carretti o slitte". La traduzione si capisce considerando che le origini di Drayton, come punto di trascinamento o trasporto di carichi attraverso il terreno paludoso da e verso il Fiume Colne, risalgono almeno al X secolo ed il citato Colne è noto per essere stato utilizzato come via d'acqua sino a Drayton sino al XVI secolo. Relativamente a "West", che precede il nome, serve a distinguere questo sito dall'omonimo Drayton Green ad Ealing, e si capisce agevolmente, dato che si trova ad ovest (west) di quest'ultimo.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia di West Drayton sono fornite da Marion Gibbs in "Early Charters Of The Cathedral Church" (of St. Paul) (1639), pagine xx, xxii-xxiii; da James Thorne in "Handbook to the environs of London, alphabetically arranged" (1876); da Walter de Gray Birch in "Cartularium saxonicum: a collection of charters relating to Anglo-Saxon history" (1885); da C. E. Vulliamy in "The archaeology of Middlesex and London" (1930); da J. E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); da S. A. J. McVeigh in "West Drayton Past and Present (1950); si leggono in "A History of the County of Middlesex: Volume 3, Shepperton, Staines, Stanwell, Sunbury, Teddington, Heston and Isleworth, Twickenham, Cowley, Cranford, West Drayton, Greenford, Hanwell, Harefield and Harlington" (1962), alle voci "The hundred of Elthorne" (pagine 167-169), "West Drayton: Introduction" (pagine 187-191), "West Drayton: Manors" (pagine 191-195), "West Drayton: Other estates" (pagine 195-196), "West Drayton: Mills" (pagina 196), "West Drayton: Economic and social history" (pagine 196-200), "West Drayton: Local government" (pagine 200-202), "West Drayton: Church" (pagine 202-204), "West Drayton: Roman catholicism and old catholics" (pagine 204-205); sono fornite da A. J. McVeigh in "Drayton of the Pagets" (1970); da Diane K. Bolton - H. P. F. King - Gillian Wyld - D. C. Yaxley in "A History of the County of Middlesex: Volume 4, Harmondsworth, Hayes, Norwood With Southall, Hillingdon With Uxbridge, Ickenham, Northolt, Perivale, Ruislip, Edgware, Harrow With Pinner" (1971), alla voce "The hundred of Elthorne (continued)", pagina 1; da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011): in "Chelles, Seine-et-Marne" e "Le Moustier" (Wikipedia), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: James Skinner "West Drayton and Yiewsley" (2003).

Eventi storici di rilievo

Per agevolare la lettura, distinguiamo la trattazione in paragrafi:

a.1 Preistoria

Strumenti Paleolitici della tipologia di Chelles (sobborgo orientale di Parigi, nel Dipartimento della "Seine-et-Marne", nella Regione "Île-de-France", a 18 chilometri dal centro di Parigi, dove l'Antropologo Louis Laurent Gabriel de Mortillet rinvenne casualmente dei manufatti Paleolitici) e di Le Moustier (Peyzac-le-Moustier, un Villaggio Francese della Dordogna, dove l'Inglese Henry Christy ed il Francese Édouard Lartet scoprirono un sito archeologico, costituito da due rifugi rocciosi e noto per un cranio fossilizzato della specie Homo Neanderthalensis) vennero rinvenuti nei letti di ghiaia locali, ma la possibilità di spostamenti via acqua (fiume) rende ciò una prova incerta per un insediamento Preistorico.

a.2 Sassoni

Dal "Toponimo", sapete del legame tra "Drægtun" ed il Fiume Colne sin dalle origini del Villaggio, in Epoca Sassone.

a. 3 Normanni

Nel 1086, il Domesday Book non attribuì il Manor di Drayton (come pure quello di Hayes) ad una particolare Hundred (unità amministrativa), ma essendo entrambi circondati da altre Parishes della Hundred di Elthorne, quasi certamente possono essere assegnati, alla data citata, ad Elthorne, nella Contea del Middlesex. L'Indagine Normanna riporta per "Draitone" una popolazione totale di 17 nuclei familiari (dato medio), di cui 7 nel Villaggio, 7 di piccoli proprietari e 2 nei cottages. Vi erano 10 unità tassabili (dato ampio), terreni per 6 aratri, con 1 gruppo di lavoro del Lord e 5 di uomini liberi, prati per 1 aratro, 1 mulino (in epoca successiva appare aver occupato approssimativamente il medesimo sito, a breve distanza a monte da Drayton Point, alla confluenza del Torrente Drayton col Torernte Cowley o Fiume Frays, posizione confermata da mappe del 1645 e 1694). Il valore per il Lord era 8 sterline (1066), 6 sterline (circa 1070 e 1086). Nel 1066, il Lord del Manor erano i Canonici di San Paolo di Londra, che lo erano ancora nel 1086, quando erano anche "Tenant-in-chief".

a.4 XII secolo

Nel 1181, vi è la prima citazione della Chiesa, quando viene descritta come soggetta alla Signoria del Capitolo di San Paolo (in dominio canonicorum) ed il Prete officiante possedeva 22 acri di terreno coltivabile in un campo, una casa e un 1/3 della decima. Nel medesimo anno, un Agricoltore del Manor di West Drayton pagò 1 marco al Capitolo per la coltivazione di 2/3 della decima.

a.5 XIII secolo

Due indagini di questo secolo sembrano indicare una rapida crescita della popolazione. Infatti, mentre nel 1222, sono registrati 40 Affittuari del Manor, nel 1297, erano cresciuti a 5 proprietari e 62 Affittuari. Nel 1222, a West Drayton, l'unità sembra corrispondere a 64 acri. La prima indagine dettagliata superstite venne proprio fatta in tale anno, quando esistevano 130 acri di terra coltivabile, 16 acri di prato ed 8 acri di pascolo in possesso esclusivo. Il bestiame comprendeva 50 pecore, 5 mucche, 1 toro, 12 maiali, 1 cinghiale. Le terre coltivabile potevano essere lavorate da un aratro con un gruppo di otto persone, con l'aiuto dei servizi consuetudinari. Dei 29 Affittuari del demanio, 23 pagavano solo l'affitto per i loro possedimenti, mentre 6 oltre all'affitto rendevano dei servizi; il servizio tipico consisteva nella prestazione di una giornata di lavoro alla settimana, per la quale l'Affittuario riceveva 8 fasci di grano ogni anno; 24 Affittuari, di cui 14 erano anche "Affittuari demaniali", possedevano terre "d'assise", per le quali pagavano l'affitto e rendevano servizi fornendo un uomo per battere, zappare e lavorare la fienagione ed il raccolto. C'erano anche servizi gratuiti del raccolto in cui era richiesta la presenza di tutte le mani. Tutti gli Affittuari che possedevano più di 8 acri, come tutti quelli elencati, dovevano, inoltre, fornire un uomo con falcetto alla falciatura ed aiutare a portare i due annuali "firme" a San Paolo. Nel 1258, la Chiesa venne assegnata per il sostentamento delle luci di San Paolo. Nel 1274, a Drayton, c'era una Taverna. Nel 1297, gli Affittuari ricevettero un'indennità di grano dal Contadino del Manor in cambio del loro aiuto con 25 carichi della "firma". A quel tempo, c'erano 144 acri e mezzo di terreno coltivabile e 21 acri di prati, 22 acri di pascolo per sostentare un parco-bestiame di 14 bovini, 6 buoi, 8 cavalli da tiro (stotti) e 50 pecore. Il Contadino citato aveva anche un pascolo nella brughiera comune per 8 maiali. Quarantaquattro acri di terra coltivabile erano incolti, e il resto era seminato in due volte, con 36 acri di grano e 10 di segale in una volta, e 46 acri di avena, 7 di orzo e 2 acri e mezzo di piselli e fagioli nell'altra (un confronto con un elenco di bestiame prodotto nel 1540 mostra che in seguito furono seminati 63 acri e mezzo con orzo ed avena e 39 acri con grano, un aumento dell'importanza delle colture primaverili). Nel 1297, in occasione di una verifica della Chiesa, si riscontrò che si trovava in condizioni disastrose, ma, nonostante ciò, adeguatamente, sebbene non riccamente, fornita dei mezzi di adorazione. La maggior parte dell'altare ed altri vasi rituali erano di metallo, vetro o legno, ed apparentemente c'era solo un pezzo di lastra di valore, una pissina smaltata con una catena d'argento. C'erano quattro altari, due non consacrati. La Chiesa possedeva un certo numero di quadri (ymagines) della croce, e della Vergine e vari altri Santi, una croce di legno portatile, con immagini di San Martino e Santa Caterina, per le processioni. Il Presbiterio conteneva una piccola biblioteca di libri liturgici. Il Fiume Colne ha diversi rami. Nel XIII secolo, il Tribunale di Harmondsworth pagava a quello di West Drayton un canone per attingere acqua da uno di tali rami. Alla fine del XIII secolo, il Decano ed il Capitolo di San Paolo rivendicarono varie libertà nel loro Manor di West Drayton.

a.6 XIV secolo

In una contabilità della Camera del Capitolo stilata verso il 1300, due somme separate di 13s. 4d. e £ 4 6s. 8d. sono note come derivanti dalla Chiesa. Verso il 1335, per un'adunata, West Drayton avrebbe dovuto contribuire con 40 Uomini a piedi sotto due Ufficiali, o circa 1/25 del totale delle Forze della Contea del Middlesex. Nel 1373, il Vescovo di Londra invocò aiuti secolari contro il Vicario di Drayton, che era stato scomunicato con un certo numero di altri membri del Clero. Tale Vicario è probabilmente identificabile con un Nicholas di Drayton che venne riconosciuto colpevole di aver pubblicato articoli eretici nello stesso periodo.  

a.7 XV secolo

L'attraversamento del Fiume Colne veniva effettuato sfruttando un guado o percorrendo un ponte, che esisteva nel XV secolo. "The Frays", in Money Lane, è una casa di legno del XV secolo ed è rivestita da mattoni, essendo formata da un blocco di ingresso ed un'ala a capanna.

a.8 XVI secolo

Le prime indagini dettagliate ed esaustive di West Drayton risalgono al XVI secolo. A quel tempo, la Parish comprendeva tre zone chiaramente distinte, che andavano da nord a sud, probabilmente uno schema delineato nei suoi caratteri essenziali dal XIII secolo (e che sopravvisse intatto sino al principio del XIX secolo, quando vennero recintati tutti i campi aperti ed i terreni comuni, venendo alla fine "oscurato" dallo sviluppo edilizio del XX secolo):

Nel 1521, esisteva ancora il bosco, abbattuto entro il 1587. Comparando i dati statistici del XIII secolo e del XIV secolo, al fine di stimare la crescita della popolazione, si possono considerare i 57 abitanti del Borgo raccolti da William Paget verso il 1544, prima di unirsi alla spedizione di Calais. Nel 1547, nella Parish, vi erano 130 persone "sotto un tetto". Nel 1557, il Villaggio aveva già assunto la forma approssimativa che l'avrebbe caratterizzato al principio del XIX secolo, quando furono create le prime mappe dettagliate, con case e cottages raggruppati intorno a Town Street, dove ora sorge lo spazio verde (Green) e Mill Lane (ora Money Lane). In precedenza, Mill Road era chiamata Iver Road. Tra gli edifici del XVI secolo ancora superstiti, vanno ricordati "Old Meadows" in Mill Road, una costruzione di pannelli di legno e mattoni rustici, edificio identificato con "Palmers", una Casa costruita prima del 1540 (e detta restaurata verso il 1908 da Havelock Ellis, dopo essere stata utilizzata, per qualche tempo, come cottage per lavoratori agricoli) e "The Old Shop" all'angolo nord-orientale dello spazio verde (Green). Anche un'ala di Avenue House, nei pressi del citato spazio verde, risale al XVI secolo (sebbene la parte principale della casa sia del XVIII secolo). Vi sono elementi che qualificano il XVI secolo come periodo di espansione per il Villaggio: verso il 1517, nelle transazioni del Tribunale del Manor, sono citati "New Field" (Nuovo Campo) e "New Row" (Nuova Fila), mentre il numero di Affittuari del Manor passò dai 33 nel 1549 ai 50 nel 1557, ai 54 nel 1587, mentre il numero di proprietari diminuì di soli tre nello stesso periodo. Le richieste di acqua dal Fiume Colne avanzate dai proprietari dei vari flussi naturali ed artificiali in cui era dispersa la sua porzione inferiore riguardarono il tratto di Drayton con un'importanza più che locale. Già nel 1578, sono documentati lavori per aumentare il flusso nel Canale orientale a Drayton Point, e quindi, nel Ruscello Stanwell e nel Fiume Isleworth Mill (successivamente, Fiume del Duca del Northumberland). Le riparazioni di "High Bridge", che attraversava il Fiume Colne, e di "Oxney Bridge", che conduceva nella brughiera a nord del Mulino (Drayton Mill), competevano nel XVI secolo al Lord del Manor. Nel 1587, "High Bridge" poteva essere attraversato soltanto da uomini a cavallo e pedoni, anche se esisteva un altro ponte nei paraggi per il passaggio di cavalli e carri, sebbene fosse in rovina.

a.9 XVII secolo

Lo stesso "High Bridge" venne lasciato andare in rovina al principio del XVII secolo, in seguito ad una disputa tra il Lord del Manor ed i suoi Affittuari relativa alla responsabilità per la sua riparazione. La controversia venne risolta solo da una sentenza del 1617, che rese gli Affittuari responsabili della prestazione della manodopera ed il Lord del Manor della fornitura di legname. Inoltre, nel XVII secolo, gli Affittuari affermarono che il Lord del Manor era responsabile della riparazione di "Hawthorne Bridge", che conduceva alla brughiera a sud del Mulino (Drayton Mill). Lavori simili a quelli fatti nel precedente XVI secolo per incrementare il flusso delle acque vennero racomandati nel 1625 da una Giuria del Middlesex, che suggerì l'estensione di una struttura di assi che era stata costruita nel punto per regolare la divisione dei due corsi d'acqua. Dopo un'ispezione in relazione al suo piano di tagliare un nuovo fiume da Longford ad Hampton Court, nel 1638, il Re lamentò che la "punta della freccia" a Drayton era deteriorata e non manteneva più la consueta divisione equa delle acque, e che un flusso maggiore veniva deviato nel torrente occidentale. Nel 1664, pochi anni dopo, Thomas Hubbard, il Mugnaio, ottenne l'autorizzazione a costruire una trave di legno attraverso il torrente occidentale, vicino al punto. Nel 1664, vi erano 64 famiglie o case occupate. Un certo numero di edifici attorno allo spazio verde (Green) risale sostanzialmente al XVII secolo (ed al successivo XVIII secolo), compresi i locali di Wilkins, Campbell & Co. Ltd., The Old House, Southlands, la Casa del Dottor Corkery, The Swan, mentre Elmsdale House, al centro del lato orientale dello spazio verde (Green), è tardiva. Altre case del XVIII secolo si trovano oltre allo spazio verde (Geen), tra cui The Copse, in Mill Road ed i nuneri 1, 76 e 78 di Swan Road (questi ultimi due, localmente, vengono detti essere "The Old Farm", da cui il nome Old Farm Road, che corre giù dietro di loro). Tranne la Taverna citata nel 1274, nessuna altra viene documentata sino al 1689, quando viene citata "The Crown", allora nota come "The Tiger", si trovava all'estremità settentrionale dello spazio verde (Green), sul lato occidentale (divenendo una residenza privata nel 1958). Un ponte pedonale fu sostiuito nel 1799, quando il proprietario del Mulino (Drayton Mill) costruì un ponte di mattoni con tre archi.

a.10 XVIII secolo

West Drayton si trova a metà strada tra due importanti rotte nazionali: a sud, la strada Londra-Bath, a nord, qualla London-Oxford. Di conseguenza, lo schema delle comunicazioni è sempre stato, sino a tempi relativamente recenti, da nord a sud, piuttosto che da est ad ovest. Tre strade appaiono su una mappa disegnata nel 1710: corsie verso sud per Harmondsworth ed a nord per Cowley, ed una strada o sentiero che attraversava il Fiume Colne a sud del Mulino (Drayton Mill) , seguendo il Fiume a sud per raggiungere la Colnbrook Road ad ovest di Longford. Old Mill House, in Mill Road, è un grande edificio di mattoni marroni di tre piani, risalente alla fine del XVIII secolo con un portico Dorico Romano e una finestra Francese Veneziana sopra di esso. "The Vicarage", in Sipson Road, è un edificio di mattoni rossi del XVIII secolo, ma con un'ala nord-orientale del XVII secolo. Nel 1749, a West Drayton, vi erano cinque Taverne. Nel 1798, il Grand Junction (ora Union) Canal fu tagliato nell'estremità settentrionale della Parish.

a. 11 XIX secolo

Nel 1801, all'epoca del primo censimento, vi erano 98 case occupate e la popolazione si attestava sulle 515 anime, quando fu avviato un servizio giornaliero di battello da Uxbridge a Londra. Nel 1826, ancora West Drayton era ancora una Parish agricola scarsamente popolata, con il suo Villaggio raggruppato in modo compatto attorno allo spazio verde (Green), con casolari e residenze isolate altrove. Ed infatti, nella Mappa delle recinzioni del 1828, non compare alcun edificio industriale, tranne il mulino, una malteria e le botteghe dei mestieri del Villaggio, di Fabbro, Falegname, Carradore (costruttore di ruote), Costruttore di mulini, Artigiano dei colletti, sebbene ci fossero alcuni piccoli negozianti. Il mulino era stato usato per alcuni anni per la produzione di carta. Nella prima metà del XIX secolo, lo sviluppo dei trasporti pose fine all'isolamento virtuale del Villaggio, creando i presupposti dello sviluppo industriale. Nel 1824, sulla sponda meridionale del tratto di Drayton del Gran Junction (ora Union) Canal esisteva un molo con diversi magazzini (in un sito ancora utilizzato nel 1958 come molo di legno). Nel 1840, venne aperto un servizio postale per Uxbridge che consentiva di spedire normali lettere per 1 penny. A tale data, tuttavia, mancavano regolari trasportatori di merci o persone tra West Drayton ed Uxbridge.  La linea principale della Great Western Railway verso Bristol e l'ovest venne ubicata a nord del Villaggio e, nel 1838, venne aperta la stazione di West Drayton, a 13 miglia da quella di Paddington.  Nel 1842, c'erano otto treni giornalieri in entrambe le direzioni, il più veloce dei quali completava il viaggio per Londra in 25 minuti (ridotti a 18 minuti nel 1906, anche se era eccezionale). L'apertura della stazione portò il telegrafo a West Drayton, ed incidentalmente, comportò anche nella creazione della prima connessione regolare con Uxbridge quando, tra il 1840 e il 1842, William Tollit aprì un servizio autobus dal "George Inn" alla stazione di West Drayton, con sei viaggi giornalieri. La prima stazione, che si trovava ad Hillingdon, pochi metri fuori dal confine della Parish, fu sostituita tra il 1878 e il 1881 da un'altra sul sito attuale, ad est di Station Road e vicino al molo del Canale. Nel 1856, vennero aperti i rami di Cowley ed Uxbridge, e nel 1884-1885, quelli di Colnbrook e Staines.  Mentre la ferrovia incoraggiò la specializzazione orticola per il mercato metropolitano, la fabbricazione di mattoni divenne importante su entrambi i lati del Canale, che offriva le strutture necessarie per il trasporto di massa a basso costo. Iniziata a West Drayton al più tardi nel 1845, la produzione di mattoni contribuì a trasformare l'aspetto della Parish. Nel 1876, un Visitatore trovò il suo piacere nel suo fascino rustico guastato da "odori solforosi e letamosi da mattoni, canali e pontili", mentre nel 1887, un altro Visitatore considerò che, sebbene "una Parish di orti piuttosto che di mattonifici" West Drayton indossava "l'aria gretta di un villaggio industriale". L'afflusso di Lavoratori per l'orticoltura e la produzione di mattoni contribuì al raddoppio del numero di case abitate tra il 1801 e il 1881 e ad un aumento della popolazione di oltre un migliaio nello stesso periodo. Molte delle nuove famiglie erano ospitate in mediocri cottages, sullo spazio verde (Green) e nelle altre parti antiche del Villaggio, che non furono liberate sino al 1935, e solo una nuova strada, Old Farm Road, fu costruita tra il 1864 e il 1894. L'aspetto rurale del Villaggio gradualmente svanì. Nel 1838, i primi viaggiatori in treno da Londra potevano ancora vedere oche, maiali e asini che pascolavano sullo spazio verde (Green), ma la fiera annuale fu abolita nel 1880. Nel 1836, nella Parish di West Drayton cessò di essere praticata una forma particolare di sport equestre, chiamata "Draghounds" (Drag hunting, draghunting), in cui i concorrenti a cavallo cacciavano le tracce di un profumo artificialmente posato con i segugi. Inoltre, l'ultima "caccia speciale" registrata per gli incontri a West Drayton e nella Regione di Uxbridge si tenne da Paddington nel 1870. I servizi extraurbani iniziarono a svilupparsi nella seconda metà del XIX secolo. I cambiamenti nel modello di utilizzazione dei terreni seguirono solo lentamente le recinzioni. La quantità di terra arabile, nel 1800 stimata in circa 3/4 della Parish, nel 1866, era diminuita a circa 360 acri, o meno della metà, ma c'erano ancora circa 300 acri di pascolo grezzo, inclusa gran parte delle vecchie brughiere comuni. Le principali coltivazioni furono descritte nel 1870 come grano, orzo, avena e frutta. Nel 1866, 35 acri erano già dedicati alla frutticoltura, e nel 1894 la maggior parte del vecchio Drayton Field era stato destinato a frutteti, vivai od orti. In particolare, gli orti avavano iniziato ad apparire prima del 1816, quando il sito della vecchia Manor House di Drayton (v. paragrafo specifico) era già stato convertito all'orticoltura. Incontri occasionali di corsa del West Middlesex Yeomanry condussero, nel 1865, alla creazione di un percorso permanente, con tribuna, "in un grande prato lungo il fiume a sud della ferrovia", che venne chiuso dopo che la tribuna fu bruciata nel 1877. Sotto la gestione di George French, alias "Conte Bolo", un famoso truffatore, si dice che abbia attratto elementi criminali e tumultuosi in gran numero, ed alla fine, fu condannato dal Jockey Club. Il campo da golf di West Drayton fu aperto nel 1895 a Drayton Moor, a nord di Iver Road, probabilmente, sul sito dell'ex Ippodromo (il Circolo si estinse entro la Prima Guerra Mondiale). I documenti del Circolo del Cricket di West Drayton partono dal 1882: tra i suoi giocatori si ricordano, negli anni '30 del XX secolo, Sir C. Aubrey Smith (1863-1948), Attore teatrale e di lungometraggi, ex Capitano del Sussex e delle squadre Inglesi di prova. Servizi residenziali si svilupparono con i nuovi edifici. Nel 1864, il gas fu introdotto nella Parish dalla "Uxbridge and Hillingdon Gas Consumers' Council", e nel 1890, acqua in condutture dalla "Rickmansworth and Uxbridge Valley Water Company". Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva West Drayton, allora nel Middlesex, come segue: "a parish in Uxbridge district, Middlesex; on the river Colne, the Grand Junction canal, and the Great Western railway, at the boundary with Bucks, 3 miles S of Uxbridge. It has a station on the railway, and a post office‡ under Uxbridge. Acres, 850. Real property, £4, 844. ... Pop., 951. Houses, 179. The manor belonged to the Dean and Chapter of St. Pauls; was given by Henry VIII. to the Pagets; and passed to the De Burghs. Much of the land is disposed in market and fruit gardens. The living is a vicarage in the diocese of London; and, till 1868, was annexed to Harmondsworth. Value and patron, not reported. The church is a Norman structure, with an embattled tower; and has an octagonal figured font, and some monuments. There are a national school, and charities £18.". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva West Drayton come segue: "par. and ry. sta., W. Middlesex, 5 miles E. of Slough, 878 ac. (21 water), pop. 1009; P.O.".

a.12 XX secolo

Le cerimonie del Primo Maggio furono mantenute sino al 1913. Nei 40 anni tra il 1881 e il 1921, la popolazione della Parish raddoppiò, e nel 1931, si attestò a 2856 persone. Nel 1927, la composizione sociale della nuova popolazione fu riassunta dal Vicario, in termini che potrebbero egualmente servire per una descrizione generale della moderna West Drayton, comprendente "Operai, Artigiani, Impiegati Commerciali, Ferroviari e Bancari, pochi professionisti, ma nessun membro dell'Aristocrazia terriera o persone benestanti". La sua crescita fu accompagnata da un'espansione degli edifici privati, che per la prima volta, incidevano seriamente sulla geografia tradizionale della Parish. A parte un piccolo sviluppo all'angolo di Wise Lane ed Iver Road (più tardi conosciuta come Mill Road), la maggior parte dei primi edifici si ebbero immediatamente a sud della stazione, dove Bellclose Road, Brandville Road, Warwick Road, Furzeham Road e "Parade" vennero realizzate tra il 1894 ed il 1912. Tra il 1912 ed il 1935, lo sviluppo si diffuse a sud verso Church Road ed attraverso di essa, con l'apertura di West Drayton Park Avenue, Porter's Way e Napier Road (in seguito Thornton Avenue). Ad est di Swan Road, la Drayton House Estate di 22 acri, su cui venne costruita Ferrers Avenue, era già stata realizzata per l'urbanizzazione nel 1924. Bagley Garden Estate, costruita nel medesimo periodo, comprendeva da 12 a 14 acri del vecchio "Church Croft" (Podere della Chiesa) tra Station Road, Swan Road, Church Road.  Drayton Gardens e Bagley Close vennero costruite su tali proprietà. Durante il medesimo periodo, si ebbe un separato sviluppo a sud dello spazio verde (Green), con la costruzione di St. Martin's Road e St. Martin's Close, con un limitrofo gruppo di casse sul lato meridionale di Mill Road. Nel 1923, esisteva il sistema principale fognario, l'elettricità (introdotta dalla "Uxbridge and District Electricity Supply Company", nonchè un servizio di autobus per Uxbridge ed Hounslow. L'effetto dell'inizio del primo anni del XX secolo fu la trasformazione del vecchio centro, attorno allo spazio verde (Green), da un villaggio distinto ed autonomo in un distretto periferico del nuovo sobborgo di Yiewsley e West Drayton, anch'esso incentrato sulla stazione ferroviaria e sulla comune strada principale formata da Station Road ed High Street. Durante gli anni che seguirono il 1935, tuttavia, lo sviluppo abitativo fu esteso verso sud ed est dal Villaggio sulle terre agricole, per consentire un nuovo rapido aumento della popolazione, che ancora una volta più che raddoppiò tra il 1931 e il 1951, quando c 'erano 7.450 abitanti. Nel 1935, i vasti ordini di sgombero delle baraccopoli resero urgente la necessità di un piano di edilizia municipale ed il Consiglio del Distretto Urbano acquisì e cominciò a realizzare la Bell Farm Estate. Questa fu la prima significativa invasione abitativa nel distretto che era stato precedentemente formato da campi aperti. Nel 1937, fu acquisita una seconda proprietà comunale di 82 acri a Wise Lane, anche se l'edificazione ebbe inizio solo nel 1953. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, West Drayton fu colpito da 12 bombe tedesche altamente esplosive. L'orticoltura continuò a essere un'importante attività economica, e nel 1947, nella Parish vi erano 105 ettari di terreno orticolo. Forse la più nota azienda locale di vivaisti è quella di Reamsbottom & Co., con vivai ad ovest di Money Lane; sono principalmente noti per aver introdotto l'anemone di San Brigida in Gran Bretagna. Nel 1958, "The Swan" era ancora una taverna; si trovava leggermente a nord dello spavio verde (Green). Entro il 1958, furono costruite circa 1.800 abitazioni su due Tenute. Anche l'edilizia privata continuò, specialmente nei paraggi di Sipson Road, dove una tenuta di 300 case era stata completata nel 1936, così che nel 1958, l'intera metà settentrionale della Parish risultava ormai coperta da edifici, ad eccezione dello spazio verde (Green) e di un'isola di proprietà comunale intorno a Drayton Hall, che comprendeva i terreni di Drayton Hall, The Avenue e Closes Recreation Grounds, gli appezzamenti "Old Pits" ed il Cimitero. Il distretto di pregresse brughiere ad ovest ed una striscia di costoso terreno coltivabile e pratoso a sud, rimase, tuttavia, prevalentemente agricolo, e nel 1947 c'erano ancora più di 100 acri di orticoltura, in parte intercalati da quartieri residenziali. Tuttavia, nel 1958, West Drayton presentava l'aspetto primario di una Parish residenziale, suburbana, con poche industrie locali e una popolazione principalmente occupata a Londra o nei distretti industriali circostanti. Lo spazio verde (Green) rimaneva ancora un tratto distintivo, che ricordava l'ex Villaggio. Era stato riservato per l'uso e il godimento degli abitanti con l'Atto dellla recinzione (Inclosure Act) del 1824, e nel 1899, era stato trasferito dai proprietari del Manor alle Autorità locali. Nel 1958, era uno spazio aperto di erba ed alberi lunghi circa un terzo di miglio da nord a sud con una larghezza media di circa 200 yarde. La sua fisionomia era ambientata nel XVIII secolo e nelle pregresse case che lo fronteggiavano, intervallate da edifici postumi. Dal punto di vista amministrativo, l'antica Parish di West Drayton si trovava quasi all'estremità occidentale della Contea del Middlesex. Dal 1894 al 1929, West Drayton fece parte del Distretto Rurale di Uxbridge, quando entrò a far parte del Distretto Urbano di Yiewsley e West Drayton. Nel 1949, la Parish civile fu assorbita in quella di Yiewsley e West Drayton, per cui, perse la sua autonomia. Nel 1965, con la creazione della Grande Londra, West Drayton venne incluso nel nuovo London Borough of Hillingdon.

a.13.1 Manor di Drayton

Dal "Toponimo", già sapete che, nel XIII secolo, il Decano ed il Capitolo di San Paolo sostennero che, tra l'altro, 10 unità (mansae) a West Drayton erano state donate dal Re Æthelstan alla Chiesa Cattedrale di San Paolo, indicando la data 939 per questa concessione. Sebbene sia la concessione trascritta, che la data, siano sospette (Æthelstan, che avrebbe fatto la concessione, morì nel 939, mentre l'elenco dei testimoni contiene i nomi reciprocamente incompatibili di Ethelgar, Arcivescovo di Canterbury, 988-990, e di Oskytel, Arcivescovo di York, 956-971), San Paolo, comunque, appare essere stato in possesso verso l'anno 1000, quando West Drayton fornì uno di un certo numero di "Marinai" per un raduno tratto da proprietà nell'Essex, nel Middlesex e nel Surrey, la maggior parte delle quali appartenevano allora, o appartennero in seguito, al Vescovo di Londra o a San Paolo. Nel 1066, all'atto della Conquista Normanna, il Manor apparteneva a San Paolo, e nel 1086, comprendeva 10 unità. Quando apparteneva a San Paolo, West Drayton non era una Prebenda (terreni da cui traeva fonte lo stipendio assegnato dalla Chiesa Cattedrale o Collegiata ad un Canonico o membro del Capitolo), ma uno tra alcuni Manors coltivati per il comune beneficio dei Canonici. Tuttavia, durante il XII secolo, e prima del 1181, 1 unità fu, apparentemente, appropriata ad una Prebenda. Nel 1181, veniva descritta come "in scolanda", nel 1222, come "solanda", quando si diceva che era tassabile con il resto del Manor soltanto nel caso in cui le valutazioni fossero state fatte in unità. Nel 1181. le condizioni della Fattoria del Manor di Drayton includevano il pagamento di un canone in cibo e denaro; a quel tempo, e pure nel 1297, il canone di affitto comprendeva 2 "firme" di grano. Nella indagine del 1222 (ed anche in quella del 1557), l'area totale del demanio e delle terre degli Affittuari fu data rispettivamente pari a 668 acri e 769 acri (per cui, quando si prende in considerazione la brughiera comune ed i prati, l'area del Manor sembra, così, non aver mai differito sostanzialmente da quella della Parish, che nel 1866 era pari a 878 acri). Nel 1297, vi erano ancora 16 acri di "scholand", di cui 5 e mezzo erano tenuti dagli Affittuari del Manor. Dal XIII secolo, i poderi di San Paolo erano consuetudinariamente distribuiti tra il gruppo interno dei Canonici residenti (Stagiaries), e ciò sembra essere stato applicato per West Drayton. Nel 1181, il Contadino era William di Northolt, Arcidiacono di Gloucester e Canonico di San Paolo dal 1169, insieme al suo Servo, Robert the Simple. nel 1222, era Roger di Worcester, nel 1320, l'Agricoltore era Stephen Segrave, nel 1367 e 1400, la fattoria era tenuta da altri membri del Capitolo. Dal 1412 al 1467, una successione ininterrotta di Canonici residenti coltivò il Manor, tra cui William di Stortford (morto nel 1416), Arcidiacono del Middlesex, che fu descritto come Agricoltore perpetuo, Reynold Kentwood, Diacono dal 1422, che tenne la fattoria dal 1419 sino alla sua morte nel 1441, Laurence Bothe, Agricoltore perpetuo nel 1453. Non ci sono prove sufficienti per mostrare se il Tribunale fosse normalmente riservato con il Manor. Alla fine del XV secolo ed all'inizio del XVI secolo, sembra essere stato generalmente mantenuto dal Capitolo, ma nel 1501 e nel 1502, William Lichfeld, Canonico residente, teneva il suo Tribunale nel suo diritto di Agricoltore. Nel 1525, il Manor fu affittato per 30 anni ad un laico, William Hill di West Drayton, il Capitolo riservandosi la presentazione alla Canonica, incameramenti (passaggio di proprietà), Tribunali del Manor e relativi profitti, mulino ad acqua. Nel 1537, il contratto d'affitto fu acquisito William Paget (1506-circa 1563), Segretario di Jane Seymour. Nel 1546, Enrico VIII, che con "la diligenza e l'industria" di Paget, acquisito il Manor con tutte le pertinenze, glielo concesse a canone, facendo cessare il diritto del Capitolo di San Paolo. Dal 1546 al 1786, il Manor discese con gli altri Onori o Tenute della Famiglia Paget, tranne per un breve periodo alla fine del XVI secolo: nel 1587, Thomas, Lord Paget (circa 1544-1590), venne privato dei diritti civili in quanto sostenitore del Papa e le sue terre, compreso West Drayton, vennero confiscate dalla Corona. Nel medesimo anno, West Drayton fu fittato a vita a Sir Christopher Hatton.  Nel 1592, alla morte di Hatton, il Manor fu fittato per 21 anni a George Cary, successivamente Barone Hunsdon, che morì nel 1603,  ma poiché la sua vedova Elizabeth, Lady Hunsdon, nel 1610 viveva ancora a West Drayton, sembra probabile che il contratto di fitto abbia continuato a produrre efficacia. Tuttavia, nel 1597, William Paget (1572-1628), figlio di Thomas, Lord Paget, ottenne una concessione delle sue proprietà a canone e nel 1604, fu reintegrato nei suoi Onori e Tenute a pagamento. Nel 1610, Egli avrebbe riguadagnato il possesso di West Drayton. Durante la Guerra Civile Inglese, William, Lord Paget (1609-1678), fece parte del Parlamento a più riprese con i Monarchici. Nel 1655, una speciale dispensa gil permise, mentre era un sospetto Monarchico, di rimanere presso la sua casa di West Drayton, sebbene distasse solo 15 miglia da Londra,  dopo aver pagato una consistente multa per le sue Tenute. Suo figlio Thomas Paget aggiunse West Drayton per 80 sterline. Nel 1786, Henry Paget (1744-1812), Primo Conte di Uxbridge, vendette il Manor e la Tenuta a Fysh Coppinger, un Mercante di Londra, che assunse il nome di sua moglie, "de Burgh". Il Manor, posseduto nel 1800 dalla sua vedova Easter de Burgh, alla sua morte nel 1823, passo al nipote di Lei, Hubert de Burgh, morto nel 1872. L'erede successivo, Francis (morto nel 1874), lo trasmise congiuntamente alle sue figlie Minna Edith Elizabeth, moglie di R. O. Leycester di Toft Hall (Ches.) ed Eva Elizabeth, che risultava essere l'unica proprietaria nel 1939, quando morì nubile.

a. 13.2 Manor House di Drayton

Scarse sono le prove dell'esistenza di una Manor House a West Drayton quando apparteneva a San Paolo, ma nel 1297, il Capitolo vi possedeva una casa e terreni del valore annuo di 6s. 8d. William Paget (circa 1506-1563), Primo Lord Paget, quindi, Capostipite della relativa Famiglia, fu Segretario di Stato (1543-1548) e Controllore della Casa Reale (1547-50). Prima di tali date, nel 1538, in qualità di Affittuario del Manor, scrisse una lettera dal suo "cottage" di West Drayton. Dopo aver acquisito il Manor, Paget fece costruire una Manor House a West Drayton tra la Chiesa ed il Villaggio, che venne terminata entro il 1549, unitamente alle stalle, una colombaria ed altre pertinenze. La casa era fatta di mattoni rossi, e nel XVIII secolo, aveva un ingresso ricoperto di marmi bianchi e neri. Nel 1664, il suo proprietario venne tassato per 47 focolari. Nel corso di due secoli durante i quali furono associati al Manor, i membri della Famiglia Paget frequantarono spesso tale luogo. Nel 1593, quando comunque il Manor non era nelle mani della Famiglia Paget, gli edifici erano condivisi da Edmund Kedermister di Langley Marish (Bucks.) e Sir William Hatton di Holdenby (Northants), anche se il primo dei due si riservò l'uso di "un granaio, la metà di un altro granaio, la cucina, il forno, la sala e tre camere oltre la cucina e la dispensa". Nel 1602, Lord Hunsdon, allora Ciambellano, intrattenne Elisabetta I nella Casa. All'incirca in questo periodo, la Casa si trovava in 5 acri di terreni, compresa la Chiesa, il Cimitero e l'ex Cimitero, che erano racchiusi da un muro di mattoni. I terreni ornamentali e la Casa venivano riforniti di acqua tramite un condotto da Pield Heath. L'ingresso dei terreni era costituito da due grandi portinerie, probabilmente accostate ai viali di olmo che esistevano ancora nel 1849 (olmi ornamentali vennero citati in una indagine del 1587). Il viale più meridionale sopravviveva nel 1959. La portineria accanto alla Chiesa all'estremità settentrionale di questo viale, probabilmente, rappresenta la parte più bassa di quella costruita nella metà del XVI secolo. E' di mattoni rossi ed è stata notevolmente restaurata, anche se conserva l'arco quadrangolare finemente modellato e le porte originali in quercia. Le torrette laterali, a pianta semiottagonale, hanno finestre del XIX secolo, camini e parapetti merlati. All'inizio del XX secolo, la portineria fu occupata dal Vicario. Fu acquisita dal Consiglio della Contea poco prima del 1937. La Manor House era stata abbattuta prima del 1774, quando, con pertinenze e 19 acri, il sito era di proprietà di T. Marshall. Molte delle enormi pertinenze erano ancora in piedi un secolo dopo. Nel 1958, il sito fu occupato da "Gate House Nurseries". Drayton Hall, all'estremità orientale di Church Road, divenne la Manor House dopo che la vecchia venne abbattuta. Venne comprata da Fysh de Burgh, come Manor House, verso il 1786, ma Affittuari sono documentati sin dal 1744, quando Sir William Irby, poi Lord Boston, fu ammesso nella "casa in precedenza occupata da Lady Clarke". Nel 1871, Hubert de Burgh intrattenne Napoleone III e la sua Famiglia a Drayton Hall, all'inizio del suo esilio. La costruzione odierna risale largamente a partire dal principio del XIX secolo, anche se l'ala posteriore potrebbe essere leggermente più vecchia. Nel XIX secolo, la casa veniva consuetudinariamente fittata già ammobiliata, con 25 acri di terreni, e nel 1855, un capanno da pesca. I terreni furono ridotti di 10 acri tra il 1926 e il 1933. Nel 1948, la sala fu acquisita dal Consiglio del Distretto Urbano di Yiewsley e West Drayton per essere utilizzata come uffici municipali. Le stalle furono demolite ed un'ala fu aggiunta alla casa prima del 1955.

Yiewsley

Finalmente, passiamo a trattare Yiewsley, che è l'area che attornia la stazione di West Drayton, mentre, come già sapete, West Drayton propriamente detto si trova verso sud.

b. Toponimo

Il nome dell'area ricorre per la prima volta nel 1235 come "Wiuesleg", leggendosi successivamente "Wynesle" (1281), "Wyneslee" (1383), "Wyvesle" (1406), "Wynesley" (1504, 1506), "Wewesley" (1593, 1636, 1675), "Yewsley" (1819). In merito al significato del termine, si tratta di un composto delle parole dell'Old English "Wife, oppure a seguito della perdita della "L", Wifel" (nome personale) + "Lēah", per cui, dovrebbe potersi tradurre come "Radura derivante dall'abbattimento di un bosco di un uomo chiamato Wife/Wifel". Va notato la trasformazione nei secoli dell'iniziale "W" in "Y".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia di Yiewsley sono fornite da J. A. Brown in "Palaeolithic Man in North-West Middlesex" (1889); si leggono in "An Inventory of the Historical Monuments in Middlesex" (1937), alle voci "List of Hundreds and Parishes" (pagina xxxiv) e "Yiewsley" (pagina 135); sono fornite da J. E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); si leggono in "A History of the County of Middlesex: Volume 1, Physique, Archaeology, Domesday, Ecclesiastical Organization, the Jews, Religious Houses, Education of Working Classes To 1870, Private Education From Sixteenth Century" (1969), alle voci "Archaeology: The Lower Palaeolithic Age" (pagine 11-21), "Archaeology: The Neolithic Age" (pagine 29-36), "Archaeology: The Bronze Age" (pagine 42-50), "Archaeology: The Iron Age" (pagine 50-64); sono fornite da Diane K. Bolton - H. P. F. King - Gillian Wyld - D. C. Yaxley in "A History of the County of Middlesex: Volume 4, Harmondsworth, Hayes, Norwood With Southall, Hillingdon With Uxbridge, Ickenham, Northolt, Perivale, Ruislip, Edgware, Harrow With Pinner" (1971), alla voce "Hillingdon, including Uxbridge: Churches" (pagine 87-9); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: James Skinner "West Drayton and Yiewsley" (2003).

b.1 Eventi storici di rilievo

Scavi effettuati nella ghiaia dell'area consentirono il rinvenimento di reperti di Epoca Preistorica. Innanzitutto, centinaia di asce Preistoriche; il ritrovamento di asce è concentrato in parecchi punti distinti, ma la maggior parte si trova a sud di una linea da Yiewsley a Finsbury. Solo nell'area intorno a Yiewsley, West Drayton e Dawley esiste una correlazione approssimativa sulla terra tra asce, ceramica e punte di freccia a forma di foglia. Un coltello discoidale fu trovato a Yiewsley. Alcuni pezzi di varie ceramiche dell'Età del Bronzo furono trovate nel Tamigi; ma l'unico grande gruppo di ceramiche dell'Età del Bronzo del Middlesex, che comprende alcune decine di vasi, rientra nella categoria conosciuta come "Deverel-Rimbury", un termine che copre una varietà di merci britanniche del sud trovate associate in varie combinazioni. Le tre classi principali di questa ceramica sono secchio, botte e urne globulari, insieme a vasi più piccoli di oggetti più fini con decorazioni impresse. La maggior parte dei vasi Middlesex "Deverel-Rimbury" provengono dal sud-ovest della Contea, dove venivano usati come urne cinerarie sepolte nei Cimiteri di Acton (5), Littleton (3), Sunbury (o Ashford) (30-40) e Yiewsley. (almeno 12). Nonostante il mancato rinvenimento di sepolture nel Middlesex, sono noti o ipotizzati siti di occupazione a Bush Hill Park, Hadley Wood (prevalentemente nella parte nell'Hertfordshire), Harefield, Heathrow, Ponders End, Shepperton, Yiewsley, la sponda del Tamigi tra Isleworth e Brentford, e, forse, a Brockley Hill. A Yiewsley, ceramiche che sembrano essere dell'Età del Ferro, probabilmente, indicano occupazione domestica. Nonostante gli eventi Preistorici, tardiva è la prima ricorrenza del nome dell'area, che, come avete letto nel "Toponimo", risale solo al XIII secolo, precisamente nel 1235. In aggiunta, soltanto nel XVI secolo, il Villaggio aveva assunto una sua configurazione. Yiewsley Grange fu costruito verso quest'epoca, ma da allora è stato quasi completamente modificato ed ora ospita uffici. A differenza di West Drayton, il borgo è rimasto insignificante sino al principio del XIX secolo, quando l'industria crebbe lungo il Grand Junction (poi Union) Canal, insieme a mediocri cottagesi per i Lavoratori. Nel 1838, l'apertura della stazione di West Drayton diede un impulso alla crescita industriale e residenziale, di modo che, vennero costruite case per le classi medie lungo High Street. La Chiesa di St. Matthew fu costruita verso la fine del 1850 (pare come Cappella di servizio), la relativa Parish divenne autonoma nel 1874, e la Chiesa fu ampliata nel 1898, quando la costruzione di case suburbane cominciò a coprire i campi. Le case di High Street furono convertite ad uso commerciale ed i negozi riempirono i loro giardini anteriori. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Yiewsley come segue: "a village in Hillingdon parish, Middlesex; 2½ miles S by E of Uxbridge. It has a chapel of ease.". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Yewsley (o Yiewsley) come segue: "eccl. dist. and vil., Hillingdon par., Middlesex, 24 miles S. of Uxbridge, pop. 2279; P.O., called Yiewsley.". Sebbene Yiewsley sia stata originariamente legata ad Uxbridge, dal Primo Decennio del XX secolo, il collegamento venne meno con la fusione amministrativa tra Yiewsley e West Drayton. Nel 1926, vennero comprati dei terreni dell'Ospedale di St. Thomas affinché "venissero utilizzati perpetuamente per lo svago delle persone di Yiewsley"; oggi, si tratta di aree erbose, un campo da bocce, campo da gioco a pallone ed campo da gioco per bambini. Nel 1930, dopo la creazione del Distretto Urbano di Yiewsley e West Drayton, vennero abbattute molte delle case Vittoriane per lasciar spazio ad edifici popolari municipali. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Yiewsley fu colpito da 20 bombe tedesche altamente esplosive. Per diversi anni, Yiewsley rappresentò la metà più commerciale del Distretto, con le aree industriali ai margini del Canale, mentre un parco ad alta tecnologia era ad est a Stockley Park. In tempi recenti, i locali commerciali dismessi sono stati sostituiti da condomini compatti, tendenza destinata a continuare, specialmente vicino al Canale. La maggior parte dei residenti di Yiewsley è Bianca. All'incirca 1/5 dei residenti occupa case municipali in affitto.

Hillingdon - Visita guidata

La stazione di West Drayton

La stazione di West Drayton

Il cartello che dà il "Benvenuto a Yiewsley"

Il cartello che dà il "Benvenuto a Yiewsley"

High Street

High Street

Ponte ferroviario

Ponte ferroviario

Gran Union Canal

Gran Union Canal

High Street. Sulle insegne dei negozi compare la scritta "Yiewsley"

High Street. Sulle insegne dei negozi compare la scritta "Yiewsley"

La Chiesa di St. Matthew

La Chiesa di St. Matthew

Monumento ai Caduti

Monumento ai Caduti

High Street

High Street

Il cartello che dà il "Benvenuto a West Drayton"

Il cartello che dà il "Benvenuto a West Drayton"

Station Road

Station Road

Station Road

Station Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it