www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Acton Town

Sintesi

Acton Town è una stazione della metropolitana (Distric Line, Piccadilly Line). Acton rientra prevalentemente nel London Borough of Ealing; tuttavia, parte di East Acton fa parte del London Borough of Hammermisth & Fulham, mentre una piccola parte di South Acton giace nel London Borough of Hounslow. Altra caratteristica di Acton è di ospitare un elevato numero di stazioni, maggiore di qualsiasi altra area di Londra.

Distanza dal centro: 8,2 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, vi trovate su Gunnersbury Lane, con il solito contesto suburbano londinese, con un misto di vecchio e nuovo. Nulla di speciale che giustifichi la venuta sin qui, tranne chi sia interessato a visitare il London's Transport Acton Museum Depot, che si raggiunge rapidamente svoltando a sinistra e imboccando Museum Way. Ritornati al punto di partenza, svoltando questa volta a destra, seguendo la citata Gunnersbury Lane e deviando in Avenue Road, si raggiunge il piccolo spazio verde di Mill Hill Gardens. Tutto qui! Degli altri siti di qualche interesse, solo Gunnersbury Park è più vicino rispetto alla stazione di Gunnersbury, mentre altri siti di interesse sono più vicini ad altre stazioni: a nord, Springfield Gardens sono prossimi alla stazione di Acton Central, Twyford Gardens sono più vicini alla stazione di Ealing Common, a sud, South Acton Park è più vicino alla stazione di South Acton.

Toponimo

Il nome "Acton" è da più parti detto comparire per la prima volta nel 1181 come "Acton(e)". Tuttavia, la Fonte solitamente richiamata, sinteticamente "The Domesday of St. Paul's of the Year M.CC.XXII.", che riporta, tra l'altro, i documenti relativi ai Manors e Chiese appartententi al Diacono e Capitolo di San Paolo di Londra nei secoli XII e XIII, riporta un accordo di cui è testimone Vitalis, una persona del luogo, che indica un altro anno (1114) ed un nome leggermente differente (Actona):

"FORMS OF AGREEMENT, BT WHICH THB MANORS BELONGING TO THE CHAPTER OF ST. PAUL'S WERE LET TO FARM AT VARIOUS TIMES DURING THE TWELFTH CENTURY. FROM THE BOOK MARKED I, NOW REMAINING IN THE ARCHIVES OF THE DEAN AND CHAPTER.

DE TUIFERDE.
Anno ab incarnatione domini millesimo centesimo xiv. facta est haec conventio inter canonicos sci Pauli et Walterum de Cranford. R. lundoniensis episcopus et Willmus decanus et conventus canonicorum sci Pauli concesserunt supra dicto Waltero et filie ipsius Athalais terram quandam nomine tuiferde, quam Reinerus tenuerat prius sub ipsis canonicis; et eandem terram ipse Reinerus in capitulo sci Pauli quietam quantum ad se clamavit. Ea conventione, ut Walterus eam haberet. Pro ista terra reddet Walterus et filia ejus supra nominata singulis annis ad festum sci Michaelis v. sol. ipsis canonicis, et insuper decimationem annone et ovium et caprarum de ipsa terra . Et haec conventio duratura est quam diu alter eorum vixerit. Cum autem alter obierit, corpus suum reddet sancto Paulo cum xx. sol. Cum autem uterque obierit, terra quam tenuerunt libera et soluta sancto Paulo in manu canonicorum remanebit. Testes hujus conventionis sunt. Rogerus filius aluredi. Willmus fr Walteri, et Ricardus fr Walteri. Aldricus de coleham. Vitalis de actona. Ansgotus clericus de coleham. Tovi enganet. Generamnus de lundonia. Robertus sellarius. Baldewinus de aldermannesberi. Reinerus qui prius tenuit illam terram. De ipsis canonicis hii affuerunt. Guillmus decanus. Reingerus archidiaconus. Quintilianus archid. Artukus. Rad' gundram. Wlframus . hamo. Eklwinus filius Golwini. Hugo filius Alberti. Ailwardus. Robertus filius Generani.
".

Succesivamente, si legge "Acton(e)" (1232), "Acton juxta Braynford" (1294), "Aketon" (1211, 1213, 1316), "Chirche Acton" (1347), "Aghton" (1398), "Churche Acton" (1551). Il nome è un composto delle parole dell'Old English "āc" (albero di quercia) + "tūn" (recinzione, fattoria, villaggio, tenuta), per cui, può tradursi come "Fattoria (o villaggio) vicino all'albero di quercia" o "Fattoria specializzata dove si lavora il legno di quercia". La denominazione trova giustificazione nella grande quantità di legna da querce che si produceva e che ancora oggi abbonda in funzione di siepe. In alcuni toponimi riportati avrete notato la presenza del riferimento ad una Chiesa (che era St. Mary): orbene, esso serviva a differenziare il Villaggio principale dal borgo separato di East Acton.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si trovano nella "Mappa del Middlesex del 1695" di Robert Morden; sono fornite da John Bowack in "The Antiquities of Middlesex; Being a Collection of the Several Church Monuments in That County: Also an Historical Account of Each Church and Parish;" (1705); da Daniel Lysons, in "The Environs of London: Volume 2, County of Middlesex" (1795), alla voce "Acton" (pagine 1-20); si leggono in "A Topographical Dictionary of England" (1848), alla voce "St Mary Acton" (pagine 9-12); sono fornite da William Hale Hale in "The Domesday of St. Paul's of the Year M.CC.XXII.: Or, Registrum de Visitatione Maneriorum Per Robertum Decanum, and Other Original Documents Relating to the Manors and Churches Belonging to the Dean and Chapter of St. Paul's, London, in the Twelfth and Thirteenth Centuries, Volume 69" (1858), pagine 122 e 127-128; si leggono in "City of London Livery Companies Commission. Report; Volume 4 (1884), alla voce "Report on the Charities of the Goldsmiths' Company" (pagine 284-302); in "A Calendar To the Feet of Fines For London and Middlesex: Volume 1, Richard I - Richard III" (1892), alla voce "London and Middlesex Fines: Henry IV" (pagine 169-177); in "A Calendar To the Feet of Fines For London and Middlesex: Volume 2, Henry VII - 12 Elizabeth" (1893), alla voce "London and Middlesex Fines: Henry VII" (pagine 1-15); in "A Calendar To the Feet of Fines For London and Middlesex: Volume 2, Henry VII - 12 Elizabeth" (1893), alla voce "London and Middlesex Fines: Edward VI" (pagine 68-86); in "Calendar of the Patent Rolls Preserved in the Record Office. Edward III. Vol. XI. 1358-1361" (1911), 25; in "Calendar of the Patent Rolls Preserved in the Record Office. Edward III. Vol. XII 1361-1364" (1912), 382; in "Calendar of The Close Rolls Preserved in the Record Office, Richard II: Volume 1, 1377-1381 (1914); sono fornite da Percival Jolliffe in "Acton and its history" (1910); si leggono in "East Acton Manor House. Being the seventh monograph of the Committee for the Survey of the Memorials of Greater London" (1921); sono fornite da Philip Norman in "Survey of London Monograph 7, East Acton Manor House" (1921), alle voci "Plate 2: East Acton in 1745" (pagina 2), "East Acton Manor House: Architectural description" (pagine 11-14), "East Acton Manor House: Historical notes" (pagine 15-18), "East Acton Manor House: Biographical notes" (pagina 19-24), "Appendix 1: Will of John Perryn, 1656" (pagina 25), "Appendix 2: Lease of 1717" (pagina 26-27), "Appendix 3: Katharine, Viscountess Conway" (pagina 28-30); da Diane K. Bolton - Patricia E. C. Croot - M. A. Hicks in "A History of the County of Middlesex: Volume 7, Acton, Chiswick, Ealing and Brentford, West Twyford, Willesden" (1982), alle voci "Acton: Introduction" (pagine 1-2), "Acton: Communications" (pagine 2-7), "Acton: Growth" (pagine 7-14), "Acton: Social and cultural activities" (pagine 14-16), "Acton: Manors and other estates" (pagine 16-23), "Acton: Economic history" (pagine 23-30), "Acton: Public services" (pagine 32-35), "Acton: Churches" (pagine 35-39); da "Early Charters of the Cathedral Church of St. Paul, London" (1939); da Diane K. Bolton - H. P. F. King - Gillian Wyld - D. C. Yaxley in "A History of the County of Middlesex: Volume 4, Harmondsworth, Hayes, Norwood With Southall, Hillingdon With Uxbridge, Ickenham, Northolt, Perivale, Ruislip, Edgware, Harrow With Pinner" (1971), alla voce "Norwood, including Southall: Economic and social history" (pagine 45-48); da Diane K. Bolton - H. P. F. King - Gillian Wyld - D. C. Yaxley in "A History of the County of Middlesex: Volume 4, Harmondsworth, Hayes, Norwood With Southall, Hillingdon With Uxbridge, Ickenham, Northolt, Perivale, Ruislip, Edgware, Harrow With Pinner" (1971), alla voce "Hayes: Economic and social history" (pagine 29-31); si leggono in "Survey of London: Volume 42, Kensington Square To Earl's Court" (1986), alle voci "The Edwardes estate: Edwardes Square area" (pagine 249-263) e "Southern Kensington in retrospect" (pagine 395-413); in "Chelsea Settlement and Bastardy Examinations, 1733-1766" (1999), alla voce Examinations, 1733-1750: nos 101-120" (pagine 32-38); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica legga "Averil/Thomas Harper Smith "East Acton Village" (1993). Ulteriori specifiche e limitate informazioni sono fornite da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 2, County of Middlesex" (1795), alla voce "Ealing" (pagine 223-240); si leggono in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla voce "Sport, ancient and modern: Golf" (pagine 278-283); in "An Inventory of the Historical Monuments in London, Volume 4, the City" (1929), alla voce "Aldersgate Ward" (pagine 1-4); sono fornite da Diane K. Bolton - Patricia E. C. Croot - M. A. Hicks in "A History of the County of Middlesex: Volume 7, Acton, Chiswick, Ealing and Brentford, West Twyford, Willesden" (1982), alle voci "Acton: Protestant nonconformity" (pagine 39-42) e "Acton: Education" (pagine 42-49).

1. Eventi storici di rilievo

In questo paragrafo ricapitoliamo tutta la Storia di Acton, nelle sue varie componenti. Approfondimenti specifici riferiti alle singole zone di Acton saranno effettuate nelle pagine ad esse dedicate: South Acton, West Acton, Acton Central, Acton Main Line, North Acton, East Acton.

L'esistenza di insediamenti preistorici è attestata da ritrovamenti di sepolture risalenti al Paleolitico e Neolitico (Età del Bronzo) a Mill Hill Park (riteniamo che corrisponda all'attuale Mill Hill Road, tra Acton Town, ad ovest, ed Acton Central, ad est), e di monete dell'Età del Ferro vicino Bollo Lane (a sud di Acton Town e South Acton, più prossima a quest'ultima). A circa mezzo miglio a nord del Villaggio di Acton, in un campo chiamato Moated Meadow (letteralmente "Prato con fossato"), si trova una profonda trincea, che comprende un parallelogramma di circa cento yarde di lunghezza e quaranta di larghezza, che alcuni hanno ipotizzato essere stato un accampamento romano. Tuttavia, il nome sembrerebbe lasciar intendere che si fosse trattato del sito di una "Moated House", una "Casa protetta da un fossato", di cui ve ne sono state parecchie nei paraggi. L'origine Sassone del nome "Acton" lascia chiaramente intendere che vi dovessere essere un insediamento in tale Epoca. Il Manor principale di Acton apparteneva al Vescovo di Londra da tempo immemorabile. Il fatto che, nel Domesday Book (1086), non venga indicato tra le terre di tale Vescovo, può essere spiegato con la circostanza che sia la Parish di Acton che quella di Ealing fossero comprese nel Manor di Fulham, che, invece, il citato documento afferma contenere quaranta unità tassabili. Ad ogni modo, il primo documento in cui si legge di Acton risale al 1181 (o 1114 per quanto spiegato nel "Toponimo"), un Villaggio che col passare del tempo venne assorbito dalla crescita di Londra. Nel Medioevo, la metà settentrionale della Parish era fortemente boscosa, tanto che al principio del XX secolo, querce ed olmi insistevano ancora lungo le strade e siepi e terreni privati, anche se la maggior parte del bosco venne eliminato dal XVII secolo, persino sul vasto Old Oak Common. Nel 1222, alcuni proprietari terrieri risiedevano ad Acton e le case sono documentate dalla fine del XIII secolo. Nel periodo 1221-1228, si legge in un atto quanto segue: "Sciant presentes 7 futuri quod ego Petrus filius Willelmi filii Alulfi dedi 7 concessi 7 hanc carta mea confirmavi domino Eustachio. Lundon' episcopo quadraginta acras terre arabilis in Actone ....". Dal principio del XIV secolo, poi, i Londinesi vennero sempre più coinvolti nelle compravendite di terreni, anche se, sembra, non si trasferirono ad Acton sino alla fine del XV secolo. Dal 1231, esisteva una Chiesa dedicata a St. Mary, quando "Waltero persona de Actone" (Walter, Rettore di Acton), teneva una casa da Peter FitzAlulf. Si legge anche "carta Petri filii Aluffi super donacione cuiusdam terre sue in villa de Acton facta G. de Lucy decano sancti Pauli 7 eius successoribus ...". Gregory, figlio di Walter, il Rettore di cui sopra, diede, al tempo di Enrico III (che regnò dal 1216 al 1272), alla Chiesa di San Paolo, tre "Messuages" (case con costruzioni annesse, pertinenti ad una costruzione principale) e relative pertinenze nella Parish, dietro mantenimento del Cappellano. Quanto riportato viene meglio chiarito dalla seguente sintesi: Peter, figlio di Alulph, concesse a Geoffry de Lucy, Diacono di San Paolo, la sua villa a "Acton under the Wood", con il giardino e frutteto limitrofi, nonché venti acri di terra arabile. Tale Diacono concesse i beni indicati, unitamente a cinque acri di terra che aveva comprato da Walter de Actune, al Capitolo, stabilendo il pagamento annuale di somme per canti funebri nella Cattedrale di San Paolo, tra l'altro, per preghiere per la sua anima e quella dell'ultimo Vescovo di Londra ed i suoi successori, nonché per il suo necrologio e per quello di Philip de Fauconberg, Arcidiacono di Huntingdon. Successivamente, il Capitolo fittò tutto questo Manor di Acton, con la relativa villa ed il resto al sovracitato Geoffry a vita, rendendo annualmente una luce di cera del peso di una libbra e venne ordinato che dovesse sempre essere tenuto dal Capitolo dai suoi successori nel Decanato. Il Diacono ed il Capitolo ebbero l'autorizzazione per una conigliera nel loro Manor di Acton al tempo di Eduardo II (che regnò dal 1307 al 1327). E' importante rilevare la presenza anche del borgo di East Acton, citato per la prima volta nel 1294, che era formato da case coloniche e cottages a nord e sud di terre comuni note come East Acton Green (dal 1474). Ciò perché l'insediamento medioevale di Acton si snodava principalmente attorno ai due siti citati, quello principale di "Church Acton" o "Acton Town" e quello minore di East Acton. In questa pagina web, ovviamente, ci interessa il primo, che crebbe leggermente ad ovest del centro della Parish attorno alla Parish Church di St. Mary (di poco più vicina all'altra stazione di Acton Central) e su entrambi i lati della strada principale per Oxford immediatamente a sud, poi High Street, dove vi erano residenti nel 1222. John de la Wodeton, nel cinquantunesimo anno del regno di Eduardo III (regnò dal 1216 al 1272), diede a John Holmes e sua moglie Isabella un pezzo di terra ad Acton, denominato Childesland. A "Church Acton" la maggior parte delle case coloniche si trovavano lungo la strada per Oxford o Horn Lane, con poche fattorie circostanti. A partire dal tardo XIV secolo, compaiono anche delle taverne. Infatti, nel 1380, alcune delle costruzioni lungo il lato meridionale della strada principale per Oxford erano taverne. Nel 1544, il Diacono ed il Capitolo concesserero il secondo Manor di Acton al Re, il quale immediatemente lo diede a John Lord Russel, figlio di Francis, Conte di Worcester, soggetto ad una rendita di 34 scellini. Questi ebbe solo una figlia, Anna, sposata con Henry Lord Herbert, poi, Conte di Worcester. Successivamente, andò al più giovane della famiglia. Dopo la morte di Henry Somerset, (pronipote di Henry, Primo Marchese di Worcester, e nipote di Sir John Somerset), il Manor venne comprato nel 1731, in amministrazione, per Benjamin Lethieullier, Parlamentare, ma allora bambino. Sir Francis Leake, e Christopher Rithe, risultavano essere i principali proprietari in questa Parish al tempo di Elisabetta I (che regnò tra il 1558 ed il 1603). Trovandosi, come sapete, lungo la strada per Oxford, Acton venne coinvolta nella Guerra civile. Nel novembre 1642, pochi giorni prima della Battaglia di Brentford, il Lord Generale (Conte di Essex) ed il Conte di Warwick, che con le loro forze marciando fuori Londra, si incontrarono ad Acton e quando delle bande di Londra marciarono contro il Re a Turnham Green, una truppa condotta da John Hampden che travolse il fianco dei Monarchici, era probabilmente il gruppo che partecipò ad uno scontro nei pressi di Acton. Lo stesso accadde ad Oliver Cromwell, nel 1652, quando fece ritorno a Londra dopo la vittoriosa Battaglia di Worcester: venne accolto da una processione di persone: il Lord Presidente, il Consiglio di Stato, molti nobili, la Camera dei Comuni, il Sindaco, Magistrati, il "Common Council" della City of London, ed altri. In particolare, il Cancelliere di Londra gli si avvicinò indirizzandogli un discorso di congratulazione. Nei secoli XVII e XVIII, la vicinanza di Acton a Londra ne fece un luogo di villeggiatura estiva per Cortigiani, Piccola Nobiltà, ed Avvocati. Nel XVII secolo, in particolare, vissero ad Acton, Philip Skippon, un membro del Parlamento e Richard Baxter, un dissidente religioso. Sir Richard Sutton comprò ad East Acton quella che poi nel 1610 venne chiamata Manor House e Sir Henry Garraway, probabilmente ricostruì Acton House nel 1638. Il Capo della Giustizia, Vaughan sembra aver vissuto ad Acton nel 1673. Sir John Trevor comprò diverse proprietà nela metà del citato secolo, compresa Berrymead Priory dove probabilmente visse, migliorandola con un lago ed un corso d'acqua. Tale Berrymead, Casa dei Marchesi di Halifax alla fine del XVII secolo, e poi del Duka di Kingston, era conosciuta per i suoi terreni.  William Saville, Marchese di Halifax, morì ad Acton il 31 agosto 1700. I suoi figli vennero ammessi nei diritti sulle terre del padre. Successivamente, risulta proprietaria Evelyn di Kingston. Nel 1664, le 50 case sottoponibili a tassazione comprendevano tutte quelle nella Parish con 8 o più famiglie a parte East Acton Manor House. Verso il 1700, la Contessa vedova di Leicester trascorse le estati in una casa vicino alla Chiesa. Nel 1706, Acton era nota per la sua aria molto dolce, tanto che il Rettore, invitò vivamente un amico a trasferirsi qui.  Nel 1706, la strada principale costituiva l'unica via di comunicazione dove si concentravano poche case dietro la Chiesa e a "Steyne". C'erano diverse taverne ed alcune case erano state ricostruite con mattoni, anche se la maggior parte erano di legno e gesso. Nel 1764, la prima diligenza nota per aver collegato Acton a Londra fu denominata "The Acton Machine". Ne seguirono delle altre, che resero il servizio più regolare. Nel 1766, Church Acton aveva 133 case. La moda delle acque medicinali portò un breve periodo di notorietà, con lo sfruttamento dei pozzi ad Old Oak Common, ed East Acton e Friars Place erano affollati da visitatori estivi, il che aveva indotto un miglioramento nelle locali case. Anche se l'Alta società lasciò Acton dalla metà del XVIII secolo, molti professionisti e militari comprarono case, a volte includendo anche un piccolo parco, sino a buona parte del XIX secolo. Nel 1801, vi erano 241 case abitate, divenute 426 nel 1831.  quando Acton "era ancora ritenuta molto salubre". La crescita avvenne principalmente nei villaggi esistenti di Acton Town ed East Acton, ed anche Acton Green acquisì un gruppo di cottages e case al termine di Acton Lane entro il 1842.  Tuttavia, Acton era ancora un villaggio rurale, con l'agricoltura a rappresentare la principale fonte di sostentamento sia nel 1801 che nel 1831.  Le poche ville constastavano con la maggior parte delle case, che descritte come "sotto la mediocrità di carattere". Nonostante un aumento complessivo del numero di case, negli anni '20, i bassi canoni vennero aumentati, per ricavare qualcosa, dato che crescente era il numero di abitazioni vuote. Durante il XIX secolo, lo sviluppo urbano interessò le zone a nord e sud di Uxbridge Road. Nel 1848, "A Topographical Dictionary of England" così descriveva "Acton (St. Mary)" (ed East Acton): "a parish, in the union of Brentford, Kensington division of the hundred of Ossulstone, county of Middlesex, 5 miles (W.) from London; containing, with the hamlets of East Acton and Steyne, 2665 inhabitants. At East Acton are handsome almshouses, built and endowed by the Goldsmiths' Company, for twelve men and twelve women. In a garden on Old Oak common is a mineral spring, formerly held in general repute, but now disused.". Negli anni '50, vennero programmati nuovi edifici, Mill Hill Terrace venne costruito nel 1859 a sud di High Street, i terreni comuni vennero recintati nel 1859, ed il desiderio di apportare miglioramenti per attrarre nuovi residenti indicava la previsione di una domanda potenziale. Dal 1859, i contribuenti fiscali erano elencati in riferimento al nome delle principali strade della Parish ed i loro indirizzi in modo più dettagliato a partire dal 1862. Nel 1865, la Parish Church di St. Mary venne interamente ricostruita sul lato settentrionale di High Street; la Torre venne aggiunta nel 1877. Nella ricostruzione, vennero ricollocati alcuni elementi monumentali della pregressa Chiesa. La rapida crescita della popolazone dopo il 1860 portò non solo alla ricostruzione di St. Mary's, ma anche alla creazione di Parishes separate per South Acton (1873), East Acton (1880), Acton Green (1888), seguite dai Distretti per West Acton (1907), Acton Vale (1915), North Acton (1930). All Saints' a South Acton, e St. Dunstan's ad East Acton, furono fondate dalla vecchia Parish Church; da allora, la maggior parte delle chiese missionarie sono gestite da All Saints'. Negli anni '70, si iniziò a costruire anche ad Acton sud-orientale, a Bedford Park, il primo quartiere residenziale in periferia (c.d. "Garden suburb"), destinato alla classe medio-alta, aveva la reputazione di ospitare Artisti e Letterati. Altrove, come ad esempio a Steyne, c'erano "bassifondi". Strutture residenziali vennero realizzate dalla Goldsmith's Company, dalla Great Western Railway e dalla locale Aministrazione. Negli anni '70 ed '80 del secolo XX, ci furono i tram trainati da cavalli, rimpiazzati, tra il 1901 ed il 1936, da quelli elettrici, lungo Uxbridge Road. I primi torpedoni (autobus) a motore si videro ad Acton nel 1910. La prima stazione di Acton fu Acton Central, inaugurata nel 1853. Si trovava sulla North and South Western Junction Line. Sebbene la Great Western Railway attraversasse Acton sin dal 1838, la principale stazione di Acton aprì solo nel 1868. A quel tempo, ben trentotto treni giornalieri attraversavano Acton. C'era anche la linea del ramo di Birmingham della Great Western Railway, che si fermava a Old Oak Common, North Acton e Park Royal. Vi erano anche diverse linee della metropolitana che servivano Acton. Tre erano le stazioni di Acton sulla Central Line, che venne estesa attraverso l'area nel 1908. C'erano anche la District Line e la Piccadilly Line, che si fermavano ad Acton Town (anche nota come South Acton). Nel tardo XIX secolo, per la presenza delle acque minerali leggere di cui avete letto in precedenza, Acton divenne famosa per il notevole numero di piccole lavanderie che operavano in loco. Solo a South Acton se ne contavano almeno seicento. Una di queste, la Cumberland Laundry, si vantava di utilizzare soltanto acqua leggera e sapone puro. Tali lavanderie lavoravano per gli hotel ed i ricchi londinesi del West End. La concentrazione di lavanderie fece divenire famosa Acton come "Soapsuds ( = schiuma di sapone) Island" o anche ""Soap Sud City". La popolazione di Acton crebbe insolitamente rapidamente tra il 1901 ed il 1911, principalmente per lo sviluppo industriale. Negli anni '20 del XX secolo, Acton si caratterizzò per l'affermazione dell'industria pesante. Notevole peso ebbe l'industria automobilistica. La ditta pià famosa fu Napier & Sons (motori). Wilkinson Sword fu un'altra azienda di Acton, che produceva spade, baionette e lamette per rasoi. Non mancavano i produttori di cibo, es. Wall's Ice Cream e Nevill's Bakeries. La principale concentrazione di industrie era incentrata attorno ad Acton Vale ed all'area industriale di Park Royal. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, ci fu molta immigrazione, soprattutto dall'Irlanda, Caraibi e Polonia. South Acton venne risanata e vennero costruiti degli edifici per abitazioni. Dal punto di vista amministrativo, la Parish di Acton che formò un Consiglio Locale di Salute nel 1865, divenne Distretto Urbano nel 1894. La città venne incorporata come Municipal Borough of Acton nel 1921. Essa venne unita al Municipal Borough of Ealing and Southall per formare il London Borough of Ealing nella Greater London nel 1965. In tempi recenti, l'immigrazione Australiana e Sud-Africana ha determinato l'apertura di diversi pub. Si segnalano anche Giapponesi ed Etiopi. La comunità Irlandese si è ridotta, ma sono ancora presenti i pub relativi. Allo stato, Acton è essenzialmente residenziale, anche se ha mantenuto alcune industrie leggere, soprattutto nell'area nord-orientale di Park Royal ed a sud vicino al confine con Chiswick. Da notare che la catena Waitrose iniziò ad Acton come Waite, Rose and Taylor, lungo la High Street vicino alla stazione di polizia, aprendo il secondo punto vendita a Churchfield Road nel 1913.

2. Acque e Canalizzazioni

Un canale pubblico fu costruito ad High Street nei terreni di "The Bell", in seguito, Suffolk House, da Thomas Thorney, che nel 1612, lasciò un addebito di fitto sulla adiacente Conduit Lane per la sua manutenzione. Nel 1755, un ordine della Cancelleria confermò l'uso pubblico del canale e la continuazione dell'addebito di cui sopra. Nel 1819, il Rettore pagò per una nuova pompa, dato che il canale era in rovina, ed affondato un serbatoio per sfruttare la sorgente. Il canale, poi, cadde in disuso, presumibilmente, a causa della apertura del Cimitero vicino nel 1863. La pompa, ricordata con una targa in High Street, alla fine, fu collocata nel Gunnersbury Park Museum. In aggiunta alle sorgenti medicinali ad Acton Wells, parecchie case avevano i propri pozzi. Butlers ad Horn Lane, ne aveva uno nel 1633 e nel 1670, vi fu concesso l'accesso ad una pompa; Fraiars Place Farm aveva una pompa dietro la casa; due pozzi profondi furono trovati sotto Derwentwater House all'atto della sua demolizione. Edward Tuffin scavò un pozzo davanti alla sua casa nel 1666, e c'era anche una pompa nella parte terminale alta di Acton, verso la strada principale. Nel 1832, un pozzo municipale fu reso inutilizzabile da un privato nelle vicinanze, forse il pozzo scavato in un corso d'acqua da un certo Signor Trafford, che vi mise una vasca per l'uso degli abitanti. Probabilmente, appena ad ovest di Steyne, esso era conosciuto nel 1802 come Trafford's Well. Nel 1832,  Acton era detto essere abbondantemente rifornito d'acqua, ma, al tempo stesso, cattivi servizi igienico-sanitari e di drenaggio vennero riferiti al Comitato della Salute, quando ai capofamiglia fu ordinato di rimuovere le sostanze nocive e si raccomandò che lo stagno in fondo ad East Acton venisse riempito. Gli Ispettori avrebbero dovuto eliminare il pozzo nero sul retro del Sagrato e il canale sotterraneo in fondo ad East Acton. Nel 1834, si votò per fare una fogna adeguata per migliorare Horn Lane. La Commissione sanitaria fu costituita nel 1848 ed ispezionò quasi 400 locali, ascrivendo molte malattie allo scarso drenaggio ed ai cattivi servizi igienico-sanitari. Il Comitato fu sciolto nel 1849, come è stato detto il suo lavoro, avendo esaurito il suo compito. L'anno prima, nel 1848, la Commissione sanitaria aveva riferito una mancanza generale di acqua pura. Nel 1855, si dovette affrontare una seria carenza di acqua ad East Acton, dove i poveri, apparentemente, dovevano far ricorso agli stagni. Nel 1861, si consentì di includere Acton nell'area di Grand Junction Waterworks Co. e, nel 1879, la Società collocò tubi per la fornitura di Acton Green. Nel 1893, Acton riceveva la maggior parte delle sue acque dalla Società come approvvigionamento continuo, anche se alcuni cottages ferroviari a Willesden Junction venivano riforniti dalla London & North Western Railway tramite un pozzo profondo nel gesso nei pressi di Watford. Dal 1903, Acton fu rifornito dal Metropolitan Water Board, che rilevò i distretti di Grand Junction e West Middlesex. Nel 1908, il Consiglio Urbano Distrettuale venne autorizzato a raccogliere fondi per scavare un pozzo artesiano, che da allora, rifornì i bagni pubblici, e nel 1909, un pozzo fu scavato da Panhard & Levasseur in Warple Way. Nel 1931, poche altre fabbriche a sud di Acton Vale utilizzavano pozzi artesiani profondi. 

3. London Transport Museum Depot  

Il Museum Depot di Acton contiene la maggioranza delle collezioni che non sono in mostra al Museo principale a Covent Garden. E' aperto al pubblico per eventi speciali, compresi fine settimana aperti a tema e visite organizzate. Il Museo ospita oltre 370.000 articoli di ogni tipo, compresi molti lavori originali d'arte usati per la raccolta di manifesti, segni, modelli, fotograie, disegni ingegneristici ed uniformi. Insieme essi formano la più ampia ed importante raccolta di elementi legati al trasporto urbano nel mondo. Il principale scopo del Deposito è di fungere da museo vivente in uno spazio sicuro di 6.000 metri quadrati, in condizioni ambientali controllate. I curatori ed i volontari lavorano per catalogare e conservare oggetti da preservare per le future generazioni. Il Museo si trova ai numeri 118-120 di Gunnersbury Lane.

Ealing - Visita guidata

Stazione della metropolitana

Stazione della metropolitana

Gunnersbury Lane

Gunnersbury Lane

Contesto suburbano tipico

Contesto suburbano tipico

London's Transport Acton Museum Depot

London's Transport Acton Museum Depot

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it