www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Northolt

Sintesi

Northolt è una stazione della metropolitana (Central Line) non lontana dal confine col London Borough of Hillingdon. L'espansione del XX secolo trasformò il vecchio schema di cinque insediamenti distinti e autonomi in un quartiere periferico del "Borough of Ealing".

Distanza dal centro: 13 miglia.

Attrattiva: discreta per chi ama gli spazi verdi.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla piccola stazione della metropolitana, vi trovate su Mandevillle Road, che si snoda in direzione nord-est - sud-ovest. Seguendo la prima direttrice, dopo poco, trovate sulla destra, Harvester, un ristorante, e sulla sinistra, Northolt Leisure Centre Library e, poco dopo, Mandeville Parkway, dove un cartello che ricorda come a Northolt si tenessero corse di poni e che lo spazio venne comprato dall'Ealing Borough Council, per essere destinato ad edilizia residenziale e spazio verde, come si vede in una delle fotografie proposte. Alle spalle, camminando un poco, si raggiunge lo spazio verde Northolt Park Play Centre, a distanza intermedia rispetto alla stazione di Northolt Park. Procedete in direzione opposta, sud-ovest, ed una volta raggiunta la stazione, proseguite diritto. Poco dopo aver superato l'Uffico Postale, trovate diversi spazi verdi a ridosso della strada: verso nord-ovest, Islip Manor Park, verso sud-est, Belvue Park, e dopo aver superato la rotatoria tra Church Road e Western Avenue, a sud-est, Northala Fields, Northolt Golf Club e Rectory Park, a nord-ovest, Lime Tree park.

Toponimo

La prima ricorrenza del nome dell'area si ha nel 960 come "Northhealum", nell'ambito di una concessione Anglo-Sassone, al tempo del Re Edgar (959-975), quando costituiva un piccolo insediamento agricolo, il cui Lord era un tal Wulfgar. Successivamente, si ritrova come "Northala" (1086, nel Domesday Book - v. "Eventi storici di rilievo"), "Northale" (1214), "Northalle" (1235), "Northall alias Northolt" (1631). John Norden (circa 1547–1625), Cartografo ed Antiquario Inglese, noto per aver scritto il celebre "Speculum Britanniæ: an historical and chorographical description of Middlesex and Hartfordshire", chiamò il sito "Northolt", facendolo derivare dal Germanico "bolt", rendendolo, quindi, sinonimo di "Northwood". Tuttavia, Daniel Lyson, scrive che "non è così chiamato in alcuno degli antichi documenti che ho visionato relativi a questo sito (che sono molto numerosi). Quasi tutti concordano nel chiamarlo Northall; la cui etimologia è troppo ovvia per necessitare una spiegazione. In un caso, è scritta Northawe.". Ed infatti, le denominazioni indicate all'inizio sono in linea con quello che sostiene Lyson. Quindi, ci troviamo di fronte ad un nome composto formato da "norð" (Old English), che significa "settentrionale" + "halh" (Anglian), che significa "Un angolo di terra; una piccola valle; terreno asciutto in una palude; un pezzo di terra sporgente da, o staccato da, l'area principale della sua unità amministrativa", per cui, si può rendere come "Angolo o porzione settentrionale di terra", "Settentrionale" (North) per distinguerlo Southall (South = Meridionale), chiamata, tra l'altro, in passato anche "Southolt", che, come si vede, conteneva la medesima parola "holt" (boschetto, selva), a dispetto della moderna versione.

Storia

Informazioni essenziali sulla Storia dell'area sono fornite da A. J. Robertson in "Anglo-Saxon Charters" (1939); da John Norden in "Speculum Britanniæ: an historical and chorographical description of Middlesex and Hartfordshire" (1723); da Daniel Lysons, in "The Environs of London: Volume 3, County of Middlesex" (1795), alla voce "Northall (Northolt)" (pagine 306-319); British Library Harley MS. 3697 illustrato in "A History of the County of Essex: Volume 2" (1907), pagina 111; si ritrovano in "A History of the County of Middlesex: Volume 3, Shepperton, Staines, Stanwell, Sunbury, Teddington, Heston and Isleworth, Twickenham, Cowley, Cranford, West Drayton, Greenford, Hanwell, Harefield and Harlington" (1962), alla voce "The hundred of Elthorne " (pagine 167-169); sono fornite da  Diane K. Bolton - H. P. F. King - Gillian Wyld - D. C. Yaxley in "A History of the County of Middlesex: Volume 4, Harmondsworth, Hayes, Norwood With Southall, Hillingdon With Uxbridge, Ickenham, Northolt, Perivale, Ruislip, Edgware, Harrow With Pinner" (1971), alle voci "Northolt: Introduction" (pagine 109-113), "Northolt: Manors and other estates" (pagine 113-116), "Northolt: Economic and social history" (pagine 116-117), "Northolt: Local government" (pagine 117-119), "Northolt: Churches" (pagine 119-121); si leggono in "An Inventory of the Historical Monuments in Middlesex" (1937), alla voce "Northolt" (pagine 96-98), si leggono in un file pdf reperibile su Internet intitolato "ST MARY'S Northolt Middlesex", che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Frances Hounsell "Greenford, Northolt and Perivale Past" (1999), Diane K. Bolton - H. P. F. King - Gillian Wyld - D. C. Yaxley in "A History of the County of Middlesex: Volume 4, Harmondsworth, Hayes, Norwood With Southall, Hillingdon With Uxbridge, Ickenham, Northolt, Perivale, Ruislip, Edgware, Harrow With Pinner" (1971), alle voci "Northolt: Nonconformity" (pagina 121), "Northolt: Education" (121-122), "Northolt: Charities for the poor" (pagina 122). 

1. Eventi storici di rilievo

Almeno sin dall'VIII secolo (alcune Fonti addirittura retrodatano al VII secolo), sembra che vi sia stato un insediamento a Northolt, sebbene, come avete letto nel "Toponimo", la prima notizia documentata, risalga solo al 960. Tre sepolture e diverse abitazioni del Primo Periodo Sassone vennero rinvenute sul sito occupato successivamente dalla Manor House medievale e nei suoi pressi. L'evidenza archeologica suggerisce che il più antico insediamento era situato su un terreno più elevato a nord-est della futura St Mary's, e che, alla fine del XIII secolo, venne sostituito da un insediamento nella valle poco profonda, a ovest, poco prima che venisse posta la prima pietra della Manor House già citata. Nel 1086, la "Hundred di Elthorne", nella Contea del Middlesex, formata da 224 unità tassabili e mezzo, comprendeva tredici Manors: oltre Northolt, vi rientravano Colham (nella Parish di Hillingdon), Cowley, Cranford, Dawley (nella Parish di Harlington), Greenford (Little Greenford = Perivale), Hanwell, Harefield, Harlington, Harmondsworth, Hillingdon, Ickenham, Ruislip. "Northala" aveva una popolazione totale di 32 nuclei familiari (dato abbastanza ampio), di cui 22 nel Villaggio, 6 di servi, 1 prete, 3 nei cottages. Vi erano 15 unità tassabili (dato ampio), vi era terra per 10 aratri, con 2 gruppi di lavore del Lord e 6 di uomini liberi, vi erano 8 (acri?) di terre del Lord, boschi per nutrire 200 maiali, e 0,5 (acri?) di terre della Chiesa. Il valore per il Lord era 12 sterline (1066), 5 sterline (circa 1070), 10 streline (1086). Nel 1066 il Lord del Manor era Esger Il Poliziotto, nel 1086, Geoffrey de Mandeville. Nel 1293, delle concessioni erano tenute, limitatamente a Northolt, da Peter Butler e William de Scaccario, nella zona detta Down (v. paragrafo specifico). Tra il XV ed il XVI secolo, la topografia della Parish rimase sostanzialmente invariata. Piccole aree spoglie e spazi verdi del Villaggio vennero recintati dal principio del XVI secolo in avanti. Nel 1500, l'insediamento aveva assunto la configurazione che avrebbe conservato sino a che la topografia della Parish venisse offuscata dallo sviluppo edilizio del XX secolo. Nella Parish medioevale, sembra che vi siano state cinque distinte aree di insediamento:

  1. Il Villaggio di Northolt si trovava intorno ad una piccola area verde dominata da St Mary's e dal complesso della Manor House su un terreno in salita ad est;
  2. Il piccolo insediemento chiamato Eliots Green, a nord del Villaggio, intorno alla casa conosciuta nel Medioevo come Ruislips Place e poi come Islips; alcune ceramiche del XIII secolo vennero rinvenute quando Eliots Green Farm (una costruzione del XVII secolo) venne abbattuta nel 1954;
  3. Iil borgo di West End, a circa un quarto di miglio a sud della Manor House di Down, nella zona occidentale della Parish. Sembra possibile che, al principio del Medioevo, un secondo insediamento potesse essere ubicato immediatamente a sud del sito del Manor di Down, ma mancano le prove della sua esistenza dopo il XV secolo;
  4. Il più piccolo borgo di Wood End, nell'estremo nord-est, sembra essere cresciuto attorno al "capital messuage" di una Tenuta in piena proprietà tenuta dal XIII secolo dall'Ospedale di San Tommaso di Acon;
  5. L'insediamento di Goslings End (poi Elm), incentrato sull'incroco tra le strade West End a Greenford (poi Ruislip Road) e quella che andava da Northolt a Greenford (ora Kensington Road), nell'angolo sud-oritentale della Parish.

Oltre a queste strade e collegamenti interni delle aree di insediamento, sembra che vi siano state solo quattro antiche strade di una certa importanza:

  1. Sharvel o Charville Lene o Riggeway, da Uxbridge ad Harrow, attraversando Il Torrente Yeading nell'estremo angolo nord-occidentale della Parish da Golding o Golden Bridge, che nel 1504, era privo di manutenzione. La strada, poi, correva parallela al confine della Parish, passando a nord-ovest del Villaggio di Northolt, sino a quando lasciava la Parish nell'estremo angolo all'estremo nord-orientale;
  2. La strada di cui sopra veniva divisa in due ad est di Down Manor da Ruislip Road, che andava da West End a Ruislip;
  3. La strada da Eastcote, noto come Ruislip Way e poi come Eastcote Lane, univa Sharvel Lane a nord del Villaggio di Northolt;
  4. Gli insediamenti di Wood End e Northolt erano collegati da Northolt o Wood End Lane, che continuava a West End e Hayes come Janes Street.

Tranne che per una cresta bassa che corre in direzione nord-est dal Down Barns ad Harrow e raggiunge più di 150 piedi a nord-est del Villaggio di Northolt, la maggior parte della Parish si trovava sotto i 125 piedi. L'antico Villaggio si trovava in una depressione poco profonda tra questa cresta e l'ulteriore terreno in salita inclinato gradualmente a nord-est verso il pendio di Harrow Hill. Con l'eccezione di due aree usate per la produzione di mattoni, nell'estremo sud, i terreni sono esclusivamente argillosi. Quasi tutta la parte occidentale della Parish ad ovest del Villaggio di Northolt era coperta da campi aperti. Sebbene un certo numero di nomi di campi (Wood End Field, Sharpe's Field, Dowders Field, Priors Field) vengano citati nei secoli XV e XVI in connessione ad aree più piccole o senza alcuna posizione geografica esatta, sembra che nei periodi successivi vi siano stati sei campi principali. Verso il 1700, premettendo che parti di Great e Tunlow Fields, si trovavano all'interno del Manor di Down, si distinguevano:

  1. Great o Church Field, che copriva approssimativamente 900 acri, compresi circa 435 acri a sud ed ovest del Villaggio di Northolt;
  2. Mill Post Field, di 90 acri, che si trovava nell'angolo sud-orientale della Parish;
  3. Tunlow Field, di 115 acri, che si unì al campo di cui sopra;
  4. West End Field, di 112 acri, che copriva la zona delimitata da Janes Street, Ruislip Road e Sharvel Lane;
  5. Hollow Field, di 68 acri;
  6. Batsey o Batcher Field, di 63 acri, ad est, che si trovava a nord di Sharvel Lane.

Da almeno il XVIII secolo, due aree separate della Parish di Northolt giacevano in Greenford. La zona più ampia, comprendente 47 acri era situata ad ovest del Villaggio di Greenford immediatamente a nord di Ruislip Road e ad ovest di Oldfield Lane. Ulteriori 2 acri e mezzo (chiamati Mill Field nel 1775), giacevano lungo il confine meridionale di Greenford (queste parti staccate furono trasferite a Greenford, rispettivamente nel 1882 e 1887). Nel 1667, il numero delle case nella Parish era pari a 49. Durante gli anni della pestilenza, il registro delle sepolture è impreciso nel 1603, ma riporta nel 1625, otto sepolture, e soltanto sei nel 1665. Entro il 1700, il vecchio modello di campi aperti di coltivazione a seminativo era stato sostituito da recinzioni per il pascolo e la coltivazione del fieno. Le grandi case coloniche di Court, Moat e Down Barns Farms risalgono tutte al principio del XVIII secolo.  Entro il principio del XIX secolo, sezioni di Sharvel Lane, che sulla mappa del Middlesex di John Roque del 1754 appariva come una strada continua, (Golden Bridge è citato sino al 1780) erano coltivate e la maggior parte del rimanente serviva soltanto come sentieri di acceso ai campi. Nel 1835, vennero recintati ulteriori 700 acri in base ad una legge del 1825, e la transizione verso l'agricoltura del fieno su larga scala continuò lentamente. Nel 1801, l'apertura del Ramo di Paddington del Grand Union Canal, che seguiva il contorno di 100 piedi in tutto l'angolo sud-orientale di Northolt, alterò di poco il carattere rurale della Parish nel suo insieme. La popolazione aumentò temporaneamente dopo circa il 1830 per gli operai che lavoravano nei depositi di argilla per mattoni lungo il Canale, e molte nuove case vennero costruite a West End. Molti dei lavoratori del mattone se ne andarono quando tale attività industriale declinò negli anni '60 del XIX secolo, tanto che nel 1881, le case abitate erano meno di quelle di quarant'anni prima. L'antica Parish di Northolt si trovava a nord-ovest di Ealing ed aveva la forma di un triangolo irregolare situata lungo un asse sud-ovest nord-est di circa 3 miglia e mezzo di lunghezza. Nel 1871, la Parish conteneva 2230 acri. I confini settentrionali della Parish seguivano quelli di Ruislip ed Ickenham e della Hundred di Gore. Il Torrente Yeading formava il confine occidentale e gli altri due lati erano delimitati dalle Parishes di Hayes e Southall a sud e di Greenford ad est. Nel 1891, l'area dell Parish di Northolt era 2.180 acri. Tra il 1837 ed il 1937, vennero costruite solo tre case a West End, e nel 1845, la zona a nord-est del borgo era detta essere una delle più remote del Middlesex. Sino al 1896, a parte l'industria dei laterizi localizzata nel sud, Northolt era ancora una Parish agricola poco popolata, con cinque insediamenti compatti e case coloniche disperse. Le due ragioni avanzate principalmente per spiegare il lento tasso di crescita di Northolt nel XIX secolo erano rappresentate dalla carente fornitura d'acqua e dal cattivo stato delle strade. Negli anni '90 del XIX secolo, la strada da Harrow a Wood End era nota come Love Lane o Mud Lane, e nel corso del XX secolo, il Consiglio della Parish spesso denunciò alle autorità del Distretto Rurale la condizione delle strade di Northolt. Sino al 1791, quando venne scavato un pozzo nei pressi della Canonica, il Villaggio Northolt sembra non aver avuto nessun acqua di sorgente. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales descriveva Northolt come segue: "Northolt, or Northall, a village and a parish in Uxbridge district., Middlesex. The village stands near the Paddington canal, 3 miles N N W of Hanwell r. station, and 4¾ E of Uxbridge; was known, at Domesday, as Northala; and has a post-office, of the name of Northolt, under Southall. The parish contains also the hamlets of West-End and Wood-End. Acres, 2, 193. Real property, £4, 988; of which £25 are in the canal. Pop. in 1851, 614; in 1861, 658. Houses, 123. ... The manor belonged to the Mandevilles; and passed, through the Botelers and others, to Earl Jersey. A plain in the N W, comprising several square miles, contains only two or three houses, and was the scene of several skirmishes, both in thewars of the Roses and in the civil wars of Charles I. Bricks are made. The living is a vicarage in the diocese of London. Value, £682.* Patron, Brasenose College, Oxford. The church is partly of the 14th century, partly somewhat later; and contains memorials of the Rowdellfamily, Bishop Lisle, who was vicar, and the philosopher Dr. Demainbray. There is a national school.". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles descriveva Northolt come segue: "par. and vil., Middlesex, 4½ miles E. of Uxbridge, 2230 ac., pop. 496; P.O.". Condutture d'acqua giunsero nel Villaggio solo nel 1898, anche se l'erogazione rimase insufficiente sino agli anni '20 del XX secolo. Una pompa installata sul "Green" nel 1873, era ancora in uso negli anni '20 del XX secolo. Nel 1914, il Villaggio ebbe anche l'illuminazione stradale a gas e l'elettricità erogata da Uxbridge and District Supply Co. Nel 1903, Great Western Railway Co. aprì una linea circolare che collegava le linee principali di High Wycombe e Birmingham e divideva la Parish a nord del Villaggio di Northolt. Una fermata a Northolt venne creata nel 1907, che venne ricostruita nel 1948 come stazione di Northolt, quando la Central Line venne estesa da Greenford a West Ruislip lungo la linea della G.W.R. Nel 1906, venne aperta la linea passeggeri della Great Central Railway per High Wycombe, che attraversava l'angolo nord-orientale della Parish. Nel 1926, venne aperta un'altra stazione a Northolt, chiamata inizialmente South Harrow and Roxethn, ridenominata nel 1929, Northolt Park. Nonostante la fornitura di questi servizi, sino alla vendita della Manor Farm, vi fu scarso sviluppo residenziale e nel 1920, Hillingdon Court Estates aprirono la strada alla prima speculazione edilizia. Nel 1928, Northolt entrò a far parte del Borough of Ealing ed il ritmo di sviluppo crebbe. Nel 1929, venne aperta una pista da corsa per poni a Northolt Park. Western Avenue, che attraversa il centro della Parish da est ad ovest, venne aperta nel 1934, e nel 1936, due rami di strade, Whitton Avenue e Mandeville Road, erano state condotte in tutto il nord della Parish, mentre Yeading Lane e Church Road furono ampliate per completare la rete di arterie. Seguì un vasto sviluppo urbano lineare sul bordo delle strade periferiche, e prima del 1939, altre aree vennero urbanizzate da imprenditori edili, compresi pregressi campi aperti che si trovavano immediatamente ad ovest del Villaggio di Northolt, e la zona tra Mandeville Road e Whitton Avenue a nord. Nel 1937, venne realizzato il primo schema di pianificazione di Northolt, e nello stesso anno, vennero impiantate le prime industrie a Rowdell Road e Belvue Road. Lo sviluppo ulteriore venne interrotto scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Dopo il 1945, Northolt crebbe notevolmente come dormitorio per il Borough of Ealing. Tra il 1928 ed il 1939, vennero costruite solo 52 abitazioni comunali, mentre nel 1946, era iniziata l'edificazione di cinque aree edificabili comunali, le più grandi delle quali, che insieme potevano ospitare 442 unità abitative, furono South-East Northolt Estate e Bridge Farm Estate, nella vecchia zona dei campi di produzione dei mattoni. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Northolt Mandeville venne colpita da 11 bombe esplosive, mentre Northolt West End da 17 bombe esplosive. Nel 1946, la locale Amministrazione comprò i 124 acri di Northolt Park Estate e l'edificazione iniziò lì nel 1951. Nel 1963, erano state completate 1084 delle programmate 1150 unità abitative in questa Tenuta, compreso un certo numero di condomini di appartamenti a più piani. Altre aree comunali urbanizzate dal 1949, comprendono Northolt Grange Estate (1951), Medlar Farm Estate (1949), Lime Trees Estate (1951) nell'area di West End, e Fair View Estate (1953) ad ovest di Eastcote Lane. Entro il 1963, il Council aveva edificato circa 3423 unità abitative nella zona, il che rappresentava più della metà del totale delle abitazioni erette nel Borough of Ealing dal 1945. L'espansione del XX secolo trasformò il vecchio schema degli insediamenti distinti e autonomi in un quartiere periferico del Borough of Ealing. Nel 1958, Moat Farm, l'ultima delle case coloniche del XVII e principio del XVIII secolo, fu demolita per far posto ad insediamenti residenziali privati, mentre sopravvivono edifici domestici anteriori al XIX secolo, ma di scarsa importanza. "The Plough" e "The Crown" a Northolt e "The White Hart" a West End vennero autorizzati nel 1746,  ma tutti vennero ampiamente modernizzati o ricostruiti. Nel 1963, quasi tutta l'area nord di Western Avenue era stata edificata, con l'eccezione di una stazione senza fili a Wood End Lane (creata verso il 1926) e Belvue Park, che comprende il sito della Manor House medioevale a nord-est di St Mary's. A ovest del Cimitero, dove il terreno scende verso un piccolo corso d'acqua, i resti di Northolt Green sono stati conservati per dare al centro del vecchio villaggio un carattere quasi rurale. Affacciato sul "Green" sono la ex "Church School", "The Crown Inn", e mescolate con le costruzioni moderne, diverse case e cottages del principio del XIX secolo. "Willow Cottages", una coppia ad un solo piano, ora utilizzato come capannoni in un piccolo giardino pubblico, vennero citati per la prima volta nel 1817.  Il distretto degli ex campi aperti a sud e ad ovest rimane meno pesantemente edificato. Una cintura di terreni prevalentemente agricoli si estende da Western Avenue al Torrente Yeading, e comprende West London Shooting Grounds ad ovest del sito del Manor di Down. Lime Tree Park, situato ad ovest di Church Road, e Rectory Park, a nord di Ruislip Road, costituiscono la maggior parte del 150 acri destinati dalle Autorità Municipali a spazi sportivi ed arre ricreative. Un'ulteriore zona compresa tra Kensington Road e Western Avenue fu affittata nel 1938 al Kensington Borough per l'uso come terreni da gioco. Le aree di terreni agricoli e terreni non edificati, intervallati da piccole proprietà di case prefabbricate e di edilizia residenziale ante 1939, conferivano alla parte meridionale della Parish un aspetto non pianificato. Nel 1963, gran parte di tali terreni venne destinato alla costruzione di una vasta zona residenziale. Tuttavia, nel 1963, Northolt era ancora una Parish residenziale periferica, con poche industrie locali ed una popolazione prevalentemente di pendolari impiegati a Londra o in attività industriali delle Parishes limitrofe. Dal punto di vista amministrativo, Northolt fece parte dell'Uxbridge Rural District dal 1894 sino al 1928. Alla soppressione di tale Distretto Rurale, una superficie di 100 acri nell'estremo nord-est della Parish di Northolt fu trasferita all'Urban District di Harrow-on-the-Hill. Il resto della Parish Civile di Northolt fu assorbito dal Municipal Borough of Ealing, che oggi rientra nel London Borough of Ealing. Nel XXI secolo, sul sito della Taylor Woodrow Co. è stato edificato un nuovo vasto complesso residenziale privato, vicino al Grand Union Canal, perciò, noto come "Grand Union Village". Oggi, Northolt può essere definito come un vasto insieme di complessi residenziali scarsamente interessanti, la cui immagine è legata ad un famoso aeroporto della RAF (erroneamente, perché si trova a South Ruislip) ed in tempi recenti, anche ad un nuovo Parco. Circa un terzo dei residenti di Northolt sono Bianchi Britanici e diverse sono le minoranze etniche (Africani, Indiani, Caraibici, Polacchi, Pachistani, Sri Lankiani, Afgani, Arabi, Irlandesi, Nepalesi, di nascita o di origine). Ricordiamo, infine, che la maggior parte dei residenti degni di nota di Northolt furono o persone investite di cariche pubbliche o Lords del Manor: Goronwy Owen (1723-1769), il Poeta Gallese e primo Segretario della Cymmrodorion Society di Londra, fu Curato di Northolt dal 1755 al 1758; Stephen Demainbray (1710-1782), che scoprì l'influenza dell'energia elettrica nello stimolare la crescita delle piante e fu Astronomo presso l'Osservatorio di Kew (1768-1782) ed è sepolto a Northolt; diversi Autori hanno tentato di dimostrare che John Hart (morto nel 1585), Autore di due libri sulla fonetica inglese, apparteneva alla Famiglia Hart, che viveva a Northolt già nel 1460. Tale identificazione è stata messa in dubbio e le prove disponibili sono poco convincenti.

2. Manors

Illustriamo di seguito quanto siamo riusciti a ricostruire in merito ai vari Manors:

2.1.1 Manor di Northolt

Nel 1066, al tempo di Eduardo Il Confessore, Northolt apparteneva ad Ansgar (Esger), Lord del Manor e suo scudiero. Nel 1086, Northolt, nel Domesday Book denominata "Northala", apparteneva al nuovo Lord del Manor, Geoffrey de Mandeville, al seguito di Guglielmo Il Conquistatore. A quel tempo, la Tenuta era valutata 15 unità tassabili. La popolazione era formata da 32 famiglie (qundi, circa 32 x 5 = 160 residenti), di cui 22 del Villaggio (la dimensione delle loro proprietà variava sensibilmente), 6 di servi (uno possedeva una unità, gli altri cinque metà ciascuno), 3 vivevano nei cottages (si suppone in campagna), infine, vi era un Prete (alla Chiesa era attribuita mezza unità). Non vengono citate né tenute sussidiarie, nè il Manor successivamente noto come Down o Down Barns. Il valore per il Lord era di 12 sterline (1066), 5 sterline (circa 1070), 10 sterline (1086). Vi erano terreni coltivabili per 10 aratri, bosco per 200 maiali. La Famiglia Mandeville mantenne Northolt sino a qualche tempo tra il 1227 e il 1230, quando Maud, figlia di Geoffrey Fitz Peter (Fitzpiers), Conte dell'Essex e discendente dei Mandeville (morto nel 1213 ), lo alienò a Thomas d'Eu o de Augo. Nel 1231, d'Eu rilasciò il Manor a Peter Botiler ad un canone annuo di una libbra di pepe. Joan, una delle sorelle e coeredi di Richard Fitzjohn (nonno di Geoffrey Fitzpiers citato), morta nel 1297, aveva sposato Theobald le Boteler. Northolt venne tramandata di generazione in generazione nella Famiglia Botiler (nel 1316, Peter le Boteler era il Lord del Manor di Northall), sino al 1339, quando Stephen le Boteler (Botiler) affittò il Manor al canone annuo di venti marchi a John Russell, il primo di una serie di mercanti londinesi che acquistarono la proprietà. Stephen Botiler trasferì la proprietà del Manor a Russell nel 1342; il significato della transazione è incerta, tuttavia, nello stesso anno William, fratello di Stephen, trasferì una Tenuta chiamata Manor di Northolt a Geoffrey de Wychingham, poi Sceriffo e Sindaco di Londra. Wychingham acquistò altri interessi nel Manor da Stephen Botiler nel 1346 e da John Waleys di Gran Waltham (Essex) nel 1343. John Russell rilasciò il Manor a Simon Francis, un altro commerciante di Londra, nel 1346, e nel 1352 Agnes, la vedova di Russell, cedette i suoi diritti di dote a Simon Francis, Commerciante di tessuti londinese. Nel 1355, Simon Francis fece in modo che Northolt venisse rilasciato a lui e ad un certo Thomas Loughtborough. Alla morte di Francis, nel 1357, Northolt, quando aveva la stessa valutazione del 1086, cioè, 5 sterline annue, passò al figlio Thomas, ed alla sua morte nel 1368, ad Alice, la sua vedova, per tutta la vita con reversione ala sorella di Thomas, anche chiamata Alice, che era sposata a Sir Thomas Travers. Nel 1958, la vedova Alice concesse la sua tenuta nel Manor di Northolt a Robert Perpoyng ed altri, dietro un canone annuo di 30 marchi, forse al fine di autorizzare i rappresentanti di suo marito a vendere il Manor. Il Manor fu ipotecato più volte tra il 1368 e il 1370, e nel 1370, lo Sceriffo del Middlesex avviò un'inchiesta sulla vendita e la distruzione della Manor House e terre da Alice Francis. Nel 1374, William Rislip ed altri trasferirono la proprietà a Sir Nicholas Brembre, che in quell'anno aveva una concessione di libera caccia ed allevamento. Sir Nicholas, più volte Sindaco e Sceriffo di Londra, nonché Alto Magistrato, acquisì il controllo della Tenuta acquisendo i diritti di Thomas Loughtborough e della Famiglia Travers. Brembre continuò a tenere il Manor sino a quando fu condannato per tradimento nel 1388. La maggior parte delle sue proprietà vennero incamerate dalla Corona, ma da una indagine del 1389, risulta che Egli aveva solo un diritto a vita sul Manor e che gli era stata elevata una multa nel 1385, trasferendo il diritto a Thomas de Bere, dopo la morte di Sir Nicholas Brembre e di sua moglie idonea (Idony). Dopo la sua esecuzione, la moglie Idony fu autorizzata a conservare la Tenuta e ad acquistare i beni mobili confiscati dalla Corona. A questa data, demani feudali di Northolt e Down comprendevano 595 acri. insieme a terreni e affitti a Stickleton e Greenford. Idony Brembre, probabilmente, continuò a tenere Northolt sino a dopo il 1390, anche se il Manor sembra essere passato di mano diverse volte prima del 1396 (tra cui quella di Sir Baldwin Bureford), quando fu ratificato in possesso di Sir Richard Waldegrave, Portavoce della Camera dei Comuni, ed altri; tutte queste persone, è probabile, erano feudatari per Richard Lord Scroope, di Bolton. Tre anni dopo, venne esercitato il diritto di reclamo della Corona sulla Tenuta confiscata, e Northolt venne concesso in elemosina gratuita all'Abbazia di Westminster, che ne mantenne il possesso sino al 1540. Prima del 1489, non risultano registrati contratti d'affitto del Manor ed è probabile che l'Abbazia abbia messo a coltura la Tenuta direttamente. Dal 1489 al 1540, Northolt venne affittato ad uno o più conduttori al canone annuale di £15 8s. Multe e prerogative di Corte furono sempre riservate all'Abate. Nel 1535, i boschi del Manor vennero valutati 1 sterlina e le prerogative dei tribunali 16s. 6d. Nel 1540-1541, il valore del Manor era leggermente aumentato. Nel gennaio 1540, l'Abbazia dovette cedere i suoi possedimenti ad Enrico VIII. Un anno dopo, Northolt fu concesso a Thomas Thirlby, Vescovo di Westminster, come parte della dotazione della nuova Diocesi. Nel 1550 Thirlby, cadde in disgrazia e dovette trasmettere la sua dotazione ad Edoardo VI, il quale concesse Northolt, insieme ad altri Manors inclusi nella dotazione, a Sir Thomas Wroth. I membri di tale Famiglia continuarono a tenere il Manor sino al 1616, quando gli John Wroth trasferì Northolt a Sir John Bennet, un membro della "Court of Chancery" (Corte di Cancelleria) e Giudice della "Prerogative Court" (Tribunale cui tramite furono esercitati i poteri discrezionali, i privilegi, le immunità legali riservate al Sovrano) di Canterbury. Nel 1622 (o 1624), Bennet vendette il Manor a William Pennyfather, Sceriffo di Londra, che nel 1637 o 1638, lo trasmise a John Hulse. Questi morì nel 1653, lasciando una figlia unica, Lettice, che, in base ad un accordo matrimoniale fatto nel 1647, ottenne il diritto all'intestazione della proprietà soggetta ai diritti a vita di Elisabetta, sua madre. Lettice, che aveva sposato Charles Goode di Malden (Surrey), morì senza eredi nel 1667. Sua madre, risposata a Christopher Eyre, morì nel 1675, in modo che Charles Goode, nonostante i tentativi della famiglia Hulse di privarlo, subentrò nella reversione. Tra il 1675 ed il 1700, Goode ipotecò spesso la Tenuta, e nel 1701, la passò a John Walker, Direttore Assistente della Camera dei Lord. Alla morte di Walker nel 1715, Northolt venne acquistato da James Brydges, Conte di Carnarvon (Primo Duca di Chandos) per 9000 sterline, il quale, nel 1722, trasmise il Manor a William Peere Williams, un famoso Avvocato della Cancelleria, ed il figlio di questi, Sir Hutchins Williams, nel 1756, vendette la proprietà a Francis Child, un Amministratore di Agata Child, vedova, membro di una famiglia di Banchieri Londinesi. La Famiglia Child continuò a tenere Northolt sino al 1804, quando Sarah Sophia Fane sposò George Villiers, Conte di Jersey. Nel 1827, Villers vendette il Manor di Northolt, che allora comprendeva solo 269 acri, a Sir Lancelot Shadwell, ultimo Vice-Cancelliere d'Inghilterra. Il Manor rimase nelle mani della Famiglia Shadwell sino a quando la proprietà fu divisa e venduta a fini edificatori durante il principio del XX secolo.  

2.1.2 Manor House

Scavi archeologici su un sito con fossato a nord est di St Mary's, iniziati nel 1950, rivelarono gran parte della struttura della Manor House medioevale. La lingua di terra che poi formò il sito del Manor sembra essere stata occupata almeno sin dall'VIII secolo. Un fossato fu, probabilmente, scavato poco dopo il 1300 ed ampliato successivamente nel secolo, quando furono costruiti i primi edifici di pietra. Ecco la descrizione fatta del fossato alla voce "Ancient earthworks", in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla pagina 8: "A moat is situated quite near to the church which, from its exceptional character, demands a more detailed description. It stands upon high ground, and its banks are built up instead of having been excavated around the protected site. At the southern angle the moat is 12 ft. wide, and the central area rises to a height of 5 ft., overlooking the outer bank which is 4 ft. 6 in. high. The south eastern side varies in width from 9 ft. to 12 ft. The western angle is 36 ft. wide, narrowing towards the northern corner, where it is from 28 ft. to 30 ft. broad. On this north-western side the interior ground continues its former height; but the external bank is only 4 ft. in height. At the north the moat is again about 36 ft. wide, but the inner area attains a height of 7 ft. 6 in., while the outer bank is but 3 ft. At this point the water of the moat is drained into a pond 60 ft. distant, and although water is retained in the north-eastern side it is reduced in bulk. On the north-east, between the angle and the entrance, the moat is from 9 ft. to 10 ft. wide, the interior site is 8 ft. high, but this is the highest point in the outer bank, which is 6 ft. to 7 ft. 6 in. in height. The entrance is by a causeway 21 ft. broad. The site of the ancient house commands an extensive view of the surrounding country.". Nel 1370, venne effettuata un'indagine in relazione alla parziale demolizione della Manor House da parte Alice, vedova di Thomas Francis, la quale fu accusata di aver smantellato e venduto le travi di una sala e di un cortile interno, quattro camere, una masseria ed una stalla, valutate in tutto oltre 250 sterline e di aver distrutto alberi di quercia, mela, e pera. Verso il 1400, sembra che l'acquisto degli edifici (cioè, dei loro materiali) presso Northolt sia servito per la costruzione sul Manor di Sutton (a Chiswick) nel Surrey. Il documento non riporta la data (L. F. Salzman in "Building in England down to 1540", pagina 199, attribuì la data del 1401). Successivamente, la Manor House sembra essere stata ricostruita in scala ridotta. Riparazioni significative e ricostruzione, probabilmente dei fabbricati agricoli adiacenti alla Manor House, vennero effettuati negli anni '30' del XVI secolo. La Casa sembra essere stata raramente occupata nel corso del XVI secolo e forse era ancora in piedi nel 1637, ma entro il 1718, era stata demolita. Riferimenti della fine del XVII secolo ad una Manor House, probabilmente, si riferiscono a una Casa chiamata Northolt Court, dove il Lord del Manor viveva nel 1653. Il luogo e la data di demolizione di questa costruzione sono sconosciuti, ma nel 1700, quando era ancora occupata dal Lord del Manor, la Casa era detta essere ubicata accanto a St Mary's. Nel 1935, il sito del Manor venne comprato dalle locali Autorità al fine di preservarle come spazi aperti e, nel 1963, esso formò parte di Belvue Park.

2.2.1 Manor di Donne (Downe o Downe-Barnes)

Sono incerte le origini di tale Manor, che copriva circa 300 acri di terreni coltivabili, 5 acri di pascoli e 20 di bosco, nella sezione occidentale della Parish di Northolt. Roger de la Downe (Dune), citato sin dal 1203, possedeva, nel 1212, terreni in piena proprietà, tassati per 32s. nel 1220.  I suoi terreni vengono citati ripetutamente durante gli anni '30 del XIII secolo, ma rimane ignota la successione del loro possesso nel corso della successiva parte del XIII secolo. Nel 1293, Down era posseduta da William de Scaccario. Entro il 1326, la maggior parte della sua proprietà sembra essere stata acquisita da Ralph Basset di Drayton, che poco dopo, vendette quello che, da quel momento, sarebbe stato chiamato "Manor di Down" a John de Bohun, Conte dell'Hereford e dell'Essex. Nel 1336, alla morte di Bohun, il demanio feudale comprendeva 300 acri di seminativo, 5 acri di prato e 20 acri di bosco. La Famiglia Basset sembra aver mantenuto un certo interesse nel Manor sino a quando Joan, vedova di Ralph Basset, nel 1348, trasferì i suoi diritti ad Edmund de Bereford. Nel 1354, Sir Thomas Holland e sua moglie Joan, vendette Down a Simon Francis, che aveva già comprato il Manor di Northolt.  L'anno seguente, Francis acquisì da Ralph, nipote di Ralph Basset di Drayton, i diritti che egli aveva mantenuto su Down. Da questa data, sino al 1616, la successione di Down seguì quella del Manor di Northolt, eccezion fatta per Robert Colle, affittuario di questo Manor nel 1502 dall'Abbazia di Westminster. Durante la Signoria dell'Abbazia di Westminster, anche se i due Manors "presentavano un conto congiunto", Down fu affittata separatamente al canone annuale di £ 13 6s. 8d. Nel 1535, i boschi del Manor furono valutati 3 sterline e le prerogative di Corte 3s. 4d. Dopo il 1616, la succesione di Down è ignota. Nel 1659, il Manor era posseduto da un tal Samuel Carlton, nella cui Famiglia rimase sino al 1717, quando venne alienato a Andrew Hawes di Chatham (Kent) e John Harvey di Ickwell Bury (Bedfordshire).  Membri di tali Famiglie continuarono a tenere il Manor congiuntamente, sino a qundo, al principio del XX secolo, esso venne frazionato in lotti e venduto.

2.2.2. Manor House

Poche sono le prove documentali dell'esistenza di una Manor House sul sito con fossato a Down Barns, 1 migliio e mezzo ad ovest del Villaggio di Northolt. Ecco la descrizione fatta del fossato alla voce "Ancient earthworks", in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla pagina 8: "At Down Barns, one and a half miles west of Northolt, a rectangular site is surrounded by a moat, of regular form except on the east, where, south of the entrance, it is of wider dimensions, and from it an irregular projection provides a pond.". Nel 1336, un "capital messuage" era detto di nessun valore. La prima Manor House, probabilmente esistente prima del 1388, sembra essere stata abbandonata nel corso del XVi secolo ed una nuova casa costruita ad est del sito con fossato. Alla fine del XVII secolo o al principio del XVIII secolo, parti dell'edificio Tudor furono incorporate in una casa colonica (farm house) che rimpiazzò edifici precedenti (un mattone della Casa, datato 1754, venne trovato dal Signor C. H. Keene e depositato presso il Museo di Wembley). La Casa venne abbattuta nel 1954 e, nei pressi, venne eretta una più piccola casa colonica.

2. 3 Islips Manor

Derivò il nome dalla Famiglia Ruislip, la quale, sin dal 1301, ebbe in proprietà o in fitto terreni a Northolt. Nel 1489, la proprietà comprendeva una casa detta Ruislips Place, presumibilmente esistente a nord-ovest del Villaggio, sopra il sito del successivo Islips Manor o nei suoi pressi, 71 acri nei campi comuni, 54 acri di pascolo in sei recinzioni e 9 acri di bosco nel nord-est della Parish. La Tenuta passò alla famiglia Ruislip sino a circa il 1493, quando Christopher Morton, il figlio di Edith Ruislip dal suo primo matrimonio, che seguito avrebbe sposato John Attewood (morto nel 1489), un Droghiere di Londra, successe nella Tenuta alla morte di sua madre. A Christopher (morto nel 1517) successe il figlio John. Il suo omonimo figlio John Morton, morì ancora minorenne nel 1523, per cui il "Copyhold" passò a Margaret King di Hayes, cugina di John Morton (padre). La proprietà della Tenuta, a cui le terre in affitto non vennero mai riunite, andò a Catherine, vedova di John Morton, che nel 1517, sposò Thomas Roberts (morto verso il 1543), un Consulente dell'Abate di Westminster. La Tenuta, indicata come Ruislips e comprendente una casa e frutteto, 20 acri di pascolo e 60 acri di campi comuni coltivabili, passò alla morte di Thomas Roberts al figlio Michael (morto nel 1544), e poi a Edmund, fratello di Michael, soggetta al diritto a vita della vedova di Michael, Ursula (morta entro il 1565). Edmund Roberts vendette il suo diritto di reversione nel 1565 ad Alan Horde di Ewell (Surrey), che poco dopo, vendette la proprietà a John Gifford di Northolt. Poi, il diritto si trasmise nella Famiglia Gifford sino al 1629, quando William Pennifather, Lord del Manor di Northolt, acquistò la maggior parte della Tenuta di Islips da William Gifford. Successivamente, la successione del possesso di Islips seguì quella del Manor di Northolt sino al 1690, quando Charles Goode vendette la proprietà a Charles Hawtrey di Ruislip. Nella parte finale del XVII secolo, la Casa, denominata variamente come Islips Farm o Gifford's Farm, sembra aver funto da Manor House del Manor di Northolt, e di conseguenza, la Tenuta fu spesso chiamata Manor. Durante il XVIII secolo, la succesione del possesso di Islips confusa. Nel 1740, era posseduto da John Gibson, poi Vicario di Heston. I successivi membri della Famiglia Gibson tennero la Tenuta sino al 1853, quando fu venduta all'Antiquario George Harris, quando la proprietà comprendeva la Casa, il giardino e 123 acri. La casa, da allora in poi chiamata Islips Manor, fu ricostruita nel 1865. Harris lasciò in eredità Islips a sua moglie, che morì nel 1895, e la Tenuta passò poi al cugino George Innes. I membri della Famiglia Innes diedero in fitto la Tenuta sino al 1927. Poi, venne venduta a Robert Rowles, che l'anno successivo, vendette l'intera proprietà all'Ealing Borough Council. Da allora, la Casa venne utilizzata ome Clinica e la maggior parte della Tenuta fu trasformata in aree ricreative.

2.4 Le Freres (o Frere Place)

Questa Tenuta, nota durante il Medioevo come "Le Freres" o "Frere Place" e successivamente come "Wood End Green Farm", venne originata al principio del XIII secolo da una concessione in piena proprietà a Northolt a afvore dell'Ospedale di San Tommaso di Acon, che, nel 1291, venne valutata £4 11s. in 1291. Dopo 1521, la Tenuta fu affittata a Thomas Turner, che coltivava anche il Manor di Northolt per conto dell'Abbazia di Westminster. Con la Riforma Inglese (una serie di eventi nel XVI secolo con cui la Chiesa d'Inghilterra si sottrasse all'Autorità del Papa), la Tenuta chiamata Frere Place, che comprendeva una casa colonica (farm-house), circa 120 acri nel nord-est della Parish di Northolt e 25 acri nei campi comuni, unitamente a terreni ad Harrow e Greenford, venne alienata dalla Corona a Richard Andrews e Leonard Chamberlain di Woodstock.  Nel 1542, Andrews e Chamberlain vendettero Frere Place a John Thornton, il quale aveva coltivato il Manor di Northolt per conto dell'Abbazia di Westminster. Successivamente, la Tenuta, che sembra essere rimasta costantemente tra i 90 ed i 100 acri, passò rapidamente tra una successione di proprietari, compresi membri della Famiglia Gerard (nel 1564, Thomas Partridge vendette a William Gerrard) ed altre Famiglie di Harrow, e, al principio del XX secolo, a W. H. Perkin, il Chimico di Greenford. Da circa il 1800, la Tenuta fu conosciuta costantemente come Wood End Green Farm. Quando le Tenute di W. H. Perkin furono vendute nel 1907, la fattoria comprendeva una casa considerevole e pertinenze, con circa 90 acri di terra che si trovava tra Wood End Lane ed il confine della Parish. Durante il periodo 1920-1939, la Tenuta venne suddivisa e venduta a fini edificatori, e nel 1963, la casa colonica (farm-house) venne abbattuta e l'area interamente coperta da case.

3. St Mary's Northolt 

St Mary, che si trova su di un'altura, probabilmente, insiste sul sito dove sorse un insediamento Sassone nel VII secolo. Quando la Religione Cristiana raggiunse l'area, dovrebbe essere stata realizzata una Chiesa di legno, probabillmente nell'XI secolo. Di certo, nel 1086, come riportato dal Domesday Book, a Northolt c'era un Prete che possedeva circa 60 acri di terra e, presumibilmente, una casa. Le parti più antiche sono state attribuite al XII secolo: la Chiesa di Northolt, unitamente ad almeno altre diciotto Chiese, faceva parte della dotazione del Priorato Benedettino di "St Mary and St James the Apostle" di Saffron Walden (Essex), la cui data di fondazione è incerta. Esiste un racconto della fondazione e della più antica storia dell'Abbazia e della Famiglia ed eredi del fondatore, Geoffrey de Mandeville, Conte dell'Essex, come pure è conservata una piccola Cronaca. I due documenti collocano la fondazione nel 1136, che di per sé risulta del tutto plausibile; ma si parla di Geoffrey come Conte dell'Essex, ed Egli viene così titolato nella sua concessione di fondazione. Egli fu, probabilmente, nominato Conte nel 1140 e morì nell'autunno del 1144, per cui, la fondazione dovrebbe essere compresa tra queste due date. Si dice anche che il sito fu consacrato alla presenza del Conte e di sua moglie Rose, e di Robert, Vescovo di Londra, Nigel, Vescovo di Ely, e William, Vescovo di Norwich. Robert non divenne Vescovo prima del 1141, per cui, l'arco temporale si riduce ulteriormente a dopo tale data. Ma divenne Vescovo di Norwich nel 1146, due anni dopo la morte di Geoffrey, il che incide gravemente sulla credibilità dell'intero racconto. Il Priorato di Saffron Walden continuò ad esercitare i suoi diritti sulla Chiesa di Northolt sino a qualche tempo tra il 1241 ed il 1251, quando le rivendicazioni del Priore vennero contestate dal Diacono e Capitolo di San Paolo. La questione venne rimessa all'attenzione di Peter de Newport, Arcidiacono di Londra e venne stabilito che andava istituita una Canonica e che il patrocinio andava attribuito al Vescovo di Londra e ai suoi successori. I Vicari di Northolt dovevano pagare 12 marchi annui per la manutenzione della Cattedrale di San Paolo e il Decano e il Capitolo di San Paolo dovevano contribuire al sostentamento dei Preti per i posti vacanti nel Vescovato di Londra. Verso il 1247, non vi era Vicario ed è ignota la data della sua ordinazione. Quando, verso il 1300, il Lord del Manor, Peter le Boteler pose la prima pietra della Manor House e la circondò con un fossato (ancora visibile dietro la parte terminale orientale di St Mary's), venne costruità la presente Chiesa, impiegando gli stessi materiali utilizzati per la Manor House, ed il Villaggio di Northolt, originariamente in cima alla dorsale, venne spostato in basso alla collina nella sua presente posizione. Una porta (adesso ostruita, ma visibile dall'esterno, sul muro settentrionale della Chiesa, dava accesso dalla Manor House. Nella metà del XIII secolo, il beneficio di Northolt fu valutato 12 marchi. L'Abate di Walden riceveva 2 marchi dai profitti del beneficio, mentre il Priore di Hurley (Berkshire), mezzo marco. Nel 1291, la Chiesa venne valutata 5 sterline. Nel 1302, il Vicario di Northolt venne incluso in un elenco di operatori scomunicati del Middlesex per non aver pagato la decima papale. Stando ad una Fonte del principio del XV secolo, il Vicario venne ordinato nel 1388,  ma poiché i primi Vicari documentati risalgono alla fine del XIII secolo, il documento citato è quasi certamente una conferma di una pregressa Ordinanza. Come tante costruzioni, la Chiesa ha subito aggiunzioni ed alterazioni nel corso dei secoli, per adattarla alle necessità cerimoniali. Dal 1300 al 1500, la Chiesa fu formata dalla presente Navata con l'Alto Altare sul muro orientale, probabilmente situato in una piccola Abside. Le finestre residue vennero ostruite in data ignota. Nel 1521, vennero aggiunti il Coro ed un Santuario, conferendo l'attuale aspetto decentrato. Essi vennero realizzati in mattoni rossi Tudor. I registri, completi, riportano i battesimi dal 1560, matrimoni dal 1575 e sepolture dal 1583. L'attuale piccola Torre campanaria con Guglia venne aggiunta al tetto della Navata nel XVi secolo e la Galleria che ora ospita l'organo venne costruita nel 1703 per musicisti e domestici. Contrafforti di varie dimensioni ed epoca furono aggiunti all'esterno, l'ultima delle quali essendo rappresentata da due grandi sul muro occidentale nel 1718, quando la Chiesa si pensò stesse scivolando lungo la collina. Aggiunzioni del XX secolo furono il portico meridionale, ricostruito nel 1943 e la Sagrestia, aggiunta nel 1951. Il rapido incremento della popolazione durante gli anni '30 del XX secolo e l'estesi sviluppo comunale dopo il 1945, portarono alla formazione di tre Chiese-sorelle, tra il 1940 ed il 1960: St Joseph (che iniziò ad operare in strutture temporanee nel 1942 e permanenti nel 1959, anche se nel 1963, venne comprata nuova terra per la costruzione di una nuova Chiesa), St Hugh (che iniziò nel 1954 in una struttura semipermanente, divenuta precaria nel 1963, per cui, nel 1958, le celebrazioni vennero spostate in una diversa struttura, bruciata completamente l'anno successivo, per cui, nel 1960, venne consacrata una nuova Chiesa, St Richard), St Barnabas (iniziata nel 1940, ma sospesa durante la Seconda Guerra Mondiale, e terminata nel 1954). St Mary's Northolt servì l'intera Parish sino a tale anno, quando venne formata la nuova Parish di St. Barnabas, comprendente l'area nord-orientale della Parish di St Mary's (Northolt) e parte della Parish di Holy Cross (Greenford). Nel 2008, la struttura venne sottoposta a restauro.

4. Storia economica

Sino al XIX secolo, Northolt fu quasi esclusivamente una comunità agricola, anche se non vi era neanche un mulino per la macinazione del grano. Sembra, inoltre, che nessuna altra attività economica sia stata svolta nella Parish sino all'apertura del Ramo di Paddington del Grand Junction Canal nel 1801. Già sapete diversi dati riportati nel Domesday Book (1086), che qui ricordiamo ed integriamo: il demanio padronale fu valutato 8 unità tassabili e su di esso venivano usati 2 aratri. Gli abitanti del Villaggio condividevano altri 6 aratri, con spazio per altri due. C'era pascolo per il bestiame ed il bosco era sufficiente per l'alimentazione di 200 suini. Successivamente all'Indagine Normanna citata, mancano dati sugli abitanti o sui loro terreni sino al principio del XIV secolo. Nel 1336, il demanio padronale di Down era costituito da 300 acri di seminativo, 5 acri di prato e 20 acri di bosco del valore annuo di 10s. Nel 1388, i demani di Northolt e Down comprendevano assieme 595 acri, tra cui 320 acri di seminativi, di cui 160 acri seminati a mais, e 240 acri di pascolo. A quel tempo, le pratiche agrarie sui due Manors erano quasi identiche. Le colture principali erano frumento, avena e fagioli, con l'aggiunta di piselli a Northolt. Entrambi i Manors sostenevano un numero rilevante di pecore, 362 a Northolt, 393 a Down, come pure animali domestici e da tiro. L'inventario di ciascun Manor comprendeva due aratri. Northolt fu valutato 57 sterline, Down 62. Dopo il passaggio dei Manors all'Abbazia di Westminster nel 1399, nulla della loro economia è noto sino al 1492, quando i demani di Northolt e Down furono affittati separatamente, rispettivamente ad un canone annuale di £ 15 8s. e £ 13 6S. 8d. Al principio del XVI secolo, veniva consegnata da Northolt dell'avena all'Abbazia di Westminster, e nel 1534, l'Abbazia pagò per la costruzione di nuovi fabbricati agricoli sul Manor. Un anno dopo, i due Manors vennero valutati assieme 34 sterline. Durante i secoli XVI e XVII, ad intervalli, vennero ripetute nelle Corti del Manor le norme relative all'uso dei campi aperti e le condizioni di tenuta in affitto: gli affittuari avevano diritto di tagliare il legname sulla loro terra e di affittare la loro terra per tre anni senza permesso, erano responsabili per la manutenzione di cancelli e dovevano osservare le norme che disciplinavano il pascolo di bovini, oche e pecore sui campi comuni, la marcatura dei maiali e la raccolta di ghiande. Lo schema dei campi oggetto di coltivazione, probabilmente, rimase sostanzialmente invariato per tutto il XVII secolo, anche se piccole aree inutilizzate e verdi del Villaggio vennero recintate dal principio del XVI secolo in avanti. Entro il 1700 vi è la prova che la domanda del mercato di Londra abbia determinato cambiamenti nell'economia agraria: in alcune zone, durante l'inizio del XVIII secolo, infatti, recinzioni per coltivazioni intensive di fieno rimpiazzarono il vecchio modello di coltivazione dei campi aperti. Nel 1801, tuttavia, nella Parish, c'erano ancora 257 acri di frumento, 206 acri di fagioli e 128 acri di piselli. I cambiamenti nel modello di utilizzo della terra continuarono lentamente dopo le recinzioni attuate a seguito del premio del 1835 di circa 700 acri alla Parish, tra cui quasi 600 acri nei campi aperti. Gran parte dei terreni recintati vennero destinati alla coltvazione del fieno per il mercato di Londra, e nel 1876, la maggior parte della Parish veniva detta essere a pascolo. Nel 1834, il salario medio di un lavoratore agricolo nella Parish era 10s.-12s. settimanali. In estate, donne e bambini venivano impiegati per spaventare gli uccelli e nella fienagione, nella cui attività venivano impiegati anche lavoratori provenienti dall'Irlanda e da Oxford. Questo afflusso annuale continuò dopo il 1900, e William Crees, che coltivò Court Farm tra il 1900 ed il 1919, commentò l'assenza di meccanizzazione e l'arretratezza generale dei metodi di allevamento a Northolt in questo periodo. Con l'introduzione di nuovi metodi, tra cui la concimazione con rifiuti londinesii portati su chiatte lungo il Canale di Paddington, Crees trasformò un allevamento trascurato in un importante stabilimento di produzione del latte. Dopo il 1920, tuttavia, l'espansione edilizia cominciò ad invadere i terreni agricoli, così che diverse case agricole del XVIII secolo vennero abbattute per far posto alla speculazione edilizia. Tale espansione venne temporaneamente interrotta dalla Seconda Guerra Mondiale, ma dopo il 1945, la realizzazione di un certo numero di case popolari diminuì ulteriormente gli spazi disponibili per l'agricoltura. Nel 1963, l'agricoltura su scala limitata veniva praticata solo nella parte occidentale della Parish tra Western Avenue ed il Torrente Brook. Lo sfruttamento di giacimenti di argilla per mattoni nel sud della Parish seguì l'apertura del Canale di Paddington, e la prima licenza per scavare venne concessa nel 1834. Nel 1851, c'erano 55 mattonai che vivevano nella Parish, e quattro anni dopo, il campo di Northolt veniva descritto come "esteso". Durante gli anni '60 del XIX secolo, tuttavia, alcuni dei depositi di argilla per mattoni si stavano esaurendo, per cui, l'industria subì un calo temporaneo. Nel 1865, due dei tre campi per mattoni vicini al Canale venivano descritti come "vecchi" e più di 150 lavoratori impegnati nella produzione di mattoni lasciò la Parish tra il 1861 ed il 1871. Nel 1876, quantità di qualità superiore di mattoni Northolt venivano spediti su chiatte da una banchina appositamente costruita per l'utilizzo nella costruzione delle fogne di Londra. Alla fine del XIX secolo, vennero introdotti dei migliorati metodi di produzione dei mattoni da parte di New Patent Brick Co., che sino al 1901, utilizzò un campo tra il Ruislip ed il Canale. I locali, venduti nel 1901, coprivano circa 35 acri e comprendevano sale-macchine e motori, un forno tedesco ed un molo sul Canale. A quel tempo, si diceva che il campo era in grado di produrre dieci milioni di mattoni all'anno, ma tale stima era, probabilmente, esagerata. Al principio del XX secolo, la materia prima si stava esaurendo, anche aziende di minori dimensioni, West End Co., Middlesex Brick Co. Southern Brick Works, Tile Works, Northolt Brick Works, continuarono ad operare sino alla chiusura definitiva nel 1939. Al di fuori dei campi per la produzine di mattoni, solo poche aziende nella Parish sembrano aver impiegato una forza lavoro maggiore di 100 unità. Nel 1918, sono citati Greenford Dye Works, a West End, ed una fabbrica di produzione di vernici, ma entrambi sembrano aver chiuso dopo un breve periodo di tempo e non residua traccia dei loro locali. Nel 1936, Gaumont British Pictures aprì uno studio cinematografico temporaneo fuori Eastcote Lane. Nessuna industria significativa fu fondata a Northolt sino al 1937, quando Walter Kidde Co. e Tampax Ltd. occuparono il primo di un gruppo di nuovi locali in Belvue Road, sul lato ovest del canale. Walter Kidde Co., impegnata nella produzione di attrezzature di protezione antincendio, impiegava allora una forza lavoro di circa cinquanta persone. I locali dell'azienda vennero notevolmente ampliati nel corso degli anni '50 del XX secolo ed il numero dei dipendenti era aumentato a circa 500 nel 1963. A tale data, i locali precedentemente occupati da Tampax Ltd. venivano usati dalla Polizia metropolitana. La presenza di altre piccole industrie, sin dal 1937, soprattutto aziende industriali leggere ed elettriche (che formarono un piccolo complesso vicino al Canale a Belvue Road e l'adiacente Rowdell Road), non alterò il predominante carattere residenziale della Parish. Parte dell'ex area destinata alla produzione di mattoni, al confine con la Parish di Southall, venne acquistata nel 1940 da Taylor Woodrow Ltd., una grande azienda di ingegneria civile e meccanica, che nel 1934, aveva eretto uffici sulla riva di Southall del Canale di Paddington. Nel 1954, vennero costruiti uffici a Northolt, all'incrocio tra Ruislip Road e Adrienne Avenue. Un ulteriore blocco di uffici fu costruito sul lato occidentale del Canale nel 1958, ed i due blocchi vennero collegati sul Canale da un edificio a due piani costruito nel 1960. La crescita della popolazione fu accompagnata da una limitatissima crescita dell'industria, con una fornitura limitata di servizi sociali. Nel 1922, c'era un solo negozio nella Parish. Nel 1963, non vi era nessun teatro o cinema, di modo che, per l'intrattenimento ed negozi, così come per il lavoro, Northolt rimaneva parzialmente dipendente dalle zone limitrofe.

5. Vita sociale

Mancano quasi interamente i dettagli relativi alla vita sociale prima del XX secolo. Sino a quando, nel 1801, non vennero stabilite le comunicazioni con Londra tramite il taglio del Canale di Paddington, Northolt era una località remota e poco influenzata dagli eventi esterni. Nel 1661, è citato un campo di bowling nei pressi del Cimitero di St Mary's, ma durante i secoli XVII e XVIII, l'informazione sulle attività ricreative è limitata a quelle di cui godevano i Lords del Manor. Nel 1722, Northolt è stato pubblicizzato come un eccezionale Manor per i giochi, e come comprendente diversi stagni da pesca, ricchi di pesce (persico, carpa, tinca). Nel XIX secolo, vi era chi nuotava nel Canale. Tra il 1900 e gli anni '20 del XX secolo, vennero creati i West London Shooting Grounds su terreni a sud-ovest del sito del Manor di Down. Nel 1929, iniziarono le corse dei poni su un percorso di un miglio e mezzo a Northolt Park, tra i binari delle L.N.E.R. e G.W.R. L'iniziativa fu finanziata da Northolt Racecourse Co., formata nel 1928, con lo scopo di concentrare le corse dei poni su una corsia. Vennero costruite ampie tribune ed altre strutture furono aggiunte duerante gli anni '30, incluso un totalizzatore elettrico ed un sistema di irrigazione artificiale per ammorbidire il percorso. Per un certo tempo, la pista fu estremamente popolare; il percorso fu ampliato nel 1935 con l'aggiunta di un ponte su Dabbs Hill Lane; nel 1938, venne trasmesso in TV un incontro. Le corse terminarono poco dopo lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale ed il percorso venne rilevato come deposito di munizioni. I progetti volti alla riapertura dopo la Guerra non si concretizzarono e nel 1946, la tenuta di 124 acri venne acquistata dall'Ealing Borough Council. Le strutture vennero demolite nel 1950 e la zona divenne un complesso residenziale.

6. Demografia

Verso il 1335, per un'adunata, Northolt dovette contribuire con 30 Fanti guidati da 3 Ufficiali, pari a circa 1/30 della forza totale della Contea. Per la sovvenzione del 1522-1523, vennero tassate 27 persone. Nel 1547, c'erano 100 persone che ricevevano la Comunione. Nel 1664, 90 parrocchiani maschi adulti prestarono giuramento alla Fede Protestante. Nel 1664, vi erano 54 case occupate, come pure la "Church-House" che ospitava 5 vedove. Gli elenchi del 1659, 1666 e 1669, riportano circa 60 inquilini, a vario titolo, di cui, circa la metà viveva fuori del Manor. Tra il 1801 ed il 1861, la crescita della popolazione, da 336 a 658 unità, fu dovuta principalmente all'influsso degli operai che giunsero qui con l'apertura di industrie per la produzione di mattoni. Il controesodo di tali lavoratori alla chiusura di alcune delle citate fabbriche, durante gl anni '60 del XIX secolo, ridusse la popolazione, nel 1871, a 479 unità. Sino agli anni '20 del XX secolo, vi fu un aumento poco significativo. Ma tra il 1921 ed il 1931, nonostante l'area della Parish civile fosse stata ridotta a seguito della sua incorporazione nell'Ealing Municipal Borough, la popolazione balzò da 904 a 3047 persone. Dal 1945, la crescita della Parish come dormitorio per la classe media continuò costantemente. Nel 1951, la popolazione del Distretto elettorale di Northolt, che copriva un'area significativamente minore dell'antica Parish, era pari a 19201 residenti, che crebbero nel 1961 a 25897 e nel 1991 a 32000.

Ealing - Visita guidata

La piccola stazione di Northolt

La piccola stazione di Northolt

Mandeville Road

Mandeville Road

Harvester

Harvester

Northolt Centre Leisure Library

Northolt Centre Leisure Library

Mandeville Parkway

Mandeville Parkway

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it