www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Euston

Sintesi

Euston è una stazione della metropolitana (Northern Line, Victoria Line), una stazione della Overground ed una stazione ferroviaria (London Midland).

Distanza dal centro: 1,7 miglia.

Attrattiva: discreta. E' una delle tante aree trafficate e movimentate di Londra, dove trovate spazi verdi, alcuni monumenti, chiese ed edifici storici.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, attraversate una piazzetta moderna con alcuni punti di ristorazione, delimitata da un lato da un moderno ed alto edificio. Proseguite diritto sino a Euston Square Gardens, uno spazio verde non tanto ben tenuto, capolinea o fermata di numerosi torpedoni (bus). Sulla sinistra, oltre Euston Square, notate un bell'edificio in stile, Fire Brigade Euston Station (1902). Attraversate Euston Road e visitate St Pancras Parish Church. All'ingresso, su di una tavola, si legge quanto segue: "La Chiesa Parrocchiale e Municipale di San Pancrazio è dedicata al ragazzo romano Pancrazio che venne martirizzato dall'Imperatore Diocleziano nell'anno 304. La vecchia Chiesa in Pancras Road è l'Edificio più vecchio nel Borough di cui alcune parti risalgono a partire dalll'XI secolo. La Nuova Chiesa venne costruita su progetto di W.&H.W. Inwood, basato sul Tempio Ionico dell'Erectheum dell'Acropoli di Atene. La Torre ottagonale è copiata dalla Torre dei Venti anche di Atene. La pietra di fondazione venne posta dal Duca di York ed Albany il 1 luglio 1819 e la Costruzione venne consacrata da William Howley, Vescovo di Londra il 7 maggio 1822. (La struttura) venne ampiamente ristrutturata dal 1951 al 1953 e ridedicata dal Dott. J.W.C. Wand, Vescovo di Londra, il 14 dicembre 1953". Da qui, imboccate Upper Woburn Place e girate a sinistra in Woburn Walk, un tranquillo vicolo con un bell'edificio rosso in stile, sulla cui facciata si legge "20th Middlesex Artists RV". Dalla già citata Chiesa, invece, andando verso ovest, trovate Cartwright Gardens, verso sud, Tavistock Square Gardens, girate in Tavistock Place, dove all'attuale numero 36 (era però il 21), trovate la casa dove visse nel 1908, Vladimir Ilyich Lenin (1870 - 1924), fondatore dell'Unione Sovietica. Tornate indietro, magari sostate nei Gordon Square Gardens. Tornati alla stazione, entrate nella già citata Euston Square, proseguite in Eversholt Street. Vicino all'angolo con Adenham Street trovate St Mary's Church ed un Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale, su cui si legge "To the valiant men who fell for their Parish in the War 1914-1918". Se invece, andate dall'altro lato della stazione, seguendo Melton Street e Cardington Street, raggiungete un altro spazio verde, St James' Gardens.

Toponimo

La stazione di Euston venne realizzata nella Prima Epoca Vittoriana, come terminale principale della linea ferroviaria Londra-Birmingham. A quel tempo, il principale proprietario terriero dell'area era il Duca di Grafton, per cui, la nuova stazione trasse il nome dalla sua tenuta di campagna, Euston Hall, ubicata a Thetford (Suffolk IP24 2QP). Vediamo ora la successione degli eventi che portarono a tanto. Euston (Hall) è citata per la prima volta nel Domesday Book nel 1087, quando è una tenuta di campagna appartenente alla Bury St Edmunds Abbey. Durante tutto il Medioevo esistette una villa in cui, nel 1578, venne ospitata Elisabetta I con la Famiglia Rookwood mentre si recava a Norwich. La tenuta, quasi in rovina, venne comprata nel 1666, da Henry Bennet, Conte di Arlington e Segretario di Stato dell'appena restaurato Carlo II. L'acquirente decise di edificare una grande casa in stile francese, attorno a una corte centrale con ampi padiglioni ad ogni angolo. Carlo II visitò il sito in molte occasioni, a partire dal 1671 e John Evelyn, uno dei Cortigiani del Re e Cronista, descrisse la nuova Euston Hall in questi termini: "magnificent and commodious ... splendidly furnished". La tenuta aveva una circonferenza tra trenta e quaranta miglia e comprendeva diversi borghi e villaggi. Carlo II aveva avuto cinque figli illegittimi dalla sua amante favorita, Barbara Palmer, la cui influenza sul Monarca fu talmente grande che venne denominata "Regina senza corona di Inghilerra". Carlo II si interessò a tutti i suoi figli illegittimi e, nel 1672, organizzò il matrimonio di uno di questi, Henry Charles Fitzroy, a cui diede il titolo di Duca di Grafton, con la figlia ed erede del Conte di Arlington. La giovane coppia, che convolò a nozze nel 1679 (visto che la sposa, di soli dodici anni, aveva raggiunto l'età minima legale per contrarre matrimonio con autorizzazione), ereditò Euston Hall nel 1685. Giusto per completezza, aggiungiamo che nel corso dei secoli, Euston Hall e parco circostante sono stati ricostruiti da diversi Progettisti ed Architetti, tra cui Capability Brown e William Kent.

Storia

I cambiamenti fondamentali che hanno riguardato quest'area, trasformandola da rurale in urbana si riallacciano, innanzitutto, alla costruzione, negli anni 1756-1757, di "The New Road from Paddington to Islington", oggi, Euston Road e Marylebone Road, ideata per alleggerire il traffico della congestionata strada orientale di Oxford Street e Holborn e per consentire il trasporto del bestiame allo Smithfield Market. Venne anche concepita per arrestare la rovinosa corsa per gli edifici che riguardava il lato settentrionale della città. Horace Walpole descrisse The New Road come essere stata "costruita per passare le pietre", in ciò può essere vista come primo esempio mondiale di tangenziale.

Altro momento importante fu quello della costruzione della stazione ferroviaria di Euston, già anticipata nel "Toponimo", che si deve al progetto dell'Ingegnere Robert Stephenson (figlio di George Stephenson, il pioniere del motore a scoppio) e dell'Architetto Philip Hardwick. Vennero prese in considerazioni diverse possibili ubicazioni, tra cui Islington, Marble Arch, Maiden Lane. Alla fine, però, la scelta ricadde su Euston Grove, ai margini della Londra in espansione.

Si trattò di uno sconvolgimento drammatico che avvenne nel 1837, con i binari e la stazione ferroviaria che divisero i campi. Non a caso, Charles Dickens, residente a Somers Town descrisse la scena, nel 1848, nel suo romanzo "Dombey and Sons", come un "grande terremoto". Per tale ragione, venne vietato alla ferrovia di entrare ulteriormente nella città e si impose che si fermasse ai margini della Southampton Estate, due blocchi a nord di Euston Square.

La stazione presentava un aspetto molto asimmetrico, con i binari su di un lato dietro la facciata. Col passare degli anni, il traffico aumentò e vennero aggiunte ulteriori piattaforme e si raggiunse un aspetto più bilanciato.

Venendo dalla strada, i viaggiatori potevano ammirare un grande arco in stile dorico, attaversando il quale accedevano alla stazione. Su entrambi il lati, c'era un casotto, con un casotto aggiuntivo su entrambi gli estremi. L'arco conteneva quattro colonne doriche. Venne costruito con una spesa di 35.000 sterline.

Non tutti, però, gradirono l'opera. Tra le critiche, significativa fu quella secondo cui "Gli Architetti hanno finito per considerarlo come un'opportunità per esibire quello che potevano fare invece di realizzare ciò che era necessario. Perciò, il colossale portico greco .... Questo pezzo di assurdità deve essere costato alls società una somma che sarebbe stata sufficiente a costruire un'intera stazione".

Molti cambiamenti vi furono nella stazione e nelle sue piattaforme nel corso dei decenni, finché, nel 1935, la nuova società decise di abbattere l'intero sito e realizzare al suo posto una nuova stazione. Il sopraggiungere della Seconda Guerra Mondiale fece accantonare tale progetto. I bombardamenti tedeschi, che altrove causarono molti danni, interessarono solo marginalmente la stazione di Euston.

Al termine della Guerra, vennero costituite le British Railways, nel 1948, nazionalizzando le linee ferrate. Non vi erano le risorse per ricostruire la stazione, per cui, ci si limitò ad impiegare 500.000 sterline per riparazioni e miglioramenti. Ma ciò fu poco per mitigare le condizioni delle piattaforme, per cui, nel 1959, si decise nuovamente di ricostruire la stazione, per consentire ai nuovi treni di utilizzare le linee elettrificate per Manchester, Birmingham e Liverpool.

Da un punto di vista architettonico, l'arco dorico aveva una notevole importanza e rappresentava un elemento del panorama londinese da più di un secolo. Sopravvisse sino al 1961, quando si decise di eliminarlo: l'alternativa era di smontarlo pezzo per pezzo e rimontarlo altrove, al costo di 190.000 sterline o semplicemente di abbatterlo, con una spesa di 12.000 sterline. Nonostante le proteste affinché venisse preservato, l'arco fu abbattuto.

La nuova stazione di Euston venne completata nel 1968 e venne inaugurata dalla Regina Elisabetta I. Negli anni '70, il risanamento dell'area della stazione venne completato con l'edifico commerciale di Richard Siefert.

Oggi, Euston è senz'altro un fulcro importante nel sistema dei trasporti londinesi, visto che vi transitano decine di milioni di passeggeri all'anno. Di fatto, non va sottovalutata la circostanza che il sempre maggiore traffico anche stradale lungo Euston Road, ha posto sempre maggiori problemi al movimento dei pedoni, sostanzialmente, finendo per staccare l'area di Euston dal circondario. Dal punto di vista architettonico, va sottolineato il profondo cambiamento funzionale ed estetico degli edifici, che da residenziali, sono divenuti commerciali e a destinazione uffici.

Chi come noi utilizza frequentemente questa stazione, non puà fare a meno di osservare che, essendo moderna e nulla di speciale, sarebbe stata ben "ingentilita" dall'arco dorico ricollocato in qualche dove. La stazione presenta anche dei negozi ed una grande scala mobile che porta alla metropolitana, sempre affollatissima.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Camden - Visita guidata

Alto edificio moderno nel primo spiazzale antistante la stazione di Euston

Alto edificio moderno nel primo spiazzale antistante la stazione di Euston

Euston Square Gardens

Euston Square Gardens

Cartello informativo lungo Euston Road

Cartello informativo lungo Euston Road

Fire Brigade Euston Station

Fire Brigade Euston Station

Euston Road

Euston Road

St Pancras Parish Church

St Pancras Parish Church

Angolo di Woburn Walk

Angolo di Woburn Walk

Bell'edificio in Woburn Walk

Bell'edificio iin Woburn Walk

La statua di John Cartwright nei Cartwright Gardens

La statua di John Cartwright nei Cartwright Gardens

Tavistock Square Gardens

Tavistock Square Gardens

L'edificio in cui, nel 1908, visse Vladimir Ilych Lenin

L'edificio in cui, nel 1908, visse Vladimir Ilych Lenin

Gordon Square Gardens

Gordon Square Gardens

St Mary's Church Somers Town

St Mary's Church Somers Town

Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale

Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it