www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Chalk Farm

Sintesi

Chalk Farm è una stazione della metropolitana (Northern Line).

Distanza dal centro: 2,9 miglia.

Attrattiva: interessante. La vicinanza a Camden Town, spesso, non fa rendere conto al visitatore di essere in un'area adiacente ad essa, dell'estensione di trentadue acri,

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, vi trovate in Chalk Farm Road. Se andate a destra, in salita, raggiungete la stazione di Belsize Park, se andate a sinistra, in discesa, raggiungete la stazione di Camden Town. In questa seconda ipotesi, passerete vicino allo spazio verde di Castelhaven Open Space, prima di passare sopra il Regent's Canal. A distanza intermedia con la stazione di Camden Town, si trova il mercato semi-coperto noto come "The Stables" o "Camden Stables Market". L'area è molto animata.

Toponimo

Il nome ha profondamente mutato la sua forma: "Chaldecote" (1253), "Caldecote" (circa 1400), "Chalcotes", "Chalcotts" (1531), "Chalcot(e)" (1593), "Chacott (Lane)" (1594), "Calcot" (1596, 1610), "Chalcot(e)" (1675), "Chalcot(e)", "Calcot" (1710), "Chalk" (1746), "Chalk Farm" (1819). Interpretando il nome recente "Chalk Farm", si sarebbe portati a pensare che il suo signiricato sia legato ad una fattoria (farm) ubicata su suolo di gesso (chalk), ma non è così, visto che non vi è traccia di tale materiale nei paraggi, mentre l'intero Distretto è adagiato su uno strato di argilla. Altra possibilità, è quella di pensare a "Fattoria posseduta da una persona chiamata Chalk". Neanche questa è la via giusta. Occorre considerare alla prima forma di "Chalk" derivante da "Chaldecote", il nome originario dell'insediamento, che è una parola composta derivante dall'Old English "Ceald" + "Cot", che significa "Cottage freddo" o "Rifugio freddo". Si può supporre che il sito fosse un luogo di riposo per coloro i quali si recavano a Londra. In effetti, conoscendo le scorciatoie, basta solo mezz'ora per raggiungere il centro. Nel XVII secolo, si distigueva tra Upper Chalcots Farm e Lower Chalcots Farm, quest'ultima successivamente avrebbe dato il suo nome a Chalk Farm.

Storia

Il termine Anglo-Sassone "Chaldecote" suggerisce che questo insediamento esisteva qui in tale epoca, forse come rifugio per i viaggiatori verso la cupa collina di Hampstead. L'area, che costituiva parte del Prebendal Manor of Rugmere, venne data all'Eton College da Enrico VI nel XV secolo. Nel XVII secolo, l'area era ancora formata da terreni coltivati e pascol. Upper Chalcot Farm venne fittata alla fine dell'attuale England's Lane (nella mappa di Roque del 1746, England's Lane su Haverstock Hill, è segnata come Upper Chalk House Lane, dato che lì si trovata la vecchia Manor House di Upper Chalcot), mentre Lower Chalcot era una taverna nota come The White House. Tale taverna, probabilmente, insisteva sul sito dell'antica Manor House e divenne successivamente nota come Chalk Farm House, un'alterazione avvenuta nel XVIII secolo di Calchot's Farm. Nel 1846, Charles Dickens fa riferimento ai "pergolati per la lettura e fumo sparsi sui tea-gardens di Chalk Farm", anche se, dopo un decennio, non esistevano più. La Old Chalk Farm Tavern si trovava in Regent's Park Road, sul lato settentrionale, a mezza strada tra la base di Primrose Hill e la stazione della North London Railway. Si trattava di una vecchia casa pittoresca, con veranda all'esterno, da cui il visitatore vedeva in basso alcuni piacevoli giardini. Samuel Palmer, in "History of St. Pancras," informa che, per la sua vicinanza ad Hampstead, era una abituale luogo di villeggiatura e la terrazza sulla collina era spesso affollata eccessivamente, visto che il panorama era incantevole e l'aria tonificante. Diverse forme di intrattenimento erano fornite ai visitatori, come balli, passeggiate, mascherate, lotte di wrestling e, persino, scontri con premi ed altri sport brutali. Questi ultimi, si svolgevano soprattutto di domenica, ma uno, tra John Stone and Joseph Parker, finì sotto processo ed in un verdetto di omicidio colposo nei confronti del sopravvissuto ed i secondi di entrambe le parti. il che contribuì a porre fine a tali spettacoli. Dopo il 1853, The Old Tavern di Chalk Farm venne abbattuta, per far posto ad un moderno e molto più pretenzioso hotel. Sul lato opposto della strada, si trovavano alcuni tea-gardens e spazi vari, dove si tenevano occasionalmente dei fuochi d'artificio nelle sere estive, ma ciò, portò rapidamente all'espansione edilizia. La crescita di Londra in questa direzione era stata costante sin dal 1832, come risulta da quanto scrisse un corrispondente di Hone's "Year Book": "La Hampstead Road e quelli che erano un tempo bei campi conducenti e circondanti Chalk Farm non sono scampati dalla profanazione dei costruttori". Chalk Farm divenne famosa per i frequenti duelli che si tenevano sul suo territorio, dato che si trovava in prossimità del centro di Londra ed, al tempo stesso, era abbastanza isolata. Come "Luogo d'onore", addirittura, Chalk Farm per alcuni anni, rivaleggiò con altri luoghi utilizzati per lo stesso scopo: Wimbledon Common, Battersea Fields, Putney Heath. Informazioni dettagliate vengono fornite da Samuel Palmer in "History of St Pancras", il quale ricorda come Chalk Farm fosse divenuto "il luogo preferito dagli uomini insoddisfatti per definire i loro diverbi con la pistola ...". Uno dei primi duelli si tenne tra il Capitano Hervey Aston ed il Luogotenente Fitzgerald, nell'estate del 1790, a causa di una donna. Fitzgerald sparò e colpì Aston al collo, ma non morì e ripresosi, dopo pochi anni, venne sparato in un altro duello. Nell'aprile 1803, il Tenente-Colonnello Montgomery ed il Capitano Macnamara si incontrarono vicino Chalk Farm per regolare con le armi una discussione sorta ad Hyde Park, stupidamente: il cane di un "ufficiale e gentiluomo" aveva abbaiato e ringhiato alla volta del cane dell'altro. Il ringhio del cane, tuttavia, fu vendicato terribilmente, dato che il Tentente-Colonnello venne ucciso ed il Capitano gravemente ferito. Quest'ultimo, Macnamara, venne posto sotto processo per assassinio presso The Old Bailey, ma nonostante che il giudice l'accusasse di omicidio colposo, la giuria emise il verdetto di non colpevolezza. Tre anni dopo, vi fu un'altro duello tra "Tom" Moore and Francis Jeffrey, che venne bruscamente interrotto dall'arrivo della polizia prima che venisse dato il segnale di sparo. Si dichiarò che le pistole erano caricate "a salve". Nel gennaio 1818, vi fu un duello fatale tra Theodore O'Callaghan ed il Sotto-Tenente Bailey. Nel febbraio 1821, vi fu un altro duello tra John Scott ed il Signor Christie. Il primo fu ferito seriamente e venne portato su di una persiana alla Chalk Farm Tavern, dove rimase per più di due settimane. Il Signor Christie, unitamente ai suoi "Secondi", Signor Trail e Signor Patmore, vennero processati a The Old Bailey, ma nonostante che il Lord Chief Justice Abbot avesse con ardore sintetizzato l'accaduto, la giuria espresso un verdetto di non colpevolezza. Oltre ai duelli, la Old Tavern a Chalk Farm, divenne nota per altro. Tra il 1834 ed il 1838, quando i terreni ad essa attaccati erano noti come "Mr. Bowden's Grounds", vennero usati per tenere gli incontri annuali del Wrestling Club of Cumberland and Westmoreland, in precedenza tenuti altrove. Si teneva anche una Chalk Farm Fair, ma non doveva essere una grande attrazione, stando ai commenti ironici di G. A. Sala, nel "Gaslight and Daylight" nel 1860. Nel XIX secolo, l'area crebbe per la presenza della classe media: dal 1820 l'Eaton College costuì strade con nomi come Eton Villas, Provost Road e Fellows Road. Nel 1840, Lord Southhampton vendette la proprietà attorno Chalk Farm. Nel 1851, la costruzione della ferrovia Londra-Birmingham terminava a Chalk Farm (poi Primrose Hill) e The Round Rose venne costruito per ospitare la piattaforma girevole del terminale. La costruzione circolare che si proiettava in Chalk Farm Road vicino all'Hotel Adelaide venne costruita per riparare i motori delle delle locomotive nei primi tempi della ferrovia tra Londra e Birmingham. Il diametro è di ben centoventi piedi ed al centro presenta una piattaforma girevole, cui tramite i motori potevano essere spostati su e giù lungo le linee, ed ai vari binari di sosta. Esteriormente, l'edifico non aveva una grande valenza, ma l'interno leggero presenta un tetto arcato sostenuto da gradevoli pilastri di ferro. Il XX secolo vide l'arrivo della Northern Line. La stazione si sarebbe dovuta chiamare "Adelaide Road", quasi certamente perché nei pressi, ai piedi di Haverstock Hill, si trovava l'Hotel Adelaide, così chiamato inonore della consorte del Re Guglielmo IV. Per qualche ragione ignota, il nome venne cambiato in "Chalk Farm" prima dell'apertura, probabilmente per dare l'idea di un'area rurale. La popolazione, conseguentemente crebbe ed aumentarono le piccole costruzioni ed i blocchi di appartamenti. Tra Chalcot Gardens e England's Lane c'è una sottile striscia di cespugli di arbusti che formano la facciata comune delle case di Chalcot Gardens, costruite negli anni '80 del XIX secolo. Al numero 16 di Chalcot Gardens, visse Arthur Rackham, l'Illustratore, in una casa costruita nel 1881 ed ampliata nel 1889, sul progetto di C.F.A. Volsey. Un proprietario della Upper Chalcot Farm, James England, diede il suo nome alla strada, England's Lane, sebbene questa già esistesse da molto tempo come sentiero verso la fattoria. Oltre al cespuglio di arbusti già citato e la linea di alberi dietro ad un basso muro di mattoni su England's Lane, alcuni dei quali originali con i rimanenti pilastri del cancelllo in pietra e mattone, vi è, al centro, una targa di pietra con l'iscrizione "Chalcot Gardens". In origine, il muro aveva un'inferriata. I terreni appartenevano al College di Eton e le costruzioni erano proibite sul cespuglio di arbusti in base al London Squares and Enclosures (Preservation) Act del 1906. Nel 1965, il Camden Council ripianificò i trentacinque acri della Eton Estate come Chalcots Estate e, con Camden Town, Chalk Farm divenne parte del London Borough of Camden.

Camden - Visita guidata

Cartello di un negozio: siamo in "Chalk Farm Road

Cartello di un negozio: siamo in "Chalk Farm Road

Angolo animato

Angolo animato

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it