www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Cockfosters

Sintesi

Cockfosters è l'ultima stazione settentrionale della metropolitana (Piccadilly Line), che si trova a ridosso del confine col London Borough of Barnet (circa 0,2 miglia) verso ovest e dell'Hertfordshire (2,6 miglia) verso nord. Per tale ragione, l'area circostante ricade in parte in Enfield, dove si trova la stazione (ragion per cui l'abbiamo collocata in questa Municipalità) ed in parte in Barnet. Cockfosters deve la sua crescita, dalla fine del XVIII secolo (quando venne costruito The Cock Inn), al fatto di essersi trovato vicino al cancello principale della tenuta chiamata "Trent Park", di cui, per molti versi, funse da villaggio di servizio.

Distanza dal centro: 11,6 miglia.

Attrattiva: discreta.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, siete in Cockfosters Road. Attraversate ed entrate in Chalk Lane, in modo da raggiungere Christ Church, con il solito Cimitero-giardino. Tutta l'area a nord e nord-est è occupata da Trent Cemetery e Trent Park. Se vi tenete a sinistra, vicino alla Chiesa, trovate Cockfosters Cricket Club. Andando, invece, verso sud, cioè, uscendo dalla stazione verso sinistra, trovate la zona dove sono concentrate le costruzioni, sia più grandi, che piccole, sia nella rientranza denominata Cockfosters Parade, che sempre lungo Cockfosters Road e nella rientranza (sull'alto lato della strada) denominata Station Parade.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta nel 1524 come "Cokfosters". Successivamente, si legge "Cock(f)fosters" (1610, 1622), "House called Cockefosters" (1613), "Cock Fosters" (1822). Si tratta chiaramente di un nome composto delle parole del primo Modern English "Cock" + "For(e)ster". L'origine del termine non è nota, anche se l'interpretazione ricorrente è quella di intendere "cock" = "chief" o "head" (Capo), quindi, Chief Forester (= Forest Ranger, cioè, Capo delle Guardie Forestali), per cui, in definitiva, seguendo questo modo di vedere, l'espressione andrebbe tradotta come "Sito o tenuta del Capo delle Guardie Forestali (la Foresta era Enfield Chase, sul cui bordo si trovava il sito o la tenuta). Tuttavia, il nome potrebbe far riferimento, alternativamente, al nome di una Famiglia che visse qui, oppure, alla Casa così denominata che si trovava ad Enfield Chase (di cui all'anno 1613).

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono forniti da Ivan D. Margary "Roman Roads in Britain" (1955-1957); da W. Robinson "The History and Antiquities of Enfield, in the County of Middlesex. Vol. I." (1823); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Edmonton: Education" (pagine 196-203), "Enfield: Communications" (pagine 208-212), "Enfield: Growth before 1850" (pagine 212-218), "Enfield: Growth after 1850" (pagine 218-224), "Enfield: Other estates" (pagine 229-232), "Enfield: Economic history" (232-239), "Enfield: Social life" (pagine 239-241), "Enfield: Local government" (241-243), "Enfield: Public services" (pagine 243-245), "Enfield: Churches" (pagine 245-249), "Enfield: Education" (pagine 253-257), "Monken Hadley: Introduction" (pagine 260-263), "Monken Hadley: Manor and other estates" (pagine 263-266), "South Mimms: Introduction" (pagine 271-282); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Patricia E. C. Croot, in "A History of the County of Middlesex: Volume 8, Islington and Stoke Newington Parishes" (1985), alla voce "Islington: Public services" (pagine 82-88), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica legga: James Thorne "Handbook to the environs of London, alphabetically arranged" (1876); Cuthbert Wilfrid Whitaker "An Illustrated Historical, Statistical and Topographical Account of the Urban Disctrict of Enfield" (1911); Helen Simpson "Cockfosters" (1985). Ulteriori limitate e specifiche informazioni sono fornite da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Edmonton: Communications" (pagine 133-137), "Edmonton: Roman catholicism" (pagine 187-188), "Edmonton: Judaism" (pagina 196), "Enfield: Protestant nonconformity" (pagina 250-253), "Monken Hadley: Local government" (pagina 266-267), "Tottenham: Protestant nonconformity" (pagine 356-364);  

1. Eventi storici di rilievo

Tracce notevoli di una strada romana, che collegava Londra con Hatfield e Stevenage (Hertsfordshire) vennero rinvenute a nord di Potters Bar; Cockfosters Road, forse, rappresentava il suo proseguimento meridionale. Dal "Toponimo", sapete che, probabilmente, almeno dal principio del XVI secolo, qui insisteva la tenuta del Capo delle Guardie Forestali di Enfield Chase. Cockfosters fu l'unico borgo nella parte occidentale della Parish di Enfield prima recinsione di Enfield Chase. L'insediamento era isolato ai margini del bosco più o meno equidistante lungo la strada tra Southgate (Edmonton) e Potters Bar (South Mimms). Nel 1613, Edmund Kendall, un "barrister" (Avvocato abilitato a svolgere l'attività forenze dinanzi alle Corti Superiori) di Lincoln's Inn possedeva una Casa chiamata "Cockfosters". Una strada costruita tra il 1607 ed il 1777, oltre ad oriente di Southgate Road, un proseguimento di Cockfosters Road, andava in direzione nord da Cockfosters a Potters Bar. Una strada settentrionale che tagliava la parte occidentale della Parish di Enfield, attraversava Enfield Chase da Cockfosters a Potters Bar. Nel 1656, sembrava terminare bruscamente un poco dopo West Lodge, anche se nel 1777, la Mappa di Enfield Chase mostrava che, a quel tempo, proseguiva verso nord. Nel 1714, la vedova di John Walton trasferì ad Ephraim Beauchamp di Tottenham una tenuta detta Ludgrove (o Ludgrave) Farm, unitamente a 66 acri ad Hadley e 26 acri ad East Barnet, Blue House Farm con 102 acri ad Hadley ed East Barnet, ed una Casa di mattoni chiamata Cockfosters. Nel 1754, a Cockfosters, c'era un piccolo gruppo di case, la più grande delle quali era sul confine di East Barnet ad est della successiva Chalk Lane. Ridenominata Dacre Lodge, nel 1884, era un edificio stuccato presumibilmente sul sito di un casino di caccia di Giacomo I e dopo un incendio nel 1895, fu ricostruita. Norrysbury, a nord, era detto nel 1890 essere ubicato vicino al luogo della Norris Farm, una porzione periferica di Elsing Manor. L'unica grande casa nella lingua della Parish che si proiettava a sud di Cockfosters era Mount Pleasant, o Belmont, al confine di East Barnet sul sito della residenza dell'Antiquario William Howard (1563-1640). Nel 1798, esisteva The Cock Inn e Christ Church dal 1839; tuttavia, verso la metà del XIX secolo, Cockfosters era ancora un borgo remoto. Nel 1833, venne aperta una "National school" ad Enfield Highway, a cui fece seguito, l'apertura di Scuole simili sia ad Enfield Town, che in aree remote, come Forty Hill e Cockfosters. Nel 1838, venne aperta a Cockfosters "Trent Church of England School", per ragazze e ragazzi, da R. C. L. Bevan di Trent Park, su di un terreno vicino Christ Church, ma nella Parish of East Barnet (Hertfordshire). Nel 1859, venne aperta una Scuola per ragazzi (che chiuse nel 1938) vicino Cockfosters Road (frequentata da 67 aluni nel 1893 e 76 alunni nel 1919). Nel 1866, venivano citati ad Enfield due mulini, uno a Fernyhill Farm, a nord di Cockfosters, ed un altro, poi alimentato a vapore, in Turkey Street; entrambi non esistevano più nel 1896. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew definiva Cockfosters come "hamlet, Middlesex, on border of co., 1 mile NE. of Barnet ry. sta.; P.O.". Enfield divenne Distretto Urbano nel 1894, a seguito del "Local Government Act", con tre Consiglieri eletti per ciascuno dei tre distretti elettorali allora esistenti, a cui, nel 1911, vennero aggiunti Bush Hill Park, Hadley WoodCockfosters. Nel 1898, a Cockfosters ed a Bush Hill Park, esistevano dei circoli per uomini. Nel 1921, la maggior parte della Parish di Endfield veniva servita dal metano da stazioni ad Edmonton, mentre Hadley Wood e Cockfosters erano servite da Barnet and District Gas and Water Co. L'angolo sud-occidentale della Parish di Enfield cambiò dopo il prolungamento della Piccadilly Line nel 1933. Infatti, se nel 1911, Cockfosters veniva ancora descritto come un piccolo borgo affascinante, con l'arrivo della ferrovia, esso appariva più suburbano, a seguito della costruzione di una serie di negozi vicino alla nuova stazione. Nel 1929, c'erano case, prevalentemente indipendenti in Wagon Road (a nord, più Vicino alla stazione di Potters Bar), così come lungo Cockfosters Road ai margini di Beech Hill Estate. L'estensione sino a Cockfosters della Piccadilly Line penetrò soltanto nell'angolo sud-occidentale della vecchia Parish, dove il suo terminale venne costruito in Cockfosters Road. La stazione, un imponente edificio di cemento rinforzato e vetro, progettato da Charles Holden, funse da terminale ferroviario per i torpedoni (autobus) e le corriere verso i quartieri periferici in crescita. Va notato che sin dal 1911, la perdita del carattere rurale del pregresso Chase era stata predetta, a seguito del prolungamento per l'Hertfordshire della Great Norther Railway e nuovamente nel 1934, dopo che la Piccadilly Line aveva raggiunto Cockfosters. Tuttavia, tali timori si rivelarono infondati, principalmente a causa della mancanza di strade rapide e linee metropolitane dalla maggior parte della metà collinare occidentale della Parish di Enfield. Lo sviluppo edilizio suburbano nel pregresso Chase durante gli anni '30 del XX secolo fu limitato ai suoi margini meridionali, ad Hadley Wood e ad una piccola tenuta di 102 case Crews Hill realizzate dopo il 1931,  mentre altrove sopravvivevano i terreni coltivati. Alcune aree verdi di Enfield, tra cui Trent Park (a ridosso della stazione di Cockfosters, sul lato orientale e nord-orientale), nel 1934, vennero incluse nella "Cintura verde" del Middlesex settentrionale proposta dalle Autorità locali. Successivamente, esse rientrarono nella più vasta "Cintura verde" con altre parti dell'ex Chase, e nel 1937, il Middlesex comprò anche la maggior parte delle tenute del Ducato di Lancaster nella Parish, che coprivano 2.000 acri, da aggiungere alla citata "Cintura". Quando esplose la crescita urbana, crebbero i negozi a Ponders End, Enfield Highway, Enfield Lock, e successivamente a Cockfosters, anche se il principale centro rimase Enfield Town. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Cockfosters venne colpita da 66 bombe altamente esplosive tedesche. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, altre zone rurali, furono comprate dall'Urban District Council, tra cui Trent Park. Nel 1960, a Cockfosters, venne consacrato il Cimitero di Trent Park di 1,3 acri e venne aperta una Scuola, in Sussex Way. Nel 1965, Cockfosters, allora ripartito tra le Contee dell'Hertfordshire e del Middlesex, venne inserito nel London Borough of Enfield. Oggi, Cockfosters combina spazi verdi con servizi e rapidi trasporti, facilitando il pendolarismo. Dal punto di vista etnico-religioso, va sottolineata la presenza di diverse minoranze, Ebrei, Musulmani ed Induisti. Altro dato da evidenziare è la relativa incidenza del numero di persone anziane.

2. Trent Place (poi, Trent Park)

Nel 1777, Enfield Chase venne recintato. Nel 1779, il Dottor Sir Richard Jebb (1729-87) fittò tre lotti adiacenti di ex terreni del Chase, tra cui la tenuta di 250 acri a nord di West Lodge, dove il Dottor Jebb fece costruire una villa chiamata "Trent Place", da Trento, dove aveva curato il Duca di Gloucester da una grave malattia. La Casa originaria era una "villa compatta" di mattoni, con un portico e una porzione centrale ricurva. La Casa e relativa tenuta vennero progressivamente ampliate dai successivi proprietari e divennero note come Trent Park: nel 1787, la tenuta conteneva 385 acri, di cui 300 acri erano un parco. Sir William Chambers effettuò delle modifiche non specificate per Sir Richard Jebb, e Francis Repton fu detto aver abbellito la Casa ed i suoi terreni, che contenevano un lago, per John Cumming, l'occupante nel 1816. Dopo essere passato di mano in mano, nel 1833, il contratto di locazione andò a David Bevan di Mount Pleasant (Cockfosters), che lo assegnò nel 1837 a suo figlio Robert Cooper Lee Bevan (morto nel 1890). Nel 1857, la tenuta di Trent Place conteneva 475 acri, mentre Bevan affittò altri 93 acri, chiamati Clay Pit Hill Farm, a nord-ovest, e 114 acri a Cockfosters a sud. Suo figlio Francis August Bevan comprò 57 acri a sud della tenuta principale dal Ducato di Lancaster nel 1892 ed allargò la Casa nel 1894, già ampliata da suo padre nel 1873. Dal 1909, la maggior parte della proprietà venne fittata da Sir Edward Sassoon, il cui figlio Philip (1888-1939), poi sottosegretario per "Air and First Commissioner of Works", la comprò dal Ducato nel 1922, quando era pari a 570 acri. Nel 1926, Sir Philip Sassoon iniziò grandi cambiamenti, apparentemente in base ad un progetto da questi elaborato, rifacendo l'esterno con mattoni rossi e copertura di pietra dall'abbattuta Devonshire House demolita di Piccadilly, abbattendo una torre settentrionale del XIX secolo, realizzando delle terrazze e ridecorando gli interni. Il risultato fu una Villa dignitosa nello stile di inizio XVIII secolo, con il tetto nascosto dietro un cornicione balaustra. L'aranciera (serra riscaldata per le arance) fu completata subito dopo il 1931, su progetto del Colonnello Reginald Cooper.  Negli anni '30 del XX secolo, Trent Place veniva segnalata per i suoi arredi esotici e per divertimenti sontuosi di Sassoon, frequentati dai membri della Casa Reale. Sir Philip Sassoon lasciò in eredità la Casa ad una cugina, la Signora David Gubbay, che la vendette subito dopo la Seconda Guerra Mondiale come parte della "Cintura verde". Successivamente, nel 1949, la Casa divenne scuola di formazione per Insegnanti maschi, che nel 1950, venne aperta anche alle donne, per la specializzazione in Arte, Musica e Teatro, ed i suoi terreni un parco.  

3. Christ Church

La costruzione della Chiesa venne finanziata da un ricco membro della Famiglia fondatrice di Barclays Bank, Robert Cooper Lee Bevan di Trent Park. A tale Famiglia, venne dato il beneficio di nomina del Curato e, dal 1970, tramite Amministratori, di un Vicario. Il progetto fu dell'Architetto Henry Edward Kendall. L'edificio venne consacrato dal Vescovo Blomfield il 9 aprile 1839. La struttura originaria, molto semplice, di mattoni, con navata, finestre ogivali ed una torre con una breve guglia, venne realizzata per servire gli abitanti del Villaggio di Cockfosters e l'area circostante. Il primo Vicario fu il Reverendo Gilbert Wiggins. Nel 1887, vennero aggiunti l'orologio e la campana, per celebrare i 50 anni di Regno della Regina Vittoria, ascesa al Trono il 20 giugno 1837. Alla fine del XIX secolo, essendo cresciuta la popolazione, il vecchio edificio divenne inadeguato per le esigenze del Culto, per cui, nel 1898, Sir Arthur Blomfield, figlio del Vescovo Blomfield che aveva consacrato la Chiesa, progettò l'ampliamento della struttura, rivoltando l'orientamento insolitamente verso ovest, come è oggi, con l'aggiunta di un corridoio settentrionale, Cappelle nel Transetto, Presbiterio e Canoniche. La maggior parte dei vetri temperati delle finestre, opera di Shrigley & Hunt di Londra, vennero aggiunti in quel periodo. Immediatamente dopo, venne aperta una "Chiesa-sorella" ad Hadley Wood e, nel 1911, l'attuale St Paul’s Hadley Wood; l'officiante, era un Curato di Christ Church di Cockfosters. La nuova Chiesa si staccò da Christ Church nel 2000. Negli anni '20 del XX secolo, impellente divenne la neccessità di una "Church Hall" a Cockfosters, di modo che venne progettata una "Church House", che venne inaugurata dal Vescovo di Londra Winnington-Ingram il 26 aprile 1932. Nel 1952, venne collocato l'oragno per ricordare Bertram Hopson, Vicario per 39 anni, ad un anno dalla sua morte. Negli anni '70, divenne troppo costosa la gestione della Canonica di Epoca Vittoriana, e parte del suo giardino venne fittato per consentire alla Chiesa di costruire un nuovo edificio al medesimo scopo destinato. Al principio del XXI secolo, vi è stata la necessità di effettuare dei lavori di manutenzione e miglioramento, che hanno riguardato sia la Chiesa che le sue pertinenze.

Enfield - Visita guidata

La stazione della metropolitana

La stazione della metropolitana

Christ Church

Christ Church

Cockfosters Cricket Club

Cockfosters Cricket Club

Edificio moderno

Edificio moderno

Cockfosters Parade

Cockfosters Parade

Station Parade

Station Parade

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it