www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Enfield Lock

Sintesi

Enfield Lock è una stazione ferroviaria di frontiera del London Borough of Enfield, essendo prossima sia al confine (verso nord), a circa 1 chilometro, coll''Herthfordshire, che con quello dell'Essex, verso est, ad una distanza di poco inferiore alla precedente,

Distanza dal centro: 13,2 miglia.

Attrattiva: nulla relativamente all'area che attornia la stazione, dove avete l'impressione di essere in un sobborgo estremamente periferico e "grigio". Diverso è il discorso relativo alla Chiusa (Lock), dove trovate la tipica "atmosfera" che ricorre in situazioni simili.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in prossimità dell'incrocio tra Ordnance Road (direzione ovest-est) con Bradley Road (direzione sud), coincidente con il pub Railway Inn, vicino al passaggio a livello. Attorno a voi vedete il tipico contesto suburbano Londinese, con casette residenziali ad un piano o con negozi a livello stradale, o piccoli condomini. Proseguendo verso ovest (sinistra), raggiungete Hertford Road, dove trovate un'aggregato simile ma di maggiori dimensioni; se questa è la vostra meta. utilizzate la stazione di Turkey Street. Tuttavia, la ragione della vostra venuta dovrebbe essere la visione di Enfield Lock (Chiusa di Enfield) e paraggi. Pertanto, seguite la citata Ordnance Road verso est (destra), per tutto il suo corso, lasciando sulla sinistra lo spazio verde Warwick Field Open Space, andando diritto alla biforcazione, sino ad incrociare South Ordnance Road, che curva verso sud (destra), seguendo il Fiume Lea Navigation (parallelo al Fiume Lea), sino a raggiungere finalmente la Chiusa (Lock).

Toponimo

Rinviamo alla pagina di Enfield Town per quanto attiene, in generale, all'origine del nome.

Relativamente a questa specifica area, il suo nome ricorre per la prima volta nel 1355 in una inquisition post-mortem tenuta presso l'Abbazia di Waltham che riporta che John Wroth e John de Gerton avevano un canale/fossato chiamato "Norhtlok" da "le Leye" a "Nortmelle" ad Enfield, che era largo 20 piedi vicino al Fiume. Su tale punto vanno chiarite due cose: 1. La Famiglia Wroth possedeva due mulini su uno dei rami del Lea, che ottenne dopo il 1289; 2. Il Fiume è il Lea o Lee, scritto nei secoli variamente: nel 1190, veniva indicato come ""the water of Lin", nel XIV secolo, "La Leye", nel 1576, il Cartografo Saxton sembra essere stato il primo ad introdurre "Lea"; nel XVIII secolo, spesso venne chiamato "Ware River", ma l'ortografia più comune sembrerebbe essere "Lee". Tornando al nome specifico dell'area, successivamente, si legge "The Locke" (1657), "Enfield Lock" (1710). In merito al significato del termine, non vi sono difficoltà, dato che la parola del Middle English "Lok" è quasi identica all'ominima dell'Inglese moderno "Lock", che indica una "Chiusa" su un canale o fiume. Pertanto, si traduce come "La chiusa (settentrionale) di Enfield" (sul Fiume Lea).

Storia

Per quanto attiene alla Storia generale di Enfield, si rinvia alla relativa pagina dedicata ad Enfield Town.

Informazioni fondamentali sulla Storia di Enfield Lock sono fornite da John Seller in "A Mapp of the Cityes of London and Westminster" (1680) e "A Mapp of the County of Middlesex" (1710); da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 2, County of Middlesex" (London, 1795), alla voce "Enfield" (pagine 278-334); da William Robinson in "The History and Antiquities of Enfield, in the County of Middlesex. With Appendices. ... With a Coloured Plan of the Parish, and Sixty-five Other Engravings" (1823); si leggono in "Calendar of inquisitions miscellaneous, Chancery, preserved in the Public Record Office, prepared under the superintendence of the Deputy Keeper of the Records" 4 Volumi (1916-1957), Volume 3. 1348-1377 (pagine 70-73); sono fornite da A. E. Stamp - J. B. W. Chapman - M. C. B. Dawes - D. B. Wardle in "Calendar of Inquisitions Post Mortem: Volume 13, Edward III" (1954), alla voce "Inquisitions Post Mortem, Edward III, File 229" (pagine 163-178), punto 167; da Cuthbert Wilfrid Whitaker in "History of Enfield" (1965, Enfield Preservation Society); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Enfield: Introduction" (pagine 207-208), "Enfield: Communications" (pagine 208-212), "Enfield: Growth before 1850" (pagine 212-218), "Enfield: Growth after 1850" (pagine 218-224), "Enfield: Manors" (pagine 224-229), "Enfield: Economic history" (pagine 232-239); da J. G. L. Burnby - M. Parker in "The navigation of the River Lee" (Edmonton Hundred Historical Society Occasional Paper New Series No. 36 1978); da Victor H. N. Allemandy in "Enfield Past and Present" (1983, Enfield Society); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Enfield Lock Conservation Area" (2013, Enfield Preservation Society, undated 11 Britannia Archaeology Ltd.); in Enfield Lock Conservation Area Character Appraisal" Approved February 2015 (Enfield Council); sono fornite da F. M. Chambers - T. M. Mighall - D. H. Keen in "Early Holocene pollen and molluscan records from Enfield Lock, Middlesex, UK (Proceedings of the Geologists' Association Volume 107, Issue 1, 1996, Pages 1-14), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Al fine di agevolare la lettura, distinguiamo la trattazione in paragrafi:

1.1 Preistoria

Polline, dati dei molluschi e le analisi dei sedimenti sono forniti da Enfield Lock. I dati sui pollini, provenienti da fanghi organici, mostrano somiglianze con gli spettri di polline Pre-boreale e Boreale in altri siti nel bacino del Tamigi; una marna non polliniforme sovrastante produceva una variegata fauna di molluschi. Le datazioni al radiocarbonio sui sedimenti organici del sito confermano che i dati dei pollini risalgono al Primo Olocene (Olocene = Epoca geologica più recente, in cui viviamo, che convenzionalmente ebbe inizio all'incirca 12.000 anni fa), ma la marna ricoperta di conchiglie è meno datata; ci sono affinità con i dati dei molluschi del Primo e Medio Olocene da siti altrove nel sud-est dell'Inghilterra. I dati biologici e sedimentologici descrivono i mutevoli ambienti deposizionali della pianura alluvionale del Fiume Lea durante quattro millenni dall'inizio dell'Olocene. Le datazioni del carbone di legna implicano che il fuoco, a volte, ebbe un'influenza significativa sulla vegetazione del Primo Olocene, ma la mancanza di artefatti umani locali contrasta con l'evidenza di siti Mesolitici altrove, ed ha implicazioni per l'interpretazione dei primi assemblaggi di polline del Primo Olocene dai sedimenti ricchi di carbone. Come gran parte della Valle del Fiume Lea, questa zona fu caratterizzata dall'uso intensivo della terra sin dalla Preistoria. La valutazione archeologica di Rammey Marsh (0,4 miglia ad est della stazione di Enfield Lock) ha rivelato una serie ben conservata di ossa di animali dell'Età del Bronzo presente in depositi alluvionali, con selci colpite e frammenti di ceramica; uno dei pochi assemblaggi di ossa dell'età del bronzo nella Grande Londra.

1.2 Romani

L'occupazione successiva è anche mostrata sul bordo del Fiume, in una serie di doppi fossati e linee di buche postali interpretate come una notevole palizzata Romana. In parte è identificata come Area di importanza archeologica.

1.3 XIV secolo

Nel 1393, viene citata "Mill Street" (vedasi quanto detto successivamente per Mill River e Mill Marsh). Come leggerete nel paragrafo dedicato al Manor di Elsing o Norris Farm, quest'area faceva parte delle terre di tale Manor, nell'area che successivamente divenne Ordnance Road (la strada che procede in dirazione ovest-est a ridosso della stazione di Enfield Lock). Nonostante vi fosse un insediamento ad Enfield Lock sin dal Medioevo, e probabilmente, anche da molto prima, le aree paludose intorno al Fiume Lea subirono uno sviluppo limitatissimo sino alla metà del XIX secolo; la piatta terra paludosa della Valle del Fiume Lea conteneva solo una serie di borgh, Ponders End, Enfield Highway, Enfield Wash e Turkey Street.

1.4 XVI-XVIII secoli

Nel 1572, risultano documentate le due strade più settentrionali di quelle che andavano da est ad ovest, Bullsmoor (o Belsmoor, ad 1,1 miglia a nord ovest dalla stazione di Enfield Lock) e Painters Lane ("Painters Lane Open Space" si trova a 0,7 miglia a nord della stazione di Enfield Lock; nel 1972, Painters Lane era un sentiero che portava al Fiume Lea). Sempre nel 1572, viene citata la Manor House del Manor di Elsing o Norris Farm (v. paragrafo specifico), occupata da John Taylor (unitamente ad una casa circondata da fossato chiamata "Lock stones Hall"; si trovava vicino ad un fossato in Welches Lane (poi Ordnance Road, a ridosso della stazione di Enfield Lock, a nord), dove nei secoli XIX e XX sarebbe insistita Plantation Farm. Nel 1582, la Manor House citata fu fittata ad Henry Middlemore.  Sembra corrispondere all'edificio conosciuto dopo la fine del XVIII secolo come Enfield Palace, una struttura a due piani a due spioventi del XVI secolo con un blocco centrale ed ali, le cui pareti erano decorate con le iniziali E.R. (per Elisabetta I o Edoardo VI). Una casa a graticcio (pannelli di legno) chiamata "Norris Farm", probabilmente la vecchia Manor House venne poi demolita nel 1786 (e sostituita da una semplice casa colonica di mattoni, successivamente demolita). Le terre del Manor di Elsing o Norris Farm (v. paragrafo specifico) si trovavano nella parte orientale della Parish, vicino ad Enfield Lock, a Ponders End e nelle Paludi comuni, sebbene esisteva a Monken Hadley una porzione staccata, separata dalla Tenuta principale nel XVI secolo. La parte meridionale del confine orientale della Parish di Enfield era formata da "Mar Dyke" (Dyke = Diga, argine), un canale che correva ad ovest del Fiume Lea attraverso le paludi in Edmonton. Un altro canale, "Mill River", lasciava il Fiume Lea nell'angolo nord-orientale della Parish e correva verso sud, per unirsi al citato "Mar Dyke" al confine sud-orientale. Fu costruito per alimentare mulini medioevali e risulta citato alla fine del XVI secolo, quando fu costruita una chiusa (Lock) tra due paludi, Wild Mash e Mill Marsh. Tra il XIV ed il XVI secolo, due mulini appartennero alla potente Famiglia Wroth. Uno si trovava a Ponders End (ora Wright’s Mill), l'altro appartenente nel 1614 a Sir Robert Wroth, Lord del Manor di Durants Place (successivamente Durants), corrispondeva presumibilmente ad Enfield Mill, in South Marsh e verso la fine del XVI secolo era un edificio di due piani con un tetto di tegole. Alla fine di Mill River, nel 1635, era posseduto da John Wroth (e descritto nel 1754 come un mulino per la macinazione del grano). Quindi, tale mulino si trovava apparentemente vicino ad Enfield Lock e diede il suo nome a Mill Marsh. Nel 1653, dei Pubblici Ufficiali ebbero a che fare con John ed Henry Wroth in merito all'uso della loro struttura produttiva vicino alla Chiusa (Enfield Lock) per la produzione di polvere da sparo, ma dopo il 1664, mancano riferimenti a tale tipo di produzione pericolosa, e, ad ogni modo, la struttura potrebbe essere stata chiusa entro il XVIII secolo. Nel 1572, si diceva che "Mill River" fosse di dimensioni maggiori rispetto al Fiume principale Lea, ma, nel 1571, fu approvata una legge per rendere navigabile lo stesso Fiume Lea sino a Ware (Hertfordshire) ed i lavori vennero terminati nel 1576. Il vecchio Fiume fu effettivamente rimpiazzato dopo i miglioramenti apportati a "Mill River" in virtù di una legge del 1767. Sino alla metà del XVIII secolo, quando l'ingegnere John Smeaton analizzò il Fiume Lea per migliorare le sue capacità di navigazione, il Lea aveva servito molti interessi contrastanti, principalmente quelli degli Operatori di chiatte, dei Follatori di stoffa o dei Mugnai che macinavano il grano, e della New River Company, che estraeva acqua pulita per Londra. Il citato Ingegnere John Smeaton propose miglioramenti lungo la lunghezza di 30 miglia del Lea Navigation da Hertford per evitare i problemi di inadeguato pescaggio per le chiatte; nuovi canali (Cuts) dovevano essere realizzati laddove la profondità del Fiume era inadeguata e chiuse (Locks) costruite per garantire larghezza e profondità navigabili in ogni momento. La legge del 1767 consentì di effettuare i lavori necessari. Nel 1769, iniziarono i lavori su "Enfield Cut" (Canale di Enfield) della "Lea Navigation" e nel 1770, sull'estensione meridionale, chiamata "Edmonton Cut" (Canale di Edmonton). La Chiusa (Enfield Lock) fu costruita sul il sito della vecchia chiusa di "Mill River" e la casa di un Sovrintendente fu costruita nel 1792, sul sito del successivo deposito di "British Waterways". Nel 1793, un aumento del traffico portò alla costruzione di una seconda chiusa, a Ponders End. Nei paraggi, un molo del principio del XIX secolo era in uso nel 1832 per le chiatte che viaggiavano tra Londra e l'Hertfordshire (una nuova doppia chiusa venne, poi, costruita nel 1959). Una terza chiusa (Lock), a Rammey Marsh, all'estremità settentrionale della Parish, fu costruita nel 1867 (successivamente, il vecchio corso del Fiume Lea fu rimpiazzato da "King George's Reservoir" aperto nel 1913). 

1.5 XIX secolo

Sino al XIX secolo, i borghi lungo Hertford Road (a 0,6 miglia verso ovest dalla stazione di Enfield Lock) segnavano il confine orientale di insediamento. Poche case coloniche si ergevano in mezzo ai campi aperti, con le Manor Houses di Durants e Elsing (o Norris Farm, v. paragrafo specifico), circondate da fossati, ma non vi erano costruzioni sui terreni paludosi nei pressi del Fiume Lea, a parte quelle collegate al traffico fluviale, come il Mulino per la macinazione del grano alla fine di South Street (al numero 194) e la Locanda "The Swan and Pike" più a nord ad Enfield Lock, che unitamente agli insediamenti stradali e fluviali a Ponders End, Enfield Highway, Enfield Wash costituì la parte più densamente popolata di Enfield, la parte orientale della sua Parish. Verso il 1804, vicino al vecchio Mulino ad acqua ad Enfield Lock fu proposto di aprire una fabbrica di armi (Arms factory), a valle della "Royal Gunpowder Factory" a Waltham Holy Cross (Essex). L'area fu sviluppata per la prima volta a partire dal 1812 circa, quando fu costruita una fabbrica di fucili di proprietà del Governo. La fabbrica fu costruita verso la fine della Guerra Napoleonica sulle paludi di Enfield Lock, sulle rive del Fiume Lea e del Fiume Lee Navigation. Nella citata "Small Arms Factory" sembra che la produzione di moschetti iniziò poco dopo, essendo stati prima acquistati 32 acri dal "Boards of Ordnance", uno dei quali dal più anziano John Rennie, furono prodotti nel 1813 e nel 1814 (presumibilmente, furono i nuovi edifici, e non la fabbrica stessa, ad aprire nel 1816); nel 1828, la Fabbrica disponeva di case per 2 Capisquadra e 60 Operai. Sebbene tale apertura non portò ad una rapida crescita, vi fu, comunque, un incremento del traffico. Il 15 settembre 1840, la "Northern and Eastern Railway" (poi Great Eastern Railway) aprì la sua linea principale da Stratford a Broxbourne lungo la Valle del Fiume Lea. Nel 1854, la già citata Fabbrica di Armi (Arms Factory) di Enfield Lock venne ampliata e ridenominata "Royal Small Arms Factory". Ciò fu dovuto, probilmente, all'incremento dell'importanza della produzione della Fabbrica, dato che la produzione di canne era stata trasferita da Lewisham ad Enfield verso il 1816, a cui seguirono le "blocco" e "finitura", e nel 1853, venne prodotto il primo "Fucile Enfield". Nel 1854, quando la "Board of Ordnance" rilevò la produzione completa delle proprie armi leggere, la Fabbrica, come detto, fu ricostruita su una scala molto più ampia. La stazione di "Ordnance Factory" in Ordnance Road fu aperta nel 1855 dalla Eastern Counties Railway. Nel 1859, c'erano dieci treni al giorno in ogni direzione, il viaggio da Enfield Town a Londra impiegava 45 minuti, mentre sulla linea principale di Cambridge dieci treni si fermavano a Ponders End in ciascuna direzione, di cui quattro si fermavano anche alla stazione di "Ordnance Factory". Nel 1861, vennero installati dei macchinari Americani nella Fabbrica di armi, quando la forza lavoro contava 1.700 addetti. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Enfield Lock, allora nel Middlesex, come segue: "ORDNANCE-FACTORY, a railway station near the meeting-point of Middlesex, Essex, and Herts; on the Great Eastern railway, 1 mile S of Waltham station, and 13¾ N by E of Bishopsgate in London.". Ulteriore espansione della Fabbrica si ebbe nel 1886, quando l'originario mulino ad acqua venne rimpiazzato dalla forza del vapore. Nel 1886, la stazione di "Ordnance Factory", fu ribattezzata Enfield Lock. Nel 1887 c'erano 2.400 dipendenti. In tale anno, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Enfield Lock come segue: "Ordnance Factory Station, ry. sta., near Enfield Lock, Middlesex, 1 mile S. of Waltham Cross sta. and 6 miles N. of Tottenham sta.". Alla fine del XIX secolo, la British Land Co. comprò una piccola tenuta ad est della già citata Hertford Road (a 0,6 miglia verso ovest dalla stazione di Enfield Lock) e nel 1892, vendette dei lotti ad Elmore Road e Riley Road (entrambe, in linea d'aria, a meno di 1 miglio a sud-ovest dalla stazione di Enfield Lock). Nel 1891, altri terreni vennero comprati a Connop Road e nel 1897 e 1901 ad Albany Road (entrambe a meno di 1 miglio a sud-ovest dalla stazione di Enfield Lock, vicino alle due strade precedentemente indicate).

1.6 XX secolo

Nel 1901, quando vennero progettate case nella citata Albany Road e St. Stephen's Road (a 0,7 miglia a sud-ovest dalla stazione di Enfield Lock), Enfield Highway (ad 1,8 miglia a sud della stazione di Enfield Lock) veniva descritto come un distretto in rapida espansione, con una forte richiesta di case per Artigiani e un buon servizio di treni per Operai dalla stazione di Enfield Lock. Per soddisfare l'aumento della popolazione, il Consigliio del Distretto Urbano, nel 1902, aprì Albany Park, (a 0,2 miglia a sud della stazione di Enfield Lock) e nel 1903, Durants Park (ad 1,7 miglia a sud-ovest dalla stazione di Enfield Lock). Nel 1914, orti e vivai ancora separavano Ponders End sia da Enfield Town che da Enfield Highway.  Le più vaste proprietà terrriere vennero edificate nel nord-est della Parish, ad Enfield Wash ed Enfield Lock, vicino alla già citata "Royal Small Arms Factory". Dopo la Prima Guerra Mondiale, la fabbrica di armi si espanse ancora. Nel 1922, venne ricostruito l'attuale "Enfield Lock". Appena si estese lo sviluppo suburbano, aree commerciali sorsero a Ponders End, Enfield Highway, Enfield Lock, e successivamente, a Cockfosters, anche se il centro principale è sempre stato Enfield Town. La Cappella della Fabbrica di armi, in stile gotico del XIV secolo, non fu mai consacrata e fu demolita nel 1928. Gli edifici originali della Fabbrica, di mattoni, attorno a un quadrilatero con una torre dell'orologio, erano ancora in gran parte completi, ma il bacino del canale che serviva la fabbrica era stato riempito. La Fabbrica declinò dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Enfield Lock fu colpito da 31 bombe tedesche altamente esplosive. Mezzo sito della Fabbrica di Armi fu chiuso nel 1963. Entro la metà degli anni '60 del XX secolo, l'area attorno alla Chiusa era diventata fatiscente ed invasa dalla vegetazione, in parte a causa della riduzione della produzione della "Royal Small Arms Factory". La "Royal Small Arms Tavern", in passato denominata "Rifles", unici pub di proprietà Governativa, costruito nel 1916 ed inaugurato dal Duca di Connaught, venne chiuso ed è coperto da assi di legno e l'area circostante ha subito notevoli discariche di rifiuti. Nel 1974 la Fabbrica copriva 55 acri, la sua area era stata dimezzata dalla Seconda guerra mondiale, ed impiegava circa 1.200 persone. Un lungo periodo di declino continuò (nonostante la designazione della Area protetta nel 1976) sino al 1982, quando l'area fu infine riabilitata da un'azione di volontariato diretta dalla "Enfield Village Clean-Up Campaign". Ciò incoraggiò l'Autorità del Parco Regionale della Valle del Fiume Lea a piantare alberi e ad abbellire l'alzaia (percorso pedonale lungo un canale) e l'Amministrazione di Enfield a erigere barriere per impedire lo scarico di rifiuti. Quanto rimaneva operativo della vecchia Fabbrica di armi, venne chiuso nel 1987. Un deposito abbandonato sulla sponda occidentale del Lea venne demolito e gli alloggi a basso costo concordati, e questo, con la vendita di 23 cottages in Government Row, ha trasformato l'area da una zona industriale in rovina in un quartiere residenziale, per essere notevolmente ampliata nel 2001 con la costruzione di "Island Village", una volta che la Royal Royal Arms Arms fu chiusa e gli ex edifici industriali potevano essere convertiti in altri usi.

1.7 XIX secolo

Sino alla realizzazione della M25 negli anni '80 del XX secolo ed alla successiva costruzione della A1055, l'area era molto simile ad un villaggio, con pochi residenti e poche case. Strade come Ordnance Road, Salisbury Road e Medcalf Road sono ancora abitate da famiglie che vivono da generazioni nella zona di Enfield Lock. Oggi, l'Area protetta (Conservation area) di Enfield Lock si trova nella Valle del Fiume Lea, a circa 3 miglia (5 chilometri) a nord-est dal centro di Enfield Town. Esattamente, si trova a poche centinaia di metri ad est della stazione di Enfield Lock, sulla linea ferroviaria tra Liverpool Street e Cambridge. L'Area protetta comprende la Lea Navigation, la sua Chiusa, le case a schiera (chiamate Government Row) tra il Fiume Lea e Lea Navigation, i depositi e gli uffici del Canal & River Trust (precedentemente British Waterways) ad ovest del Fiume Lea, e i prati adiacenti sino alla linea ferroviaria smantellata. Il "Lea Valley Walk", un sentiero lungo 50 miglia da Luton nel Bedfordshire all'estremità orientale di Londra, segue la Lea Navigation, ed è attraversato est-ovest dal percorso a lunga distanza di "London Loop", che segue il Torrente Brook all'interno del London Borough of Enfield. I fattori-chiave che rendono particolare l'Area protetta di Enfield Lock possono essere riassunti come segue: a. L'area ha un notevole significato in Enfield per il suo importante contributo alla storia industriale ed all'ex prosperità dell'area, sia attraverso la costruzione del XVIII secolo del Lea Navigation, che attraverso le dimensioni ed il successo della Fabbrica di Armi (RSAF). L'infrastruttura della chiusa e le case e gli edifici dei depositi fluviali rappresentano il patrimonio dei corsi d'acqua; Government Row e gli ex edifici della fabbrica rappresentano la RSAF. Insieme, sopravvivono come prova di un insediamento che è cresciuto in modo da avere un carattere distintivo in qualche isolamento dal resto del distretto; b. L'area presenta una combinazione particolare di abitazioni urbane e di edifici industriali nella sua parte settentrionale, in contrasto con la terra aperta ed i percorsi nella sua parte meridionale, collegati dai corsi d'acqua. Dal punto di vista etnico, Enfield Lock (con Enfield Island Village) è abitata per la metà da Bianchi (in prevalenza Britannici), ma circa 1/4 è di colore (Africani e Caraibici in prevalenza). La stazione, oltre che il citato sviluppo abitativo Enfield Island Village, anche i vicini Innova Science e Business Park.

2.1 Manor di Elsing o Norris Farm

Tale Manor sembra aver tratto origine da una "knight's fee" (numero di acri variabili) ad "Enefeld" e "Sabrichesworth" (Sawbridgeworth, Hertfordshire), tenuta nel 1372 da Jordan de Elsyng (o Elsyngg, come risulta da una inquisition post-mortem di Humphrey de Bohun, Conte dell'Hereford ed Essex, tenutasi a Storteford il 12 settembre del Quarantasettesimo Anno del Regno di Eduardo III (1372). Nella metà del XV secolo, tale proprietà era posseduta da Christine Norris. Nel 1464, la Tenuta, descritta come Manor di Elsing, fu trasferita da John Wood a William Kele, Ecclesiastico, e nel 1521, fu trasferita come Manor di Norris, da Cecily Sudeby, figlia ed erede di Edmund Norris, a John Wilford (morto nel 1544) ed altri. Il figlio di John Wilford, Stephen, morì nel 1567 possedendo 2/3 terzi del Manor, il terzo rimanente essendo passato alla Famiglia Hunsdon e detenuto nel 1643 da Henry Hunsdon. Nel 1686, la porzione di Hunsdon fu apparentemente ipotecata, e poco dopo, cessò di essere considerata come feudo (Manor). La porzione maggiore passò al figlio di Stephen Wilford, John, che la teneva nel 1568, a William, figlio di John nel 1605, a John Wilford nel 1635, e George, figlio di Edward Wilford, dal 1686. Richard Wilford trasferì il Manor nel 1707 a John Cotton, che lo vendette nel 1734 a Robert Mackeris (morto nel 1735). Mackeris lasciò in eredità il Manor alla sua vedova Priscilla, che sposò Thomas Sexton, James Jones, ed in terzo luogo (alla faccia!!!) James Fenwick, il cui figlio Thomas James Fenwick possedeva la proprietà nel 1793. Al fallimento di Thomas James Fenwick, i suoi Assegnatari trasferirono la proprietà nel 1804 a Newell Connop, Lord di Durants, da cui discese a Woodham Connop, anche se una parte era tenuta nel 1811 dagli eredi di Sarah Pinnock. La parte, nota come Plantation o Welches Farm, fu trasferita nel 1878 da William Woodham Connop a William Smith di Westbourne Terrace (Paddington), che nel 1893 la lasciò ai suoi figli Philip, Arthur e Henry. Nel 1911 la Fattoria, contenente 120 acri era tenuta da Howard Smith di Ford House (Wolverhampton) ed Henry Herbert Smith di Calne (Wilts); allora, si diceva che i diritti di carattere manoriali (feudali) fossero estinti da molti anni.

2.2 Manor House del Manor di Elsing o Norris Farm

La Manor House di Norris Farm, citata nel 1572, era dietro un fossato a Welches Lane (in seguito Ordnance Road), dove Plantation Farm insitette nei secoli XIX e XX. Nel 1972, il sito era coperto da un complesso residenziale. Una casa a graticcio (pannelli di legno) chiamata Norris Farm, probabilmente l'antica Manor House, fu demolita nel 1786 e sostituita da una semplice casa colonica di mattoni, anch'essa demolita successivamente. Le terre manoriali si trovavano nella parte orientale della Parish, vicino ad Enfield Lock, a Ponders End e nelle paludi comuni, sebbene a Monken Hadley vi fosse una porzione periferica, separata dalla proprietà principale nel XVI secolo. Dopo la recinzione nel 1806, la Tenuta era confinante con Plantation Farm, che nel 1911, conteneva 120 acri.

Enfield - Visita guidata

La stazione di Enfield Lock

La stazione di Enfield Lock

Il cartello conferma che siamo ancora nei confini di Enfield

Il cartello conferma che siamo ancora nei confini di Enfield

Ordnance Road

Ordnance Road

Bradley Road

Bradley Road

Ordnance Road

Ordnance Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it