www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Southgate

Sintesi

Southgate è la terzultima stazione settentrionale della metropolitana (Piccadilly Line) e serve un'area anticamente famosa per le fabbriche di birra e pubs.

Distanza dal centro: 10 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, siete in Southgate Circus, una piazza dalla forma di un cerchio stretto (ovest-est) e lungo (nord-sud), da cui si diramano quattro strade: 1. Chase Side, che raggiungete oltrepassando il grande simbolo della metropolitana, entrando nella citata strada, in leggera salita (se camminate un poco, sulla destra trovate Saint Andrew's, poi, una rotatoria, e successivamente, delle casette tipiche); 2. Winchmore Hill Road (se la seguite e girate a destra al secondo incrocio, raggiungete Grovelands Park, se, invece, girate a sinistra, entrate in Chase Road); 3. The Bourne, che vi porta a lambire Grovelands Park; 4. High Street.

Toponimo

Southgate, la Porta meridionale di Enfield Chase, venne citata per la prima volta nel 1166-1189, South Street, la strada che portava a tale Porta, nel 1321, quando sembra che siano state costruite delle case, e una di esse, nel 1338, era denominata Ryneshamstall. Successivamente, si legge "S(o)uthgate" (1370), "Southgate" (1372), "le South gate" (1608), "Southgate" (1904, Ordnance Survey Map). In merito all'origine del nome, siamo di fronte ad un nome composto dell'Old English "sūð" (south = sud) + "geat" ("gate" in Inglese moderno). Il significato è evidente, visto che significa "Porta meridionale" (South = Sud) + (Gate = Porta) di Enfield Chase (in origine, una foresta, poi riserva di caccia reale), che si trovava approssimativamente dove Chase Road interseca Winchmore Hill Road (a poco più di 200 metri dalla stazione di Southgate, in direzione nord-est).

Storia

Informazioni fondamentali sono fornite da Richard Newcourt in "Repertorium Ecclesiasticum Parochiale Londinense: Comprising all London and Middlesex, with the parts of Hertfordshire and Buckinghamshire to the said diocese belonging" (1798), pagina 600; da Daniel Lysons, in "The Environs of London: Volume 2, County of Middlesex" (1795), alla voce "Edmonton", pagine 249-277; da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Edmonton: Introduction" (pagine 130-133), "Edmonton: Growth before 1851" (pagine 137-142), "Edmonton: Growth after 1851" (pagine 142-149), "Edmonton: Economic history" (pagine 161-172), "Edmonton: Local government" (pagine 175-179), "Edmonton: Churches" (pagine 181-187); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - M. A. Hicks - R. B. Pugh in "A History of the County of Middlesex: Volume 6, Friern Barnet, Finchley, Hornsey With Highgate" (1980), alla voce "Friern Barnet: Public services" (pagine 27-29); si ritrovano in "Southgate a history" Libraries information (Enfield Council), un file pdf reperibile su Internet; in "Journal of the House of Lords Volume 30, 1760-1764" (1767-1830) - "House of Lords Journal Volume 30: April 1762, 21-30" (pagine 236-252), "House of Lords Journal Volume 30: May 1762, 1-10" (pagine 252-263), "House of Lords Journal Volume 30: June 1762" (pagine 281-285); in "A Descriptive Catalogue of Ancient Deeds: Volume 1" (1890), alle voci "Deeds: B.1401 - B.1500" (pagine 349-359); in   "An Inventory of the Historical Monuments in Middlesex" (1937), alla voce "Southgate" (pagine 111-112), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Tom Mason "The Story of Southgate and Other Local Essays" (1948); Tom Mason "A Southgate Scrapbook" (1948); Herbert W. Newby "Old Southgate" (1949); Walker Round (pseudonimo) Dudley Heath - C. D. Stooks "The Story of Southgate and Winchmore Hill"; David Pam "The New Enfield - Stories of Enfield, Edmonton and Southgate" (1977); David Pam "Southgate and Winchmore Hill - A short History" (1982): Graham Dalling "Southgate and Edmonton Past" (1996); Alan Dumayne "Southgate: a Glimpse into the Past" (1987); Bernard Byrom "Old Southgate and Palmers Green" (2008); A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Edmonton: Communications" (pagine 133-137), "Edmonton: Other estates" (pagine 154-161), "Edmonton: Social life" (pagine 172-175), "Edmonton: Public services" (pagine 179-181), "Edmonton: Roman catholicism" (pagine 187-188), "Edmonton: Education" (pagine 196-203), "Edmonton: Charities for the poor" (pagine 203-207), "Enfield: Communications" (208-212), "Enfield: Economic history" (pagine 232-239), "South Mimms: Public services" (pagine 296-298), "South Mimms: Roman catholicism" (pagine 301-302), "Tottenham: Local government" (pagine 342-345), "Tottenham: Protestant nonconformity" (pagine 356-364), "Tottenham: Churches" (pagine 348-355); "A History of the County of Middlesex: Volume 1, Physique, Archaeology, Domesday, Ecclesiastical Organization, the Jews, Religious Houses, Education of Working Classes To 1870, Private Education From Sixteenth Century" (1969), alla voce "Private Education from the Sixteenth Century: The twentieth century" (pagine 285-289); "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla voce "Sport, ancient and modern: Golf" (pagine 278-283); "A History of the County of Essex: Volume 5" (1966), alle voce "Local administration and public services: Utility services" (pagine 37-47) e "Metropolitan Essex since 1919: Local adminstration" (pagine 74-81). 

1. Eventi storici di rilievo

In origine, l'area era occupata da un fitto bosco. A Southgate, vicino nei pressi di "The Bourne" (vicino alla stazione), vennero rinvenuti dei frammenti di ceramica di Epoca Romana, anche se è probabile che solo all'Epoca Sassone risalga un insediamento continuo, sia pure ad Edmonton (Adelmetone), non lontano da qui. Southgate, la Porta meridionale di Enfield Chase, venne citata per la prima volta nel 1166-1189, South Street, la strada che portava a tale Porta, nel 1321, quando sembra che siano state costruite delle case, e una di esse, nel 1338, era denominata Ryneshamstall. Altre ceramiche, probabilmente risalenti al XIII secolo vennero rinvenute a sud di The Bourne. Nessun sistema di campi medioevali è stato associato a Southgate, i cui abitanti erano Boscaioli piuttosto che agli Agricoltori. C'era, probabilmente, un piccolo insediamento agricolo a Clappers Green al principio del XIV secolo, dove le famiglie Clapper e Sigar possedevano dei terreni ed il Priorato della Santissima Trinità una fattoria. Nel XVI secolo, la maggior parte delle future Arnos Estate e Grovelands erano occupate da boschi di querce cedue che furono pesantemente sfruttati per ricavare legna da ardere, carbone di legna e corteccia di quercia che veniva venduta per l'impiego nella concia delle pelli. Resti del bosco possono essere visti in Grovelands Park. Nel Quarantacinquesimo anno del Regno di Eduardo III (1327-1377), abbiamo rinvenuto gli estremi di due atti: il primo porta la data di domenica 13 aprile e riguarda la concessione di Thomas Wykewane, di "Edelmetone", e Margaret sua moglie a John Burcer, figlio di Richard Burcer, dello stesso luogo, del caseggiato, fattoria, giardino ed un fazzoletto di terra ad "Edelmetone", tra la strada Dukettes e Southgate; il secondo porta la data del 21 aprile e riguarda la concessione di John Burcer, di "Edelmetone" ad Henry Askeby di Totenham, di un caseggiato, fattoria, giardino ed un fazzoletto di terra ad "Edelmetone", tra la strada principale da Dukettes e Southgate (quindi, sembra che si tratti delle proprietà dell'atto precedente); detto Henry Askeby convenne che dietro pagamento resogli tramite o per conto di detto John, l'atto non avrebbe prodotto effetto. Dal XVI secolo, la crescita fu continua ad Edmonton. Per quanto attiene specificamente all'area di Southgate, il mattone non fu l'unico materiale da costruzione, dato che qui e a Winchmore Hill, fu molto comune l'uso di legname segato sottile, e di notevole lunghezza e larghezza rispetto allo spessore. usato come raccordo per le costruzioni. Le nuove case erano normalmente costruite su vecchi siti, al confine con le strade e spazi verdi, e spesso, più unità abitative venivano ricavate dove in precedenza ne esisteva una sola. Al posto di case situate in ampi giardini, gli edifici presentavano un fronte ininterrotto sulla strada. A Southgate, un sito che nel 1743 conteneva solo la locanda Woolpack, era coperto da due case nel 1750, tre nel 1782, e cinque nel 1824. Sulle mappe della fine del XVI secolo, si vedono 182 case, probabilmente, troppo poche, ma comunque, utili a fornire una qualche minima indicazione dello schema dell'insediamento: le costruzioni erano concentrate a Lower Edmonton ed Upper Edmonton, con borghi più piccoli a Winchmore Hill e Southgate. Dal "Toponimo" sapete che l'area trae in nome dalla Porta meridionale di Enfield Chase, che, approssimativamente, si trovava dove Chase Road interseca Winchmore Hill Road (a poco più di 200 metri dalla stazione di Southgate, in direzione nord-est). Ecco perché Southgate si sviluppò come piccolo borgo lungo il confine meridionale di Enfield Chase, nell'angolo nord-occidentale della Parish di Edmonton. Un poco più a sud, attorno a Southgate Green, crebbe un altro piccolo insediamento medioevale, noto come South Street. I due insediamenti, Southgate e South Street, alla fine, furono collegati dalla crescita edilizia lungo l'attuale Southgate High Street. Durante il XIX secolo, poco a poco, il nome South Street cadde in disuso. Nel 1615, a Waterfall Road, venne costruito il primo luogo di culto di Southgate, Weld Chapel (v. paragrafo specifico), che sarebbe stato rimpiazzato nel 1863 dall'attuale Christ Church. Nel 1777, una legge del Parlamento portò alla recinsione di Enfield Chase, in precedenza, prima foresta e poi riserva reale di caccia. Sebbene la maggior parte del Chase rimase ad Enfield, le restanti parti andarono alle Parishes di Edmonton, South Mimms e Monken Hadley, a titolo compensativo per aver perso i diritti di pascolo. La quota destinata ad Edmonton corrispose ad una vasta area a nord di Chase Side e Winchmore Hill Road (ora nell'area di Oakwood). Inizialmente, questa zona fu utilizzata come area verde della Parish. Southgate venne edificata in ritardo perché è assai densamente boscosa e perché i pozzi non potevano essere realizzati nel terreni argillosi, anche se New River metteva acqua corrente a disposizione dei proprietari più ricchi. Attratti dal paesaggio, i ricchi cominciarono a stabilirsi qui, stimolando gli scambi e di rimuovendo i boschi per realizzare fattorie e parchi. I primi edifici compresero Russell a South Street nel 1654, Minchenden, tassato per 35 "focolari" nel 1672, e Cherry Tree Inn a Southgate Green nel 1695. La trasformazione di Southgate, tuttavia, ebbe luogo nel XVIII secolo. Tra le ville, Minchenden venne ricostruita nel 1738; Cullands Grove fu costruita nella metà del XVII secolo, Grovelands nel 1798, e Southgate House verso il 1800. A Southgate Green, Arnoside House ed Essex House (numeri 3-4) risalgono al XVIII secolo, (numeri 23-32) dal 1777, e Norbury House e Sandford House (numeri 38-9) dalla fine del XVIII secolo. Tre case furono costruite sul sito di un antico palazzo in High Street, tra il 1769 e il 1778 ed altre due aggiunte, nei pressi, prima del 1798. Eagle Hall, sul lato occidentale di High Street, esisteva da circa il 1783, quando il padre di Leigh Hunt vi si trasferì. Tra gli edifici di mattone e legname della fine del XVIII secolo ed il principio del XIX secolo di High Street c'erano Croft Cottage, Holcombe House, Avington House e Brackley House, una casa di stucco a tre piani con un frontone dorico, in Blagden's Lane, c'era The Wilderness, una casa della fine del XVIII secolo di mattoni gialli con un portico dorico. Cannon House a Cannon Hill risale agli inizi del XIX secolo. Bone Grove, che, come Cullands Grove, fu demolita da J. D Taylor verso il 1840, sorgeva nei pressi di Grovelands ed era descritta come "antica" nel 1834. A Waterfall Road, c'era Ivy Cottage, probabilmente del XVIII secolo, come Beaver Hall, che nei primi anni del XIX secolo ospitava la Famiglia Schneider, produttori di acciaio, e Joseph Thornton, un ricco appaltatore ferroviario. Verso il 1801, c'erano circa 91 case in High Street, Cannon Hill, Southgate Green e Waterfall Road. Nel 1746, Southgate veniva descritta come uno dei villaggi più piacevoli dell'Inghilterra. Negli atti della Camera dei Lords del 1762, abbiamo scovato tre documenti che hanno a che fare con Southgate, che portano le date "DIE Jovis, 22 aprilis", "DIE Veneris, 7 Maii", "DIE Mercurii, 2 Junii", che si riferiscono al testamento del defunto Sir James Colebrooke in cui rientravano case e terreni ubicate in diversi luoghi, tra cui Southgate. Leigh Hunt, che nacque a Southgate nel 1784, scrisse che "il Middlesex, in generale, è una scena di alberi e prati, di 'verde' e cottage immersi, e Southgate è un campione rappresentativo del Middlesex"'. Nei primi anni del XIX secolo, quando la nobiltà si trasferì ad Edmonton, l'attenzione fu spesso attratta dalle "residenze" superiori di Southgate, che divenne nota per le sue ville eleganti ed i ricchi Mercanti londinesi che le possedevano. Un acquarello di Humphry Repton di circa il 1800, ritrae Grovelands a Southgate. Il terreno di Southgage era drenato in malo modo e venne recintato nel 1801, a seguito dell'Edmonton Enclosure Act. L'area attorno a "The Bourne" (ad est della stazione), verso il 1801, ospitava un piccolo villaggio di casette. Al principio del XIX secolo, l'area era scarsamente popolata e relativamente poco edificata. Gran parte dell'area rientrava in grandi proprietà, soprattutto Grovelands ed Arnos. I relativi proprietari preferivano mantenere Southgate rurale al fine di proteggere le loro ricchezze. Ecco perché, per lungo tempo, non fu visto come un problema il fatto che Southgate disponesse di limitate comunicazioni, trovandosi tra due strade principali, Green Lanes e Great North Road. I primi tratti ferroviari si tennero lontano da Southgate, principalmente a causa della natura collinare del terreno che avrebbe richiesto costi proibitivi per realizzare movimenti terra e gallerie costose: nel 1840, si fermò nella Valle del Fiume Lee, passando per il Tottenham, Edmonton ed East Enfield; nel 1850, la Great Northern Railway passò ad ovest di Southgate, fornendo una stazione a Colney Hatch (ora New Southgate), per cui, i residenti di Southgate dovevano ricorrere ad un autobus trainato da cavalli sino a tale stazione; nel 1871 la Great Northern Railway aprì un ramo da Wood Green ad Enfield, con stazioni a Palmers Green e Winchmore Hill: la stazione di Palmers Green divenne il capolinea ferroviario per Southgate, per cui, l'autobus a cavallo per Southgate ora andava a Palmers Green e non più a Colney Hatch. Nel 1853, venne effettuato il primo tentativo di sviluppo suburbano di Southgate. Un ampio tratto di terreno delimitato da Chase Side, Chase Road e Bramley Road fu venduto a fini edificatori; vennero realizzate diverse strade, tra cui, Avenue Road, Nursery Road, Reservoir Road, Chelmsford Road, e costruiti alcuni cottages per lavoratori a Chelmsford Road e Nursery Road. Inoltre, poche case più grandi vennero realizzate a Chase Side e parti di Avenue Road e Chase Road. Tuttavia, i Costruttori incontrarono forti difficoltà a trovare inquilini, ragion per cui, si fermarono. Sino al principio degli anni '30 del XX secolo, rimasero tanti lotti vuoti su questa tenuta. Altrove, l'ostinato rifiuto dei grandi proprietari terrieri (soprattutto i Taylor di Grovelands ed i Walker di Arnos Grove) di vendere i terreni a fini edificatori bloccò l'espansione edilizia. L'ex parte di Enfield Chase di Southgate visse la crescita più rapida alla fine del XVIII secolo ed al principio del XIX secolo. Verso il 1600, c'erano due edifici sul bordo del Chase, uno dei quali cedette il posto a Hope House, un lungo edificio a due piani adibito a "dower-house" (casa destinata all'uso da parte della vedova del proprietario di una tenuta, in modo da liberare la casa principale, se l'erede era sposato, o all'atto del matrimonio, se l'erede era celibe/nubile all'atto della morte del de cuius) dalle Famiglie Walker e Taylor. Alla fine del XVII secolo, c'erano case a Chase Side, ma l'insediamento rimase piccolo sino alla divisione del Chase e, poi, solo lungo le strade ai suoi bordi, le moderne Chase Side e Winchmore Hill Road. Verso il 1804, c'erano circa 24 edifici a Chase Side, 43 in Winchmore Hill Road, di cui circa la metà erano nuovi. Nel 1819, quando Eastpole Farm (chiamata Chase Farm) e Westpole (senza nome) Farm esistevano in Bramley Road e Oak Lodge fuori Chase Road, l'edificazione si stava diffondendo su tutti i lati di Southgate Circus (dove si trova la stazione di Southgate). College House si trovava sul lato nord di Chase Side nel 1851. Il distretto più tardi conosciuto come New Southgate rimase disabitato ad eccezione di Betstile Lodge, che apparve dal 1851. Nel 1848, Southgate viene così descritta in "A Topographical Dictionary of England" (pagine 149-152): "a chapelry, in the parish, union, and hundred of Edmonton, county of Middlesex, 8 miles (N. by W.) from London; containing 2438 inhabitants. The name of this place is derived from its situation at the south gate or entrance of Enfield Chase, and it is still called South-street division; the Chase, however, has been entirely inclosed, and is now in a good state of cultivation. The village contains many handsome houses; the New River runs at its extremity, and the neighbourhood is well wooded: the Duke of Buckingham has a residence here, in the grounds of which is a very fine oak-tree whose shade covers nearly an acre of ground. The living is a perpetual curacy, in the patronage of the Vicar of Edmonton; net income, £180. The chapel, built in 1615, at the expense of Sir John Weld, has been rebuilt. There is a place of worship for Independents; and a national school has been erected near the Green, in a very neat style. In an adjacent field called Camp Field, have been found several pieces of cannon, and a gorget belonging to Oliver Cromwell, having his initials handsomely inlaid with jewels. In 1829, several ancient coins were dug up in the neighbourhood.". Ci furono molte lamentele in merito alla rete fognaria, in particolare da Southgate. Il Ruscello Pymme a Southgate era ritenuto in grado di avvelenare tutto il quartiere con i liquami ricevuti dal suo affluente Torrente Bounds Green, sino a quando nel 1856, la pressione dell'opinione pubblica assicurarò un sistema fognario adeguato per Colney Hatch Asylum. Ci furono ancora delle perdite da tale "Asylum" nel 1875, quando i flussi erano ancora poco inquinati. Dopo le denunzie da parte del Consiglio per la Conservazione del Fiume Lee nel 1869 sui liquami provenienti dalla zona Avenue, venne costruito un serbatoio ad Ely Place, e dal 1873-1874, non vi furono più scarichi nell'Hertfordshire. Il carattere rurale di Old Southgate, lontana dalla ferrovia e dominata da pochi grandi proprietari terrieri, continuò durante tutta la parte finale del XIX secolo. Fu proprio il contrasto tra i rapidi cambiamenti che riguardarono la parte orientale della Parish di Edmonton che condusse al distacco di Southgate: nel 1879, una petizione per la separazione di Southgate da Edmonton fu redatta dai proprietari terrieri più importanti e firmata da più di 500 persone. Nel 1881, Southgate ottenne il proprio Consiglio locale e, conseguentemente, quello di Edmonton fu ridotto a 9 membri. Anche se la perdita delle grandi case di Southgate privò il Consiglio di Edmonton di valori rilevanti, sembra che dopo la separazione, esso sia stato più attivo. Durante gli anni '80 del XIX secolo, i Costruttori edili che erigevano abitazioni a buon mercato con materiali poveri furono vigorosamente perseguiti. Sempre durante tale decennio, ma anche nel successivo, vi furono comitati per il municipio, il Cimitero, le opere pubbliche, la finanza, le aziende agricole, motori, servizi igienico-sanitari, e la biblioteca. Un municipio in stile "perpendicolare comunale" venne costruito di fronte Fore Street nel 1884 ed ampliato nel 1903. Il Consiglio di Southgate aveva 9 membri, il cui primo Presidente fu John Walker di Arnos Grove. Tale Consiglio si riunì due volte al mese ad Ash Lodge e nella sala comunale sino al 1893, quando gli uffici comunali furono costruiti su progetto di A. Rowland Barker, un residente di Southgate, e vennro ampliati nel 1914. I funzionari stipendiati erano un impiegato, tesoriere, esattore, ispettore sanitario, ufficiale medico della salute, e un Ispettore-Ingegnere. Con un provvedimento del 1894, i due Consigli locali divennero Distretti Urbani. Nonostante che il numero delle case fosse aumentato di otto volte tra il 1881 ed il 1931, Southgate rimase uno dei "più gradevoli sobborghi settentrionali", principalmente, a causa dei regolamenti del Consiglio e la sua acquisizione di 287 acri spazi verdi alberati.  Tuttavia, vi furono cambiamenti sociali. Vaste folle assistevano alle partite di cricket del fratelli Walker e nel 1876, si diceva che Southgate una volta aveva "vantato i suoi residenti patrizi, ma la sua aristocrazia ora è composta da cittadini opulenti, con un nababbo occasionale" (James Thorne "Handbook to the environs of London, alphabetically arranged" (1876), Volume II, pagina 560). I produttori di birra furono particolarmente associati a Southgate e Winchmore Hill, dove durante il XIX secolo, vissero le Famiglie Walker, Taylor, Paulin, Booth e Sir Edward Mann. Nel frattempo, la campagna intorno a Old Southgate lasciò spazio ai sobborghi, anche se, sino al 1914, taverne e sale da tè continuarono ad ospitare escursionisti e ciclisti da Londra. Ancora nel 1914, il Distretto rimaneva essenzialmente rurale. Tuttavia, la crescita edilizia lungo Fox Lane (in particolare in The Mall e Selborne Road) rese Southgate collegata per la prima volta alla conurbazione di Londra. Persino dopo la Prima Guerra Mondiale, ancora lo sviluppo edilizio era ancora limitato. Southgate House Estate (64 acri), tra Southgate High Street e The Bourne, divenne disponibile dopo la morte dell'ultimo fratello Walker nel 1922 e venne edificata nel 1924: la Casa ed i terreni vennero comprati dal Consiglio per una scuola ed il resto dei terreni da Edmondson's, una ditta di Muswell Hill, che aveva già edificato molta parte di Winchmore Hill.  Ciò avrebbe avrebbe significato la fine dell'aspetto rurale di Southgate. Per fortuna, saggiamente, Southgate Council comprò dei terreni per destinarli a spazio pubblico aperto: Grovelands Park (1913), Arnos Park (1928) e Oakwood Park (1927). Le case nel Distretto Urbano di Southgate crebbero da 1694 (1881) a 5051 (1905) a 14750 (1931),  anche se gli edifici furono realizzati principalmente ai confini del Distretto, a New Southgate, Bowes Park, Palmers Green e Winchmore Hill. Le innovazioni dei mezzi pubblici furono, in gran parte, responsabili della cancellazione di Southgate rurale, dato che la sua crescita edilizia era rimasta lenta grazie alla distanza di Southgate dal trasporto pubblico. Nel 1912, invece, London General Omnibus Company, la società degli autobus, spostò il capolinea settentrionale del numero 29 da Wood Green a Southgate Green, estendendo successivamente il percorso a Cockfosters. Poi, nel 1930, il Parlamento prolungò la Piccadilly Line a nord di Finsbury Park sino a Cockfosters: i treni raggiunsero Arnos Grove nel mese di settembre 1932, Enfield West (Oakwood) nel marzo 1933, Cockfosters nel luglio del 1933. L'effetto della nuova linea ferroviaria fu spettacolare. I costruttori spostarono le loro mire su Southgate, dato che Famiglie Taylor e Walker avevano lasciato la zona e i proprietari terrieri del 1930 erano ben felici di vendere ai Costruttori. Suthgate venne trasformata, dato che nel 1934, ben 750 case attorno alla stazione vennero pianificate per il completamento. Anche se la crescita fu più lenta vicino le stazioni più settentrionali di Oakwood e Cockfosters, entro il 1937, una serie continua di edifici si stendeva verso sud dalla ferrovia a New Southgate. Nel 1939, Southgate era stata in gran parte edificata a nord sino a Bramley Road, che copriva la maggior parte dei terreni in affitto di Edmonton di Enfield Chase. Al di là di Bramley Road, un blocco solido di costruzioni si spingeva verso nord a Cockfosters. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, non tutte le tenute erano già totalmente edificate, dato che a South Lodge Drive, The Vale ed in altre località, si potevano individuare ancora vuoti che sarebbero stati riempiti nei primi anni '50 del XX secolo. Il centro commerciale di Southgate a Chase Side crebbe ed un nuovo centro commerciale a Bramley Road si espanse intorno alla stazione di Oakwood. Una importante area edilizia comunale venne realizzata nella zona di Green Road-Reservoir Road. Durante la Seconda Guerra Mondiale, dal 7 ottobre 1940 al 6 giugno 1941, vennero sganciate 16 bombe esplosive tedesche su Southgate e 26 su Southgate Green. Dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, Southgate non ha potuto espandersi ulteriormente per la presenza della "Cintura verde". I principali cambiamenti sono stati la demolizione graduale delle vecchie case a Chase Side, Avenue Road e Chase Road per consentire la costruzione di edifici di appartamenti. Negli anni '70 del XX secolo, le aree commericali di Southgate ed Oakwood iniziarono a sembrare sempre più invecchiate, tanto che il commercio si spostò a Wood Green ed Enfield Town.  L'apertura di un grande centro ASDA a Chase Side nel 1989 ha contribuito a rivitalizzare l'anima commerciale di Southgate. Dal punto di vista amministrativo, Southgate si staccò da Edmonton nel 1881, divenendo nel 1894, un Distretto Urbano del Middlesex, e nel 1933, un "Municipal Borough", che venne abolito nel 1965, all'atto della creazione della Greater London, quando Southgate venne inserita nel London Borough of Enfield, nato dalla fusione del Municipal Borough of Enfield e del Municipal Borough of Edmonton. La popolazione di Southgate passò da 10.970 (1891), a 14.993 (1901), a 33. 612 (1911), in quest'ultimo caso a seguito dall'apertura della vicina stazione di  Palmers Green, a 73.377 (1951). Oggi, a Southgate, i 2/3 della popolazione è Bianca (in prevalenza Britannici), ma diverse sono le altre etnie, data la presenza di una cospicua comunità di Ebrei sin dal principio del XX secolo, come pure Indiani, Greci (soprattutto, Greco-Ciprioti, Turchi, Africani-Neri, Irlandesi (di origine), Giapponesi. Le poche miglia che separano Southgate dalla M25 e la presenza della Piccadilly Line forniscono un rapido accesso al centro di Londra ed all'Hertfordshire ed all'Essex. A ciò si aggiunga che (si dice) le scuole sono buone ed i prezzi delle proprietà sono più bassi delle vicine Mushwell Hill e Finchley, ciò spiega l'attrattività di Southgate per le famiglie ed i professionisti.

2. Cappella di Southgate (o Weld Chapel), poi Parish Church of Christ Church

La storia della Cappella ci viene raccontata da Richard Newcourt (op. cit.), che la denomina "Southstreet Chappel". Riportiamo il suo racconto, adattandolo leggermente ed integrandolo con ulteriori informazioni tratte dalle Fonti che abbiamo indicato in questa pagina web.

2.1 Il racconto di Richard Newcourt

John Weld possedeva una Casa nella Parish di Edmonton, chiamata Arnolds, a circa due miglia dalla Chiesa-Madre (di Edmonton). Per comodità e convenienza della sua Famiglia e delle persone che vivevano nei borghi chiamati "Southstreet" (= Southgate) e "Bows" (= Bowes), nella medesima Parish, costruì una Cappella a servizio della Casa, lunga 42 piedi e larga 20 piedi, che venne consacrata il 24 maggio "Anno Domini 1615" dal Dottor John King, allora Vescovo di Londra. La sentenza di consascrazione stabilì che tale costruzione sarebbe stata denominata per sempre "Chappel of John Weld". In tale sentenza, venne riservato al fondatore, ai suoi eredi ed a persone da questi designate, di nominare una persona per le celebrazioni da tenersi nella Cappella, e di donarla, poiché Egli aveva per prima cosa desiderato l'Assenso ed il Consenso del Vicario della Chiesa-Madre (di Edmonton), per il tempo futuro, dopo cui Egli avrebbe dovuto ottenere l'approvazione e licenza del Vescovo o del suo Cancelliere. Tale sentenza previde anche che gli abitanti di detta Casa, chiamata Arnolds, e dei due già citati borghi (Southgate e Bowes), dovevano ogni anno, a Pasqua, ricevere il Sacramento della Sacra Cena nella Chiesa-Madre di "Edmunton", e non in questa Cappella, senza una speciale licenza a tale fine, dal Vescovo o dal suo Vicario-Generale. Inoltre, nessuno dei citati abitanti doveva essere battezzato o sposato nella citata Cappella, senza licenza del Vicario della Chiesa-Madre, o ignoto, o contro la volontà del Possessore, nel tempo futuro, di detta Casa, chiamata Arnolds. Allo stesso modo, detto John Weld, i suoi eredi e persone designate e gli abitanti dei citati borghi (Southgage e Bowes), dovevano, di tempo in tempo, mantenere un Cappellano che celebrava nella detta Capella, corrispondendogli almeno "xiii l., vi s. viii d. per Annum" e, ultima cosa, detto Fondatore e suoi eredi, persone designate, dovevano pagare la medesima somma per la sepoltura di ogni membro della loro Famiglia nella Cappella, che essi avrebbero dovuto pagare, per legge o per consuetudine, qualora fossero stati sepolti nel Presbiterio della loro Chiesa Madre di Edmonton.

2. Integrazioni

La Parish Church of Christ Church, sul lato meridionale di Waterfall Road, venne fondata come Cappella di Edmonton da Sir John Weld di Arnold (antenato della Famiglia Weld del Castello di Lulworthnel). La piccola Cappella venne eretta sulla sua terra nei pressi della sua casa. Weld Chapel era un piccolo edificio di mattoni con contrafforti stretti, finestre in stile stile gotico collegiale ed una torretta di legno. Sir John Weld stabilì il compenso annuo di un Ministro o Curato pari ad almeno £13 6s. 8d., e con testamento provato nel 1623, stabilì che i suoi esecutori avrebbero comprato terra del valore di 30 sterline annue, da cui avrebbero corrisposto £15 18s. 8d. ai poveri ed il restante per il mantenimento del Curato. Nel 1625, Frances, la vedova ed esecutrice di Weld, comprò una tenuta ad Orsett (Essex), che diede in amministrazione, con profitti di 40 sterline annue. Sir John Weld, come appariva dal suo epitaffio nella Cappella, diede la somma di 550 sterline per l'acquisto di terreni, i cui prodotti dovevano essere così distribuiti: 20 Marchi per il Curato; 20 ai poveri; 12 pence settimanali per il pane; 10 scellini per l'impiegato, la parte restante da impiegare per riparare la Cappella o aumentare lo stipendio del Curato, a cui, in mancanza di poveri, andavano dati anche i 20 Marchi a questi destinati. Non vi fu alcuna richiesta in tal senso per diversi anni. Sir John Weld lasciò in eredità 20 sterline per la costruzione di una casa di abitazione per il Curato. Il reddito del Curato venne integrato nel 1665 con 2 sterline annue. Sir John Wilde ed i membri della Famiglia Weld pagarono 18 sterline annue, ridotte a 12 sterline sino al 1707. Nel 1715 e 1732, vennero aggiunti dei corridoi alla navata originale ed al Presbiterio. Proprio in quest'ultimo anno, venne abbattuta la casa d'abitazione del Curato, in occasione dell'ampliamento della Cappella. Sulla parete meridionale del Presbiterio c'erano i monumenti del fondatore, Sir John Weld, morto nel 1622, e di Sir David Hechstetter, morto nel 1721. Sulla parete meridionale della Navata, c'era quello di George Hadley, morto nel 1654; e nella parte terminale occidentale del corridoio settentrionale, una tavoletta di marmo alla memoria di John Hill Winbolt, morto nel 1790. Nel Cimitero della Cappella, vi erano le tombe di Thomas Hinton, cittadino di Londra, morto nel 1742; del Reverendo Thomas Hinton (1755); Mary, vedova di Luke Morgan, Cappellano (1779); Sir Thomas Harris di Finchley (1782), la sua vedova, figlia di Sir Thomas Hare, (1791) e di Samuel Purlewent (1792). Come anticipato, il patrocinio della Cappella, esercitato dal 1615 dal fondatore Sir John Weld, continuò con gli Arnolds sino al 1762  quando Sir George Colebrook, espressamente lo riservò quando vendette la tenuta. I suoi amministratori vendettero il patrocinio e la Cappella nel 1774 al Reverendo Henry Shepherd, da cui passò nel 1784 al Reverendo William Barclay e nel 1786 a Robert Winbolt di Enfield. Il patrocino della Cappella passò attraverso varie mani, ed al tempo in cui scriveva Daniel Lysons (1795), era di proprietà di Elizabeth, vedova di Robert Winbolt, quando il Curato era il Reverendo Thomas Winbolt. Nel 1813, il Vicario Warren sfidò il diritto della vedova di Robert Winbolt al partrocino. La Signora Winbolt nominò George William Curtis, nipote del Lord del Manor Sir William Curtis, come ministro e potrebbe aver venduto il patrocinio a Sir William in quel periodo. Warren tenne possesso della Cappella come pertinenza della Chiesa di Edmonton, e nel 1814, la Signora Winbolt lo citò presso "King's Bench" (antica Corte di giustizia di Common Law, originariamente denominata "Bancum regis", istituita in Inghilterra nel 1216, derivava dalla presunzione che i suoi componenti deliberassero alla presenza del Re, i cui poteri, in caso di assenza, venivano esercitati da un suo luogotenente, c.d. "Justiciar", da cui dipendeva l'amministrazione della Giustizia). Nel 1815, tuttavia, la Signora Winbolt rinunziò alle sue pretese ed il patrocinio della Cappella passò al Vicario di Edmonton. Nel 1830, vi furono cambiamenti ed ampliamenti. Nel censimento del 1851, risulta che la Cappella fu frequentata quella domenica da 560 persone al mattino, 430 nel pomeriggio e 200 la sera. Nel 1851, quando la Cappella fu assegnata come "chapelry" del Distretto a Southgate, il reddito totale della Cappella era 354 sterline, di cui 160 sterline derivavano dalla tenuta della Cappella. Nel 1851, il reddito totale della Cappella era pari a 354 sterline. La costruzione originaria venne abbattuta nel 1862 e rimpiazzata dalla nuova Christ Church Southtage, edificata ad est di essa, su un sito donato da Isaac Walker. Venne realizzato un edificio di pietra in stile decorato da Sir George Gilbert Scott, con Presbiterio e cappella settentrionale e camera d'organo meridionale, navata navate, e guglia. Le vetrate del corridioo destro, di D. G. Rossetti, risalgono al 1865; quelli del corridoio settentrionale, di Burne Jones, risalgono al 1865, 1866 1885 e 1898. La Chiesa contiene monumenti del XVI secolo della Cappella originaria, tra cui uno al fondatore ed una tavola di pietra con l'iscrizione "Weld Chapel 1622", ma probabilmente, di epoca successiva. Nel 1867, il reddito annuale era pari a 170 sterline, di cui 138 sterline spese per la Chiesa, principalmente per sostentamento del Curato. Nel 1882, i Commissari ecclesiastici fecero una donazione per una Casa canonica, realizzata solo nel 1900. Southgate Church House venne costruita nel 1934 e la prima pietra della Parish Hall e della nuova Canonica venne posta nel 1970. I registi dei battesimi e sepolture vanno dal 1695, quelli dei matrimoni, incompleti, dal 1702. 

3. Storia economica

La maggior parte dei proprietari considerò i propri possedimenti ad Edmonton come fonte di reddito, piuttosto che come residenza di campagna. I primi atti, dei secoli XII e XIII, ritraggono una struttura di gestione delle tenute molto complessa, in cui canoni di locazione svolsero un ruolo importante. Durante il XVIII secolo, appena venne abbattuto il bosco, a Southgate, comparvero i complessi residenziali, ma nel 1800 e 1852, la quantità di terra occupata dai proprietari era molto piccola. I boschi nella sezione occidentale di Edmonton lasciarono spazio a prati e pascoli, di modo che il bestiame venne tenuto su molte tenute di Southgate, in parte, forse, per sole ragioni estetiche.  Pecore gallesi e vacche da latte, per esempio, nel XVIII secolo, pascolavano in Minchenden Estate. I bovini da latte mantennero la loro importanza, soprattutto a Southgate. Nella metà del XVIII secolo, si coltivavano frutta e verdura, anche se principalmente nei giardini e nelle serre dei ricchi di Southgate. Una grande varietà, tra cui meloni, veniva coltivata a Minchenden nel 1740, c'era un terreno dove si coltivavano meloni a Bury Farm House nel 1786, e Culland's Grove aveva una serra per viti alla fine del XVII secolo e 24 alberi di arance e limoni nel 1832. Tabacco e zolfo venivano comprati nel 1792 a Minchenden per i "muri caldi", probabilmente i precursori delle serre riscaldate citate nel 1811. Nel 1816, c'erano serre riscaldate ad Arnos Grove e Culland's Grove ed una serra a Southgate Grove. Le patate e rape stavano sostituendo il maggese nella rotazione delle colture e verso il 1841, patate e verdure erano una caratteristica di Edmonton. Ditte agricole di lunga data comprendevano quelle delle Famiglie Adam e Jifkin da prima il 1851 sino al 1937, i Cuthbert di Southgate High Street dal 1851 al 1926. Nel 1614, vennero fondate due Fiere a Southgate, che si tennero il giorno dell'Ascensione e la Festa di S. Egidio, quando il sito faceva parte di Enfield Chase. La partecipazione del pubblico non era elevata nel 1816, ma continuò ad essere tenuta sino al 1912 in un campo vicino a The Crown, fuori Chase Side. Nel 1919, venne fondato un mercato aperto in quattro siti a Southgate. I terreni boschivi si concentravano nella parte occidentale della Parish di Edmonton, da cui, nel Medioevo, probabilmente, trassero sostentamento i taglialegna, tagliapietra, sbucciatori, segantini, produttori di scope, minatori di carbone, conciatori. La morte del primo minatore è documentata nel 1547, ma il periodo di massimo splendore del carbone che bruciava risale alla fine del XVI secolo ed al principio del XVII secolo, quando Lord Burghley e suo figlio comprarono e sfruttarono ampi tratti di bosco, in particolare a Southgate, dove circa 40 acri di bosco ogni anno furono abbattuti per produrre carbone. Il Giorno della Festa di San Michele, i taglialegna abbattevano gli alberi e li portavano nei siti di cottura, dove venivano tagliati e trasformati in carbone. Edmonton fu, probabilmente, la fonte più vicina a Londra, dove il fragile carbone fragile veniva inviato in sacchi. La maggior parte dei minatori erano piccoli agricoltori o lavoratori per i quali la bruciatura del carbone era un'occupazione stagionale e sussidiaria. Dopo la legge del 1777, la porzione di Edmonton di Enfield Chase sostituì il bosco ceduo di Southgate per un certo periodo come fonte di legname e nel 1780, le Autorità locali permisero di erigere due forni per bruciare la legna per ricavarne carbone. Nel XIII secolo, William il Conciatore viveva ad Edmonton. La conciatura, un'occupazione a tempo pieno, fiorì nei secoli XVI e XVII, quando il bosco di Southgate forniva la necessaria corteccia. I conciatori erano legati da vincoli matrimoniali ed i figli tendevano a proseguire il lavoro dei padri. Nel 1703, esisteva a Southgate una fabbrica di saponi. C'erano produttori di carrozze a Southgate nel 1868,  in Southgate High Street nel 1878 e 1908,  in Upper Fore Street dal 1893, C'erano 10 produttori di mobili nel 1851, compreso uno a Bury Hall, che produceva anche lastre di vetro, con 50 dipendenti. Nel 1890, c'erano 3 produttori di mobili ad Edmonton e 1 in Southgate High Street. A Southgate, in aggiunta ad 1 produttore di carrozze, c'era una fabbrica appartenente a Hadfield Bros., produttori di vernici nel 1878. Nel 1890, Southgate Engineering Co. si trovava in South Road, dove c'era un produttore di piani nel 1908. 

4. Edifici di rilievo

Integriamo quanto sinora scritto sul tema, soffermandoci su tre costruzioni:

Enfield - Visita guidata

La stazione della metropolitana

La stazione della metropolitana

Il simbolo della metropolitana

Il simbolo della metropolitana

Alcuni edifici che si affacciano su Soutghgate Circus

Alcuni edifici che si affacciano su Soutghgate Circus

Chase Side

Chase Side

Saint Andrew's

Saint Andrew's

Case Road - Casette tipiche

Case Road - Casette tipiche

Case Hill Road

Case Hill Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it