www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Woodgrange Park

Sintesi

Woodgrange Park è una stazione della Overground che serve un'area caratterizzata da due diversi tipi di sviluppo architettonico: 1. Woodgrange Park Estate, l'area tra il Cimitero di Manor Park (la cui stazione è molto prossima verso nord-est) e Woodgrange Road, in origine parte di Woodgrange Farm. In tale zona, nella seconda parte del XIX secolo, il Costruttore Thomas Corbett e suo figlio Cameron realizzarono vaste ville, in parte ancora esistenti, che furono progettate (e vendute) per gli uomini d'affari della City of London, Professionisti e Medici, con servitù alle dipendenze; 2. la zona a sud di Romford Road, che fu urbanizzata rapidamente, sebbene con edifici di minori dimensioni, destinati principalmente ad Impiegati e Lavoratori qualificati. Upton Lane divenne un'area commerciale a seguito dell'apertura di negozi di buona qualità, in concorrenza con quelli di Woodgrange Road, e per servire la popolazione locale.

Distanza dal centro: 9 miglia.

Attrattiva: scarsa. Trovate il solito contesto periferico londinese, con casette ad uno o due piani e negozi a livello stradale, anche se, la monotonia è interrotta, talvolta, da edifici moderni.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in Romford Road, una lunga strada che si snoda in direzione est-ovest. Se la seguite verso ovest, la strada incrocia Woodgrange Road, che segue la direttrice nord-sud, divenendo dopo l'incrocio Upton Lane.

Toponimo

L'area rientrava nella Hundred di Becontree nella Contea dell'Essex. Oggi, Woodgrange Park si trova a 2 chilometri da West Ham e 2,8 chilometri da East Ham. Andando indietro nel tempo, se si osserva la Mappa della Hundred di Becontree all'incirca del 1840, si vedono le limitrofe Parishes di West Ham ed East Ham, occupare la porzione sud-occidentale della Hundred di Becontree, delimitate a sud dal Tamigi. Tutto questo "Cappello", per chiarire preliminarmente, se non abbiamo errato ad interpretare le varie Fonti consultate, che Woodgrange rientrava nella Parish di West Ham, estendendosi anche in quella di East Ham, che confinava con la prima da est. Orbene, nel 1086, nel Manor di East Ham, tenuto da Robert Gernon, insisteva una vasta area boschiva, che venne in gran parte abbattuta nei due seguenti secoli, mentre, a West Ham, già nel 1086, vi era rimasto relativamente poco bosco: quanto ve ne fosse ancora nel 1066 non è noto, ma la deforestazione fu, senza alcun dubbio parte integrante dell'agricoltura intensiva praticata dal citato Robert Gernon, "Tenant-in-chief" (cioè possessore in virtù di concessione diretta dalla Corona), nonché Lord di entrambi i Manors di Ham (pur condividendo quello di West Ham con Osbern e quello di East Ham con Ilger). E tale area deforestata potrebbe aver compreso la zona ricavata di Woodgrange Farm, che nel XII secolo, fu donata dai successori di Robert Gernon all'Abbazia Cistercenze di Stratford-Langhtorne, fondata nel 1135 da William de Montfitchet, concedendole altresì tutta la Sua Signoria di Ham. Tale dotazione costituì il nucleo iniziale del Manor di West Ham che venne incrementato da successive donazioni all'Abbazia, che furono confermate da diversi Monarchi. Ai fini dell'oggetto di indagine di questa pagina web, assume particolare rilievo una concessione, con cui Riccardo I, dopo aver salutato diverse persone presenti di Alto Rango, civile ed ecclesiastico, che testimoniano l'atto, cita e conferma all'Abbazia di Stratford-Langthorne, tra altre donazioni, la grande casa di campagna ("Grange") di William de Montfitchet nella Foresta (Wood), da cui "Woodgrange". Da quanto sembra di capire, la originaria concessione del 1189, andò smarrita, pertanto, il Monarca la riconferma, con nuovi testimoni nel Decimo Anno del suo Regno, 1199. Data la lunghezza della concessione, ne estraiamo gli elementi che riteniamo essenziali ai fini della trattazione, evidenziando i più importanti (il testo è in Latino):

"Ricardus Dei gratia rex Anglorum, dux Normannorum Aquitanorum, comes Andegavorum archiepiscopis, episcopis, abbatibus, comitibus, baronibus, jnsticiariis, vicecomitibus, foreatariis, prepositis, ministris et omnibus ballivis et fidelibus suis, salutem. Sciatis nos concessisse et presenti carta confirmasse Deo et ecclesie Beate Marie de Stratford et fratribus ibidem Deo servientibus ..... totam terram quam in eadem villa habent de feodo Gilberti de Munfichet ..... foresta ... grangia quam habent juxta le Frith, que est de feodo Ricardi de Munfichet ...

Testibus,
+ B. +
Cantuarieso archiepiscopo,
Waltero Bothomagensi archiepiscopo,
H. Dunolmensi episcopo,
R. Bathoniensi episcopo,
H. Cestrensi episcopo.
Data per manum W. Elyensis electi, cancellarii nostri, vij die Decembris apud Dovram,
Is erat tenor carte nostre sub priore sigillo nostro, quod quia aliquando perditum fuit et dum capti essemus in Alemannia in aliena potestate constitutum mutatum est. Hujus autem innovationis testes sunt hij. Hubertus, Cantuariensis archiepiscopus, Willelmus filius Radulfi, senescallus Normannie, Robertus de Harencurt, Robertus de Wanci, Brand clericus, Thomas Buet. Data per manum Thome de Heysden tunc agentis vicem Cancellarii nostri apud Rupem Andeliaci, xxiiij die Octobris, anno regni nostri decimo
.".

Successivamente, si legge "Woodgraunge" (1557), ""Woodgraunge" e "Woodgranng" (1594, John Norden, Speculi Britanniae Pars: An Historical and Chorographical Description of the County of Essex", "Wood Grange" (1805). Da quanto riportato, pertanto, il significato della parola è chiara: "Grande casa di campagna ("Grange") di William de Montfitchet nella Foresta (Wood)", o alternativamente, "Fattoria periferica in spazio sottratto alla foresta (un tempo la sezione meridionale della Foresta di Epping) dove viene conservato il raccolto".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da John Norden in "Speculi Britanniae Pars: An Historical and Chorographical Description of the County of Essex" ( 1594, 1840); da William Dugdale in "Monasticon Anglicanum, or, The history of the ancient abbies, and other monasteries, hospitals, cathedral and collegiate churches in England and Wales. With divers French, Irish, and Scotch monasteries formerly relating to England" (1693); da John Roque in "An Exact Survey of the Citys of London, Westminster, ye Borough of Southwark, and the Country near Ten Miles round" (1744-1746); da John Chapman - Peter André in "Map of the County of Essex (1777); da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 4, Counties of Herts, Essex and Kent" (1796), alla voce "West Ham" (pagine 254-255); da Elizabeth Ogborne in "The History of Essex, from the earliest period to the present time. Illustrated with accurage Engravings of Churches, Monuments, Ancient Buildings, Seats, Portraits, Autographs, &c. With Biographical Notices of the most distinguished remarkable natives" (1817); si ritraggono dalla "Ordnance Survey Map" dell'Essex (1863–1873); sono fornite da Katherine Fry in "History of the Parishes of East and West Ham" (1888); si leggono in "Calendar of the Charter Rolls Preserved in the Public Record Office - Volume II, Henry III-Edward I, A.D. 1257-1300" (1906), pagine 311-313; in "Acts and Ordinances of the Interregnum, 1642-1660" (1911), alla voce "Index of names and places: W" (pagine 378-398: Woodgrange co. Essex, ii. 1368 - 26 January, 1660); sono fornte da P. H. Reaney in "The Place-Names of Essex" (1935); si leggono in "A History of the County of Essex: Volume 5" (1966), alla voce "Economic influences on growth: Local transport" (pagine 21-29); in "A History of the County of Essex: Volume 6" (1973), alle voci "Becontree hundred: East Ham" (pagine 1-8), "East Ham: Local government and public services" (pagine 18-24), "East Ham: Churches" (pagine 25-31), "East Ham: Education and charities" (pagine 38-43), "West Ham: Introduction" (pagine 43-50), "West Ham: Domestic buildings" (pagine 50-57), "West Ham: Transport and postal services" (pagine 61-63), "West Ham: Worthies, entertainments, sports and pastimes" (pagine 64-67), "West Ham: Manors and estates" (pagine 68-74), "West Ham: Agriculture" (pagine 74-76), "West Ham: Industries" (pagine 76-89), "West Ham: Local government and public services" (pagine 96-112), "West Ham: Churches" (pagine 114-123), "West Ham: Roman Catholicism, Nonconformity and Judaism" (pagine 123-141), "West Ham: Education" (pagine 144-157); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

La Storia dell'area nel Medioevo, l'origine ed il significato della parola, sono spiegati nel "Toponimo", a cui rinviamo per gli eventi precedenti. Nel 1538, quando l'Abbazia di Stratford-Langthorne venne soppressa, il suo reddito derivante da terreni e canoni a West Ham ammontava a 316 sterline. I terreni agricoli a West Ham e Stratford rendevano 223 sterline, una somma che presumibilmente includeva le entrate del demanio dei Manors di West Ham e Woodgrange. Nei 15 anni successivi alla dissoluzione, molte delle terre del demanio furono alienate e, forse, per compensare ciò, il demanio di West Ham fu incrementato con l'aggiunta del Bosco di Hamfrith (dove insisteva la sovracitata "Grange" che dà il nome a quest'area), esteso circa 100 acri, di cui 1/3 era appartenuto al Manor di East Ham, ed il resto era stato acquistato da Enrico VIII da Sir Anthony Hungerford, Lord di East Ham Burnells. Nel 1594, occorre richiamare John Norden con la citata "Speculi Britanniae Pars: An Historical and Chorographical Description of the County of Essex", visto che all'interno del libro, riporta sotto la voce "An Alphabeticall Table. Of the Howses hauing speciall names. And the present occupiers of them", alla pagina 35 "Woodgraunge q.6", indicando la posizione nella sua Mappa dell'Essex, cioè nella zona indicata dal numero 6. dove tra "Stratford Lang(thorne)" a sud, e "Wansted" a nord, si legge "Woodgranng". Tra gli Atti ed Ordinanze dell'Interregno 1642-1660, esattamente in data 26 gennaio 1660, abbiamo trovato un riferimento a Woodgrange, a quel tempo nell'Essex, in relazione ad un provvedimento di tassazione fiscale per reperire le risorse finanziarie per il pagamento di Esercito e Marina, il Parlamento decretò il pagamento di tasse e, relativamente all'Essex, tra i "percossi" si legge un certo Signor Preston di Woodgrange. Entrambe le parti del Manor di Ham (West ed East) rimasero proprietà della Corona sino alla fine del XVIII secolo, ma il demanio ed i diritti manoriali furono venduti separatamente. Come rilevato nel 1787, l'intero Manor conteneva 290 acr di terre demaniali ed ulteriori 54 acri comuni, la maggior parte dei quali facevano parte di Wanstead Flats. Il demanio giaceva principalmente in piccoli pacchi sparsi nelle paludi meridionali, a Plaistow, a Stratford e vicino al Bow Bridge. L'unico grande edificio Hamfrith Farm, che comprendeva 128 acri, situata a nord della strada Londra-Ilford, su entrambi i lati del confine tra East e West Ham. A quel tempo, era occupata da John Greenhill. Nel 1799, quando gli occupanti erano William, John, e Richard Greenhill, Hamfrith comprendeva 148 acri.  In tale anno, William Greenhill comprò la proprietà della fattoria (senza diritti manoriali) dalla Corona per 8.642 sterline.  Nel 1824–1828, Egli ipotecò la fattoria per la somma di 9-000 sterline. Egli morì nel 1832, stabilendo che Hamfrith sarebbe stata tenuta in amministrazione per conto di sua moglie a vita e successivamente andava venduta, cosa che fecero gli Amministratori fiduciari nel 1851 a favore di Samuel Gurney (morto nel 1856), per 17.710 sterline, proprietario del limitrofo Manor di Woodgrange e di Ham House (quest'ultima era stata acquistata nel 1786 o 1787 da James Sheppard, morto 1812, i cui Esecutori testamentari vendettero a suo genero, il citato Samuel Gurney), quando Hamfrith comprendeva 131 acri, divisi dalla llinea principale della Eastern Counties Railway. Il figlio di Samuel Gurney, John, morì dopo suo padre, nel medesimo anno. Il nipote di Samuel Gurney, John Il Giovane (figlio dell'omonimo John), vendette la maggior parte di Hamfrith nel 1872 alla British Land Co., che nel 1874 la vendette al Manor Park Cemetery Co. La porzione orientale fu usata per il Cimitero (aperto nel 1888), mentre la parte rimanente fu gradualmente urbanizzata dalla Cemetery Co. per costruzioni.  Si trattava approssimativamente dell'area delimitata a nord da Godwin Road, ad ovest da Woodford Road, a sud dalla linea ferroviaria tra Forest Gate e Manor Park, ad est dal Cimitero di Manor Park. Nel medesimo 1874, il citato John Gurney Il Giovane aveva anche venduto Ham House Estate, allora comprendente 77 acri per uso quale parco pubblico, da essere controllato dalla Corporazione della City of London. Sebert Road, realizzata nel 1878,  correva attraverso il centro dei terreni di Hamfrith. Il sito di Hamfrith House si trovava sul lato settentrionale della strada tra Avenue Road e Cranmer Road. Una casa colonica esisteva almeno dal principio del XVIII secolo e nel XIX secolo era divenuta una residenza signorile, con giardini ornamentali. Dagli anni '60 del XIX secolo, era nota come West Ham Hall. Verso il 1890, fu comprata dalla Tottenham and Forest Gate Railway Co., che stava realizzando la sua linea via Wanstead Park a Woodgrange Park. West Ham Hall esisteva ancora nel 1893, quando la citata Società ferroviaria la pose in vendita con altri terreni eccedentari.  Venne comprata da una Scuola di West Ham, che demolì la sua struttura, un rilevante edificio di mattoni a tre piani e cinque baie, risalente alla fine del XVIII o agli inizi del XIX secolo, che potrebbe essere stato ricostruito da William Greenhill dopo aver acquisito la proprietà di Hamfrith. Verso il 1880, la costruzione di Woodgrange Estate (v. Manor di Woodgrange) a Forest Gate portò anche alla realizzazione di una Chiesa missionaria metallica, che nel 1886 fu rimpiazzata dalla permanente Chiesa di All Saints a Romford Road, a cui venne assegnata una nuova Parish nel medesimo anno. Trattasi di una costruzione crociforme di selce in stile Inglese antico, con torretta a croce. Nel 1894, la Tottenham and Forest Gate Railway, insieme a un breve sperone tra Woodgrange Park ed East Ham, fornirono un nuovo ma tortuoso percorso da Barking ed East Ham a St. Pancras e, quindi, a Moorgate nella City of London. La stazione di Woodgrange Park fu aperta il 9 luglio 1894. Woodgrange College, a Romford Road, che esisteva nel 1888–1892, chiuse entro il 1899, quando venne posto in vendita. Tra le altre Scuole, si ricordano Forest Gate British School, fondata probabilmente verso il 1830 da Jabez Legg, in connessione con la Chiesa Congragazionale. Nel 1871, era situata all'angolo settentrionale tra Forest Lane e Woodgrange Road, la posizione occupata dall'originaria Chiesa citata.  Allora era frequentata da 65 studenti e nel 1872, fu rilevata da un'altra Scuola, che la mantenne sino all'apertura, nel 1874, della Scuola ad Odessa Road. Altra Scuola fu Emmanuel (poi St. Saviour's) National School a Forest Gate, costurita nel 1853 sul sito dato da Samuel Gurney, all'incrocio tra Woodgrange Road e Forest Street. Beneficiò di aiuti governativi nel 1854, 1861, 1867.  Nel 1871, la frequenza media era di 141 studenti.  Nel 1884, la Scuola venne consegnata al Vicario della nuova Parish di St. Saviour. Con la costruzione della Scuola a Forest Gate, si rese più difficile gestire quella di St. Saviour's, che finì per chiudere nel 1894. Infine, la Scuola superiore per ragazzi di Forest Gate, fondata verso il 1894 in Claremont Road, poi in Woodgrange Road, ed infine in Earlham Grove. Relativamente alle attività industriali, John Dyer, Costruttore di Forest Gate, documentato nel 1852, risulta essere stato il predecessore di Henry Dyer & Sons di Woodgrange Road, Costruttore ed Impresario di pompe funebri sino agli anni '90 del XIX secolo, quando continuò a svolgere soltanto la seconda attività (la materia prima non manca mai, sigh!!!). Forest Gate Public Hall, a Woodgrange Road, costruito verso il 1902, conteneva un teatro, noto per molti anni come "The Grand". Nel 1909, c'era una pista annessa a Forest Gate Public Hall, a Woodgrange Road, che continuò ad essere utilizzata sino a dopo la Seconda Guerra Mondiale. Dopo la fine del Conflitto, le Autorità di West Ham svilupparono un vasto programma di costruzione, tanto che dopo il 1950, l'aumento della densità abitativa divenne comune. Tra le varie zone che sperimentarono tale problema, va ricordata Claremont Estate, ad est di Woodgrange Road. Nel 1959, fu costruito un edificio in Woodgrange Road per la Biblioteca di Forest Gate. Oggi, Woodgrange Park è una stazione con limitati servizi, dato che la biglietteria fu demolita alla fine degli anni '90 del XX secolo. Successivamente, furono collocate delle biglietterie automatiche con schermo tattile, oltre che delle macchine validatrici delle Oyster cards.

2.1 Manor di Woodgrange

Si trovava nella sezione settentrionale della Parish, vicino Wanstead Flats, e come sapete dal "Toponimo", il suo nome e la sua ubicazione suggeriscono che trasse origine come fattoria periferica in una radura del bosco. Faceva parte della tenuta di Montfitchet ad East Ham e West Ham, e forse, faceva parte della dotazione originale che William de Montfitchet fece all'Abbazia di Stratford-Langthorne. Come avete letto in precedenza, il primo riferimento esplicito ad esso si ha nel 1189, quando Riccardo I concesse protezione ai Monaci contro interferenze con la loro "Grangia" (grande casa di campagna e locali agricoli annessi) a "Le Frith" (Hamfrith) che apparteneva a Richard de Montfitchet. Woodgrange, come parte del Manor di West Ham, rimase all'Abbazia di Stratford-Langthorne sino alla sua soppressione. Il Monastero, in virtù della concessione della Chiesa di West Ham fatta da Gilbert de Montfichet all'Abate e Convento di Stratford-Langthorne, ottenne anche le Grandi decime. All'atto della soppressione dell'Abbazia di Stratford-Langhtorne, le decime vennero divise in due parti: una, per molti anni, fu attribuita alla Corona, l'altra, passò col Manor di Woodgrange, Tale ultima porzione delle decime, nonché diversi privilegi ed immunità goduti in precedenza dal soppresso Monastero, fu fittata a Morgan Phillips alias Wolfe, per 60 anni dal 1534 (o 1535 secondo Daniel Lysons), il quale, successivamente, dopo aver comprato il Manor di Little Ilford appartenente all'Abbazia di Stratford-Langhtorne ed altre local proprietà monastiche, morì nel 1552. Durante la fine del XVI secolo, Woodgrange passò attraverso diversi affittuari o sub-affitturari. Nel 1574-1575, delle deposizioni effettuate in una disputa avente ad oggetto decime, citano i seguenti contadini del Manor: Nokes (circa 1550), Ormesby (circa 1563), Smith, che sposò la vedova del precedente Ormesby e lasciò il Manor a William Chester (circa 1564–1574), John Blackman (1574–1575). Nel 1579, Elisabetta I concesse un contratto di locazione (con reversione) del Manor a Robert Dudley, Conte di Leicester, per 70 anni dal 1595, dato che sarebbe partito dalla scadenza del precedente contratto. Nel 1605, tale contratto, allora valutato 210 sterline annue, apparteneva a George Carew, poi Conte di Totness. Nel 1608, Woodgrange era posseduta da Richard Wright, presumibilmente un sub-affittuario di Carew. Nel 1627-1628, il citato Conte George Carew acquistò la proprietà del Manor dalla Corona, soggetta ad un canone riservato di 27£ 2s annui. Dopo la sua morte nel 1629 e quella della sua vedova, Contessa di Totness, nel 1637, Woodgrange passò a suo nipote, Conte Peter Apsley (era figlio di Sir Allen Apsley, tramite Ann, unica figlia ed erede di Sir Peter Warrenor, fratello maggiore del Conte di Totness), che lo vendette nel medesimo anno a Charles Frankland, il quale, nel 1649 vendette il Manor a (Sir) Thomas Cambell, successivamente Baronetto, che già possedeva Clay Hall ad Ilford, ma che morì senza eredi maschi, morendo nel 1699 possedendo il Manor, che lasciò alla figlia Ann, sposata con Thomas Price, il cui figlio, Cambell Price, nel 1738, lo vendette a John Pickering, Mercante. Nel frattempo, Woodgrange veniva tramandata con Clay Hall. John Pickering lo lasciò, con testamento datato 1754, a sua nipote Ann Machin, con ritorno alla figlia di lei Mary Machin, successivamente moglie di John Peacock. Mary e John Peacock possedevano il Manor verso il 1796. Passò poi a John Pickering Peacock, proprietario verso il 1814.  Dopo la morte di John Pickering Peacock, nel 1845, Woodgrange è detto essere stato diviso tra diversi proprietari. Una rilevante parte di esso, tuttavia, chiamato  Woodgrange Farm, fu venduto dagli Esecutori testa,emtaro di Samuel Gurney di Ham House, Banchiere e Filantropo, il quale possedeva Woodgrange, comprendente circa 200 acri, nel 1853. Nel 1855, Egli vendette una parte di Woodgrange Farm per la realizzazione dei Cimiteri di West Ham ed Ebraico, nonchè per la realizzazione di edifici che gradualmente vennero realizzati in parte dell'area tra i citati Cimiteri e Woodford Road.Il resto di Woodgrange discese come Hamfrith Farm al figlio ed al nipote di Gurney. Fu, infine, acquisito da Thomas Corbett, e fu edificato (da Thomas e continuato dal figlio A. Cameron, poi, Lord Rowallan) nel 1877-1892 come Woodgrange Estate, 110 acri, che si estendevano in East Ham, tra Romford Road e la ferrovia, che corrisponde all'area che comprende le attuali Osborne Road, Claremont Road, Windsor Road ed Hampton Road (e Richmond Road ed il lato settentrionale di Romford Road). Nel periodo citato, vennero costruite 1160 case (il citato Costruttore operava su vasta scala) di buona qualità (nonostante i prezzi ragionevoli), nelle strade appena citate, ed anche in Balmoral Road e Romford Road. Le case, molte delle quali ancora esistenti, comprendevano alcune grandi case indipendenti, ma anche semi-indipendenti ed a schiera. Il lato di Woodgrange Estate verso Manor Park, da Durham Road a Romford Road, fu prevalentemente terminato verso il 1883, quello verso Forest Gate, da Hampton Road a Romford Road (sino a quando giaceva in East Ham) pochi anni dopo. Si trattò del più vasto sviluppo edilizio per la classe media a West Ham. Fu progettato secondo lo schema della "graticola" (una cornice di barre o travi parallele, tipicamente in due gruppi disposti ad angolo retto), comune nel XIX secolo, ma i lotti erano di buone dimensioni, con giardini davanti e dietro. La maggior parte delle case sono a doppia facciata, alcune con veranda con tetto in vetro. Tornando di poco indietro nel tempo, riallacciandoci alle decime di cui abbiamo detto in precedenza, di cui una rilevante parte delle Grandi decime della Parish di West Ham discesero col Manor di Woodgrange. Alcune di queste, alla fine, furono fuse in Woodgrange: nel 1853, 216 acri comprendenti Woodgrange, e 32 acri, che in precedenza appartenevano a tale Manor, furono esentate dalle Grandi decime. Altre Grandi decime, precedentemente annesse a Woodgrange, devono essere state alienate nel 1853. Alcune di esse, probabilmente, divennero legate alla Pelly's Estate di Upton: nel 1853, Sir John H. Pelly fu attribuito delle Grandi decime da 173 acri, di cui tutti tranne 14 acri appartenevano alla sua Famiglia. Nel 1853, c'erano, oltre a Woodgrange, circa 1.850 acri di terra nella Parish esenti dalle Grandi decime. Questi includevano 590 acri di terreni "Abbey Rate" e 109 acri appartenenti alla Coopers' Company. L'Ospizio "Pawnbrokers" a Woodgrange Road, fu costruito nel 1849 dall'omonima Istituzione benefica ed ospitò 8 persone, non necessariamente da West Ham, che corrispondevano una retta. Gli edifici formavano un gruppo impressionante in stile "elisabettiano" e furono demoliti nel 1898. Woodgrange Church a Romford Road, sorse verso il 1880, con i servizi religiosi che venivano officiati in una capanna prestata dal Costruttore di Woodgrange Estate. Nel 1882, fu costruita una Chiesa e J. H. French divenne Pastore. Nel 1901, la Chiesa fu ampliata e furono costruite nuove sale. Nel 1903, Woodgrange Church era di gran lunga la maggiore Chiesa Battista di West Ham, con congregazioni domenicali per un totale di 1.351 persone. J. H. French, il cui Ministero di successo continuò sino al suo ritiro nel 1917, fu presidente della London Baptist Association (1903) e servì anche nel consiglio scolastico di West Ham e nel Consiglio dei Guardiani. La Chiesa ha subito un declino da quel tempo, e nel 1966, aveva 172 membri, rimanendo, comunque, una delle Chiese più forti di Forest Gate. Gli edifici furono danneggiati dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, ma furono riparati.

2.2 Woodgrange House

E' possibile che, nel Medioevo, una Manor House sia esistita a Woodgrange, ma nulla è noto a riguardo. Woodgrange House è indicata sulla Mappa dell'Essex di John Norden (1594), da cui si rileva che si trattava di un edificio importante. Non si sa se fosse identica alla grande casa con lo stesso nome che esisteva ancora negli anni '60 del XIX secolo e che la Ordnance Survey Map dell'Essex (1863–1873) mostra essere approssimata da un percorso che correva verso est da Woodgrange Road (riportata sulla Mappa di John Roque del 1744-1746) all'incirca sulla linea di Osborne Road.

Newham - Visita guidata

L'uscita della stazione affiancata da un moderno edificio

L'uscita della stazione affiancata da un moderno edificio

Romford Road

Romford Road

Ufficio postale

Ufficio postale

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it