www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Gallions Reach

Sintesi

Gallions Reach è la penultima stazione sud-orientale della Docklands Light Railway (DLR), che tra Woolwich e Thamesmead, serve la striscia di Tamigi sulle cui due sponde diversi siti traggono il nome dalla denominazione dell'area. A nord del Fiume, nel London Borough of Newham, si trova Gallions Reach Shopping Park e la stazione della DLR (in parte dell'area che verso la metà del XIX secolo veniva chiamata "North Woolwich"), a sud del Fiume, nel Royal Borough of Greenwich, insiste Gallions Hill, vicina al centro di Thamesmead.

Distanza dal centro: 9,1 miglia.

Attrattiva: nulla dovrebbe spingere qui il visitatore, salvo un interesse specifico.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Giungendo a Gallions Reach, siete in posizione sopraelevata, per cui, per raggiungere il sottostante livello stradale dovete scendere delle scale. Attorno, gli spazi sono ampi, in edificazione o appena edificati. Notate Royal Albert Wharf proprio accanto al ponte della DLR. In lontananza, vedete dei moderni edifici. Se andate in quella direzione, raggiungete il Tamigi.

Toponimo

Nei documenti del XIV secolo, sono citati John e Richard "Galyan" o "Galyon" o "Galyons", la cui Famiglia possedeva dei terreni lungo il bagnasciuga del Tamigi. Il nome denotò un Manor ed il tratto del Fiume vicino al quale insistevano i Gallions Cottages, "Gallion" (1588), "Gallions" (1609, circa 1762). "Gallion Reache" appare su una Mappa del Tamigi (Thamesis Descriptio) del 1588, "Gallions Reach" è così indicato sula Mappa di Emanuel Bowen del 1746. Inoltre, si legge "Gallion Nesse" (1588), in riferimento al promontorio all'estremità meridionale del bagnasciuga sovracitato, noto come "Gallions Point", all'ingresso di King George V Dock, a 9 miglia nautiche (17 chilometri) sotto il London Bridge. Dal 1880 al 1940, "Gallions" costituì la stazione terminale orientale della "Eastern Counties and Thames Junction Railway", in sostanza, un punto di trasferimento da nave a treno sulla ferrovia dell'Autorità del Porto di Londra. La stazione di "Gallions Reach" della Docklands Light Railway (DLR), aperta il 28 marzo 1994, si trova a nord-ovest della precedente. Sulla riva opposta del Tamigi, una nuova aggregazione urbana è data da Gallions Reach Urban Village, a nord-est di Woolwich (si tratta di un villaggio con la collina Gallions Hill, un parco ecologico, un progetto abitativo a prezzi accessibili con un'enfasi sulla sostenibilità ambientale ed i bassi consumi energetici, anche se, sostanzialmente, si tratta di uno stratagemma di marketing, finalizzato a rendere accattivante la nuova area ai finanziatori e potenziali residenti, piuttosto che costituire un nuovo approccio alle moderne esigenze abitative, per cui, la vera finalità fu quella di dissociare il nuovo Villaggio dal suo malvisto vicino, Thamesmead).

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da John Harris in "The history of Kent in five parts ..." Volume 1 (1719); da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 4, Counties of Herts, Essex and Kent" (1796), alla voce "Woolwich" (pagine 558-569); da Edward Hasted in "The History and Topographical Survey of the County of Kent: Volume 1" (1797), alla voce "Parishes: Woolwich" (pagina 441): da Walter Thornbury in "Old and New London: Volume 2"(1878), alla voce "Lower Thames Street" (pagine 41-60); si leggono in "Regesta regum Anglo-Normannorum, 1066-1154" a cura di Davis, H. W. Carless (1913-1968); in "The domesday monachorum of Christ Church Canterbury" (edito con introduzione di David C. Douglas, 1944); si leggono in "A History of the County of Essex: Volume 5" (1966), alla voce "Economic influences on growth: Employment opportunities" (pagine 9-21); sono fornite da Frank M. Stenton in "Anglo-Saxon England" (1970); si leggono in "A History of the County of Essex: Volume 6" (1973), alla voce "Becontree hundred: East Ham" (pagine 1-8), "East Ham: Manors and estates" (pagine 8-14), "West Ham: Local government and public services" (96-112); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

1.1 Le due parti staccate di Woolwich (North Woolwich)

L'antica Parish di East Ham rientrava nella Hundred di Becontree nell'ambito della Contea dell'Essex. Il confine meridionale della Contea seguiva il Tamigi, tranne che per due brevi, tratti, quando si insinuava nell'entroterra, tagliando un piccolo pezzo di Woolwich (che apparteneva alla Contea del Kent), ed un altro pezzo di Woolwich, che confinava con East Ham e Barking, che si trovava più a est lungo Gallions Reach. Nel 1846–1847, le parti staccate di Woolwich erano dichiarate comprendere un totale di 402 acri su 1116 acri dell'intera Parish di Woolwich.  La parte più piccola e più occidentale, di 68 acri, si estendeva verso ovest per circa mezzo miglio dalla stazione di North Woolwich. La parte staccata maggiore, di 334 acri, aveva un fronte sul Tamigi di circa un miglio e mezzo, andando verso ovest da Barking Creek, lungo Gallions Reach. Tali aree nella prima edizione della Ordnance Survey Map dell'Essex (1870-1882) furono leggermente più vaste: 70 acri per la parte staccata occidentale (numero 1) e 343 acri per quella orientale (numero 2).

1.2 Prima e dopo la Conquista Normanna

Daniel Lysons riferisce dell'esistenza del Manor di Woolwich (o Southall in Woolwich): "Tutta questa Parish è stata decretata essere all'interno del Manor Reale di Eltham: ma la proprietà principale ..... era, in un periodo molto precoce, considerata come Manor, e chiamata il Manor di Wulewiche; poi il Manor di Southall a Woolwich. Si suppone che sia stata quella proprietà che è descritta nei passi del Doomsday come proprietà dello Sceriffo Haimo" (che possedeva 63 acri di terra a Woolwich, che William Fowler possedeva per il Re Eduardo Il Confessore. Su tale tenuta vi erano 11 Bordari, che pagavano un affitto di 41 pence. Il valore complessivo era 31). Edward Hasted riporta che la Parish di Woolwich "Si trova lungo la riva del Fiume Tamigi, ed era chiamato, al tempo dei Sassoni, Hulviz, che, nel linguaggio di quella nazione, significava l'abitazione sull'ansa del fiume. Con questo nome è chiamato nell'indagine del Domesday, nel Textus Roffensis, è scritto Wlewic. Sembra che nei primi tempi sia stato un piccolo luogo di pesca, ma scarsamente abitato, probabilmente per la sua ubicazione in bassa posizione, e le inondazioni del Fiume, prima che venisse arginato.". Edward Hasted ipotizzò che le parti distaccate di Woolwich abbiano tratto origine da una connessione con Hamon dapifer (o Haimo), il quale nel 1086 era lo Sceriffo del Kent, e possedeva terreni anche a Woolwich e nei luoghi vicini in quella Contea. Egli non citò alcuna prova, oltre al Domesday Book, per sostenere la sua teoria. Tuttavia, quasi certamente, aveva ragione. Ecco quanto sostenne Hasted: "Una piccola parte di questa Parish (ndr Woolwich) si trova sul lato opposto del Tamigi, adiacente all'Essex, ma ancora all'interno della Contea di Kent. Probabilmente Haimo, 'vicecomes' o Sceriffo di questa Contea, al tempo del Conquistatore, essendo in possesso di Woolwich da questo lato del Fiume (ndr la sponda meridionale dove insiste Woolwich), così come le terre adiacenti ad esso dall'altro lato (ndr la sponda settentrionale dove oggi insiste Gallions Reach), ottenne, per accordo o concessione del Re, che fossero annesse alla sua giurisdizione, come parte della sua Contea, incorporandole in essa; ed un vecchio manoscritto cita, che la Parish di Woolwich aveva, sul lato dell'Essex del Tamigi, cinquecento acri di terra, poche case ed una Cappella di servizio. Ci sono diversi casi di diverse Contee in questo Regno che in questo momento sono separate da piccoli distretti appartenenti a loro, da parte di interlocutori vicini.". Pertanto, mettendo assieme le considerazioni di Daniel Lysons e di Edward Hasted possiamo dire che non sembrano esservi dubbi sul possesso nel 1086 da parte di Haimo (Hamon dapifer) di tutto Woolwich, compresi i pezzi staccati. La dimensione di questo possedimento è significativamente simile a quella della parte staccata di North Woolwich (numero 1). Hamon teneva anche, sotto il Vescovo di Bayeux, Odo, il vasto Manor di Eltham, il quale, senza dubbio, comprendeva tanta parte di Woolwich, probabilmente, comprendente la parte staccata (numero 2). Accanto a Woolwich ed Eltham, Hamon possedeva diversi altri Manors nel Kent e molti nell'Essex. A Woolwich, comprese le parti staccate, Hamon era sia il Lord del Manor che lo Sceriffo. Orbene, se, prima del suo tempo, le parti staccate fossero appartenute all'Essex, egli avrebbe potuto avere sia un motivo che un'occasione per aggiungerle alla sua Contea del Kent. In tale periodo, i perquisiti finanziari di una Giurisdizione di Sceriffo erano grandi, ed alcuni Sceriffi fecero uso senza scrupoli delle loro opportunità. Ad esempio, Baldwin, Sceriffo del Devon, contemporaneo di Hamon, sembra aver alterato il confine tra Devon e Cornovaglia per i suoi interessi. Quello che è noto del carattere di Hamon suggerisce fortemente che egli sarebbe stato in grado di fare lo stesso. Il Domesday Book registra diversi sconfinamenti (invasioni di proprietà altrui) da lui nelle terre dei suoi vicini dell'Essex, compreso il Re, e in un caso il suo rifiuto di rendere quanto consuetudinariamente dovuto. Il suo alto grado di Sceriffo del Kent è implicito nel suo dono della Chiesa di Dartford, che apparteneva al locale Manor del Re, alla Cattedrale di Rochester (la donazione venne successivamente confermata da Guglielmo II). In definitiva, mentre manca una prova assoluta, sembra probabile che i confini di Woolwich, a nord del Tamigi, siano stati il risultato di un simile aggressione di questo Sceriffo baronale dell'XI secolo (anomalia che continuò ad esistere sino al 1965, quando North Woolwich venne incorporato nel London Borough of Newham).

1.3 Eventi successivi

Nel 1338, un campo denominato "Algoresland" si trovava nell'area di Gallions Reach di North Woolwich, adiacente ad East Ham. I Maestri delle navi olandesi delle anguille, potevano portare le loro anguille vive in "pozzi" fino a Gallions Reach, sotto Woolwich, sino a pochi anni prima del 1828, ma a tale data, essi erano costretti a fermarsi ad Erith, subendo gravi perdite a causa della cattiva qualità dell'acqua, che uccideva il pesce. Nel novembre 1853, vi fu un piccolo incontro tra i contribuenti fiscali per discutere un piano di drenaggio principale per la Parish di West Ham proposto dai Commissari delle fogne. Lo schema fu anche riferito alle locali Autorità, che, nel mese successivo, deliberarono di sostenerlo, anche se alcuni membri sollecitarono ulteriori considerazioni. Una legge che autorizzava i Commissari a realizzare lo schema fu emanato nel luglio del 1854. Anche se i Commissari ebbero il merito di essere il primo corpo ad agire in una situazione grave, il loro schema era inadeguato. Le nuove fogne avrebbero servito solo una piccola parte della zona allora abitata della Parish. I Commissari non avevano poteri per estenderli al di là delle aree descritte nella legge, né potevano costringere le persone a far confluire gli scarichi dei loro locali nelle fogne principali. Una delle fogne principali doveva essere una fossa aperta o un "taglio" accanto a Victoria Dock presso il Tamigi, a Gallions Reach. Questo era stato originariamente progettato per sostituire i vecchi canali dei terreni distrutti nel fare il Bacino di carenaggio, la cui società, che si era impegnata ad effettuare il taglio, non si considerò obbligata a completarlo sino a Gallions Reach, finché non avesse tagliato le superfici esistenti in quella direzione, e si oppose all'utilizzo del taglio per il drenaggio delle case. Negli anni '70 del XIX secolo, numerosi furono i segnali delle necessità di un'ulteriore estensione dei Bacini di carenaggio (Docks), dato che la media annuale in tonnellaggio netto delle navi che usavano Victoria Dock crebbe da 369.819 (1865–1869) a 510.996 (1870–1875),  ed allo stesso tempo, venivano costruite molte più navi che erano troppo ampie per poter essere adeguatamente sistemate nei più vecchi Bacini. Per soddisfare le nuove necessità dimensionali, nel 1875, venne iniziata la costruzione di Royal Albert Dock, immediatamente ad est di Victoria Dock. Tale nuovo e più profondo Bacino aprì nel 1880, quando anche a Victoria Dock venne anteposto il prefisso "Royal", ed i lavori vennero completati nel 1886, con l'apertura di un nuovo ingresso da Gallions Reach. I due nuovi Bacini vennero collegati da un canale che consentiva loro di operare come un unico vasto Bacino, sebbene il canale non fosse profondo abbastanza per permettere alle navi più grandi di usare Albert Dock per raggiungere Victoria Dock.  La costruzione di un nuovo Bacino rese possibile la manovra di navi maggiori. Dal 1874 al 1879, Victoria Dock gestì una media di 710.707 tonnellate nette annue, quando giusto venti anni dopo la media per i due Bacini assieme fu di 2.053.910 tonnellate nette, e le navi che usavano Royal Albert Dock allora erano, in media, all'incirca il doppio della dimensione di quelle che usavano Victoria Dock al principio del periodo. Nonostante ciò, al principio del XX secolo, questi Bacini sarebbero di nuovo divenuti inadeguati. Nel 1878, Gallions Reach fu il luogo del peggiore disastro sul Tamigi di ogni tempo, quando il battello a vapore "Princess Alice" affondò con perdita di oltre 600 vite umane. Tra il 1881 ed il 1993, venne costruito Gallions Hotel per "Peninsular and Oriental Steam Navigation Company", per ospitare i viaggiatori che sostavano durante la notte. (Joseph) Rudyard Kipling (1865-1936), Scrittore e Poeta Britannico, che pernottò presso tale Hotel quando partì per l'India, citò Gallions nel suo romanzo "The Light that Failed" (1890). Dopo essere rimasto vuote per molti anni, il Gallions Hotel è stato totalmente rinnovato come parte di un accordo che ha previsto il suo assorbimento in serie di appartamenti di alto livello. Nel 2013, nell'edificio, sono stati aperti un bar e una cucina chiamati "The Reach". Gallion Reach Shopping Park occupa parte del sito di produzione del gas dove Stanley Kubrick girò le scene del Vietnam per "Full Metal Jacket" e James Bond spedì Blofeld giù un camino in "For Your Eyes Only". Da qualche anno, si parla della possibilità di estendere la Docklands Light Railway verso Thamesmead, nonchè dell'attraversamento del Tamigi a Gallions Reach. Da un punto di vista amministrativo, già sapete che sino al 1965, quando North Woolwich fu trasferito al nuovo London Borough of Newham, esso aveva costituito la caratteristica peculiare di Woolwich di essere diviso dal Tamigi; la parte di North Woolwich sul lato settentrionale dove si trovava la Contea dell'Essex costituì, quindi, una parte staccata della Contea del Kent sino alla creazione della Contea di Londra nel 1889.

Newham - Visita guidata

Il Ponte su cui scorre la DLR

Il Ponte su cui scorre la DLR

Royal Albert Wharf

Royal Albert Wharf

Sulla destra, si notano i moderni edifici già realizzati

Sulla destra, si notano i moderni edifici già realizzati

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it