www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

King George V

Sintesi

King George V è la penultima stazione sud-orientale della Docklands Light Railway (DLR).

Distanza dal centro: 9,5 miglia.

Attrattiva: scarsa. Nulla dovrebbe spingere qui il visitatore, salvo un interesse specifico.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della DLR e camminando nei paraggi, vi trovate di fronte ad un contesto variegato, che alterna edifici moderni o relativamente moderni con il tipico contesto suburbano londinese con casette a uno o due piani e negozi a livello stradale. Seguite Pier Road, tirando diritto all'incrocio con Woodman Street (a sinistra, mentre a destra trovate North Woolwich Library). All'incrocio con Albert Road, avete tre possibilità: 1. andando a sinistra, oltre North Woolwich Police Station, fiancheggiate lo spazio verde Royal Victoria Gardens, dove potete magari sostare per rilassarvi; 2. andando diritto, in salita, raggiungete la cima dove la strada fa gomito, per trovare North Woolwich Old Station Museum; 3. andando a destra, fiancheggiate lo spazio verde St John's Green, dove potete magari sostare. Accanto trovate la Parish of North Woolwich With Silvertown.

Toponimo

Il nome trae origine dal Monarca che regnava quando, nel 1921, venne terminato King George V Dock, più piccolo dei vicini Royal Albert Dock e Royal Victoria Dock.

Storia

1. Eventi storici di rilievo

King George V Dock fu l'ultimo dei Docks ad essere realizzato. La sua costruzione venne iniziata nel 1912 dalla Port of London Authority. La Prima Guerra Mondiale rallentò i lavori, che terminarono nel 1921. A dispetto del fatto di essere più piccolo degli altri Docks reali, estendendosi per 64 acri (26 ettari) di acqua, comunque disponeva di un suo ingresso dal Tamigi attraverso una chiusa ed un ponte levatoio. Alla sua estremità occidentale c'era un bacino di carenaggio (sino al suo riempimento) ed un'officina per le riparazioni navali. King George V Dock chiuse al traffico commerciale con gli altri Royal Docks negli anni '80 del XX secolo. La caratteristica principale di questo Dock è oggi rappresentata dal London City Airport, la cui pista venne realizzata per la lunghezza del lato settentrionale del molo. L'estremità occidentale del molo venne riempita e su di essa fu realizzato il terminale dell'Aeroporto. Il resto del Dock è ancora occupato dall'acqua e funge da cuscinetto tra la pista dell'aeroporto e la zona circostante. Il molo sud è stato ripulito dagli edifici portuali ed è ora in gran parte viene utilizzato come parcheggio per auto per l'Aeroporto. La stazione della DLR, che ha tratto il nome da King George V Dock, venne aperta nel dicembre 2005.

2. Royal Docks

I Royal Docks comprendono tre Docks nell'East End di Londra, nell'area dei Docklands. Si tratta di Royal Albert Dock, Royal Victoria Dock e King George V Dock. Il nome esatto è Royal Group of Docks per distinguerli dai Royal Dockyards, "Royal" per essere legati a personaggi reali piuttosto che a proprietà reale. I tre Docks vennero terminati tra il 1855 ed il 1921 lungo le paludi di East Ham e West Ham (oggi nel London Borough of Newham). I tre Docks costituivano i bacini chiusi più grandi del mondo, con una superficie d'acqua di circa 250 acri (1 chilometro quadrato) ed estensione di terra complessiva di 1.100 ettari (4,5 chilometri quadrati). Ciò equivale a tutto il centro di Londra da Hyde Park a Tower Bridge. Nel 2012, l'area è stata designata "special enterprise zone".

Newham - Visita guidata

Grattacieli

Grattacieli

Edifici relativamente moderni

Edifici relativamente moderni

Pier Road, casette tipiche ad uno o due piani con negozi a livello stradale

Pier Road, casette tipiche ad uno o due piani con negozi a livello stradale

Albert Road, lungo cui si erge North Woolwich Police station

Albert Road, lungo cui si erge North Woolwich Police station

Royal Victoria Gardens

Royal Victoria Gardens

North Woolwich Old Museum Station

North Woolwich Old Museum Station

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it