www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Newsletter Logo

Iscrizione:


Dettagli

Londra "vissuta"

Vivere a Londra

Italiani a Londra

Muoversi a Londra

Londra

Il celeberrimo Big BenLondra è una potentissima calamita il cui potere di attrazione, giorno dopo giorno, diviene sempre più forte. Milioni di persone vi trascorrono il loro tempo, lavorando e divertendosi. Un gran numero di pendolari, turisti e studenti stranieri invade ogni giorno le strade sovraffollate del centro di Londra, dove la vita non sembra mai fermarsi, visto che persino di notte, è possibile vivere esperienze nuove ed interessanti.

www.italianialondra.it mostra Londra da un punto di vista particolare, naturalmente quello degli Italiani. Osservare Londra da detta prospettiva stimola l'immaginazione, consentendo di scoprire posti interessanti, non necessariamente noti, gente simpatica e, ultimo in ordine di elencazione ma non di importanza, stimolanti opportunità di lavoro.

Italiani a Londra

La presenza italiana nella capitale britannica è remota, visto che i nostri connazionali vi si recarono nei secoli passati soprattutto nei periodi di crisi economica italiana, per ragioni politiche (ad esempio, Giuseppe Mazzini visse qui a lungo) o artistiche (ad esempio Canalaletto, i cui dipinti sono esposti presso la National Gallery e Buckingham Palace). Clerkenwell iniziò a fungere da centro di aggregazione della comunità londinese italiana, stabilitesi lungo la direttrice che collega Clerkenwell a Farrington, nell'area chiamata "Little Italy". In particolare, gli Italiani, a migliaia, erano concentrati nell’area di Saffron Hill. Quelli che hanno letto i libri di Charles Dickens sulla estrema povertà di Southwark, con le case fatiscenti, i vicoletti degradati, il sovraffollamento e la promiscuità, i problemi sanitari e di sicurezza, ritrovano qui la versione italiana. E come oggi tanti extracomunitari vengono inviati in Italia dalla delinquenza organizzata e sfruttati a fare i lavavetri agli angoli delle strade (quando gli va bene …), allo stesso modo, gli Italiani vivevano di accattonaggio o svolgevano lavori precari per strada o alle dipendenze altrui. I mezzi di informazione del tempo, efficacemente descrivevano la situazione nella sua drammaticità, come ad esempio, The Times (1820), segnalava che dei giovani Italiani (nella fattispecie del Parmense) erano stati portati a Londra per chiedere l’elemosina per strada o The Penny Magazine (1833), informava che dal piccolo Ducato di Parma e Piacenza erano giunti dei suonatori di organo che racimolavano qualche penny facendo ballare degli animali. Ovviamente, non c'erano solo situazioni estreme, nel senso che, anche nella difficoltà, vi era chi svolgeva lavori meno "disastrati": commercianti ambulanti, musicisti venditori di statuine di gesso, produttori di barometri ed altri strumenti scientifici, specchi e cornici. Gli Italiani della zona, in assenza di una propria chiesa, esercitavano il culto cattolico presso la Cappella Reale Sarda di Lincoln's Inn Fields. L'Archivescovo di Westminster, Wiseman, chiese al futuro San Vincenzo Pallotti di creare una "missione" per gli italiani a Londra. San Vincenzo Pallotti diede l'incarico di comprare un terreno per edificare la chiesa a Padre Raffaele Melia, al tempo, Cappellano della Cappella Sarda. Padre Giuseppe, un sacerdote torinese, anch'esso "Pallottino", fornì il suo valido aiuto. Tra l'acquisto del terreno (1853) e l'edificazione dell'edificio religioso intercossero 10 anni, visto che, il 16 Aprile 1863, la chiesa venne inaugurata (come ricorda una targa a lato delle colonne dell'atrio della Chiesa di San Pietro (Church of St Peter), tuttora in piedi.

La comunità italiana crebbe significativamente nella prima parte del XX secolo ed esplicò inizialmente le sue abilità nei tradizionali campi della ristorazione e del vino, successivamente nel commercio e nella musica, fino alla disgraziata dichiarazione di guerra del 1940, che indusse gli Inglesi a vedere gli Italiani come nemici, tanto che molte dellle vetrine dei loro negozi vennero distrutte e molte famiglie vennero separate, trasferendo gli uomini sull’isola di Man.

Oltre a Clerkenwell, le tradizionali aree di insediamento italiano furono Islington, St Pancras, Westminster, Kensington e Lambeth, oltre che Chelsea, epicentro della "Swinging London" degli anni '60 e punto di convergenza dei punk londinesi negli anni '70, dove tantissimi Italiani si stabilirono diversi anni fa. In tempi più recenti, gli Italiani hanno esteso la loro presenza anche a Enfield e Bromley. Oggi, gli Italiani raggiungono la capitale del Regno Unito per ragioni di studio, turismo o per vivere esperienze lavorative qualitativamente più interessanti e dinamiche.

L'invasione italiana non riguarda solo il centro di Londra, ma investe anche il suo circondario, ecco perchè www.italianialondra.it non è limitato alla Greater London, ma tratta anche di attraenti cittadine nei pressi di Londra. Così come, sulla falsariga del sito-gemello www.italiansinlondon.co.uk , vi forniremo utili informazioni relative a cosa visitare, a fare le compere (il famoso "shopping"), a trovare lavoro, a mangiare e bere, a trovare adeguata sistemazione, alla vita londinese, ai trasporti, agli eventi. Troverete anche utili informazioni pratiche ed immagini di Londra. Naturalmente, le tematiche indicate sono solo alcune di quelle che troverete sul sito, destinato ad accogliere altre sezioni, destinate a rendere la vostra vita a Londra, sia essa duratura o semplicemente di breve periodo, più semplice e divertente. Una cosa è certa però: conoscere Londra significa conoscere i suoi mercati, in quanto ogni mercato immancabilmente riflette le caratteristiche economiche ed etniche della popolazione che gravita attorno ad essi. Ecco perchè trovate una corposa sezione dedicata ai mercati, che abbiamo distinto per borough, cioè per municipalità londinese. Si tratta della classificazione più vasta dei mercati londinesi che potete trovare sul web. Inoltre, proprio per l'importanza che riveste l'argomento ai fini della conoscenza di Londra, non ci siamo limitati ad una mera catalogazione con qualche informazione di massima, ma stiamo visitando per voi tali mercati, alcuni dei quali già abbiamo recensito, distinguendo tra quelli situati nella Inner London e Outer London.

NOVITA'

Creata la sezione Libri nell'ambito del riquadro "Studiare a Londra", per fornirvi alcuni suggerimenti su testi che potrebbero tornarvi utili nello studio o comunque nella conoscenza della lingua inglese.

Università Niccolò Cusano

A LONDRA, SI PUO' LAVORARE E STUDIARE AL TEMPO STESSO !

I giovani italiani che al fine di perfezionare la padronanza della lingua inglese decidono di trascorrere qualche tempo nel Regno Unito sono tanti, tuttavia in molti non sanno, che proprio mentre si vive questa esaltante esperienza formativa, è possibile continuare a pensare al proprio futuro, frequentando una Università Italiana che dia la possibilità di studiare online, tramite le più innovative metodologie di formazione a distanza.
L'Università Niccolò Cusano rappresenta la scelta ideale per tutti quei giovani che stanno mordendo il presente ma che vogliono continuare a coltivare il futuro investendo su sé stessi e sulla propria preparazione.
Per approdondimenti, clicca qui: www.unicusano.com/corsi-laurea

Master

9° MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT

Il Master mira a fornire solide competenze nel mercato dell'hospitality. Il corpo docenti madrelingua assicurerà una visione competitiva del settore. Lo stage, a seguito del periodo di lezioni, ti permetterà di iniziare o consolidare una brillante carriera nel mondo dell'ospitalità. Perciò, cosa stai aspettando? Vuoi avere l’opportunità di lavorare per una catena internazionale di alberghi o ristoranti? Se la tua risposta è si, approfitta degli ultimi posti e borse di studio disponibili! Iscriviti alla quinta edizione del Master in Hospitality and Hotel Management e apri la porta al tuo successo futuro! Per ulteriori informazioni scrivi una e-mail. Ti risponderemo in giornata.

Londra, Italiani, Italia:

BANCA-DATI DEGLI ITALIANI A LONDRA

Inviandoci i vostri dati all'indirizzo info@italianialondra.it (autorizzandoci a divulgarli), potete favorire la creazione di una banca-dati. In futuro, contiamo di creare delle pagine dedicate agli Italiani a Londra, in modo da fornire ai visitatori strumenti di contatto distinti per categorie.

COME COLLABORARE

I vostri suggerimenti ci consentono di adattare i contenuti del sito www.italianialondra.it alle esigenze dei visitatori. Alcune possibili forme di collaborazione sono le seguenti:

  1. Invio di fotografie di Londra (luoghi e monumenti) e/o articoli da pubblicare nella sezione "Testimonianze";
  2. Invio di articoli di cui richiederemo la pubblicazione sulla newsletter "Exploring London and environs/Esplorando Londra e dintorni";
  3. Compilazione del modulo Come vorreste il sito? .

Naturalmente, potete contattarci all'indirizzo di posta elettronica info@italianialondra.it per altre forme di collaborazione.

Valuteremo con attenzione le vostre segnalazioni, in modo da tradurle in cambi significativi nel sito, rendendolo più accessibile, usabile, interessante ed utile.

Rugby - London Italian RFC

Marco Attanasio e Lorenzo Belassi, di origini italiane, hanno creato una nuova squadra di Rugby, chiamata London Italian RFC, iniziando nel marzo del 2007. La squadra è formata dal 95% di Italiani, nati qui o trasferiti dall’Italia.
info

Visitare Londra

Quasi Londra

Storia

Strumenti utili

Utilità

Contatti

Siti amici

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it