www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Silver Street

Sintesi

Silver Street è una stazione ferroviaria (porta i simboli della Overground) che serve questa parte di Upper Edmonton, prossima al confine (verso sud) col London Borough of Haringey. Negli immediati paraggi, trovate Pymmes Park (verso nord-ovest) e Fore Street (verso est), quest'ultima raggiungibile tramite una galleria sotto North Circular Road (A406), la cui costruzione determinò l'abbattimento della stazione del 1872 e l'abbassamento del livello di Fore Street in quel tratto, in modo da consentire il passaggio degli autocarri.

Distanza dal centro: 8,8 miglia.

Attrattiva: scarsa. L'area si presente come uno dei tanti sobborghi londinesi. L'interesse può aumentare, naturalmente, se siete interessati al verdei di Pymmes Park.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete su Sterling Way. Avendo due possibilità in merito alle destinazioni interessanti dell'area: 1. andate in direzione opposta rispetto al ponte ferroviario che sovrasta la stazione, in modo da raggiungere l'incrocio con Fore Street, che potete percorrere sia verso sud (a destra) in direzione della stazione di White Hart Lane, che verso nord (a sinistra) in direzione della stazione di Edmonton Green. Tale strada è molto lunga (direzione nord-sud) e presenta negozi e ristoranti. Procedendo secondo la prima delle due direzioni suggerite, trovate Fore Street Library (Biblioteca pubblica), con davanti dei Monumenti, di cui quello dedicato ai Caduti. Proseguendo ancora diritto, si raggiunge la zona dove domina una sorta di Arco di ingresso su cui è riportato "Welcome to Angel Edmonton Shopping Centre" (che per voi è un realtà è un saluto di commiato, visto che ne uscite, e poco dopo raggiungete il confine col London Borough of Enfield, come vi segnala un cartello; 2. Tornati alla stazione, passate sotto il ponte ferroviario, entrate in Victoria Road (girando a destra), dove vedette delle casette residenziali tipiche, ed alla biforcazione tra questa strada e Silver Street, entate in Pymmes Park.

Toponimo

Il nome è documentato come "Silver Street" verso il principio del XVII secolo (v. dopo Mappa di Agas, per cui, potrebbe, probabilmente, retrodatarsi al 1561). Non è certa la sua derivazione, ma dovrebbe far riferimento agli Argentieri (Artigiani che lavoravano l'argento) che vivevano in quest'area a tale data, o anche in Epoche precedenti. Tale interpretazione è confortata dalle informazioni relative ad un'altra Silver Street, piccola ma storicamente significativa, che si snodava in direzione est-ovest attraverso Cripplegate e Farringdon, che possono trarsi da "Civitas Londinum", una veduta dall'alto di Londra stampata per la prima volta verso il 1561, Nota come "Mappa di Agas", da una spuria attribuzione a Ralph Agas (1540-1621), la Mappa offre una dettagliata visone di edifici e strade della città e del suo ambiente. Non è giunta a noi la Mappa originale del 1561, né sue copie, mentre disponiamo di una versione modificata, stampata nel 1633. Su tale Mappa, la strada di cui sopra è indicata come "Syluer Str."; il nome deriva dall'Old English "Selvernestrate". La prima parte significa "Argento", ed in effetti, John Stow scrive "Downe lower in Woodstreete is Siluer streete, (I thinke of siluer smithes dwelling there) in which bee diuers fayre houses.", cio+,. per quello che qui interessa, ritiene che la Strada abbia il suo nome appunto dagli Argentieri che vi vivevano. A ciò va aggiunto che il legame tra quella Silver Street e l'argento metallico sembra essere stata ben conosciuta dai primi Londinesi moderni; ad esempio, "The Staple of News", un'opera teatrale satirica di satirica di Ben Jonson, eseguita per la prima volta alla fine del 1625 e pubblicata per la prima volta nel 1631, cita Silver Street come "La regione del danaro, un buon posto per un usuraio. Importanti siti su Silver Street includevano Windsor House, una grande casa costruita in pietra e legno e la Chiesa di St. Olave Silver Street, piccola e senza monumenti degni di nota, stando a John Stow. La circostanza storica maggiormente degna di nota su questa Silver Street è che fu la sede di una casa in cui William Shakespeare dimorò durante la sua permanenza a Londra. Aggiungiamo che, mentre St. Olave Silver Street fu distrutta dai bombardamenti tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale e cancellata completamente dallo sviluppo post-bellico e dalla pianificazione del traffico (residuano solo alcuni residui delle fondamenta ed una tavola della fine del XVII secolo di questa storica Chiesa), questa Silver Street non esiste più, subendo un ultimo colpo mortale durante l'espansione della trafficata strada del traffico chiamata London Wall nei primi anni '60 del XX secolo. Per completezza, tuttavia, va ricordato che potrebbe esservi un'altra interpretazione del significato di "Silver Street", dato che, sovente, una strada così denominata alludeva alla presenza di acqua, quindi, alla prossimità ad un corso d'acqua, cosa che effettivamente ricorre, (a nord della stazione di Silver Street e della omonima strada, negli immediati paraggi). 

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si trovano in "Civitas Londinium" (nota come "Mappa di Agas") 1561, 1633; sono fornite da John Stow in "A Survey of London. Reprinted From the Text of 1603" (1908), alla voce "Cripplegate warde" (pagine 290-303); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff . G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Edmonton: Communications" (pagine 133-137), "Edmonton: Growth before 1851" (pagine 137-142), "Edmonton: Growth after 1851" (pagine 142-149), "Edmonton: Manors" (pagine 149-154), "Edmonton: Other estates" (pagine 154-161), "Edmonton: Economic history" (pagine 161-172), "Edmonton: Social life" (pagine 172-175), "Edmonton: Local government" (pagine 175-179), "Edmonton: Protestant nonconformity" (pagine 188-196), "Edmonton: Education" (pagine 196-203), "Enfield: Communications" (pagine 208-212), "Enfield: Growth before 1850" (pagine 212-218), "Enfield: Growth after 1850" (pagine 218-224), "Enfield: Economic history" (pagine 232-239), "Enfield: Social life" (pagine 239-241), "Enfield: Local government" (pagine 241-243), "Enfield: Churches" (pagine 245-249), "Enfield: Education" (pagine 253-257), "Tottenham: Communications" (pagine 309-313); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Walk 4 Silver Street walk to Enfield Town" (28 gennaio 2011, trainwalkslondon); sono fornite da Joe Takeda - Kim McLean-Fiander in "Silver Street. The Map of Early Modern London. Ed. Janelle Jenstad. Victoria: University of Victoria" (9 aprile 2018); sono fornite da Bob Osborn in "The A-to-Z of Yeovil's History"; si leggono in "St Olave, Silver Street" (London History Group); in "Pymmes Park" (London Parks & Gardens Trust); in "A Brief History of Pymmes Park" (Friends of Pymmes Park), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Oltre alla questione etimologica, già affrontata nel "Toponimo", riteniamo che altri tre punti, meritino di essere approfonditi in merito alla Storia di quest'area, cioè, ulteriori informazioni relative alla Storia di Silver Street, di Fore Street e di Pymmes Park. Un attrezzo Mesolitico fu rinvenuto a Winchmore Hill (2,6 miglia a nord-ovest dalla stazione di Silver Street), delle persone vissero vicino Ermine Street (la Strada Romana) da circa il 100-350 e pochi frammenti di ceramica Romana furono scoperti a Southgate (3 miglia a nord-ovest dalla stazione di Silver Street). Nonostante ciò, l'insediamento continuo risale probabilmente soltanto al Periodo Anglo-Sassone, come indica l'origine del nome Edmonton, in cui rientra quest'area, esattamente in Upper Edmonton. I più vasti campi comuni furono anche tra i primi ed implicano un sistema a due o tre campi. Ad ovest di Fore Street, giaceva "Langhedge" (circa 1166-1189), pari a 149 acri nel 1804, e Hyde o Hyde Field (circa 1166-1189), un grande campo di 290 acri nel 1750 e 272 acri nel 1804. Il suo confine meridionale era un Torrente, probabilmente "Bridgewater", che lo divideva da Oak Field (Hok Field del XIII secolo), di 79 acri nel 1804. Oak Field può essere identificato con Legha (1222-1250), un campo menzionato per la prima volta nel 1328. Hyde e Langhedge e probabilmente Oak Field sembrano aver formato un sistema a due o tre campi per la comunità di Upper Edmonton, lungo Fore Street e Silver Street. Terreni arabili comuni sembrano aver coperto gran parte dell'area ad est di Fore Street ed Hertford Road e ad ovest della Palude di Edmonton. East Field (XIII secolo) copriva originariamente gran parte del nord-est di Edmonton, anche se nel 1605 si era ridotto a un campo di 23 a., East (o Brick) Field, tra Enfield e la Palude di Sayes. C'era anche un West Field (XIII secolo), ma nel 1329, costituiva solo un pascolo e la sua posizione è sconosciuta. North Field e South Field (inizio del XIII secolo) sembrano essere rimasti a sud di East Field adiacente alla Palude ed Amberlands. Questi primi campi comuni potrebbero aver servito il borgo di Lower Edmonton. Sin dal XIII secolo, un'attività caratteristica di Edmonton fu la concia: Tanners End vicino  Silver Street, viene ricordata da John Walker (morto nel 1590), uno dei più prosperi Conciatori. Le prime concentrazioni di abitazioni si ebbero ad Upper Edmonton, all'incrocio tra Fore Street e Silver Street, in particolare sulla ghiaia ad ovest della strada, irrigata da pozzi (come quello poi citato nel 1559 in Church Street, 1 miglio a nord della stazione di Silver Street, accanto a quella di Edmonton Green) e dai corsi d'acqua che scorrevano ad est, che fungevano da fogne pubbliche, nonché a Lower Edmonton, all'incrocio con il tratto finale di Fore Street (che diventa The Broadway) con Church Street. Il riferimento più antico ad una casa nell'area, 1235-1236, lo abbiamo trovato in riferimento a Weri Hall, a cui successivamente abbiamo dedicato due paragrafi specifici. Nella metà del XIV secolo, Pymmes, Caustons e Polehouse, si trovavano, probabilmente, vicino a Silver Street. La terza citata, Polehouse, può essere identificata con Gisors Place, la casa originariamente appartenente alla potente Famiglia Londinese di quel nome, che passò a John atte Pole nel 1332. Si trovava a ovest di Fore Street, a nord del suo incrocio con Silver Street (nel 1649, comprendeva una sala e cinque camere, nel 1672, fu valutata per 14 focolari, nel 1860, era una casa di mattoni e piastrelle che era stata a lungo divisa, metà era occupata come casa privata e metà come scuola del Priorato; fu demolita quando, come leggerete, nel 1872, fu costruita la linea della Great Eastern Railway da Bethnal Green). Nel 1423, Thurstones si trovava sul lato orientale di Fore Street, accanto al Torrente Salmonook e, nel XVI secolo, Trumpton Hall tra Fore Street e Langhedge Field.  Nel 1461, Cookes esisteva sul lato meridionale di Silver Street e nel 1523, "The Lyon" si trovava sul lato orientale di Silver Street da Fore Street.  Nel 1548, Goodhouse si trovava in Fore Street (testamento di John Hilmer) e, nel 1559, Paycock o Peacock Farm in Church Street (testamento di John Sadler). Upper Edmonton e Lower Edmonton erano serviti da sistemi di campi aperti, principalmente ad ovest di Fore Street. Nel XVI secolo, i principali centri di popolazione erano ancora Lower Edmonton, vicino alla Chiesa, ed Upper Edmonton, lungo Fore Street. Verso il 1535, gli Affittuari del Manor di Edmonton vennero divisi in sei gruppi (una sorta di precursori dei futuri "Wards", che dal XVII secolo, funsero da divisioni amministrative della Parish). Gli affitti consuetudinari mostrano che Fore Street pagava il 21% del totale. Da tale secolo, la crescita fu continua, visto che, mano a mano che le comunicazioni miglioravano, sempre più Londinesi compravano case ad Edmonton, alcuni per risiedervi, altri semplicemente per trascorrervi le vacanze estive. Le nuove case venivano normalmente costruite su vecchi siti, confinanti con strade e spazi verdi, e spesso venivano costruite diverse abitazioni dove una volta ve ne era stata una sola. Al posto di case con ampi giardini, gli edifici presentavano un fronte ininterrotto lungo strada, specialmente lungo Fore Street ed Edmonton Green. In Silver Street, ad esempio, nel 1675, c'erano diverse case in cui aveva insistito "Cookes". Nel 1656, Enfield Town si era estesa verso est lungo Church Lane sino ad Enfield Chase, verso nord lungo Silver Street, verso sud lungo London Road.  Dal 1661, le speciali Corti Baronali si occuparono esclusivamente di affari duraturi e i Tribunali del Manor si occuparono principalmente di eleggere Funzionari L'amministrazione era basata sulla divisione del Manor e Parish in "Wards", che possono essere state originate come "tithings" (divisione rurale, originariamente 1/10 di Hundred). A metà del XVI secolo c'erano sei "Wards": Fore Street, Bury Street, Church Street, South Street, Bowes e Winchmore Hill. Gli ultimi due erano scomparsi nel 1650, e quattro ne rimasero sino al XIX secolo. Enfield Court, di cinque piani, successivamente parte della "Enfield grammar School", all'estremità settentrionale di Silver Street, fu costruita alla fine del XVII secolo e successivamente grandemente ampliata; una casa di equitazione fu aggiunta nel 1858 e l'ala meridionale fu ricostruita nel 1864 dal Colonnello Alfred Plantagenet Somerset. Nel 1787, vi era una conceria in Fore Street. Dei quattro "Wards" che esistettero dalla metà del XVII secolo, Fore Street, alla fine, divenne i il più popoloso. Le case passarono da 88 (1664), a 229 (1801), 368 (1811), 506 (1841), 611 (1851). Polehouse e Trumpton Hall  sopravvivevano sui loro siti Medioevali e Neales, Casa della Famiglia Rogers, nel 1659, era in Fore Street in 1659. Nel 1664, le più grandi case nel "Ward" erano Weir Hall, con 20 "focolari", ed un'altra con 18. Durante il XVIII secolo, i residenti alla moda si stabilirono sempre più in Fore Street, molti dei quali attratti dai servizi regolari di carrozza. Nel 1789, John T. Smith sottolineò che gli abitanti "all'interno delle loro porte di ferro Re William e mattoni rossi, pilastri crestati", escludevano le ville dei Commercianti da quelle dei loro vicini. Nel 1804, una fabbrica dall'attività non individuata si trovava sul lato orientale di Fore Street, vicino al suo incrocio con Angel Road.  Al principio del XVIII secolo, le grandi case di Fore Street comprendevano Eagle House, costruita nel 1713 sul lato occidentale giusto a nord del Torrente Pymme, ed Elm House, con un tetto mansardato, ad est; la prima venne abbattuta nel 1713, la seconda nel 1952.  Nel 1801, Edmonton House si trovava di fronte ad Elm House.  C'erano due case della metà del XVIII secolo ai numeri 258 e 260, sul lato orientale di Fore Street, a nord di Elm House, ed una grande casa di fronte che potrebbe essere stata Strawberry House.  Angel Place o Row, quattro coppie di case con attico a due piani, venne costruita nel XVIII secolo sul lato occidentale di Fore Street, tra la Taverna Angel ed il Torrente Pymme. A sud di Elm House, si trovava Addison House, ai nuneri 224 e 226 di Fore Street.  Altre case che erano state costruite in Fore Street prima del 1851 comprendevano sul lato orientale, Almond House, che probabilmente si trovava di fronte alla Chiesa di St. James, Sycamore House tra Angel Road e Claremont Street, e Bridge House vicino al Torrente Pymme, e sul lato occidentale, Hatford House ed Old House, vicino all'incrocio con Church Road, e College House giusto a nord di "The Bell".  Molte grandi case con giardini e frutteti, particolarmente nella sezione Duck Lane della strada, sopravvisero per parecchio nel XIX secolo. Silver Street fu per molti versi un'estensione di Fore Street. Conteneva Pymmes, Weir Hall, Russell House, un piccolo edificio dei primi anni del XVIII secolo e, nel 1819, Woodlands. Millfield House fu costruita alla fine del XVIII secolo e occupata nel 1796 dall'Ambasciatore Russo. Altre case dello stesso periodo includevano Bridport Hall e due grandi case di fronte a Pymmes, che furono distrutte durante la Seconda Guerra Mondiale. C'erano anche molti cottages e negozi, incluso "Parade", costruita nel 1801. La casa della Canonica, un edificio a graticcio sul lato occidentale di Silver Street, appariva molto antica nel 1795. Nel 1810, le data una facciata in stucco a due piani e cinque baie, quando furono apportate altre modifiche, ed era completamente rivestita di mattoni nel 1845. Dopo ulteriori modifiche, era ancora occupata dal Vicario nel 1972. Fore Street non fu mai completamente occupata dai ricchi. Sempre più, in particolare a sud di Angel Road e Silver Street, l'area venne coperta da piccoli caseggiati e case di alloggio sovraffollate. Il tifo era prevalente nel 1838 ad Eaton Place, dove vennero costruite 9 case nel 1795 e 15 nel 1801, e in Orchard Street vennero trovati 30 Inquilini in una stanza nel 1844. L'industria, in particolare la costruzione delle carrozze, si concentrava nell'area. Probabilmente, il primo esempio di costruzione al di là dell'antico fronte stradale si trovava nella tenuta di Snells Park, una casa a tre piani "di antica data" con un parco che si estendeva sul lato occidentale di Fore Street dal confine di Tottenham a Church Road, che fu venduto nel 1848 e coperto da piccole case. Di fronte, Claremont Street, dove furono erette Cappelle anticonformiste nel 1818 e nel 1845, fu coperta da case prima del 1851. Una conceria esistente in Silver Street nel 1828, fu descritta come estesa nel 1831. Gran parte di Edmonton perse così la sua esclusività e mentre giungevano ricchi Commercianti si traferivano gli Aristocratici terrieri. Nel 1800, era abitata da "tessitori del ricamo in pensione", le loro misere mogli e figlie strettamente legate", e, successivamente, divenne ampiamente evidente il carattere della classe lavoratrice. Nel 1851, mentre alcune case di Fore Street avevano ancora occupanti dai mezzi indipendenti, altre erano state trasformate in Collegi. Anche Silver Street declinò socialmente: Weir Hall fu demolita nel 1818 e Millfield House fu rilevata nel 1851 dalla Scuola sindacale di Londra occidentale. L'importazione di legname favorì la costruzione di carrozze e di arredamento. Verso il 1841, la prima attività era una delle caratteristiche di Edmonton, che coinvolgeva 44 persone nelle varie operazioni nel 1851; Eleazer Booker, la cui aziende esistette almeno da circa il 1840 al 1878, dava lavoro a 41 dipendenti in Upper Fore Street nel 1851 (e nel 1908, operava un'azienda in Upper Fore Street, che forse fu il successore di Booker). Nel 1858, in Silver Street vi erano delle Scuole per ragazzi. Fore Street, densamente popolata, divenne il centro dell'industria di picole dimensioni. Nel 1866, vi era un produttore di rulli per capelli in Lower Fore Street nel 1866, e nel 1890 c'erano fabbriche di vetro e petrolio in Upper Fore Street, e nel 1908 cinque aziende, per lo più fabbricanti di biciclette. Nel 1970 c'erano solo quattro aziende in Fore Street dopo Snells Park era stato sviluppato per l'edilizia abitativa e le piccole fabbriche si trasferirono nella zona industriale di Claverings. Nel 1872, quando fu aperta la linea che attraversava Silver Street (la stazione venne inaugurata il 22 luglio 1872) e Lower Edmonton, la Great Eastern Railway, in conformità con una legge del 1864, introdusse biglietti economici per lavoratori e quando la stazione di Liverpool Street fu costruita nel 1874, la popolazione sfollata si trasferì in posti come Edmonton. Di conseguenza, le aree confinanti con la ferrovia crebbero rapidamente. Tra il 1861 e il 1871 il numero delle case di Edmonton salì da 2.079 a 2.539; nel decennio successivo aumentò a 3.887. Nel 1881-1882, l'introduzione di tram lungo Fore Street ed Hertford Road fu un ulteriore stimolo e dil numero di nuove case raddoppiò ogni decennio, raggiungendo 6.232 nel 1891 e 10.613 nel 1901. Nel 1997, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva "Silver Street (Tottenham)" comne segue: "sta. on Great Eastern Ry., Middlesex, ¾ mile SW. of Lower Edmonton.". Durante il Tardo XIX secolo, la crescita più sorprendente si registrò nel quartiere di Fore Street, attorno ad Upper Edmonton. L'area a sud di Silver Street era già stata costruita nel 1851 e ci furono pochi cambiamenti, tranne dove la Locanda Bell fu ricostruita nel 1878 e Gilpin Grove fu costruito nei suoi giardini. A nord di Silver Street, e verso ovest e verso est lungo Silver Street ed Angel Road, un edificio di grandi dimensioni, per lo più di case a schiera, fu costruito negli anni '80 e '90 del XIX secolo. Nel 1889, il quartiere di Fore Street era diviso in tre, Fore Street stessa con 715 case, Silver Street con 702 ed Angel Road con 880. Nel 1893, c'erano rispettivamente 876, 984 e 999 case. La crescita di Angel Road, sino a quel momento disabitata a causa della tendenza ad essere inondata, divenne possibile dopo che la strada fu completata ed il corso d'acqua venne contenuto con cemento nel 1883. I lavoratori si trasferirono lì perché la stazione di Angel Road forniva un comodo trasporto e la fabbrica del gas e Whitley offrivano un impiego locale. Nuove strade iniziarono ad apparire su entrambi i lati di Silver Street; Ashwell Grove al largo della Taverna Bull Lane esisteva già nel 1889, ma le due case di lavoro sindacali a sud e l'acquisto da parte del Consiglio nel 1899 di Pymmes Park (v. paragrafo specifico) a nord impedirono l'ulteriore sviluppo edilizio. All'estremità occidentale di Silver Street, 57 acri di Huxley Estate furono venduti nel 1887. Tra il 1888 ed il 1894, furono venduti 19 acri, ed altri 23 acri nel 1898-1900 a Frederick G. Lacey, un Costruttore locale, a condizione che nessun edificio che vendesse liquori inebrianti vi venisse costruito. A nord di Angel Road, delle case si estendevano da Fore Street verso est, verso la linea ferroviaria, e lungo Fore Street stessa si stava costruendo, riempiendo gli spazi vuoti, e ricostruendo." The Golden Fleece", ad esempio, fu ricostruito nel 1892 ed una serie di negozi nelle vicinanze fu eretta nel 1898. Il centro dell'attività civica passò quindi da Church Street a Fore Street, dove furono costruiti diversi edifici pubblici, il Municipio nel 1884 (ed ampliato nel 1903), la Biblioteca pubblica nel 1897 e le terme pubbliche nel 1899, nonchè precedentemente, nel 1890, era stato costituito un circolo per lavoratori in Silver Street, per iniziativa della Chiesa d'Inghilterra. Una Scuola Anglicana dell'industria per ragazze, fondata altrove nel 1800 e traferitasi in Silver Street nel 1876, in una costruzione di mattoni rossi in stile Tudor, chiuse i battenti nel 1909, e l'edificio venne suddiviso tra una casa per Infermieri distrettuali ed una Scuola di avviamento. Nel 1905, i tram elettrici collegarono Stamford Hill con Silver Street, Edmonton. Nel 1906, nuovi negozi comprendevano Town Parade in Silver Street. Nel 1919, fu fondata M. K. Electric come "Heavy Current Electric Accessories Co" in locali fittati fuori Fore Street e nel 1923 mutò nome e comprò la sua prima fabbrica in Wakefield Street. Aprì altre fabbriche a sud di Angel Road ed a nord della fabbrica di gas nel 1937 e 1969 e sulla Eley estate nel 1958, 1965, 1974. Nel 1974, M. K. Electric aveva 12 fabbriche ed uffici ad Edmonton. Le proprietà terriere rimanenti furono vendute per la costruzione nel periodo tra le Guerre Mondiali, quando tutte le parti della zona divennero accessibili dopo la costruzione di Great Cambridge Road (1923-1924), North Circular Road (1931) e la linea Piccadilly (1932-1933). La tenuta di Huxley, che originariamente si estendeva da Silver Street a Palmers Green, fu ridotta da 221 acri nel 1888 a 179 acri nel 1920. Nel 1923-1924, dopo la costruzione di Great Cambridge Road, Fore Street cessò di essere la principale strada nord-sud attraverso Edmonton (anche se nel 1974 era ancora il principale centro commerciale e centro della vita sociale). Prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, sorse una nuova zona industriale a Bridport Road, a sud di  Silver Street, e gli alloggi si estendesero alle fattorie, ai vivai ed ai campi di fabbricazione dei mattoni del nord e del nord-est. Nel 1940, 1.124 case erano state costruite su Hyde Estate, 208 a Brookfield Estate e 147 su Montagu Estate, entrambe ad est di Fore Street ed a sud della linea ferroviaria, 164 su Woolmer Estate, a sud di Angel Road, 153 su Galliard Estate, a nord tra la ferrovia e Galliard Road, e 114 a Wilbury Way, a sud di Silver Street e ad est di Great Cambridge Road. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Upper Edmonton fu colpito da 44 bombe tedesche altamente esplosive ed 1 mina paracadutata. Negli anni '50, del XX secolo, le case popolari comunali, in gran parte condominiali, vennero costruite, tra l'altro, in siti più vecchi a sud di Lower Edmonton e ad est di Fore Street, tra Fore Street e la ferrovia di Enfield Town. Dal 1960, l'edilizia popolare interessò diversi siti, tra cui College Gardens e Snells Park ad ovest di Upper Fore Street, Bolton Road a Silver Street. Dal punto di vista amministrativo, il Consiglio di amministrazione locale di Edmonton, che serviva i tradizionali "Wards" di Bury Street, Church Street e Fore Street, a seguito di proposte, aggiunse anche Angel Road e Silver Street, all'atto della organizzazione del nuovo Distretto Urbano. Nel 1933, la struttura amministrativa era divisa in Bury Street, Church Street, Angel Road e Silver Street. Nel 1965, Edmonton e Southgate furono unite nel London Borough of Enfield. Nel 1974, in Silver Street venne aggiunta una torre al nuovo Centro civico. Oggi, Silver Street è un sobborgo residenziale in gran parte multiculturale, caratterizzato dalla presenza del Teatro Millfield Theatre e da Pymmes Park (v. paragrafo specifico). Residui del XVIII secolo a Silver Street comprendono White Lodge, un imponente edificio con una facciata simmetrica e una classica porta. Dal 1862 al 1895 fu la casa di Joseph Whitaker, fondatore dell'Almanacco di Whitaker. Al numero 90, con un tetto a padiglione, fu costruito verso il 1700 ed i numeri 60 e 62, una coppia a sud di White Lodge, nel tardo XVIII secolo. John Sherwen (1749-1826), Medico ed Archeologo, che si dice abbia coltivato il primo rabarbaro in Inghilterra, ebbe una casa in Silver Street a partire dagli anni '70 del XVIII secolo. Le principali strade est-ovest attraverso Edmonton rimangono Angel Road e Silver Street, transformate nella North Circular Road. Molta parte dell'area tra la ferrovia e Fore Street e la maggior parte ad ovest di  Fore Street è formata da piccole serie di negozi ed una varietà di tipologie abitative della classe lavoratrice, dalle case a schiera o bifamiliari degli anni '20 e '30 del XX secolo, a nord, alla combinazione di condomini di appartamenti della metà del XX secolo e case a schiera del XIX secolo a sud, le ultime spesso dipinte con colori vivaci dagli immigrati dell'India occidentale, che formano gran parte della popolazione. Ad ovest di Fore Street, tra antiche strade, Silver Street, Church Street, Bury Street, hanno mantenuto la loro identità nonostante l'espansione edilizia. Silver Street, prevalentemente del XIX secolo, contiene Pymmes Park, anche se non la Casa, e Millfield House, convertita in Centro artistico (Millfield Art Centre), una villa in mattoni marroni del tardo XVIII secolo, ha un tetto in ardesia, colonne doriche e fregio. All'interno ha una sala ovale e porte e camini originali.

2. Weir Hall (Tenuta e Casa)

Weir Hall, una Tenuta incentrata su una casa all'estremità occidentale di Silver Street, trasse, probabilmente, il nome dalla Famiglia Wylehale o Wyrhale, le cui proprietà ad Edmonton comprendevano terreni tenuti nel 1235-1236 per "1/40 di knight's fee" da Gilbert Prudhomme. Nel 1349, quando John Wyrhale e suo figlio Richard morirono entrambi, la Tenuta era formata da una casa e 100 acri. Joan, vedova di John, sposò Simon Bonde, e sebbene avesse avuto un figlio, che aveva lo stesso nome del padre, John Wyrhale, la Famiglia Bonde concesse la Tenuta a John Golding, che ancora la possedeva nel 1371, mentre nel 1397, era nella mani di Richard Godestre. Al principio del XVI secolo, la Famiglia Leake, descritta come di "Weir Hall", potrebbe aver acquisito la Tenuta nel 1491, quando Thomas Fulnetby concesse due case e 122 acri a John Leake ed altri. Nel 1605, Weir Hall formava parte dei 650 acri tenuti da Jasper Leake. Nel 1609, Sir John Leake vendette Weir Hall a George Huxley, Merciaio di Londra, e successivamente la proprietà discese nella linea maschile diretta sino alla morte di Thomas Huxley nel 1743. Le sue proprietà furono divise tra le sue figlie Meliora Shaw (morta nel 1788) e Sarah Huxley (morta nel 1801), ricevendo quest'ultima la parte relativa a Weir Hall. Nel 1801, la Tenuta di Sarah fu divisa tra cinque cugini, ma nel 1814, i 4/5, inclusa Weir Hall, furono riuniti da James George Tatem (morto nel 1854). Il figlio e l'omonimo di Tatem, morto nel 1895, destinò testamentariamente la proprietà alle sue nipoti Ellen Anna ed Elizabeth Margaret Harman, che ne possedevano ancora una parte nel 1926. L'altra quinta parte andò alla Famiglia Parrotts che la vendette nel 1852 a Richard Booth Smith. Alla morte di suo figlio John Smith, nel 1894, passò a Edward C. Roberts, che era ancora in possesso nel 1900. Relativamente alla Casa, il suo sito relativo al 1349 di cui sopra non è noto, visto che nessun materiale medievale è stato trovato dove la Casa successiva si trovava all'estremità occidentale di Silver Street, a nord del suo incrocio con Hedge Lane. Verso il 1600, la Famiglia Leake aveva una villa padronale e potrebbe averla costruita al principio del XVI secolo, al tempo del matrimonio di Enrico VIII e Caterina d'Aragona, poiché una rosa e melograno (il simbolo dell'Aragona) lo adornavano. Nel 1611, George Huxley apportò modifiche sostanziali, probabilmente equivalenti a una ricostruzione virtuale, e nel 1664 Weir Hlla era una delle più grandi case di Edmonton, tassata per 20 "focolari". Fu costruita con mattoni e descritto nel 1816 come alta e spaziosa. Una torretta sporgente centrale formava l'ingresso e le grandi finestre ed i frontoni olandesi suggeriscono una data del XVII secolo. Le Famiglie Leakea e Huxley furono residenti, ma sotto James George Tatem l'edificio era fatiscente ed usato come pensione prima della sua demolizione nel 1818. I colpi di moschetto trovati nei muri fecero pensare che la Casa sia stata posta sotto assedio durante la Guerra Civile Inglese. Il suo sito in seguito servì come orto, dove un vecchio muro e pertinenze sopravvivevano nel XX secolo. Una nuova casa in stile castello francese, chiamata Weir Hall, fu eretta sul lato meridionale di Silver Street. Venne affittata come "Casa degli ebri di alta classe" e come Sscuola per ragazzi, venendo abbattuta nel 1934. Un mulino a vento fu cosltruito sulla Tenuta di Weir Hall tra il 1605 e 1627 ed un nuovo mulino prima del 1819, a nord di Silver Street, sul sito della pregressa Windmill Road, chiamato talvolta "Parfrey's Mill", dal nome del Mugnaio del 1851.  Era un mulino di legno con una casa rotonda, usato per macinare il grano, a cui venne successivamente aggiunta una torre di mattoni per la produzione di vapore. Il mulino fu venduto all'asta con il resto della Tenuta di Huxley nel 1887 e fu abbandonato all'inizio del XX secolo; gli ultimi resti furono demoliti nel 1965.

3. Pymmes Park

L'area conosciuta come Pymmes Park risale al 1327, quando William Pymme vi costruì una villa. Prima del 1578, la Tenuta passò di mano diverse volte sino a quando Thomas Wilson, uno Statista, l'acquistò nel 1579. Nel 1582, William Cecil, il Primo barone Burghley, Alto Tesoriere, acquistò la proprietà. Nel 1589, Robert Cecil, poi Primo Conte di Salisbury, trascorse la sua luna di miele a Pymmes. La Tenuta rimase alla sua potente Famiglia sino al 1801. La Famiglia Ray possedette la proprietà dal 1808 al 1899, che venne, poi, acquistata dal Consiglio locale per fornire spazi pubblici aperti a seguito dell'aumento della popolazione locale. La Tenuta fu comprata dall'Amministrazione di Edmonto, che nel 1906, l'aprì come parco pubblico. Pymmes House fu distrutta nel 1940 da un incendio durante la Seconda Guerra Mondiale ed i suoi resti abbattuti. Un basso edificio bianco all'estremità meridionale del Parco risale a questo periodo. Il giardino murato vicino all'edificio è la parte più antica del Parco. Negli anni '50 del XX secolo, il Parco veniva usato per grandi eventi. Nel corso degli anni ha formato oggetto di diversi atti vandalici; fu ristrutturato dal Consiglio locale nel 2005. Il modello attuale è nello stile degli anni '30 con alcuni ornamenti decorativi del XVIII secolo. Vi si gode uno dei migliori panorami di Londra. Il resto del parco è diviso in un parco più piccolo intorno al lago a sud e campi sportivi a nord. Da notare che il citato lago, nel corso degli anni '90, essendo inquinato ed emanando un odore sgradevole, portò a forti discussioni, e si verificò che ciò fosse dovuto, probabilmentel, ad una contaminazione dalle tubature delle acque reflue, nonostanche che la "Thames Water" avesse sempre rifiutato tale interpretazione. Ad ogni modo, quando il Consiglio locale ricostruì le tubazioni a proprie spese, l'inquinamento scomparve.

Enfield - Visita guidata

Stazione di Silver Street

Stazione di Silver Street

Ponte ferroviario

Ponte ferroviario

Fore Street

Fore Street

Il cartello segnala "Conduit Lane"

Fore Street Library

Monumento ai Caduti

Monumento ai Caduti

L'Arco che saluta i visitatori di Angel Edmonton Shopping Centre

L'Arco che saluta i visitatori di Angel Edmonton Shopping Centre

Il cartello che indica il confine col London Borough of Enfield

Il cartello che indica il confine col London Borough of Enfield

Victoria Road

Victoria Road

Casette tipiche a margine di Pymmes Park

Casette tipiche a margine di Pymmes Park

Il corso d'acqua che attraversa Pymmes Park

Il corso d'acqua che attraversa Pymmes Park

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it