www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Angel Road

Sintesi

Angel Road è una stazione ferroviaria che serve un'area frequentata sin dalla Preistoria, dove, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, assai intensa fu la concentrazione industriale.

Distanza dal centro: 9,2 miglia.

Attrattiva: Il visitatore che si soffermasse a gironzolare attorno ai binari, o meglio, fuori al sentiero recintato che conduce al livello stradale, legittimamente direbbe che non vi è alcunché da vedere. Tuttavia, il giudizio migliora spostandosi verso ovest, raggiungendo Edmonton e Pymmes Park, ma ormai, siete a due passi dalla stazione di Silver Street.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Dopo aver camminato, a lato dei binari, un lugubre percorso obbligato, lungo e stretto, recintato da entrambi i lati, finalmente, si raggiunge la sopraelevata uscita della stazione, e quindi la strada. Immediatamente, vi rendete conto di essere in zona non solo periferica, ma anche non residenziale. Infatti, vi trovate lungo ed in vicinanza di strade a scorrimento veloce. Siete in prossimità di una rotatoria, che a nord, tra l'altro, prosegue in Conduit Lane, che, dopo aver descritto un grandissimo gomito, e poi un secondo, diviene Montagu Road, affiancando lo spazio verde Kenninghall Open Space. Verso sud, invece, avete Angel Edmonton Road, che nei paraggi, interseca North Circular Road (che ha assorbito Angel Road). Come anticipato in sede di giudizio sintetico, cercate di raggiungere il centro di Edmonton, Fore Street, ed il vicino Pymmes Park, il vostro giudizio migliorerà!

Toponimo

Come leggerete successivamente nella parte storica, dei lasciti testamentari furono fatti da Richard Askew (1551), Ralph Davenant (1552), William Gilbarne (1557), John Sadler (1560), John Wilde (1665), principalmente per riparare la malandata "Watery Lane", che viene citata anche nel 1799. Orbene, questo era il nome originario di "Angel Road", che compare così denominata nel 1877 nella Ordnance Survey Map. "Angel" deriva da "The Angel Inn", una Taverna all'angolo tra Fore Street e Silver Street, che già nella seconda parte del XVIII secolo svolse un importante ruolo giuridico-sociale (unitamente ad un'altra Taverna, "The Bell"), come leggerete nella parte storica, in quanto punto di riunione per le "Piccole sedute" (Petty Sessions), cioè, Corti locali formate da Magistrati e tenute per una Hundred del XVII secolo, per le Corti del Manor del XVIII secolo, per il Consiglio dei Guardiani dal 1837 al 1841, e come ricorda una targa municipale, "The Stamford Hill and Green Lanes Turnpike Trust" dal 1713 al 1826. "The Angel" ancora esisteva nel nel 1880. Il nome Angel Road non fu applicato immediatamente alla stazione che serve quest'area, visto che dapprima si utilizzò il nome "Edmonton" (1840), poi "Water Lane" (1849), e finalmente, "Angel Road" (1864).

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si traggono dalla "Ordnance Survey Map" del Middlesex del 1865; sono fornite da William Robinson in "The history and antiquities of the parish of Edmonton" (1819); da Fred Fisk in "The History of the Parish of Edmonton" (1914); da G. W. Sturges, Edmonton: Past and Present (1941); da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "Edmonton: Introduction" (pagine 130-133), "Edmonton: Communications" (pagine 133-137), "Edmonton: Growth before 1851" (pagine 137-142), "Edmonton: Growth after 1851" (pagine 142-149), "Edmonton: Economic history" (pagine 161-172), "Edmonton: Social life" (pagine 172-175), "Edmonton: Local government" (pagine 175-179), "Edmonton: Public services" (pagine 179-181), "Enfield: Communications" (pagine 208-212); da Barry John Bishop in "Excavations at Lower Edmonton and the archaeology of the Lower Lea Valley" (iuransactions Volume 56 2005 London and Middlesex Archaeological Society), pagine 1-26; da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); da Andrew B. Powell "By River, Fields and Factories: The Making of the Lower Lea Valley. Archaeological and cultural heritage investigations on the site of the London 2012 Olympic and Paralympic Games" PDF reperibile su Internet, che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Scavi operati a Montagu Road (in prossimità della stazione di Angel Road, a nord-ovest) ed a Plevna Road (a nord-ovest della stazione di Angel Road, nei pressi di quella di Edmonton Green), quindi, a Lower Edmonton, entrambe confinanti con le pianure alluvionali della Valle del Lea, hanno prodotto prove relative allo sfruttamento di quest'area dal Mesolitico sino ai giorni nostri. Se è vero che soltanto poche prove possano essere interpretate in modo inequivocabile, tuttavia, probabilmente, esse dimostrano meglio una sequenza che inizia con l'abbattimento locale e frammentario dei boschi durante i periodi Mesolitici e Primi Neolitici. La creazione di spazi fu seguita, durante il Primo Neolitico, da tentativi di delineare e delimitare il paesaggio tramite la costruzione di fossati adiacenti e paralleli agli affluenti del Fiume Lea. Anche durante il Neolitico iniziale furono costruiti due grossi fossi curvilinei che potrebbero rappresentare una grande recinzione. Quest'ultima fu seguita da una serie di grandi buche di pali, che rappresentano forse una disposizione di montanti di legno. Nessuna di queste caratteristiche si adatta felicemente ad una semplicistica interpretazione "domestica", per cui, si discute se, invece, si possa trattare di strutture "cerimoniali". Verso la fine dell'Età del Bronzo e nell'Età del Ferro, il repertorio archeologico cambia carattere e diventa dominato da pozzi, buchi di pali, canali e fossati di confine. Essi vengono interpretati come rappresentativi dello sviluppo di un paesaggio agricolo più definito e formalizzato. Un piccolo fossato quadrangolare attinente ad un casolare, ad ovest della stazione di Angel Road, verso il 1911, venne riempito di terra. Alla fine del periodo Preistorico, la zona sembra essere stata abbandonata in gran parte, almeno, in riferimento ad attività archeologicamente visibili. Le strade, con traffico pesante sull'argilla malandata, erano difficili da mantenere, tanto che, ad esempio, nel 1365, durante il Regno di Eduardo III, la strada principale tra Hackney ed Edmonton era quasi impraticabile, per cui, vennero imposti dei pedaggi per ripararla. Dei lasciti testamentari furono fatti da Richard Askew (1551), Ralph Davenant (1552), William Gilbarne (1557), John Sadler (1560), John Wilde (1665), principalmente per riparare Watery Lane (poi Angel Road) e Church Street, ed il citato John Wilde istituì un'Ente benefico per drenare le strade principali durante l'inverno. Angel Road, chiamata Watery Lane nel 1557, e Marsh Lane, alla fine del XVI secolo, seguivano il Torrente Pymme da Fore Street ad Edmonton Marsh. La strada andava in direzione occidentale. Un reticolo di strade serviva fattorie isolate. Jeremy's Green Lane (poi Montagu Road) correva parallela a Fore Street da Watery Lane (poi Angel Road) a Claverings. Lo schema stradale realizzato da verso il 1600 cambiò di poco sino alla metà del XIX secolo. Sino alla costruzione di un ponte sul Fiume Lea nel XIX secolo, non esisteva un strada che attraversasse l'area da ovest adest. Verso il 1548 ed il 1609, vengono citate le gogne (strumenti di tortura) e pali in Angel Road, dove venivano legati coloro che dovevano essere frustati.Fossati post-medievali e post-allineamenti nell'angolo nord-occidentale di Plevna Road possono segnare il confine del Villaggio di Edmonton dal XVII secolo in poi, con il resto di Plevna Road e Montagu Road utilizzate solo per l'agricoltura e per attività marginali come attività estrattive (cave), finché lo sviluppo urbano assorbì i siti durante i secoli XIX e XX. Verso il 1680, per soddisfare una richiesta dei residenti, l'Alto Constabile della Hundred di Edmonton concesse la prima edizione della Fiera di Edmonton, il 14 settembre, che si teneva vicino all'angolo di Marsh Lane (un miglio a sud della stazione di Angel Road, vicinissimo alla stazione di Northumberland Park). Prima del XVIII secolo, i Mercanti Londinesi, a dispetto delle loro proprietà di Edmonton, presero poco parte alla vita sociale. Successivamente, due locali Taverne "The Angel" e "The Bell", divennero il cuore della vita sociale di Edmonton, soprattutto, a partire dal 1776, quando la piccola aristocrazia terriere teneva sale per riunioni pubbliche, limitrofe a "The Angel Inn", all'angolo tra Fore Street e Silver Street ed ancora esisteva nel 1880. "The Angel" funse da punto di riunione per le "Piccole sedute" (Petty Sessions), cioè, Corti locali formate da Magistrati e tenute per una Hundred del XVII secolo, per le Corti del Manor del XVIII secolo (la maggior parte di tali Corti, che esercitavano "view of frankpledge", responsabilità comune di persone nell'ambito di una "tithing o tything", in origine 10 unità tassabili, perciò 1/10 di Hundred, con l'individuazione di una persona responsabile, si preoccupava di perlustrare i fossati, in particolare nella Palude di Edmonton, bloccando i bestiami randagi ed impedire le incursioni nei terreni incolti), per il Consiglio dei Guardiani dal 1837 al 1841, e come ricorda una targa municipale, "The Stamford Hill and Green Lanes Turnpike Trust" dal 1713 al 1826. L'altro pub, "The Bell", fu citato da John Savile nel suo racconto dell'avanzamento di Giacomo I su Londra nel 1603, mentre, nel 1679, vi si tenevano le citate "Piccole sedute". Le citate Taverne vennero abbattute e ricostruite varie volte nel corso dei secoli, ed anche vi fu un interscambio dei nomi, ma nessuna traccia di loro rimane. Nel 1804, una fabbrica la cui attività non è nota si trovava sul lato orientale di Fore Street, vicino all'incrocio con Angel Road. Lungo il Fiume Lea, venivano trasportate economicamente su chiatte legna e carbone. Nel 1804, c'erano un molo ed un magazzino sul Lea vicino ad Angel Road, i commercianti di legname, si stabilirono entro il 1839, e nel 1851, c'erano 11 commercianti di carbone e 10 magazzinieri. La già citata Fiera di Edmonton originariamente, riguardava l'assunzione di domestici e, nel 1813, si dichiarò che si trattava dell'unica ad essere tenuta vicino a a Londra, ma nel 1819, vi era soltanto una "holiday fair". Il suo periodo di maggior splendore fu tra la fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX secolo, quando attirò folle da Londra. La Fiera si svolse per tre giorni ogni anno, in vari pub sino a circa il 1730 e successivamente presso "The Bell". Nel 1805 c'erano tre siti: Statute Field (celebrato in Fairfield Road), The Bell e The Angel. Alla fine del XVIII secolo, sul lato meridionale di Angel Road venne costruito un teatro e nel 1805, venne aperto con una compagnia di commedianti e finanziato dalle signore delle sale delle riunioni pubbliche. Nel 1826, non c'era ancora un ponte sul Fiume Lea, mentre il Torrente Pymme già veniva attraversato da un ponte a Fore Street, chiamato Angel Bridge, una struttura a tre archi di mattoni e pietra, costruita nel 1766 dai Fiduciari della strada e gestito dalla Contea del Middlesex. Angel Place (o Angel Row), quattro coppie di case adiacenti, di mattoni rossi, a due piani con soffitte, venne realizzato nel XVIII secolo, sul lato occidentale di Fore Street (più vicino alle stazioni di Silver Street ed Edmonton Green), tra "The Angel Inn" ed il Torrente Pymme. Altre case costruite in Fore Street prima del 1851 includevano, sempre sul lato occidentale, Sycamore Home, tra Angel Road e Claremont Street (una traversa orientale di Fore Street). Fore Street non fu mai interamente occupata dai ricchi. In maniera crescente, particolarmente a sud di Angel Road e di Silver Street, la zona fu coperta da piccoli caseggiati sovraffollati e case di abitazione. Il 15 settembre 1840, la Northern and Eastern Railway (dal 1844, Eastern Counties e dal 1862, Great Eastern Railway) aprì una linea lungo la Valle del Fiume Lea da Londra a Broxbourne (Hertsfordshire), ma chiamò la stazione "Edmonton", nonostante distasse 3/4 di miglio (1,210 chilometri) dal relativo Villaggio. Nel 1844, la Northern and Eastern Railway venne fittata dalla Eastern Counties Railway, che rilevò la linea e portò lo scartamento dei binari alla distanza convenzionale. Il 1 marzo 1849, la stazione venne chiamata "Water Lane" dalla Eastern Counties Railway, quando divenne una stazione di intersezione con il ramo della stazione di Lower Edmonton (livello inferiore). L'espansione edilizia, che era avvenuta ad Edmonton Green dopo l'apertura della stazione nel 1849, non si verificò però ad Angel Road, nonostante, come avete letto, la stazione fosse stata aperta ben 9 anni prima. Nel 1849, un ramo venne aperto tra Angel Road ed Enfield Town. Dagli anni '60 del XIX secolo, "The Angel" divenne una destinazione per autobus trainati da cavalli. Nel 1862, la stazione di Water Lane venne rilevata dalla Great Eastern Railway e, finalmente, il 1 gennaio 1864, ridenominata "Angel Road". Finalmente, nel 1865, il Fiume Lea venne attraversato da un ponte. Sebbene sin dal 1799, gli abitanti avessero chiesto al Lord un ponte pedonale sul Torrente Pymme all'incrocio tra Jeremy Green Lane (in seguito Montagu Road) con Watery Lane (successivamente Angel Road), nel 1865, c'era ancora solo un guado. Un ponte di legno fu eratto nel 1881 ma fu portato via da inondazioni e sostituito da uno di ferro. Il citato Angel Bridge in Fore Street fu allargato quando il tram venne elettrificato. La maggior parte delle attività industriali della sezione orientale di Edmonton si svolgeva lungo Angel Road e Montagu Road. In particolare, Angel Road, per sua buona posizione tra il Fiume Lea e la Great Eastern Railway (G.E.R), vide il fiorire di industrie dalla metà del XIX secolo. La maggiore fu quella dei Signori Ridley, Whitley and Co., fondata nel 1865 tra il Fiume e New Cut. Nel suo momento di maggiore espansione, tale fabbrica, che produceva stracci per pavimenti, impiegò 900 lavoratori, ridottisi a soli 100 nel 1914, poco prima della sua chiusura. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Angel Road come segue: "sta. on Great Eastern Ry., on NE. border of Middlesex, 8 miles from London". Negli anni '80 e '90 del XIX secolo, si ebbe lo sviluppo edilizio su vasta scala, in gran parte rappresentato da case a schiera, a nord di Silver Street ed in direzione est ed ovest lungo Silver Street ed Angel Road. Nel 1890, vi era un ufficio postale ad Angel Road. Nel 1891, una linea ferroviaria per Cheshunt fu aperta da quella da Angel Road ad Enfield Town in un punto giusto a nord di Bury Street, venendo chiusa nel 1909, a causa dell'espansione inferiore alle attese, riaperta per i lavoratori delle fabbriche di munizioni tra il 1915 ed il 1919 e per i treni elettrici da Liverpool Street ad Hertford e Bishop's Stortford (Hertsfordshire) nel 1960. La sezione della linea tra Angel Road e Lower Edmonton fu chiusa nel 1939. Nel 1897, i "Gotic Works" vennero costruiti a sud di Angel Road, ad est della linea ferroviaria, ma vicino alle fabbriche del gas, di T. Glover & Co., che realizzavano contatori del gas e di R. & A. Main di stufe a gas. Tali due aziende si fusero e, nel 1965, vennero assorbite da Thorn Electrical Industries. Nel 1946, era stata costituita una società affiliata, Main Enamel Manufacturing Co., che nel 1951, aveva costruito una nuova fabbrica in parte del sito dei "Gotic Works". Nel 1889, il Distretto di Fore Street era diviso in tre parti: Fore Street in senso stretto, con 715 case, Silver Street con 702, ed Angel Road con 880, che quattro anni più tardi erano divenute, rispettivamente 876, 984, 999 case. La crescita di Angel Road, sino a quel momento disabitata a causa della sua soggezione alle inondazioni, divenne possibile dopo la costruzione della strada e dopo che i flussi di acqua vennero contenuti con calcestruzzo nel 1883. I lavoratori si trasferirono qui perché, da un lato, la stazione di Angel Road forniva un trasporto conveniente, dall'altro, trovavano lavoro presso i produttori di gas e presso Whitley's. Nel 1901, Aerators Ltd., sorta nel 1897 a Crayford (Kent) per la produzione di sifoni scintillanti, comprò un sito di 3 acri a sud di Angel Road, dove realizzò una nuova fabbrica. L'impresa, che cambiò il nome in "Sparklets", iniziò a produrre munizioni durante la Prima Guerra Mondiale ed ampliò la sua sede. Dopo la Guerra, ridusse la sua attività e vendette la maggior parte del suo sito a British Oxygen Co., trasferendosi a Tottenham verso il 1953, mentre Oxygen citato estese gradualmente gli spazi occupati a 23 acri, occupando nel 1973 circa 1300 persone. Nel 1903, Eley Bros. si trasferì da Tile Kiln Lane e costruì un'estesa fabbrica a nord di Angel Road, tra la ferrovia ed il Torrente Salmon. Nel 1921, l'azienda si strasferì a Waltham Cross ed il sito fu diviso tra diverse altre aziende, di cui la maggiore era Great Eastern Cabinet Co., che nel 1941, dava lavoro a 230 persone,  e Ever Ready Co. (Great Britain), che nel 1935 si trasferì qui da Londra, impiegando nel 1973 450–500 persone. Eley Bros. aveva una fabbrica di cartucce a Tile Kiln Lane vicino a Weir Hall dal 1865 e si trasferì a Angel Road nel 1903. Le vecchie strutture furono vendute nel 1919 ad una ditta automobilistica, ma apparentemente erano scomparse entro il 1926. La London General Omnibus Co. introdusse gli autobus a motore tra la Stazione Victoria e "The Angel" a Fore Street. A nord di Angel Road, le case si estendevano da Fore Street ad est verso la linea ferroviaria e lungo la medesima Fore Street venivano riempiti i vuoti e si ricostruiva. Una serie di negozi copriva entrambi i lati di Fore Street a sud di "The Angel". L'industria, attirata qui da tanti nuovi residenti, crebbe costantemente in Angel Road e si diffuse verso nord lungo il Canale, come mostra la Ordnance Survey Map del 1920. Nel 1921, il Parlamento emanò la "Legge sulle Ferrovie", nota anche come "Grouping Act", con cui, si vollero eliminare le perdite originate da molte delle 120 Società ferroviarie del Paese, sottraendo le ferrovie dalla concorrenza interna, mantenendo alcuni dei vantaggi ottenuti durante la Prima Guerra Mondaile derivanti dal controllo governativo delle stazioni ferroviarie. Le disposizioni della legge entrarono in vigore dall'inizio del 1923, per cui, la Great Eastern Railway divenne parte della London and North Eastern Railway. Nel 1939, cessò il traffico regolare passeggeri sul livello inferiore di Lower Edmonton, sebbene venisse ancora utilizzata come percorso alternativo. Nel 1923-1924, dopo la costruzione di Great Cambridge Road attraverso il centro della Parish di Edmonton, Fore Street cessò di essere la principale direttrice viaria attraverso Edmonton. Nel 1924-1927, Bowes Road, Silver Street ed Angel Road furono trasformate in North Circular Road. Le fabbriche si moltiplicarono su entrambi i lati della strada. Nel 1926 vi erano otto aziende, divenute 38 nel 1937 ed 80 nel 1970, comprese 26 presso Eley's Westate a nord e 36 presso Lea Valley Trading Estate a sud. La maggior parte di queste fabbriche erano di piccole dimensioni e passarono di mano frequentemente; soltanto il 37% delle aziende del 1937 erano ancora in loco nel 1970. Fra le maggiori nel 1941, c'erano Rego Clothiers, che venne da Londra orientale nel 1928 ed impiegò 1.700 persone, B. & I. Nathan, produttore di mobili, che venne da Hackney nel 1930 impiegando 300 persone, e Atlas Lamp Works, che aprì nel 1931 impiegando 200 persone. Nel 1973, Nathan's aveva circa 250 dipendenti, ma la maggiori aziende ereno British Oxygen Co., con circa 1.300 e M. K. Electric Ltd., con circa 3.000. M. K. Electric, fondata nel 1919 come Heavy Current Electric Accessories Co. in spazi fittati oltre Fore Street, avendo nel 1923 cambiato nome e comprato la sua prima fabbrica Wakefield Street. Ne aprì altre a sud di Angel Road ed a nord delle fabbriche di gas nel 1937 e nel 1969 e sulla Eley Estate nel 1958, 1965, 1974. Nel complesso, nel 1974 M. K. Electric possedeva ben 12 fabbriche ed uffici ad Edmonton. Ciò che attrassse le aziende ad Angel Road fu il basso costo dei terreni, dato che si trattava di ex terreni acquitrinosi. Ad est di Montagu Road (vicino alla stazione di Angel Road, a nord-ovest) ed ad ovest della ferrovia, vi furono ulteriori concentrazioni industriali, praticamente accanto alle fabbriche attorno ad Angel Road. Nel 1890, vi erano due produttori di vernici, James Price e Co. e Rolls and Co., a Marsh Side (in seguito la parte settentrionale di Montagu Road). Rolls and Co. esisteva ancora sulla Claverings Estate nel 1973. La Pegamoid produceva panni di pelle, e fu costruita nel 1913 a est di Montagu Road e della ferrovia. Nel 1941, c'erano circa cinque fabbriche nella zona, ma dopo la Guerra, l'Amministrazione locale progettò immobili industriali su entrambe le estremità di Montagu Road per ospitare le numerose aziende che sarebbero state sfollate ricostruendo altrove. Il sito di 6,5 acri di Claverings Farm fu acquisito nel 1949 per l'industria su piccola scala, inclusi l'abbigliamento, l'arredamento e l'ingegneria di precisione. Montagu South, 18 acri, fu acquisito nel 1953 per depositi, stoccaggio di sabbia e zavorra e la produzione di calcestruzzo. Nel 1970, c'erano 25 imprese nel'Area industriale di Montagu South e 26 in nell'Area industriale di Claverings. Charlton Road, che si unì a Montagu Road, a nord di Claverings, osptava Qualcast (Fleetway), trasferito da Tottenham nel 1937 e che impiegava circa 290 persone nel 1973 e Edward Doherty & Sons, trasferito da Tottenham nel 1938 che impiegava circa 250 nel 1973. Entro il 1940, 1124 case erano state costruite sulla Hyde Estate, 208 su Brookfield Estate e 147 su Montagu Estate, entrambe ubicate ad est di Fore Street ed a sud della linea ferroviaria, 164 su Woolmer Estate, a sud di Angel Road, 153 su Galliard Estate, a nord tra la ferrovia e Galliard Road, 114 a Wilbury Way, a sud di Silver Street ed est di Great Cambridge Road. A seguito della nazionalizzazione del 1948, la stazione di Angel Road andò alla Eastern Region della British Railways. Nei decenni successivi, vi furono ulteriori passaggi di gestione della linea tra Società ferroviarie. Nel 1952, Angel Place (o Angel Row), che abbiamo citato in precedenza, era in pessimo stato. Si segnalavano anche poche case di Età media Vittoriana all'incrocio con Angel Road. Dal 1960, si realizzò edilizia abitativa comunale, sia ad Angel Road nord che Angel Road sud. Già sapete che con la costruzione di Great Cambridge Road, Fore Street non rappresentava più la principale strada per attraversare Edmonton in direzione est-ovest. Ormai, tale principale direttrice era rappresentata da Angel Road e Silver Road, trasformate in North Circular Road. L. Hall (Edmonton) Ltd., importatori di legname e produttori gestori di una segheria, che avevano aperto a Dorford Wharf presso Angel Road nel 1928, impiegavano circa 100 persone nel 1973. Il già citato Teatro della fine del XVIII secolo sul lato meridionale di Angel Road proseguì come Theatre Royal sino alla sua conversione nel Cinema Hippodrome verso gli anni '20 del XX secolo; successivamente, non più utilizzato dal 1952, venne abbattuto verso il 1961. Dal punto di vista amministrativo, nel 1933, esistevano i Distretti di Bury Street, Church Street, Angel Road, Silver Street, che disponevano ciascuno di 7 Consiglieri. Nel 1965, con la creazione della Greater London, Angel Road venne inclusa nel London Borough of Enfield. Nel 1974, poi, fu costruita una nuova sezione della North Circular Road a sud della stretta e congestionata Silver Street. Dal 1977, la North Circular Road venne deviata sotto Fore Street tramite un sottopassaggio, consentendo di ridurre notevolmente la congestione del traffico, il che avrebbe potuto stimolare altri interventi migliorativi in campo ambientale, ma poco si fece, tranne la rimozione di una successiva caratteristica della località, il segno di benvenuto ed addio arcuato su Fore Street. Oggi, Angel Road, pur essendo in (relativa) prossimità di uno spazio verde grazioso, Pymmes Park, rimane uno dei luoghi meno indicati di Londra per fare compere, ed è dominato da un esteticamente criticato "Discount". La stazione di Angel Road è una delle meno trafficate di Londra, anzi, per la precisione i binari, visto che manca una vera e propria stazione. L'area circostante, ormai, è occupata da aziende non industriali ed ex stabilimenti di produzione del gas. Il London Borough of Enfield vorrebbe rilanciare l'area e la stazione, con il sostegno della Greater London Authority, in modo rivitalizzare l'area con migliaia di nuove case.

Enfield - Visita guidata

Il percorso recintato che dovete seguire per raggiungere la strada

Il percorso recintato che dovete seguire per raggiungere la strada

Salendo le scale alla fine del percorso, si raggiunge il livello stradale

Salendo le scale alla fine del percorso, si raggiunge il livello stradale

Rotatoria

Rotatoria

Il cartello segnala "Conduit Lane"

Il cartello segnala "Conduit Lane"

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it