www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Sloane Square

Sintesi

Sloane Square è una stazione della metropolitana (Circle Line, District Line).

Distanza dal centro: 2,2 miglia.

Attrattiva: notevole.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, siete a Holbein Place, all'angolo con Sloane Square, che per la forma, si potrebbe quasi chiamare "Circus". Da tale piazza fuoriescono sei strade: 1. verso sud-ovest, la lunga ed animata King's Road. Innanzitutto, deviate sulla sinistra, appena vedete un palazzo rossastro con un portico con due colonne, con la scritta Duke of York Square, nei cui pressi si svolge Duke of York Square Market. Passate sotto il portico ed osservate la piazza, all'interno della quale annualmente si tiene Bada Antiques & Fine Art Fair. Proseguite sino a giungere la celebre Saatchi Gallery. Andate ancora avanti, sino a Burton Court, che appartiene al Royal Hospital di Chelsea, capolavoro architettonico di Wren. Trovate poi, lungo Royal Hospital Road, il National Army Museum. Seguendo la medesima strada giungete al Chelsea Physic Garden. A tal punto, tornate su King's Road. Sul lato sinistro, ammirate Wellington Square e le case che la attorniano, andate avanti sino alla Chelsea Old Town Hall, oggi sede di diversi eventi, come lanci di prodotti, moda, esposizioni e promozioni, letture, incontri e cene danzanti, oltre che matrimoni civili. Continuate sino a Chelsea Antique Market. A tal punto, fermatevi e riposatevi nel piccolo spazio verde Dovehouse Green, sulla sinistra, per cui dovete attraversare; 2. in direzione esattamente opposta alla precedente, verso nord-est, seguite Cliveden Place, poi Eaton Gate per raggiungere Eaton Square Gardens ed ammirare gli edifici circostanti; 3. verso nord, seguite la lunga Sloane Street, sulla destra superate subito Holy Trinity Church, proseguite diritto lasciando Cadogan Place Gardens sulla destra. Proseguendo ulteriormente andate verso la stazione di Knightsbridge, quasi approssimando prima la parte posteriore dei celebri Magazzini Harrod's; 4. verso ovest, seguendo Symons Street, senza, però, trovare nulla di rilevante; 5. verso sud-est, seguendo Holbein Place, da cui eravate partiti, ma anche qui nulla da "dichiarare"; 6. verso sud, seguendo Lower Sloane Street, senza trovare siti di interesse.

Toponimo

In origine, l'area oggi corrispondente a Sloane Square comprendeva "East Field" e "Great Bloody Field" (v. "Storia"). L'attuale nome discende da Sir Hans Sloane (1660-1753) che comprò il Manor di Chelsea nel 1712. Egli fu: 1. Fisico (studiò Botanica nel Chelsea Physic Garden, dove si trova una sua statua, e fu un pioniere della tassonomia e classificazione delle piante), 2. Imprenditore (inventò la cioccolata al latte, che commercializzò con successo, cedendone poi la ricetta ai fratelli Cadbury); 3. Collezionista d'arte e libri (lasciò in eredità la sua collezione alla Nazione, che rappresentò il nucleo iniziale del British Museum); 4. Filantropo: fornì degli spazi di sepoltura addizionali necessari, oggi, Dovehouse Green). Oltre che a Sloane Square, diede il suo nome a Hans Crescent ed a Sir Hans Sloane Square nel suo luogo natale, Killyleagh (Irlanda). Un suo ritratto, del 1729, realizzato da Sir G. Kneller, fa parte della Chelsea Print Collection. Va sottolineato, però, che a Sir Hans Sloane va anche addebitato l'abbattimento di molti vecchi edifici di Chelsea, tra cui la Manor House.

Storia

1. Eventi storici di rilievo

Mettendo assieme le informazioni riportate da Thomas Faulkner in "An historical and topographical description of Chelsea and its Environs", Volume 1 pagina 43 (1829), da Henry Purcell in "Middlesex & Hertfordshire Notes and Queries", Volume 2 (1896), da Peter Cunningham in "A handbook for London: past and present" (1849), da Henry Benjamin Wheatley, "London Past and Present, its history, associations and traditions" Volume 2, pagina 345 (1891), siamo riusciti con molta fatica a ricostruire le vicende iniziali dell'area. In origine, vi era un sentiero attraverso i campi usato da contadini e giardinieri per raggiungere i loro terreni. La strada che andava da Lower Grosvenor Place a Fulham, entrando nell'attuale Sloane Square, attraversava il Westbourne, un piccolo tributario del Tamigi. Questo corso d'acqua, originariamente nasceva ad Hampstead, scorreva attraverso Kilburn, Bayswater, Knightsbridge, Chelsea, confluendo nel Tamigi nei Ranelagh Gardens. Nel 1730, su richiesta della Regina Carolina, moglie di Giorgio II, il Westbourne venne arginato ad Hyde Park, al fine di rendere l'area più carina. Le aree acquitrinose del Parco reale vennero inondate, creando il celebre "Serpentine". Tuttavia, le acque divennero stagnanti, essendo i forti temporali l'unico rimedio per movimentare le acque. Molte persone morirono dopo essersi immerse. In aggiunta, sul fondo, si formò uno spesso strato di melma, abbastanza appiccicoso da intrappolare e soffocare quelli che vi rimanevano bloccati, tanto che in 15 anni si registrarono 117 decessi. Nel corso del tempo, il Westbourne, divenne sempre più inquinato, cessando per questo la sua funzione di alimentare il Serpentine, le cui acque oggi vengono pompate direttamente dal Tamigi, ricevendo l'appellativo di "Ranelagh Sewer" (Sewer = Fognatura), che venne deviato verso est nel 1834. Inoltre, la crescita urbana di Chelsea, Paddington e Belgravia richese spazio, per cui, l'ex Westbourne, divenuto "Ranelagh Sewer" venne coperto a partire dal 1827, sino al 1854. Per cui, da allora, il Westbourne è uno dei "Lost rivers" di Londra che scorre sottoterra in una conduttura. Tornando all'attule Sloane Square, l'attraversamento del Westbourne veniva effettuato tramite un ponte, che dai tempi antichi era detto "Bloody Bridge" o "Bloody Gate". Il sovracitato Thomas Faulkner riporta che in antichi documenti il ponte era detto "Blandel Bridge" (ndr anche Blundel Bridge), alterato poi in "Bloody Bridge" in conseguenza del gran numero di rapine ed omicidi commessi in situ. Il ponte si trovava all'intersezione tra Sloane Square (lato orientale) con Cliveden Place (un tempo Westbourne Place). Nei conti degli Amministratori civili di Chelsea, si trova una registrazione della fine del XVI secolo che fa riferimento al ponte: "Anno 1590. John Dukes was this year enjoyned to make a causie at Bloody Gate.". L'attuale strada che passa per Eaton Square (in passato, Five Fields) e Sloane Square (in passato, East Field e Great Bloody Field) e prosegue lungo King's Road, corrisponde, come leggerete tra poco, alla strada privata del Re da St. James's Palace ad Hampton Court e Windsor, in tempi successivi a Kew. Dopo alcune discussioni tra il Governo ed i residenti di Chelsea, il sentiero, originariamente usato da contadini e giardinieri per raggiungere i campi, venne convertito in una "coach-road", strada per carrozze. Ecco così che, quello che prima della Restaurazione (1660) era semplicemente un ponte pedonale di legno, con tavole ed assi, divenne per ordine di Carlo II (1660-1685), una struttura permamente di pietra, ampia 14 piedi, ad uso del Re, cioè, una strada reale privata. Tuttavia, nel maggio e nel giugno 1719, Sir Hans Sloane, in qualità di Lord del Manor di Chelsea, con altri proprietari, rivolsero una petizione (riportata integralmente da Thomas Faulkner) al Ministero del Tesoro per far rispettare il diritto di passaggio. Così, solo determinate persone ottennero il privilegio di usare la strada privata, rilasciando loro delle etichette metalliche che riportavano una corona "G.R" e la dicitura "The King's Private Road". Soltanto a Natale del 1829, i "Commissioners of Woods and Forests" rinunziarono ai diritti sulla strada privata, che, pertanto, divenne una strada transitabile pubblica. Da quel momento, le spese di riparazione gravarono sulla Parish. Il ponte, pur perdendo il suo nome (divenendo Grosvenor Bridge), quando venne progettata Belgravia da Cubitt, ancora esisteva nel 1811. Relativamente allo sviluppo edilizio dell'area, molte informazioni si trovano nelle pagine dedicate allo sviluppo di "Hans Town" riportate in "A History of the County of Middlesex: Volume 12, Chelsea" (2004). Per ragioni di spazio, ci limitiamo a sottolineare come l'area dell'attuale Sloane Square fu il confine tra le due più vaste aristocratiche tenute di Londra, Grosvenor Estate e Cadogan Estate. La piazza rientra in "Hans Town" progettata nel 1771 da Henry Holland Senior e Henry Holland Junior. Sino agli anni '70 del XVIII secolo, la vasta area della Parish che si distendeva da Knightsbridge a nord verso King's Road era ancora rappresentata da campi ed orti, con pochi edifici, tranne un paio lungo la strada citrata e sulla piccola Lowndes Estate nell'estremo angolo nord-orientale della Parish. Nel 1771, Henry Holland Senior, Imprenditore edile, e suo figlio Henry Holland Junior, Architetto, proposero uno schema ambizioso per 89 acri di terreni lungo i confini orientali della Parish, che appartenevano agli eredi di Sir Hans Sloane (poi divenuti parte della Cadogan Estate). Tra questi ed Henry Holland Junior venne raggiunto un accordo. "Hans Town", come era nota originariamente, divenne il modello di molte nuove "città", che nascevano attorno al centro di Londra. I danni patiti da Chelsea durante la Seconda Guerra Mondiale furono notevoli, data la vicinanza a Westminster. La stazione di Sloane Square, appena ricostruita nel 1940, venne totalmente distrutta da un bombardamento tedesco del 1941.

2. Chelsea Physic Garden

Il Giardino venne fondato nel 1673, al fine di consentire ai tirocinanti di studiare le qualità dei diversi tipi di piante ed imparare ad identificarle. Il sito venne scelto per la vicinanza al Tamigi che originava un microclima più tiepido che permetteva a numerose piante non native di soprvvivere, soprattutto durante i rigidi inverni britannici. Inoltre, il Fiume fu un importante via di comunicazione, dato che collegava il Giardino ad altri spazi aperti, come Putney Heath, agevolando il movimento di Botanici e piante. Dal XVIII secolo, il Giardino cerca di sviluppare ottime comunicazioni con quelli che lavorano nello stesso ambito. Qualche anno dopo, Sir Hans Sloane, di cui avete letto in merito a Sloane Square e Sloane Street, comprò il Manor di Chelsea da Charles Cheyne. Quattro acri di terreno vennero fittati perpetuamente alla "Society of Apothecaries" per cinque sterline. Si realizzarono ambienti per consentire la sopravvivenza di diversi tipi di piante, come lo stagno roccioso, con diversi tipi di pietra, tra cui quelle della Torre di Londra, lava islandese (portata qui da Sir Joseph Banks nel 1772, sulla nave " St. Lawrence"), mattoni e selci, che venne terminato il 16 agosto 1773. Nel 1848, Robert Fortune impiegò una sorta di piccole serre per trasportare semi di té (Camelia sinensis) dalla Cina, il che portò alla nascita dell'indusria del té in India. Nel 1876, il Giardino ampliò il suo orizzonte, creando un corso per giovani donne che studiavano per diventare insegnanti di Botanica. Alla fine del XIX secolo, gli Amministratori della "City Parochial Foundation" subentrarono alla "Society of Apothecaries" nella gestione del Giardino. Nel 1983, esso divenne "Registered charity" ed aprì al pubblico per la prima volta. L'ingresso è a pagamento, eccetto per i bambini sotto ai 5 anni.

3. Royal Hospital di Chelsea

Il Re Carlo II (1660-1685), seguendo l'esempio parigino de "Les Invalides", ritenne di creare un Ospizio per i veterani di guerra che avevano combattuto per il loro Pese e per quelli "afflitti" dall'età o dalla guerra. Affidò il progetto a Sir Christopher Wren, i cui eleganti edifici si ergono imponenti vicino alle rive del Tamigi. I residenti sono conosciuti come "Chelsea Pensioners".

4. National Army Museum

E' il Museo dell'Esercito britannico, quindi, potete facilmente immaginare cosa trovate, per cui, non ci dilunghiamo, offrendovi sulla sinistra una fotografia. Piuttosto, riteniamo opportuno segnalarvi la missione: "To gather, maintain and make known the story of the British Army and its role and impact in world history. To provide a museum experience that meets the widest range of public need and connects the British public with its Army.". Molto opportunamente, la visita del Museo, come pure del relativo sito web, può essere differentemente interpretata, in base al modo di pensare di ognuno. Pertanto, i visitatori sono avvertiti che "The National Army Museum presents historical fact. We know that many different people will interpret the information that we provide, both on our website and in the galleries, in different ways. We recognise that while many people in Britain and beyond will support some of the actions of the British Army in the past, today, and in the future, others will disagree with or condemn these actions. Our concern is to provide the facts that may help our users to form their own opinions, either through a visit to this website or to the Museum itself.".

Pimlico Market

Ne abbiamo trattato nell'ambito di una specifica pagina web, trattando dei Mercati di Londra. Facciamo presente che, pur essendo vicino a Sloane Square, il Mercato si trova nella City of Westminster.

Kensington & Chelsea- Visita guidata

Sloane Square

Sloane Square

L'ingresso di Duke of York Square

L'ingresso di Duke of York Square

Duke of York Square Market - Merce in vendita

Duke of York Square Market - Merce in vendita

Un angolo dei giardini del Royal Hospital di Chelsea

Un angolo dei giardini del Royal Hospital di Chelsea

Un cannone esposto all'esterno del National Army Museum

Un cannone esposto all'esterno del National Army Museum

Chelsea Physic Garden - Ingresso

Chelsea Physic Garden - Ingresso

Wellington Square

Wellington Square

Chelsea Old Town Hall

Chelsea Old Town Hall

Dovehouse Green

Dovehouse Green

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it