www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Chancery Lane

Sintesi

Chancery Lane è una stazione della metropolitana (Central Line). Si trova giusto al confine tra la City of London, il London Borough of Camden e la City of Westminster, prossima all'omonima strada, direzionata nord-sud, che si trova tra High Holborn (a nord) e Fleet Street (a sud). In origine, denominata "New ſtreete" (Nuova Strada), essendo di nuova realizzazione da parte dei Cavalieri Templari, verso il 1160-1161, divenne poi "Vico conversorum" e "Convers lane", per la presenza della "House of Converts" (Casa degli Ebrei Convertiti), fondata da Enrico III (1216-1272) allo scopo di convertire gli Ebrei alla Cristianità, divenendo poi "Chancelar Lane" e "Chancellor Lane", in riferimento a Ralph (o Ralf) Neville, Vescovo di Chichester e Lord Cancelliere (Chancellor) d'Inghilterra, che entrò nel possesso dell'area attorno alla strada, quando, nel 1227, Enrico III gli diede un terreno per un palazzo in questa stradina, ed infine, si affermò nel 1454 "Chauncery lane", dato che, a seguito dell'Espulsione degli Ebrei dall'Inghilterra, avvenuta nel 1290 per ordine di Eduardo I, la Casa sovracitata era stata annessa al Custode dei Rotoli ("Custos Rotolorum" o "Master of the Rolls") il cui compito era quello di tenere i documenti della "Court of Chancery" (Cancelleria).

Distanza dal centro: 1,4 miglia.

Attrattiva: notevole, anche dal punto di vista storico e giuridico.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, andando in direzione est, seguite Holborn. Inizialmente, sul lato destro vedete Staple Inn (l'unica "Inn of Chancery" sopravvissuta ampiamente intatta), sul lato destro Holborn Bars. Proseguite e girate a sinistra in Hatton Gardens, sino a giungere in Ely Place, dove insiste la Chiesa Cattolica di St Etheldreda, preceduta dal pub Ye Olde Mitre. Di ritorno, attraversate Holborn Circus ed immettetevi in St. Andrew's Street, in modo da raggiungere la Chiesa di St. Andrew Holborn. Se, invece, andate in direzione ovest, lungo High Holborn, la prima strada a sinistra è Southampton Buildings, la seconda Chancery Lane. Imboccate quest'ultima e camminate per raggiungere Lincoln's Inn Fields, prossimi alla stazione di Holborn, uno spazio verde che rappresenta la più vasta piazza di Londra e la più vecchia di Camden (vi insiste uno spazio pubblico almeno sin dal XII secolo). Se, invece, andate in direzione nord, imboccate Gray's Inn Road. Dopo aver superato Gray's Inn Library, raggiungete Gray's Inn Gardens, Gray's Inn Square e South Square Gardens. A tal punto, imboccate Baldwin's Gardens, seguitela per tutta la sua lunghezza sino a Leather Lane, dove si svolge un Mercato di strada. Tornando alla stazione, cercate St. Alban the Martyr, lungo la strada quasi parallela, Brooke Street.

Toponimi

a. Da "Newstrate" a "Convers Lane" a "Chancellor Lane" a "Chancery Lane"

"Civitas Londinum" è una mappa che raffigura una veduta di Londra vista dall'alto, stampata per la prima volta da blocchi di legno intorno al 1561. Ampiamente nota come la "Mappa di Agas", da una spuria attribuzione a Ralph Agas (1540-1621), essa offre una veduta riccamente dettagliata sia degli edifici che delle strade della città e del suo ambiente. Nessuna copia sopravvive dal 1561, ma una versione modificata fu stampata nel 1633. Orbene, osservando tale Mappa, nella parte centrale, si nota una strada direzionata nord-sud, tagliata a nord da "Houlburne" (oggi High Holborn) ed a sud da "Fleete Streate" (oggi Fleet Street). E' l'attuale Chancery Lane, il cui nome, però, è cambiato nei secoli:

  1. In origine, alla strada venne attribuito un nome che evidenziasse il fatto che fosse di nuova costruzione, effettuata verso il 1160-1161 dai Cavalieri Templari; pertanto, si chiamò "Newstrate" (1227), "Neustrate," (1231), ""novo vico" chiamato "Newstrete" (1232), "Newestret" (1235), "Nova Strata" (1317), trovandosi altresì "New ſtreete", "New ſtréete", "Newe ſtreete", "Newſtreet", "Newſtréet", "New(e)strate", che in Inglese Moderno, si scrive "New Street" (Nuova Strada). La prima delle versioni sovraindicate che risulta essere documentata ricorre il 19 luglio 1227 a Westminster, in riferimento ad una concessione a Ralph, Vescovo di "Cycestre", Cancelliere del Re (King's Chancellor), e suoi assegnatari (cessionari), di Westminster, di terra con un giardino a "Newstrate" di fronte al terreno del suddetto Vescovo in quella strada, di cui John Herlizun aveva subito la confisca e che era stata incamerata dal Re secondo le libertà della Città di Londra; detto Vescovo era tenuto a rendere il servizio dovuto ai Lords della "fee";
  2. Successivamente,  nel XIII secolo, l'area divenne famosa per la presenza della "House of Converts" (Casa degli Ebrei Convertiti), fondata nel 1232 da Enrico III (1216-1272) per lo specifico scopo di convertire gli Ebrei alla Cristianità. Il nome New Street fu perciò abbandonato per quello di "Vico conversorum", "Convers Lane" (1278) o "Converts Lane", "Converslone" (1338). L'esistenza della citata Casa è raccontata dallo Storico John Stow: "and then nexte was sometime the house of the converted Jewes, founded by King Henry the third, in place of a Jewes house to him forfeited, in the yeare 1233". Inoltre, il citato Enrico III, nel Diciassettesimo Anno del suo Regno, fece costruire anche una Chiesa dove custodire i Rotoli e Documenti della Cancelleria: "also had built for them a faire church now used, and called the Chappell for the custodie of Rolles and Records of Chancerie.". Sempre John Stow riporta che gli Ebrei Convertiti e gli Infedeli venivano battezzati, venivano istruiti alle Vie di Cristo, e vivevano nella Casa, sembra per prescrizione legale, sotto la guida di un Ordinato per governarli. Non è chiara la durata della loro permanenza coatta nella Casa. Nel 1290, Eduardo I (1272-1307) decise che persino gli Ebrei Convertiti non fossero gratiti nel suo Regno, visto che gli Ebrei furono banditi dall'Inghilterra ed espulsi in massa (addirittura, fu illegale per gli Ebrei celebrare il loro CUlto in pubblico sino al 1656, quando Oliver Cromwell, con un occhio rivolto ai ricchi Ebrei espulsi dalla Spagna e dal Portogallo dall'Inquisizione, annullò il divieto di Eduardo I);
  3. Il nome attuale trae la sua origine da Ralph (o Ralf) Neville, Vescovo di Chichester e Lord Cancelliere (Chancellor) d'Inghilterra, che comprare per la prima volta nei documenti storici nel 1207 al servizio del Re Giovanni Senza Terra (e morì nel 1244): l'area attorno alla strada andò in suo possesso quando, nel 1227, Enrico III gli diede un terreno per un palazzo in questa stradina (che già abbiamo riportato al punto 1); ciò spiega i nomi di Bishop's Court e Chichester Rents, piccole svolte da Chancery Lane. Ecco, quindi, che nel corso del tempo, il nome ricorre in diverse varianti simili: "Chancelar Lane", "Chancellor Lane", "Chancerie lane", "Chancery Lane", "Chancery Lane end", "Chaunceler Lane", "Chauncerie lanes end", "Chauncery lane", "Chauncelereslane" (1338), "Chauncelleres lane" (1340), "le Chaunceler lane" (1384), "Channsler Lane" (1515), "Chauncler Lane" (1520). Pertanto, "Chancery Lane" appare come una variante di "Chancellor's Lane" e John Stow la chiama "Chancelar Lane" in diversi luoghi e si riferisce al Palazzo del Cancelliere (Chancellor), ivi ubicato. Con l'espulsione degli Ebrei, la Casa ebbe molti meno Convertiti e divenne eccedentaria rispetto alle necessità: nel 1377, la Casa fu annessa al Custode dei Rotoli ("Custos Rotolorum" o "Master of the Rolls") il cui compito era quello di tenere i documenti della "Court of Chancery". La parola "Chancery" deriva da "Chancellor" e per diversi secoli il "Master of the Rolls" tenne anche il titolo di "Lord Chancellor": l'influente Consigliere di Enrico VII, John Morton, fu uno di questi, e di Enrico VIII, fu Thomas Cromwell. Così, ad un secolo dalla partenza degli Ebrei, la strada venne ad essere nota come "Chancellor's Lane" e dal XV secolo, fu alterata nella sua forma attuale, la cui prima ricorrenza documentata ricorre nel 1454, Trentaduesimo Anno del Regno di Enrico VI (1454), esattamente l'8 febbraio, in relazione ad una autorizzazione alla vendita in manomorta, concessa a Westminster, da Nicholas Wymbyssh (Westminster), uno degli Impiegati della "Chancery" (Cancelleria), al Priore ed Convento di Nocton Parke, presso Lincoln, di una dimora in "Chauncerylane"' nella Parish di St. Dunstan, "Fletstrete", nel sobborgo di Londra, tenuta in "burgage" (possesso di terreni in cambio di servizi o canone annuale) gratuito ed esteso a 46s. 8d. annui, come rilevato da una "inquisition" condotta davanti a John Norman, Sindaco di Londra e locale Incameratore dello Stato; da mantenere al valore di 4 marchi all'anno in parziale soddisfazione del 20l. di terreni e canon d'affitto che avevano licenza di acquisire con lettere di autorizzazione del 22 novembre del Ventisettesimo Anno del Regno di Enrico VI. Il nome, ormai più o meno odierno, si ritrova identicamente, o lievemente alterato come "Chauncery-Lane" in successivi documenti del XVI ed inizio XVII secolo (noi lo abbiamo individuato ben dieci volte dal 1539 al 1628) nel Giornale (Journal) della Camera dei Lords e nei "Middlesex Sessions Rolls".

b. Lincolns Inn (o Lincoln's Inn)

Il nome è documentato per la prima volta nel 1422 come "Hospicium de Lincolsin", leggendosi successivamente "Lyncolnesyn" (1427), "Lyncollysyn" (1437), "Lyncolnes Inne" (1488). Per approfondimenti, si fa rinvio allo specifico paragrafo.

c. Grays Inn (o Gray's Inn)

Il nome è documentato per la prima volta nel 1203 come "Purtepol(e)" (che ricorre frequentemente sino al 1309). Successivamente, si legge "Portepol(e)" (1240 e frequentemente sino al 1535), "Portepul" (1249, 1329), "Portepulle" (1362), "Portpole juxta Holeborn" (1371), "Pourtepol" (Regno di Enrico III; 1274, 1302, 1316, 1322, 1323, 1340), "Purtepol Sokne" (1294), "Portpole Maner vocat' Grays Inn in Holborne" (1396), "Portpulbrigg" (1380), "Grayesin" (1403), "Greys yn londes" (1413), "Manor of Portpole commonly called Greyesynne" (1506), "Purpoole" (1586), "Perpoole" (1624). Per approfondimenti, si fa rinvio allo specifico paragrafo.

d. Staple Inn

Il nome è documentato per la prima volta nel 1333 come "Stapledhalle". Successivamente si legge ""Stapelhyne in Holbourne" (1436), "Staple Inne" (circa 1440, 1583), "le Stapelhalle" (1407). Per approfondimenti, si fa rinvio allo specifico paragrafo.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si traggono da "Civitas Londinum A Survey Of The Cities Of London And Westminster, The Borough Of Southwark And Parts Adjacent In The Reign Of Queen Elizabeth" (attribuito a Ralph Agas circa 1560); sono fornite da John Stow in "A survey of London, written in the year 1598" (1842); da James Howell, in "Londinopolis: An Historicall Discourse or Perlustration Of the City of London" (1657); da William Faithorne "The Elder" nella Mappa di Londra (1658) realizzata per il proprietario terriero del Somerset Richard Newcourt (stampata in quattro fogli, fornisce importanti dati sulla Città prima del Grande Incendio del 1666); da John Strype in "A Survey of the cities of London and Westminster ... : written at first in 1598; much enlarged, and ... brought down from the year 1633 ... to the present time" (1720); da Walter Thornbury in "Old and New London: Volume 1" (1878), alla voce "Fleet Street: Northern tributaries - Chancery Lane" (pagine 76-92) ed in "Old and New London: Volume 2" (1878), alla voce "Holborn : To Chancery Lane" (pagine 526-542); si leggono in "The Black Books of the Honourable Society of Lincolns Inn" 4 Volumi (1897); in "Calendar of the Charter Rolls Preserved in the Public Record Office Volume 1 Henry III A.D. 1226-1257" (1908), pagina 51; in "A History of the County of London: Volume 1, London Within the Bars, Westminster and Southwark" (1909), alla voce "Hospitals: Domus conversorum" (pagine 551-554); in "Calendar of Patent Rolls Henry VI Volume VI A.D. 1452-1461" (1910), pagine 152-153; sono fornite da Henry A. Harben in "A Dictionary of London "(1918), alla voce "Chancery Lane"; si leggono in "Records of the Templars in England in the Twelfth Century" (1935); sono fornite da Gillian Bebbington in "London Street Names" (1972); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); da Caroline Taggart in "The Book of London Place Names" (2012), pagine 52-53; si leggono in "Chancery Lane" (The Agas Map of Early Modern London), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

I ritrovamenti Preistorici nell'area sono rari e di diversa natura e, sino ad ora, vi sono scarse prove di una vasta occupazione in tale periodo dell'area di Lincoln’s Inn (ad ovest della stazione di Chancery Lane, ma vicino alla stazione di Holborn). In prossimità di Chancery Lane, Holborn e Kingsway, vennero rinvenute diverse asce a mano risalenti al Paleolitico. Come sapete dal "Toponimo", Chancery Lane venne costruita verso il 1160-1161 dai Cavalieri Templari su terreni di loro proprietà. Si sviluppava in direzione nord-sud tra Fleet Street (a sud) ed Holborn (a nord). Venne denominata in origine "New Street" ed era una strada che collegava il vecchio quartiere generale dei Templari ad Holburn con il loro "New Temple". Nei documenti dei Cavalieri Templari, nel 1162, si legge "parochia Sancte Andree de Holeburne", al cui riguardo, rinviamo al paragrafo dedicato alla Chiesa di St. Andrew Holborn. Nel 1223, i confini della City of London vennero estesi a Newgate oltre le mura costruite dai Romani per proteggere Londinium. A marcare il nuovo confine vi erano "Holborn Bars", che si trovavano un poco ad ovest rispetto a Brooke Street (vicino Chancery Lane) e segnavano la fine delle Libertà (autonomia, discrezionalità) della City in quella direzione. Il sito è delimitato da due obelischi di granito che portano lo stemma della City. La "Corporazione di Londra", in precedenza, riceveva il dazio di un penny (talvolta due) dai carretti e carrozze dei "non-freemen" che entravano nella City. Tali dazi erano riscossi presso sei "bars" (banconi), di cui uno era proprio "Holborn Bars". Riallacciandoci a quanto detto sopra in merito ai Cavalieri Templari, lo Storico John Stow informa che "Oltre i "Bars", nei tempi antichi, esisteva un Tempio costruito dai Templari, il cui ordine iniziò nel 1118, nel Diciannovesimo Anno del Regno di Enrico I (che regnò dal 1100 al 1135). Tale Tempio venne abbandonato ed andò in rovina sino all'anno 1184, quando i Templari costruirono un Nuovo Tempio in Fleet Street, vicino al Tamigi (gran parte del vecchio Tempio venne abbattuta successivamente, nell'anno 1595). L'attuale nome, Chancery Lane, secondo una prima teoria, risale al tempo di Ralph Neville, Vescovo di Chichester e Lord Cancelliere d'Inghilterra. L'area attorno alla strada divenne suo possedimento quando nel 1227, Enrico III, che regnò dal 1216 al 1272, gli diede della terra per realizzare un palazzo in questo viottolo (= Lane). Pertanto, Chancery Lane è un'alterazione di "Chancellor Lane" e fa riferimento agli edifici dove venivano custoditi i documenti ufficiali dell'Ufficio del Lord Cancelliere, noto come "Rolls of the Court of Chancellory" (Chancellery = Chancery). Infatti, John Stow, quasi quattro secoli dopo, nel suo "Survey of London" (1598) scrive "Chancelar Lane" in molti luoghi e fa riferimemento al "Chancellor’s Palace", che era ubicato qui. Nel 1232, vi fu un provvedimento che rappresenta un momento cupo nella storia della persecuzione degli Ebrei. Il Re Enrico III (che regnò dal 1216 al 1272) fondò la Domus Conversorum o "House of Converts" a New Street (che perciò venne detta anche Converts Lane), che in Inghilterra, rappresentò la principale Casa di indottrinamento, dove gli Ebrei erano costretti a rinunciare alla loro Fede, separati dalla loro comunità ed formati alla Religione Cristiana. Il citato Re promise per il mantenimento degli Ebrei Convertiti e di due Cappellani che avrebbero celebrato i servizi religiosi nella locale Cappella (la quale, unitamente agli edifici adiacenti, sarebbe stata costruita, stando a Matthew Paris, nel 1233), la somma annuale di 700 marchi a carico del Tesoro, sino a quando Egli o i suoi eredi avessero disposto diversamente. Stando a John Stow, gli Ebrei convertiti ed i Miscredenti venivano battezzati, gli venivano insegnate le Vie del Signore, e poi vivevano nella Casa, per legge sembrerebbe, sotto la guida di un Ordinato. Non è chiaro quanto tempo fosse richiesto ai Convertiti di permanere nella Casa. Inoltre, nel Diciassettesimo Anno del suo Regno, Enrico III fece erigere anche una Chiesa, chiamata "Cappella per la custodia dei Rotoli e dei Documenti della Cancelleria" ("Chapel of the Master of the Rolls" o semplicemente "Rolls Chapel"). Walter Thornbury (op. cit.) riporta che Chancery o Chancellor's Lane "doveva essere un semplice pantano, o tracciato per carretti durante il Regno di Eduardo I (ndr 1272-1307) perché Strype ci dice che in quel periodo era diventato così invalicabile per Cavalieri, Monaci e Cittadini, che John Breton, Custode di Londra, l'aveva sbarrato, per 'impedire ogni danno', ed il Vescovo di Chichester, la cui casa era lì (ora Chichester Rents), tenne alte le sbarre dieci anni; alla fine di quel tempo, a seguito di un'indagine sui problemi di Londra, al Vescovo fu accusato di aver innalzato due basi ed una sbarra, "per cui gli uomini con carri ed altre carrozze non potevano passare". Il Vescovo implorò l'ordine di John Breton, e allo Sceriffo fu pertanto ordinato di rimuovere l'ostacolo, e gli uomini incappucciati con i loro carri ancora una volta usarono le loro fruste e fischiarono ai loro cavalli su e giù per il lungo vicolo in disuso.". Un tempo, le monete erano di oro puro e argento, ed attraverso l'uso quotidiano erano soggette ad usura, per cui, non le monete non erano perfettamente rotonde: di conseguenza, tagliare o limare una piccola quantità dalla moneta difficilmente sarebbe stato notato ed i pezzi tagliati venivano poi fusi in barre e venduti ad un Orafo o usati per fare monete contraffatte. Nel 1290, il Re Eduardo I, dopo aver fatto impiccare 280 Ebrei per aver tagliato moneta ed espulse tutti gli Ebrei dall'Inghilterrra ed attribuì metà delle loro proprietà ai Predicatori che tentavano di convertire gli Ebrei e metà alla Domus Conversorum, in Chancellor's Lane. Nel 1377, Eduardo III (che regnò dal 1327 al 1377) ordinò che gli edifici della Domus Conversorum venissero anche dati al Custode dei Rotoli della Cancelleria e divenne, poi, l'Ufficio del Maestro dei Rotoli della Corte della Cancelleria, che venne creato per Autorità Reale. Una volta che la Casa divenne parte della Cancelleria, venne comunemente chiamata "The Rolles in Chancery Lane". Sarebbe questo spostamento, secondo una seconda teoria, ad aver determinato il cambiamento del nome della strada. Nel 1278, i Convertiti, in una lettera inviata al Re Riccardo II da Giovanni il Convetito (Convert), si definirono "Pauperes Cœlicolæ Christi". Enrico III, infine, chiuse le Scuole di legge nella City, un atto che condusse alla fondazione delle "Inns of Chancery" (contrazione di Chancellery), dove gli Studenti di Legge effettuavano il Praticantato. La Mappa di Londra (Civitas Londinium) di Ralph (o Radulph) Agas (circa 1540-1621), mostra tutta l'area di Holborn e, quindi, anche Chancery Lane, totalmente differente da come appare oggi. Infatti, tutti gli spazi da Shoe Lane a Chancery Lane erano rappresentati da giardini con alberi e cespugli. Molto tempo prima dell'Epoca di Agas, parte degli spazi erano rurali. C'erano anche una taverna ed una birreria lungo la strada, che per l'Epoca di Stow erano anche state discretamente costruite per i sei Impiegati dei "Rolles". Per l'Epoca di Elisabetta I (che regnò dal 1558 al 1603), la strada era diventata un centro di attività amministrativa, il che, con molta probabilità, rendeva molto lieta la Monarchia, visto che la strada era fuori le mura, vicino a Westminster, dove era più facile per la Regina controllare il Governo. Una delle prime caffetterie di Londra venne fondata a Southampton Buildings. L'Antiquario Inglese Anthony à Wood (1632 – 1695), nella autobiografia, in riferimento all'anno 1650 scrive: "Quest'anno Jacob, un Ebreo, ha aperto una caffetteria ad Angel nella Parish di St. Peter, ad East Oxon ..... Quando ha lasciato Oxon, è andato nei vecchi Southampton Buildings, ad Holborn, vicino Londra, dove viveva nel 1671.". Una zona caratteristica, nota come "Middle Row" era rappresentata da un blocco di case che si trovavano nelle parte terminale meridionale di Gray's Inn Lane. Tali case si vedono nella incisione di Londra del 1658, ad opera del Pittore ed Incisore William Faithorne, spesso detto "L'Anziano", (1616-1691), che compose durante il Regno di Carlo I (dal 1625 al 1649). Si tratta di una grande Mappa, fatta per conto del proprietario terriero di Somerset, Richard Newcourt, stampata su quattro fogli, che ci fornisce la composizione della City prima del Grande Incendio del 1666. Per almeno un paio di secoli, le case vennero considerate un ostacolo. Infatti, Nel 1657, James Howell ("Londinopolis" cit.) scriveva: "A sud di Gray's Inn Lane c'è una fila di piccole case, che è un poderoso impedimento per Holborn, da un punto di vista prospettico, che se fossero abbattute ci sarebbe da Holborn Conduit a St. Giles-in-the-Fields una delle più belle strade principali del mondo.". Difatti, tali edifici vennero abbattuti nel 1868. A Farringdon Street, vicino alle stazioni di Farringdon e Chancery Lane, esisteva un vecchio ponte di pietra sul Fiume Fleet, chiamato "Oldbourne Bridge." John Stow descrive il sito in tal modo: "Old borne o Hilborne, che sgorga dal sito dove ora si trovano i Bars, e scorre giù l'intera strada sino a Oldborne Bridge, e nel 'River of the Wells o Turnemill Brook'. ....". Le "Inns of Chancery" cessarono di svolgere la loro funzione legata all'istruzione dopo la Guerra Civile Inglese (1641-1652) e successivamente, divennero Circoli professionali. Una traversa di Chancery Lane si chiama Cursitor Street. A riguardo, John Stow, trattando di Chancery Lane, scriveva: "In questa strada, il primo bell'edificio che si nota sul lato orientale è chiamato Cursitor's Office: costruito con diversi belli alloggi per signori, tutti di mattone e legno, da Sir Nicholas Bacon, poi Lord Custode del Grande Sigillo" (ndr e padre del celebre Lord Bacon). Si chiama così, molto probabilmente, per alterazione della parola "Chorister", poichè anticamente tutti o la maggior parte degli Ufficiali e dei Ministri della Cancelleria (Chancery o Court of Conscience) erano uomini di Chiesa, addetti al Divino servizio ed esperti in Diritto canonico. Tale "Cursitor's Office" era deputato a preparare ed emettere sentenze in nome della Corte della Cancelleria. Quasi di fronte alla fine di Chancery Lane vi era "Fulwood's Rents", comunemente chiamata "Fuller's Rents", una Corte lastricata che conduceva in "Gray's Inn Gardens". John Strype (1643-1737), Storico, Biografo e Sacerdote, nel 1720 ("A Survey" cit.), così scriveva: "Fulwood's Rents, di fronte a Chancery Lane, va su in Gray's Inn, in cui ha un ingresso, attraverso un cancello; un luogo di buon riposo, e occupato da caffetterie, birrerie, e case di svago, per la sua prossimità a Gray's Inn. Sul lato orientale vi è un bello spazio aperto, con pavimentazione, e ben costruito, ed abitato da domestici privati. In cima a questa Corte vi è un passaggio nella Taverna Castle, un sito di notevole commercio, come lo è la Taverna Golden Griffin, sul lato occidentale, che ha anche un passaggio in Fulwood's Rents.". Per gli anni '70 del XVIII secolo, Chancery Lane aveva assunto un deciso caratere urbano e conserva molte costruzioni Georgiane, che formano parte dell'Area Protetta (Conservation Area) di "Chancery Lane". Con la continua crescita delle Professioni Legali, gli Avvocati stabilirono qui i loro uffici, cosa che fecero anche i Fornitori, i Produttori di parrucche e di Casseforti, i Cartolari legali ed i Venditori di libri. Le "Inns of Chancery" chiusero una dopo l'altra ed alcuni dei loro edifici furono rimpiazzati da Istituzioni pubbliche legate alla Legge. Il "Public Record Office" venne costruito a tappe durante la seconda metà del XIX secolo. Dopo il suo trasferimento a Kew, i suoi edifici vennero abilmente adattati ad ospitare la "King’s College’s Maughan Library". L'Ufficio brevetti venne fondato nel 1852 ed ubicato nei Southampton Buildings, dove divise gli spazi con le "Secretaries of Bankrupts and Lunatics". L'Ufficio si espanse occupando diversi edifici limitrofi e rimase a Chancery sino ai tardi anni '90 del XX secolo. Gli edifici, ricostruiti diverse volte, compreso un progetto dell'Architetto Inigo Jones, del XVII secolo, vennero demoliti verso la fine del XX secolo e vennero incorporati nel complesso del "Public Records Office" di Chancery Lane (in precedenza ospitato nell'attuale "Maughan Library del King’s College"). Ad ovest della stazione di Chancery Lane troviamo i Southampton Buildings, eretti sul sito della Southampton House, un poco sopra gli "Holborn Bars". Nel 1849, parlando dell'antica villa, Peter Cunningham, sottolineava che a quel tempo ne rimanevano alcuni frammenti. Infatti, nel 1847, gli venne mostrata quella che ancora veniva chiamata "La Cappella" della casa, una costruzione con mura in rovina ed un tetto piatto in legno e muratura. Il residente gli disse in aggiunta che suo padre ricordava un pulpito nella Cappella, e che egli stesso, quando era intento a gettare le fondamenta di una limitrofa officina, aveva visto parti di una costruzione circolare che ipotizzò essere parte del vecchio Tempio citato in un passaggio di John Stow. Molti giornali nazionali abbandonarono Fleet Street per altre zone di Londra verso gli anni '80 del XX secolo. La "Law Society of England and Wales" ha sede al numero 113 di Chancery Lane. Chancery Lane è anche la sede dello "Official Solicitors and Public Trustee" e del "London Silver Vaults".

2. Inns of Court

Associazioni professionali che simboleggiavano la funzione di mediazione della Legge tra la lotta per il potere tra la City of London e la City of Westminster. Tali Inns of Court disponevano di un rilevante numero di edifici dove i giovani Avvocati potevano fare pratica, ricevere formazione, assistenza, mangiare, alloggiare. Nel corso dei secoli, il numero di Inns of Court attive si è ridotto a quattro: Lincoln's Inn e Gray's Inn (vicino alla stazione di Chancery Lane, infatti, ricadevano nel Middlesex), Middle Temple e Inner Temple (vicino alla stazione di Temple, infatti, ricadevano nella City ma non erano soggette alla sua giurisdizione). Il nome "Court" deriva dal fatto che, anticamente, si tenevano nella "Aula Regis" o "Court" del Palazzo del Re. I più antichi documenti delle Inns of Court sono andati perduti, pertanto, non è possibile determinare con precisione quando ciascuna di esse venne istituita. Ad ogni modo, nel corso dei secoli XII e XIII, il Diritto era insegnato nella City of London, soprattutto da membri del Clero. Tuttavia, due eventi determinarono l'abbandono di tale sistema di formazione legale: 1. Il 2 dicembre 1234, Enrico III vietò l'esistenza di Istituti di istruzione legale all'interno della City of London; 2. Una Bolla papale vietò ai membri del Clero di insegnare Diritto comune piuttosto che Diritto canonico. Di conseguenza, gli Avvocati di Diritto comune dovettero traslocare nel borgo di Holborn, che era il sito più prossimo alle Corti di Giustizia a Westminster Hall, fuori della City of London. In questa pagina web, approfondiamo il discorso solo in merito alle due Inns of Court ricadenti nell'attuale area di Chancery Lane, rinviando per le altre due alla pagina dedicata alla stazione di Temple. La differenza rispetto le Inns of Chancery (Staple Inn, Barnard’s Inn, Serjeants’ Inn, ecc.) risiedeva nel fatto che avevano il diritto esclusivo di designare legali in giudizio nelle Corti Reali.

2. 1 Lincoln's Inn

La denominazione completa è "The Honourable Society of Lincoln's Inn". Abbiamo anticipato, come l'esatta origine delle Inns of Court sia ignota. Ciò vale, quindi, anche per Lincoln's Inn. Infatti, Sir John Simpson, responsabile della ristrutturazione della Old Hall di Lincoln’s Inn dal 1924, scrisse: "E' impossibile parlare con certezza di questi primi anni ..... dobbiamo ammettere che nulla è conosciuto circa l'origine della Società, o della antica topografia dei suoi edifici. Qui nel cuore di Londra, giace una mina inesplosa per gli abili paleografi.". In passato, si credeva che il Fondatore della Inn fosse stato Henry De Lacy, Terzo Conte di Lincoln (morto nel 1311), noto per aver fittato edifici e terreni nell'area di Holborn. Il suo stemma si vede sulla Gatehouse. Tuttavia, quasi certamente la sua Inn si trovava lungo Shoe Lane (ad est rispetto Lincoln's Inn). Pertanto, sono state avanzate delle teorie alternative per individuare altri possibili Fondatori. Thomas De Lincoln, che praticò nei Tribunali per le cause civili, possedeva proprietà ad Holborn, anche se non a Lincoln’s Inn, ma a Castle Yard. Tuttavia, si ipotizza che abbia fondato una piccola Inn prima del 1422, che si spostò successivamente nell'attuale sito, poiché crebbe e si iniziarono a tenere i "Black Books", anche se mancano le prove del trasferimento indicato. Gli elementi certi, invece, sono che i terreni rientravano nei possedimenti del Vescovo di Chichester e che un sontuoso Palazzo insistesse qui prima del 1244, che comprendeva un salone, una Cappella, un forno, una birreria ed altre pertinenze. Non si conosce l'esatta locazione, ma dovevano avere una struttura legnosa e, probabilmente, erano parzialmente coperti dall'esistente Old Hall a Lincoln's Inn. Si sa anche che la "Society of Lincoln's Inn" aveva in affitto un terreno dal Vescovo di Chichester nel 1422 e che ne comprò la piena proprietà nel 1580 (il terreno, nel 1537, era stato venduto dal Vescovo di Chichester, Richard Sampson, ad un membro anziano della "Inn of Court", William Suliard, e fu suo figlio a venderla, nel 1580, a Lincoln's Inn). Di certo, comunque, "The Honourable Society of Lincoln's Inn" ebbe cura di registrare meticolosamente la sua storia, principalmente finanziaria, a partire dal 1422, nei “Black Books”. Tuttavia, le Inns of Court (e quindi, Lincoln's Inn) facevano formazione legale molto prima di tale data, dato che i primi Black Books fanno riferimento a Tradizioni che sembrano essere di lunga durata. In aggiunta, al 1422, Lincoln's Inn risultava da tali registrazioni già un Ente organizzato e disciplinato, forse sin dalla morte del citato Terzo Conte di Lincoln (1310). Un decreto del 1464, attestava che tale "Inn of Court" fosse formalmente organizzata come luogo di formazione legale, visto che un decreto imponeva un Lettore per gli studenti di Diritto. L'attuale Lincoln’s Inn insiste sul lato occidentale di Chancery Lane. I vecchi edifici si trovano attorno ad un quadrilatero irregolare con l''ingresso sul lato occidentale, la Gatehouse a Chancery Lane sul lato orientale e la Cappella sul lato settentrionale con gruppi di camere che si estendono verso sud oltre l'ingresso. L'edificio superstite più vecchio è Old Hall, costruito tra il 1489 ed il 1492, per rimpiazzare un precedente. La Gatehouse risulta essere stata costruita nel 1517-1518. Inigo Jones presentò un progetto per la Cappella nel 1618, ma probabilmente i lavori non iniziarono prima del 1620 e la consascazione si ebbe solo nel 1623, ma venne profondamente ristrutturata nel 1685 e poi ampliata con un'ulteriore ansa. Nei Black Books si legge che la Old Chapel era ancora in piedi diruta quando la New Chapel venne consacrata, il che rende improbabile l'ipotesi che si trovi al di sotto dell'attuale. New Square, in origine chiamata Serle Court, venne costruita nel tardo XVII secolo, mentre i piani superiori costituiscono un'aggiunta del XVIII secolo, durante il quale, sulla Cappella, vennero realizzate le camere chiamate Stone Buildings. Nel 1791, la finestra orientale della Cappella venne rinnovata e nel 1794, venne rifatto il tetto. L'esistente soffitto venne inserito nell'ingresso nel 1819, quando la costruzione venne allungata. La corsia tra New Square e Carey Street venne alterata nel 1843, quando i passeggiamenti laterali vennero convertiti in negozi. Tra il 1843 ed il 1845, vennero aggiunta la nuova Sala (New Hall) e la Biblioteca (Library), in un elaborato Stile Tudor, secondo il progetto di Philip Hardwick, con integrazioni alla Biblioteca nella porzione finale orientale da Sir George Gilbert Scott, tra il 1871 ed il 1873. Nel 1882, un blocco occidentale dell'ingresso venne abbattuto, la fine dell'ingresso ricostruito e la Cappella restaurata, rifatto il tetto ed allungata verso occidente un'ansa, con la vecchia finestra occidentale rieretta in un nuovo muro. Durante i secoli XVIII e XIX, le camere subirono numerose modifiche e ristrutturazioni, compreso l'abbattimento e ricostruzione di un blocco a nord della Gatehouse, con un'estensione che va a nord da essa e la ricostruzione dei numeri 2 e 10 di New Square. Durante la Seconda Guerra Mondiale, i bombardamenti tedeschi danneggiarono diverse parti della Inn, per questo, Stone Buildings, Old Buildings, la Cappella e Old Hall dovettero essere notevolmente riparate. Tra i membri famosi di Lincoln’s Inn, ricordiamo Thomas More, Oliver Cromwell, Pitt the Younger, Benjamin Disraeli, William Gladstone, Margaret Thatcher e Tony Blair. La Inn contiene settanta appartamenti separati. Gli edifici attorno a Old Square rappresentano quanto residua dell'impianto Medioevale e la Cappella e la Cripta sono campioni degni di nota dello stile gotico del principio del XVII secolo. Tra gli arredi di rilievo nella Cappella vi sono le vetrate colorate e le panche.

2.2 Gray's Inn

Gray's Inn, ad ovest di Gray's Inn Lane, era la quarta "Inn of Court" per importanza e dimensioni. La denominazione deriva Gray (o Grey) de Wilton, la cui nobile Famiglia (col titolo Baronale) risiedeva qui e possedava il locale Manor nel XIV secolo. Gray's Inn si fa risalire ad almeno il 1370 (Gray's Inn Road è un'antica strada principale, risutante sotto un precedente nome dal 1234 e nella sua forma moderna dall principio del XV secolo). Lord Edmund Gray di Wilton, nell'agosto 1505, traferì contrattualmente ad Hugh Denny il Manor di Portpoole, altrimenti chiamato 'Gray's Inn,' quattro dimore, quattro giardini, il sito di un mulino, otto acri di terra, dieci scellini di rendita libera, ed il diritto di designare un membro del Clero anglicano per una sede vacante, o di fare tale nomina della Cappella di Portpoole. Da Hugh Denny, il Manor andò al Priore e Convento di East Sheen (Surrey), un'Istituzione Ecclesiastica nota per aver dato alla luce il Cardinale Pole e molti altri insigni uomini di Chiesa, nel XVI secolo. Da tale Convento, la villa di Portpoole venne fittata a degli Studenti di legge, che pagavano £6 13s. 4d. annui. L'accordo proseguì sino alla soppressione dei Monasteri ordinata da Enrico VIII, quando, ovviamente, le rendite furono incamerate dalla Corona. L'originario nome "Portpoole" sopravvive ancora in Portpool Lane, ad est di Gray's Inn, come pure Windmill Hill, che indica il sito dove insisteva il mulino riportato nel contratto di cui sopra. La più antica costruzione è probabilmente la Cappella, le cui mura risalgono al principio del XVI secolo, anche se porzioni sono forse posteriori. L'ingresso venne riedificato nel 1556-1560 con una spesa di £863 10s. 8d., anche se sembra incorporare manufatti più antichi, comprese due porte d'ingresso. La Cappella venne ampliata nel 1624 e largamente ricostruita nel 1698-1699. La Gatehouse verso Holborn venne costruita originariamente nel 1593, ma l'attuale struttura sembra risalire al Tardo XVII secolo e venne coperta di stucchi nel 1867. Durante l'ultimo quarto del XVII secolo, vennero ricostruite la maggior parte delle camere, quelle dei lati nord ed oves di Coney e Chapel Courts (ora Gray's Inn Square) nel 1676, ed il resto della piazza dopo due incendi del 1679-1680 e 1683-1684. Le camere sul lato occidentale di Holborn Court (ora South Square) vennero ricostruite nel 1685, e le camere di fronte risalgono all'incirca allo stesso periodo. La Gatehouse verso Gray's Inn Road venne costruita nel 1688, mentre, Gray's Inn Place venne iniziato nel 1695, sebbene sembra sia stato completato solo nel 1714. Vi è chi criticava le vecchie costruzioni di Gray's Inn ritenendole né belle, né uniformi, né grandi. Soprattutto, vennero progettate da diverse persone, di cui seguirono i gusti.

3. Inns of Chancery

Sir John Fortescue (circa 1394-circa 1480), Autore di un influente trattato legale, De Laudibus Legum Angliæ (Commendation of the Laws of England, pubblicato dopo la sua morte verso il 1543), nominato durante il regno di Enrico VI uno dei Governatori di Lincoln's Inn, scrisse di dieci Inns of Chancery (anche dette "Hospida Cancellarie"), ognuna collegata ad una "Inn of Court" "like Maids of Honour to a Princess". Se ne conoscono, però, nove, la mancante non è mai stata citata da altri, nè se ne ritrova traccia in documenti. Le nove Inns note sono:

Molte Inns erano gruppi di edifici ed Istituzioni legali, inizialmente attaccate alle "Inns of Court". Fungevano da uffici per gli impiegati della Cancelleria (Chancery), da cui trassero il nome. Probabilmente, già esistenti dal 1344, le "Inns of Chancery" mutarono destinazione, divenendo sia uffici che residenze per Avvocati (Solicitors, mentre le Inns of Court erano per i Barristers) e luogo di formazione iniziale per i Barristers (ndr i Barrister difendono le persone in giudizio, i Solicitors si occupano di lavoro legale al di fuori dei Tribunali). Nel 1642, venne meno la pratica di formare i Barristers presso le "Inns of Chancery" e le Inns divennero invece, associazioni dedicate ed uffici per Solicitors. Con la fondazione della "Society for Gentlemen Practisers" nel 1739 e la L"aw Society of England and Wales" nel 1825, una sola ed unificata associazione per Solicitors, lo scopo delle Inns venne meno, con conseguente declino delle medesime. Quindi, le "Inns of Chancery" non sono sopravvissute come Istituzioni, sebbene alcune delle costruzioni che le ospitavano sopravvivano e diano i loro nomi alle strade lungo cui insistono.

3.1 Furnival's Inn

Venne fondata verso il 1383. Non venne intaccata dal Grande Incendio del 1666. Venne sciolta come "Society" nel 1817, quando il fitto non venne rinnovato. L'edificio venne abbattuto nel 1897 e ricostruito da un nuovo proprietario. Una targa indica il sito dove insisteva l'edificio. Sir Thomas More fu lettore in tale Inn dal 1504 al 1507, Charles Dickens fittò delle stanze dal 1834 al 1837.

3.2 Staple Inn

L'unica "Inn of Chancery" sopravvissuta ampiamente intatta è Staple Inn, mostrata in una delle fotografie sulla sinistra. Divenne una "Inn of Chancery" al principio del XV secolo. L'ingresso venne realizzato nel 1581 da Richard Champion, Direttore della Inn, mentre nel 1586, un altro Direttore, Vincent Engham, fece ricostruire la parte occidentale del lato verso Holborn. I raggi occidentali ed orientali vennero costruiti o ricostruiti nel XVIII secolo. Un attento restauro venne fatto nel tardo XIX secolo. L'ingresso si segnala per il bel tetto e specchio, mentre la facciata verso Holborn rappresenta un importante residuo di un edificio elisabettiano con pannelli di legno. Non si sa esattamente a cosa voglia far riferimento il nome "Staple" della Inn, tanto che lo Storico Stow confessò francamente: "whereof so named I am ignorant".

3.3 Barnard's Inn

Anche qui l'incertezza sulle sue origini regna sovrana; un commentatore del XVII secolo, scrive che "being in the occupation of one Barnard, at the time of the conversion thereof into a Inne of Chauncery, it bearreth Barnard's name still to this day". Chi fosse il citato Barnard, non lo sa nessuno.

4. Chiesa di St. Andrew Holborn

Nel 2002, mentre si effettuavano degli scavi nella Cripta, si scoprirono delle ceramiche di Epoca Romana, per cui, il sito era in uso già da molti secoli. Il primo documento scritto in cui si legge di St. Andrew's risale al 951, una Chiesa in cima alla collina che domina il Fiume Fleet. Il nome del sito cambiò durante il primo Medioevo, da "St. Andrew Holburnestrate" a "St Andrew de Holeburn". Nella Cripta vi è una sorgente medioevale, che si origina dal Fiume Fleet, ma non è generalmente aperta al pubblico. Nel 1348,  un Armaiolo locale, John Thavie effettuò un lascito, rappresentato da una considerevole proprietà fondiaria, a favore del sostentamento della Chiesa. Fu proprio tale liberalità, conservata durante la Riforma Protestante ed utilizzata con accortezza durante i secoli, che assicura oggi la manutenzione della Chiesa. La Chiesa di legno venne sostituita da una medioevale in pietra nel XV secolo, di cui rimane solo la torre. Dall'esterno, la torre appare come venne progettata da Wren, mentre dall'interno, si vede la muratura medioevale. Il Grande incendio del 1666 devastò Londra. La Chiesa medioevale di St Andrew si salvò grazie ad un cambiamento nella direzione del vento che spinse il fuoco altrove. Tuttavia, poiché le condizioni della struttura erano comunque cattive, Christopher Wren decise di ricostruirla dalle fondamenta, lasciando la Cripta ancora esistente al di sotto della Chiesa. Al principio del XVIII secolo, la torre venne rivestita di pietra Portland. Nella Chiesa riposano i resti mortali di Thomas Coram, che fondò l'Ospedale Foundlings nel 1741, ora chiamato Coram. Il primo Ospedale venne installato in una casa vicino Hatton Garden. L'organo al termine occidentale viene anche dalla Cappella del citato Ospedale, unitamente al pulpito ed al fonte battesimale. Si trovavano in precedenza presso gli ampi locali dell'Ospedale a Bloomsbury, dove il Compositore George Fredrick Handel soleva suonare in concerti per la raccolta di fondi. La Famiglia Coram possiede ancora una copia del suo più famoso lavoro "Il Messia". La Chiesa fu anche il luogo per la raccolta di fondi per il "Royal Free Hospital". Sulle scalinate della Chiesa, nel 1827, William Marsden trovò una donna in punto di morte. Venne ispirato a creare un Ospedale in Greville Street per i Poveri ed i Bisognosi, che successivamente si spostò in Gray's Inn Road. Oggi, tale Ospedale è ubicato a Hampstead. Alla metà del XIX secolo, l' "Holborn Valley Improvement Scheme" comprò da St Andrew's il North Churchyard per fare spazio all'Holborn Viaduct, che doveva collegare Holborn con Newgate. La Regina Vittoria inaugurò tale Viadotto nel 1869. Per la perdita dei terreni del Cimitero, molti corpi vennero reinterrati nella Cripta, come pure nel Cimitero della City ad Ilford. L'Architetto Gotico Vittoriano Samuel Teulon venne incaricato di progettare una nuova Canonica (abitazione del Parroco) sul lato meridionale di St Andrews. Nella Court Room, la stanza caratteristica della costruzione, Teulon incorporò un caminetto del XVII secolo, che ancora oggi colpisce lo sguardo. La costruzione di Teulon funge oggi da sede degli uffici della Fondazione, gli Enti di beneficenza associati, la Canonica e la sala conferenze. Teulon rimodellò anche sostanzialmente gli interni della Chiesa, sebbene il suo intervento non fosse stato coerente con la purezza del progetto di Wren. John Stanley (1712-1786) fu Organista qui sin dall'età di quattordici anni e morì nei pressi a Hatton Garden. Divenne Direttore dell'Ospedale Foundling dopo la morte di Handel e continuò la Tradizione di suonare "Il Messia" per l'Ospedale. La notte del 16 aprile 1941, la Chiesa venne bombardata dai Tedeschi e sventrata. Rimasero in piedi della costruzione originaria soltanto le mura perimetrali e la torre. Con molto ritardo, si decise di operare un restauro "pietra per pietra e mattone per mattone" seguendo il progetto originario di Wren, discostandosi dalla modifiche apportate da Teulon. L'attuale costruzione aprì nel 1961, con lo status di "Guild Church", cioè una Chiesa priva di una Parrocchia che serve la locale comunità. Nel 2002-2003, la Cripta venne liberata dei corpi sepolti di cui sopra, che vennero traslati presso il già citato Cimitero della City of London ad Ilford. Nel gennaio 2005, venne installata una nuova grande Croce realizzata dalla "Monastic Family Fraternity of Jesus" di Vallechiara. Nella Chiesa si tengono esibizioni e letture, come pure servizi settimanali e concerti serali. Essendo stata convertita in mera "Guild Church", i vecchi documenti sono stati trasferiti altrove, precisamente, quelli antecedenti il 1831 presso "The Guildhall Library", quelli successivi, presso i "London Metropolitan Archives" (a Northampton Road, EC1 0HB). Chi volesse visitare la Chiesa, imbocchi l'uscita 3 della stazione di Chancery Lane e tenga presente questi orari: 9 -17 (Lunedì - Venerdì).

5. Chiesa Cattolica di St Etheldreda

Le mura sono di pietra mista con copertura di calcare e tetto con tegole. La Cappella originaria venne realizzata verso il 1300, per volere del Vescovo William of Louth (1290-1298). Formava parte della casa cittadina dei Vescovi di Ely, il resto della quale è andato distrutto. Tale legame Ecclesiastico fece rimanere questa strada parte della Contea di Cambridge sino alla metà degli anni '30 del XX secolo. Conseguentemente, il vicino pub "Ye Olde Mitre", in un cortile nascosto dietro l'edificio doveva richiedere la licenza ai Magistrati della citata Contea. St. Etheldreda è la più antica Chiesa usata per il culto Cattolico-Romano a Londra, così destinata dopo che, nel XIX secolo, cessò di essere una Cappella anglicana. La Cappella, notevolmente ristrutturata, rappresenta comunque un interessante esempio di una grande Cappella privata dell'epoca.

6. St Alban the Martyr

Questa Chiesa cattolica venne costriuta originariamente nel 1863 su progetto dell'Architetto William Butterfield. Venne sventrata dai bombardamenti tedeschi della Seconda Guerra Mondiale e ricostruita successivamente.

7. Hatton Garden

Centro del commercio dei diamanti, venne fittato ad un favorito della Regina Elisabetta I, Sir Christopher Hatton, dietro insistenza proprio della Regina per assicurargli un reddito.

Camden - Visita guidata

High Holborn

High Holborn

Staple Inn

Staple Inn

St. Andrew Holborn

St. Andrew Holborn

Chancery Lane

Chancery Lane

Leather Lane Market

Leather Lane Market

Cursitor Street

Cursitor Street

Quality Court

Quality Court

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it