www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Oakleigh Park

Sintesi

Oakleigh Park è la terzultima stazione ferroviaria settentrionale prima di uscire da Londra ed entrare nell'Hertfordshire, di cui faceva parte, quando rientrava in Friern Barnet (in passato, Little Barnet). Nel Medioevo, Oak Hill era denominata "Monken Frith". Durante la Seconda Guerra Mondiale e nel periodo immediatamente successivo, Oakleigh Park costituì un luogo di spionaggio e controspionaggio: dal 1941 al 1951, l'Agenzia di Stampa Sovietica "Tass" fece funzionare una stazione di monitoraggio radiofonica presso "The Lodge" ad Oakleigh Park North, mentre l'Ammiragliato creò una sede lì vicino, presso Tower House, in modo da controllare i Sovietici (entrambi gli edifici sono stati abbattuti e rimpiazzati da appartamenti). Oggi, Oakleigh Park, pur avendo una sua identità ed una propria stazione, ha una fisionomia vagamente definita ed è spesso considerata parte di East Barnet.

Distanza dal centro: 10 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Salendo delle ripide scale, raggiungete il livello stradale. Due strade parallele in direzione nord-sud affiancano le uscite: 1. Verso est, trovate Netherlands Road (zona superiore) e Oakleigh Park North (zona inferiore), dove trovate la targa, la panchina e le corone che ricordano il Cappellano dell'Esercito Britannico Noel Mellish, che fu insignito della "Victoria Cross" per il salvataggio di uomini feriti durante la Prima Guerra Mondiale (egli nacque nel 1880, in una casa, lungo l'ultima strada citata, Trenabie House, non più esistente). Le ultime due strade citate sono divise da Chandos Avenue; 2. Verso ovest, trovate Shurland Avenue (a nord della rotatoria) ed Alverstone Avenue (a sud della rotatoria). Seguite tale direzione, quale che sia la strada imboccata, sino a raggiungere lo spazio verde Oak Hill Park, attraversato dal Torrente Pymmes. Ai piedi del Parco, nell'estremità sud-occidentale, trovate la Parish Church di St. Mary the Virgin. Se avete voglia di camminare nel verde, seguite il corso del Torrente, che attraversa prima Brunswick Park e, se siete particolarmente ispirati, Arnos Park, ma ormai siete prossimi alla stazione di Arnos Grove e non lontani da quella di New Southgate.

Toponimo

John Heathfield, in un breve articolo intitolato "Pastoral Wethstone", pubblicato alla pagina 5 di Friern Barnet Newsletter 43 (novembre 2010), scrive: "Nessuno conosce l'età del vecchio sentiero da Totteridge ad Edmonton via Whetstone. Una ipotesi personale è all'incirca un migliaio di anni. Molti pochi documenti restano da prima all'incirca il 1485. I primi nomi per la vecchia strada includono Avernstreet (1499), Blackhorse Lane, Hungerdown Lane (ndr 1823-1881), Station Road (ndr 1863-1871) e, da circa il 1873, Oakleigh Road che trae il suo nome dalla vicina Oakleigh Park Estate.". Aggiungiamo e precisiamo che il nome "Oakleigh Park" (che nell'area riecheggia anche con Oak Hill Park e Oakleigh Avenue), venne inventato da Whetstone Freehold Estate Company dopo aver comprato qui terreni nel 1869, che sino a quel momento, costituivano Matthews Farm, proprietà della Famiglia Haughton Clarke, arricchitasi col commercio degli schiavi. Nel 1873, quando il 1 dicembre 1873 venne aperta la stazione di Oakleigh Park, Whetstone Freehold Estate Company chiamò la tenuta (Estate) che aveva acquistato col nome della stazione, che divenne perciò, Oakleigh Park Estate. In merito alla scelta di questo nome, come avete letto, abbastanza recente, risalendo alla fine del XIX secolo, è probabile che esso derivi da quello molto più antico dello spazio verde Oak Hill (in passato, denominato Monken Frith - v. paragrafo specifico) Park, attraversato da Torrente Pymmes, che dista dalla stazione poche centinaia di metri (verso est). Orbene, la Valle di tale Torrente era nota per le sue querce, i cui discendenti sopravvivono a Oak Hill Woods, che risale a prima dell'XI secolo, quando era di proprietà dell'Abbazia di St. Albans, a cui i terreni appartennero per secoli, come parte dei possedimenti dell'Hertfordshire, per cui, è probabile che le querce siano state utiizzate per la costruzione dell'Abbazia. Dopo la Soppressione dei Monasteri, nel 1536-1538, i terreni vennero venduti ed incorporati in Oak Hill Estate. La parte meridionale dell'attuale Oakleigh Park è rappresentata come campi nella Mappa di John Rocque dell'area del 1754. La Famiglia Baring Baring possedette l'area dal 1860 sino al 1928. Nel 1930, East Barnet Council comprò dei terreni, mentre nel 1933, l'allora proprietario, il Lord Luogotenente dell'Hertfordshire, Visconte Hampden, aprì Oak Hill Park al pubblico, compreso il bosco, che divenne Riserva Naturale nel 1997. Accanto al bosco, vi sono terreni privati di Oak Hill Theological College, che in precedenza rientrava in Oak Hill Estate e sede di Oak Hill House, risalente alla fine del XVIII secolo, ora utilizzata dal College. Fu la residenza della Famiglia Young negli anni '60 del XIX secolo, ritenuta aver fatto piantare molti degli alberi esotici sulla tenuta. In merito al significato del termine, Oakleigh è chiaramente un composto, che presenta alcune varianti, legate all'Old English, come Oakley, Oaklee, Oakly. La prima parte della parola, non crea problema, dato che "Oak" significa "Quercia". In merito alla seconda parte, ci viene in soccorso Charles Mackay (1814-1889) in "The Gaelic etymology of the languages of western Europe: and more especially of the English and Lowland Scotch and of their slang, cant, and colloquial dialects" (1877), pagina 258: "LEA. A un campo, un giardino; frequentemente parte terminale di cognomi Inglesi, come ... Oak-leigh, Oakley, Oakly .... Ley, Sassone, un incolto, terreno chiuso, non aperto ... Terreno erboso, pascoli. Anglo-Sassone, leug; Tedesco lehde; Olandese ledig, leeg ..." , per cui Oak-leigh, Oakley e simili dovrebbe significare "Prato con alberi di quercia".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da William Dugdale in "Monasticon anglicanum, or, The history of the ancient abbies, monasteries, hospitals, cathedral and collegiate churches, with their dependencies in England and Wales : also of all such Scotch, Irish, and French monastaries, as did in any manner relate to those in England ... " (1718), pagina 27; da John Edwin Cussans in "History of Hertfordshire" (1870-1881); da James Thorne in "Handbook to the environs of London, alphabetically arranged" (1876), pagina 693; si leggono in "Round about London, historical, archaeological, architectural, and picturesque notes, suitable for the tourist, within a circle of twelve miles; to which are added specimens of short walking excursions and visits to Hatfield, Knole, St. Albans, and Windsor" (1877); sono fornite da Charles Mackay in "The Gaelic etymology of the languages of western Europe : and more especially of the English and Lowland Scotch and of their slang, cant, and colloquial dialects" (1877); da Frederick Charles Cass in "East Barnet" (1885), pagina 83-88; si leggono in "A History of the County of Hertford: Volume 2" (1908), alla voce "Parishes: East Barnet" (pagine 337-342); sono fornite da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - M. A. Hicks - R. B. Pugh in "A History of the County of Middlesex: Volume 6, Friern Barnet, Finchley, Hornsey With Highgate" (1980), alle voci "Friern Barnet: Introduction" (pagine 6-15) e "Friern Barnet: Public services" (pagine 27-29); sono fornite da Jan Hewlett - Ian Yarham - David Curson in "Nature Conservation in Barnet" (London Borough of Barnet - Leaflets, London Ecology Unit, 1997); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2009); sono fornite da John Heathfield in "Pastoral Wethstone", Friern Barnet Newsletter 43 (novembre 2010), pagina 5; sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); da Richard Selby in "The Little Church on the Hill - An Easy History of St Mary's, East Barnet" (St Mary's East Barnet), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Ulteriori specifiche informazioni sono fornite da A. P. Baggs - Diane K. Bolton - M. A. Hicks - R. B. Pugh in "A History of the County of Middlesex: Volume 6, Friern Barnet, Finchley, Hornsey With Highgate" (1980), alle voci "Friern Barnet: Social and cultural activities" (pagine 23-25), "Friern Barnet: Churches" (pagine 29-32), "Friern Barnet: Protestant nonconformity" (32-33), "Friern Barnet: Education" (pagine 33-36), "Finchley: Introduction" (pagine 38-55), "Finchley: Economic history" (pagine 64-73), "Finchley: Protestant nonconformity" (pagine 87-91).

1. Eventi storici di rilievo

L'Abate di St. Albans aveva bisogno di legname per costruire la sua Abbazia e nella Valle del Torrente Pymmes c'era una foresta di querce, di cui Oakhill Park rappresenta quanto residua, in cui vivevano anche animali come cervi, maiali selvatici e volpi. I Monaci di St Albans crearono una colonia di boscaioli e porcari ad Osidge e Monken Frith (ora Oak Hill, v. paragrafo specifico). In cima a questa collina, venne costruita una Cappella che venne dedicata a St Mary the Virgin, che l'Abate consacrò nell'anno 1080, divenendone Patrono e Rettore sino alla Riforma Protestante. La località divenne nota come "Baernet", che significa "area deforestata tramite incendi". Tale notizia è fornita in "Gesta Abbatum" nel 1080; inoltre, vi è una Bolla Papale del 1140 che elenca tutti i possedimenti dell'Abbazia di St Albans. I Normanni, che avevano conquistato la Britannia pochi anni prima (1066), tendevano a rimpiazzare le piccole Chiese di legno con costruzioni di pietra: St Mary the Virgin ad East Barnet ne rappresenta un bell'esempio. Pertanto, in origine, St. Mary fu, con molta probabilità, l'unica struttura in pietra nei paraggi per diverse miglia. E come nei secoli precedenti, i lunghi tumuli e cerchi di pietra avevano svolto un ruolo centrale nella vita della comunità, lo stesso fecero le Chiese e Cattedrali; per cui, St. Mary's divenne sede abituale di incontri comunitari, mercati e feste. L'originaria Cappella aveva pareti spesse fatte di macerie compresse, calce e gesso con pietre attorno le aperture. Le finestre non avevano vetri. La maggior parte della parete settentrionale della Chiesa risale a quel periodo, come pure probabilmente il telaio della porta sul lato meridionale, mentre la Navata risale a verso il 1140. Forse, la Cappella aveva una estremità ricurva. La Chiesa venne ricostruita nel XIX secolo, a meno degli elementi sovraindicati. Inoltre, dei materiali risalenti al XVI secolo furono riutilizzati nel Coro. Nel 1866, la parte settentrionale della Parish di Friern Barnet (già Little Barnet) era priva di case, tranne che in Whetstone High Street, ad est della quale, ed a nord di Oakleigh Road, si sviluppò l'area che divenne nota come Oakleigh Park. Per la precisione, nell'anno citato, vi fu un accordo tra la citata Whetstone Freehold Estate Company e Great Northern Railway (GNR) relativo alla costruzione di una nuova stazione che avrebbe servito la nuova tenuta. La nuova stazione si sarebbe dovuta chiamare "Whetshone" e si sarebbe dovuta aprire al completamento di 25 case; tuttavia, Great Northern Railway terminò prontamente le due piattaforme della stazione, già a giugno 1866. Dal canto suo, dal 1869, Whetstone Freehold Estate Company comprò dei terreni appartenuti alla Famiglia Haughton Clarke, noti come Matthews Farm, e deviò dei sentieri in modo da condurli verso la stazione di Oakleigh Park. Data la lentezza dei lavori, nel gennaio 1869, la Società ferroviaria stimolòWhetstone Freehold Estate Company, ma nel 1871, a parte i cottages in Beldhams Place, tutta l'area conteneva solo sei grandi case. Pertanto, nell'estate di quell'anno, la Società ferroviaria tornò alla carica, ma soltanto nel gennaio 1873 Whetstone Freehold Estate Company riuscì a completare la venticinquesima casa. Fu a tal punto che la Società ferroviaria autorizzò il completamento della stazione, ora denominata Oakleigh Park, che sapete venne aperta il 1 dicembre 1873. La tenuta comprendeva lunghe facciate a Oakleigh Road, che attrassero acquirenti nel 1875, quando erano occupate 25 grandi case ed erano in vendita altri lotti. L'obiettivo della citata Whetstone Freehold Estate Company era quello di una tenuta di alto livello con diverse strutture migliorative, di cui il "fiore all'occhiello", fu Athenaeum Institute, realizzato da George Waterlow in granai convertiti, inaugurato nel 1881 con un grande concerto. In esso potevano accomodarsi 400 persone, che oltre a concerti, potevano assistere a letture su Scienze e Letteratura; inoltre, vi era una bibliioteca. Nonostante l'iniziata urbanizzazione, nel 1882, l'area era ancora considerata graziosamente alberata ed ondulata con estesi panorami rurali. Nel 1877, Oakleigh Park era servita dal gas sia tramite Colney Hatch Gas Co. che East Barnet Gas Co., le quali società avevano entrambe delle strutture nell'area. In diverse pagine del sito avete letto dei problemi creati dalla mancanza di fogne in diverse zone di Londra. Il Torrente Pymme a Southgate era ritenuto in grado di avvelenare gli interi paraggi con i liquami ricevuti dal suo affluente Torrente Bounds Green e nonostante la creazione di un sistema fognario, rimanevano dei problemi, anche se i Torrenti erano ritenuti scarsamente inquinati. A seguito di ulteriori lagnanze, vennero creati dei serbatoi e nel 1873-1874, non vi erano più scarichi nell'Hertfordshire, in cui ricadeva l'attuale area di Oakleigh Park. In quel periodo, le Autorità locali ritenevano Friern Barnet una Parish rurale con problemi minori e consideravano che la soluzione "earth closets" (tazze del wc rimuovibili, in pratica dei secchi sotto una sorta di sedia bucata al centro) fosse adeguata per Oakleigh Estate, scarsamente popolata. Nel 1882-1883, un importante proprietario terriero di Friern Barnet, John Miles, fece costruire la Chiesa di All Saints (progettata da J. Clarke ed il cui primo Vicario fu suo figlio Henry Stewart Miles), che si segnala per i suoi interni, riccamente decorati, che richiesero decenni di lavoro per il loro completamento. A tale data, tutto il distretto di All Saints, che comprendeva Whetstone High Road, conteneva 271 case con 1.255 abitanti ed aveva il più alto valore imponibile nella Parish. Nel 1884, venne aperta All Saints School. Nel 1889, solo 33 case si contavano in Oakleigh Park North, 13 a Oakleigh South Park, e 10 in Athenaeum Road, che era fiancheggiata da campi sportivi. Quindi, dopo un periodo iniziale di vivo interesse, l'iniziativa relativa a Oakleigh Park si era affievolita, tanto che sommando i dati di cui sopra, al principio del 1890, Athenaeum Road e Oakleigh Park Nord e Sud contavano solo 56 case tra di loro, mentre il citato Athenaeum Institute, in cui nel 1883, Musicisti e Ginnasti ancora si esibivano, nel 1887 era in declino, essendo divenuto nel 1906 uno studio fotografico (negli anni '50 del XX secolo era una fabbrica, essendo stato utilizzato da una società di lavaggio a secco). Altri tentativi di attrarre nuovi residenti non produssero grandi risultati. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva "Oakleigh Park, Whetstone" come segue: "ry. sta., 1½ mile SE. of New Barnet sta., Herts.". Nel 1892, l'ex tenuta del Duca di Buckingham e Chandos venne venduta, anche se negli anni '20 del XX secolo, soltanto Chandos Avenue risultava essere parzialmente edificata lungo il suo lato orientale terminale, dato che All Saints' Road, ora Oakleigh Avenue, era ancora un tracciato vuoto. Infatti, sulla Ordnance Survey Map di quell'anno si vedono solo 52 ville a schiera ad Oakleigh Park, tutte occupate da famiglie benestanti. Myddelton Park, un corto vicolo cieco, da Oakleigh Road di fronte all'entrata ad Oakleigh Park South, venne costruito da John Miles prima del 1882, quando edificò la Chiesa di All Saint's e la vicina Canonica. Nel 1903, tutta la sua tenuta tra Friern Barnet Lane e Oakleigh Road venne comprata da National Land Corporation, che previde case in piena proprietà per i pendolari facoltosi ed estese Myddelton Park a Friern Barnet Lane, lungo un tracciato esistente, Loring Road e Pollard Road e Queen's Avenue. Inizialmente, 86 lotti, fronteggianti Oakleigh Road e nella parte di Myddelton Park dove c'era una carreggiata, furono messi in vendita. Seguirono ulteriori vendite, tra cui quelle di 58 lotti nel 1905, quando Loring Road e Pollard Road erano ancora progettate, ma c'erano solo circa 50 case nel 1920: il fronte di Friern Barnet Lane, era stato edificato, ma non quello di Oakleigh Road, e le case formarono gruppi isolati altrove nella tenuta. Nel 1920 Oakleigh Gardens era in parte edificata, ma Oakleigh Avenue, creata come All Saint's Road nel 1905, era ancora un tracciato vuoto. Nel 1908, Oak Hill era il più vasto parco di East Barnet, esteso 20 acri su uno dei punti più elevati della Parish, "da cui si godevano buoni panorami della campagna circostante". Nel 1921, nella parte nord-occidentale della Parish, a Myddelton Park e Oakleigh Park, l'edificazione era meno concentrata e vaste aree erano ancora quasi rurali. Durante la Seconda Guerra Mondiale tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Oakleigh venne colpita da 25 bombe tedesche altamente esplosive, molte di meno di quelle che danneggiarono altre parti di Londra. Solo dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, Oakleigh Park venne urbanizzato, in parte dall'Amministrazione locale, che edificò un tenuta di 36 acri nella zona di Russell Road e nel 1928 aprì All Saint's School, in parte da New Ideal Homesteads, i cui progetti erano concentrati in gran parte nella sezione meridionale di Londra, che costruì case più economiche ad oriente della strada ferrata sui 45 acri di Gallants Farm. Oggi, Oakleigh Park è un'area residenziale costosa, che si caratterizza per l'età relativamente alta dei suoi residenti.

2. Monken Frith (ora Oak Hill)

Monken Frith è un nome che "risale a tempi remoti" che venne cambiato nell'attuale Oak Hill verso la fine del XVIII secolo. Monken Frith era un bosco appartenente all'Abbazia di St. Albans, e probabilmente fu incluso nella concessione di Barnet e del bosco di Southaw(eborham), confermata da Enrico II (1154-1189) e Giovanni Senza Terra (1199-1216). Nel 1305, Humphrey de Bohun rinunciò al suo diritto relativo ad un affitto di un centesimo verso l'Abate e richiese solo preghiere dalla Chiesa, a condizione che l'Abate ed il Convento mantenessero l'impegno a riparare il fossato tra il Parco di Humphrey di Enfield ed il Bosco di Monkenfrith appartenente all'Abbazia. Poco prima, l'Abate aveva ottenuto la rinunzia da parte di Gilbert de Sokham del suo diritto di comune a "Frith Wode". Nel 1538, l'Abate inculse Monkenfrith nel fitto di Osidge (Owsage Wood) a Nicholas Burman di Chichester ed al tempo stesso, Nicholas venne fatto esattore di tutti gli affitti a Barnet ed East Barnet. Monkenfrith passò nello stesso modo di Osidge a John Goodwin e John Maynard, e tenuto in affitto da Thomas Savage, a cui essi poi lo trasferirono. Nel 1614-1615, durante il Regno di Giacomo I, Thomas Conyers morì privato di un immobile o fattoria chiamata Monkenfrith, lasciando come eredi tre figlie, Katherine moglie di John Bolls, Elizabeth moglie di Robert Berkeley, ed Isabel. Nel 1632, da William Johnson,  che abitava a "Monkefryte", contribuiva alle riparazioni della Chiesa, ma il suo legame con la Parish era iniziata diversi anni prima. Nel 1660, venne data licenza dalla Corona a Sir Edward Alston di recintare e trasformare in parco 160 acri ad East Barnet comprendenti Frith House. Nella petizione, datata 30 agosto 1660, si leggono i seguenti termini della concessione: "... de ffrith house cum omnibus ill' pcell bosc. prat, et pastur' eidem domo adiacen' vocat' p noia de Barne feild ... ... Et volumus &c. qd pfat. Edriis Alston &c. parc. inde facere et tenere &c. At Westminster 12 Sep. 12. Car. 2." Sir Edward Alston ebbe eredi da Hester su moglie, figlia di Sir William Ashcombe: Willliam, Thomas, John, Edward, Charles, e tre figlie, Erances, Catherine ed Hester. Con "Lease and Release" (la forma più diffusa di trasferimento di proprietà dal XVII secolo al 1845) del 23 e 24 agosto 1682, tra, da un lato, Sir Edward Alston e William Alston suo figlio ed erede apparente, dall'altro, George Hadley, la proprietà di East Barnet fu trasferita al Signor George Hadley. Sir Edward Alston morì poco dopo, il suo testamento è datato 25 novembre 1682. Nulla ci guida ai successivi occupanti di Monken Frith successivi all'acquisto del Signor George Hadley, ma è presumibile che egli continuò a risiedere a Ussage, e che la sua ultima acquisizione fosse abitata da affittuari. Ussage House fu abbattuta dopo qualche tempo dopo la morte di suo figlio John Hadley, e dopo si ha notizia del "Chief Justice" William De Grey (1771), e dall'ottobre 1780, primo Lord Walsingham, a Monken Frith come affittuario del Signor Hadley. Transazioni legate alla proprietà si susseguirono una dopo l'altra rapidamente dopo questo periodo. Il Signor John Hadley di Copford (nipote di George Hadley), dispose di tutte le sue tenute nell'Hertfordshire, e con contratto di vendita del 23 giugno 1774 trasferì a Robert Udny di Cavendish Square per £4,020 Ss. 9d. "una casa ed una fattoria" occupate da Richard Abbott. Una grande porzione dell'attuale Oak Hill, compreso tutto il parco dietro il Torrente Pymmer, passò con questo accordo. Con un'altra compravendita del 13 luglio dello stesso anno, egli vendette a Robert Bulkeley "tutta la casa o villa ora o sino ad ora chiamata o nota col nome di Moncken ffrieth alias Monckham ffrieth alias the ffrieth ed in piedi e su o vicino Enfield Chase vicino ad un luogo allora chiamato Bourn Gate e nella Parish di East Barnet nella Conta di Hertford ...". Il seguente 1775, Erancis Charlton comprò Monken Frith in un'asta, ma senza completare la procedura, per cui, il Signor Bulkeley dispose dello stesso il 17 giugno dell'anno, al Signor Udny il quale, è probabile, aveva risieduto in precedenza a Bohun Place o Lodge, che nel 1775, vendette a Jacob Baker. Il 2 novembre 1776, Robert Udny, Mercante della City of London, in consideratione di 6000 sterline, esclusive del legname, valutate £818. 14.s 0d., trasferì la villa di Monken Frith, con i limitrofi terreni e Abbott's Farm a Richard Arnold di Chancery Lane, il quale, nell'aprile del successivo anno, ricevette una concessione di 10 acri di terra ad Enfield Chase, confinante a nord con altri terreni del Chase di cui Jacob Baker, di Bohun Place, fu dichiarato acquirente. Nel gennaio 1777, tutti gli immobili di cui sopra furono ipotecati a Alexander Wynch. Il Signor Arnold sembra essere caduto in difficoltà finanziarie e nell'ottobre 1786 risiedeva in Francia. Nel giugno 1790, egli effettuò uno scambio di terre ad East Barnet con la Signora Willes, vedova del Signor Justice Willes. Con "lease and release" del 24 e 25 dicembre 1790, John Kingston comprò al prezzo di £7000 "tutta la casa o villa, chiamata Oak Hill, eretta e costruita sul luogo dell'immobile o villa sinora chiamata o conosciuta con il nome di Moncken Freith, altrimenti Monkham Freith, altrimenti la Freith ubicata sopra o adiacente ad Enfield Chase, nei pressi di un sito lì chiamato Bourn Gate ed all'interno della Parish di East Barnet, insieme con il libero uso, l'esercizio fisico, e il godimento degli antichi e consuetudinari sentieri della Chiesa che conducono dalla detta villa alla Parish Church di East Barnet, il quale immobile era ultimamente in possesso del diritto dell'onorevole Sir William De Grey, Cavaliere, come inquilino dello stesso sotto John Hadley, ed il detto immobile, ecc, erano di recente in possesso di Richard Arnold e poi di Florentia Wynch (vedova di Alexander) William Wynch (il figlio maggiore ed erede) e Edward Watts, loro sub-affittuario e cessionario.". La Signora Jane Kingston, vedova di John Kingston, membro del Parlamento e Lymington, morì il 3 luglio 1810, e con "lease and release", del 6 e 7 dicembre di quell'anno, il Signor Kingston, descritto come di Stratford Place nel Middlesex, vendette a Sir Simon Haughton Clarke (a quel tempo uno più ricchi cittadini in Inghilterra, ma perse molto con l'abolizione del commercio degli schiavi). Egli raccolse una galleria di dipinti di valore a Oak Hill, che vennero venduti dopo la sua morte. Egli aveva ereditato il titolo di Baronetto che risaliva al 1617, e morì ad Oak Hill nell'agosto 1832, lasciando un figlio maggiore ed erede col suo stesso nome, che morì celibe nell'aprile 1849, a cui successe suo fratello Sir Philip Haughton Clarke. Oak Hill continuò ad essere detenuto dalla Famiglia per diversi anni dopo la morte della Signora Catherine Clarke, nel 1837, in particolare, dalle sue sorelle e dalle sue figlie. Fu successivamente affittato per un breve periodo dallo studioso e scrittore distinto, Chevalier, poi Barone Bunsen, per molti anni Ambasciatore di Prussia in Inghilterra presso la Corte di St. James's, Teologo Statista, Archeologo, Storico e Filologo, amico di Niebuhr e di Arnold di Rugby, che si trasferì da quel momento a Totteridge Park. Il Signor Pelly, poi Sir John Henry Pelly, seguì il Barone Bunsen a Oak Hill, che poi andò alla Famiglia Clarke. Nel 1856, Sir Philip Haughton Clarke, secondo figlio di Sir Simon,  vendette la tenuta a William, Secondo Barone Feversham, da cui passò nel 1862 a Charles Baring Young, secondo figlio di Sir Samuel Young, che sposò nel 1843, Eliza, seconda figlia di S. Wmthrop, e morì il 10 dicembre 1882 nella sua residenza di città ad Hyde-Park-Terrace, all'età di 81 anni. Nel 1885, Oak Hill apparteneva a Charles Edward Baring Young, Procuratore legale del Trinity College di Cambridge, il loro figlio maggiore, che da poco era diventato proprietario di Daylesford Estate nel Gloucestershire, meglio conosciuta come proprietà e residenza di Warren Hastings.

Barnet - Visita guidata

Le ripide scale che dalla piattaforma dove giungono i treni vi portano a livello stradale

Le ripide scale che dalla piattaforma dove giungono i treni vi portano a livello stradale

L'accesso alla stazione dal lato orientale

L'accesso alla stazione dal lato orientale

Netherlands Road

Netherlands Road

Oakleigh Park North

Oakleigh Park North

Noel Mellish - Panca e Corone

Noel Mellish - Panca e Corone

Chandos Avenue

Chandos Avenue

L'accesso alla stazione dal lato occidentale

L'accesso alla stazione dal lato occidentale

Alverstone Avenue

Alverstone Avenue

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it