www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Sydenham Hill

Sintesi

Sydenham Hill è una stazione ferroviaria che rientra a stento nel London Borough of Southwark, confinando (ad est) col London Borough of Lewisham; inoltre, anche il London Borough of Lambeth, il London Borough of Croydon ed il London Borough of Bromley hanno la loro parte di giurisdizione sulla collina, il cui punto più elevato coincide con uno dei più alti punti di Londra, con i suoi 367 piedi (112 metri). Da qui, si può ammirare il profilo della City of London. Oltre che indicare la Collina, la stazione e l'area, Sydenham Hill designa una strada che corre lungo la sezione nord-orientale del crinale e forma il confine tra tre delle sovracitate Municipalità Londinesi, Southwark, Bromley e Lewisham. Chi frequenta quest'area, non lontane, trova le stazioni di East Dulwich, North Dulwich e West Dulwich, ma non quella di South Dulwich. Orbene, l'estremità settentrionale di quest'area rientra in Dulwich ed Upper Sydenham, e se Sydenham non avesse avuto una forte reputazione, nel 1863, quando venne aperta questa stazione, probabilmente, le sarebbe stata assegnata la denominazione di South Dulwich che "manca all'appello".

Distanza dal centro: 6,3 miglia.

Attrattiva: netta ci è sembrata la differenza tra la zona verso est e quella verso ovest rispetto ad i binari, come leggete nella descrizione dell'area.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Scendendo dal treno, una volta saliti lungo la sovrastante passerella, trovate di fronte a voi il cartello che vi indica le due possibili direzioni: 1. verso destra (ovest), Lyall Avenue; in tal caso, uscite dalla tettoia che porta fuori dalla stazione, trovando un viale con case e St. Stephen's Church; 2. verso sinistra (est), College Road; in tal caso, superate il piccolo ingresso della stazione, salite numerose scale, raggiungendo un'area urbanizzata da quelle che sembrano case popolari e l'unica cosa attraente ci sembra Kingswood House (Bovril Castle), di cui leggerete successivamente, che ospita la Biblioteca locale, attorniata da uno spazio verde.

Toponimo

La seconda parte del nome, "Hill", è già stata chiarita. Relativamente alla prima parte, il nome si ritrova come "Chipeham" (1206), "Shippenham" (1315), "Sipeham" (XIV secolo), "Sypenham" (1560), "Sidenham" (1690), "Sidnum" (circa 1762), "Sydenham" (1876 Ordnance Survey Map). Come si può rilevare, il nome ha subito minimi ma costanti cambiamenti nel corso dei secoli, col mutamento della iniziale "C" con "S" e della intermedia "p" con "d". E' un nome composto, probabilmente formato dal nome personale dell'Old English "Cippa" (al genitivo -n) + "Ham" (casa colonica), per cui, dovrebbe significare "Casa (o proprietà recintata) di un uomo chiamato Cippa".

Storia

Utili informazioni sulla storia dell'area sono fornite da William Harnett Blanch in "Ye Parish of Camerwell - A brief account of the Parish of Camberwell, its History and Antiquities" (1875); da Edward Walford in "Old and New London: Volume 4" (1878), alla voce "The British Museum: Part 1 of 2" (pagine 490-519) ed in "Old and New London: Volume 6" (1878), alla voce "Peckham and Dulwich" (pagine 286-303); da Humphrey Evans in "Secret London: Sydenham Hill – The view from the bridge" (28 December 2003, The Independent on Sunday); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names (2010); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011), in "Sydenham Hill Conservation Area" (Lewisham Council), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Sydenham Hill è una strada lunga oltre un chilometro, che si snoda secondo una curva ad "S" su un crinale ad oltre 100 metri di altitudine. Costituì una importante via di comunicazione, tanto che, nel 1806, in una cava di ghiaia, vennero rinvenuti degli oggetti di Epoca Romana. Negli anni '40 del XVII secolo, delle sorgenti d'acqua con proprietà medicamentose vennero scoperte nell'attuale Sydenham Wells Park (a 0,8 miglia verso sud-est dalla stazione di Sydenham Hill). Ciò atrasse nell'area folle di visitatori. Sydenham Hill Wood, esteso 9 ettari, ed il vicino Dulwich Wood, rappresentano le porzioni più estese di quanto residua dell'antico "Great North Wood", che, un tempo, si estendeva da Croydon a Camberwell. Nei secoli passati, uno dei problemi delle zone periferiche boschive di Londra fu il brigantaggio, e Sydenham Hill, come ricordava William Harnett Blanch, aveva "una reputazione in qualche modo simile ad Hounslow Heath. Dulwich Wood era il luogo di sosta degli Zingari; e banditi e briganti abbondavano nella località". I due Boschi vennero separati nel 1854, a seguito del trasferimento di Crystal Palace da Hyde Park sull'estremità meridionale del crinale, a Penge Place, che venne scelto per la sua posizione. Infatti, il dato caratteristico di questa parte di Londra è che vi si ritrovano tanti nomi di località che iniziano con "Upper" o terminano con "Hill", denotando, chiaramente, una ubicazione elevata (relativamente, tenuto conto che le altitudini, in media, sono molto più basse che in Italia). Sydenham Hill si trova più in alto della maggior parte dei siti limitrofi, raggiungendo i 367 piedi (112 metri) all'estremità meridionale della strada identicamente denominata. Già sapete che nel 1863 venne aperta la stazione locale, originariamente chiamata "Sydenham Hill (for Crystal Palace)", proprio per la vicinanza al citato Crystal Palace (sino al 1936, quando il Palazzo venne distrutto da un incendio) e non South Dulwich, come, probabilmente, sarebbe stato più corretto. La linea ferroviaria venne aperta dalla "London, Chatham and Dover Railway"; la costruzione richieste la realizzazione di una galleria di 1,2 miglia (1958 metri) attraverso la Collina, partendo da College Road, passando sotto Sydenham, terminando a Penge. Va notato che quasi un ventennio dopo, nel 1884, venne aperta una nuova linea, per servire Crystal Palace, con una nuova stazione ad Upper Sydenham, sul bordo meridionale del crinale, con treni diretti per Victoria via Peckham Rye. Tuttavia, la scarsa frequentazione della linea, unita alla distruzione di Crystal Palace, peggiorò la situazione, per cui a dispetto della rapida crescita dell'area, la strada ferrata venne chiusa nel 1954, per cui, la citata galleria fu abbandonata. Nel XIX secolo, la Collina ospitò Sydenham Wells, terme e centro di benessere. La prossimità del vicino Crystal Palace e l'arrivo della ferrovia furono i due fattori che, particolarmente nel terzo quarto del XIX secolo, resero Sydenham Hill un'area alla moda e stimolarono sulla collina la costruzione di diverse ville di vasta dimensione, tra cui, Grange Court (1861), The Wood (1840), Dilkhoosh (ora Fountain House) (1864), Highfield (1855), The Cedars (1894), Sydenham Hill House (1898), Dulwich Wood House (1858), Beltwood House (1851), Castlebar (1879). Relativamente a quest'ultima, va chiarito che negli anni '90 del XIX secolo, a sud della stazione, Kingswood House fu trasformata in castello baronale dalla facciata in pietra per il fondatore della Bovril Company (Bovril è il nome commerciale di un estratto di carne spesso e e salato simile ad un estratto di lievito, sviluppato negli anni '70 del XIX secolo da John Lawson Johnson, oggi venduto in un vasetto a forma di bulbo dalla Unilever). Dopo la Seconda Guerra Mondiale, i terreni vennero venduti a fini edilizi, mente la Casa oggi è un centro sociale (un cartello attaccato ad una finestra indica la presenza di una Biblioteca, "Kingswood Library"). Edward Walford indica anche l'esistenza a di una villa chiamata "the Hoo, a Sydenham Hill". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Sydenham Hill come segue: "ry. sta., Surrey, on E. border of co., between Herne Hill and Beckenham". Nel XX secolo, la maggior parte delle altre vaste proprietà di Sydenham Hill vennero abbattute e rimpiazzate da edilizia di varia tipologia estetica e qualità. L'edificio di maggior significato architettonico è rappresentato da "Six Pillars", una casa modernista lungo Crescent Wood Road costruita nel 1935 e ristrutturata nel 2003; è aperta saltuariamente al pubblico. Nel 1976, venne creata Sydenham Hill Conservation Area, dove si trova una combinazione di edifici del XIX secolo e fabbricati del XX secolo, tutti di diversa forma, stile e qualità. Nell'ambito di tale Area, si distinguono tre zone: 1. Mount Gardens, che corrisponde al sito dell'originario Sydenham Common, recintato tra il 1810 ed il 1820; in tale zona, le prime case vennero costruite verso il 1833. Sembra di stare in una zona rurale, per la presenza di una fitta vegetazione e molti alberi, su di un sito approssimativamente rettangolare con strade sterrate su tre lati. Le proprietà indipendenti sono di vario profilo, ma ciascuna possiede interessante carattere architettonico e qualità e molte di loro presenteno un interesse locale. Vi sono anche diverse ville Vitoriane lungo Sydenham Hill, che si segnalano per la loro marcata ostentazione di stile; 2. Mount Ash Road, a sud, costituisce un esempio unico di case Vittoriane progettate come un blocco di tre identiche case a schiera a tre piani che circondano la strada da entrambi i lati; 3. Lammas Green, a nord, uno schema edilizio degli anni '50 del XX secolo della City of London che comprende tre case a schiera collocate attorno ad uno spazio verde, con vedute dei North Downs, nonché due blocchi di appartamenti posteriori che fungono da tampone per attutire la strada. Nel 1998, la tenuta venne reso ufficiale il suo interesse architettonico. Prima della creazione della Contea di Londra, nel 1889, Sydenham ricadeva nel Kent, al confine con il Surrey. Oggi, Sydenham Hill è un'area ritenuta ricca. Sydenham Hill Wood è una riserva naturale di 9 ettari ad ovest di Sydenham Hill Road.

Southwark - Visita guidata

La passerella che sovrasta i binari

La passerella che sovrasta i binari

Il cartello che vi indica le due possibili uscite

Il cartello che vi indica le due possibili uscite

Andando a destra, uscendo da questa tettoia, si raggiunge Lyall Avenue

Andando a destra, uscendo da questa tettoia, si raggiunge Lyall Avenue

St. Stephen's Church

St. Stephen's Church

Andando a sinistra, trovate la biglietteria

Andando a sinistra, trovate la biglietteria

Numerosi scalini, di cui ne vedete solo una parte

Numerosi scalini, di cui ne vedete solo una parte

Edifici, forse di edilizia popolare

Edifici, forse di edilizia popolare

Kingswood House (o Bovril Castle)

Kingswood House (o Bovril Castle)

La targa spiega la ragione del secondo strano nome dell'edificio

La targa spiega la ragione del secondo strano nome dell'edificio

Lo spazio verde antistante l'edificio

Lo spazio verde antistante l'edificio

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it