www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Sydenham

Sintesi

Sydenham è una stazione della Overground ed una stazione ferroviaria (Southern). E' una zona di confine tra diverse municipalità, tanto che Lower Sydenham e Crystal Palace ricadono nel London Borough of Bromley, mentre la stazione di Sydenham Hill ricade nel London Borough of Southwark, ma l'area circostante rientra anche nella giurisdizione di altre Municipalità: London Borough of Lewisham, London Borough of Lambeth, London Borough of Croydon, London Borough of Bromley.

Distanza dal centro: 8,7 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla piccola stazione della Overground, trovate una piazzettina chiusa dal lato sinistro. Andate sulla destra, seguendo Sydenham Station Approach che serpeggia in salita sulla vostra destra. La prima impressione che avete è quella di trovarvi nel solito contesto suburbano londinese. In cima alla strada, trovate l'incrocio con Sydenham Road, dove avete la conferma della prima impressione che avevate tratto: le solite casette suburbane a due piani con negozi a livello stradale o case a tre piani in stile tipico, ma di livello non eccelso. Avete due alternative: 1. Andate a sinistra, seguendo la strada sino all'incrocio con Mayow Road. Entrate in tale strada e seguitela sino a quando sulla sinistra lambisce Mayow Park; 2. Se andate sulla destra, superate il cavalcavia sulla strada ferrata, la strada diventa Kirkdale. Al senso rotatorio, restate sulla destra senza lasciare la strada citata. Al primo incrocio, sulla sinistra, trovate dopo poco St Bartholomews Sydenham Church e poi Saint Philip the Apostle Church, mentre se proseguite diritto, poco dopo l'incrocio, sulla destra, trovate un piccolo spazio verde Kirkdale Green. Non perdete tempo qui. Se avete voglia di verde, proseguite diritto sino a quando Kirkdale incrocia sulla sinistra Wells Park Road. Seguite tale strada sino a quando il suo lato sinistro lambisce Sydenham Wells Park, uno spazio verde ben tenuto relativamente ampio. In generale, non riteniamo che vi siano ragioni che possano spingere il turista sin qui, salvo un motivo particolare.

Toponimo

Il nome si ritrova come "Chipeham" (1206), "Shippenham" (1315), "Sipeham" (XIV secolo), "Sypenham" (1560), "Sidenham" (1690), "Sidnum" (circa 1762), "Sydenham" (1876 Ordnance Survey Map, che differenzia "Lower Sydenham" da "Upper Sydenham").Come si può rilevare, il nome ha subito minimi ma costanti cambiamenti nel corso dei secoli, col mutamento della iniziale "C" con "S" (probabilmente per l'influenza Normanna) e della intermedia "p" con "d" (mutazione relativamente tardiva). E' un nome composto, probabilmente formato dal nome personale dell'Old English "Cippa" (al genitivo -n) + "Hām" o "Hamm" (casa colonica), per cui, dovrebbe significare "Casa (o proprietà recintata) di un uomo chiamato Cippa". Abbiamo trovato anche un'altra interpretazione, che ci lascia perplessi: la prima parte viene indicata come derivante da "Cippas" che significa "Ubriacone", per cui, significherebbe "Insediamento dell'ubriacone".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si leggono in "A Topographical Dictionary of England" (1848), alla voce "Sydenham" (pagine 292-294); sono fornite da Edward Walford in"Old and New London: Volume 6" (1878), alla voce "Sydenham, Norwood and Streatham" (pagine 303-319); da Nisbet, John in "The story of the 'One Tree Hill' agitation, with a short sketch of the history of Honor Oak Hill" (1905); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011); in "History of Sydenham", "Map of Sydenham, Lewisham, c. 1797", "Map of Sydenham, Lewisham, c. 1865", "Map of Sydenham, Lewisham, c. 1894" (Ideal Homes: A History of South-East London Suburbs), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

In origine, Sydenham era una fitta area boschiva di belle querce, tassi e tranquille stradine di campagna. C'erano alcuni cottages lungo il sentiero che andava da Northwood (ora Norwood) a Southend (ora Downham). A partire dal Medioevo, la sua storia è caratterizzata da uno "slittamento" del suo centro gravitazionale. Infatti, oggi, questo è rappresentato dalla stazione, nella parte terminale settentrionale di Sydenham Road, mentre, originariamente corrispondeva a Perry Hill, ad un miglio di distanza, sul versante settentrionale della Valle del Torrente Poole (ne abbiamo trattato all'inizio di Lower Sydenham). A poco a poco, le fattorie si spinsero verso nord, da Bell Green lungo la linea di Sydenham Road, sino a quando l'ulteriore espansione venne impedita dalla presenza di Westwood Common. Era, comunque, un piccolo insediamento, con pochi cottages lungo i boschi, i cui abitanti pascolavano il bestiame e raccoglievano legname sul "Common". Nel 1614, l'affittuario di tale "Common" cercò di recintarlo, in modo da precluderne l'uso ai residenti. Questi reagirono, capitanati dal Vicario di Lewisham, Abraham Colfe, ricorrendo legalmente e vinsero la causa in Tribunale (nel 1810, comunque, il "Common" venne recintato con Atto del Parlamento). La questione della disputa è stata approfondita in un paragrafo successivo. Negli anni '40 del XVII secolo, le sorgenti di Wells Park e dintorni si rivelarono avere effetti terapeutici, il che portò in poco tempo tante persone a bere l'acqua. Per tale ragione, venne stimolata la costruzione di case più grandi, forse per ospitare coloro che bevevano l'acqua. In aggiunta, cominciarono a stabilirsi nell'area persone benestanti. Sino al XVIII secolo, Sydenham Road era delimitata da campi aperti ed una serie di piccole fattorie e cottages. Dal 1750 al 1850, tuttavia, furono costruite accanto ad essa un numero di grandi case come The Lawn e Hanover Lodge; inoltre, vecchie case e fattorie come Home Park vennero ampliate o ricostruite per soddisfare le esigenze della crescente popolazione di pendolari facoltosi. Allo stesso tempo, una concentrazione di negozi, cappelle, scuole, pubs e e fucine crebbe lungo la sezione centrale di Sydenham Road. Sul lato settentrionale di Sydenham Road, da Mayow Road all'ex pub Greyhound, si estendeva Old House Estate, che nella sua massima estensione fu la più grande di Sydenham. La Old House era precedentemente nota come Brookehouse Farm, da un affittuario del XVI secolo. Nel 1713 la fattoria fu venduta ad un mercante di vini, Edward Hodson, che l'aggiunse alle sue terre e ricostruì la casa, che rimase poi la stessa fino alla sua demolizione. Questa casa occupava un sito ora approssimativamente equivalente ai cortili posteriori dei negozi ai numeri 85-95 di Sydenham Road; la Thorpes Estate si trova in una parte del suo ex giardino e terreni. Nel 1786, la maggior parte della Old House Estate, inclusa la medesima Old House, fu acquistata dall'Avvocato Mayow Wynell Mayow. La proprietà rimase nelle mani di Mayow sino alla fine del XIX secolo e fu ulteriormente ampliata. La Famiglia Mayow giunse a possedere la maggior parte della terra tra Sydenham Road e Perry Vale. Fu la grande crescita dei giardini e dei terreni di Old House sotto le Famiglie Hodson e Mayow che impedì la suburbanizzazione intensiva dell'area sino alla fine del XIX secolo. Nel 1801, iniziarono i lavori per la realizzazione del Canale tra Deptford a Croydon, che attraversava Sydenham. "The Greyhound Inn" venne costruita proprio dove la strada passava sul Canale. L'iniziativa del Canale non ebbe successo, per cui, venne rilevato, riempito e convertito in ferrovia dalla "London and Croydon Railway" nei tardi anni '30 del XIX secolo. In generale, per Sydenham, il XIX secolo, fu un periodo di grandi cambiamenti ed espansione. Nel 1810, venne approvata una legge relativa alle recinzioni che riguardò l'intero territorio di Sydenham Common, una vasta area di terra aperta precedentemente non sviluppata che si estendeva dall'odierna Westwood Hill verso sud-ovest a London Road a nord ed alla linea ferroviaria e Silverdale (vicinissima alla stazione di Sydenham, a nord-est) oltre a est. Tuttavia, l'edificazione fu lento per una serie di motivi, ed almeno i 3/4 della terra rimase in uso agricolo 40 anni dopo l'approvazione della legge. Infatti, nel 1835 Sydenham era ancora un affascinante villaggio del Kent, con fattorie, cottages ed un certo numero di grandi case e ville, alcune, come Old House, al centro di grandi proprietà terriere. Solo i pendolari più abbienti potevano permettersi i costosi servizi di autobus per Londra. Nei successivi 30 anni, tutto questo cambiò per due ragioni: l'apertura della ferrovia che collegava Sydenham a Londra e la ricostruzione del Palazzo di Cristallo su una collina sopra il villaggio. La Mappa delle decime del 1843-1844 mostra Sydenham Road ancora circondata da campi, ma un certo numero di grandi case sono ormai visibili lungo la sua lunghezza. La Old House appare al lotto numero 3071. Il vuoto relativo che fronteggia dei terreni può essere la prova della abbattimento di edifici nelle vicinanze della Casa da parte degli occupanti del XVIII secolo, gli Hodson, al fine di migliorare la riservatezza e grandezza della loro proprietà. Al centro di Sydenham Road, tuttavia, i primi anni del XIX secolo videro la crescita di una concentrazione di negozi, scuole, case pubbliche e fucine. A sinistra della mappa, in direzione nord-sud, si trova la linea dei binari della "London and Croydon Railway", che aprì nel 1836 seguendo la direttrice del vecchio Canale di Croydon. La nuova stazione all'estremità occidentale di Sydenham Road fu una delle ragioni per cui il centro di gravità locale si spostò verso ovest durante la metà del XIX secolo da Bell Green all'incrocio tra Kirkdale (a sud ed ovest della stazione di Sydenham, negli immediati paraggi) e Westwood Hill (ad ovest della stazione di Sydenham, negli immediati paraggi). Infatti, nel corso del tempo, si svilupparono due distinti insediamenti: uno attorno a Bell Green, ai giorni nostri Lower Sydenham, e l'altro dove oggi è Sydenham Wells Park, per la già citata ragione delle sorgenti con supposte proprietà terapeutiche che attrasse visitatori. Tali due parti di Sydenham, che erano state separate dal citato Canale di Croydon e da Westwood Common, recintato nella prima Decade del XIX secolo, vennero ulteriormente differenziate proprio dal tracciato della ferrovia e dall'apertura della stazione di Sydenham nel 1839, da parte della "London and Croydon Railway". Proprio l'apertura della stazione di Sydenham rese il villaggio una comoda residenza per i ricchi pendolari. Iniziarono ad apparire vicino alla stazione case di buona qualità, soprattutto sul pregresso "Common". Nel 1848, "A Topographical Dictionary of England" (pagine 292-294), descriveva Sydenham come segue: "a chapelry, in the parish and union of Lewisham, hundred of Blackheath, lathe of Sutton-at-Hone, W. division of Kent, 8½ miles (S. S. E.) from London; containing 2915 inhabitants. This place, which previously consisted only of a few scattered dwellings, was brought into notice by the discovery, in 1640, of a saline chalybeate spring, whose waters, similar in their properties to those of Epsom, made it the occasional resort of invalids. The wells have fallen almost into disuse, but the salubrity of the air, the pleasantness of its situation, and its proximity to the metropolis, have made Sydenham the permanent residence of numerous families of respectability, who have erected handsome seats and villas in its vicinity. The upper part of the common commands extensive and richly-varied prospects, and the surrounding scenery possesses much beauty; agreeable walks may be had, and the adjoining woods are frequented by parties from the metropolis on pleasure excursions. The London and Croydon railway intersects the chapelry, where a station has been established. A fair, chiefly for pleasure, is held on TrinityMonday. The proprietary episcopal chapel here, of which the Rev. P. A. French appoints the minister, was originally a meeting-house, where Dr. John Williams, author of a Greek Concordance, officiated for many years. The district church, dedicated to St. Bartholomew, was erected in 1831, at an expense of £9485, and is a handsome structure of Suffolk brick, ornamented with stone, in the later English style: it contains 1000 sittings, of which 500 are free; the nave is lighted by clerestory windows, and separated from the aisles by lofty piers and arches of graceful elevation. The living is a perpetual curacy; net income, £240; patron, the Vicar of Lewisham. There are places of worship for Independents and Wesleyans.". Ciò che funse da "volano" dello sviluppo fu la brillante idea, presa nel 1852 dai Direttori della Società ferroviaria, di comprare e trasferire nei paraggi l'enorme palazzo di cristallo perciò denominato Crystal Palace", costruito da Joseph Paxton per la "Great Exhibition" del 1851 ad Hyde Park. Essi pensarono di stimolare i Londinesi a trascorrere un giorno in campagna per visitare il nuovo ampliato Palazzo di Cristallo risistemato in un nuovo contesto rappresentato da piacevoli giardini con stagni, fontane, e persino un Parco tematico sui dinosauri, una sorta di via di mezzo tra Disneyland e Jurassic Park. Ciò avrebbe incrementato il traffico sui treni, per cui, essi avrebbero potuto offrire una vasta gamma di intrattenimenti e beneficiare dello sviluppo di un'area improvvisamente alla moda attorno a Lawrie Park e Newlands Park. Nel 1854, il citato Palazzo, dopo essere stato finalmente comprato, smontato e ricostruito sul bordo meridionale di Sydenham Hill, nell'angolo sud-occidentale del Distretto, venne aperto al pubblico, con cerimonia inaugurale presenziata dalla Regina Vittoria. Tale evento mutò la sorte del villaggio in espansione. I miglioramenti nei trasporti resero Sydenham il luogo meglio collegato a sud del Tamigi. Hotel ed ogni genere di comodità soddisfacevano i bisogni di decine di migliaia di turisti. Vennero costruite grandi case per i nuovi residenti, compresi i Dirigenti ed Amministratori del Palazzo di Cristallo, ad Upper Sydenham e Lawrie Park, con alloggi anche per quelli che prestavano servizi o lavoro al citato Palazzo. Vi si tennero mostre, concerti, conferenze, eventi sportivi nel Palazzo, cosicché Sydenham divenne un'area alla moda. In breve tempo, vennero costruite molte case di lusso, che erano rifornite di gas dal Palazzo di Cristallo e dallo stabilimento della Società di produzione del Gas del Distretto a Bell Green (che continuò la sua attività sino al 1969; il sito oggi è occupato da un grande negozio). Le case divennero progressivamente più piccole verso Lower Sydenham e Bell Green. Gli sviluppi più significativi della metà del XIX secolo furono South Sydenham Park, progetto dell'Architetto locale Alexander Gordon Henell, che trasformò la parte settentrionale di Mayow Estate, sostituendo strade (tra cui Mayow Road, Dacres Road e Inglemere Road) e notevoli ville con campi e prati. E' all'ultimo occupante di Old House, Mayow Wynell Adams, unitamente ad Henell, che si deve lo sviluppo di questa parte della tenuta. Un ramo più giovane della Famiglia sviluppò contemporaneamente Silverdale con lo stesso architetto. Mayow Wynell Adams vendette anche il terreno per Mayow Park, originariamente chiamato Sydenham Recreation Ground, che aprì al pubblico nel 1878. La Ordnance Survey Map del 1870 mostra Old House Estate, nell'ultimo decennio del suo massimo splendore, al fondo del lotto numero 1493. Ad ovest, c'è la linea ferroviaria e la stazione di Sydenham. A ovest di nuovo, le strade e le grandi ville sono cresciute notevolmente in numero. Lo sviluppo di un tipo piuttosto mediocre può essere visto a nord della sezione centrale di Sydenham Road - altrimenti il paesaggio su entrambi i lati di questa strada sembra molto simile a quello mostrato nella Mappa delle decime del 1843-1844, con una serie di case e cottages più grandi, alcuni in terreni rilevanti, che si aprono su campi aperti. Questa situazione sarebbe durata poco. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Sydenham, allora nel Kent, come segue: "a small town, a sub-district, and seven chapelries, in Lewisham parish and district, Kent. The town stands on the London and Croydon railway, in direct or near connexion with the London Bridge, Crystal Palace, and Victoria railway, and with the London and Brighton, the London, Chatham, and Dover, and the Southwestern systems, 6½ miles SSE of London-Bridge; was originally a small village, adjacent to mineral springs: rose, through temporary celebrity of these springs, into considerable importance; attracted numerous families to permanent residence, by the salubrity of its air and the beauty of its environs; rose into further prominence, through the erection in its vicinity of the Crystal palace; is now a very fine metropolitan suburb, with a multitude of new villas all around it; and has post-offices under London S, three railway stations with telegraph, and a police station.—The sub-district was originally one chapelry, but is now divided into seven. Pop. in 1851, 4,501; in 1861, 10,595. Houses, 1,656. Most of the chief features, within the limits and immediately adjacent, have been noticed in our articles Crystal Palace, Forest-Hill, Penge, Anerley, Norwood, Lewisham, and others. One chapelry dates from old times; two others date from 1855; and four are much more recent. The livings are all vicarages, some in the diocese of Rochester, others in that of London; and three of them, St. Bartholomew, St. Philip, and St. Michael, are united. Value of these three, £248;* of Christchurch or Forest-Hill, £150;* of St. Saviour or Brockley-Hill, £400; of Old Chapeland Holy Trinity, not reported. Patron of St. Bartholomew. and of Christchurch, the Earl of Dartmouth; of St. Saviour, the Rev. H. L. Nicholson; of Old Chapel, T. S. Salmon, Esq.; of Holy Trinity, Simeon's Trustees. St. Bartholomew's church was built in 1830, and afterwards enlarged. Christ church was built in 1854, and enlarged in 1861. St. Philip's church occupies the site of the mineral well; was built in 1866, at a cost of £6,350; and is in the early English style, and cruciform. St. Saviour's church was built partly in the same year, and was to cost £7,000. Holy Trinity church was built in 1867. An Independent chapel was built in 1866, a Baptist chapel in 1861; and both are very fine edifices. There are also Wesleyan, Primitive Methodist, and Bible Christian chapels; a public lecture-hall of 1860; a school-college, a handsome Tudor edifice, with a large staff of professors; national and British schools; a working men's institution; and a horticultural society.". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Sydenham come segue: "dist. and ry. sta., Lewisham par. and bor., Kent, pop. 6937; the sta. is 1 mile NE. of Crystal Palace sta. and 6 miles SE. of London Bridge. The Crystal Palace is at Sydenham, which was originally a vil. with some celebrated mineral springs.". La popolazione di Sydenham raddoppiò ogni dieci anni nei tre decenni al 1871 e raddoppiò ancora per il resto del XIX secolo: da 2.800 (1841), a 4.500 (1851), 10.595 (1861), 20.000 (1871), circa 40.000 (1900). Nel 1871, Sydenham venne rappresentato in diversi dipinti dall'esiliato Jacob Abraham Camille Pissarro (1830-1903, uno dei maggiori esponenti dell'Impressionismo), il cui più famoso mostra una veduta lungo Lawrie Park Avenue verso St. Bart's Church, che si trova presso la National Gallery. Altri celebri residenti di Sydenham furono Ernest Shackleton, Esploratore dell'Antartide (che visse al numero 12 di Westwood Hill), Sir George Groves, che compilò un dizionario musicale, William Gilbert Grace, il più grande giocatore di cricket inglese. La Ordnance Survey Map del 1894-1896 mostra Old House ed i suoi più vicini terreni circondati da tante strade e ville. L'ultimo occupante della Casa, Mayow Wynell Adams, in collaborazione con un ramo più giovane della Famiglia ed un Architetto locale, aveva intrapreso lo sviluppo della maggior parte della tenuta in uno stile abbastanza grandioso durante la seconda metà del XIX secolo. Tuttavia, dagli anni '90 del XX secolo, come si rileva dalle Mappe, il periodo di massimo splendore di Sydenham era passato come un sobborgo alla moda, ed le ville importanti avevano lasciato il posto a case a schiera e bifamiliari progettate per adattarsi alle classi medio-basse piuttosto che medio-alte. Furono seguite da altre grandi case, che furono abbattute o convertite per uso istituzionale non appena divennero vuote. Questo cambiamento, che non fu drammatico, iniziò nel 1877 quando la Newlands Estate fu venduta alla British Land Company, che costruì il primo sviluppo intensivo di piccole case nell'estremità occidenale alla moda di Sydenham Road. Parte della proprietà può essere vista in basso a sinistra rispetto alla figura in fase di medio sviluppo. Mayow Wynell Adams vendette anche il terreno per il Sydenham Recreation Ground (ora Mayow Park). La disposizione originale dei sentieri sopravvive, come la maggior parte delle querce, che sono di gran lunga antecedenti al Parco, e indicano i confini dei campi appartenenti all'ex Perry Vale Farm. In seguito alla morte di Mayow Wynell Adams nel 1898, l'erede della Old House Estate decise che era diventato un anacronismo date le mutevoli circostanze dell'area e lo vendette all'asta nel 1900. La casa e il terreno furono acquistati da Edmondson and Sons, una società di costruzione, che iniziò a costruire Thorpe Estate sui pregressi giardini. La situazione a quel tempo viene mostrata dalla Ordnance Survey Map del 1900. Nel 1902, Old House fu demolita e una serie di negozi si affacciava su Sydenham Road fu costruita al suo posto. Le sei strade di Thorpe Estate furono costruite tra il 1901 e il 1914 e dopo la demolizione di Old House, fu costruita una lunga serie di negozi su Sydenham Road. Una foto di Bishopsthorpe Road, probabilmente scattata nel 1913, con veduta in direzione settentrionale, mostra la strada in medio sviluppo. La costruzione delle case sul lato meridionale della strada tra Princethorpe Road e Mayow Road non è ancora iniziata. Un'altra foto mostra l'estremità occidentale di Bishopsthorpe Road, guardando verso Silverdale. Le grandi coppie di case mostrate a distanza sulla sinistra furono demolite verso il 1937 per fare spazio a Thorpe Close. Le fortune di Sydenham continuarono a declinare nel periodo tra le due guerre, in particolare dopo la distruzione da parte di un incendio, per cause ignote, del Palazzo di Cristallo, nel 1936. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Sydenham venne colpito da 34 bombe tedesche altamente esplosive. Molte delle case più grandi di Sydenham vennero sostituite da case per la nuova generazione di pendolari, mentre vennero costruite case comunali in diversi siti, per esempio a Sheenewood in Lawrie Park, High Level Drive a Upper Sydenham, la Dacres Estate a Lower Sydenham, nell'area di Kirkdale a nord della stazione di Sydenham, e a Bell Green. A Dartmouth Road, la Scuola di Sydenham venne ampliata e divenne una Scuola comprensiva nel 1957. A dispetto dei cambiamenti, il terreno collinare e le residue vestigia del suo periodo di massimo splendore vittoriano continuano a caratterizzare Sydenham, anche se il suo centro ha da tempo bisogno di una riqualificazione, cosa che sta assumendo la forma di sostituzione dei negozi in eccedenza con blocchi compatti di appartamenti privati. Sydenham fece parte del Kent sino al 1889, quando venne formata la Contea di Londra. Nel 1965, con la formazione della Greater London, come avete lettò all'inizio, la sua area è stata suddivisa tra tre Municipalità: Lewisham, Bromley e Southwark.

2. La disputa

Westwood Common (o Sydenham Common) era ubicato sul versante orientale di Sydenham Hill, e si estendeva da circa Wells Koad, a sud, alle vicinanze di London Road a Forest Hil, a nord, prolungandosi all'incirca per 500 acri ed era parzialmente coperto da boschi. Gli abitanti di Lewisham vi facevano liberamente pascolare il bestiame ed altrimenti esercitavano i diritti comuni. Il "Common" fu una delle numerose concessioni di Edoardo VI a Lord Seymour, un fratello del Protettore Somerset. Dopo la privazione dei diritti civili e l'esecuzione di Seymour, fu, con il resto delle proprietà di quel nobiluomo, requisito da Somerset. Quando anche quest'ultimo cadde, la proprietà tornò alla Corona. Il legname sul "Common" era, nel regno della Regina Elisabetta, riservato per le costruzioni navali. Nel 1605, Giacomo I. concesse questo "Common" ad Henry Newport, Guardiano della Casa Reale, che tentò immediatamente di chiuderlo. Gli abitanti resistettero rivendicando diritti comuni relativi alle loro proprietà; presentarono un ricorso ai Baroni dell'Erario, e alla fine, riuscirono a sconfiggere il progetto di Newport. Nonostante ciò, quest'ultimo cercò il modo migliore per eludere la decisione dei Baroni, e alla fine si unì a Robert Raines e Innocent Lanier, entrambi Ufficiali della Casa del Re, e insieme ottennero il 4 aprile 1614, un contratto di affitto di 347 acri del "Common", sotto il Gran Sigillo, per sessanta anni. I residenti che vantano diritti su di esso fecero nuovamente una petizione, questa volta al Re, e le loro rimostranze vennero ascoltata privatamente il 21 maggio successivo. John Burnett, un abitante, fu nominato difensore rappresentativo, ed il 14 ottobre 1614, la Giuria restituì un verdetto per il Te, e l'esecuzione fu assegnata contro Burnett. Newport e i suoi co-affittuari iniziarono immediatamente a racchiudere il "Common" con siepi e fossati, scacciando spietatamente il bestiame degli abitanti ed uccidendendo molti animali. Gli abitanti risposero demolendo i recinti e riempendo i fossati. Abraham Colfe, il Vicario spirituale di Lewisham, prese allora la questione a nome degli abitanti e decise di presentare una petizione al Re in persona. Dopo aver informato Sua Maestà, marciò a capo di una delegazione di cento persone attraverso la City, diretti a Theobalds dove si trovava il Re. Tuttavia, li incontrò a Tottenham High Cross, dove li accolse favorevolmente e ordinò ai Signori del Consiglio Privato di fare in modo che non fosse più preoccupato della faccenda. I Signori deferirono il caso a Sir G. Bromley, che ordinò un nuovo processo, e finalmente, il 18 novembre 1615, venne emesso il verdetto favorevole agli abitanti.

3. Trasformazione urbanistica

La trasformazione di Sydenham è evidente osservando mappe di epoche successive:

Lewisham - Visita guidata

Il negozio che trovate quando siete in cima a Sydenham Station Approach

Il negozio che trovate quando siete in cima a Sydenham Station Approach

Sydenham Road

Sydenham Road

Libreria

Libreria

La scritta sul bidone ci conferma che siamo nel London Borough of Lewisham

La scritta sul bidone ci conferma che siamo nel London Borough of Lewisham

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it