www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Peckham Rye

Sintesi

Peckam Rye è una stazione ferroviaria (Southern, Southeastern) e della Overground.

Distanza dal centro: 4,8 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, avete tre possibilità: 1. seguire Blenheim Road, trovando All Saints Church, ed al numero 7, un piccolo ristorante italiano, "Il Giardino"; 2. seguire la parallela settentrionale della strada appena citata, Holly Grove, dove trovate il piccolo spazio verde Holly Grove Shrubbery; 3. seguire Rye Lane verso nord, dove al numero 48 trovate Rye Lane Market, che si svolge al chiuso. Se, invece, andate verso sud, raggiungendo l'incrocio con Copeland Road, trovate oltre ai piccoli edifici tipici dell'area suburbana londinese, anche delle più grandi costruzioni moderne. Se proseguite ulteriormente verso sud, camminando lungo Peckham Rye, raggiungete Peckham Rye Park and Common, un grande spazio verde triangolare, dove trovate un Parco vittoriano restaurato ed uno spazio verde storico, che fornisce rifugio alla fauna e riposo alle persone, data la presenza di giardini ornamentali, corsi d'acqua, boschi ed un lago.

Toponimo

Il nome si ritrova come "Peckham Rye" (1512, 1556), "Peckham Rithe" (1520), "Peckham Ry" (1589), "Packamrye" (1608). L'interpetazione della prima parte del nome potrebbe essere "Villaggio vicino al Fiume Peck", un piccolo corso d'acqua che attraversa l'area e che venne coperto nel 1823, oppure "Fattoria vicino alla collina", forse quella ora chiamata Telegraph Hill. La seconda parte "Rye", in Inglese moderno significa "Segale", il che ci porterebbe a supporre che essendo l'area rimasta a lungo rurale, probabilmente, la segale rappresentava una delle coltivazioni principali, tanto da designare l'area. Tuttavia, nelle nostre ricerche, abbiamo trovato che in alcuni vecchi documenti, "Rye" è scritto "Rey" ed il vecchio termine "Ree", un corso d'acqua, fiume o distesa d'acqua, è ritenuta la possibile spiegazione dell'origine della parola.

Storia

Utili informazioni sulla storia dell'area sono fornite da Edward Walford, alla voce "Peckham and Dulwich", in "Old and New London: Volume 6" (1878), pagine 286-303; Edward Hasted, in "History of Kent(edizione corretta H. H. Drake) Parte I, The Hundred of Blackheath" (1886); Priscilla Wakefield in "Perambulations in London, and its environs" (1809); George Daniel in "Merrie England in the Olden Time" (1841); John D. Beasley in "The Story of Peckham" (1976), J. Stepens & I. Tyrrell in "The Peckham Settlement" (2002); John D. Beasley in " Peckham & Nunhead" (1995), "Peckham & Nunhead Churches" (1995), "Peckham & Nunhead Through Time" (2009); dalla voce "Parishes: Camberwell", in "A History of the County of Surrey: Volume 4" (1912), pagine 24-36, che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

Per semplificare la lettura, distinguiamo i seguenti punti:

1. Eventi storici di rilievo

Testimonianze archeologiche dimostrano l'occupazione dell'area di Peckham in epoca romana, anche se non si conosce quale fosse la denominazione data a quel tempo al sito. La strada romana London-Lewes seguiva Watling Street (ora Old Kent Road) lungo Asylum Way e parte di Ivydale Road South. Nel "Toponimo" di Queens Road Peckham, abbiamo indicato quel che poteva essere il nome del villaggio sassone, ma la prima volta che scritturalmente si indica l'area è solo nel 1086, laddove nel Domesday Book si legge "Pecheham". Nell'importante indagine normanna, si legge che vi vivevano solo 4 famiglie, per cui, era davvero piccola. Si trattava di tre piccoli proprietari terrieri ed un abitante del villaggio. Il "Lord" era il Vescovo Gilbert Maminot di Lisieux, il "Tenant-in-chief" il Vescovo Odo di Bayeux. Dieci anni prima, nel 1066, invece, il "Lord" era Alfred, mentre l'"OverLord" era il Conte Harold. C'era terra per un aratro, due acri (8.100 metri quadrati) di pascoli. La valutazione era £1 10s 0d = £1.5 (1066), £1 (1070), £1.5 (1086). Il Manor appartenne al Re Enrico I (che regnò dal 1100 al 1135), che lo diede a Roberto, Conte di Gloucester, probabilmente, il più anziano tra i suoi tanti figli illegittimi. Successivamente, questi sposò l'ereditiera di Camberwell, in tal modo, determinando l'unione dei due Manors sotto la proprietà reale. A dispetto di quanto sostenuto da un'antica leggenda locale, oggi si ritiene improbabile che il Re Giovanni Senza Terra (che regnò dal 1199 al 1216) abbia cacciato a Peckham. Ad ogni modo, tale leggenda ricollegava la concessione da parte del Re della locale Fiera annuale (che crebbe sino a durare tre settimane, sino all'abolizione nel 1827, come leggete in un paragrafo successivo) al fatto che il Monarca avesse particolarmente gradito la caccia. Peckham fu un borgo della Parish di Camberwell, ubicato a circa un miglio ad est di Camberwell sulla strada per New Cross. Non è mai divenuto un distretto amministrativo, né una parrocchia ecclesiastica (anche se oggi, ha un forte senso di identità locale). Peckham cominciò a crescere come zona residenziale. Nel XVI secolo, vi si stabilirono delle persone benestanti. Entro il XVIII secolo, Peckham divenne un'area commerciale; l'orticoltura, in particolare, assunse un importante ruolo: si coltivavano meloni, fichi e uva, che giungevano anche nella mensa dei Reali. Data l'assenza dei frigoriferi, era necessario che le coltivazioni fossero prossime al mercato di sbocco, per cui, Peckham si trovò in una posizione ideale per sfruttare il grande mercato di Londra, trovandosi alle sue porte. In aggiunta, Peckham fu un importante punto di sosta per bovari che portavano il loro bestiame ai mercati di Londra, data l'esistenza di strutture che permettevano di far sostare il bestiame in sicurezza durante la notte, mentre i mandriani si riposavano nelle vicine locande. Nel XVIII secolo, una delle figure di rilievo di Peckham fu Peter Collinson, il quale venne affascinato dal potenziale dell'elettricità, trasmettendo la sua passione ad uno dei suoi amici, Benjamin Franklin. A Peckham, anche se la cosa è alquanto dubbia, il 27 maggio 1759, Giorgio III si sarebbe sposato con la Quacchera Hannah Lightfoot. Le diligenze viaggiavano con guardie armate tra Peckham e London (sin dal 1744), al fine di offrire protezione ai viaggiatori dai banditi. Nel 1776, quattro quinti del Manor vennero venduti per ordine reale. Il valore attribuito a Peckham fu £531 8s. 6d. C'era una fattoria vicino a Peckham Rye del valore di 100 sterline. Gli acquirenti furono Wright and Salter, che vendettero due terzi a George Daniel, John e Simon Halliday, banchieri ed un terzo al Dottor Coakley Lettsom (nel 1841, la Famiglia Halliday ancora possedeva i suoi due terzi dei quattro quinti, mentre i rappresentanti del Dottor Lettsom avevano venduto il suo terzo a William Whitton, da cui passò a Sir Edward Bowyer Smijth. Peckham Lane (o Peckham Road, nuovo nome) ancora conteneva alcune vecchie case del XVIII e XIX secolo, anche se erano state significativamente ammodernate e con nuove facciate. Sul lato meridonale, piuttosto ad est di Rye Lane, c'era una casa pomposa poi convertita in negozi. A causa, in parte, delle cattive condizioni delle strade, venne costruito un ramo del "Grand Surrey Canal", aperto nel 1826. Il progetto prevedeva che giungesse sino a Portsmouth, ma arrivò solo a Peckham, dato che terminarono i fondi disponibili. Il Grand Surrey Canal terminava a Peckham High Street ed entrava nel Tamigi presso "Surrey Commercial Docks" (ora Surrey Quays) ed originariamente veniva usato per il trasporto di legna leggera su chiatte per costruzione. Alcuni commercianti di legname, alla fine del XIX secolo, erano ancora ubicati lungo il suo corso. La maggior parte degli abitanti del villaggio di Peckham lavorava la terra, anche se c'era un terreno argilloso usato per produrre mattoni. Priscilla Wakefield in "Perambulations in London, and its environs" (1809), descrive Peckham come "un borgo nella Parish di Camberwell, sulla strada che conduce a Greenwich", aggiungendo che "si tiene a Peckham annualmente una grande fiera, permettendo una vacanza ad un gran numero di londinesi delle classi basse.". In quell'anno, esisteva ancora la Manor House di Peckham, che occupava una posizione centrale. Si dice che sia stata costruita da Sir Thomas Bond, uno degli amici fidati di Giacomo II, che fedelmente accompagnò il Monarca durante il suo esilio. Al pari di Dulwich, a lungo mancò una Chiesa (Anglicana): sino al 1814, infatti, i residenti dovevano andare a Camberwell per le celebrazioni religiose. Peckham, tuttavia, aveva una chiesetta, chiamata Hanover Chapel, che aveva dei collegamenti con i Reali, dato che la Principessa, poi Regina Vittoria, veniva portata qui dal padre. La tranquilla vita del villaggio venne bruscamente interrotta nel 1833, quando aprì una fabbrica di gas su Old Kent Road. Se da un lato, illuminò alcune strade locali, dall'altro, occorsero molti anni finché servisse la maggior parte delle case. Col miglioramento dei trasporti, molte persone furono in grado di spostarsi in periferia, di modo che, Peckham iniziò a crescere. La vita era dura, per cui, la povertà era una condizione diffusa. Le comunicazioni migliorarono quando, nel 1851, Thomas Tilling iniziò un servizio di corriere da Peckham, quattordici anni prima che venisse aperta la stazione di Peckham Rye. A differenza della maggior parte dei suoi concorrenti, non caricava le persone dovunque, ma pretese che salissero a fermate prestabilite, il che consentì ai suoi mezzi di viaggiare in orario, cosicché divennero famosi come "times buses". Dopo venti anni di attività, Thomas Tilling aveva 400 cavalli e dopo altri quindici, erano diventati quasi 1.500. Nel 1888, aggiunse alle carrozze dei pneumatici di gomma progettati dal Dottor John Dunlop. Il suo servizio continuò a crescere e proseguì sino al 1914, quando i cavalli vennero usati nella Prima Guerra Mondiale. Nel 1855, venne costruita una Chiesa cattolica da Pugin a Friary Road. Nel 1861, venne costruita una Chiesa battista in Peckham Park Road. Nel 1866, aprì la stazione di Queens Road. Nel 1887, nel Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew Peckham Rye viene descritta come segue: "ry. sta., at Peckham, Surrey, 3½ miles S. of London Bridge Station.". Prima dell'acquisizione del Common da parte delle Istituzioni pubbliche (o "The Rye") come era chiamato popolarmente, il Lord del Manor Sir William Bowyer Smyth, aveva concesso ad alcuni abitanti nelle sue vicinanze dei fitti di 20 anni, che scaddero nel dicembre 1866. Il fitto era all'incirca 100 sterine annue e serviva per mantenere il Common i buone condizioni. Tornando fugacemente indietro nel tempo, come riferisce Blanch, il Lord del Manor, in precedenza, aveva posseduto rilevanti proprietà nelle vicinanze di Peckham Rye. Come riferisce il citato Autore, la Famiglia Bowyer era il principale proprietario terriero della Parish. Sia nel 1766, che nel 1789, i Parrocchiani elevarono vibrate proteste contro l'usurpazione del "Rye", fatti che sono adeguatamente documentati nei documenti locali. Nel 1865, si tenne un'adunanza degli abitanti, al fine di trovare il modo migliore per prevenire la costruzione di edifici sul "Rye" e la questione venne posta all'attenzione del Parlamento. Nella seduta davanti al Comitato della House of Commons, in quell'anno, il rappresentante del Lord del Manor reclamò per Sir Bowyer Smyth la proprietà assoluta del "Rye" ed sostenne che vantava diritto sul totale valore edificabile, dato che, a suo dire, non esistevano altri diritti su di esso. Comunque, i diritti del Manor vennero comprati in modo che "The Rye" divenne proprietà comune della Parish e reso all'uso pubblico. L'acquisto dei terrreni agricoli da parte dle London County Concil, per la somma di 51.000 sterline, portò all'apertura al pubblico di Peckham Rye Park il 14 maggio 1894. A quel tempo, il Parco si estendeva per 54 acri (220.000 metri quadrati). Nel 1899, Peckham passò dalla Contea del Surrey a Londra, come parte del nuovo Borough di Camberwell. Nel XIX secolo, Peckham era ancora un "piccolo, tranquillo villaggio circondato dai campi", quindi, era largamente rurale, con un gran numero di case occupate dalla piccola nobiltà. Nel XIX secolo, le scuole erano già diffuse a Peckham, tanto che l'area era nota proprio per la loro presenza, specialmente per quelle femminili. Uno degli studenti famosi fu Robert Browning, che frequentò la Scuola del Reverendo Thomas Ready. I bambini più poveri, se erano fortunati, venivano portati a scuola dalla "British and Foreign Schools Society", iniziata da Joseph Lancaster, nato a Southwark. Nel corso degli ultimi trenta anni del XIX secolo, l'ultimo dei orti e campi svanì per lasciar posto ad insediamenti residenziali di qualità variabile. Tra la metà e la fine del XIX secolo, Peckham era diventato il posto per vivere dell'aspirante classe lavoratrice I già citati miglioramenti nei trasporti accopiati alla "Workman's Fare", la tariffa agevolata per il lavoratori, significò che viaggiare raggiungendo il posto di lavoro da Peckham fosse divenuto più economico. Nel 1929, venne abbattuto l'Ippodromo di Peckham. nel 1935, venne aperto il  Pioneer Health Centre, uno dei centri sanitari più importanti del Paese; inizialmente a Queens Road, Pioneer si spostò in un sito realizzato appositamente a St Mary's. Il centro venne creato da medici e talvolta venne anche definito "Peckham Experiment". Durante la Seconda Guerra Mondiale, parte del Common (popolarmente chiamato "The Rye) venne utilizzato come campo di prigionia per gli Italiani catturati. I bombardamenti tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale colpirono Peckham, con vasti danni alle cose e perdita di vite umane. Nel 1965, con la formazione della Greater London, Camberwell e Southwark formarono il Southwark Council. Nel 1970, il Gran Surrey Canal venne riempito. Nel 2000, venne aperta la nuova Biblioteca di Peckham, progettata da Architetti di fama internazionale, Alsop e Stormer. Nonostante i miglioramenti urbanistici, Peckham ha mantenuto una notevole fragilità sociale, tanto che nell'agosto 2011 vi furono dei seri disordini. Dal punto di vista etnico, la metà dei residenti di Peckham sono di colore o britannici di colore, la maggior parte sono di discendenza o nascita africana.

2. Tappe dello sviluppo urbano

2.1 Mappa del 1842

La mappa, che si deve a J. Dewhirst e pubblicata da W. Wheeler, mostra la prima tappa della transizione dell'area di Peckham da villaggio rurale a sobborgo londinese. Lo sviluppo urbano si snodò lungo Old Kent Road, Hill Street, the High Street e Rye Lane. In aggiunta, vennero realizzati anche dei lotti rivolti a sud-ovest, che guardavano verso Peckham Rye.

2.2 Mappa del 1891

Si tratta della Ordnance Survey Map realizzata tra il 1863 ed il 1870 e stampata nel 1891. La mappa mostra Peckham mentre diventa un sobborgo londinese. La linea ferrata è stata realizzata, dato che vi sono delle linee di tram, anche se non sono indicate nella mappa e molti siti vicino alle strade principali sono stati edificati. Tuttavia, rimangono ampi tratti di terreni agricoli ancora non urbanizzati.

2.3 Mappa del 1894

Si tratta della Ordnance Survey Map stampata nel 1894, che mostra l'ormai definito panorama suburbano di Peckham, con il quadro completo di case, scuole, chiese, istituzini e trasporti. Un elemento caratteristico è l'uniformità della dimensione delle case della maggior parte dell'area.

3. All Saints Church

La Chiesa iniziò nel 1867, quando Peckham era un villaggio ai margini di Camberwell e rappresentava un rifugio fuori della confusione della Londra vittoriana. L'ubicazione fu favorita dall'apertura della vicina stazione di Peckham Rye nel 1865. In origine, la Chiesa doveva essere gemellata con una scuola, costruita contemporaneamente. Tuttavia, la legge sull'istruzione elementare del 1870 reso le autorità locali responsabili per l'istruzione di tutti i bambini fino all'età di tredici anni, rendendo superflua tale collegamento. Per cui, l'edificio non venne mai utilizzato per tale scopo e venne donato alla Chiesa appena terminata come sala parrocchiale. La congregazione crebbe rapidamente al principio del XX secolo, ma come molte Chiese londinesi della Londra interna, dopo la Seconda Guerra Mondiale, declinò, tanto da rischiare seriamente di essere soppressa. Successivamente, l'arrivo di attivi Vicari, sembra aver rivitalizzato la Parrocchia.

4. Fiera di Peckham

Stando alla locale Tradizione, il Re Giovanni Senza Terra, cacciando a Peckham, uccise un cervo e si divertì talmente (non aveva niente di meglio da fare????), che concesse ad i suoi abitanti una Fiera annuale di tre settimane. Tuttavia, nessuna concessione è mai stata trovata che confermi la circostanza. Un altro racconto dice che la Fiera venne concessa dietro richiesta di Nell Gwynne dal citato Re Giovanni, mentre tornava da una battuta di caccia nei paraggi alla residenza di Sir Thomas Bond, uno dei suoi favoriti. George Daniel, Autore di "Merrie England in the Olden Time" (1841), scrive che la Fiera si teneva nelle immediate vicinanze di "Kentish Drovers", una vecchia taverna in Peckham Road. Quando Peckham era un villaggio circondato da campi verdi, "Kentish Drovers", come l'insegna fa comprendere, fu un luogo di sosta ben noto per commercianti di bestiame sulla strada per il Kent. Fu un luogo famoso per i villeggianti nel XVIII secolo ed attrasse sempre di più i curiosi che volevano vedere i suoi mostri curiosi esposti nelle sue gabbie. Si legge, in una delle sue pubblicità, in cima dei quali spicca il nome di "George I. R.": "Agli amanti delle curiosità — Vedranno, durante il tempo della Fiera di Peckham, una grande collezione di bestie selvagge ed uccelli viventi, utlimamente giunte da ogni parte delle più remote aree della Terra". Segue l'elencazione di tali animali, un pellicano egiziano, un gallo "Vulture" (specificandosi che la parte anteriore della testa è coperta da peli, la seconda parte è simile alla lana di un "Black"; sotto che c'è un anello bianco, con un "Ruff" che ammanta la testa di notte), un'aquila, che vola più in alto di qualsiasi altro uccello, una bestia curiosa, allevata da una leonessa, come un gatto selvatico straniero, una pantera turca, un maschio ed una femmina di iena dal Fiume Gambia (si specifica queste creature imitano la voce umana, facendo uscire la gente di colore dalle case e piantagioni per divorarla; hanno una criniera come un cavallo, tutte le altre bestie possono essere domate, non le iene), un "Tobo Savage" etiope, con tutte le azioni della specie umana, che, quando è al suo pieno sviluppo, è alto più di cinque piedi, diverse altre creature sorprendenti di vario genere. Da vedere dalle 9 del mattino fino alle 9 di sera, finché sono in vendita. Anche ogni sorta di curiosità di vario genere viene venduta nel luogo di cui sopra di John Bennett. Nel mese di agosto 1787, si videro esempi di animali a quattro zampe come orsi, scimmie, cani danzanti, maiali addomesticati. La Fiera, che originariamente si teneva su terre comuni, poi nelle strade del villaggio, venne abolita nel 1827, essendo divenuta sede di grandi disordini.

Southwark - Visita guidata

All Saints Church

All Saints Church

Il Giardino - Ristorante italiano

Il Giardino, Ristorante italiano

Rye Lane

Rye Lane

Pesce in vendita in un negozio di Rye Lane

Pesce in vendita in un negozio di Rye Lane

Rye Lane

Rye Lane

Moderni edifici all'incrocio con Copeland Road

Moderni edifici all'incrocio con Copeland Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it