www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

St. Johns

Sintesi

St. Johns è una stazione ferroviaria che si trova in prossimità del confine col Royal Borough of Greenwich, che con una sua punta, si insinua in quest'area. Il nome andrebbe scritto con l'apostrofo, St. John's, dato che era in passato St. John's Deptford, o anche, Deptford New Town. Tuttavia, quando venne aperta la stazione, si usò St. Johns, nome col quale oggi viene individuata quest'area. Deptford New Town fu ideata dalla Famiglia Lucas come alternativa accessibile ed ariosa per le classi lavoratrici della Deptford di metà del XIX secolo. L'area in oggetto costituisce la più sottile estremità occidentale del cuneo di strade tra New Cross Road, Deptford Broadway e Brookmill Road (a nord) e Lewisham Way (a sud). Parti settentrionali di Brockley possono farsi rientrare in tale area, che comprende Brockley's Farmers' Market. Va ricordato che St. Johns è ricordato tristemente per essere stato la sede di uno dei peggiori disastri ferroviari della storia d'Inghilterra: il 4 dicembre 1957, a causa delle fitta nebbia, un treno urtò posteriormente un altro, con coinvolgimento del ponte ferroviario, che crollò, determinando la morte di 90 persone ed il ferimento di 176.

Distanza dal centro: 5.8 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in prossimità di St. John's Vale. La strada in pendenza, se seguita in discesa, vi porta a Brookmill Road, lambita ad est da Brookmill Park, attraversato dal Fiume Ravensbourne, se seguita in salita, conduce a St. John's (imponente Chiesa Vittoriana), e successivamente, raggiunta Lewisham Way, nel parcheggio di Lewisham Southwark College (Campus di Lewisham Way), Brockley's Farmers' Market (si tiene di sabato).

Toponimo

Il nome discende dalla Chiesa di St. Johns in St John's Vale costruita nel 1855, che insiste in cima alla collina, in prossimità della stazione, alla quale venne dato il medesimo nome.

Storia

Informazioni fondamentali si leggono in "The Commissions for Building Fifty New Churches: The Minute Books, 1711-27, A Calendar" (1986), alla voce "Minutes of the Commissioners: 1725, i), punto 396, (pagina 310), 15 Feb. 1724/25; sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Deptford New Town: A 19th century working class estate 1. Setting the Scene 2. Big Houses 3. The Waterworks 4. The Lucas Family 5. Development 1810 - 1840 6. Development After 1840 7. A New Population 8. Transport Links 9. Churches and St John's Parish 10. St John's School 11. Social Welfare" (IDEAL HOMES: A HISTORY OF SOUTH-EAST LONDON SUBURBS); in "Open House 2009 (5): the Stone House" (27 settembre 2009, Caroline's Miscellany DEPTFORD - LONDON - BRITTANY - RANDOM BITS OF HISTORY), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Al fine di agevolare lettura, suddividiamo la trattazione in paragrafi:

1.1 Contesto generale

St Johns costituisce un pregevole esempio di sobborgo Vittoriano della classe lavoratrice, il cui sviluppo, però, fu assai poco condizionato dalla sua appartenenza amministrativa, di cui leggerete successivamente. I fattori determinanti lo sviluppo dell'area furono: 1. la sua realizzazione principalmente da parte di una sola Famiglia di proprietari terrieri su una sola tenuta (anche se nel corso di un lungo periodo di tempo); 2. Il Patrocinio che tale Famiglia Lucas svolse sulla nuova Parish di St John; 3. La crescita della città di Deptford. L'aspetto insolito risiede non tanto nel carattere originario di Johns, ma nel fatto che esso sia rimasto ampiamente intatto, dato che soltanto la sua parte settentrionale è stata ricostruita. Tale sopravvivenza fu dovuta, inizialmente, alla buona gestione della tenuta, poi, nel 1964, al suo acquisto da parte del Deptford Borough Council, ed, infine, alla sua qualifica di "Area protetta" (conservation area). Va sottolineato che, mentre nel 1800, Deptford (sia urbana che periferica) non andava a sud di New Cross Road, ed entro il 1900, tutta l'area era totalmente urbanizzata, relativamente a St Johns, tale processo accadde gradualmente nel corso dell'intero secolo. Nel 1800, l'area era occupata da pascoli ed orti. Veniva tagliata da una sola strada l'attuale Tanner's Hill, allora chiamata Butt Lane, che costituiva un prolungamento meridionale attraverso Broadway della linea di High Street. Butt Lane continuava attraverso Lewisham Way al suo terminale su terre aperte, sulla moderna Upper Brockley Road. Esisteva un'altra strada, un semplice viottolo, chiamato Dog Kennel Row o Dark Lane, che collegava Manor Farm, Brockley con Broadway. Manor Farm si trovava lungo la moderna Brakespeares Road tra Lewisham College ed il ponte ferroviario. Mill Lane (l'attuale Brookmill Road) si snodava per circa 400 yarde dalla sua intersezione con Broadway, dove finiva all'ingresso dell'acquedotto (che risaliva al principio del XVII secolo e che captava le acque dal Fiume Ravensbourne e successivamente da una serie di pozzi).

1.2 Edifici di rilievo

Due edifici caratterizzavano l'area:

  1. Stone House: si tratta dell'edificio più caratteristico, una villa palladiana realizzata con pietra bianca e grigia. Si tratta di una vistosa combinazione quadrata con grosse baie curve a piena altezza su tre dei suoi lati ed una cupola sul quarto. Si trattò del primo edificio significativo dell'area che venne fatto costruire da un membro della Famiglia Gibson tra il 1771 ed il 1773. Sia George Gibson (Anziano) che George Gibson (Giovane) furono Architetti, per cui, è incerta l'attribuzione tra i due della paternità del progetto. Va aggiunto, però che il secondo fu anche responsabile di St Mary's a Lewisham, con la quale Chiesa la Casa presenta alcune similitudini relativamente alla struttura, e Woodlands in Mycenae Road a Blackheath, da cui non differisce molto. Sulla Mappa delle Decime del 1836, essa venne indicata come "Comical House", dove "Comical" va inteso come "eccentrica". Il nome attuale venne introdotto verso la metà del XIX secolo, forse perchè i Parlamentali (Radicali) che vi abitarono per gran parte del periodo Vittoriano ritennero più dignitoso un nome meno interessante, data la loro posizione pubblica. Stone House ancora insiste lungo Lewisham Way. I suoi sontuosi interni furono restaurati nel 1993–1995. E' una struttura privata, non aperta al pubblico. I proprietari hanno effettuato una ricerca accurata in merito ad una diceria, secondo cui una parte del rivestimento esterno di pietra veniva ritenuta essere appartenuta al vecchio London Bridge, i cui esiti rivelano che la voce potrebbe non essere infondata, dato che il materiale tratto da due arcate del Ponte venne conservato nella parte sud-orientale di Londra, a quel tempo). I terreni adiacenti comprendono giardini d'acqua e prati ondulati, ridotti rispetto ai 6 ettari originali;
  2. Brunswick House, poi chiamata Kylefield House, al numero 124 di Tanners Hill. A differenza di Stone House, è tristemente sfigurata ed ha perduto le caratteristiche per successive aggiunte del XIX secolo. Un tempo, era una casa indipendente posta a 50 yarde di distanza da Lewisham Way dal suo giardino anteriore, con il suo lato immediatamente su Tanner's Hill. Il giardino fu realizzato a partire dal 1850, sia su Lewisham Way che su Tanner's Hill, di modo che, oggi, la Casa è circondata e divorata da tante aggiunte vittoriane da essere appena riconoscibile.

1.3 I proprietari terrieri locali

A parte la Famiglia Evelyn, dei proprietari locali minori, spiccava la Famiglia Famiglia Lucas, che possedeva la maggior parte dei terreni, soprattutto nella zona settentrionale e sud-orientale. La Parish di St Nicholas Deptford possedeva un terreno in cui esisteva un mulino a vento. La Famiglia Lucas era originaria della Cumbria, ma la sua ricchezza derivava dalle iniziative imprenditoriali effettuate nella Carolina del Sud (Stati Uniti), dove aveva fatto costruire e gestiva degli impianti di lavorazione del riso alimentati ad acqua. Jonathan Lucas tornò a Londra nel 1823 e costruì la piuttosto austera Villa Lucas su Lewisham Way, che si trova accanto a St John's (costruita nel 1854) e per un certo tempo ne rappresentò la Canonica. Oggi, la Chiesa Presbiteriana Gallese usa tale Villa. Negli anni '30 del XIX secolo, alcuni membri della Famiglia Lucas tornarono in America, ma la tenuta passò nelle mani di un altro Jonathan Lucas, il quale, tramite il suo agente Joseph Peacock, di Bloomsbury Square, gestì lo sviluppo. "New Town", il nuovo agglomerato, fu principalmente un sobbordo gi Deptford, non di Londra. Crebbe in relazione alla crescita di Deptford ed i suoi residenti parteciparono all'economia di Deptford. L'arrivo dei collegamenti ferroviari per Londra cambiarono il paesaggio dell'area. Due differenti società ferroviarie costruirono le loro linee ferrate lungo il distretto, ma senza grosso impatto, dato che non ne accellerarono o ritardarono la crescita.

1.4 Il periodo tra il 1795 ed il 1806

Tra le "Minutes of the Commissioners" del 1725" relative alla Commissione per la Costruzione di 50 nuove Chiese, si legge che il Vescovo di Londra riferiva il disegno di legge sarevve stati rapidamente portato in Parlamento e che tra le dotazioni proposte da inserire nella contabilità, si leggeva, tra l'altro"Bow, Strand, St John's, Deptford. Piccole Parishes. con un tasso in sterline ciascuna dal fondo parlamentere. Al curato 50 sterline, il resto al Rettore: 130 sterline, 120 sterline, 250 sterline (che dovrebbe essere quanto di pertinenza di St. John's Deptford). Alla fine del XVIII secolo, come avete letto, la maggior parte dei terreni a nord di Lewisham Way appartenevano a Jonathan Lucas. In quel periodo, la costruzione delle navi prosperava a Deptford, grazie alla Guerra con la Francia, e scarsa era l'offerta di case per i relativi lavoratori e famiglie. Prima del 1810, le prime tre realizzazioni edilizie furono casuali ed "a macchia di leopardo": 1. Dieci piccole case a schiera sull'attuale Albyn Road realizzate nel 1795 (dal citato Lucas), chiamate Ormead Row, sul lato meridionale della strada all'incrocio con Friendly Street. Furono abbattute ed il loro sito è parte di Friendly Gardens; 2. Le case a schiera all'estremità meridionale del lato orientale di Friendly Street, che, per quanto detto al punto precedente, rappresentano le case a schiera più antiche, risalendo al 1806; 3. Sei grandi case semi-indipendenti su Lewisham Way realizzate anch'esse nel 1806 e vennero chiamate Brunswick Place. Si trattava di tre coppie di case indipendenti con lunghi tetti inclinati, che vennero modificate negli anni '80 del XIX secolo, con l'aggiunta facciate di negozi di mattoni rossi, il che, ovviamente, alterò totalmente il loro carattere e le oscurarono.

1.5 Lo sviluppo tra il 1805 ed il 1840

La prima fase dello sviluppo sistematico di "New Town" si ebbe tra il 1805 ed il 1815, quando le porzioni settentrionale ed occidentale vennero rapidamente urbanizzate. Dal 1805, Jonathan Lucas fece costruire una serie di nuove strade, terminate entro il 1815, come King Street (ora Harton Street), Nile Street (ora Vanguard Street) e Spring Street e Summer Streets oltre Tanner's Hill, tutte a nord ed est di Albyn Road e Friendly Street. L'area nella parte settentrionale della tenuta venne subito chiamata "Deptford New Town". Nel 1815, dopo il Secondo Trattato di Parigi, il valore dei terreni di Lucas diminuì, ma la crescita riprese nel 1836, dopo l'arrivo della ferrovia a Deptford. Negli anni '40, strade di case più piccole vennero costruite lungo o vicino all'estremità meridionale di Tanner's Hill.

1.6 La crescita dopo il 1840

L'area più a est lungo il dorso di Albyn Road venne sviluppata successivamente, in generale dal 1850 al 1870, e si caratterizzava per case più grandi. Si trattò di case di migliore qualità, sebbene su scala più piccola di quanto accaduto a Brockley, il suo vicino sud-occidentale. Vi si distinguevano due grandi realizzazioni edilizie, una notevole serie di quattro case a schiera stuccate su Lewisham Way, realizzate nel giardino di Stone House, e le case di quattro piani in Cliff Terrace di fronte alla stazione di St Johns. Tenuto conto della loro datazione (entrambe della fine degli anni '60 del XIX secolo), della loro dimensione e vicinanza a stazioni, si tratta delle uniche due realizzazioni edilizie che furono chiaramente influenzate dalla ferrovia e finalizzate ai pendolari londinesi. Al contrario, c'erano molte strade con case a schiera piatte o insolitamente arcuate, come Strickland Street, Seymour Street (ora Admiral Street) e sezioni di Albyn Road. Relativamente all'estremità orientale della tenuta, Albyn Road al di là di St John's Vale e gran parte di Ashmead Road furono costruite negli anni successivi del XIX secolo. All'incirca nello stesso periodo, alcune delle case sulle strade realizzate per prima, come Lucas Street, furono abbattute e sostituite da case a schiera uniformi, più grandi e meglio costruite. La sostanziale coesione odierna della tenuta fu in gran parte dovuta alla uniformità di scala e materiali utilizzati, mentre le lievi differenze di dettaglio forniscono un indizio sul lungo periodo di sviluppo. La realizzazione della tenuta non avvenne sulla base di un piano generale che ne avesse determinato la configurazione, ma, comunque, venne seguita una politica responsabile e particolare attenzione venne prestata ad importanti infrastrutture, come le fogne e le strade.

1.7 I residenti

Gli abitanti di St Johns crebbero dalle scarse centinaia nel 1800 a circa 10.000 nel 1900. L'indicazione più utile in merito alla loro posizione sociale è data dal sito di residenza, come risulta dai dati del censimento: i più poveri abitavano nelle aree più antiche, mentre quelli più ricchi nelle aree di nuova edificazione. Pertanto, durante tutto il secolo XIX, gran parte di Brookmill Road e delle sue corti (compresi gli edifici denominati evocativamente "Gutter Buildings", ove "Gutter = bassifondi), furono abitati durante tutto il periodo da lavoratori, mendicanti e vagabondi (cioè, lavoratori ambulanti). Le strade immediatamente a sud, come Ship Street e Nelson Street, però, negli anni '40 del XIX secolo, avevano lavoratori più qualificati, che persero a favore delle strade più nuove nella periferia in crescita, mano a mano che il secolo passava. Gli impiegati, l'occupazione tipica della aspirante classe media inferiore, dal 1881, si trovavano in Ashmead Road, ed soltanto Cliff Terrace e le case di Lewisham Way ospitavano i professionisti. La popolazione di St. Johns viveva, mediamente, in condizioni di minor affollamento rispetto ai Londinesi nel complesso o ad altri residenti di Deptford. Ma il numero medio di persone per proprietà aumentò mano a mano che scorreva il XIX secolo e le aree più affollate, a Mill Lane, avevano una densità abitativa superiore alla media. Al contrario, le case più affascinanti avevano meno occupanti nelle proprietà più grandi. Come il resto di Londra, la crescita della popolazione di New Town fu dovuta all'immigrazione. L'area mostra una percentuale più elevata di immigrati nei suoi abitanti più ricchi e più poveri. Un'alta percentuale dei poveri di Mill Lane proveniva dall'Irlanda, mentre i professionisti provenivano da una più ampia area dell'Inghilterra sud-orientale. I lavoratori manuali e quelli semi-qualificati provenivano da Deptford e dalle Parishes circostanti, suggerendo che St Johns rappresentasse un'aspirazione quando ci si voleva spostare in un'area di migliore qualità, pur rimanendo nella stessa area generale.

1.8 Trasporti

Sebbene le ferrovie giunsero presto nel sud-est di Londra (la prima ferrovia di Londra passò attraverso Deptford), esse non influenzarono notevolmente lo sviluppo di St. Johns. Anche se la stazione di Lewisham fu aperta nel 1849 e New Cross l'anno successivo, la zona ebbe la sua stazione solo nel 1871 e due anni ne ebbe una seconda: la prima fu proprio quella di St. Johns, tra Lewisham e New Cross, sulla linea South Eastern Railways line, e la seconda fu Lewisham Road, sulla linea London, Chatham and Dover. La prima è ancora in esercizio, sebbene la stazione di St Johns svolga un servizio alquanto ridotto rispetto alle stazioni limitrofe, mentre la seconda fu chiusa nel 1916. Quando St Johns ebbe la sua stazione, ormai era un sobborgo quasi completo.

1.9 Parish di St. Johns Vale

La Famiglia Lucas patrocinò l'Istituzione più importante della zona, la Parish di St. Johns, che oltre a fornire assistenza spirituale, si occupò di istruzione ed assistenza sociale nell'area. Tale Parish venne creata nel 1855. L'area di sedime edificabile e le risorse finanziarie per la costruzione della Chiesa (progetto dell'Architetto Philip Charles Hardwick) e la sua Sala missionaria vennero fornite da John Seymour Spencer Lucas, il quale, in aggiunta, donò la Villa Lucas alla Parish, dotandola, perciò, di una Canonica e dei terreni per la costruzione delle Scuole di St. Johns. Il primo Vicario, Canon C. F. S. Money, spese tante energie fisiche assecondando la filantropia di Lucas. Egli fu Vicario dal 1855 al 1883. Dal punto di vista spirituale, fondò un'Associazione di lettura delle Scritture ed un ramo della Società Missionaria della Chiesa, la Scuola, e, sul sito della Cappella Ebenezer, a King Street, la Sala di Missione di St. Johns, con 500 posti a sedere, che, ad un tempo, forniva sia un padiglione per l'evangelizzazione, che un luogo di culto per i più poveri del distretto, sigillando l'esclusività sociale della Chiesa principale.

1.10 La Scuola di St Johns

Venne fondata nel 1855 e fu la prima Istituzione a soddisfare i bisogni di istruzione su vasta scala. La Chiesa si trovava all'angolo tra St John's Road e Seymour Street. Il sito e gran parte delle risorse per realizzare l'edificio furono fornite da Lucas. E' probabile che la sua motivazione non fosse stata squisitamente altruistica, poiché la presenza di una Scuola avrebbe rappresentato un bene importante per la tenuta in urbanizzazione. La Scuola aveva circa 900 iscritti nel 1874, ma successivamente, patì la concorrenza, dal 1879, della Scuola di Tanner's Hill dalla London Board School, che offrì classi per 600 alunni, un insegnamento migliore e una tariffa inferiore a quella di St Johns, che declinò, chiudendo nel 1910. Il London County Council (LCC) rilevò l'edificio e costruì una nuova Scuola, che denominò Ravensbourne School, oggi utilizzata dalla Scuola primaria della Chiesa di Inghilterra di St Stephen.

1.11 Sicurezza sociale

Il primo Vicario Canon C. F. S. Money si interessò anche dell'assistenza e benessere sociale. La Parish di St. Johns aveva una "visiting society", forniva sostegno finanziario, cibo, abbigliamento, carbone, a quelli che considerava i poveri in stato di necessità, ed avviò una Cassa di risparmio. Tali attività non trattavano i problemi fondamentali di sovraffollamento e scarsa igiene, di competenza di Organismi ufficiali. Fu solo nel 1890, dopo la costituzione del London County Council (LCC) e l'approvazone della legge sugli alloggi delle classi lavoratrici, che la riforma venne avviata. La citata LCC abbattette 50 case su Mill Lane (Brookmill Road), comprese 8 case residenziali. C'era l'obbligo di riospitare la metà degli sfollati, ma ciò fu ritardato da una controversia tra il LCC e il Consiglio dei Lavori Pubblici di Greenwich relativa alla forma che il progetto edilizio avrebbe dovuto assumere. Il risultato fu un ovvio compromesso, che comprendeva l'edilizia residenziale Carrington House (approccio LCC) e Sylva Cottages (approccio del Consiglio di Greenwich). Entrambi aprirono nel 1903. La tenuta rimase in mani private per molto durante il XX secolo. Fu gestita dalla Società GFW Estates sino al 1964, quando le sue 400 proprietà vennero vendute al Deptford Borough Council per 452.635 sterline. Negli anni '70, Peabody Trust abbattette e ricostruì l'area racchiusa da Albyn Road, Brookmill Road e Friendly Street, come Vanguard Estate.

1.12 Amministrazione

St Johns rientra interamente nel London Borough of Lewisham, nell'ambito dell'area di Deptford. In precedenza, faceva parte del Metropolitan Borough of Deptford, e prima del 1900, quando i Metropolitan Boroughs vennero fusi, era controllata dal Greenwich Board of Works e prima ancora dalla Parish di St Paul Deptford.

1.13 XXI secolo

Grazie alla sua condizione di Area prottetta (conservation area), il distretto conserva gran parte del suo carattere originario. E 'ancora in gran parte residenziale, con pochi negozi o pub locali lontani dalle strade principali. Il cambiamento più significativo è che, come per tutta Lewisham, la sua popolazione ora è più lontana rispetto a Deptford per il lavoro ed il tempo libero: St Johns è diventato un vero e proprio sobborgo. La popolazione dell'area è variegata e riflette il consistente incremento dei prezzi immobiliari registrato negli ultimi tempi. Poche case sono pubbliche, alcune sono in fitto, ma la maggior parte sono di proprietà. L'arrivo nei paraggi della Docklands Light Railway (Deptford Bridge ed Elverson Road) ha spinto in alto i prezzi delle case, determinando una insolita combinazione di ricchi residenti pendolari che lavorano a Canary Wharf e persone meno ricche che vivono da qualche tempo nell'area. L'apertura ed espansione di Brockley Farmers' Market, vicino a Brockley, la stazione prossima a St. Johns, è una prova della trasformazione dell'area in una di fascia più alta. Tra le minoranze etniche, si segnalano i Caraibici di colore e quelli di origine Africana. Alle Scuole elementari vi sono bambini che non parlano Inglese come lingua-madre. Il carattere dell'area è ulteriormente qualificato dalla presenza delle due aree protette di Brookmill Road (creata nel 1972 e delimitata da Friendly Street, Brookmill Road, dai confini meridionali ed orientali delle proprietà su Albyn Road, e dalla linea ferroviaria) e St John's (creata nel 1976, che copre l'area tra questa e Lewisham Way).

Lewisham - Visita guidata

Una delle uscite della stazione di St. Johns

Una delle uscite della stazione di St. Johns

St Johns Vale - Cartello

St Johns Vale - Cartello

Brookmill Park

Brookmill Park

Manor Park

Fiume Ravensbourne

St John's

St John's

Lewisham Way

Lewisham Way

Lewisham Southwark College

Lewisham Southwark College

Il cartello all'ingresso di Brokley' s Farmers' Market

Il cartello all'ingresso di Brokley' s Farmers' Market

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it