www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Norbury

Sintesi

Norbury è una stazione ferroviaria che ricade nell'angolo nord-occidentale del London Borough of Croydon. Tuttavia, esso costituisce solo un terzo dell'area di Norbury, di cui un altro terzo (a nord) ricade nel London Borough of Lambeth, ed il restante terzo, nel London Borough of Merton (ad ovest). Il centro urbano è incentrato a sud della stazione ferroviaria su London Road, che costituisce la principale direttrice di traffico attraverso l'area. Si tratta di un'area multietnica dove predominano ex edifici municipali.

Distanza dal centro: 7,4 miglia.

Attrattiva: discreta.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Potete uscire dalla stazione direttamente su Norbury Avenue, uscendo dai cancelli laterali, oppure da una piccola uscita che vi porta alla fine di tale strada, quasi all'incrocio con London Road, dove trovate il Ristorante Il Buon Gusto, che fa angolo. In prossimità, sulla destra, trovate Norbury Park, attraversato da un corso d'acqua. Seguendo la strada in quella direzione, descrivendo una grande curva, diventa Streatham High Road. Tornando indietro, superato il ponte ferroviario, London Road continua con edifici variegati, in un'atmosfera viva. Tutto il lato dal lato della stazione rappresenta Norbury, mentre il lato opposto costituisce Pollards Hill, dove trovate l'omonimo Pollards Hill Park.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta come "Northbury" (1359, 1391). Successivamente, si legge "Norbury" (1422), "Northbury" (XV secolo). Si legge, inoltre, "Norbury Park" (1876, Ordnance Survey Map). Di certo, si tratta di un nome che ricorre in diverse parti dell'Inghliterra (oltre quello di questa pagina web, che insisteva un tempo nel Surrey, in Cheshire, Derbyshire, Shropshire, Staffordshire). In merito al suo significato, sia che si faccia derivare dalle parole dell'Old English"norð" (nord)' + "burh" o "burg" (fortezza, città fortificata), che da quelle del Middle English "north" (nord) + "bury" (una forma combinata di byrig, "vicino alla fortezza"), si può intendere come "Manor House settentrionale". Settentrionale rispetto a cosa? Dei racconti locali ricordano che ciò discende dall'ubicazione di Norbury sul confine settentrionale del vecchio Manor di Croydon, traendo il nome da una suddivisione nel Borough di Benchesham (o Bensham, v. paragrafo specifico), uno dei sette Boroughs di Croydon. Per cui, "Northbenchesham" divenne "Northborough" e poi "Norhbury", mentre, "Southbenchesham" divenne poi "Thornton Heath".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 1, County of Surrey" (1792), alle voci "Croydon" (pagine 170-201) e "Appendix: Additions and corrections" (pagine 541-572); da  Maskelyne - H. C. Maxwell Lyte in "Calendar of Inquisitions Post Mortem: Series 2, Volume 1, Henry VII" (1898), alla voce "Inquisitions Post Mortem, Henry VII, Entries 801-850" (846); da Ebenezer Howard in "To-morrow : a peaceful path to real reform" (1898); si leggono in "Letters and Papers, Foreign and Domestic, Henry VIII, Volume 19 Part 1, January-July 1544" (1903), alla voce "Henry VIII: July 1544, 26-31" (23); in "Letters and Papers, Foreign and Domestic, Henry VIII, Volume 21 Part 2, September 1546-January 1547" (1910), alla voce "Henry VIII: December 1546, 26-31" (647); in "A History of the County of Middlesex: Volume 2, General; Ashford, East Bedfont With Hatton, Feltham, Hampton With Hampton Wick, Hanworth, Laleham, Littleton" (1911), alla voce "Spelthorne Hundred: Hampton, introduction" (pagine 319-324.); in "A History of the County of Surrey: Volume 4" (1912), alle voci "Parishes: Beddington" (pagine 168-178), "Croydon: Introduction and Croydon Palace" (pagine 205-217), "Croydon: Borough, manors, churches and charities" (pagine 217-228); sono fornite da Ivan D. Margary in "Roman Ways in the Weald Hardcover" (1949); si leggono in "London Bridge: Selected Accounts and Rentals, 1381-1538" (1995), alle voci "Introduction' (pagine vii-xxix) e "Bridge House Rental 3: Account for 1461-2" (pagine 114-147); in "Dictionary of American Family Names" (2006); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011); in "Borough Character Appraisal Version 4 Evidence Base June 2011" (Croydon Council), pagine 59-63; in "NORBURY ESTATE CONSERVATION AREA APPRAISAL AND MANAGEMENT PLAN - SUPPLEMENTARY PLANNING DOCUMENT (CROYDON COUNCIL) Aprile 2014; in Norbury Park History (Croydon Council); in Norbury Hall History (Croydon Council), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica legga: Raymond Wheeler "Norbury, Thornton Heath & Broad Green (2006); David Clark "A History of Norbury" (2013).

1. Eventi storici di rilievo

Come Streatham e Croydon, Norbury insiste lungo l'antica strada romana (costruita nel I secolo) London Road che collegava Londra con Brighton, di cui, il tratto settentrionale è diventato la A23 (Streatham High Street), sul cui lato occidentale, a circa mezzo miglio dalla stazione di Norbury, esattamente a Hepworth Road, nel 1961, venne scoperta una strada larga 32 piedi, ancora integra. I particolari dei reperti archeologici della zona, inclusi i riferimenti alla griglia della loro ubicazione, sono detenuti dal "Greater London Historic Environment Record" gestito da "English Heritage". Scavi effettuati su Pollards Hill rivelarono la la presenza di un forte collinoso preistorico. Green Lane, ad est della stazione di Norbury, dal lato orientale di Norbury Park, fu un'antico sentiero che risale ad oltre 2 millenni e venne utilizzat odai contadini per trasportare i loro raccolti e dai pastori per trasferire le pecore al mercato. Norbury faceva parte di Croydon, che rientrava nella Hundred di Wallington, nell'ambito della Contea del Surrey, La Manor House sembra esistesse già nel 1229. Dal "Toponomo" già sapete che era nota nel 1359 come "Northbury", nonché che il relativo Manor (sub-Manor di quello di Croydon) si estendeva attraverso London Road (ora una sezione della A23), comprendendo il Common che successivamente si disse Thornton Heath. Il Manor di Norbury fu tenuto dalla Famiglia "Carew" (che possedeva anche il Manor di Beddington) per cinque secoli. L'inizio di tale dominio viene ascritto da taluni al 1337, da altri al 1385, ma di certo, però, nel 1375 era posseduto da Nicholas Carew di Beddington (oggi nel London Borough of Sutton), il quale ricevette una concessione di libera caccia nelle sue terre di Croydon. Esso era tenuto per l'Arcivescovo di Canterbury come per il suo Manor di Croydon per fedeltà al canone annuale di 20s. Nicholas Carew morì possedendo il Manor di Norbury il Trentatreesimo Anno del Regno di Enrico VI (1422-1461 e 1470-1471), lo stesso fu per suo figlio Nicholas il Sesto Anno del Regno di Eduardo IV (1461-1470). Nella "inquisition post mortem" di James Carew(e) o Carue, che se non abbiamo errato a capire, iniziò il 2 gennaio e terminò il 31 gennaio dell'Ottavo Anno del Regno di Enrico VII (1485-1509), tra l'altro, si legge che John Martyn, Roger Heyron, John Gaynesford, John Corffe, William Selman, William Bradford, Richard FitzRobert e John Hall, furono privati di alcuni Manors sotto canone ubicati nel Surrey (Manor of Bedyngton, del valore di 10 sterline, tenuto per il Re, Manor di Norbury, del valore di 60s., tenuto per John, Arcivescovo di Canterbury, come per il Manor di Croydon, Manor of Bandon, del valore di 10 Marchi, tenuto per il Principe, come per l'Onore di Walyngford) per l'uso di Nicholas Carue, di Bedyngton, nel Surrey, deceduto, e dei suoi eredi, e per l'uso della sua ultima volontà, ed essendo stati così privati, essi, in conformità con quella volontà (avendo ottenuto la licenza per tale scopo dal Re Enrico VI per il Manor di Bedyngton), trasferivano ad un tal Nicholas Carue suo figlio ed erede in linea maschile. Il detto figlio di Nicholas ebbe come figli Nicholas e James, e morì, quando le proprietà andarono a detto Nicholas come figlio e erede. Alla morte del detto Nicholas, fratello di James, le proprietà andarono a Nicholas, suo figlio erede, morto senza eredi maschi, dopo di che i possedimenti andarono a detto James Carue nominato nel testamento, come suo zio ed erede maschio. Il detto James Carue morì il 22 dicembre precedente. Richard Carue, di 23 anni e più, fu suo figlio e erede. Il possesso continuo della Famiglia "Carew" fu interrotto per un breve periodo di 17 anni a partire dal 1539, quando Nicholas Carew  perse le simpatie di Enrico VIII, venne accusato di tradimento e decapitato presso la Torre di Londra. Nel 1539, Hampton Court venne creato "Honour" con legge del Parlamento. Le terre che vi vennero annesse erano in parte proprietà monastiche confiscate, ma alcune vennero ottenute a seguito di acquisti o di dichiarazione di perdita di diritti civili. All'atto della creazione di tale "Onore", l'annessione riguardò terre e Manors nel Surrey e nel Middlesex. Nel successivo 1540, vi fu l'annessione di ulteriori Manors, sempre nel Surrey e nel Middlesex. Successivamente, terre e Manors aggiuntivi vennero annessi, tra cui il Manor di Norbury a Croydon. Nel mese di luglio 1544, nelle "Lettere e Documenti, Esteri e Nazionali" di Enrico VIII, relativi al 26-31 luglio, si legge che William Myllys, di Croydon, allora nella Contea del Surrey, aveva terre nella Parish di Croydon, porzione del Manor di Norbury e dell'Onore di Hampton Court (con riporto della data 10 settembre). Nel Compendio degli atti che Enrico VIII fece timbrare a William Clerc in luoghi e tempi diversi nel mese di dicembre del Trentottesimo Anno del suo Regno (1509-1547), in presenza di Sir Anthony Dennye e John Gate, in un lungo elenco di pertinenze di Manors ed altro, si legge "Norbury". Il 5 febbraio 1706–1707, vi fu una petizione popolare diretta alla Regina Anna, firmata da 148 persone, tra cui ir Nicholas Carew, Lord del Manor di Norbury. La successione di questo Manor segue quello di Beddington, sede della Famiglia Carew. Ed infatti, nel 1741, Richard Gee (padre dell'omonimo Richard Gee, che aveva assunto il cognome Carew, a cui era giunto il Manor di Beddington, che era nonno di Philippa, sorella di Sir Francis, nonno di Sir Nicholas Hackett Carew) venne reso Amministratore da Sir Nicholas Hackett Carew dell'intera tenuta di Beddington, Bandon, Waillington, Norbury, Ravensbury e Walton-on-the-hill. L'ultima Manor House di fu Norbury Hall (v. paragrafo specifico), costruita nel 1802. Si trovava su una vasta tenuta dove si trova oggi Craignish Avenue ed il suo giardino ospitava un lago ed un campo di cricket (Norbury Hall ospita case residenziali, ma la maggior parte del giardino venne venduto negli anni '50 del XX secolo per divenire un parco pubblico, Norbury Park). Dopo l'approvazione del "Carew Estate Act", avvenuta nel 1857, la proprietà dei Carew venne venduta nel 1859 in lotti separati. Pollard's Hill costituisce il punto più elevato dell'area ed in precedenza appartenne al'antico Manor di Benchesham (Bensham, v. paragrafo specifico), che nella metà del XIX secolo, venne sviluppato con strade e viali (occupa il lato occidentale di London Road). Le corse di Streatham si tennero a Norbury tra il 1870 e il 1880, quattro o cinque volte l'anno, solitamente, con sessioni di gara della tre giorni. Il campo di corsa, affiancato da una tribuna per gli spettatori, nella zona di Northborough Road e il percorso di gara copriva l'area fino a Rowan Road, poi a nord verso Streatham Vale e poi a sud-est lungo Isham Road tornando a Northborough Road. I cavalli venivano portati qui dalla stazione di Streatham Common fino a quando, a seguito della costruzione della London, Brighton & South Coast Railway (1862), la prima stazione venne realizzata nel 1878 come "Norbury Halt" proprio per consentire ai cavalli da corsa ed agli appassionati delle corse di cavalli di scendere dai treni e di uscire dalla stazione lungo rampe che portavano lungo il terrapieno alle piattaforme. Tuttavia, le gare divennero sempre più insopportabili, per cui, poco dopo, vennero interrotte. L'apertura della stazione ferroviaria non stimolò l'espansione edlilizia. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles descriveva Norbury, allora nella Contea del Surrey, come segue: " ry. sta., 3 miles NW. of Croydon, Surrey; in vicinity is Norbury House, seat.". Al principio del XX secolo, Norbury era ancora in gran parte rurale, tranne poche grandi ville lungo London Road ed alcune strade realizzate in vista della futura espensione edilizia. La stazione odierna risale al 1902, con le due piattaforme supplementari e binari ferroviari passati da due a quattro ed un ponte aggiuntivo costruito attraverso London Road. Vennero realizzate nei paraggi una serie di nuove case, servite da una grande fila di negozi lungo London Road. La prima serie di edifici del London County Council (v. paragrafo specifico) fu fatta ad ovest di London Road tra il 1905 ed il 1921. I Trams iniziarono a funzionare nel 1902 tra Croydon al sistema di scambio a Norbury, che si trovava a sud di Hermitage Bridge, che segna il confine settentrionale tra Norbury e Streatham (un ponte stradale sul Torrente Norbury Brook qui è esistito sin dal XVI secolo e dal principio del XIX secolo al 1862, vi era un cancello ed una casa per il pedaggio, dove i viaggiatori pagavano una somma per proseguire il loro percorso attraverso Norbury). Da tale punto, i passeggeri dovevano cambiare tram per proseguire il loro viaggio verso Londra, dato che i trams di Croydon e quelli di Londra erano effettuati su diversi sistemi ed i tram di Londra non andarono a sud di Norbury sino al 1909 (i sistemi vennero unificati nel 1926 ed i trams operarono sino al 1951). Nel 1912, a Norbury, si distinguevano Norbury Hall, la residenza di J. W. Hobbs, Norbury Lodge, di H. S. Cooper-Clarke, Norbury House, di H. H. Castle, Hill Crest, di S. Taylor-Coleridge, Oakdean, di C. K. Thomas. La Manor House, Norbury Farm, venne abbattuta nel 1914; il suo sito è indicato da Manor Farm Road. Leggerete successivamente che, dopo la Prima Guerra Mondiale, il London County Council iniziò una seconda fase edilizia, influenzata nella progettazione dall'idea delle "Città Giardino". Nel 1935, l'Amminstrazione di Croydon comprò il campo da golf di 18 buche detto North Surrey Golf Ccourse, per trasformarlo in Norbury Park (v. paragrafo specifico), che è attraversato da un tratto aperto del Torrente Norbury Brook, che prende il nome di Fiume Graveney ad ovest di Hermitage Bridge ("Hermitage" deriverebbe da uno o più eremiti che sarebbero vissuti nella zona). Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Norbury fu colpito da 34 bombe tedesche altamente esplosive. Una porzione di London Road venne sviluppata durante l'esplosione degli uffici negli anni '60 del XX secolo, e rappresentò la più significativa concentrazione di nuove costruzioni fuori dal centro di Croydon. Oggi, l'area, residenziale, mantiene largamente il suo carattere, con buona accessibilità dei trasporti pubblici lungo London Road contribuendo ad un incremento della popolarità per nuovi sviluppi residenziali. La strada citata è ricca di negozi ed uffici. Presente la Biblioteca e diverse Scuole. I tipi predominanti di abitazioni di Norbury possono essere raggruppati in tre categorie: 1. Case e cottages Vittoriane a schiera (ubicate ad est ed ovest di London Road, con una forma edilizia compatta su strade strette, con poco spazio per gli alberi, e su aree di parcheggio private. Norbury Estate (v. paragrafo specifico) è un tipico esempio di tenuta con cottages eduardiana ed è un'area protetta); 2: Ampie case indipendenti realizzate tra le Due Guerre Mondiali su lotti relativamente estesi (principalmente concentrati sulle strade attorno Pollards Hill, beneficiano del paesaggio e della topografia, hanno ampi giardini e spazi per il parcheggio); 3. Case bifamiliari realizzate tra le Due Guerre Mondiali su tenute pianificate (concentrate sul pregresso North Surrey Golf Course, tra la linea ferroviaria e Green Lane. Le case tendono ad essere di una forma edilizia regolare con parcheggio per auto ed alcuni garages integrali. Alcune strade hanno vicoli posteriori di servizio e sono generalmente più concentrate rispetto ad altri esempi simili a sud nella Municipalità). Norbury è ben fornita di spazi aperti e boschi, con spazi ricreativi a Norbury Hall e Highbury Avenue. Norwood Grove, Norbury Park, Pollards Hill, Norbury Hall e Biggin Wood; tutti derivano da vaste tenute del XVIII secolo o considerevolmente anteriori. Biggin Wood è ritenuta essere un segmento residuo di Great North Wood. Dal punto di vista etnico, i Bianchi Britannici costituiscono poco meno di un quarto dei residenti, più della metà dei residenti appartiene ad una minoranza etnica (di nascita o discendenza), con una alta proporzione di Caraibici di colore ed Indiani. Dal punto di vista demografico-economico, Norbury è un'area ricca con famiglie di scalatori sociali al sud dell'area, mentre il cuore dell'area, che è focalizzato su London Road, è occupato da comunità strettamente coesa, mentre il nord è abitato da famiglie adulte, con professionisti. Moltissime sono le case di proprietà.

2. Gli schemi abitativi del London County Council

E' opportuno sintetizzare brevemente questo punto, al fine di comprendere meglio le vicende di Norbury Estate. Il London County Council (L.C.C.), fondato nel 1889, fu la prima autorità civica di Londra ad essere eletta direttamente. Nel 1890, venne approvata la Legge per gli alloggi delle classi lavoratrici, finalizzata a migliorare le condizioni di vita di molti poveri londinesi. Tale Istituzione programmò un enorme piano di ricostruzione che iniziò nel 1893. Il Dipartimento degli Architetti della L.C.C. fu creato come estensione del vecchio Dipartimento degli Architetti del Consiglio Metropolitano dei Lavori (Pubblici), assumendo molti giovani Architetti, molti dei quali infuenzati dai principi del Movimento "Arts and Crafts" e dagli ideali politici e sociali sostenuti da William Morris e dall'Architetto Philip Webb. Il lavoro del L.C.C. comprendeva alloggi immobiliari, stazioni dei pompieri, e dal 1908, lavori per il Consiglio Scolastico di Londra. Il primo grande schema abitativo fu Boundary Road Estate (Arnold Circus), costruito dal 1893 per ospitare circa 5000 persone. Altre schemi cittadini comprendono Millbank Estate, Pimlico and Webber Row Estate, Waterloo. Totterdown-Fields Estate a Tooting fu il primo schema abitativo della L.C.C. sullo stile dei cottages, realizzato con alta densità abitativa, ma con possibilità di vita autonoma con giardini privati. Nel 1900, una modifica della Legge del 1890 suindicata permise alle Contee di comprare terreni a fini edilizi al di fuori dei confini dei propri distretti.

2.1 Norbury Estate - Pianificazione e realizzazione

Si trova in stretta prossimità a due zone archeologiche ritenute prioritarie, London Road (antica stada romana) e Pollards Hill. I terreni su cui venne costruita Norbury Estate furono i primi ad essere acquistati dal London County Council in virtù della nuova Legge del 1900 suindicata. Nel 1900, vennero comprati 30 acri con una spesa di 18.154 sterline. Durante tale periodo, il Dipartimento degli Architetti del L.C.C. venne diretto da W. E. Riley. Tre giovani Architetti risultano essere stati i principali incaricati della pregettazione di Norbury Estate: J. R. Stark, P. F. Binnie, George Weald. Una relazione stilata nel dicembre 1900 del Comitato Finanziario della L.C.C. sottolineava come Norbury Estate avrebbe dovuto rappresentare un nuovo modo di porre delle caratteristiche importanti. Il sito di Norbury comprendeva una fabbrica di mattoni: una delle condizioni della vendita fu che l'impianto di produzione sarebbe stato usato per fornire materiale da costruzione. I mattoni così ottenuti furono utilizzati per la realizzazione di numerosi cottages di Norbury Estate, come pure per parte di Totterdown-Fields a Tooting. Il 16 febbraio 1907, "Streatham News" riportava che "Il numero totale di mattoni fabbricati a Norbury Estate è di circa 11.000.000, di cui 1.980.000 sono stati utilizzati per la costruzione dei cottages". Norbury Estate venne realizzata in due fasi: 1. La prima fase, che riguardò la sezione orientale del sito, venne terminata prima della Prima Guerra Mondiale, e coinvolse, all'incirca, 17 acri del sito. Le prime sezioni di questa fase vennero terminate nel 1906, sebbene i lavori di scavo fossero iniziati soltanto nel 1901. I lavori proseguirono verso ovest lontano da London Road lungo un reticolo di strade verso Norton Gardens. Nel gennaio 1908, 145 cottages erano completi, entro febbario 1910, 240 cottages. Nel 1910, si decise di includere quattro negozi nello sviluppo su Newlands Road. Entro lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, 500 case erano state costruite sulla tenuta e tutte furono fittate: 2. La seconda fase, sui residui 11 acri del sito ad ovest di Norton Gardens, fu ripresa nel 1919, sotto forma di schema edilizio sussidiato dallo Stato. In questo periodo, vennero apportate molte modifiche ai piani della tenuta, una sala pubblica, ulteriori negozi e spazi ricreativi (sulla terra a nord di Tylecroft Road tra Darcy road ed Isham Road, utilizzati al tempo come porzioni di terreno in affitto) ma vennero tutte rigettate per diversi motivi. A causa della volontà di aumentare la dimensione delle case e la qualità degli alloggi, la parte finale dello schema all'estremità occidentale (Darcy Road e la punta meridionale di Northborough Road all'interno della tenuta), fu ridotta dai 116 cottages originariamente proposti a 87 e furono omessi in negozi pianificati. Entro il marzo del 1920, erano state costruite 642 case su Norbury Estate. Durante questi primi decenni del XX secolo la più ampia area di Norbury che circonda la tenuta vide una grande espansione edilizia, in gran parte privata.

2.2 Norbury Estate - Principi ispiratori

Norbury Estate fu profondamente influenzata dagli ideali del Movimento delle "Città giardino" delineati nel 1898 da Sir Ebenezer Howard in "To-morrow : a peaceful path to real reform" ed ha il grande pregio di rappresentare una netta separazione rispetto al modo ripetitivo di costruire case a schiera tipico di molti altri schemi edilizi del principio del XX secolo. La qualità della progettazione "Arts and Crafts", l'artigianato e l'enfasi sull'atmosfera da villaggio della tenuta è ancora oggi evidente, nonostante alcune piccole modifiche apportate agli edifici. Alcune case sono state vendute a privati, anche se molte sono ancora di proprietà pubblica. La fase di sviluppo realizzata dopo la Prima Guerra Mondiale fu influenzata in misura maggiore da questi ideali e dal lavoro di Hampstead Garden Suburb e Letchworth Garden City. Gli schemi della seconda fase trassero enorme beneficio dalla topografia della zona per creare interesse e varietà nell'architettura. Il quadrangolo intorno ad Isham Road, situato su un pendio, costituisce un esempio particolarmente pittoresco. Il principale principio di progettazione di Norbury Estate fu quello di costruire semplici case dignitose, ognuna con le migliori prospettive possibili. Le case furono disegnate con i propri giardini e nella fase successiva dello sviluppo furono spesso raggruppate intorno a piazze di spazio verde. I cottages avevano tra tre e cinque camere. Tutti, tranne quelli più piccoli, avevano bagni, ed un certo numero aveva anche un bagno separato. I quattro negozi inclusi nella prima fase di sviluppo (numeri 80-82 e 79-81, Newlands Road) sopravvissero almeno sino agli anni '70 del XX secolo, il loro stile originario è oggi evidente dalle piastrelle e dai trattamenti architettonici. Durante gli anni '70 furono effettuati importanti miglioramenti e ammodernamenti alle case per conto dell'Amministrazione pubblica.

3. Norbury Hall

Sapete che il Manor di Norbury si trovava all'estremità settentrionale della Parish di Croydon su entrambi i lati di London Road. La sua Manor House rimase in piedi sino al 1914 all'incrocio tra le attuali Kensington Avenue e Norbury Avenue. L'edificio che sarebbe divenuta la principale villa della tenuta venne edificato soltanto nel 1802 per William Coles, si dice su progetto di John Nash, sebbene non vi siano prove significative a sostegno di tale affermazione. Norbury Hall si trovava a 400 yarde a sud-ovest del vecchio sito della fattoria su 30 acri di giardini ornamentali.  I giardini ospitavano un grande lago alimentato dal Fiume Graveney e, al di là di questo, c'erano pascoli attraverso i quali un sentiero andava da Norbury Farm a nord-est della Casa. La Guardiola e le porte principali della tenuta si trovavano in London Road, dove si trova oggi l'Ufficio Postale. Il sentiero si dirigeva verso la Casa attraverso il bosco e passava davanti al cortile delle stalle, che un documento di vendita del 1855 descriveva come "spazio per diverse carrozze, stazionamento per sette cavalli, larghe scatole, imbragature e stanze per camerieri, stalle per fieno e di cereali, granaio e gallinaia". Il bosco venne abbattuto quando venne costruita Craignish Avenue. Alla fine del XIX secolo, il proprietario era James Hobbs, un locale uomo d'affari e quinto Sindaco di Croydon, che comprò la Casa nel 1884. Pochi anni dopo, venne coinvolto in uno scandalo edlilizio, condannato ed imprigionato. Egli possedeva un campo privato da cricket che vendette alla Barclays Bank e che oggi è posseduto da un circolo privato.  Il citato Signor Hobbs teneva il lago fornito di pesce ed intratteneva i visitatori da Londra per la pesca e il tiro a segno durante i fine settimana. La Famiglia Hobbs possedette Norbury Hall sino al 1956, quando venne comprata dal County Borough of Croydon (dal 1965, London Borough of Croydon), con i suoi giardini, per ospitare anziani, ma i terreni erano troppo ampi per il Dipartimento del Benessere per poter essere mantenuti, per cui, furono consegnati al Dipartimento dei Parchi e la Villa fu recintatata. Sebbene il lago non contenga più acqua, tranne occasionalmente in occasione di inverni piovosi, l'avallamento del bacino può ancora essere individuato con facilità. Una delle più interessanti caratteristiche del giardino era il Gazebo, che era una Casa estiva ed aveva un balcone al primo piano che consentiva di godere di una piacevole vista sul giardino. Purtroppo, nel 2002, venne bruciata da un piromane. Una delle caratteristiche distintive del giardino è il grande albero di Cedro, che circonda la Casa e rappresenta un tipico esempio di giardino da villa del principio del XIX secolo. Norbury Hall fornisce una piacevole oasi nel verde in un'area urbana con rododentri e rose che colorano l'ambiente per tutto l'anno, e nei mesi invernali e primaverili, spiccano i letti delle eriche e delle conifere.

4. Norbury Park

Norbury Park venne comprato nel 1935 dalla Corporation of Croydon da un Costruttore; l'atto descrive l'area come North Surrey Golf Course. Il campo da golf risaliva al 1920 ed era stato realizzato su diversi campi mostrati da mappe della metà del XIX secolo. La Mappa di Thomas Bainbridge del 1800 relativa all'area mostra i campi appartenenti a Pembroke College. Il Torrente Norbury Brook scorre accanto al Parco (nascosto dietro una grande recinzione) ed è un affluente del Fiume Wandle. Gli spazi di gioco per bambini, vicino a Green Lane, furono realizzati nel 1969-1970.

5. Norbury nella contabilità relativa a London Bridge

Abbiamo individuato la contabilità relativa a London Bridge e Bridge House che contiene diversi riferimenti a Norbury. Ne trattiamo dopo avervi brevemente illustrato gli eventi attinenti la vita del Ponte:

5.1 Breve storia di London Bridge

La struttura di pietra venne iniziata nel Tardo XII secolo, rimpiazzando una precedente struttura di legno. Tale nuova realizzazione fu stimolata dalla diffusione del culto di Thomas Becket, Santo e Martire Londinese (morto nel 1170 e canonizzato nel 1173). Una delle caratteristiche principali del Ponte era una Cappella dedicata a San Tommaso, su una delle banchine centrali. Diciassette archi a punta, con spazi variabili tra loro, si estendevano per circa 900 piedi (275 metri) sul Tamigi, che scorreva veloce ed era soggetto al flusso della marea. Un ponte levatoio vicino all'estremità meridionale poteva venire sollevato per consentire il passaggio delle navi al tratto superiore del Fiume e per impedire l'ingresso nella Città. Il cancello alla fine del lato di Southwark poteva anche essere bloccato o incatenato. Risulta che sin dai primi tempi, il Ponte fosse affiancato da case e negozi. Fu completato intorno al 1209, ma per i sei secoli e mezzo della sua esistenza, sino alla sua sostituzione nella metà del XIX secolo, fu necessaria una manutenzione costante e, talvolta, si resero necessarie riparazioni di rilievo. Già prima della costruzione del Ponte di pietra, i devoti Londinesi elergirono somme di denaro o proprietà per sostenere il Ponte di legno, ma l'associazione con un culto popolare e una grande campagna per assicurare fondi adeguati contribuirono all'acquisizione di una notevole proprietà terriera che generò la maggior parte dei redditi necessari per mantenere la struttura. Gran parte di questa tenuta fu acquisita entro la metà del XIV secolo, ed alla fine del XIV secolo, quando inizia la serie di conti sopravvissuti, è chiaro che il lavoro degli Amministratori del Ponte era quasi incentrato nella gestione e sfruttamento di questa tenuta e nell'organizzazione, riparazione e manutenzione della struttura del Ponte. Altre fonti di reddito comprendevano i pedaggi dei carri che passavano sul Ponte e dalle navi che passavano attraverso il ponte levatoio e gli affitti dai mercati di pesce e di carne presso delle strutture fatte costruire alla fine del XIII secolo dall'allora Sindaco Henry le Waleys. A differenza del Rochester Bridge Trust, l'amministrazione di London Bridge non fu nelle mani di una Istituzione indipendente o di un Organo corporativo, essenzialmente, fu un'Istituzione municipale ad un passo dalla Municipalità. Il Ponte di pietra fu iniziato in un momento in cui i cittadini di Londra lottavano per il riconoscimento come entità collettiva, prima dell'istituzione del Sindaco e dello sviluppo di un'amministrazione civica, perciò, non sorprende che le modalità di gestione del Ponte mantennero qualche informalità. Essenziale per il benessere economico della città e per la sicurezza da attacchi, il Ponte di Londra era spesso definito "Il Pnte della città". Le decisioni importanti riguardanti la proprietà terriera e le regolamentazioni sull'utilizzo del Ponte erano autorizzate dal Sindaco, dagli Assessori e dai cittadini, che prestavano attenzione ai conti della sua gestione e finanza e difendevano i propri interessi. Il Sindaco e gli Assessori facevano o approvavano fitti di proprietà dedicati alla manutenzione del Ponte, talvolta, concedevano sconti di affitti o concessioni ed altre attività relative al Ponte venivano rilasciate sotto il sigillo comune della Città. Sebbene le proprietà terriere relative al Ponte e quelle della Municipalità venissero tenute separate, le somme di denaro derivanti dai ricavi del Ponte vennero talvolta date o destinate alla Città per i propri usi. Il funzionamento quotidiano del Ponte e della sua proprietà terriera era nelle mani di Guardiani o di Maestri eletti in riunioni civili e responsabili nei confronti del popolo; i Revisori dei loro conti venivano nominati annualmente. Tuttavia, sebbene non sia mai stato incorporato come tale, i Guardiani, i lavoratori, le proprietà ed i diritti di London Bridge, svilupparono un'identità istituzionale, in riferimento ai quali, dal XIII secolo, si applicò il nome di "Bridge House". 

5.2 I dati contabili di London Bridge relativi a Norbury

Sapete che rilevanti erano i costi relativi alla gestione, manutenzione, miglioramento di London Bridge. Abbiamo trovato dei riferimenti a voci di spesa attinenti a Norbury nella contabilità del 1461-1462, relativa alle seguenti voci:

6. Manor di Benchesham (o White-horse)

In questa pagina, più di una volta, avete letto di tale Manor. Pertanto, vi forniamo alcune informazioni relative alla sua Storia. Durante il Regno di Enrico III (1216-1272), Peter Chaceport ottenne una concessione di libera caccia nel Manor di Benchesham. Al tempo di Eduardo I (1272-1307), Richard Gravesend, Vescovo di Londra, ottenne una concessione della medesima natura. Durante il Regno di Eduardo III (1327-1377), Stephen Gravesend, Vescovo di Londra, morì possedendo il Manor di Benchesham. Successivamente, andò in possesso delle Famiglie Cherbury e Chiriton, la cui ultima vendette il Manor a Walter Whithorse, lo Scudiere del Re, da cui esso derivò il suo secondo nome. Poi, il Manor appartenne alle Famiglie Holker e Brudenell. Nel 1566, era di proprietà di William Morton, il cui nipote Thomas, morendo nel 1678, lasciò cinque figlie, tra cui fu diviso il Manor. Quattro quote vennero comprate da John Barrett verso il 1712, la quinta fu comprata da suo nipote nel 1787, che vendette il tutto a John Cator, Membro del Parlamento, circa dodici mesi da allora.

Croydon - Visita guidata

La stazione di Norbury

La stazione di Norbury

Norbury Avenue

Norbury Avenue

Ristorante "Il Buon Gusto", all'angolo tra Norbury Avenue e London Road

Ristorante "Il Buon Gusto", all'angolo tra Norbury Avenue e London Road

Norbury Park

Norbury Park

London Road

London Road

Il Ponte della Ferrovia (sullo sfondo), lungo London Road

Il Ponte della Ferrovia (sullo sfondo), lungo London Road

London Road oltre il Ponte della Ferrovia

London Road oltre il Ponte della Ferrovia

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it