www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Surbiton

Sintesi

Surbiton è l'ultima stazione ferroviaria (South West Trains) nel Royal Borough of Kingston upon Thames seguendo la direzione sud-ovest, prima di entrare nel Surrey . Se si attraversa il vicino Tamigi in direzione nord-ovest, si entra, invece, nel London Borough of Richmond upon Thames. La stazione è un esempio di architettura "Art deco" (lo stile decorativo artistico predominante negli anni '20 e '30 del XX secolo, caratterizzato da forme geometriche precise e fortemente delineate) ed è tutelata, essendo fatta rientrare tra le costruzioni particolarmente importanti o di interesse speciale. Gli amanti della lettura e della televisione devono sapere che la Stazione di Surbiton è stata utiizzata nel novembre 2007, per le scene del lungometraggio (film) "Harry Potter and the Half-Blood Prince", nonché per Hercule Poirot in "The Adventure of the Clapham Cook", un adattamento televisivo di una storia di Agatha Christie.

Distanza dal centro: 15,9 miglia.

Attrattiva: discreta.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, in leggera discesa, raggiungete la rotatoria che vi consente di andare in quattro direzioni: 1. se imboccate la pianeggiante Claremond Road, notate subito una torre chiamata Coronation Clock Tower (v. paragrafo specifico), seguita da uno spazio verde stretto e lungo a forma di mezzaluna; 2. se, sempre sulla vostra destra, invece, seguite la strada in salita, siete in St Mark's Hill; 3. immediatamente sulla sinistra, avete St James' Road; 4. totalmente sulla sinistra, invece, entrate in Victoria Road. All'incrocio con Brighton Road, andate a destra, sino ad incrociare Portsmouth Road: siete giunti al Tamigi.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta nel 1179 come "Suberton" in una convenzione tra i suoi abitanti (di cui sono citati John Hog, proprietario di un mulino, più tardi noto come John del Hoc, e circa altri venti, ed il Priorato Agostiniano di Merton (allora nel Surrey) e suoi Canonici, in cui i primi concessero ai secondi, per 25 anni, terre in fitto ubicate a Grapelingeham, al canone annuo di 5s. e "premium" di 10s., concedendo una prelazione rispetto a terzi alla scadenza. Testimoni sono William, Priore di Ditton, Robert, Priore di Hamton, Robert de Belero, Peter de Tallewurth ed altri. L'atto è conservato presso il British Museum (Cartulary of Merton Priory, Cotton MS, Cleopatra, C. vii, no 49, fol. lxxxij) e venne tradotto da Alfred Heales (op. cit.). Lo stesso nome "Suberton(e)"continua a designare il sito negli anni 1203, 1205, 1219, 1253. Successivamente, il nome risulta di poco alterato o si ritrova nuovamente: "Surbelton" (1241, 1255, 1250-1350), "Surbeton(e) (1263, 1765 nella Mappa della Contea del Surrey di John Rocque), "Surburton" (1272), "Sorbelton" (1303, 1352), "Southburton" (1343), "Subeton" (XIV secolo), "Surpeton" (1486, 1584), "Surpleton" (1564), "Surbiton" (1597), "Surbetton alias Sutton" (1626), "Surbiton alias Surton" (1673, 1718). In merito al significato del termine, esso va interpretato in relazione a "Norbiton": entrambe erano "granges" (fattorie) del Royal Manor di Kingston. Il termine deriva dall'Old English "sūth" (meridionale) + "bere-tūn" (fattoria), per cui, significa "Fattoria meridionale", rispetto a quella settentrionale di Norbiton.

Storia

Informazioni essenziali in merito alla Storia dell'area sono fornite da Alfred Heales in "The Records of Merton Priory in the County of Surrey, chiefly from early and unpublished documents" (1898); da Daniel Lysons, alla voce "Kingston upon Thames", in "The Environs of London: Volume 1, County of Surrey" (1792), pagine 212-256; da Rowley W. C. Richardson, in "Surbiton: Thirty-two Years of Local Self-government, 1855-1887" (1888); si ritrovano alla voce "House of Cistercian monks: Abbey of Waverley", in "A History of the County of Surrey: Volume 2" (1967), pagine 77-89; in "Surrey Archeological Collections, relating to the History and Antiquities of the County Volume VIII" (1883) pagina 14; alla voce "Kingston-upon-Thames: Introduction and borough", in "A History of the County of Surrey: Volume 3" (1911); nei "Deeds: C.7801 - C.7900", in "A Descriptive Catalogue of Ancient Deeds: Volume 6" (1915), pagine 523-537 (7829); nei "Wills: 19 Edward III (1345-6)", in "Calendar of Wills Proved and Enrolled in the Court of Husting, London: Part 1, 1258-1358" (1889), pagine 475-484; alla voce "Kingston-upon-Thames: Manors, churches and charities", in "A History of the County of Surrey: Volume 3" (1911), pagine 501-516; alla voce "Henry VIII: January 1547, 30-31", in "Letters and Papers, Foreign and Domestic, Henry VIII, Volume 21 Part 2, September 1546-January 1547" (1910), pagine 388-453 (109b); "The Natural History and Antiquities of the County of Surrey. Begun in the Year 1673, by John Aubrey, Esq: F.R.S. and continued to the present time. Illustrated with proper sculptures, Volume I", pagine 46-47 che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga Richard Statham "Surbiton Past" (1996) e consulti la voce "Index of places", in "A Descriptive Catalogue of Ancient Deeds: Volume 1" (1890), pagine 569-622, dove troverà tanti documenti relativi a "Surbiton in Kingston".

1. Eventi storici di rilievo

Surbiton  non è citato nel Domesday Book (1086), ma già avete letto nel "Toponimo" che nel 1179 era un villaggio, dato che i suoi abitanti, rappresentati da John Hog (proprietario di un mulino, più tardi noto come John del Hoc), e circa altre venti persone, concessero per 21 anni terreni a Grapelingham al Priore Agostiniano di Merton, con una prelazione, alla scadenza. Infatti, il 26 gennaio 1203, John Michel, Cappellano (probabilmente lo stesso ufficio chiamato Vicario in seguito), attestò un atto stipulato tra il Priorato di Merton e gli uomini di Suberton, relativo ad un contratto di locazione di terreni a Grapelingham. La fattoria di Edith de la Stronde è citata nel 1229. Una benefattrice dell'Abbazia di Waverley, il cui necrologio fu osservato dai Monaci, fu una certa Maud di Londra, descritta come "una sorta di madre dei Monaci di Waverly" (mater quodammodo monachorum), che morì nel 1263 e fu sepolta nella Cappella dell'infermeria. "Quasi tutti i suoi beni, così nella vita come nella morte ha dato a Waverley" e con testamento lasciò al Convento 100 Marchi da usarsi in terre dal ricavato della liquidazione di cui due elemosine dovevano essere distribuite ogni anno, una al suo anniversario nel mese di febbraio, e l'altra per l'anniversario della Lebert, suo marito il 13 dicembre (con il danaro venne comprato un caseggiato a Surbiton di Richard de Totteford e 29s. 6d. riservati fuori del canone di locazione per due elemosine). Nel 1296, Isabella, vedova di William le Haselye, concesse il suo cortile a John le Potter con la siepe e fosso verso il campo ed il muro verso la strada principale. Il Mercato medioevale di Kingston, fondato nel 1242, che si teneva di sabato, era un considerevole spazio coperto pieno di bancarelle, con frutta, fiori, pesce e articoli vari ed era frequentato non solo dagli abitanti di Kingston, ma da quelli di tutta l'area circostante, ed era particolarmente popolare tra le casalinghe dii Norbiton e Surbiton. In un testamento datato Londra, sabato la Vigilia della Domenica delle Palme, cioè 5 aprile 1343, durante il Regno di Eduardo III (1327-1377), Alan de ...., Pescivendolo, dispone che il suo corpo sia sepolto nel Coro della Chiesa di St. Mary Somerset. Tutte le sue case a "Kyngeston", "Southburton", (Surbiton) e "Henlee", ed anche la sua "shout" chiamata "la Rose" con tutto il suo abbigliamento, dovevano essere venduti per pagare i debiti e per usi pii. Lascia il residuo di tutti i suoi beni mobili, come vasi d'argento, coppe, ecc. ad Hamo e William, suoi figli, in parti uguali. Anche ai suoi figli dette case nella Parish di St. Mary Somerset in coda; il resto per usi pii.  Nel 1417–1418, diciassette case pagarono la somma di £1 11s. 11½d. come "quit-rent" (somme che si pagavano per essere liberati dall'adempimento di taluni obblighi feudali o per evitare che altri esercitassero loro diritti sulla terra, esempio caccia, intralciando l'agricoltura) agli Ufficiali giudiziari e uomini liberi di Kingston, il tasso qui come altrove è 2d. per acro. Durante il Regno di Enrico VIII (1509-1547), Richard, Gestore di una Taverna di Londra, aveva numerose case a Kingston upon Thames e Surpleton (Surbiton) nell'allora Surrey; alla scadenza di una locazione trentennale di John Brunkhorst, allora deceduto, da parte del London Charterhouse, 28 novembre del Ventunesimo anno del Regno di Enrico VIII (1509-1547). Vendita, approvata con nota di iscrizione del 16 novembre del Tredicesimo anno di Elisabetta I (1558-1603) da parte di John Skerne di Turners Pudell (Dorset) a Thomas Harvy, Valletto ordinario della Regina, e sua moglie Agnes (poi moglie di William Stevens di Kingston on Thames (Surrey) delle terre a Surbiton e Talworth riscattabili nell'anno 1574. A partire dal 1603 (e sostanzialmente sino al 1835), l'Ufficiale giudiziario, l'Economo ed il Conservatore, furono Giudici di pace per la Città, le sue Libertà, ed i villaggi di Surbiton, Cam e Hatch, con il potere di comminare ammende e condannare alla prigione i malfattori. Nel 1636, Sir Dudley Carleton ottenne "unlimited right of common" a Surbiton e Claygate. L'unica casa nell'area della moderna Surbiton indicata dalle mappe del XVIII secolo è Berrylands Farm, già esistente nel 1736 (quando forse esisteva anche Southborough Farm), ma probabilmente più antica, se corrisponde a Berowe, dove William Skerne, nel 1439, venne autorizzato a recintare dei terreni chiamati Fyfteen Acres,  e Berow o Barrow Hill tenuto da Robert Skerne di Thomas Wyndsore nel 1485–1486. Fino alla sentenza per la recinzione fatta per Kingston nel 1838, in forza dell'Atto del Parlamento del 1808, a Sorbiton rimasero di uso comune circa 190 acri, estesi da Surbiton Hill Road, o un po' al di sotto di Villier's Path, a nord della divisione di Surbiton dalla Parish di Long Ditton a sud, e da Clay Hill e King Charle's Road ad est sino ad appena oltre le case sul lato in prossimità di Ewell Road ad ovest. Al principio del XIX secolo, iniziò l'urbanizzazione nella valle verso Kingston, quando il villaggio di Sorbiton era formato da 40 abitazioni, il pub Waggon and Horses e The Elmers (chiamato Surbiton House sino al 1823 ed abbattuto prima del 1888). Maple Farm, poi chiamata Maple Lodge, venne costruita da Christopher Terry verso il 1815 come Manor House. Nel 1808, Southborough Lodge, la prima casa sulla collina, venne costruita per Thomas Langley da John Nash, l'Architetto di Buckingham Palace; sino al 1812, tale casa con le tre fattorie ed un mulino a vento erano le uniche costruzioni, quando venne costruita White House, poi nota come Hill House, dove venne posto l'ufficio dell'Urban District Council. Surbiton Hill House fu la prossima ad essere costruita nel 1826, in parte utilizzando materiale utilizzato dell'abbandonato Palazzo di Kew. Sin dal XIII secolo, nonostante fossero coperti da ginestre e brughiera, i terreni erano già considerati di valore a fini edificatori. L'intera posizione dell'area venne modificata quando nel 1836 la linea principale della London and South Western Railway venne portata attraverso Surbiton, perché, narra la Tradizione, gli abitanti si opposero al suo percorso originale attraverso Kingston. In un profondo taglio ferroviario nella collina a sud di Surbiton, vicino Ewell Road Bridge, venne realizzata una struttura tipo cottage chiamata "Kingston-upon-Railway", utilizzata fino al 1840, quando Thomas Pooley diede alla Compagnia ferroviaria un nuovo sito. La stazione di Surbiton venne così ridenominata per distinguerla dalla stazione ferroviaria di Kingston, aperta il 1 gennaio 1869. Le mappe del XVIII secolo dell'area mostrano una strada principale passante per Surbiton. Si tratta di Portsmouth Road, una continuazione di Kingston High Street che segue il Fiume, ma separato da esso per una certa distanza da giardini pubblici. C'erano naturalmente strade minori: Leatherhead Mill Lane, Lower Marsh Lanes, ed una strada corrispondente a Clay Hill Road e King Charles's Road (Mappa di Roque 1741–1745). Sulla Mappa della Città e Parish di Kingston-upon-Thames di Horner del 1813, è segnato un viottolo da Ewell Road a Berrylands Farm, come pure sentieri chiamati (ndr 1911) Villier's Path e Clay Hill. Il lato occidentale di Surbiton fu il primo ad essere urbanizzato. Dopo la morte di Christopher Terry nel 1838, le terre della Maple Farm vennero acquistate da Thomas Pooley, che iniziò a tracciare strade e costruire case. Per carenza di capitali, ipotecò pesantemente, principalmente ai Banchieri Coutts & Co., che finirono per pignorare. Essi gestirono bene la proprietà, per cui, seguirono Oakhill Estate e Raphael Estate, con le loro strade di compassate case vittoriane, dando all'area un carattere essenzialmente residenziale. Successivamente, però, questo divenne il quartiere commerciale di Surbiton, una caratteristica sottolineata dall'apertura del servizio fornito dalla United Tramways Company nel 1905. Nell'estremo angolo meridionale di questa sezione, si trovava Seething Wells, che forniva una abbondante fornitura di acqua. Il terreno recintato ai sensi della legge del 1808 venne acquistato dal Lambeth Waterworks ed i serbatoi aperti nel 1851; vennero realizzati dalla Chelsea Water Company Chelsea, che, nel 1852, costruì le opere adiacenti queste a nord.La collina orientale (Berrylands) venne urbanizzata nel 1851. I terreni vennero venduti a 500 sterline per acro ìn aste pubbliche nel 1853. Nonostante il grande mutamento del carattere dell'area, le strade, l'illuminazione, e il drenaggio erano ancora quelli di un villaggio. Col Surbiton Improvement Act del 1855, gli abitanti si assicurarono il governo locale con quindici Commissari che, con alcune modifiche nel 1882, conservarono la loro autorità fino a che Surbiton divenne un Distretto urbano. La sezione meridionale si sviluppò un poco più tardi. In soli cinque anni, un Distretto del tutto nuova sorse tra Surbiton Hill Road e Clay Hill, prendendo il nome di Crane's Park, traendo il nome da "Cranes" la grande casa che si trovava qui. Lo sviluppo di questa tenuta portò ad una continuazione di King Charles's Road in Kingston, e ridusse Villier's Path (la tradizionale scena della morte di Lord Francis Villiers nel 1648, di cui potete leggere in un paragrafo successivo), a un semplice sentiero fiancheggiato da case. Il lato orientale della collina fu diviso in lotti edificabili, lasciando intravedere la futura configurazione di Clay Lane, la spina dorsale di una nuova serie di strade. Sull'isola nel Tamigi di fronte a Surbiton, chiamata Raven's Eyot, c'era la sede del Kingston Rowing Club, foundato nel 1858. Lo sviluppo di Surbiton fu segnato dalla formazione della Parish of St. Mark's, parte della quale venne assegnata nel 1863 a Christ Church, Surbiton Hill; e nel 1876, un'altra parte della Parish di St. Mark venne assegnata al consolidato Distretto territoriale "Chapelry of St. Matthew", che venne formato in parte dalla Parish di Long Ditton. Nel 1854, I Congregazionalisti costruirono una bella Chiesa in Maple Road, che divenendo troppo piccola per la comunità, richiese la costruzione di una nuova Chiesa nel 1864, in un angolo di Grove Road. I primi servizi officiati da una Wesleyan Church (che si rifaceva a John Wesley) si ebbero nel 1861, prima in una sala e poi in una Cappella di metallo; la Chiesa in Ewell Road venne ridedicata nel 1882. Nel 1874, venne aperta una Cappella Battista "Oaklands", mentre un'altra Cappella Battista in Balaclava Road venne aperta nel 1905. In 1879, i Metodisti Primitivi costruirono una Chiesa metallica in Arlington Road. La Chiesa Cattolica di St. Raphael venne costrita da Charles Parker  per Alexander Raphael nel 1846–1847. Proprio qui si sposarono molti membri della Famiglia Orleans. Rimase chiusa per qualche anno e venne riaperta nel 1908. Nell'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson del 1870-1872, Surbiton (allora nel Surrey) viene descritta come segue: "a chapelry in Kingston-upon-Thames parish, Surrey; on the Southwestern railway, in the southern outskirts of Kingston. It was constituted in 1845; and it has a post-office‡ under Kingston-upon-Thames, and a r. station with telegraph. Rated property, £21,000. Pop., 4,691. Houses, 726. The property is much subdivided. The living is a p. curacy in the diocese of Winchester. Value, £150. Patrons, the Contts Family. The church was built in 1845; and is in the later English style, with tower and spire. An Independent chapel was built in 1866; and a Wesleyan chapel, used also as a temperance hall, was built in 1861. There are also a Roman Catholic chapel, and a national school.". Nel Gazetteer of the British Isles del 1887, Surtiton viene descritta come segue: "town with ry. sta., Kingston on Thames par., Surrey, on S. side of Kingston, pop. 9406; P.O., T. O., 1 Bank. Surbiton is a pleasant suburb of Kingston. On Surbiton Common took place the last struggle of the Royalists in favour of Charles I., then a prisoner in Carisbrooke Castle.". Durante la Seconda Guerra Mondiale, dal 7 ottobre 1940 al 6 giugno 1941, 32 bombe esplosive colpirono Surbiton Hill. Oggi, Surbiton è un'area residenziale a ridosso del Tamigi, che presenta sia negozi indipendenti, che quelli di catene commerciali, che si alternano a locali vari della ristorazione. Dal punto di vista architettonico, vi è una combinazione di corti in stile "Art Decò", edifici residenziali più recenti e grandi case del XIX secolo, che si combinano con complessi residenziali a schiera del XX secolo.

2. La morte di Lord Francis Villiers nel 1648

L'ultimo scontro a favore della causa reale si ebbe a Kingston. Il Conte d'Olanda, che aveva parteggiato per tutte le parti in causa, quando la situazione del Re precipitò ed egli stesso era prigioniero nell'isola di Wight, ideò maldestramente un piano per la sua liberazione, convincendo il Duca di Buckingham, e suo fratello Lord Francis Villiers, ad unirsi a lui nel tentativo. Si riunirono a Kingston, con un corpo di circa 600 cavalli. Il loro scopo dichiarato era quello di liberare il Re, portarlo in Parlamento; di stabilire la pace nel Regno e preservarne le leggi. Una dichiarazione in tal senso venne inviata ai cittadini di Londra, che furono invitati ad unirsi a loro. Il Parlamento inviò immediatamente delle truppe a cavallo da Windsor, sotto il comando del Colonnello Pritty, che trovò i Realisti impreparati allo scontro. Una schermaglia si ebbe nei pressi di Surbiton Common, in cui il Conte d'Olanda ed i suoi sostenitori furono presto sconfitti. Il Conte si rifugiò ad Harrow, ma venne subito dopo fatto prigioniero. Il Duca di Buckingham fuggì; ma suo fratello, il bel Lord Francis Villiers, fu ucciso nello scontro. Si comportò con coraggio encomiabile, tanto che dopo che il suo cavallo era stato ucciso sotto di lui, si pose in piedi con la schiena contro un albero, difendendosi da diversi assalitori, finché alla fine, cadde sotto le sue ferite. Il giorno dopo, i Lords avendo sentito il racconto sulla schermaglia e che Lord Francis Villiers era pericolosamente ferito, ordinarono che si consentisse a dei chirurghi di andare a Kingston per prendersi cura di lui, qualora fosse stato ancora vivo. Ma uno dei giornalisti del tempo osservò: "era troppo tardi, perché era morto, e spogliato", essendo stato depredato; Il suo corpo venne trasportato a Yorkhouse, nello Strand via Fiume, e fu sepolto nella Cappella di Enrico VII nell'Abbazia di Westminster. Sulla sua bara venne posta la seguente iscrizione: "Depositum illustrissimi Domini, Francisci Villiers, ingentis speciei juvenis, silii posthumi Georgii Ducis Buckinghamii; qui, vicesimo ætatis anno, pro Rege Carolo, et patriâ fortiter pugnando novem honestis vulneribus acceptis obiit 7° die Julii, Anno Domini 1648.". Le iniziali del suo nome vennero iscritte sull'albero sotto il quale fu ucciso, che rimase in piedi sino al 1680. Ecco quanto riportato come venne espresso da John Aubrey (op. cit.): ".... in this Parish in the Lane between Kyngston and Sathbyton Common, was slain the beautiful Francis Viliers, at an Elm in the Hedge of the East Side of the Lane, where, his Horse being killed under him, he turned his Back to the Elm, and fought most valiantly with half a Dozen. This Elm was cut down in 1680.".

3. Coronation Clock Tower

E' alta 20 metri e rappresenta un importante punto di riferimento per Surbiton e per il Royal Borough di Kingston. Si trova nella "Claremont Road Conservation Area" vicino ai Claremont Gardens. Dal 1983, è un monumento di interesse storico culturale per l'English Heritage. Nel 1902, il Surbiton Council decise di far realizzare una Torre dell'orologio pubblica per celebrare l'incoronazione del Re Eduardo VII. Venne bandito un concorso per la sua progettazione e, tra 116 differenti proposte, venne scelto il progetto John Johnson, un importante Architetto del XIX secolo. La Torre venne completata nel 1908. In cima alla Torre, c'è una banderuola, che riporta le iniziali "E" e "A" per Edward e Alexandra. Originariamente, vicino alla base della Torre, c'erano quattro piccole statue bianche, una per ogni angolo, che che vennero rimosse negli anni '40 del XX secolo, unitamente a delle cancellate decorative, perché occorrevano munizioni per la Guerra, che dovrebbero essere ricollocate in futuro. Per ben tre volte, la Torre ha rischiato il suo futuro: 1. il rallentamento della sua costruzione, iniziata nel 1902, a causa di carenza di fondi. Venne completata grazie a donazioni da parte dei residenti, che integrarono quelle delle Autorità locali; 2. negli anni '60 del XX secolo, si ripresentò il problema della carenza di fondi per la sua manutenzione, risolto ancora una volta da erogazioni da parte dei residenti, che nuovamente si aggiunsero a quelle pubbliche; 3. nell'estate 2007, durante delle riparazioni alla facciata della Torre, ci si rese conto anche se la struttura principale era ancora solida, numerose pietre ornamentali erano allentate. Per cui, per ragioni di sicurezza, venne avvolta da ponteggi. Gli ornamenti vennero rimossi e conservati, in attesa dei risultati di un rapporto commissionato dal locale Council per valutare l'entità del danno. Venne costituito il gruppo "A Friends of the Coronation Clock Tower" da organizzazioni locali, residenti e amministratori locali. il "Surbiton Neighbourhood Committee" elargì un prestito prudenziale per pagare le riparazioni urgenti. I lavori iniziarono nel giugno del 2007 e vennero completati nell'ottobre del 2007. Fondi vennero forniti anche da English Heritage, Heritage for London Trust ed Waitrose Ltd. Il restauro costò circa 100.000 sterline.

Kingston upon Thames - Visita guidata

La stazione di Sorbiton

La stazione di Sorbiton

Rotatoria di fronte alla stazione

Rotatoria di fronte alla stazione

Claremont Road

Claremont Road

Coronation Clock Tower

Coronation Clock Tower

St Mark's Hill

St Mark's Hill

St James' Road

St James' Road

Victoria Road

Victoria Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it