www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Brimsdown

Sintesi

Brimsdown è una stazione ferroviaria che serve un'area caratterizzata, da lungo tempo, dalla presenza delle industrie, che si svilupparono qui principalmente, per i buoni servizi di trasporto che servivano la zona. Molte aziende vantano una remota presenza in loco, dapprima utilizzando la navigabilità del Fiume Lea, che consentiva il trasporto di grossi carichi di materie prime e dei beni lavorati ai mercati di Londra. Successivamente, la ferrovia divenne il mezzo per far defluire le merci più celermente ed efficientemente. Oggi, le strade ed autostrade che servono la zona hanno permesso di perpetuare tale tradizione. La vasta varietà delle merci prodotte è sempre stata una caratteristica della locale produzione. Diversi sono i nuovi siti industriali di dimensioni minori che vengono utilizzati come magazzini e centri di distribuzione, come pure i diversi grandi punti vendita. Da quanto riportato, si comprende perché Brimsdown venga ritenuta la principale area industriale commerciale del London Borough of Enfield. La parte residenziale di Brimsdown si trova a sud del Torrente Turkey.

Distanza dal centro: 12,3 miglia.

Attrattiva: scarsa, salvo che siate interessati agli spazi verdi.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in Green Street quasi all'incrocio con Brimsdown Avenue. Un cartello vi conferma che siete nel London Borough of Enfield. Vi trovate davanti il solito contesto periferico londinese, con casette di due piani, ma molte solo residenziali, senza negozi a livello stradale. Negli immediati paraggi, non sembra vi sia alcunché di interessante. Andando verso sinistra (ovest), seguendo la citata Green Street, sulla sinistra, tra le traverse Enstone Road e Celadon Close, trovate un piccolo punto triangolare di stazionamento dei torpedoni (autobus), sulla destra, vedete delle costruzioni moderne di dimensione non eccessiva. Proseguite, oltrepassate la rotatoria con a destra (nord) Goldsdown Road (se la seguite raggiungete lo spazio verde Brimsdown Sports Ground) ed a sinistra (sud) Alma Road, e camminate sino a che, sulla sinistra (sud), la strada è lambita dallo spazio verde Durants Park. Dopo un'eventuale sosta nel verde, proseguite ancora diritto lungo Green Street sino al suo termine, quando sfocia nella lunghissima (nord-sud) Hertford Road, proprio nel punto in cui insistono diversi negozi. Una volta tornati alla stazione, qualora decideste di andare nella direzione opposta a quella che avete seguito in precedenza, quindi, verso est, seguendo Mollison Avenue, una delle sue traverse verso est vi porta al grande specchio d'acqua King's George's Reservoir.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta nel 1420 come "Grymesdoun". Successivamente, si legge "Grymesdoune" (1441), "Grymes downe" (1610, 1622), "Brymesdowne" e " Bromesdowne" (1610), "Bromesdoune" e "Bryms Downe" (1622), "Grymsdown" e "Brymsdown" (1686), "Grimsdowne Corner" (1686). Come si vede, vi è stato un cambiamento della consonante iniziale da "G" a "B". L'originario nome sembra derivare dal cognome "Gryme" + la parola del primo Middle English "doun"(o down), qui " Terreno leggermente sopraelevato" (in zona paludosa a bassa quota accanto al Fiume Lea, che non oltrepassa i 19 metri sul livello del mare e 5 metri su quello del Fiume Lea, ma comunque più della maggior parte di Edmonton a sud,

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si ricavano dalle Ordnance Survey Maps del Middlesex del 1805, 1897, 1936, 1939; dalla Mappa di Brimsdown del 1895 (realizzata a mano dai Cartografi della Ordnance Survey); sono fornite da J. E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di of S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); da A. H. Shorter in "Paper mills and paper makers in England, 1495-1800 (Monumenta chartae papyraceae historiam illustrantia)" (1957), pagina 213; da A. P, Baggs - Diane K. Bolton - Eileen P. Scarff - G. C. Tyack in "A History of the County of Middlesex: Volume 5, Hendon, Kingsbury, Great Stanmore, Little Stanmore, Edmonton Enfield, Monken Hadley, South Mimms, Tottenham" (1976), alle voci "List of illustrations" (pagine x-xi); "Enfield: Communications" (pagine 208-212), "Enfield: Growth after 1850" (pagine 218-224), "Enfield: Economic history" (pagine 232-239), "Enfield: Economic history" (pagine 232-239), "Enfield: Public services" (pagine 243-245), "Enfield: Education" (pagine 253-257); da A. D. Mill in "A Dictionary of London Place-Names"(2010); si leggono in "Domesday Reloaded 1986 Industry: Brimsdown1/2" (BBC), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Guy Lyon Playfair "This House is Haunted: The Amazing Inside Story of the Enfield Poltergeist" (2011).

1. Eventi storici di rilievo

Nel 1776, un laminatoio sulle Paludi vicino a Brimsdown sembra essere stato di breve durata, dato che la Ordnance Survey Map del 1805 lo mostra come una gualchiera (macchinario tipico della manifattura laniera, ma utilizzato anche nelle cartiere) sul Fiume Lea. Dopo le recinzioni, le fattorie vicino al Fiume Lea continuarono ad essere divise tra seminativi e pascoli, anche se i campi formati dall'ex "Common" erano molto grandi rispetto a quelli più ad ovest; nel 1855, una delle aziende agricole del Trinity College di Cambridge a Brimsdown aveva campi di 44 acri e 60 acri. Il 1 ottobre 1884, venne aperta la stazione di Brimsdown (il cui nome originariamente ipotizzato era quello di Green Street) lungo la linea principale della Great Eastern Railway (G.E.R.), poi Great Eastern Railway, alla fine, appunto, di Green Street. La costruzione della stazione fu finanziata da un proprietario e Costruttore locale e materialmente realizzata dal Costruttore W. Bangs & Co. La Ordnance Survey Map del Middlesex del 1897 mostra una dispersione di nuove case in Green Street (in prossimità della stazione di Brimsdown verso ovest) e le nuovissime Brimsdown Avenue (a ridosso della citata stazione, verso nord), Osborne Road (a ridosso della stazione, verso nord-ovest) e Mayfield Road (una traversa settentrionale della citata Green Street), sebbene le strade vennero completate totalmente solo dopo la Prima Guerra Mondiale. Ulteriormente ad ovest, la British Land Co. comprò una piccola tenuta ad est di Hertford Road (una strada molto lunga in direzione nord-sud) e nel 1892 vendette dei lotti in Elmore Road (piccola parallela alla precedente nel suo tratto settentrionale) e Riley Road (traversa settentrionale di Hertford Road). Si tratta di strade a distanza intermedia con la stazione di Enfield Lock. Nel 1891, terreni erano in vendita in Connop Road (traversa di Hertford Road, più vicina alle stazioni di Enfield Lock e Turkey Street) e nel 1897 Albany Road (parallela settentrionale della precedente). Negli anni '90 del XIX secolo, John Mossop and Company scavò Mossops Creek, vicino al Fiume Lea, che continuò lì ad estrarre ghiaia e pietrisco di supporto sino al 1922. Nel 1907, l'apertura da parte della North Metropolitan Electric Power Supply Co. di una centrale elettrica a Brimsdown stimolò la crescita delle industrie pesanti ingegneristiche sulla riva occidentale del Fiume Lea, che continuò nel periodo tra le Due Guerre mondiali, conferendo alla moderna Enfield il suo carattere distintivo come centro industriale. Quando nel 1910, vennero programmate delle case nella già citata Albany Road ed in St. Stephen's Road (parallela settentrionale della precedente), Enfield Highway (a sud-ovest della stazione di Brimsdown) l'area era descritta come un distretto in rapida espansione, con una forte domanda di case artigianali ed un buon servizio di treni di lavoratori dalla stazione Enfield Lock. Per soddisfare le esigenze di spazi verdi da parte dell'accresciuta popolazione, il Consiglio del Distretto Urbano aprì, nel 1902, Albany Park (vicino alla stazione di Enfield Lock) e nel 1903, Durants Park (a sud-ovest della stazione di Brimsdown). Nel 1910, Ruberoid Co. iniziò la produzione di materiale di copertura a Brimsdown e nel 1913, Enfield Electric Cable Manufacturing Co., successivamente, Enfield Power Power Cables, aprì una fabbrica più a nord. Nel medesimo 1913, vennero fondati Imperial Lamp Works (nel 1971 gli spazi produttivi vennero occupati da Thorn A.E.I. Radio Valves & Tubes) e Brimsdown Lead Works. Nel 1921, vicinissimo alla stazione di Brimsdown, a sud-est, vi erano anche delle fabbriche in Stockingswater Lane per la fusione elettrica e per la realizzazione di cartucce metalliche. Nell 1922, la North Metropolitan Electric Power Supply Co. fu autorizzata a fornire elettricità alla Parish. La centrale fu ampliata dal 1924, quando 41 acri furono venduti dal Trinity College di Cambridge. Nel 1924, seguì Enfield Rolling Mills (che nel 1970 era diventato il primo produttore Britannico di ottone, rame, bronzo fosforoso, zinco ed alluminio) e nel 1928 Brimsdown Castings. Tra il 1921 ed il 1931, il tasso di edificazione diminuì e la popolazione totale aumentò solo dell'11,9%, dopo gli aumenti del 20-30% nei venti anni antecedenti la Prima Guerra Mondiale. Il tasso crebbe nuovamente negli anni '30, soprattutto nella già citata Enfield Highway, dove era stata intrapresa un'ampia urbanizzazione comunale. Le due maggiori realizzazioni si ebbero a sud di Carterhatch Lane (traversa di Hertford Road, ad ovest della stazione di Brimsdown), attorno Central Avenue (altra traversa di Hertford Road), ed a nord della stazione di Brimsdown, su di un'area delimitata da Bell Lane, Brimsdown Avenue, Croft Road, Redlands Road. Nella più volte citata Hertford Road, una serie di negozi prese il posto di pregresse piccole case e negozi vicino St. James's. La realizzazioni di edifici residenziali sugli orti fu incoraggiata dalla crescita delle industrie pesanti lungo il Fiume Lea a Brimsdown, cosa preannunciata dall'apertura della centrale elettrica nel 1907. Entro il 1932, la maggior parte dei siti in prossimità del Fiume Lea erano stati riempiti e fabbriche apparivano ulteriormente ad ovest, vicino alla stazione di Brimsdown. Nel 1923-1924, l'apertura di Great Cambridge Road attraverso la Parish stimolò la realizzazione di numerosi edifici privati. Ad est della strada, 21 terreni per 2.500 case vennero autorizzati tra il 1931 ed il 1937  e l'urbanizzazione continuò sino al 1939. La maggior parte venne realizzata da aziende esterne ad Enfield, come Newman Eyre di Romford (allora nell'Essex), che costruì ad Enfield Wash dopo il 1933 le 286 case su Aylands Estate (a nord della stazone di Brimsdown, tra quelle di Turkey Street ed Enfield Lock) e Thomas Blade di Romford, che, dopo il 1934, costruì la Longfield Estate nella già citata Enfield Highway con 284 case e 4 negozi. Un architetto di Enfield, Frank Lee, nel 1937, progettò Westmoor Estate a Brimsdown. La realizzazione di edifici privati e comunali mutò radicalmente Enfield orientale nel periodo tra le Due Guerre Mondiali; dal 1939, gli orti erano stati significativamente ridotti e gli insediamenti precedentemente distinti di Ponders End, Enfield Highway ed Enfield Wash si erano ormai fusi, mentre la vecchia divisione tra Enfield Town e la parte orientale della Parish fu mantenuta, poiché su maggior parte dei terreni lungo Great Cambridge Road, gli orti cedettero lo spazio ad industrie, campi da gioco e Scuole. Nel 1939, venne aperta ad East Street una Scuola comunale. La centrale della North Metropolitan Electric Power Supply Co., verso il 1960, dava lavoro ancora a circa 700 persone. Successivamente, la forza lavoro si ridusse a 250 nel 1974, quando la maggioranza del London Borough of Enfield e delle adiacenti aree dell'Essex erano ancora rifornite da Brimsdown. Nel 1974, 500 studenti erano iscritti ad un'altra Scuola e 263 a quella infantile, entrambe ubicate in Green Street. Nello stesso 1974, la centrale elettrica di Brimsdown fu disattivata e una parte del suo sito precedente è ora occupata dalla centrale elettrica Enfield a gas. Dopo aver patito la chiusura di diverse fabbriche, negli anni '90 del XX secolo, Brimsdown beneficiò di finanziamenti per la riqualificazione. Oggi, una società consolidata a Brimsdown è Johnson Matthey Chemicals a Jeffrey Road, una raffineria, che impiega acidi ed altri prodotti chimici per recuperare e raffinare i metalli preziosi. I sottoprodotti di questi processi sono anche venduti. In particolare, i sali d'argento per le industrie fotografiche e farmaceutiche sono fabbricati con metallo riciclato. Un'altra industria metallurgica è Delta Cables, che impiega il rame per tutti i tipi di cavi elettrici, dai cavi di alimentazione pesanti ai fili molto più sottili presenti in qualsiasi apparecchio elettrico. Sono anche prodotti cavi assiali per connessioni di antenne TV. Un terzo grande datore di lavoro nella zona è Ruberoid che fabbrica materiali di copertura dei tetti utilizzando catrame e carta riciclata. Infine, Polylina realizza sacchetti plasici e contenitori monouso simili per uso casalingo ed esterno alla casa. Brimsdown ha anche una zona residenziale mista ad ovest della linea ferroviaria, gran parte costruita dalle locali Autorità. Nel 1977–1978, dei fenomeni apparentemente paranormali in una casa di Green Street attirarono l'attenzione dei mezzi di comunicazione Britannici e rappresentarono la base per una serie di la serie di drammi televisivi. Nel 2008, le due già citate Scuole di Brimsdown si fusero per formare la Scuola Elementare di Brimsdown, ubicata a Green Street. La maggior parte degli studenti discendono da minoranze etniche e la maggior parte di loro parla Inglese come seconda lingue. Gli appassionati di calcio sappiano che l'ex stella del calcio Inglese, David Beckham giocò per due anni nella squadra giovanile dei Brimdown Rovers, fusasi poi la squadra di Enfield, che utilizza il campo sportivo di Brimsdown.

Enfield - Visita guidata

La stazione di Brimsdown

La stazione di Brimsdown

Green Street

Green Street

Brimsdown Avenue

Brimsdown Avenue

Il cartello conferma che vi trovate nel London Borough of Enfield

Il cartello conferma che vi trovate nel London Borough of Enfield

Enstone Road

Enstone Road

Il piccolo punto triangolare di stazionamento degli autobus

Il piccolo punto triangolare di stazionamento degli autobus

Rotatoria nell'angolo tra Green Street e Goldsdown Road

Rotatoria nell'angolo tra Green Street e Goldsdown Road

Alma Road

Alma Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it