www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Welling

Sintesi

Welling è una stazione ferroviaria (Southeastern). L'espansione dell'area ha finito per assorbire East Wickham. Al principio degli anni '90 del XX secolo, la notorietà di Welling fu legata alla presenza della sede del British National Party, che venne accusato di un aumento della violenza razzista in quest'area a preponderante maggioranza Bianca.

Distanza dal centro: 12,3 miglia.

Attrattiva: discreta, anche di più per chi ama il verde o l'architettura della Palladiana Danson House.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla piccola stazione, siete in Station Approach. Seguite la strada sino a raggiungere Central Avenue. Girate a sinistra ed una volta raggiunta Bellegrove Road, trovate di fronte il pub Plough and Harrow. Girate a sinistra. Seguite la strada, fiancheggiata su entrambi i lati da negozi (trovate anche il Ristorante "Da Peppino"), eventualmente deviando una prima volta (a sinistra) imboccando Deepdene Road, per raggiungere, St. Stephen's Roman Catholic Church, una seconda volta (a sinistra) imboccando Upper Wickham Lane per raggiungere lo spazio verde East Wickham Open Space, ai cui piedi trovate anche Greek Orthodox Church of Christ the Saviour, sino ad entrare, dopo aver tirato sempre diritto, in Welling High Street, che diviene poi Park View Road, per raggiungere, dopo essere entrati in Danson Park (in cui vengono svolte diverse attività sportive e dove trovate un laghetto, Boating Pool), la vostra meta, la Palladiana Danson House (v. paragrafo specifico). Prima di tornare alla stazione, se stanchi ed assetati, trovate un altro pub Guy Earl Of Warwick.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta come "Wellyngs" (1362). Successivamente, si legge "Wellynges" (1367), "Wellyng" (1370), "Well end" (circa 1762). Controversa è l'origine, e quindi, la sua interpretazione. In passato, due visioni alternative fecero discendere il termine o dal fatto che quando i veicoli erano trainati dai cavalli, si poteva dire che si era "Well in" (to) (Bene nel) Kent, oppure il viaggio lungo Shooters Hill aveva avuto "Well end" (Buona fine), per indicare il fatto di essere giunti incolumi a destinazione dopo aver superato una zona che, un tempo, non solo era di difficile percorrenza (essendo ripida e dal fondo stradale povero), ma soprattutto, era frequentata da banditi (sino al XIX secolo, la maggior parte di Welling giù sino a Blackfen fu ricoperta da boschi, dove i fuorilegge ed i ladri potevano depredare facilmente i lenti veicoli trainati dai cavalli). Abbastanza probabile è un'altra interpretazione, che fa discendere il nome dall'Old English "w(i)elling" (che deriva da "w(i)ella", che significa, sorgente, pozzo, corso d'acqua), dato che nella zona non manca l'acqua, per la presenza di sorgenti, di cui una costituisce la fonte del piccolo corso d'acqua che alimenta il laghetto in Danson Park (v. paragrafo specifico), nonché del vecchio fossato che faceva parte dei terreni di Moat House, che appare sulle mappe dell'area vicino al pub Guy Earl of Warwick. La -s che vedete nelle varianti del XIV secolo potrebbe, perciò, indicare un plurale. Se così fosse, allora, il termine andrebbe tradotto come "Luogo presso (o del) la/e sorgente/i". Tuttavia, esiste anche una terza possibile interpretazione: il nome potrebbe derivare da Ralph Willing, che possedeva terreni a Bexley nel 1301; però, è difficile stabilire quale si affermò prima, se il nome del sito o quello personale. Aggiungiamo che, durante le nostre ricerche, in relazione al Priorato di Wix (dove insisteva la Ecclesie Sancte Marie de Wiches) abbiamo individuato due Prioresse del Priorato di Wix, Katharine Wellyng, nominata nel 1419 e citata nel 1429 e 1439, Agnes Wellyng, citata nel 1465. Tuttavia, non sappiamo se tali Prioresse facessero parte della Famiglia suindicata, ed è difficile approfondire il punto, dato che nessun registro o cronaca del Convento è noto, anche se sono conservati un gran numero di documenti ad esso relativi.  

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da Edward Hasted in "The History and Topographical Survey of the County of Kent: Volume 2" (1797), alla voce "Parishes: East Wickham" (pagine 184-203); da  George O. Howell in "The Kentish note book" Volume 1 (Novembre 1888), pagina 4; si leggono in "A Topographical Dictionary of England" (1848), pagine 499-506; in "A History of the County of Essex: Volume 2" (1907), alla voce "Houses of Benedictine nuns: Priory of Wix" (pagine 123-125); in "A History of the County of Kent: Volume 2" (1926), alla voce "Friaries: The Dominican nuns of Dartford" (pagine 181-190), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Peter Tester "East Wickham and Welling" (1991); Charles G. Harper "The Dover Road" (1895).

Premessa

Nel Domesday Book (1086), si legge, tra l'altro, "Abb. S. Augustane .... Plumestede .... In helMESTREI hund. ....". Cosa c'entra con Welling? Orbene, in origine, Welling faceva parte dell'antico Manor di East Wickham, incentrato su St Michael's Church, una piccola struttura edificata nel XIII secolo. Edward Hasted riferisce che tale St Michael's era sempre stata una Cappella di St Nicholas Church di Plumsted (Plumestede del Domesday Book, ora Plumstead) ed essendo una sua appendice, era stata inclusa nel dono della Chiesa di Plumsted e del Manor di Plumsted all'Abbazia di Sant'Agostino (St. Austin's Monastery), vicino Canterbury, ed aveva seguto le sorti della Chiesa e del Manor di Plumsted sino alla soppressione del Monstero citato, quando esso e le sue rendite, vennero resi ad Enrico VIII da John Essex, allora Abate, e più di 30 Frati.

1. Eventi storici di rilievo

Già avete letto che ormai East Wickham è stata assorbita da Welling. Orbene, proprio lì, si trovava uno dei più antichi insediamenti dell'area, dato che nel 1910, venne ritrovata un'ascia di pietra risalente al Neolitico. In aggiunta, nel 1989, vicino Danson, furono rinvenute delle rovine di costruzioni romane. Dal "Toponimo", sapete che Welling viene citata per la prima volta come "Wellyngs" in un documento del 1362. In quella sede, abbiamo sottolineato l'incertezza in merito all'etimologia della parola, probabilmente collegata ad una delle sorgenti presenti nell'area. Gran parte della storia di questo territorio è legata al Manor di Danson (ancora oggi, in mezzo a Danson Park potete ammirare Danson House, di cui al paragrafo specifico). Nel 1540, un Consigliere comunale di Londra, Martin Bowes, comprò alcune delle proprietà a Bexley, Welling e Crayford del soppresso Priorato di Dartford (1539), l'unica Casa di Suore o Sorelle dell'Ordine di Sant'Agostino secondo gli Istituti e sotto la Cura dei Frati Predicatori (Ordine Domenicano) in Inghilterra, la cui fondazione venne pensata dalla Regina Eleonora di Castiglia e risolta da suo figlio Eduardo II. Nel 1797, Edward Hasted scriveva che "ll borgo di WELLING è situato al confine sud-orientale della Parish (ndr East Wickham), sulla strada maestra da Londra a Dover, che divide questa Parish da quella di Bexley, le case sul lato meridionale di esso rientrando quella Parish. Alla fine orientale di Welling, all'interno di questa Parish, vi è una buona casa, che sino a non molti anni prima era la residenza di John, l'unico superstite figlio di Peter Denham, morto nel 1736, sepolto nella Chiesa di Plumsted", proseguendo indicando altre persone di Famiglia sepolte vicino a lui. La crescita della zona, come quella di Bexleyheath, discese dai traffici commerciali attivati dai viaggiatori lungo Watling Street, la strada romana che collegava Dover con Londra. Le vecchie locande, come il già citato Guy Earl of Warwick e Nag's Head funsero da nucleo per l'espansione (tali taverne esistono ancora oggi, anche se non negli edifici originali). Infatti, sia pure gradualmente, esse vennero unite dalla crescita edilizia lineare a lato delle strade lungo cui vennero aperti locali appartenenti ad artigiani e commercianti, dietro cui vi erano fattorie e orti; in aggiunta, lungo la strada principale ad ovest di Welling Corner sorse un quartiere residenziale di alto livello di Welling, chiamato Belle Grove. Nel 1848, "A Topographical Dictionary of England" descrive Welling come segue: "a village, partly in the parish of Bexley, hundred of Ruxley, and partly in that of East Wickham, hundred of Lessness, union of Dartford, lathe of Sutton-at-Hone, W. division of Kent, 2½ miles (W. by N.) from Crayford. This place, which is of modern origin, is situated on the great road from London to Canterbury and Dover.". In origine, l'economia locale fu basata sull'agricoltura, ed in particolare, sull'orticoltura. Tuttavia, nel 1849, l'arrivo della Nord Kent Railway permise, finalmente, il rapido trasporto ai mercati di Londra dei prodotti deperibili, come la frutta a polpa tenera. L'azienda agricola principale dell'area fu East Wickham Farm in Wickham Street, di proprietà per molti anni della famiglia Jones che visse nella vicina East Wickham House. Nel 1870-72, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Welling come segue: "a village in Bexley and East Wickham parishes, Kent; 3¼ miles SE of Woolwich. It has a post-office‡ under London SE, and an endowed school with £68 a year.". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Welling come segue: "vil., Bexley and East Wickham pars., Kent, 3 miles SE. of Woolwich; P.O., T.O.; has an endowed school.". Ancora, però, i tempi non erano maturi per l'espansione suburbana, dato che prima dell'apertura della linea per Bexleyheath (1 maggio 1895), Welling era ancora sostanziamente un villaggio agricolo, e tale rimase sino agli anni '20 del XX secolo. Tuttavia, nel 1916, Royal Arsenal realizzò quello che costituì il primo precoce sviluppo edilizio dell'area, noto come "East Wickham Hutments", impiantando dei prefabbricati per ospitare i suoi lavoratori su terreni prossimi a St Michaels Church. Sebbene i residenti usufruirono dei loro servizi, frequenti furono le loro lamentele in merito alle fognature ed ai servizi sanitari. Negli anni '20 del XX secolo, un'importante realizzazione residenziale fu "Welling Council Housing Scheme" da parte di "Bexley Urban District Council", che prese in prestito 400.000 sterline per costruire 426 case. A cavallo tra le Due Guerre Mondiali, tanti grandi e piccoli Imprenditori edili si catapultarono su Welling e le sue aziende agricole circostanti, realizzando case a basso costo per le classi inferiori e le classi medie di lavoratori qualificati, in particolare a Falconwood, dove negli anni '30 del XX secolo, New Ideal Homesteads Ltd realizzò Falconwood Estate; un Costruttore locale, Stevens, costruì un'altro grande complesso edilizio a nord-est di Welling. La vendita di Danson Estate ai Costruttori edili ed i terreni a sud divennero parte dell'espansione suburbanea, di modo che, l'insediamento incorporò le Parishes di St Michael's East Wickham e St Johns Welling. Nel 1931, la stazione di Welling venne ricostruita con dimensioni ampliate. Nel 1963, venne fondata la locale squadra di calcio, Welling United Football Club, che gioca a Park View Road ai margini di Danson Park, condividendo il terreno di gioco con un'altra squadra, Erith & Belvedere Football Club. Da un punto di vista amministrativo, l'area fece parte del Municipal Borough of Bexley nella Contea del Kent sino al 1965, quando a seguito del London Government Act (1963), venne trasferita nella Greater London nell'ambito del London Borough of Bexley. Oggi, Welling è un importante sito della Municipalità di Bexley, secondo solo a Bexleyheath, che si trova ad est. Welling è, in prevalenza, un'area residenziale, con vaste zone coperte da abitazioni degli anni '30 del XX secolo. Le attività commerciali continuano a svolgersi attorno alla vecchia strada Londra-Dover, con negozi per quasi un miglio lungo Bellegrove Road. A Welling Corner potete vedere un cannone russo, che ricorda l'alloggio dato in passato ai lavoratori di Woolwich Arsenal a East Wickham, ormai, assorbita da Welling.

2. Espansione edilizia tramite le mappe

Osservando le mappe e fotografie dell'area, si vede la crescita di Welling ed East Wickham, oggi assorbita dalla prima.

2.1 Ordnance Survey Map del 1897

La mappa mostra Welling prima della sua crescita come sobborgo residenziale. Il Villaggio era una tradizionale "stazione di posta" per le carrozze che viaggiavano tra Londra ed il Kent, come testimoniano le tre locande ubicate lungo la strada per Dover. Nel 1895, la trasformazione di Welling in una città-dormitorio fu determinata dall'apertura della ferrovia per Bexleyheath.

2.2 Welling High Street verso il 1906

Una fotografia del principio del XX secolo mostra Welling High Street guardando ad est verso Bexleyheath con l'insegna del pub Rose and Crown visibile sulla sinistra (dietro e appena sopra un carro). High Street è un tratto di Watling Street, tra l'incrocio tra Upper Wickham Lane ed il campo da calcio. Subito a sinistra si vede Bull Alley e poi l'ufficio postale. Il tratto di strada fu utilizzato come punto di passaggio dei tram, dato che si vedono due tratti di rotaie nel centro della strada.

2.3 Ordnance Survey Map del 1933

La mappa mostra l'enorme crescita di Welling a cavallo tra le Due Guerre Mondiali. Già sapete, infatti, che tra il 1920 ed il 1926 "Bexley Urban District Council" costruì 426 case su terreni a nord della linea ferroviaria nell'ambito di "Welling Council Housing Scheme". A sud della strada Londra-Dover (Watling Street), la vendita di Danson Estate spianò la strada all'urbanizzazione da parte di Costruttori privati.

3. Danson House (Mansion) - Danson Park

Si trova in Danson Park, esattamente, al numero 41 di Danson Road, anche se "tecnicamente" rientra in Bexleyheath. Venne fatta costruire da Sir John Boyd nel 1766 per la sua seconda moglie Catherine Chapone, Danson House fu originariamente progettata dall'Architetto Sir Robert Taylor, che fu anche l'architetto della Bank of England. Nel 1862, uno dei proprietari del Manor di Danson, Alfred Bean, comprò la Villa e si adoperò molto per migliorare le bellezze locali, tanto a Welling che nella vicina Bexleyheath. Nel XX secolo, la Casa andò quasi in rovina. Nel 1995, English Heritage lo considerò come "l'edificio a rischio più significativo di Londra", e ciò rappresentò l'inizio di un decennio di lavori di restauro. Nel luglio 2005, i restaurati interni vennero riaperti al pubblico dalla Regina Elisabetta II dopo trent'anni. L'edificio è una Villa Palladiana di notevole importanza ed ufficialmente catalogata come "Grade I". La struttura, oltre ad ospitare il "Register Office" del London Borough of Bexley, è anche aperto al pubblico di Domenica dalle 10 alle 16 per consentire ai visitatori di ammirare le grandi stanze al piano terreno e la cucina vittoriana nel seminterrato dotata di storici elementi di cucina. Danson Park è molto frequentato e vi si svolgono diverse attività. Vi sono tre giardini aperti al pubblico, English Garden di fronte a Danson Mansion, Rock Garden nella parte terminale occidentale del Parco, Peace Garden oltre Lakeside Close nell'angolo sud-orientale. La zona nella parte terminale occidentale del laghetto, nota come Bog Garden, è divenuta una riserva naturale.

Bexley - Visita guidata

La stazione di Welling

La stazione di Welling

Station Approach

Station Approach

Il pub Plough and Harrow

Il pub Plough and Harrow

Ristorante "Da Peppino"

Ristorante "Da Peppino"

Bellegrove Road

Bellegrove Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it