www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Wandsworth Common

Sintesi

Wandsworth Common è una stazione ferroviaria non lontana dal confine (verso ovest) col London Borough of Merton. Storicamente, Wandsworth Common è un importante "Common", un residuo di assai più vaste terre comuni denominate variamente nei secoli, tra cui Battersea West Heath e Wandsworth East Heath, parte dei terreni incolti del Manor di Battersea e Wandsworth, che dal XIX secolo, venne diviso dalla linea ferroviaria ed invaso da costruzioni mano a mano che Londra si espanse, a seguito di circa 53 recinzioni tra 1794 ed il 1866.

Distanza dal centro: 5,3 miglia.

Attrattiva: buona, per chi ama gli spazi verdi, visto che trovate il vasto Wandsworth Common.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in Jaggard Way, ma subito vi rendete conto del contesto verdeggiante ed apparentemente tranquillo, data la presenza delle propagini meridionali del vasto spazio verde Wandsworth Common e di casette residenziali, come quelle in Wexford Road.

Toponimo

Al fine di evitare inutili ripetizioni, rinviamo a quanto riportato in Wandsworth Town.

Storia

Le Fonti e la Bibliografia generale della Storia di Wandsworth sono riportate in Wansdworth Town, mentre informazioni fondamentali specifiche in relazione alla Storia di quest'area si leggono in "A Declaration from the Poor oppressed People of England, Directed to all that call themselves, or are called Lords of Manors, through this Nation; That have begun to cut, or that through fear and covetousness, do intend to cut down the Woods and Trees that grow upon the Commons and Waste Land. Printed in the Yeer, 1649"; sono fornite da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 1, County of Surrey" (1792), alla voce "Battersea" (pagine 26-48); da Edward Walford in "Old and New London: Volume 6" (1878), alle voci "Vauxhall (continued) and Battersea" (pagine 467-479) e "Wandsworth" (pagine 479-489); si leggono in "Calendar of Treasury Books and Papers, Volume 2, 1731-1734" (1898), alla voce "Trreasury Books and Papers: April 1734" (pagine 541-550), punto 50; in "A History of the County of Surrey: Volume 4" (1912), alle voci "Parishes: Battersea with Penge" (pagine 8-17) e "Parishes: Wandsworth" (pagine 108-120); sono fornite da J. J. Sexby in "History of Wandsworth Common" (ristampa 1996); da Herry Lawford in "The History of Battersea and Wandsworth Common" (29 aprile 2011, Herry's Journal); si leggono in "Wandsworth Common" (London Parks & Gardens Trust); in "A History of Wandsworth Common" (Magdalen Estate At the earth of Wandsworth); in "Wandsworth Common Conservation Area Draft Apprasail A) The Common", che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Per agevolare la lettura, distinguamo la trattazione in paragrafi:

1.1 Premessa

In generale, è importante sottolineare come i "Commons" vantino radici simboliche antecedenti alla Conquista Normanna (1066), rappresentando il diritto di ogni essere umano ad avere accesso ai frutti della terra, in stridente contrasto con l'individualismo predatorio che si sarebbe affermato successivamente. Efficacemente Stefan Szczelkun osservò che "Lo spirito delle terre comuni era l'antitesi di questo culto dominante dell'individualismo e della proprietà privata.". Alo stesso modo, Gerrard Winstanley (Dichiarazione dei poveri oppressi Popolo d'Inghilterra ... ai Lords dei Manors ", 1649), osservò: "Sebbene tu ed i tuoi antenati abbiate ottenuto la vostra proprietà a seguito ad omicidi e furti, e la mantenete con la stessa potenza da noi, che abbiamo un eguale diritto alla Terra con voi, dalla giusta Legge della Creazione, eppure non avremo alcuna occasione di litigare (come fai tu) su quel diavolo inquietante, chiamato Proprietà privata. Perché la Terra, con tutti i suoi frutti di grano, bestiame e cose del genere, è stato fatta per essere un negozio comune di sostentamento per tutta l'Umanità, amico, e nemico, senza eccezione.". Gli spazi aperti di Londra hanno sempre costituito delle aree contestate, dato che molti degli spazi verdi intorno a Londra (ed altrove) oggi ancora esistenti furono preservati dall'essere edificati nei secoli precedenti grazie azioni collettive, rivolte, sabotaggi, occupazionei azioni legali, campagne, dimostrazioni e via discorrendo. Prima del XIX secolo, tutto ciò, spesso, vome anticipato, si ricollegava alla mera sussistenza: l'accesso ai terreni comuni ed alle risorse disponibili, come la legna da ardere, il cibo come frutta, noci e selvaggina, ed il pascolo, erano cruciali per la sopravvivenza quotidiana di molte persone. Dalla fine del XIX secolo, però, con l'impressionante crescita di Londra, affollata da miglioni di persone spesso residenti in dimore precarie e che lavoravano molte ore al giorno, gl spazi per piacere e svago divennero un lusso, per cui, iniziarono a sparire rapidamente. Leggerete, quindi, delle lotte che consentirono di preservare Wandsworth Common.

1.2 XI secolo

Nell'XI secolo, Wandsworth Common viene citato nel Domesday Book (1086) e come la maggior parte di queste terre, fu destinato ad area comune per il grande pubblico affinché vi pascolasse gli animali e si procacciasse legna da ardere. Wandsworth Common è quanto residua di un ben più ampio terreno comune che nei secoli passati fu variamente designato, come ad esempio, Battersea West Heath e Wandsworth East Heath. In origine, faceva parte dei terreni incolti del Manor di Battersea e Wandsworth.

1.3 XIV secolo

Nel 1334, John de Molyns ottenne una concessione di libera caccia nelle sue terre demaniali di Allfarthing e Wandsworth. Gli affittuari del Manor godevano di diritti di pascolo nei "Commons" o terreni incolti chiamati Wandsworth East e West Heaths, nonché in Garratt Green ed Heyford Green.  

1.4 XV secolo

John Stanley, che aveva fittato per 40 anni dall'Abbazia di Westminster, Lord del Manor di Battersea, il sito del Manor di Bridge Court o di quello di Battersea (dai documenti non è chiaro di quale dei due si trattasse), aveva fittato anche otto case e certi terreni soggetti a diritti comuni su Westheath ed Eastheath a Battersea e Wandsworth, che, verso il 1471, vennero requisiti dal Re, nel suo tentativo illegale di alienarli all'Abbazia in "manomorta". Tutti questi beni confiscati furono concessi a Laurence Booth, che come Arcivescovo di York trasmise questa Tenuta a Battersea al Vescovato di York per il sostentamento di Cappelle fondate da lui a St. Mary's (Southwell), a condizione di risiedere nella casa riservata all'Arcivescovo quando fosse stato necessario.  

1.5 XVIII secolo

L'11 aprile 1734, nei documenti del Tesoro, si legge un rapporto ad esso fatto dai Commissari delle Accise di Londra, su petizione (datata 26 marzo e riportata con riferimento al 3 aprile) di William Taylor, Isaac Streatley, Edward Dunstall e James Woolner, ed altri, di Wandsworth, allora nel Surrey, Maltatori (produttori di malto), processati, sembra di capire, per aver calpestato grano con qualche mezzo di locomozione. Tra l'altro, si legge anche di cinque dichiarazioni giurate contro Walter Pyke, Misuratore Comune, di Wandsworth, di James Tanuell, Henry Stevens, George Munday, Samuel Digweed, George Axtell, una petizione al Commissario delle Accise da parte dei Commercianti di Wandsworth contro Walter Pyke, che le sovrintende, come un noto ubriacone e giocatore, e contro Terry, Esattore delle Accise, nonché una relazione ai Commissionari delle Accise da parte di Matthew Terry, datata Guilford 31 luglio 1733, in riferimento al caso della Signora Ann Sparke di Wandsworth, Birraio comune e sulle dichiarazioni giurate contro Pyke. Nel 1792, Daniel Lysons scrive: "La maggior parte di Wandsworth Common, che si estende per circa due miglia in lunghezza verso Stretham, ed una parte considerevole di Clapham Common, si trovano nella Parish di Battersea.".

1.6 XIX secolo

Tra il 1794 ed il 1866, ben 53 recinzioni ridussero l'estensione di Wandsworth Common, di cui la maggior parte vennero eseguite da membri della importante locale Famiglia Spencer. Nel dicembre 1827, tali iniziative del Conte Spencer scatenarono le proteste, quando "un incontro molto numeroso tra i più ricchi e rispettabili Signori della Piccola Nobiltà" di Battersea, Wandsworth e Clapham (tenutosi presso The Swan di Stockwell) si oppose all'imminente proposta di legge sulla recinzione dei tre rispettivi Commons. I convenuti erano solo in parte preoccupati delle minacce ai loro mezzi di sostentamento, ma erano piuttosto grandemente preoccupati che molti poveri fossero privati della sussistenza, e perciò, avrebbero finito per gravare sulle imposte da loro pagate (come era accaduto a seguito della recente recinzione dei Commons di Bexley e Bromley). La proposta di legge fu sconfitta, ma le recinzioni su piccola scala continuarono. Relativamente a Wandsworth, la situazione si presentava peggiore per il fatto che negli anni '40 del XIX secolo, il Common fu suddiviso in tre parti dalla linea ferroviaria, nonché per la recinzione di ulteriori 60 acri per un Manicomio, "Surrey Lunatic Asylum", costruito nel 1840, con una struttura centrale ed ali, con letti per 950 ospiti. Prima della sua costruzione, il Surrey, sebbene fosse una Contea metropolitana, non era stato adeguatamente fornito di alloggi per i poveri matti; è vero che l'Ospedale Reale di Betlemme era situato nel Distretto, ma essendo un Ospedale generale, i suoi regolamenti per l'ammissione, non erano tali da soddisfare le richieste locali. Per cui, la fornitura di una struttura esclusivamente per i poveri della Contea divenne una questione rilevante. Il sito sul quale sorgeva il nuovo Manicomio o era una parte della Tenuta di Springfield, nel borgo di Garratt, in precedenza la sede del Signor Henry Perkins, compresi 96 acri di terra, con la villa e gli edifici agricoli, che vennero conservati per gli scopi del Manicomio, la ricezione di pazienti convalescenti, ed altro. Verso la fine degli anni '40 del citato XIX secolo, un tal Signor Parsons ed altri ruppero le recinzioni e furono accusati, ma il caso venne archiviato, probabilmente per il fatto che stavano affermando un diritto di accesso consuetudinario. Sino al 1850, soltanto all'incirca 300 persone vivevano nell'area nota come South Battersea. I terreni originariamente appartenevano alla Famiglia St John, in qualità di Lord del Manor di Battersea. Henry St John divenne il primo Visconte Bolingbroke dopo aver acquistato il titolo nel 1712 e la Famiglia viene commemorata da un certo numero di strade che portano il loro nome. Il terreno fu poi acquistato dal Conte Spencer nel XVIII secolo e il loro nome risiede anche in molti nomi di strade e pub, così come in Spencer Park, dove Earl Spencer costruì una notevole casa. Al principio del 1868, iniziariono i tentativi da parte della popolazione locale di preservare il Common da un'ulteriore invasione, con appelli al Consiglio Metropolitano dei Lavori (Pubblici) di assumerrsi la responsabilità, in seguito al Metropolitan Commons Act del 1866, ma inizialmente non ebbe successo. Negli anni '60 del XIX secolo, East Common formò oggetto di una disputa feroce. Il Signor Kellar, che possedeva un terreno sul Common a sud di Bellevue Road, sostenne di doverlo rinchiudere per disperdere gli "zingari" che vi si erano accampati, che accusò di aver saccheggiato il Common; ma in seguito, si scoprì che Egli aveva rifornito i viaggiatori di alcolici e poi aveva sollevato il caso quando essi si eranoi ubriacati ed avevano fatto una festa chiassosa. Nel 1869, 2000 persone si riunirono per abbattere le recinzioni su una parte del Common, all'incirca dove ora si trova Chivalry Road, e l'anno seguente, Henry Peek (che aveva svolto un ruolo nella conservazione di Wimbledon Common dall'espansione edilizia) convocò un Comitato di Difesa del Common (poi Wandsworth Common Preservation Society) per salvare la terra minacciata dall'urbanizzazione da parte della Famiglia Spencer. Grandi riunioni pubbliche si tennero a Wandsworth, Putney e Battersea. Il Comitato combattette infruttuosamente una battaglia legale in quell'aprile per preservare Plough Green (attorno alla moderna Strathblaine Road e Varden Road, al largo di St Johns Hill). La sollevazione per salvare Wandsworth Common, sebbene guidata da residenti più ricchi, coinvolse anche la massa della classe lavoratrice, incluse le riunioni di massa nelle fabbriche locali. Contemporaneamente alla battaglia legale, alcuni residenti locali agirono direttamente .... Il 14 maggio 1869, John Buckmamster, uno dei principali esponenti del Comitato di Difesa del Common, fu portato nel Tribunale della Polizia di Wandsworth, accusato di "distruggere volontariamente e dolosamente una recinzione che racchiude la proprietà del Signor Christopher Todd a Wandsworth Common.". Todd aveva comprato la terra dalla Compagnia ferroviaria, ma i sostenitori della campagna affermavano che essa non aveva il diritto di vendere, poiché il Lord del Manor non aveva il diritto di venderlo a loro. Abbattendo la recinzione, Buckmaster dichiarò di affermare il diritto comune. Riunioni pubbliche sul Common (inclusa una di presunti 5000 nel gennaio 1868) approvarono risoluzioni per abbattere le recinzioni di Todd. Nei mesi successivi, crebbero gli sforzi per la raccolta di fondi e le pressioni, come pure la sfrenata distruzione della proprietà. Il 13 aprile 1870, "un gran numero di persone si radunò e asserì il diritto di passaggio abbattendo le recinzioni". Circa 300-400 persone armate di asce e picconi hanno ristabilirono un sentiero chiuso da un tal Signor Costeker a Plough Green, probabilmente di fronte alla Taverna The Freemasons. Un rapporto in seguito annotò: "A ogni scontro della recinzione ci fu un gran fischio e un gran fermento." Nel giugno dello stesso anno, ci furono proteste avverso i piani di Spencer di recintare parte del Common di Putney. Alla fine, il Conte Spencer, Lord del Manor, acconsentì a trasferire la maggior parte del Common al Comitato di Difesa, tranne la zona che poi divenne Spencer Park. Il resto venne preservato per la pubblica fruizione, che svolge ancora oggi. Nel luglio 1871, il Parlamento promulgò una legge, Wandsworth Common Act, ed il Common fu trasferito ad un gruppo di conservatori eletti dagli abitanti di Battersea e Wandsworth per una rendita di 250 sterline pagata al Conte Spencer. Questa rendita ed i costi di manutenzione furono raccolti tramite una tassa speciale riscossa sugli abitanti. Nel 1880, a Wandworth Common, venne eretta la Chiesa di St. Michael, un piccolo edificio con mattoni variamente colorati e rivestimento in pietra sullo stile del Tardo XIII secolo, con un presbiterio absidale, navata, corridoi a timpano ed un portico nord-ovest sul fronte stradale, tetti piastrellati, ma priva di Cimitero-Giardino. Nel 1887, la gestione e responsabilità connesse furono trasferite al Consiglio Metropolitano dei Lavori (Pubblici) che aportò una serie di miglioramenti, tra cui la piantumazione, la disposizione dei percorsi, la creazione dei laghi ornamentali dalle vecchie cave di ghiaia e il più piccolo Three Island Pond (Stagno) vicino a Bolingbroke Grove. Nel 1889, venne costituita la Cappelleria di St. Mary Magdalene da St. Anne's. La Chiesa, in Trinity Road a Wandsworth Common, fu costruita nel 1889 con mattoni di serie rossi e rifiniture in pietra nello Stile del Primo XIII secolo, con presbiterio e navate laterali, a navata unica, con passatoie e corridoi bassi. Due campane sono appese in un riparo sopra il frontone occidentale, i tetti sono piastrellati. Alla fine del XVIII secolo, un Banchiere, Robert Dent, acquistò una porzione significativa terreni di Spencer ed iniziò un ambizioso programma edilizio che comprendeva diverse grandi proprietà e cinque grandi case di fronte al Common su "Five Houses Lane" (ora Bolingbroke Grove), di cui oggi residua solo una delle case, l'ex Ospedale Bolingbroke. Una delle cinque case era abitata da un Commerciante di vini di successo, Matthew Charlie. Sua nipote, Marianne, sposò un Conte spagnolo e divenne Contessa di Morella. Morella Road porta il suo nome. Lo stesso Robert Dent viveva nella più grande ed impressionante delle cinque case, Old Park. Dents Road a forma di ferro di cavallo prese il suo nome nel 1881, anche se una metà fu successivamente chiamata Gorst Road, da Sir John Gorst, un Avvocato e Parlamentare Conservatore, che viveva lì.

1.7 XX secolo

Nel 1900, venne costruito un palco per la musica, ma venne successivamente abbattuto. Nel 1898. il Common era andato in carico al nuovo Consiglio della Contea di Londra, che nel 1912, per ampliare il Common, acquistò un'area di 20 acri di terra aperta appartenuta alla Royal Patriotic Fund Company, ma prima degli anni '50 del XIX secolo faceva parte del Common. Il costo di 12.000 sterline comprendeva la costruzione di un muro tra lo spazio aperto e la terra della Royal Patriotic Fund Company. Tuttavia, prima che questa area potesse essere fornita per l'uso del pubblico, fu rilevata dal Governo durante la Prima Guerra Mondiale per il terzo Ospedale Generale di Londra. Quando fu ripristinato dopo la Guerra, vennero fornite strutture tra cui un campo da bocce e campi da tennis. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Wandsworth Common fu colpito da 71 bombe tedesche altamente esplosive. Nel 1971, la responsabilità del Common venne trasferita all'Amministrazione di Wandsworth. Oggi, attorno al perimetro del Common, vi sono molte costruzioni del principio del XIX secolo ed Eduardiane, così come White Cottage di Voysey (1905) e la Chiesa di St. Mark a Battersea Rise. Lungo Windmill Road insiste una pompa a vento con giunti stagni costruita nel 1837-1840 per ripristinare l'approvvigionamento idrico che era stato disgregato dal vicino taglio ferroviario, ma fu ridondante dagli anni '70 del secolo, ed ora si erge senza le sue vele. Oggi, il Common comprende circa 172 acri (circa 70 ettari), anche 25 acri conosciuti come "The Scope" (dal Telescopio Craig, il più grande telescopio rifrattore = telescopio con una lente nel mondo dal 1852 al 1857), un'area progettata per creare un ambiente ecologicamente ricco. Esiste un Centro Studi sulla Natura che fornisce sostegno per il lavoro ecologico ed educativo nel London Borough of Wandsworth. La linea ferroviaria tra le stazioni di Clapham Junction e Wandsworth Common divide approssimativamente il Common in due strisce, ad ovest e ad est. Una passerella pedonale attraversa la ferrovia a circa metà della lunghezza della parte aperta del Common. Parte di Wandsworth Common costituisce una Area protetta, in riferimento a "Royal Victoria Patriotic Building", le case "Arts and Crafts" su Lyford Road ed il c.d. "Toast Rack", una griglia stretta di una case a schiera Vittoriane di mattoni rossi di buona qualità e case unifamiliari che insistono ai margini del Common sul lato occidentale, il cui carattere risiede nell'uniformità di caratteristiche e mura frontali di confine. "Toast Rack" comprende Baskerville Road, Dorlcote Road, Henderson Road, Nicosia Road, Patten Road.

Wandsworth - Visita guidata

La stazione di Wandsworth Common

La stazione di Wandsworth Common

Jaggard Way

Jaggard Way

Wandsworth Common

Wandsworth Common

Wexford Road

Wexford Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it