www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Southfields

Sintesi

Southfields è una stazione della metropolitana (District Line) prossima al confine col London Borough of Merton in cui ricade la porzione meridionale di Wimbledon Park, mentre quella settentrionale ricade in Southfields, e quindi, nel London Borough of Wandsworth. E' la fermata da utilizzare per raggiungere i campi da tennis in erba dove, ogni anno, si svolge la celebre competizione internazionale, nota come "Torneo di Wimbledon".

Distanza dal centro: 7,5 miglia.

Attrattiva: discreta, anche considerando che potete vedere Wimbledon Park.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, vi trovate giusto all'incrocio tra Replingham Road (verso est), Augustus Road (verso ovest, se proseguite, entrate in Inner Park Road che vi conduce al grande spazio verde Wimbledon Common) e Wimbledon Park Road (direzione nord-sud), le prime due più o meno pianeggianti in questo tratto, la terza in salita (verso nord) ed in discesa (verso sud). Osservando i paraggi, vi rendete subito conto di trovarvi di fronte al solito contesto suburbano londinese, con casette ad un piano ed a due piani, con negozi a livello stradale, di diversa tipologia merceologica, come frutta e verdura, fiori ed altro. Se vi allontanate da questo punto, trovate anche tipiche casette familiari a schiera, piccole, non eccelse, ma dignitose.

Toponimo

Il nome dell'area viene citato assai raramente. La prima volta si ritrova come "Suthfeld" (1247), quando parte dell'allora Contea del Surrey. La fonte di tale notiizia è riferita come "Feet of Fines (unpublished) in the Public Record Office". Tuttavia, abbiamo trovato il riferimento in "The Cartulary of Missenden Abbey", Volume 10, parte II (1955), edito, trascritto e stampato da J. G. Jenkins e reperibile su Internet sul sito web della "Buckinghamshire Archæological Society": "Confirmacio H. filii Yuonis de terra Roberti piscatoris; et carta eiusdem .... dimidiam acram terre in Suthfeld que iacet inter terrain que fiait Roberti piscatoris ex una parte et ....". Successivamente, si ritrova come "Southefeld gate" (1582) e "South Field" (1816). Proprio per la limitatezza dei riferimenti topografici riportati che vengono solitamente indicati in riferimento agli antichi nomi di quest'area, abbiamo effettuato ulteriori ricerche, di cui vi sintetizziamo i risultati, avvisando però il lettore che non siamo assolutamente certi che i dati che riportiamo si riferiscano alla nostra "Suthfeld", visto che potrebbero anche riferirsi ad una sua omonima altrove ubicata:

Il significato è quello di "terreno meridionale" (del Manor di Dunsford, derivato da terre possedute a Dunsford nella Parish di Wandsworth dal Priorato e Convento di Merton). In contrapposizione, infatti, nel 1247, la sezione settentrionale, era denominata "Nortfeld", tra West Hill ed il Tamigi, che oggi sopravvive con la breve strada denominata "Northfields" che delimita parte del lato orientale di Wandsworth Park.

Storia

Utili informazioni sulla storia dell'area si ritrovano in "The Cartulary of Missenden Abbey", Volume 10, parte II (1955), edito, trascritto e stampato da J. G. Jenkins; nella "Inquisitio post mortem" di Sir Richard Sutton (Chancery Series II, Volume 514, Numero 45. Public Record Office, ora The National Archives); alla voce "Parishes: Wandsworth", in "A History of the County of Surrey: Volume 4" (1912), pagine 108-120; sono fornite da Philip Norman, alla voce "East Acton Manor House: Historical notes", in "Survey of London Monograph 7, East Acton Manor House" (1921), pagine 15-18, che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la storia di Southfields, legga "Roomy Villas: The Story of Southfields Grid and Its Surroundings" (2009) di Neil Robson.

1. Eventi storici di rilievo

Sir Richard Sutton, fu un Controllore dei prestiti di Giacomo I, che regnò dal 1603 al 1625. Egli morì il 26 aprile del 1634, come risulta dalla "Inquisitio post mortem" che lo riguarda (cit.), tenuta il 9 giugno del Decimo anno del Regno di Carlo I (1634) a "Le questhouse in alta holborne". Il documento ha rilevanza ai fini di questa pagina web, dato che riporta i particolari delle proprietà di Sir Richard Sutton, tra cui rientravano anche 6 acri a Southfields del Vescovo di Londra, e 2 acri a Northfields del Re ed 1 acro del Vescovo di Londra. Sino a soli due secoli fa, l'intero London Borough of Wandsworth, in cui ricade Southfields, non esisteva, nè dal punto di vista amministrativo, né urbabistico, data l'assenza di edifici: il paesaggio era caratterizzato da boschi e campi e dalle tre valli fluviali dei Torrenti Wandle, Beverley e Falcon che tortuosamente si dirigevano verso il Tamigi. Successivamente, il cambiamento è stato profondo, tanto che l'enorme crescita registrata alla fine del XIX secolo, determinò la trasformazione di piccoli borghi in cittadine. Questo fu anche il caso di Southfields, che iniziò ad essere urbanizzata nel Tardo XIX secolo, quando era formata da campi aperti tra i villaggi già sviluppati di Wimbledon e Putney ed aveva pochi residenti. I sentieri che collegavano Wimbledon a Putney attraversavano questi campi; successivamente, divennero strade, come fu il caso di Wimbledon Park Road, che tagliava i campi da Wimbledon a Wandsworth. I citati sentieri sono visibili sulle vecchie mappe di Southfields. Il fattore che stimolò l'urbanizzazione dall'apertura nel giugno 1889 della "District & London & South Western Railway" tra Wimbledon e Putney Bridge: l'anno successivo, venne aperta la prima Scuola a Merton Road, una delle principali arterie che, in precedenza, attraversavano i campi. Uno dei residenti di spicco, a Wimbledon Park Road, sebbene per pochi mesi, per di più infelici, tra il 1859 ed il 1860, fu la Scrittrice George Eliot (pseudonimo di Mary Anne Marion Evans), che scrisse "The Mill on the Floss" a Holly Lodge, la sua casa di Southfields, dove si era trasferita con il suo amante George Lewes, Editore ed Intellettuale. Per vedere come Southfields stesse evolvendo in questo periodo, è utile consultare una mappa del 1894-1895 che venne fatta a mano dai Cartografi della Ordnance Survey Map. Nel 1904, la Frame Foods, un'azienda dedita alla produzione di cibo per bambini, aprì uno stabilimento in Standen Road. L'edificio è caratterizzato da un distintivo stile liberty con piastrelle in ceramica verde ed il motto "Nourish & Flourish!" (Nutri e Prospera!") è ancora visibile all'esterno, mentre, internamente, la costruzione è stata trasformata in appartamenti di lusso. La stessa Standen Road fu anche la sede della fabbrica di inchiostro da stampa Ault & Wiborg. Nel 1928, a Merton Road, venne inaugurata la fabbrica OK Sauce. Il 23 ottobre 1926, venne aperta a Southfields la prima Moschea londinese, chiamata "Fazl Mosque" in Gressenhall Road. Pur colpita dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, Southfields ha sofferto meno di altre zone di Londra. Al termine del Confilitto, vennero costruite molte case popolari comunali nell'area attorno a Beaumont Road. Un tempo, Southfields era un quartiere popolare, ma, al pari di tante altre zone di Londra, ha subito enormi trasformazioni negli anni '90 del XX secolo. I buoni collegamenti ne hanno fatto un luogo residenziale per coloro i quali lavorano nel centro della capitale. La presenza di parchi e scuole, che spiega anche la presenza di numerose famiglie, giustifica la crescente popolarità di Southfields, che presenta due importanti aree residenziali:

I residenti sono sempre stati orgogliosi del fatto che, a dispetto dell'essere un sobborgo londinese, Southfields abbia sviluppato un senso di comunità ed uno spirito di villaggio, dove è piacevole vivere. Addirittura, le imprese ed i residenti hanno spesso cercato di lavorare insieme per mantenere e promuovere questa atmosfera da villaggio. Ne è esempio la "Southfields Grid Residents Association", il cui sito web è http://southfieldsgrid.org.uk . Oggi, Southfields è perciò, un'area residenziale con negozi e ristoranti attorno a Replingham Road, anche italiani, come Olive Garden, all'angolo tra la citata strada Clonmore Street.

St Barnabas' Church

Sino a non molto tempo fa, l'area dove oggi insiste la Chiesa era ancora occupata da campi aperti, dove cresceva il Crescione d'acqua (Nasturtium officinale, un ortaggio, pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae o Crucifere, e spontanea, che prolifera lungo lenti corsi d'acqua, in terreni semisommersi e acquitrinosi, prediligendo luoghi ombrosi) ed una fattoria. Le prime case furono quelle costruite nelle aree di Longfield Street e Burr Road, e fu proprio in quest'ultima che insisteva la prima St Barnabas' Church. Si trattò di un "Tabernacolo" temporaneo di latta, che funse da base della Chiesa mentre venivano edificate le case nel Reticolo stradale (Grid), dopo l'apertura della District Line nel 1889. La prima pietra della Chiesa attuale venne posta nel 1906 dal Canonico Scott Holland della Cattedrale di San Paolo e venne aperta il 9 maggio 1908 dal Vescovo di Southwark. Il progetto si deve a C. Ford Whitcombe, seguendo lo stile perpendicolare che caratterizza molte Chiese dell'East Anglia. Nei primi tempi, St. Barnabas ebbe 800 posti a sedere per i fedeli regolari, mentre si distribuivano 2.000 copie della rivista della Parrocchia. Una volta che vennero terminate le case del Reticolo stradale (Grid) e le strade su entrambi i lati di Penwith Road, l'area di St Barnabas' Church fu pronta a divenire una Parish autonoma. I suoi confini, ancora attuali, vennero definiti in corrispondenza del Torrente Wandle, i confini del Borough lungo Ravensbury Road e Revelstoke Road, la District Line e lungo Wimbledon Park Road sino al citato Wandle seguedo Smeaton Road e Kimber Road. Il Distretto di St Barnabas' divenne Parish nel 1922 ed il suo primo Vicario fu il Reverendo J. W. Warren. La Chiesa ha un Presbiterio e Navata con Navate laterali su entrambi i lati. La Navata presenta un'alta lanterna (finestra sopra la linea del tetto). Le pareti sono di mattoni rossi con copertura in pietra; i tetti sono coperti da tegole ed una guglia insiste sopra l'arco trionfale.

Saint Michael's Church

Nel 1898, alla Chiesa di St. Michael and All Angels venne assegnato un distretto ecclesiastico. La Chiesa è un edificio di mattoni rossi e pietra nello stile del XV secolo. Venne iniziata nel 1897 e terminata nel 1905. Presenta un Coro ed una Navata continui, con una lanterna (finestra sopra la linea del tetto) illuminata da finestre a testa quadrata, e una grande finestra a ovest di nove luci e trafori, bassi corridoi, portici, sagrestie. Il tetto della porzione principale è coperto da piastrelle, e una guglia si eleva sopra l'ingresso del Coro. I tetti navata sono coperti da tegole. La Chiesa si trova al numero 13C di Granville Road.

Lawn Tennis Museum

E' il luogo dove viene mostrata la storia del tennis sull'erba dal 1870 ai nostri giorni. Potete vedere attrezzature e manufatti dal principio del XVI secolo e video di grandi partite e dei personaggi di Wimbledon. E' prevista una visista delle strutture. I visitatori possono vedere cosa accade "dietro le quinte" a Wimbledon, compresi gli spogliatoi dei tennisti. Anche se di poco, rispetto a Southfields, è in linea d'aria, la stazione di Wimbledon Park.

Wandsworth - Visita guidata

Il cartello della stazione della metropolitana di Southfields

Il cartello della stazione della metropolitana di Southfields

L'incrocio all'uscita della stazione: Wimbledon Park Road è la strada in sali-scendi, Replingham Road è dietro di noi, Augustus Road davanti a noi

L'incrocio all'uscita della stazione: Wimbledon Park Road è la strada in sali-scendi, Replingham Road è dietro di noi, Augustus Road davanti a noi

Negozietti

Negozietti

Negozio di frutta e verdura

Negozio di frutta e verdura

Negozio di fiori e piante

Negozio di fiori e piante

Il cartello che segnala "Wimbledon Park Road"

Il cartello che segnala "Wimbledon Park Road"

Tipiche casette suburbane

Tipiche casette suburbane

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it