www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Mudchute

Sintesi

Mudchute è una stazione della Docklands Light Railway (DLR). Mudchute è un vasto spazio che si trova tra Millwall Docks e Cubitt Town ed è situata nella Isle of Dogs, già Stepney Marsh, la cui storia è riportata in questa pagina web.

Distanza dal centro: 6,6 miglia.

Attrattiva: nulla, tranne se siete interessati a visitare "Mudchute Park and Farm".

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della DLR, vi chiedete "Ma cosa ci sono venuto a fare qui"? In effetti, gironzolando attorno alla stazione, vedete East Ferry Road e Spindrift Avenue che si intersecano in prossimità: esse offrono soltanto delle casette familiari ad un piano (piano terra e primo piano), mentre, se alzate lo sguardo verso il nord della Isle of Dogs (l'ansa del Tamigi in cui si trova Mudchute), vedete da lontano dei grattacieli. Le uniche due attrazioni in zona sono rappresentate da Millwall Park, a cui potete accedere trovandovi nel suo angolo nord-occidentale, oppure Mudchute Park and Farm, a cui abbiamo dedicato un piccolo paragrafo.

Toponimo

Il significato del nome è molto semplice: il nome è composto da "Mud" (fango) + "Chute" (cascata, caduta), dato che qui fu depositato, nella seconda metà del XIX secolo, il fango che venne estratto da Millwall Docks che si trova a nord-ovest.

Storia

Utili informazioni sulla storia dell'area si ritrovano alle voce "Cubitt Town: The inland area", in "Survey of London: Volumes 43 and 44, Poplar, Blackwall and Isle of Dogs" (1994), pagine 498-514, che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Quelli che un tempo erano terreni da pascolo, erano divenuti una fabbrica di mattoni, in piena attività da parte dei Signori Cubitt, prima del 1864, quando i terreni vennero acquistati per il ramo orientale del Millwall Canal, Moli e del Canale progettato dalla Graving Docks Company. A causa di vincoli finanziari, tale parte del progetto non venne realizzata. Nel 1865-1867, durante la costruzione dei Millwall Docks, i terreni rimasero una fabbrica di mattoni, utilizzata per le pareti e costruzioni del molo. Nel 1868, dopo l'apertura del molo, la terra venne lasciata per pascolo, mentre la citata Società anticicò che ne avrebbe fatto qualcosa di più non appena la sua situazione finanziaria lo avrebbe permesso. Finalmente, nel 1875, la Società destinò i terreni a nuovo uso, quando introdusse un nuovo sistema di dragaggio delle sue banchine, progettato da un Ingegnere della Società, Frederic Eliot Duckham. Ciò comportò la trasmissione pneumatica di fanghi di dragaggio ad una velocità di 10 yarde cubiche al minuto, da una draga nel bacino in un tubo di ghisa di 15 pollici di diametro e lunga 442 piedi, che andava sotto Orient Ferry Road ed usciva sugli strati di deposito sulla terra esterna. Nel 1881, i piani per un'estensione orientale del molo vennero fatti brevemente rivivere; ma quanto di più la Società continuava a depositare fango sul terreno, tanto meno praticabile diveniva il progetto. Di conseguenza, l'accumulo di anni di fango diede alla terra un profilo rialzato e grumoso. Nel 1879, il Poplar Distict Board contestò i depositi, dannosi per la salute del Distretto, a seguito dell'analisi di effluvi color "verde sporco". Nulla fu fatto sino al 1896, quando vennero piantati dei salici su due acri di "Mudfield" (terreno fangoso), come una prova per uno schema potenzialmente estensibile, promosso dal Dottor Frederick William Alexander, Ufficiale Medico della Salute presso il Consiglio Superiore dei lavori pubblici. Nel 1898, la Società portuale venne informata in merito a quello che si credeva essere il rapporto tra i depositi di fango e la difterite sulla Isle of Dogs. Così il sovracitato Ingegner Frederic Eliot Duckham sperimentò altri metodi di smaltimento dei fanghi, compresa la produzione di mattoni, e nel 1900, venne pubblicizzato un premio di 100 sterline per il modo più pratico di affrontare il problema, ma non emerse alcuna soluzione soddisfacente. Nel 1902, il Poplar Borough Council insistette sulla rimozione della condotta del fango. La Società sostenne che il fango non produceva alcun effetto malefico e che le contestazioni erano meramente sentimentali, essendo basate puramente sugli inestetismi dei terreni fangosi. Tuttavia, il Poplar Borough Concil rimosse il tubo nel mese di agosto 1903, ma perse la causa per impedire la sua reintegrazione. Nel 1909, il PLA, avendo preso il controllo delle banchine, interruppe il pompaggio di fango nel 1910, sperando di utilizzare il terreno per un'estensione del bacino. Le sezioni settentrionali della terra esterna della Millwall Dock Company non erano state utilizzate per i depositi di fango. Nel 1890-1891, 17 acri a nord dei terreni fangosi vennero affittati a McDougall Brothers, importanti datori di lavoro locali e destinati a terreni in affitto. Un altro lotto costituì la prima vera sede del Millwall Football Club, fondato nel 1885 come Millwall Rovers, una squadra aziendale della J.T. Morton & Company. Inizialmente, la squadra giocava su un terreno inutilizzato sul lato occidentale di Glengall (poi Tiller) Road, poi, dopo una stagione, vicino al retro del pub Lord Nelson. Il limitato sostegno a livello locale e problemi finanziari, indussero la squadra, nel 1910, a trasferirsi a New Cross. I terreni di fango induriti divennero noti come "Mud Shoot", anche se il PLA chiamò il sito "Transporter Yard" molto dopo la rimozione del trasportatore di legname. Nel 1918, il Poplar Borough Council obbligatoriamente prese la locazione di 16 acri di appezzamenti, e fece erigere dei porcili. Dal 1938, il Dipartimento di Guerra ebbe l'uso della zona dietro Stebondale Street come poligono. Sul terreno rialzato, vennero costruite piazzole ottagonali, bunkers, con capanne per alloggi sul terreno pianeggiante vicino alla strada. Nel 1959, il PLA ripensò la possibilità di sviluppare Mudchute - Transporter Yard come un bacino del molo. Vennero prospettati vari progetti, uno dei quali venne preso in seria considerazione nel 1965-1967. Nel 1972, il PLA iniziò le trattative per la vendita della Mudchute - Transporter Yard e nel successivo 1973, venne concordato il trasferimento della maggior parte del sito per le abitazioni GLC, ma non venne completato. L'Associazione delle Comunità dell'Isola (of Dogs) si attivò affinché i terreni divenissero spazi pubblici aperti, riuscendo ad ottenere l'accoglimento delle sue proposte, che includevano una fattoria urbana per la ricreazione e l'istruzione. Il terreno venne affittato alla Mudchute Association tramite il Tower Hamlets Borough Council e la fattoria ed un Parco vennero istituiti nel 1977. La casa della fattoria all'entrata di Mudchute Pier Street venne costruita su progetto di Kate Heron, mentre i vecchi bunkers si rivelarono adattati come recinti per il bestiame. La parte nord-occidentale del sito venne affittata separatamente alla Associated Dairies nel 1980 per il grande centro commerciale Asda. Infine, nel 1985-1986, la LDDC finanziò l'architettura del paesaggio a Mudchute nel 1985-1986, il cui lavori comprendevano graticci di legno nei punti di ingresso. L'originaria stazione di Mudchute, una vecchia stazione ferroviaria vittoriana inutilizzata da anni, si trovava sul lato orientale di East Ferry Road, alla fine settentrionale del vecchio Millway Viaduct. Venne aperta il 31 agosto 1987, come stazione sopraelevata e rappresentava la penultima stazione, prima del terminale a Island Gardens, tanto che per passare dall'altro lato del Tamigi, dovevamo utilizzare la galleria sotto il Fiume per raggiungere Greenwich. Quando, poi, la linea venne estesa sino a Lewisham, la stazione fu ricostruita in prossimità dell'ingresso della galleria sotto il Tamigi e venne inaugurata il 20 novembre 1999 (la vecchia stazione era stata chiusa l'11 gennaio 1999). Nell'aprile del 2008, vennero intrapresi nuovi lavori, in modo da incrementare il numero delle piattaforme e coprirle con una tettoia. I lavori terminarono nell'ottobre 2009. Segnaliamo che, originariamente, data la vicinanza della stazione a Millwall Park, si voleva attribuirle questo nome. Tuttavia, mentre si stava realizzando la DLR, la società di calcio del Millwall (Millwall F.C.) fu interessata da incidenti ed una parte minoritaria dei suoi tifosi venne ritenuta tra le più scatenate del Regno Unito. Prescindendo da qualsiasi associazione negativa suggerita dal nome Millwall Park, i residenti erano preoccupati del fatto che i tifosi delle squadre avversarie potevano raggiungere la stazione per errore, non rendendosi conto che dovevano, invece, andare dall'altra parte del Tamigi, dove si trova il campo della squadra. Per cui, si suggerì il nome di "Mudchute", su cui vi fu convergenza di consensi.

2. Mudchute Park and Farm

Leggendo la "Storia", avete già saputo di come nacque questa Istituzione. Si tratta di un'area verde di 32 acri (13 ettari). Rappresenta un pezzo di campagna in città e costituisce la più grande fattoria urbana interna del Paese. Vi trovate una gamma completa di animali da fattoria, una scuola di equitazione autorizzata e quindi, delle stalle, attività estive programmate, festivals e fiere agricole, un ristorante rinomato, "Mudchute Kitchen", un negozio ed un centro per bambini. Il Parco è gestito come paesaggio naturalistico al fine di incoraggiare e sostenere una vasta gamma di piante ed animali. Lo trovate in Pier Street, sull'Isle of of Dogs (London E14 3HP). Potete raggiungerlo utilizzando le stazioni della DLR di Mudchute o Crossharbour. L'ingresso è gratuito.

3. Breve storia della Isle of Dogs (già Stepney Marsh)

Ne abbiamo trattato nell'ambito di questa pagina web.

Tower Hamlets - Visita guidata

All'uscita della stazione, trovate questo cartello

All'uscita della stazione, trovate questo cartello

East Ferry Road. In lontananza, si vedono i nuovi grattacieli

East Ferry Road. In lontananza, si vedono i nuovi grattacieli

Casette lungo Spindrift Avenue

Casette lungo Spindrift Avenue

Mudchute Park and Farm

Mudchute Park and Farm

Millwall Park

Millwall Park

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it