www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Lea Bridge

Sintesi

Lea Bridge è una stazione ferroviaria che serve quest'angolo nord-occidentale di Leyton, che rientra a stento nel London Borough of Waltham Forest, distando poco più di duecento metri dal Ponte omonimo, sotto cui, il corso del Fiume Lee (direzione nord-sud) verso ovest, segna il confine col London Borough of Hackney. Da tale lato, Lea Bridge Road forma il confine tradizionale tra Upper Clapton e Lower Clapton.

Distanza dal centro: 6,5 miglia.

Attrattiva: notevole, se siete ambientalisti!

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete lungo Argail Way, dove vi è un piccolo angolo verde, Leyton Reilef, giusto all'incrocio con Lea Bridge Road, che è la strada principale che dovete raggiungere. A tal punto, andate a destra (verso ovest), superando Letyon Marsh, raggiungendo Lea Bridge, il Ponte, da cui vedete il Fiume Lea, con dei battelli, nonché un pub, The Princess of Wales, dove, approfittado di una bella giornata, potete godervi i raggi di sole seduti nello spazio retrostante che fiancheggia il Fiume, gustando una birra. Superate il Ponte, entrando in Hackney, trovando da ambedue i lati lo spazio verde Millfields Park, che nella zona meridionale è anche chiamato Millfields Cricket Pitch, dato che vi si gioca tale sport. Lungo la strada, vedete delle casette residenziali tipiche.

Toponimo

Il nome compare per la prima volta nel 1777 come "Lea Bridge Turnpike" sulla Mappa del'Essex di John Chapman e Peter André, in riferimento al Ponte sul Fiume Lea (o Lee) di legno, realizzato nel 1745. La strada che attraversa il Ponte, e taglia l'area da est ad ovest, per tale ragione, mutò il nome in "Lea Bridge Road", essendo in precedenza "Butterfield Lane" (1741), "Mill Fields Lane" (1582) e "Mill Lane" (1443). Nel 1821, un Ponte metallico rimpiazzò quello di legno. Nel 1822, si legge "Lea Bridge Road" sulla Ordnance Survey Map, unitamente alla vicina "Lea Bridge Farm" a Leyton.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da Daniel Lysons - Samuel Lysons in "Magna Britannia: Volume 5, Derbyshire" (1817), alla voce "Produce and manufactures" (pagine cxcii-cciii); da E. Clarke  in "Walthamstow, past, present, and future" (1861); da Edward Walford in "Old and New London: Volume 5" (1878), alla voce "The northern suburbs: Stoke Newington and Stamford Hill" (pagine 530-548); da John Kennedy in "A History of the Parish of Leyton, Essex . with maps and other illustrations" (1894); si leggono in "An Inventory of the Historical Monuments in London, Volume 3, Roman London" (1928), alle voci "Introduction: London after A.D. 60" (pagine 33-56) e "Appendix 1: Burials in Roman London" (pagine 152-169); in "A History of the County of Essex: Volume 5" (1966), alle voci "Economic influences on growth: Local transport" (pagine 21-29), "Social conditions and activity" (pagine 47-63), "Metropolitan Essex since 1919: Local adminstration" (pagine 74-81), "Waltham Holy Cross: Economic history and local government" (pagine 162-170); in "A History of the County of Essex: Volume 6" (1973), alle voci "West Ham: Rivers, bridges, wharfs and docks" (pagine 57-61), "Leyton: Economic history, marshes and forests" (pagine 197-205), "Walthamstow: Introduction and domestic buildings" (pagine 240-250), "Walthamstow: Economic history, marshes and forests" (pagine 263-275), "Walthamstow: Transport and postal services" (pagine 250-251), "Walthamstow: Local government and public services" (pagine 275-285); in "A History of the County of Middlesex: Volume 1, Physique, Archaeology, Domesday, Ecclesiastical Organization, the Jews, Religious Houses, Education of Working Classes To 1870, Private Education From Sixteenth Century" (1969), alla voce "Archaeology: The Romano-British Period" (pagine 64-74); in "A History of the County of Middlesex: Volume 10, Hackney" (1995), alle voci "List of illustrations" (pagine xi-xiii), "Hackney: Communications" (pagine 4-10), "Hackney: Economic History" (pagine 92-101), "Hackney: Public services" (pagine 108-115); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); da A. Roe Derek in "The Lower and Middle Palaeolithic Periods in Britain" (2014); si leggono in "The view from the bridge" (Lea Bridge Heritage), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Per agevolare la lettura, distinguamo la trattazione nei seguenti punti:

1.1 Età del Bronzo

Nel 1885, vicino a Lea Bridge Road, durante uno scavo di un pozzo presso la stazione di pompaggio, venn scoperto un mucchio di punte di lancia.

1.2 Dominazione Romana

Il tratto di Lea Bridge Road da Whipps Cross a Knotts Green potrebbe seguire il percorso di una strada Romana. In tale punto, è probabile che un attraversamento del Fiume Lea si trovasse all'estremità occidentale di una strada per Dunmow (Essex). Un altro percorso possibile per ciò sarebbe via Marsh Lane e Temple Mills a sud. Il confine settentrionale di Leyton, condiviso con Walthamstow, correva dritto per tre miglia dalla foresta al Fiume Lea, da Forest Rise a Whipps Cross, lungo Chestnut Walk (ora parte di Lea Bridge Road), quindi, in corrispondenza della moderna Boundary Road a Mark House, e sul Fiume Lea vicino a Mount Wharf. Tuttavia, non vi sono riscontri archeologici di tale ipotesi di coincidenza di tale lungo confine rettilineo con la linea di una pregressa strada Romana. Non lontano dal Ponte sul Fiume Lea, e quindi, dalla omonima stazione, vennero effettuati due gruppi di ritrovamenti archeologici:

1.3 Dalla fine del Medioevo al XVIII secolo

Un viottolo chiamato Mill Lane nel 1443, nel 1582, fu documentato come Mill Field Lane, e nel 1741 come "Butterfield Lane". Esso collegava Clapton con Jeremy's Ferry, nelle Leyton Marshes (Paludi). Nel 1745, assunse il nome di Lea Bridge Road, quando venne costruito Lea Bridge, il Ponte sul Fiume Lea, allora di legno. Un cancello per l'incasso del pedaggio a Clapton da parte di "Hackney Turnpike Trust" venne eretto all'incrocio tra Upper Clapton Road e Lea Bridge Road, probabilmente nel 1758, all'atto dell'apertura di Lea Bridge Road. L'anno precedente, nel 1757, era stato creato un altro Ente per il pedaggio per Lea Bridge (Ponte) e la sua nuova strada (Lea Bridge Road), la cui unica casa dell'esattore del pedaggio era situata sul versante occidentale del Fiume Lea (quello di Hackney, dove, nel 1820-1821, furono installati nuovi cancelli all'atto della ricostruzione del Ponte, in ferro). Dal XVI secolo, vennero apportate diverse modifiche al corso del Fiume Lea, in modo da facillitare la navigazione, come accadde nel 1571, e nel 1767, quando, nella seconda ipotesi, il Taglio di Hackney (Hackney Cut) attraversava il vecchio Fiume tra Lea Bridge ed Old Ford. Dal 1760, Abraham Ogier ed altri affittuari del Mulino del granoturco dei Tyssen presso Lea Bridge aumentarono la potenza della ruota idraulica creando una diga, che nel 1766 pompava acqua per Hackney. Il valore della Palude per i suoi diversi proprietari derivava nella coltivazione del fieno. Quando, come nel 1663, nel 1709 e nel 1713, la pioggia inondò la Palude, impedendo la falciatura e la raccolta del fieno alla data consuetudinaria, una riunione generale degli abitanti della Parish (Leyton) stabilì una data successiva per aprire la Palude. I diritti dei titolari sulle terre comuni furono gelosamente custoditi. Per proteggere i proprietari che vivevno ad Hackney (allora nel Middlesex), il "Lea Bridge Turnpike Act" del 1757 esonerò dai pedaggi i loro carri che attraversavano il Ponte per raccogliere il fieno da Leyton, nonché i loro cavalli e bestiame condotti al pascolo. Nel 1767, una legge consentì il taglio di un nuovo canale, "Lea Navigation", i cui lavori terminarono nel 1770, mentre il vecchio corso del Fiume venne mantenuto per l'uso delle fabbriche da sparo. Un mulino in vendita nel 1791 fu, probabilmente, il precursore dei mulini di macinazione del granoturco presso il Ponte sul Lea, tanto che da esso avevano tratto il nome North Mill Field (1381) e South Mill Field (1443).

1.4 XIX secolo

Nel XIX, il Fiume Lea divenne una importante fonte di fornitura dell'acqua per la parte orientale di Londra. Un piccolo insediamento crebbe vicino al Ponte sul Fiume Lea, che nel 1812, era attorniato da 21 proprietari di case, e Lea Road, presumibilmente, Lea Bridge Road, ne aveva 22, tutti Commercianti o Lavoratori. Nel 1817, a Lea Bridge, vi erano delle fabbriche per la segatura e lucidatura del marmo. Nel 1821, un quadro di Alfred Burgess (1797-1886) ritrae Lea Bridge. Nel 1829, i mulini della farina si trovavano a sud-est del Ponte sul Lea, attraverso un braccio del Fiume ad un'isola all'estremità settentrionale del Taglio di Hackney; gli edifici, apparentemente, sopravvissero, ma, nel 1865, la loro isola fu unita ai terreni della East London Waterworks Co., a sud, come risulta dalla Mappa di Londra (1862-1865) di Edward Stanford (foglio 4). Già nel 1852, si affermava che la navigazione ed i mulini del Lea erano secondari per importanza all'approvvigionamento idrico. Nel 1868, si stimava che il Lea forniva circa la metà della popolazione di Londra, oltre 1 milione e mezzo. L'East London Water Co., incorporata nel 1807, inizialmente, traeva le sue forniture dal Lea presso Old Ford, ma la popolazione in crescita di quella zona e la conseguente contaminazione del Fiume attraverso le acque reflue resero necessario captare l'acqua in posizione più elevata. Nel 1834, la presa d'acqua venne spostata sino a Lea Bridge Mills e, nel 1852, dopo una grave epidemia di colera a Londra, ricollegata ad acqua contaminata, la Società venne richiesta dal Parlamento di cercare una presa ancora più elevata. Prima cercò di trarre l'acqua a Field's Weir, sotto la confluenza di Lea e Stort, ma questo fu opposto dalla "Ordnance Board", come proprietario della fabbrica di polvere da sparo, per cui, la captazione dell'acqua fu finalmente fissata a Tottenham Lock. A seguito di una legge del 1853, presso Lea Bridge vennero costruiti degli impianti di trattamento delle acque, uno sul lato dell'allora Essex (orientale) del Lea e l'altro rimpiazzando "Lea Bridge Reservoir". Le prime banchine sul Fiume Lea furono ad Hackney Wick, nei dintorni del Ponte sul Fiume Lea, ad High Hill Ferry e Spring Hill. Vicino al Ponte sul Lea, dove esistevano Paradise (poi Lea Bridge) Dock e Lea Dock nel 1831, il confine attraversava il Fiume per includere Essex Wharf, di fronte a Middlesex Wharf, dove, nel 1815, un contratto di locazione fu rinnovato a Thomas Saunders, un Commerciante di carbone.  Quando la Northern and Eastern Railway comprò parte della Palude nel 1838-1839, la Società dovette costruire un percorso per il bestiame sotto la linea. Dei 28 acri presi a quel tempo, circa 5 acri comprendevano terreni su cui dei residenti vantavano il diritto di pascolo dopo la raccolta, tra il "Giorno di Lammas" (tra il 1 agosto ed il 1 settembre) ed il seguente 6 aprile. Nel 1840 il carattere di Walthamstow iniziò a cambiare con l'arrivo della Northern and Eastern Railway a Lea Bridge, con la stazione denominata "Lea Bridge Road", a cui si accedeva dal lato settentrionale di Lea Bridge Road, e che fu aperta il 15 settembre 1840. L'edificio venne progettato da Sancton Wood e si caratterizzava per avere sul tetto una torretta con campana, che suonava quando il treno era atteso. Nel 1844, la linea suindicata venne fittata alla Eastern Counties Company. Va sottolineato il cambiamento delle Paludi circostanti avvenuto nel XIX secolo, non solo per l'acquisto di molti acri di terra da parte di imprese ferroviarie, ma anche di quelle idriche e gas. Con la diffusione dell'edilizia domestica nelle zone di Lea Bridge Road e Grange Park negli anni '60 del XIX secolo, e l'uso di corsi d'acqua naturali come scarichi domestici, l'inquinamento dei canali della Palude pose ai Commissari un nuovo problema, visto che diversi ruscelli della zona divennero inquinati, ricevendo gli scarichi fognari sia di Leyton che di Walthamstow. I citati Commissari vennero sostenuti nella loro azione da parte dell'Autorità deputata alla protezione del Fiume Lee, che disponeva di poteri legali per impedire che le acque reflue finissero nel Lea o nei suoi affluenti. Comunque, tale problema, come quello della gestione delle acque nell'area continuò a porsi per diversi decenni. Un bell'acquarello di C. Bigot (che, tra il 1825 ed il 1845, realizzò una serie di acquarelli e litograie dell'area attorno a Lea Bridge), di circa il 1845, ritrae "Lea Bridge Mills". E' conservato presso gli Archivi di Hackney. Dopo il 1840, la Famiglia Wragg esercitò un servizio di autobus trainati da cavalli dalla stazione ferroviaria di Lea Bridge. Nel 1863, le vetture dei Wragg svolgevano ancora servizio cinque volte al giorno a LeytonLea Bridge, Stratford, Londra, ma cessarono di operare subito dopo il 1870. Invece, tram trainati da cavalli furono operativi a Lea Bridge Road da parte della "Lea Bridge, Leyton and Walthamstow Tramways Co.". Nel 1853, la South Essex Gaslight and Coke Co. costruì gli impianti di produzione del gas, i quali rifornivano solo parte di Leyton e vennero venduti successivamente alla "County & General Gas Consumers Co.", fondata nel 1856 ed incorporata nel 1857. Nel 1864, le operazioni della società a Leyton vennero ristretti per legge all'area settentrionale di Park Road, Coopers Lane e James Lane. La società venne acquisita nel 1868 e venne formata la "Lea Bridge District Gaslight & Coke Co.". Nel 1878, essa fu reincorporata, con poteri legali, come "Lea Bridge District Gas Co.", mentre il resto di Leyton veniva serivo dalla "West Ham Gas Co.", incorporata nel 1856. Dal 1844, le imprese edilizie furono attive a Walthamstow e l'espansione iniziò prima del 1850, a South Grove vicino alla Cappella di St. James, il distretto più vicino alla stazione di Lea Bridge. Negli anni '50, i campi comuni vennero frazionati e le recinzioni determinarono nuove strade di trasporto pubblico; l'apertura di nuove strade laterali favorì un'evasione diffusa dei pedaggi, ed alle denunce dei viaggiatori dei ritardi, si aggiunse un addebito che i pedaggi impedivano la costruzione di banchine lungo la Lea. Il Cancello di Clapton fu abolito nel 1856 e tutte le strade dei Commissari a pedaggio, con parte di Lea Bridge Road, nel 1863, furono trasferite al Consigliio dei Lavori di Hackney. Le barriere pubbliche, pertanto, furono rimosse. Poichè la sezione dell'Essex di Lea Bridge Road mantenne i suoi Amiministratori, al contrario, la loro casetta dell'esattore dei pedaggi di Hackney rimase in uso sfino al 1872. Dagli anni '70 del XIX secolo, la maggior parte delle linee ferroviarie suburbane dell'Essex fornivano servizi giornalieri a prezzi alla portata dei viaggiatori, ma spesso, il servizio non era comodo. Una mattonaia fittata con un molo presso il Lea Dock, a nord-ovest del Ponte sul Fiume Lea, a James e Alfred Stroud nel 1865, era l'unica riportata in mappe nel 1883, e, probabilmente, non era più operativa nel 1901. Nel 1870, la Great Eastern Railway (di cui la pregressa Eastern Counties Co. rappresentava la principale compontente) aprì un breve ramo da Lea Bridge a Shern Hall Street (poi Wood Street) a Walthamstow, con circa 20 treni giornalieri in ciascuna direzione. Subito dopo il 1870, il vivaio Pamplin, presso Black Marsh Farm, lungo Lea Bridge Road, terminò la sua attività. Il rapido incremento nel servizio passeggeri su strada contribuì grandemente ad alleviare le difficoltà dei trasporti suburbani del tempo. anche se, tranne per piccoli servizi locali, come quelli operati negli anni '50 e '60, da Walthamstow alle stazioni di Lea Bridge e Stratford e da Woodford a Lea Bridge in connessione con alcuni dei treni, gli autobus trainati da cavalli che erano così numerosi nella Londra interna, rimasero poco importanti. Negli anni '80, non c'erano autobus che collegavano l'Essex con Londra, anche se da Stratford era possibile attraversare il Tamigi e trovare un servizio di autobus per Oxford Circus ogni 8-10 minuti, ed altre linee giungevano vicino al confine dell'Essex da Old Ford a Royal Exchange, Old Ford a Chelsea via Strand e Piccadilly, Lea Bridge Road (Clapton) ad Oxford Circus. Nessuna di queste linee aveva una frequenza meno di mezz'ora. L'introduzione dei tram apportò un notevole miglioramento: due società, la "North Metropolitan Tramways Co." (incorporata nel 1869) e la "Lea Bridge, Leyton and Walthamstow Tramways Co." (incorporata nel 1881) furono responsabili degli sviluppi nell'Essex suburbano. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Lea Bridge, allora nell'Essex, come segue: "a quondam hamlet, now a part of Leytonstone, in Leyton parish, Essex; on the river Lea at the boundary with Middlesex, and on the Eastern Counties railway, 5¾ miles NE by N of London. It has a station on the railway, and a post office under Leyton, London NE.". Nel 1878, venne emanata una legge volta a preservare la Foresta di Epping: 212 acri ricadenti in Leyton furono aperti al pubblico; le escursioni nella foresta erano diveute talmente popolari, che in un giorno del 1874, il Responsabile di Leyton contò fino a 90 furgoni di piacere diretti verso la Foresta lungo Lea Bridge Road. Nel 1878, Edward Walford scriveva che "La Taverna Jolly Anglers, a Lea Bridge, un po' ad est di Upper Clapton, è di per sé sufficiente ad indicare che il ruscello qui attorno è ampiamente frequentato dagli amanti dell'arte gentile di Walton". L'Autore aggiungeva che, "durante i mesi estivi, è molto frequentata per la balneazione e la nautica, ed il numero di incidenti mortali derivanti dalla gestione incompetente di piccole imbarcazioni da parte di giovani che non possono né remare né nuotare è un grandemente deprecabile". La navigazione fu limitata principalmente al tratto tra Lea Bridge e Walthamstow e fu, probabilmente, nel complesso, un'attività più selettiva. Qui diversi circoli di canottaggio si trovavano già prima del 1880. Coloro che facevano esercizi meno faticosi sull'acqua lo facevano nelle proprie imbarcazioni, ma era anche possibile noleggiare barche. Nel 1883, la "Lea Bridge, Leyton, and Walthamstow Tramways Co." aprì parte di una linea progettata da Clapton a Woodford, ma soltanto sul lato dell'Essex del Fiume Lea (quello oggi ricadente in Waltham Forest); una seconda Società con lo stesso nome, estese la linea dell'Essex, che successivamente passò al Consiglio del Distretto Urbano di Leyton, e nel 1892, aprì il tratto da Clapton a Lea Bridge, che, inizialmente, non fu collegato al sistema metropolitano settentrionale. La già citata "Lea Bridge, Leyton and Walthamstow Co." incontrò problemi nei suoi primi anni, dopo aver realizzato parte dei suoi binari, poichè ebbe gravi difficoltà finanziarie, che fu all'origine della sua liquidazione e successiva ricostruzione, per cui, potè completare le sue opere solo nei primi anni '90 del XIX secolo. L'intero sistema, una volta completato, si estendeva per 4 miglia e mezzo di percorso, di cui la linea principale, da Clapton via Lea Bridge Road al pub "The Rising Sun" nella foresta di Epping vicino al confine di Walthamstow-Woodford, contava 3 miglia e fu pienamente operativo nel 1891. Il viaggio da "The Rising Sun"alla fine di Lea Bridge Road costava 3d. ed impiegava 35 minuti, ed a Clapton il passeggero poteva salire su un altro tram che portava a Bloomsbury. Un'altra linea, aperta nel 1889, correva a Leyton da "Bakers Arms" alla stazione della Great Eastern e la società gestiva anche alcuni brevi servizi di bus trainati da cavalli. Sino agli inizi degli anni '90 del XIX secolo, fu florido il vivaio Finlay Fraser, lungo Lea Bridge Road.

1.5 XX-XXI secoli

Al principio del XX secolo, il sistema tranviario visse due importanti cambiamenti: le società vennero acquistate dalle locali Autorità pubbliche, che si affrettarono a costruire linee addizionali, ed i cavalli furono soppiantati dalla trazione elettrica. Nel 1898, la West Ham Corporation ottenne l'autorizzazione ad acquistare ed elettrificare le linee della North Metropolitan Company all'interno del distretto e tale prerogativa fu esercitata nel 1903; la prima linea elettrica entrò in funzione nel 1904. Le linee delle due compagnie a Leyton (insieme con la sezione dal confine di Walthamstow al "The Rising Sun") fu rilevata dal Consiglio distrettuale Urbano, quelli della Lea Bridge Company nel 1905 e quelli della North Metropolitan Company nel 1906, ed un sistema di trazione elettrica fu inaugurato nel dicembre 1906. Nel 1905, le Autorità di Walthamstow introdussero un sistema di tram elettrico lungo quattro strade: Forest Road; da Lea Bridge Road ad Higham Hill; da Hoe Street a Chingford; da Woodford New Road a Woodford. Nel 1907, iniziò l'elettrificazione dei tram trainati da cavalli da Kingsland Road a Stamford Hill e nel seguente 1908, fu elettrificata anche la linea da Clapton a Lea Bridge. Nel 1912, a Lea Bridge, venne demolite delle case malsane nei Moli del Middlesex. Nel 1916, fu fondata "Collinson's Precision Screw Co. Ltd." in Macdonald Road (a 3 miglia a nord-est della stazione di Lea Bridge). La successiva fabbrica in Forest Road (a 2,3 miglia a nord-est della stazione di Lea Bridge) fu realizzata nel 1933 ed ampliata nel 1939. Tra il 1930 ed il 1937, la squadra di calcio denominata Clapton Orient (dal 1898) giocò allo Stadio di Lea Bridge prima di trasferirsi a Brisbane Road di Leyton. Tra i produttori di gas vi fu un processo di graduale fusione, e l'unica impresa che aveva mantenuto la sua indipendenza, la "Lea Bridge District Gas Co.", subì un cambio di posizione quando la "South-Eastern Gas Corporation", una holding fondata nel 1933 dalla "Gas Light and Coke Co." in associazione con la società di merchant banking di Dawney, "Day & Co.", la comprò. Tuttavia, la Lea Bridge Co. continuò a essere direttamente responsabile della fornitura della propria area, servendo Leyton dal 1910 al 1949. Dopo il 1934, l'insediamento industriale fu incoraggiato nella sezione sud-occidentale di Walthamstow, anche per la promozione delle Autorità locali della Lea Bridge Factory Estate" presso Low Hall (a 0,6 miglia a nord dalla stazione di Lea Bridge).  Le nuove industrie che si stabilirono tra il 1918 ed il 1939 comprendevano la fabbricazione di sistemi di sicurezza, bagagli, carta e prodotti di carta, batterie e gelati. "Hobbs, Hart & Co. Ltd.", produttore di porte corazzate, lucchetti e casseforti, fu una delle prime aziende ad insediarsi nella nuova area industriale, con ulteriori strutture presso Staffa Road (a 0,5 miglia a nord dalla stazione di Lea Bridge), in produzione dal 1935 (da circa il 1965, la società divenne una sussidiaria di "Chubb & Son Ltd"). Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Lea Bridge venne colpito da 48 bombre tedesche altamente esplosive. Nel 1967, le Autorità di Waltham Forest pianificarono di ampliare la sovracitata "Lea Bridge Factory Estate" lungo Staffa Road (a 0,5 miglia a nord dalla stazione di Lea Bridge) ed Argall Avenue (a 0,4 miglia a nord dalla stazione di Lea Bridge). Il sito industriale fu progettato per ricollocare le imprese sfollate dalla riqualificazione. Nel 1969 le concentrazioni principali dell'industria erano a Hale End, a Fulbourne Road, a Walthamstow Avenue e Billet Road, a Blackhorse Lane e alle due industrie industriali di proprietà delle Autorità locali. Nel 1969, la principale concentrazione di industrie era ad Hale End (a 3,5 miglia a nord-est della stazione di Lea Bridge), in Fulbourne Road (a 3 miglia a nord-est della stazione di Lea Bridge), in Walthamstow Avenue (a 4,3 miglia a nord della stazione di Lea Bridge), in Billet Road (a 2,9 miglia a nord della stazione di Lea Bridge), in Blackhorse Lane (a 2,2 miglia a nord della stazione di Lea Bridge), nonché su altre due aree industriali di proprietà della locale Ammistrazione. Nel 1967, venne demolito un deposito della "Lea Bridge, Leyton, & Walthamstow Tramways Co.", immediatamente a sud dell'incrocio tra Lea Bridge Road con Clapton Upper Road e Lower Clapton Road. Nel 1976, la stazione divenne una mera fermata senza personale di servizio e gli edifici vennero abbattuti. Un unico servizio continuò, rappresentato dai treni che passavano per Lea Bridge da Tottenham Hale e North Woolwich via Stratford: la soppressione di tale servizio, ovviamente, portò all'inutilità della fermata e la sua chiusura, l'8 luglio 1985. In tale anno, venne abbattuta anche la semplice struttura di copertura aperta che aveva preso il posto degli edifici abbattuti della stazione. Nel dicembre 2005, venne attivato un nuovo servizio regolare di treni da e per Stratford che passava per i binari della ex stazione chiusa. Si prese in considerazione la possibilità di ricostruire la stazione e di riaprirla al pubblico, cosa che avvenne ufficialmente il pomeriggio del 15 maggio 2016, con ripresa del servizio il seguente 16 maggio 2016. Tuttavia, più che di stazione, si deve parlare di spazio aperto al lato dei binari, lungo Argall Way, vicino all'incrocio con Lea Bridge Road ed Orient Way.

Waltham Forest - Visita guidata

La stazione di Lea Bridge, con a sinistra, Leyton Releif, a destra, Argail Way

La stazione di Lea Bridge, con a sinistra, Leyton Releif, a destra, Argail Way

L'incrocio con Lea Bridge Road

L'incrocio con Lea Bridge Road

Leyton Marsh

Leyton Marsh

Il Ponte sul Fiume Lea, che segna il confine tra Waltham Forest ed Hackney

Il Ponte sul Fiume Lea, che segna il confine tra Waltham Forest ed Hackney

Un battello lungo il Fiume Lea

Un battello lungo il Fiume Lea

The Princess of Wales - Pub

The Princess of Wales - Pub

Millfields Park

Millfields Park

Millfields Cricket Pitch

Millfields Cricket Pitch

Casette residenziali tipiche

Casette residenziali tipiche

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it