www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Oxford Circus

Sintesi

Oxford Circus è una frequentatissima stazione della metropolitana (Piccadilly Line, Bakerloo Line, Central Line), approssimativamente nel mezzo della strada più commerciale di Londra, Oxford Street.

Distanza dal centro: 1,1 miglia.

Attrattiva: notevole. Siete in una zona che brulica di persone quasi ininterrottamente per tutta la giornata, sino a tardi. Molte le attrazioni nei paraggi.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione della metropolitana, vi trovate in un punto strategico e frequentatissimo di Londra, la piazza circolare, appunto "Circus", dove si incrociano due strade fondamentali di Londra, Oxford Street, che corre in direzione est-ovest, Regent Street, che corre in direzione nord-sud. Seguendo Regent Street verso nord, la seconda strada sulla sinistra, Margaret Street, conduce a Cavendish Square Gardens. Proseguendo, invece, lungo Regent Street, sempre sulla sinistra, trovate l'University of Westminster, dove abbiamo studiato Inglese. Proseguendo, raggiungete Langham Place e, proprio dove la strada delinea una curva verso sinistra, trovate la bella Chiesa di All Souls. Tornati indietro alla stazione di Oxford Circus, imboccando Oxford Street verso est, trovate subito sulla sinistra Great Portland Street, e la prima a destra è Market Place, che approssimativamente corrisponde all'area dove si teneva l'Oxford Market. Invece, procedendo lungo Regent Street verso sud, sulla destra trovate Hanover Street che conduce ad Hanover Square. Poi, prima di raggiungere Hamleys, noto per essere il negozio di giocattoli più grande del mondo, guardate il bell'angolo sulla sinistra di Great Marlborough Street, dove si trova Liberty London. Seguite tale strada, imboccando la seconda strada sulla sinistra, giungendo alla celebre Carnaby Street.

Toponimo

La prima parte del nome deriva dal fatto che, nel tardo XVIII secolo, molti dei terreni circostanti vennero comprati dal Conte di Oxford, il che determinò l'urbanizzazione della zona. La seconda parte del nome è un termine che deriva dal vocabolo Latino "Circus", con cui si designava un'arena arrotondata o ovale fiancheggiata da gradinate, utilizzata per equitazione ed altri giochi o sport. Nel Tardo Middle English, il termine venne ripreso in riferimento ad una piazza rotonda o ovale, dove convergono diverse strade, cosa che ricorre, appunto, per Oxford Circus.

Storia

Per semplificare la lettura, distinguiamo i seguenti punti:

1. Eventi storici di rilievo

Oxford Circus è frutto del progetto per Londra del principio del XIX secolo del celebre e brillante Architetto John Nash. Tale progetto era talmente valido che il futuro Giorgio IV, nel commentarlo, nel 1811, esclamò: "It will quite eclipse Napoleon!". Per la parte di tale progetto che riguarda quest'area, John Nash creò una lunga curva a Regent's Street, con in cima, da un lato, Oxford Circus e dall'altro, Piccadilly Circus, creando una delle zone commerciali più prestigiose d'Europa. Nash qui volle uno spazio circolare definito da quattro edifici che si fronteggiavano. Inoltre, dopo l'incrocio con Oxford Street, Regent's Street presenta un'altra deviazione ideata per aggirare il terreno che apparteneva al Conte di Langham: la curva ad "S" viene qui controbilanciata dalla caratteristica Chiesa di All Souls, che Nash progettò con un portico circolare ed una particolare copertura conica. Segue poi, Portland Place, una lunga strada rettilinea, che termina in Crescent Park, un semicerchio, occupato per ciascun lato da costruzioni con portici dal forte impatto visivo. Oggi, nonostante le ricostruzioni di molti edifici, è stato mantenuto l'allineamento voluto da Nash. Recentemente, c'è stato un intervento volto al facilitare l'attraversamento della congestionatissima piazza, frequentata da 250.000 persone al giorno, dove convergono ventitre linee di torpedoni (autobus) e tre linee della metropolitana. Per quanto possa essere breve la vostra visita alla capitale del Regno Unito, non potete fare a meno di visitare, sia pure frettolosamente, questa zona commerciale, frequentatissima, movimentatissima, congestionatissima, vivissima. Sappiate che, soprattutto nelle ore di punta, la zona è talmente affollata che è molto difficile camminare sui marciapiedi, soprattutto se avete fretta, quando siete costretti a continui zig-zag.

2. Carnaby Street

Ne abbiamo trattato nell'ambito di una pagina specifica nelle Attrazioni di Londra.

3. Cavendish Square Gardens

Ne abbiamo trattato nell'ambito di una pagina specifica nei Parchi e Giardini di Londra.

4. Oxford Market

Avete letto nella "Descrizione dell'area attorno alla stazione" di una zona detta "Market Place". Gironzolando, abbiamo trovato un cartello che spiega la storia di Oxford Market, che vi traduciamo: "I lavori sulla tenuta iniziarono nel 1720, ma subito si fermarono a causa della generale crisi finanziaria creata dalla South Sea Bubble. Ironicamente, fu il padre di Edward Harley, Robert Harley (1661 - 1724), che aveva creato la South Sea Company nel 1710 per speculare sulla guerra della succesione spagnola. Quando i prezzi delle azioni della società crollarono drammaticamente, il conseguente crollo del suo valore mandò in rovina molti investitori. Nonostante tali contrattempi, la costruzione riprese ed il mercato e la Cappella vennero completati per il 1724. Tuttavia, una nuova minaccia per l'esistenza del mercato sorse quando Lord Craven, un proprietario terriero vicino, impedì l'apertura immediata. Lord Craven possedeva Carnaby Market sull'altro lato di Oxford Street e temeva che la potenziale concorrenza di Oxford Market potesse ridurre i suoi profitti. Tuttavia, nel 1731, Edward Harley finalmente ottenne la Concessione reale, che autorizzava lui, sua moglie ed i suoi eredi a tenere un mercato il lunedì, mercoledì e sabato 'per l'acquisto e la vendita di carne, pesce, pollame, erbe ed altri alimenti normalmente comprati e venduti nei mercati (tranne bovini, grano, farina, semi, pelli, lana)'. E' molto probabile che Oxford Market trasse il nome da Edward Harley, Secondo Conte di Oxford, poichè sia lui che i suoi successori denominarono ogni strada sulla loro tenuta indicando la connessione familiare. La struttura deputata ad ospitare il mercato era di legno, di forma approssimativamente esagonale, con un piano terra arcato. I tetti spioventi avevano una caratteristica cupola, che poteva essere vista al di sopra delle case circostanti. In cima alla cupola insisteva una paletta del vento in ottone, con le iniziali H E H e la data del 1722 su di essa. Queste iniziali possono essere riferite a Edward Lord Harley, e sua moglie Henrietta. Il mercato non fu mai particolarmente esteso - inizialmente aveva solo sei venditori recensiti come tassabili - e negli anni '30 del XIX secolo era ampiamente noto come infruttuoso. Come risultato, gli interni del mercato vennero convertiti in un ufficio per il pagamento dei pensionati del Chelsea Hospital. Nel febbraio 1876, il sito del mercato venne messo all'asta e venduto a Messrs. Louise & Co. per 27.500 sterline. Tale fu l'affetto verso il mercato che molte sue immagini del XIX secolo ancora sopravvivono, comprese una serie di fotografie scattate dalla Society for PhotographingRelics of Old London poco prima che gli edifici venissero abbattuti nel 1881 per essere rimpiazzati da caseggiati. L'area attorno al mercato ha cambiato carattere nel corso del XX secolo. Una diversità di attività si stabilirono in prossimità nel corso degli anni, compresi esposizioni di auto e produzione e vendita all'ingrosso di indumenti. Fu, tuttavia, l'ultimo uso che predominò e per cui l'area era conosciuta principalmente nella seconda metà del secolo. Alla conclusione del millennio, rimanevano ancora molti negozi di esposizione di vestiti. Gli attuali miglioramenti ambientali ad Oxford Market vennero stimolati a seguito di una iniziativa da parte delle due società proprietarie per fornire un carattere maggiormente misto all'area. Nel 1999, un progetto di miglioramento stradale venne predisposto dal Westminster City Council. I lavori furono finanziati dalla Great Portland Estate P.L.C.".

City of Westminster - Visita guidata

Un angolo di Oxford Circus

Un angolo di Oxford Circus

Regent Street

Regent Street

Cavendish Square Gardens

Cavendish Square Gardens

All Souls Church

All Souls Church

Market Place

Market Place

La Statua di William Pitt ai margini di Hanover Square

La Statua di William Pitt ai margini di Hanover Square

Liberty London

Liberty London

Carnaby Street

Carnaby Street

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it