www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Colliers Wood

Sintesi

Colliers Wood è una stazione della metropolitana (Northern Line) che serve un'area che costituì il tradizionale punto di attraversamento del Torrente Wandle, lungo le cui sponde, al principio del XII secolo, venne fondato il Priorato di Merton, che tanto condizionò la Storia del'area. Per un certo tempo, il Priorato fu prospero e potente, tanto che, nel 1437, vi si tenne la cerimonia di incoronazione di Enrico VI. Inoltre, presso il Priorato, studiarono Thomas Becket (poi Arcivescovo di Canterbury), Walter de Merton (Cancelliere di Edoardo I e fondatore del Merton College Oxford), e, forse, Guglielmo di Ockham (uno dei maggiori Pensatori medioevali). Sebbene l'area rientrasse in quella che sarebbe divenuta la Parish di Mitcham, essendo rispetto a questa periferica, la sua comunità si orientò maggiormente verso il citato Priorato di Merton e Tooting. Già nel Medioevo, fiorenti erano i mulini, che, dal XVIII secolo, vennero soppiantati, come attività principale della popolazione locale, da altre attività lungo il Wandle, che prosperarono: stampa dei tessuti, lavorazione del rame e del ferro, legname, tabacco da fumo, tabacco da fiuto, lavorazione delle pelli. Si è soliti ripetere che Colliers Wood fosse attraversata dalla prima ferrovia pubblica del mondo, Surrey Iron Railway (SIR), lungo la linea che andava da Croydon a Wandsworth via Mitcham (tutte allora nel Surrey), aperta il 26 luglio 1803, su un tratto di 8,25 miglia lungo la bassa Valle del Wandle, a quel tempo fortemente industrializzato, con fabbriche e mulini. Tuttavia, va notato che le carrozze erano trainate da cavalli. Non a caso, noi Italiani riteniamo che sia Napoli-Portici la prima linea erroviaria, inaugurata al tempo del Regno delle Due Sicilie, il 3 ottobre 1839.  In passato, l'esistenza di un cancello per il pedaggio (gate), originò l'alternativo nome del Villaggio come "Single Gate", "Singlegate", o più estensivamente, "Merton Singlegate".

Distanza dal centro: 7,2 miglia.

Attrattiva: scarsa se non vi interessa la Storia, altrimenti ....

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete in High Street Colliers Wood. Se guardate leggermente sulla sinistra, dall'altro lato della strada, vedete il pub Charles Holden, intitolato al progettista della stazione della metropolitana. Vicino al pub, vedete anche un semi-grattacielo moderno; guardate in lontananza verso la sua sinistra, scorgendo la sagoma di Christ Church. Invece, quasi di fronte a voi, attraversate ed entrate in Baltic Close, in modo da attraversare il cancello dello spazio verde Wandle Park, che copre circa 11 acri, con al centro uno specchio d'acqua, e che è delimitato per tutto il lato occidentale dal corso del Torrente Wandle (lo chiamano Fiume, ma in realtà è un torrente, visto che sfocia nel Tamigi). Se seguite il corso d'acqua verso nord, trovate un altro spazio verde, Wandle Meadow Nature Park. Chi fosse interessato al verde, ne trova uno ulteriore, Colliers Wood Recreation Ground, ma distante, ad est, rispetto a Wandle Park. Tuttavia, almeno da un punto di vista storico ed idealistico, la ragione per raggiungere l'area è rappresentata dalla suggestione delle rovine del Priorato Medioevale di Merton (v. paragrafo specifico). Per raggiungerle, seguite la citata High Street Colliers Wood per tutto il suo tratto meridionale (uscendo dalla stazione andate verso sinistra), entrando in Merton High Street. Orientatevi guardando la grande struttura che ospita Sainsbury's e dall'altro lato Marks & Spencer Merton. Raggiungete Merantun Way, dove trovate Merton Priory Chapter House. Tornando indietro, seguite quest'ultima strada verso est, passando per Christ Church.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta nel 1632, anche se fa riferimento alla locale produzione di carbone in tempi molto più antichi, come conferma il nome di un campo locale "The Colliers Close", documentato nel 1576. Infatti, le sue due componenti sono strettamente legate, visto che "Wood" (Bosco) rappresentò la risorsa usata (o occupata) dai Carbonai (Coliers - Middle English). Inoltre, nel 1777, una casa era così denominata (costruita sul sito di una precedente casa Elisabettiana). Il nome si trova successivamente nella Ordnance Survey Map del 1816. Il Bosco si trovava ad est di High Street Colliers Wood, all'incirca dove oggi insistono Warren Road, Marlborough Road e Birdhurst Road. Dalle Ordnance Survey Maps, si vede che tale Bosco esisteva ancora negli anni '70 del XIX secolo e che venne abbattuto per lasciare spazio allo sviluppo edilizio entro la metà degli anni '90 del medesimo secolo.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si leggono in "Annales Monasterii de Waverleia" (1865); in "Annals of Dunstable" — Bedfordshire. Augustinian priory of St Peter (British Library, London); in "Matthaei Parisiensis, Monachi Sancti Albani, Historia Anglorum, sive, ut Vulgo Dictur, Historia Minor. Item Ejusdem Abbreviatio Chronicorum Angliae. Volume 1", pagine 221-222; sono fornite da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 1, County of Surrey" (1792), alla voce "Merton" (pagine 338-349); si leggono in "A History of the County of Surrey: Volume 4" (1912), alla voce "Parishes: Merton" (pagine 64-68); in "A History of the County of Surrey: Volume 2" (1967), alla voce "Houses of Austin canons: Priory of St Mary of Merton" (pagine 94-102); sono fornite da Antonia Gransden in "Historical Writing in England: c. 500 to c. 1307" (1996); da Eric Norman Montague in "Colliers Wood or 'Merton Singlegate'" (Mitcham Histories) (2007); da Tom ? "If you go down to the Wood today" (londonparticulars.wordpress.com) (15 settembre 2009); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011); sono fornite da Stephen Benton in "The Ruins of London – Merton Priory" (footprintsoflondon.com) (18 marzo 2014); si leggono in "WANDLE VALLEY CONSERVATION AREA - SUB-AREA 2: CHARACTER ASSESSMENT COLLIERS WOOD (2007, Merton Council); sono fornite da David Saxby in "Merton Priory - History and Archaelogy" ed in "Merton Priory - The Priory" (Museum of London Archaeology). Chi volesse approfondire la tematica, legga altri articoli del sovracitato David Saxby: "Merton Priory - Calico Works", "Merton Priory -William Morris", "(Arthur) Liberty", "The excavations at the corner of Mill Road and Merton High Street (1992)".

1. Eventi storici di rilievo

Ad est del sito del Priorato di Merton, presso Kings College Sports Ground, furono rinvenuti dei fosssati risalenti all'Età del Bronzo e forse all'Età del Ferro, lasciando ipotizzare che l'area attorno al Torrente Wandle ed alla sua pianura alluvionale sia stata nel corso di molti secoli, durante la fine della Preistoria. La presenza Romana (43-410) ha la sua raffigurazione dalla principale arteria romana da Londra a Chichester, "Stane Street". A nord-est del sito, la strada segue la linea dell'attuale High Street Colliers Wood in direzione sud-ovest, in prossimità della strazione di Colliers Wood. In tale punto, attraversava il corso originario del Torrente Wandle prima di attraversare il sito del successivo Priorato di Merton, secondo una traiettoria sotto il Transetto settentrionale e la Navata della Chiesa del Priorato, e, successivamente, attraverso il sito di Abbey Mills e avanti verso Morden. Durante la dominazione Sassone, compare la prima evidenza documentale di Merton, che può essere rintracciato dal VII secolo, corroborando l'ipotesi dell'esistenza di un insediamento entro tale data. Lo sviluppo dell'area fu in origine influenzato dalla vicinanza al Priorato di Merton a sud e dal tracciato della citata strada romana, Stane Street, all'incirca sull'allineamento di Colliers Wood High Street e Merton High Street, che costituisce il confine meridionale di questa zona. Sin dalla metà del XV secolo, può essere rintracciata una casa considerevole. A cavallo della vecchia citata strada romana verso Londra, il Villaggio si sviluppò come insediamento periferico nell'ambito della futura Parish di Mitcham, in corrispondenza del punto di attraversamento del Torrente Wandle, e per il suo sostentamento, la comunità si indirizzò più verso il Priorato di Merton e Tooting, piuttosto che verso il suo Villaggio "progenitore" (Mitcham). In un primo tempo, l'area fu essenzialmente agricola, come indicano le prime mappe, da cui risulta la presenza di orti e frutteti. Successivamente, da almeno il periodo medioevale in poi, lungo il citato Torrente Wandle (che confluisce nel Tamigi ad est di Wandsworth Town), si concentrarono le attività industriali, con diversi mulini per il granoturco (la lavorazione della farina continuò a Merton Mill sino alla Prima Guerra Mondiale). Dal XVII secolo, le suindicate attività vennero soppiantate da quelle tessili, inizialmente, concentrate sulla follatura della stoffa e sbiancamento del cotone, successivamente, sulla stampa tessile (particolarmente presso le aziende di Arthur Liberty e di William Morris). Nel XVIII secolo, gli impianti sul sito dell'ex Priorato erano i principali datori di lavoro. Poichè dal 1755, all'incrocio tra Christchurch Road e High Street Colliers Wood (a quel tempo nota come Merton Road), venne posto un casello a pedaggio, sul sito dell'attuale stazione, si affermò il nome alternativo del Villaggio come "Single Gate", "Singlegate", o più estensivamente, "Merton Singlegate" (Gate = Cancello). Il Wandle qui scorre attraverso un canale artificiale che, un tempo, costituiva il canale di scarico di un impianto di fresatura del rame (chiamato Connolly’s Mill, esistente dal 1768, sul lato meridionale di Merton High Street, sul lato occidentale del Torrente Wandle) e successivamente, di una cartiera e cartonificio, Merton Board Mills, che si trovava sul Torrente. Con la crescita della popolazione, vennero edificate file di piccole case di abitazioni e cottages, con la comparsa, lungo High Street Colliers Wood e Merton High Street, di file di negozi, intervallati da lotti più grandi con ville indipendenti, tra cui Abbey Lodge e Wandlebank House (v. paragrafo specifico). Verso il 1780, venne ricostruita Colliers Wood House, che aveva ospitato personaggi importanti di Epoca Elisabettiana e posteriori. Nel 1851, solo 1/20 della popolazione lavorava nell'agricoltura, una percentuale notevolmente bassa per un un posto fuori mano come questo. L'espansione edilizia nel corso di tutto il XIX secolo portò al frazionamento dei siti delle case più grandi per lo sviluppo residenziale. Tuttavia, il sito di Wandlebank House fu salvato dall'urbanizzazione ed acquisito dalle Autorità locali per l'uso come un parco pubblico che sopravvive fino ai nostri giorni. Negli anni '70 del XIX secolo, i 40 acri dei terreni di Colliers Wood House iniziarono ad esere aggrediti dalla speculazione edilizia, inizialmente, nella direzione di Tooting, poi verso Merton. Il cancello del pedaggio venne abbattuto e vennero costruiti i primi negozi, una Scuola (1897) e Christ Church (v. paragrafo specifico). Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva "Colliers-Wood" come segue: "a place ½ a mile SW of Tooting, in Surrey. It has a post office‡ under Tooting, London, S.". Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Colliers Wood, come segue: "hamlet, near Tooting, mid. Surrey.". Le ultime industrie legate al Torrente Wandle scomparvero nella metà del XIX secolo. Lo sviluppo dell'area proseguì con l'estensione delle ferrovie. Colliers Wood House fu demolita nel 1904, ma ville suburbane e case a schiera avevano già coperto gran parte dei suoi terreni. Il suo sito ora è occupato dalla numerazione bassa di Clive Road e Warren Road. Nel 1907, iniziò un servizio di tram e strade e case a schiera vennero costruite su terreni appartenenti all'Emmanuel College di Cambridge. Ulteriore stimolo allo sviluppo edilizio fu offerto dalla metropolitana, che aprì la stazione di Colliers Wood (progettata da Charles Holden, a cui è dedicatato l'omonimo pub, di fronte a questa, di cui abbiamo proposto una fotografia) il 13 settembre 1926, sul lato meridionale di High Street Colliers Wood, all'incrocio con Christchurch Road (che già sapete corrisponde al sito del pregresso cancello per il pedaggio; alla fine del XIX secolo, una fucina di un fabbro occupava parte del sito), quando i Costruttori cercarono di trarre il massimo dalle ultime proprietà intonacate a pinocchino e pseudo-Tudor. Durante la Seconda Guerra Mondiale, , tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Colliers Wood venne colpita da un numero assai basso di bombe tedesche altamente esplosive, soltanto 8, rispetto alle molto più numerose che caratterizzarono altre zone di Londra. Il Torrente Wandle e le industrie ad esso legate, unitamente alla influenza commerciale di High Street Colliers Wood e Merton High Street continuarono a caratterizzare lo sviluppo dell'area, anche se, negli ultimi tempi, gli usi industriali dei terreni, dapprima si contrassero, per successivamente svanire progressivamente. Dal punto di vista urbanistico, vennero costruiti degli alloggi popolari pubblici, una torre per uffici di 19 piani (votata nel 2006 il più brutto edificio di Londra) ed una struttura commerciale aperta nel 1989 e definita il più grande iper-mercato europeo, poi diviso tra due delle più importanti catene commerciali britanniche. Molti dei pregressi cottages dei lavoratori dei mulini e delle aziende industriali lungo Wandle Bank sono sopravvissuti. Al principio del XIX secolo, Colliers Wood ha vissuto una rilevante espansione edilizia, anche perché la crescente popolarità di Tooting ha accresciuto l'appetibilità delle località continue, più a buon mercato. Oggi, l'area è caratterizzata da Wandle Park, a cui fanno da corona edifici prevalentemente residenziali, anche se rilevante è la presenza di punti di vendita al dettaglio. L'arteria principale, la A24 che comprende Merton High Street e Colliers Wood High Street, che segue approssimativamente il tracciato della strada romana "Stane Street", rappresenta il punto focale di quest'area, che ha un carattere molto più commerciale rispetto ad altre parti della zona protetta (Conservation Area). Si segnalano anche diversi pubs lungo il lato settentrionale delle due High Streets. Single Gate School a Christchurch Road, risalente al 1897, trae il nome da quello alternativo originario di cui avete letto in precedenza. Almeno 1/3 dei residenti sono Bianchi Britannici, circa il 20% dei residenti ha discendenza Sud-Asiatica, ed un altro 20% dei residenti è Bianco di altro tipo. Una percentuale relativamente alta di residenti è giovane e vive in alloggi privati in affitto. Concludiamo, sottolineando un certo "anonimato" che caratterizza l'area, come ha evidenziato un certo Tom su Internet (londonparticulars.wordpress.com): "Colliers Wood è, apparentemente, un po' di posto insignificante. Se non si vive nel sud-ovest di Londra, o non ne avrete sentito parlare, o al massimo, per voi sarà solo un nome su una mappa della metropolitana. Ciò, in un certo senso, è appropriato - il posto praticamente non esisteva sino a quando una stazione della metropolitana venne costruita lì nel 1926. Se non fosse stato per questo, probabilmente sarebbe solo un'altra parte di Merton.".

2. Priorato di Merton

La fama di Merton scaturì dall'antico Priorato di Canonici Agostiniani, che unitamente al Villaggio di Merton, insisteva su ghiaia e terreni alluvionali del Torrente Wandle. Le rovine dell'antico ed importante Priorato di St. Mary di Merton si trovano in posizione equidistante tra la stazione di Colliers Wood (a sud di questa) e quella di South Wimbledon (ad est di questa). Le fondamenta si trovano in una camera sotto Merantun Way. Il Priorato dovrebbe essere stato fondato nel 1117: "Varie date sono state assegnate alla fondazione di questo Priorato Agostiniano. Stow afferma che venne fondato nel 1092, ma gli Annali di Waverleye (ndr nel Surrey, Annales Monasterii de Waverleia) e Matthew Paris forniscono l'anno 1117, che sembra la data generalmente accettata.". Riportiamo quanto quest'ultimo scrisse: "Anno Domini MCXVII .... Anno etiam sub eodem Robertus prior cum paucis fratribus Meretonam primo inhabitavit, et regulam sancti Augustini inviolabiliter coepit ibidem custodire.". La questione è, in realtà, complicata, per cui, riteniamo opportuno soffermarci maggiormente sui primi anni di vita del Priorato e sugli eventi che portarono alla sua nascita, limitandoci a riportare gli eventi di maggiore momento (secondo noi) che caratterizzarono la sua storia successiva.

2.1 Storia del Priorato

Enrico I diede il Manor di Merton a Gilbert Norman, Sceriffo del Surrey, il quale, nel 1115 (o 1114), costruì un temporaneo Monastero di legno in questo luogo; la prima Chiesa di legno era probabilmente ubicata nella parte occidentale del Manor, vicino al sito dell'attuale Parish Church. Questi poi richiese ed ottenne il patrocinio del Re per realizzare il lavoro, e si rivolse al Priore dei Canonici regolari di Huntingdon per assistenza. Tale Priore designò Robert Bayle, il sub-Priore, per sovrintendere ai lavori. Quando quest'ultimo arrivò a Merton, Gilbert Norman gli consegnò gli edifici appena eretti, di cui Robert divenne Priore e lo dotò di due terre arabili, un mulino di 60s. fitti ed alcuni villani, promettendo, prima o poi, di concedere l'intero Manor. Il fondatore portò prelati e nobili per vedere il posto e lo raccomandò al loro patrocinio. Tra gli altri, la Regina Maud espresse il suo interesse nell'assicurare il benessere della nuova Fondazione. Dopo due anni (quindi, nel 1117, come riportato nel paragrafetto iniziale), il Priore, espresse insoddisfazione per il sito ed ottenne l'autorizzazione del Fondatore di trasferire il Priorato nel sito dove infine insistette. Infatti, il 3 maggio 1117, il Priore accompagnato da quindici (o diciassette) Canonici, alla presenza di una folla immensa, e, soprattutto, del Fondatore, che aveva portato Vescovi e Nobili, affinché si affezionassero alla nuova sede, raggiunsero in processione festosa il nuovo sito "più adatto per la quiete della Religione ed in molti aspetti molto più conveniente", che il loro Fondatore aveva assicurato loro. Inoltre, inviò anche grano, vino, carne, pesce e formaggi e comprò vestiti per i Frati, con i quali spesso si soffermò a parlare e baciare. Il nuovo sito era all'attuale ubicazione del Priorato, su un'area di 60 acri sulle rive del Wandle. In un testo Latino riguardante Gilbert, la fondazione del nuovo Priorato è citata chiaramente: "Con il tempo Robert vide i vantaggi di un altro sito, ma (era) timido nel rivolgersi a Gilbert in merito a tale tema. Ma alla fine, ne discusse direttamente, ed entrambi furono visti, a piedi o a cavallo, marcare lo spazio per la Chiesa, il circuito del Cimitero, decidere come l'acqua dovesse essere tratta dal suo flusso principale, e dove si sarebbero dovuti posizionare il mulino ed i vigneti. Gli edifici furono trasportati dal precedente insediamento. Venne costruita una Cappella di legno, e William Gifford, Vescovo di Winchester giunse per benedire il Cimitero". Anche la Regina Maud e suo figlio visitarono la nuova sede. La morte della Regina nel 1118 fu un duro colpo per la Casa in ascesa, dato che il Re, a quel tempo, era contrario all'attribuzione di terre alle Case religiose, per cui, rifiutò il suo consenso al conferimento da parte del Fondatore del Manor di Merton. Tuttavia, nel 1121, si preparava una Crociata e si tenne a Winchester un incontro di Prelati e Nobili. Gilbert ed il Priore Robert vi parteciparono e promisero come contributo che il Convento avrebbe raccolto la somma di 100 sterline di argento e 6 marchi d'oro. Tale generoso contributo a favore della Crociata fece ottenere l'autorizzazione del Re, per cui, il risultato fu il rilascio di una concessione defìnitiva per la fondazione del Priorato sotto il patrocinio reale e per la sua dotazione venne concesso a Gilbert l'intero Manor di Merton, da tenersi libero e privo delle varie forme di esazione come fosse tenuto dalla Corona, con, in aggiunta, una serie di diritti. Al ritorno da Winchester, Gilbert riunì tutti gli uomini del Villaggio nel Convento e cedette il Manor con i suoi villani al Priore e Canonici, che erano ventitrè Frati. La concessione di fondazione di Enrico I, datata 1121, relativa alla città reale di Merton ai Canonici regolari, affinché erigessero una Chiesa permanente e gli edifici conventuali in onore della Beata Vergine, fa riferimento a loro come già stabilitivisi. Nell'anno della sua morte (1125 o 1130, stando a Lysons), Gilbert iniziò la costruzione di una Chiesa a Merton più bella e robusta, ma poiché "sembrò troppo grande ad alcune persone" venne distrutta dopo la sua morte, tranne che per la parte anteriore, dove "lo Sceriffo aveva posto la prima pietra ed il Priore avea posto la seconda" ed i restanti Frati, trentasei, altrettante pietre in successione. Daniel Lysons, a riguardo, scrive: "The first stone of the new priory church was not laid until 1130, the founder laying the first stone, the prior the second, and the brethren, who then numbered thirty-six, each laying one in succession. Gilbert died in July of that year and was buried within the convent walls.". Sembra che tali lavori di costruzione continuarono nel 1131, dato che "l'Arcivescovo Corbeil fu attivamente impegnato nella ricostruzione del Convento di pietra" e sembra che i lavori terminarono nel 1136. Altri lavori di costruzione proseguirono sul sito per almeno altri quarant'anni, poiché nel 1161, la Cappella dell'Infermeria fu dedicata ed intorno al 1175, "un importante edificio venne completato". Intorno al 1128, Thomas Becket, poi arcivescovo di Canterbury, studiò presso il Priorato di Merton. Nel 1217, presso il Priorato di Merton, il Cardinale Gualo, il Legato del Papa, fece concludere la pace tra Enrico III ed il Principe di Francia. Nel corso della prima parte del XIII secolo, al pari di altri Monasteri Britannici, il Priorato di Merton visse un periodo di notevole crescita, la cui ricostruzione ed espansione dipese anche dalla necessità di effettuare delle riparazioni alla Chiesa del XII secolo: gli "Annals of Dunstable", Priorato Agostiniano di St. Peter nel Bedfordshire, conservati presso la British Library di Londra, riportano che nel dicembre 1222, una forte tempesta, che aveva anche danneggiato il Priorato, fece cadere la Torre del Priorato di Merton e molti altri edifici in tutta l'Inghilterra. Nel 1225, al fine di riparare i danni, Enrico III autorizzò il Priorato a tagliare sei vecchi alberi di quercia dalla Foresta di Windsor. I danni provocati dalla forte tempesta citata, probabilmente, furono all'origine, non solo della riparazione indicata, ma soprattutto, determinarono il lungo programma di ricostruzione al Priorato, che era ancora in corso negli anni '60 del XIII secolo. Durante gli anni '20 di tale secolo, Walter (successivamente noto come Walter de Merton) venne inviato press il Priorato di Merton per essere istruito, dove terminò la sua formazione nel 1231. La ricchezza del Priorato e la sua posizione nei pressi di Londra resero Merton teatro di diversi eventi pubblici durante il Medioevo. Nel 1232, si svolse un evento che negli anni seguenti venne ricordato come "L'assedio di Hubert de Burgh a Merton": Hubert de Burgh, presidente della Corte Suprema, si rifugiò presso il Priorato dove fu perseguito dal Re che gli chiese di consegnarsi e di affrontare la procedura prevista dalla legge. Al suo rifiuto, Enrico ordinò al Sindaco di Londra di convocare tutti i cittadini in grado di portare le armi e catturare Hubert, vivo o morto. Celermente, venne formata una folla armata di circa 20.000 unità che marciò su Merton, dove il braccato Hubert era in attesa davanti all'altare maggiore. Per fortuna, con grande sollievo del Priore e dei Canonici, prevalse la ragione, e dopo undici ore, l'assedio fu tolto, inducendo Hubert de Burgh a lasciare il Priorato, facendogli credere che gli fosse stato concesso un salvacondotto. Al contrario, fu arrestato e trasferito presso la Torre di Londra. Il 17 Luglio, 1235, Merton venne reso il punto di raccolta degli aiuti reali prelevati in Surrey, e come nella maggior parte di queste situazioni, il Priorato si rivelò in una posizione particolarmente comoda per la sua vicinanza a Londra su una delle vie principali attraverso la Contea, e probabilmente, ancora di più per le sue grandi dimensioni. Nel gennaio 1236, i grandi edifici del Monastero vennero usati per tenere una seduta del Consiglio dei Baroni (Parlamento) che approvò i celebri "Statuti di Merton", con cui fu respinto il Diritto Civile Romano, e vennero fissati importanti principi in merito alla dote delle donne ed al loro testamento. Durante la metà del XIII secolo, vennero svolti ulteriori lavori di costruzione della Chiesa, visto che il 5 febbraio 1253, Edward di Westminster ricevette l'ordine di fare in modo che l'immagine d'argento di Maria Santissima, che era stata iniziata per l'uso del Priore e del Convento di Merton, fosse terminata e venisse loro consegnata. Si può ipotizzare che l'immagine avesse lo scopo di abbellire la Chiesa Conventuale, ed è rilevante la circostanza che l'anno successivo, Peter Chasepore, Tesoriere della Regina, lasciò in eredità a Merton 60m per acquistare terreni per il sostegno di una Cappella presso la Chiesa Priorale. Almeno per i primi tre quarti del XIII secolo, durante il regno di Enrico III, le relazioni tra il Priorato d Merton e la Corona furono abbastanza cordiali, dato che la Regina Matilda, diede al Priorato tanto sostegno morale e materiale, al momento della sua fondazione, mentre il Re Enrico III fu il patrocinatore reale degli ordini religiosi, a cui piacque intrattenere uno stretto rapporto personale con Merton. Infatti, tra il 1217 e la sua morte nel 1272, si recò a Merton cinquantaquattro volte, talvolta solo per un paio di giorni, ma più spesso per una o due settimane. La maggior parte di tali visite veniva effettuata al principio o alla fine di un percorso reale, di modo che Merton, distante solo 7 miglia da Londra, costituiva chiaramente un vantaggioso luogo di sosta reale, almeno durante i viaggi più piacevoli. Altri soliti luoghi di sosta reali similari nel circondario furono, ad ovest, Guildford, a 16 miglia di distanza, e Kingston, a sole cinque miglia di distanza. Nel 1343, il Priorato di Merton contribuì con 12 querce dai suoi boschi a Kingswood per la Cappella del Re a Westminster. John de Baddeley e William de Hesle vennero incaricati di abbattere gli allberi e del loro trasporto attraverso il bosco sino a Westminster, col trasporto a carico del Re. Il 13 ottobre 1344, Merton fu individuata per fornire una casa adatta e forte con libero accesso da parte degli Esattori per il Surrey delle decime e quindicesime concesse dal Parlamento. Probabilmente, si trattò di una ripetizione di quanto avvenne nel 1235, quando il Priorato funse da punto di raccolta dell'aiuto reale. L'8 aprile 1347, il Priore di Merton venne "invitato" a fornire un aiuto per la guerra con la Francia che era appena scoppiata. Alla fine del secolo, il 17 ottobre 1397, il Re riconobbe il suo obbligo di rimborsare al Priore di Merton, uno dei suoi tanti creditori, un prestito di 40 sterline. Tra il 1346 ed il 1349, si svolsero degli sport reali presso il Priorato di Merton, in occasione della Festa dell'Epifania, presumibilmente per il divertimento di Edoardo III. I conti del Grande Armadio di Edoardo III mostrano che vennero fornite tredici maschere con teste di draghi, e tredici con le teste di uomini e dieci brevi mantelli di stoffa neri e dodici yarde di tela inglese di lino. Fonti documentarie relative alla Chiesa Conventuale durante questo periodo vanno dall'ultima parte del XIV secolo. Il 9 giugno 1382, il Vescovo Wykeham autorizzò il Priore ed il Convento ad avere tre altari consascati o dedicati nella loro Chiesa dal Vescovo William di Nantes, insieme a due altari mobili. Sembrerebbe che la Chiesa Conventuale si trovasse in stato di abbandono alla fine del XIV secolo. Tra il 14 ed il 23 aprile 1393, il Priore inviò al Vescovo una comunicazione relativa alle condizioni della Casa, in cui si leggeva che la Cappella della Beata Maria, esisteva in "uno stato veramente decaduto e rovinoso che, secondo il parere dei muratori e carpentieri avrebbe richiesto 240 marchi per la riparazione", nonché "la navata della Chiesa esisteva in un simile stato di degrado ed avrebbe richiesto 2000 marchi per le riparazioni". Tale richiesta fu presumibilmente soddisfatta come altri vari programmi di riparazione furono stimolati alla fine del XIV secolo. Enrico VI, incoronato Re d'Inghilterra a Westminster nel 1429 (e Re di Francia nel 1431), il 1 novembre 1437, all'età di 15 anni, fece svolgere una cerimonia di incoronazione a Merton, descritta negli Atti del Consiglio della Corona. A seguito della soppressione dei Monasteri Cattolici voluta da Enrico VIII, il 13 aprile 1538, il Convento fu consegnato da John Ramsey, Priore, John Debnam, sub-Priore, e tredici altri Frati, tra i quali vi erano John Page, studioso di Oxford, Richard Layton e Edward Carne. Il giorno della rimessa, Layton scrisse a Cromwell informandolo che vi erano 18 buoi grassi presso l' "Abbazia di Merton", 40 pecore grasse, 200 quarti di malto e 30 sterline "in ling and haberdyne". Il 9 maggio, vennero assegnate delle pensioni ai Canonici espropriati: al Priore andò una pensione di 200 marchi, al sub-Priore ed un altro Frate 8 marchi, a Thomas Paynell 10 marchi, e e £ 6 13s. 4d. a ciascuno degli altri undici Frati. Cromwell firmò l'elenco delle pensioni, aggiungendo una nota secondo cui prometteva una casa e giardino in Trinity Lane a Londra, al Priore, vita natural durante. La Chiesa e gli edifici conventuali furono subito abbattuti (salvo qualche lieve residuo) ed i materiali utilizzati per la costruzione di Nonsuch Palace. Come avete appena letto, per la prima volta, il Priorato di Merton appare come "Abbazia di Merton", clamorosamente, all'atto della sua soppressione!!! Il sito, perciò, dal successivo XVII secolo, divenne noto con tale appellativo. Il sito dell'Abbazia di Merton venne concesso nel 1558 al Priorato di Gesù di Betlemme di Sheen.  Ma nello stesso anno, Elisabetta I salì al Trono e la proprietà tornò alla Corona. Nel 1648, durante la Guerra Civile Inglese, le truppe Parlamentari si acquartierarono presso l'Abbazia di Merton. Dagli anni '60 del XVII secolo, il sito divenne un centro di lavorazione tessile e questo costituì il cuore dell'attività economica durante i decenni successivi. Nel 1667, un tal Johannis Walker qui svolgeva la lavorazione della seta, mentre la Famiglia Jacob utilizzava parte del sito come terreno di sbiancamento. Dal XVIII secolo, come avete letto nella parte storica, le attività industriali prosperarono lungo il corso del Torrente Wandle. Una di queste, la stampa del cotone, fu la principale attività di tale secolo presso l'Abbazia di Merton e, insieme a Mitcham, l'area divenne un importante centro per la stampa di tessuti e tintura in Inghilterra. Ciò fu favorito da una buona scorta di acqua pulita per il candeggio e la stampa, e per guidare i macchinari. La prima attività di questo tipo venne iniziata presso l'Abbazia nel 1724 e si trovava sulla riva orientale del Torrente Wandle. Successivamente, un certo numero di stampatori occuparono il sito (di cui il più notevole fu Liberty & Co., dal 1904 al 1972. Il sito è ora un mercato artigianale e laboratorio noto come "Merton Abbey Mills"). Nel 1752, ulteriori attività dello stesso tipo vennero intraprese a nord della precedente, vicino a Merton High Street. Durante l'ultima parte del XIX secolo, le attività vennero fittate da Morris & Co. che proseguì la produzione sino al 1940. Cosa rimane dell'antico Priorato di Merton? Nel 1725, la Cappella del Priorato esisteva ancora, ma non era più usata per le celebrazioni. Nel 1967, rimanevano "ancora alcune pareti. Queste sono per la maggior parte costruite di selce. Una parete si trova lungo il lato nord della linea ferroviaria a circa 100 yarde ad ovest della stazione, ed un'altra corre ad est e ad ovest a sud della stazione.". Negli anni '70 del XX secolo, i terreni attorno alla Chiesa del Priorato vennero comprati da Sainsburys che, negli anni '80, realizzò un supermercato a nord della Chiesa. Il sito dell'ex Priorato è occupato oggi anche dal parcheggio di Sainsburys e da un distributore di benzina. Quando alla fine degli anni '80 venne realizzata la nuova strada di accesso (Meratun Way) che corre immediatamente a sud della Chiesa Capitolare, vennero scoperte le fondamenta del Chiostro e la Casa del Capitolo (Chapter House), che si trovano sotto ad un ponte stradale, protette da una camera, accessibile da un sottopassaggio (dove trovate una tabella con scritto "Footphath to Merton Abbey Mills"), che aveva delle finiestre, che avendo formato oggetto di atti vandalici, furono schermate per sicurezza. E' possibile vedere permanentemente due frammenti: 1. Un tratto del muro del Priorato, corredato da un arco che venne ricostruito nel 1988, che si trova giusto ad ovest della strada di accesso a Sainsbury's; 2. Un secondo arco di maggiori dimensioni, ricostruito nel 1935 a spese di Gilliat Edward Hatfeild (l'ultimo proprietario del vicino Morden Hall Park, di cui devolse la proprietà al National Trust), che si trova un poco più lontano presso St Mary’s Church in Merton Park.

3. Wandlebank House

Il Canale Pickle, che corre ad est del Wandle ed a sud della stazione di Colliers Wood) probabilmente segue il corso originario del Wandle in Epoca Sassone. L'angolo nord-occidentale di Wandle Park formava un tempo parte dei terreni di Wandlebank House di cui Wandle Lodge, una costruzione del XIX secolo, costituisce un collegamento superstite. Tra i residenti di Wandlebank House vi furono il proprietario del mulino per la lavorazione del granoturco, James Perry (1756-1821), un sostenitore del Partito dei "Whigs" (uno dei principali partiti politici tra la fine del XVII secolo e la metà del XIX secolo in Inghilterra, che godeva del consenso delle classi sociali elitarie; le sue posizioni di tolleranza sociale e religiosa lo posero in antitesi con i "Tory", Conservatori, strenuamente monarchici e contrari a qualsiasi religione diversa da quella Anglicana) ed Editore del London Gazette per 18 anni, che lasciò nel 1789, ed unitamente al suo socio James Gray, quando comprò il "Morning Chronicle" (su cui scrisse anche Charles Dickens) che diresse sino alla morte. La sua posizione a sostegno della riforma parlamentare lo pose frequentemente in dissidio con le Autorità, per cui, venne accusato ripetutamente, ad esempio, per diffamazione sovversiva, diffamazione della Camera dei Lords, critica del Re Giorgio III. Nel 1798, James Perry ed il suo socio James Gray furono condannati e rinchiusi tre mesi nella prigione di Newgate, dopo essere stati giudicati colpevoli dell'accusa relativa al caso della Camera dei Lords. Residenti successivi comprendono l'Artista Harry Pollard Ashby (1809-1892) ed il suo genero Robert Bloomfield Fenwick (1835-1897), che sposò sua figlia Isabel Ashby il 27 luglio 1867, che fu determinante nella fondazione e costruzione di All Saints Church. Ashby e Fenwick sono ricordati da una Fontana situata a Wandle Park, appena a sud della passerella pedonale da Wandle Bank. Alla fine, la Casa divenne Wandle Park House, dopo che essa ed i suoi terreni vennero acquistati dalla Wimbledon Corporation per un parco pubblico, del controllo venne incaricato National Trust. Il Parco venne aperto nel 1907 ed ampliato nel 1910 per includere il "Mill Pond Garden". L'edificio fu utilizzato per un certo periodo come Clinica pediatrica, ma alla fine fu demolita. I giardini vennero sistemati mantenendo Mill Pond come lago e, negli anni '30 del XX secolo, venne costruita nel parco una piscina all'aperto sul retro di Millers Mead.

4. Christ Church

L'edificio religioso venne costruito nel 1873-1874 ed era chiamato Christ Church Singlegate, come sapete, utilizzando il nome alternativo dell'area affermatosi in passato. La Chiesa venne consacrata il giorno dell'Ascensione 14 maggio 1874. Nel 1875, venne creato il Distretto della Cappella di Christ Church Mitcham, che divenne una Parish tra il 1875 ed il 1914. Solo in tempi recenti il nome della Parish fu cambiato in Christ Church Colliers Wood, per riflettere i cambiamenti nella popolazione. Si tratta di un edificio storico a livello locale progettato in stile gotico modesto ma rurale da F. ed H. Francis e realizzato usando mattoni portanti gialli "London Stock" e pietra di Bath.

5. Merton Abbey Mills

Ai confini tra Colliers Wood e South Wimbledon, lungo le rive del Torrente Wandle, Merton Abbey Mills dà la possibilità di approfondire la conoscenza storica di questa parte di Londra. Vi trovate un edificio di 400 anni fa, trasformato in teatro, una ruota idraulica vittoriane funzionante. Il sito, fu la sede dela celebre Tipografia di Arthur Liberty. L'atmosfera è ravvivata da ristoranti, caffetterie, negozi, musica dal vivo, spettacoli, eventi ed un mercato nel fine settimana.

Merton - Visita guidata

La stazione di Colliers Wood

La stazione di Colliers Wood

Il pub intitolato a Charles Holden, il progettista della stazione delal metropolitana

Il pub intitolato a Charles Holden, il progettista della stazione delal metropolitana

Casette tipiche

Wandle Park

Christ Church

Christ Church

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it