www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Hayes

Sintesi

Hayes è l'ultima stazione ferroviaria in questa zona del London Borough of Bromley, un tempo parte della Contea del Kent, con cui oggi confina. Si tratta di un sobborgo londinese che mantiene le caratteristiche di Villaggio, formato da due piccoli nuclei, uno lungo la curvilinea Station Approach, l'altro lungo Hayes Street (la parte più antica), divisi da spazi verdi.

Distanza dal centro: 12,4 miglia.

Attrattiva: notevole, se vi interessa allontanarvi dal centro e sostare in un sobborgo londinese che mantiene l'atmosfera da villaggio.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, siete sulla larga Station Approach, le cui due corsie di marcia sono separate da fioriere, alberelli e paletti. Attorno a voi vedete lo sviluppo curvilineo della strada, affiancata da casette tipiche ad uno o due piani con negozi a livello stradale. La parte più interessante non è questa, ma la parte più antica, che potete raggiungere sia andando a destra (e poi girando a sinistra) o a sinistra (e poi girando a destra). Seguite quest'ultima possibilità, andando a sinistra in discesa, sino a raggiungere l'incrocio con Pickhurst Lane. Andate a destra (verso est) e, dopo aver superato i due spazi verdi fronteggianti, Husseywell Park (sulla sinistra) e The Knoll (sulla destra), entrambi con spazi d'acqua, dopo un poco, finalmente, raggiungete il nucleo tradizionale di Hayes, chiamato "Old Hayes": Hayes Street, su cui, da un lato, si affacciano Hayes Library (Biblioteca) immersa nel piccolo spazio verde Hayes Old Rectory Garden, St. Mary The Virgin, Hayes Village Hall ed il Monumento ai Caduti, dall'altro, casette tipiche a due piani con negozi a livello stradale. Se siete stanchi, sostate al locale pub The George, soprattutto se la giornata permette di stare all'area aperta nel suo cortile, l'atmosfera che solitamente troviamo è quella di un tranquillo Villaggio, dove i ritmi sembrano scorrere lentamente e c'è tempo e voglia per rilassarsi.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta nel 1177 come "Hesa". Successivamente, si legge "Hese" (1254), "Heys" (1610). "Hayes Common" è così indicato nel 1819 (Ordnance Survey Map). In merito al significato del termine, esso deriva dall'Old English "hæs" (macchia) e si ipotizza che significhi "Il terreno grezzo ricoperto di macchia e sottobosco".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 4, Counties of Herts, Essex and Kent" (1796), alle voci "Hayes" (pagine 494-499) e "Table of population" (pagine 571-572); da Edward Hasted in "The History and Topographical Survey of the County of Kent: Volume 2" (1797), alle voci "The hundred of Ruxley: Introduction" (pagine 1-2) e "Parishes: Hayes" (pagine 22-29); si leggono in "Memorials of London and London Life in the 13th, 14th and 15th Centuries" (1868), alla voce "Memorials: 1363" (pagine 312-315), punto "Punishment of the Pillory, for enhancing the price of wheat"; in "A Descriptive Catalogue of Ancient Deeds: Volume 1" (1890), alle voci "Deeds: C.201 - C.300" (punto C. 270)', "Deeds: C.601 - C.700" (punto C. 642), "Deeds: C.701 - C.800" (punto C. 715); in "A Descriptive Catalogue of Ancient Deeds: Volume 6" (1915), alla voce "Deeds: C.5101 - C.5200" (punto C. 5157); sono fornite da J.E. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton (in collaborazione con A. Bonner) in "The Place-Names of Surrey" (1934); da Johannes Knut Wallenberg in "The place-names of Kent" (1934); da Eilert Ekwall in "The Concise Oxford Dictionary of English Place-Names" (1935); da Victor Watts in "The Cambridge Dictionary of English Place-Names: Based on the Collections of the English Place-Name Society" 2007); da A.D. Mills in "A Dictionary of English Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011); in "History of Hayes" (IDEAL HOMES:A HISTORY OF SOUTH-EAST LONDON SUBURBS), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Canon H. P. Thompson "A History of Hayes in the County of Kent" (1978); Mick Scott "Bromley, Keston and Hayes in Old Photographs (Britain in Old Photographs)" (1993).

1. Eventi storici di rilievo

Dal "Toponimo", sapete che la prima citazione di Hayes ricorre soltanto nella seconda parte del XII secolo, quando era un piccolo villaggio rurale raggruppato attorno alla Chiesa (St Mary's) ed Hayes Place (v, paragrafo specifico). Hayes rientrava nella Contea del Kent, nell'ambito della Hundred di "Rokesley" o "Ruxley", la quale si trovava a nord-est da quelle di Bromley e Beckenham. Nel Domesday Book (1086), tale Hundred venne chiamata "Helmestrei", nome che perse prima del Regno di Eduardo I (1272-1307), visto che nel Settimo Anno di tale Regno veniva chiamata col nome di cui sopra, quando il Re e l'Arcivescovo di Canterbury ne erano i Lords. Il 9 novembre del 1363, Trentasettesimo Anno del Regno di Eduardo III, un tal William Cokke, di "Heese", fu preso, perché nello stesso giorno, portava un campione di frumento in mano, nel mercato di "Neugate", a Londra, seguito da un tal un William, servo di Robert de la Launde, Orafo, che voleva comprare il frumento, da sacco a sacco, e disse che tale grano non sarebbe stato in grado di comprare ad un prezzo inferiore a 21 pence, mentre nello stesso giorno e in quell'ora, lo stesso servo avrebbe potuto comprare quel grano per 18 pence. Dopo di che il medesimo William Cokke fu interrogato davanti al Sindaco, al Cancelliere ed alcuni Assessori, riconoscendo di averlo fatto per aumentare il prezzo del grano, con pregiudizio di tutta la gente. Per cui, detto Sindaco ed Assessori stabilirono che il detto William Cokke avrebbe subito la punizione di essere "messo alla berlina", cioè, sarebbe stato posto in un quadro di legno punitivo con testa e mani bloccate ed esposto al pubblico ludibrio (scherno). Non è certo che la citata "Heese" dove accadde il fatto riportato corrisponda a Hayes di questa pagina, a quel tempo nel Kent, dato che ne esisteva un'altra nel Middlesex. Tuttavia, l'esempio è interessante perché mostra come si veniva puniti nel Medioevo semplicemente per aver cercato di lucrare sul prezzo del grano!!!! Nel XV secolo, nel Quindicesimo Anno del Regno di Eduardo I (1272-1307), la Chiesa di "Hese" fu valutata 10 Marchi.  Nel XV secolo, Hayes Place già esisteva e venne ricostruito negli anni '50 del XVIII secolo (v. paragrafo specifico). Il 15 luglio del Decimo Anno del Regno di Enrico VII (1485-1509), si ha un contratto di vendita da parte di Sir Robert Brandon, Cavaliere, a Robert Rede, "sergeaunt atte lawe", di tutta la terra ed altro nelle Parishes di Orpyngton e Farnburgh che appartenevano a Richard Couper, e di terra, ed altro nella Parish di Orpyngton a Crofton che Thomas Couper il giovane ultimamente aveva comprato da William Girdeler, nonché di 3acri di prato nella Parish di Hayes che appartenevano a John Brysley e Elizabeth sua moglie e di tutta l'altra terra ed altro che apparteneva a John Catesby, Cavaliere, uno dei Giudici del Re, e della Signora Elizabeth, sua moglie, nelle città e nelle parishes precedentemente citate. Valutazione: 30 sterline e patto per renderlo in affitto a pagamento per i detti Robert Rede, William Wodegate, John Ware e Christopher Kendall all'uso di Robert prima della Festa di "Alhalowen". Il 21 giugno dell'Undicesimo Anno del Regno di Enrico VII (1485-1509) si ha una concessione da parte di William Spencer, Cittadino e Sarto di Londra, a Richard Hayman, Cittadino e Barbiere della stessa Città, al Maestro Robert Blakwall, uno dei Maestri della Cancelleria Reale, a Thomas Nutson, Cittadino e Mercante di Tessuti di Londra, e John Payne, di Melbourne, nella Contea di Cambridge, di terreni ed altro nella Parish di Hese (Hayes), per l'uso di detto Richard Hayman, a vita, e dopo la sua morte, di sua figlia Katherine Hayman, a vita, e suoi eredi, ed in mancanza, per l'uso del testamento del detto Richard Hayman. Il 6 luglio del Quattordicesimo Anno del Regno di Enrico VII (1485-1509), ad Hayes, si ha una concessione da parte di Richard Heyman, Cittadino e Barbiere di Londra, il Maestro Robert Blakwall, uno dei Maestri del Re nella Cancelleria, Thomas Nutford, Cittadino e Mercante di tessuti di Londra, e John Payne, di Mylborne, presso Cambridge, a favore di John Caunton, Cittadino di Londra e Katherine, sua moglie, John Petley, di Downc (Kent), Piccolo proprietario terriero (o Guardia), William Degons, Droghiere, Edward Bellowe, "hattermarchaunt", e Richard Luntley, "hurer", Cittadini di Londra, delle terre e delle abitazioni ed altro nelle Parishes di Hese (Hayes), Westwikham e Westerham, che precedentemente appartenevano a John Hevere, di Hayes citato in precedenza. Si ha anche la Nomina di Thomas Shot, di Hayes, Agricoltore, a procuratore per consegnare le proprietà. Il 30 novembre del Diciassettesimo Anno del Regno di Enrico VII (1485-1509), si ha il rilascio da parte di Robert Rede, Cavaliere, uno dei Giudici del Re, a William Wodegate e John Ware, di tutti i suoi diritti su una casa e terra ad Orpyngton, Farnburgh ed Hese (Hayes), per l'uso di detto Robert e per gli scopi del suo testamento. Egli possedeva le proprietà con Wodegate, Ware ed altri, come per riconoscimento di Robert Brandon, Cavaliere, e sua moglie Elizabeth, come appare da alcune ammende elevate nella Corte del Re a Westminster nell'Undicesimo Anno del Regno di Enrico VII. I registri dei battesimi, matrimoni e sepolture di St. Mary The Virgin iniziano nel 1539. Ad Hayes, nel 1603, vi furono 10 sepolture, nel 1625, furono 2, nel 1665 non ne risulta alcuna. Nel 1796, Daniel Lysons riporta la statistica per Hayes con 62 case e 341 abitanti. Nel 1797, Edward Hasted riporta che "Questa Parish è piccola, il villaggio si trova quasi al centro di essa, avendo la Chiesa sul lato occidentale e circa cento metri da esso (c'è) Hayesplace. Il Fiume Ravensborne scorre ai confini nord-oriental di questa Parish; nella parte meridionale si trova Hayes Common, sul bordo del quale si trova l'antico sito del Manor di Baston, che reclama la maggior parte di questa Parish, subordinata al Manor di Great Orpington, appartenente a Sir John Dixon Dyke, di cui questa Parish è considerata un'appendice. Nella parte occidentale, si trova il rinomato Manor o fattoria di Pickhurst. L'aria è molto sana, la superficie forma una valle, che corre quasi a nord ed a sud, con il suolo che sale gradualmente da entrambi i lati, verso ovest, verso Beckenham, dove Pickhurstgreen e parte di Langley-park hanno almeno della stessa altezza; e verso est, verso Bromley Common, i due suoli predominanti sono ghiaia e argilla, sebbene ci siano alcuni sassolini e sabbia". Inoltre, aggiunge che "La Chiesa è dedicata a St. Mary, e si trova a circa un miglio dal villaggio. È costituita da un'isola e un presbiterio, ed ha una torre, su cui vi è una piramide bassa e piuttosto sconveniente; in essa pendono tre campane, la più antic delle quali venne fusa da Robert Mot, nel 1602". Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson descriveva Hayes come segue: "a village and a parish in Bromley district, Kent. The village stands 2 miles S of Bromley r. station, and 2½ E of the boundary with Surrey; and has a post-office under Bromley, London SE. The parish comprises 1,272 acres. Real property, £4,055. Pop., 598. Houses, 117. The property is subdivided. ... Hayes Place, adjacent to the church, was the seat of the Earl of Chatham, and the birth-place of his son, William Pitt. Hayes Common is a piece of land S of the village; and Pickhurst and Langley Park are a mile W. The living is a rectory in the diocese of Canterbury. Value, £275.* Patron, the Archbishop of Canterbury. The church is early English; was restored and extended in 1856, with re-placement of a spire, in 1862, at a cost of £2,500; and contains several ancient brasses and a few monuments There are an endowed school, and charities £12.". Il 29 maggio 1882, all'atto dell'apertura della stazione, Hayes era un villaggio fiorente di circa 600 abitanti. Come a West Wickham, l'arrivo della ferrovia ebbe poche ripercussioni su poche case lungo quella che è ora Bourne Way, visto che i potenziali pendolari si fecero attendere a lungo. Per ragioni storiche e, soprattutto, per evitare di ingenerare confusione con l'altra stazione di Hayes & Harlington, questa stazione viene ancora indicata come "Hayes (Kent)" sulla maggior parte degli orari. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Hayes come segue: "par. and vil. with ry. sta., W. Kent, 4 miles SE. of Beckenham, 1282 ac., pop. 694; P.O. Hayes Place, near the church, was the seat of the Earl of Chatham, and birthplace of his son William Pitt (1759-1806) Hayes Common (220 ac.) lies to S. of vil.". Entro il 1923, cominciarono a comparire nuove case all'estremità settentrionale della Parish, dato che la Bromley Eduardiana si estese oltre i suoi confini e si prolungò lungo Hayes Road, ma fu solo nel 1927 che le mutazioni cominciarono a rigardare il villaggio stesso. Parti delle Norman Estates lungo Hayes Lane vennero vendute a fini edilizi, ma nel 1925, fu principalmente la morte del Banchiere Sir Everard Hambro di Hayes Place che determinò il frazionamento di quella proprietà e quelle a Pickhurst che seguì repentinamente. Nel 1926, tali cambiamenti, coevi con l'elettrificazione della ferrovia per Londra (che ridusse i tempi di percorrenza per Charing Cross a quasi la metà), resero Hayes un sito edilizio appetibile. La sviluppo edilizio venne condotto sia da diversi grandi Costruttori, sia forestieri, come Henry Boot di Sheffield (che fece abbattere Hayes Place nel 1933 e realizzò Hayes Place Estate), che locali, come George Spencer di West Wickham, che realizzarono altre tenute, come Hayes Hill, Pickhurst Manor, Hayes Gardens. L'espansione proseguì per tutti gli anni '30 del XX secolo. Per soddisfare l'incremento del traffico dei pendolari, nel 1935, la stazione venne ricostruita e Station Approach divenne la principale area commerciale. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Hayes e Coney Hall vennero colpite da 133 bombe tedesche altamente esplosive ed 1 mina paracadutata. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l'area a nord del Villaggio venne sviluppata in due tappe: 1. Negli anni '40 e '50 del XX secolo, l'espansione riguardò Hayes Place, una tenuta municipale, con negozi a Chilham Way: 2. Dal 1960 al 1965, la crescità investì la tenuta modernista di Hayesford Park, progettata dal Building Design Partnership sul sito di Hayes Food Farm. Influenzata dal "Movimento delle Città-Giardino", Hayesford Park combina case indipendenti, bungalows, case a schiera e lunghi blocchi di appartamenti, disposti attorno a negozi centrali, che pero, hanno patito per la vicinanza di Bromley. Successivamente, l'urbanizzazione ha riguardato il riempimento di spazi residui ancora liberi, nonché la sostituzione di edifici. Confrontando le Mappe di Hayes del 1933 e del 1960, il processo di crescita del Villaggio è evidente. Hayes gode di due vasti spazi aperti: sul lato meridionale, Hayes Common, con vasti prati cosparsi da ragguardevoli case antiche, a nord-est, Norman Park, che dispone di ampi spazi sportivi. Oggi, Hayes costituisce un'area agiata, ma non eccessivamente ricca; La maggior parte dei residenti è coniugata, la stragrande maggioranza vive in casa di proprietà ed è di razza Bianca.

2. Manor di Hayes

Non sono molte le notizie su tale Manor, che Daniel Lysons indica rientrare in parte in quello di West Wickham, ed in parte, in quello di Orpington, aggiungendo: "Questo Manor, che precedentemente apparteneva ai Monaci della Chiesa di Christ-Church di Canterbury, fu concesso dopo la soppressione di quel Monastero a Percival Hart, dalla cui Famiglia andò per matrimonio tra i Dykes ed è ora proprietà di Sir John Dixon Dyke; il quale possiede anche una tenuta nella Parish di Hayes, che era in precedenza proprietà della Famiglia Squery, da cui passò per matrimonio alla Famiglia Mervin. Da quest'ultima fu acquistato da Sir John Peche, la cui sorella e erede sposò John Hart. Dalla Famiglia Hart passò con il Manor di Orpington alla Famiglia Dyke".

3. Hayes Place

A circa 100 yarde dalla Chiesa, ad ovest, fu l'antica residenza di un ramo della Famiglia Scotts di Halden, nella Contea del Kent. Nel 1648, Sir Stephen Scott, Cavaliere, uno dei figli di John Scott, di Halden, era il locale Sceriffo di questa Contea, quando era uno membri del Corpo di Guardia di Carlo I. Successivamente, trasferì la sua residenza a Cheshunt (Hertfordshire), dove morì nel 1658 e fu sepolto nella sua Chiesa. Dalla sua seconda moglie Elizabeth, figlia di John Brograve, ebbe parecchi figli, di cui John Scott, il maggiore, divenne suo erede e ne assunse la sede e fu anche uno dei membri del Consiglio Privato del Re. Egli sposò la Signora Hester, vedova di Sir Humphry Style, Barone di Langley, in virtù del quale diritto risiedette lì, e morendo nel 1670, giace sepolto qui. Nel 1698, il loro discendente, Stephen Scott, lo vendette a John Harrison di Southwark, che a sua volta lo vendette nel 1757 a William Pitt, il secondo figlio di Robert Pitt di Boconnock (Cornovaglia), poi Conte di Chatham, che costruì l'attuale struttura, il quale discendeva da Thomas Pitt, per qualche tempo Governatore di St. George. Egli morì nel 1726, lasciando tre figli e due figlie; dei figli, Robert, il maggiore, sarà citato successivamente. Thomas, il secondo, fu creato Conte di Londonderry, e John fu nell'Esercito. Robert Pitt, il figlio maggiore, era di Boconnock, e sposò Harriet, sorella di John Villers, Visconte Grandison, da cui ebbe due figli; Thomas Pitt, che era di Boconnock, e William, l'acquirente di tale sede, come sopra indicato, il quale, nel 1756, essendo un Consigliere Privato della Corona, ottenne l'incarico di gestire il Governo in qualità di Primo Ministro, cosa che fece con tale abilità che gli Inglesi furono uniti e felici all'interno e temuti e rispettati all'estero. In occasione delle sue dimissioni dell'Ufficio di segretario di stato, il 5 ottobre 1761, il Re, in considerazione dei suoi grandi e importanti servizi, concesse alla Signora Hester Pitt, sua moglie, sorella di Richard, Conte Temple, la dignità di Baronessa di Chatham, nella Contea del Kent, e di Barone di Chatham ai suoi eredi maschi. Nel 1766, Egli fu nuovamente nominato Ministro di Stato, ed il 30 luglio di quell'anno, ottenne il titolo di Visconte Pitt di Burton Pynsent (Somersetshire) e Conte di Chatham (Kent), ed al tempo stesso, ebbe la custodia del Sigillo del Consiglio Privato del Re, ma, subito dopo rinunziò all'incarico, Immediatamente dopo, Egli comprò questa sede, la ricostruì totalmente, quasi sul vecchio sito, ma essendovi solo un giardino e poca terra, vi aggiunse parecchie altre porzioni di terra, che comprò mano a mano che se ne presentò l'opportunità. Quando, poi, entrò in possesso della Tenuta di Burton Pynsent, vendette Hayes Place, con le sue proprietà in questa Parish nel 1766, a Thomas Walpole, il secondo figlio del defunto Horatio, Lord Walpole, il fratello minore di Sir Robert Walpole, Primo Conte di Oxford della sua Famiglia. Egli risiedette qui, rivestì la Casa con mattoni bianchi e le apportò notevoli miglioramenti, anche se due anni dopo, nel 1768, la vendette al Conte di Chatham, desideroso di tornare ad Hayes, dopo essersi ritirato dagli Affari pubblici, e risiedette molto qui, e finì la sistemazione dei terreni e delle piantagioni attorno a questo posto, in maniera elegante e gustosa, chiudendo tutto all'interno di un parco. Questo Conte, chiamato per il suo talento superiore "Il Grande Conte di Chatham", morì ad Hayes Place l'11 maggio 1778, a seguito dei violenti sforzi che aveva fatto durante un discorso nella Camera dei Lords; fu portato a casa sua a Londra, e da lì qui, dove languì, ma per poco, fino alla morte, e fu poi sepolto nell'Abbazia di Westminster a spese pubbliche. Dopo la sua morte, Hayes Place fu tenuto dalla sua Famiglia solo per pochi anni, e nel 1785, fu venduto dalla Contessa Dowager e dal Conte di a James Bond, appena tornato dalle Indie Orientali, che risiedette qui ed fu Alto Sceriffo della Contea del Kent nel 1788 e parte del 1789; quando, venendo nominato Barone d'Irlanda, vi si trasferì, avendo l'anno precedente, venduto la tenuta a George Visconte Lewisham, il figlio maggiore del Conte di Dartmouth, che possedeva Hayes Place nel 1797 e vi risiedeva. Fu Presidente della Società Naturalistica e possedette qui una buona collezione esotica e fu particolarmente di successo nella coltura delle piante. Avete già letto che il Costruttore Henry Boot di Sheffield, nel 1933 fece abbattere Hayes Place per realizzare Hayes Place Estate.

Bromley - Visita guidata

La stazione di Hayes

La stazione di Hayes

Station Approach

Station Approach

Pickhurst Lane - Incrocio con Station Approach

Pickhurst Lane - Incrocio con Station Approach

Husseywell Park - Stagno

Husseywell Park - Stagno

The Knoll

The Knoll

Hayes Street

Hayes Street

Hayes Old Rectory Gardens

Hayes Old Rectory Gardens

Hayes Library (Biblioteca)

Hayes Library (Biblioteca)

St. Mary The Virgin

St. Mary The Virgin

Hayes Village Hall

Hayes Village Hall

Il Monumento ai Caduti

Il Monumento ai Caduti

Hayes Street - Tratto superiore

Hayes Street - Tratto superiore

L'insegna del pub "THe George"

L'insegna del pub "THe George"

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it