www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

South Quay

Sintesi

South Quay è una stazione della Docklands Light Railway (DLR) sulla Isle of Dogs, già Stepney Marsh, la cui storia è riportata in questa pagina web.

Distanza dal centro: 5,7 miglia.

Attrattiva: scarsa, rappresentata dai numerosi edifici moderni presenti nell'area.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Già prima di uscire dalla stazione della DLR, avete la possibilità di rendervi conto del contesto circostante osservandolo attraverso le vetrate che deliminano la stazione: vedete dall'alto, dato che siete al di sopra del livello stradale sottostante, lo spazio d'acqua denominato Millwall Inner Dock, dove ancora trovate le gru lasciate a testimoniare il passato, nonché tanti moderni edifici. Uscendo dalla stazione della DLR, siete su Marsh Wall. Avete quattro possibilità: 1. verso nord, la strada è sbarrata dallo spazio d'acqua denominato South Dock; 2. verso sud, raggiungete la stazione di Crossharbour, dopo aver osservato l'enorme Baltimore Tower, una moderna torre cilindrica; 3. verso sud-est, trovate lo spazio verde Saint John's Park lambito dal Tamigi; 4. verso sud-ovest, raggiungete il distante spazio verde Sir John McDougall Gardens, lambito anch'esso dal Tamigi.

Toponimo

Il nome si intende agevolmente, dato che "South Quay" significa "Banchina meridionale", perché rappresentava la banchina meridionale dei West India Docks.

Storia

Utili informazioni sulla storia originaria dell'area si ritrovano alla voce "The West India Docks: The buildings, sheds", in "Survey of London: Volumes 43 and 44, Poplar, Blackwall and Isle of Dogs", (1994), pagine 300-310, che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Quando nel 1929 la West India Dock Company comprò il City Canal, vennero abbattuti una serie di capannoni ed altri edifici lungo le sue sponde. La riva settentrionale del South Dock era costituita da terrapieni sorretti da assi di legno, con alcuni piccoli capannoni mantenuti per dare copertura per legname e merci sotto vincolo doganale. Negli anni '30 del XIX secolo, il peggioramento delle finanze della West India Dock Company, la indussero a fittare gli spazi sulle rive del South Dock. L'area più vasta era un profondo terreno sulla riva settentrionale, con un fronte di 150 piedi ed un molo, che fu affittato alla Anti-Dry Rot Company nel 1836. La società eresse serbatoi in cui il legname venne trattato secondo un processo brevettato (Kyan), che rappresentava uno dei metodi di conservazione del legno per l'edilizia e la nautica. La citata società lasciò il sito nel 1843, cosicché la West India Dock Company ripristinò il sito alla sua destinazione pregressa, come terrapieni sorretti da assi di legno. Nel 1849, l'introduzione del commercio del guano verso le banchine determinò un notevole sviluppo delle sponde del South Dock. Nel 1850, due capannoni di legno per guano, ciascuno delle dimensioni di circa 500 piedi per 100 piedi, furono costruiti da G.J. Watts sul tratto occidentale della riva meridionale per 2.485 sterline. L'anno seguente, nel 1851, G.J. Watts costruì un capannone di mattoni, di circa 350 piedi per 150 piedi, secondo il progetto di J.S. Adams e Martin H., per 3.744 sterline. Esso si trovava sulla riva settentrionale e si estendeva al South Quay dell'Export Dock. Nel 1852, altri due capannoni di legno, ciascuno 500 piedi per 100 piedi vennero eretti dietro quelli del 1850. Vennero costruiti da Hack & Son per 4.637 sterline. Tutti i capannoni presentavano più frontoni, dando lunghe elevazioni a denti di sega alle banchine. Il commercio del guano venne successivamente trasferito al Royal Victoria Dock, e nel 1860, i capannoni del 1852 vennero spostati agli East India Docks. Il capannone di mattoni venne usato per legname e iuta, e nel 1861, uno dei restanti capannoni della riva meridionale fu convertito per essere utilizzato come piazza d'armi per la Royal Naval Reserve. Quando nel 1866-1870, il South Dock venne trasformato, i capannoni sulle sue sponde vennero eliminati, tranne il capannone di mattoni costruito nel 1851. I capannoni per il legname e mattoni vennero costruiti pezzo per pezzo lungo le banchine settentrionali, orientali ed occidentali nel 1869-1874, per fornire copertura praticamente continua lungo tutto il nuovo bacino. Molti capannoni vennero lasciati ai caricatori che tenevano i relativi ancoraggi, ed alcuni furono dotati di macchinari idraulici ed uffici. Un capannone di legno fu costruito a nord della banchina orientale, quando, nel 1873, la carcassa della fregata HMS President era ormeggiata lì come nave-scuola per la Royal Naval Reserve. Vi rimase sino al 1908. Nel 1913, la Motor Packing Company prese il capannone sovracitato.  La banchina meridionale del ristrutturato South Dock venne destinata a magazzini per merci in importazione e nel 1871, venne dotata di capannone lungo la banchina per proteggere le merci scarico ai magazzini. Il capannone fu progettato da Sir John Hawkshaw e costruito da George Wythes per 12.585 sterline. Il progettista Hawkshaw previde l'uso di colonne di ferro, mentre, in realtà, vennero impiegati dei montanti di legno, per ragioni di economia. L'edificio era 1.600 piedi per 60 piedi, coperto da due tettoie di 30 piedi. Il lato meridionale fu chiuso; quello nord o a lato banchina fu aperto sino al 1873. Nel 1875-1876, il capannone della banchina meridionale del South Dock venne dotato di un piano superiore, progettato da Augustus Manning e costruito da J. Perry & Company per 25.052 sterline. Ciò fu ottenuto aumentando l'intero edificio su candelieri in legno alti 8 piedi ed un pavimento di legno. Il "Wharf and Warehouse Committee" impose paratie antifuoco a tutta altezza in mattoni, pareti finali e meridionali e scale chiuse. Il piano superiore venne usato come magazzino per tè, lana, semi e iuta, piuttosto che per la movimentazione di transito. Un incendio distrusse due delle sei divisioni nel 1895, e il sito fu riorganizzato nel 1898-1899. con un capannone di due piani lungo 420 piedi, con sezione di fibra ed intelaiatura d'acciaio ondulato-corazzata. Il resto del capannone della banchina meridionale del South Dock venne sostituito nel 1929. La banchina meridionale del South Dock Basin venne costruita con quattro capannoni di legno realizzati nel principio degli anni '70 del XIX secolo, in gran parte per la Donald Currie & Company's India Steamships (piroscafi). L'ancoraggio fu utilizzato per il commercio cinese di McGregor, Gow & Glen dal 1879 fino al 1904. Miglioramenti ai capannoni compresero una tettoia di 35 piedi dall'alta volta in ferro battuto a capriate. I locali della Glen Line si estendevano al muro di cinta, al di là del quale fu costruita la Glen Terrazza. La Linea diede anche il nome a Glen Fields, terreni liberi a sud dei capannoni di South Dock Basin, i quali vennero successivamente utilizzati per un tipo di legno (teak) e demoliti nel 1929. Frederick Palmer propose una razionalizzazione dei capannoni assortiti in tutto il South Dock nel 1911, ma il lavoro fu rinviato. La necessità bellica di fornire magazzini per lo zucchero, costrinsero il PLA a procedere alla costruzione di due capannoni sul molo settentrionale del South Dock, in anticipo rispetto alla principale riqualificazione del South Dock. Questi vennero costruiti in economia nel 1915, secondo i progetti di Palmer del 1911, per 28.214 sterline. Nel 1919-1920, un terzo capannone orientale venne aggiunto per le importazioni di lana, per 30.305 sterline. La riqualificazione della banchina meridionale del South Dock fu parte dell'ultima fase dei miglioramenti ai bacini effettuate nel 1926-1930. Nel 1926-1930, cinque capannoni lungo la banchina vennero costruiti da A. Jackaman & Son secondo progetto di Palmer. Due capannoni di transito solo piano furono eretti sulla neonata banchina orientale di Millwall Passage per 84.000 sterlne. Verso la metà del XIX secolo, i capannoni si rivelarono totalmente inadeguati alle esigenze del lavoro meccanizzato. Un progetto per riqualificare tutta la banchina meridionale ad ovest di Millwall Passage venne preparata nel 1958–1959. Vi furono nuove realizzazoni e nuove spese, che resero le banchine idonee alle esigenze della meccanizzazione. Chi volesse approfondire le trasformazioni riportate, consulti la voce "The West India Docks: The buildings, warehouses", in "Survey of London: Volumes 43 and 44, Poplar, Blackwall and Isle of Dogs" (1994), pagine 284-300. Chi fosse interessato a vedere le immagini delle trasformazioni citate, consulti la voce "Plate ..: West India Docks" in "Survey of London: Volumes 43 and 44, Poplar, Blackwall and Isle of Dogs" (1994), dove ".." indica il numero di "Plate" e la corrispondente pagina, come segue: 48, 49, 51, 55, 62. Infine, chi fosse interessato alle trasformazioni dei Docklands, legga la voce "Modern Docklands: Modern commercial developments", in "Survey of London: Volumes 43 and 44, Poplar, Blackwall and Isle of Dogs" (1994), pagine 702-707. Venendo, infine, specificamente alla stazione di South Quay, essa è ubicata sulla riva meridionale del South Dock dei West India Docks. Le piattaforme della stazione siedono a cavallo del canale di collegamento Millwall Dock a West India Docks. L'originaria stazione di South Quay venne aperta nel 1987. La sua posizione era sconveniente, dato che presentava una serie di strette curve ad entrambe le estremità, il che impediva una sua eventuale estenzione. Per tale motivo, la DLR pensò di spostare la stazione a breve distanza verso est. Nel frattempo, a 80 yarde dalla stazione, nel 1996, l'IRA (Irish Republican Army, cioè, l'Esercito Indipendentista Irlandese), alle 19,01 del 9 febbraio, fece esplodere una bomba contenuta in un camioncino che provocò due morti e più di trenta feriti. Va detto, però, che l'attacco era stato preavvisato con 90 minuti di anticipo. Nell'ottobre 2004, venne annunziata l'intenzione di procedere alla chiusura della stazione di South Quay, per sostituirla con una nuova con diversa ubicazione, a causa della crescita dell'utenza della Docklands Light Railway, che rendeva inadeguata la stazione (per quanto già detto, ma anche perché non era in grado di accogliere treni con più di due vetture). La nuova stazione aprì il 26 Ottobre 2009, mentre la vecchia chiuse il 23 ottobre.

2. Breve storia della Isle of Dogs (già Stepney Marsh)

Ne abbiamo trattato nell'ambito di questa pagina web.

Tower Hamlets - Visita guidata

La stazione di South Quay

La stazione di South Quay

Millwall Inner Dock

Millwall Inner Dock

Una gru

Una gru

Moderno edificio

Moderno edificio

Baltimore Tower

Baltimore Tower

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it