www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Oval

Sintesi

Oval è una stazione della metropolitana "(Northern Line) che serve una piccola zona di Kennington chiamata in passato, appunto, Kennington Oval, nota oggi proprio per il campo di cricket a forma ovale, sede del Surrey County Cricket Club. Lo strano nome dell'area scaturì dallo schema stradale, a forma elittica, iniziato a partire dal 1790, ma mai terminato. Sino a quel momento, Kennington Oval, si estendeva per 9 acri, coltivata ad orti e vivai, circondati da cottages ed un paio di buone case.

Distanza dal centro: 2,2 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione siete all'incrocio tra Kennington Park Road (direzione nord-est/sud-ovest, quando diventa Clapham Road), Camberwell New Road (direzione sud-est), Harleyford Street (nord-ovest). Dall'altro lato della strada, di fronte a voi, avete St. Mark's Church Kennington, e nel Cimitero-Giardino antistante, il Monumento ai Caduti, sulla vostra destra, un imponente edificio di mattoni rossi, sulla vostra sinistra, Kennington Park. In direzione opposta, a meno di mezzo chilometro, trovate il celebre campo di cricket, oggi denominato Kia Oval.

Toponimo

Oval è parola di derivazione Latina che significa "a forma di uovo". Infatti, il nome dell'area trae origine da una forma elittica già evidente sulla Ordnance Survey Map del 1822, la quale trasse origine dallo sviluppo delle terre demaniali nella sezione sud-occidentale del Manor di Knnignton a seguito di un accordo del 1 luglio 1789 tra William Clayton, e John Harwood, Stuccatore, di Lambeth, Thomas Dickinson, Stuccatore, di St. John, Westminster, Isaac Bates, Mattonaio, di Kennington, e Richard Wooding, Geometra, di Bouverie Street, Londra. Nell'accordo, Clayton concesse sub-locazioni alle altre parti quando avevano costruito case "da non essere meno numerose di centodieci". Fu un tentativo di fornire un disegno accattivante dell'area, dato che la strada dietro l'Ovale venne disposta in questo momento, insieme con le strade che la collegavano a Kennington Park Road e Kennington Road, e nel 1790 il contratto di locazione di Oval fu concesso ad un ortofrutticoltore; il tutto doveva fornire un piacevole rifugio dal traffico lungo Kennington Park Road. Le convenzioni di affitto vennero eseguite il 1 marzo 1797, anche se lo sviluppo del demanio era lungi dall'essere completato, come mostra la Mappa di Londra, Westminster e Southwark di Richard Horwood del 1799. Allora, era ancora in piedi la casa che venne successivamente adattata come Canonica di St. Mark's Church, mentre, persino nel 1824, c'erano dei terreni liberi su cui potè essere edificata St. Mark's School. Solo nel 1845, l'Ovale venne rilevato per il cricket, definendo finalmente il moderno schema.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da John Norden in "A breife abstracte of the Survey of the manor of Kennington" (1615); da Charles Harbord in "Survey of the demesne lands of the Manor of Kennington" (1636); da John Hodskinson - John Middleton in "Survey of the Manor of Kennington" (1785–1786); si leggono in "A Topographical Dictionary of England" (1848), alla voce "Kennington" (pagine 652-659); sono fornite da Edward Walford in "Old and New London: Volume 6" (1878), alla voce "Stockwell and Kennington" (pagine 327-341); da H. H. Montgomery in "The History of Kennington and its Neighbourhood" (1889); da Nathaniel J. Hone in "The Manor and Manorial Records" (1906); si leggono in "Survey of London: Volume 26, Lambeth: Southern Area" (1956), alle voci "Kennington: Introduction and the demesne lands" (pagine 18-31), (Plate 40: Plan by James Bailey for building on Kennington Oval, 1841., in S, pagina 40) e (Plate 41: Kennington Oval, 1858, by H. Williams, pagina 41); sono fornite da E. R. L. Clowes in "History of the Manor of Kennington in the Country of Surrey"; da G. D. Haslam in "John Norden's survey of the manor of Kennington 1616" (1985), pagina 61; da R. W. Hoyle in "The Estates of the English Crown, 1558-1640" (2002); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); si leggono in "Brewer's Dictionary of Phrase & Fable" (2013), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Nel 1615, John Norden fece una indagine completa del Manor di Kennington con i nomi degli affittuari ed i canoni che pagavano. Il sito di Oval rientrava in cinque aree recintate contenenti 38 acri, delimitate dal "Common", dal piccolo corso d'acqua che lo attraversava (Vauxhall Creek), e dalle terre di John Groome, Edward Carpenter e William Cockerham; tale aree recintate erano in locazione a Richard Salter ed occupate da John Hubbard. Nel 1636, l'immobile era tenuto dalla Signora Marie Coxe, vedova, e nel 1649, da George Coxe;  dall'incirca tale data, le cinque aree recintate sembrano essere state conosciute collettivamente come "Forty Acres". Nel 1667, John Morrice e Robert Clayton, gli affittuari di una parte considerevole del Manor di Kennington, costruirono un muro di mattoni su "Forty Acres" per coltivare frutta. L'area rimase in locazione a fini orticoli, dato che William Malcolm, che dal 1758 ebbe un subaffitto della parte del demanio attraversato (nel 1959) da Clayton Street e Bowling Green Street, fu richiesto di fornire, oltre ad un canone d'affitto in danaro, anche "un centinaio di asparagi nel mese di gennaio di ogni anno", nel Sedicesimo Anno del Regno di Giorgio III (1760-1820). Nel 1785, le cinque aree recintate vennero divise in tre immobili, una occupata da William Malcolm, un'altra da Thomas Ellis, proprietario terriero di "The Horns", ed altri, mentre la terza parte andò a James e George Mitchelson; quest'ultima comprendeva la maggior parte del sito di Oval. L'immobile dei due Mitchelson venne descritto come formato da "sei campi di prato, pascolo e terreni a vivaio, insieme a una vecchia casa di abitazione di mattoni, fienile, stalla, negozio di semi e capannoni.". Nel 1790, dopo la progettazione della strada di Oval, gli immobili vennero nuovamente divisi. A tal punto, la proprietà dei due Mitchelson comprendeva solo l'area all'interno di Oval, lo più tratta dal loro vecchio possedimento, ma comprendeva anche la parte di Malcolm, ed un nuovo contratto di locazione fu concesso per 64 anni e mezzo. Tale fitto venne assegnato a John Archer, e dopo la sua morte, con asta del 1826 fu comprato dal Reverendo William Otter, Rettore di St. Mark's e poi Vescovo di Chichester, dato che, dopo la costruzione di St. Mark’s Church, si ritenne necessario realizzare una Canonica vicino sia alla Chiesa, che al centro della Parish. Oval conteneva circa nove acri, uno spazio più che sufficiente per la costruzione di una casa, ma si convenne che la restante parte si sarebbe dovuta edificare "laddove il reddito immediato del Ducato poteva essere aumentato e fornito un reddito permanente per il ministro parrocchiale ". La richiesta venne fatta all'affittuario principale, Sir William Clayton, per un subaffitto edificatorio, ma questi suggerì che sarebbe stato meglio per lui cedere tutti i suoi diritti su Oval al Ducato di Cornovaglia, come Lord del Manor, in modo che la piena proprietà poteva essere concessa. Poichè il diritto del sovracitato Robert Clayton era scaduto nel 1834, il citato Reverendo William Otter si rivolse al Ducato, che si dichiarò disposto a vendere per la costruzione di una Canonica e suggerì che sarebbero stati sufficienti un lotto di 150 piedi di profondità ed un fronte di 40 piedi a sud-ovest lungo la carreggiata Ovale. In particolare, uno dei membri del Consiglio del Principe del Ducato, il Signor Bexley, produsse una "Idea Generale di Miglioramento". Propose di "inserire un Ovale di un Acro o di un Acro e mezzo nel Centro, e piantarvi degli alberi di tiglio, in modo da formare un boschetto aperto, con Sentieri di Ghiaia attorno ed attraverso di esso, sotto gli Alberi". Oltre ad una strada verso il boschetto, il resto doveva essere diviso in 21 lotti, uno per la Casa del Rettore e il resto per ville tipo cottage, che dovevano essere di "una somiglianza generale, anche se non di una esatta uniformità di aspetto". Tuttavia, alla fine, il progetto decadde e non se ne fece nulla. Il Reverendo Otter trovò il vivaio non redditizio e lo convertì in orto, ma nel 1836, egli richiese al Ducato un contratto di fitto edificatorio dato che "gli orti negli immediati paraggi di Londra avevano perso gradualmente di valore”.  Il Ducato era disposto ad aderire a questa richiesta, nonostante che il Supervisore, James Bailey, evidenziasse che il valore della proprietà circostante si sarebbe notevolmente ridotto, poiché Oval aveva "non solo il vantaggio di un grande spazio aperto, per la libera circolazione dell'aria; ma, anche, (era) un oggetto piacevole e gradevole ... a vedersi". Un piano di costruzione fatto da Bailey a tale data, era conservato in un ufficio del Ducato e mostrava una strada attraverso l'Ovale da sud-est a nord-ovest, affiancato da sei coppie di case, con altre coppie rivolte verso l'esterno attorno alla carreggiata Ovale. Otter ottenne un contratto di locazione dal Ducato, ma in tale occasione vennero inclusi solo la casa e il giardino, venendo descritti come "Tutta la costruzione di mattoni o casa di abitazione, uffici, rimessa e stalle con camere sopra le stesse, cortili, terreni di svago, orto e ... pertinenze". Il contratto di locazione è datato 13 maggio 1836, e venne concesso dietro pagamento immediato di 340 sterline ed un canone annuo di £10 10s, per 99 anni, determinabile in una vita; due ulteriori vite vennero aggiunte nel 1837. Thomas Procter, l'occupante, venne estromesso dalla casa dopo una causa legale. Le trattative continuarono con Otter sino alla sua morte nel 1840, dopo di che proseguirono con i suoi Amministratori. Un piano di costruzione di Kennington Oval venne suggerito, nel 1841, da James Bailey ed un altro, poi, simile a quello di Bailey, ma con più coppie di case, questa volta organizzate lungo una strada in direzione da nord-est a sud-ovest. Tuttavia, i termini del Ducato furono considerati troppo elevati, e gli Amministratori di Otter cercarono un altro modo di utilizzare il terreno. L'ultima proposta di costruzione per Oval fu nel 1851, quando il Ducato propose di promuovere una legge in Parlamento per costruirvi due mezzelune; ma su iniziativa del Principe Consorte il piano venne abbandonato e l'Ovale rimase uno spazio aperto. Gli Amministratori di Otter, alla fine, riuscirono nella loro ricerca per un nuovo uso del terreno: nel marzo 1845, erano "desiderosi di fittarlo ad un Gentiluomo che avesse proposto di convertirla in un Campo di Cricket". Il nuovo affittuario, dal 10 marzo, fu William Houghton di Brixton Hill, Presidente del Montpelier Cricket Club, per 31 anni, al canone di 120 sterline annue, più tasse pari a 20 sterline. Il Club era stato formato nel 1840 e giocava sui terreni di Bee Hive Tavern a Walworth, che però vennero richiesti per costruzioni nel 1844. Subito dopo, il Tesoriere, W. Baker e William Ward, Membro del Parlamento (che aveva già evitato che Lord’s Cricket Ground venisse edificato) entrarono nelle trattative con gli Amministratori di Otter, nominando William Houghton come affittuario. La prima partita di cricket risulta essere stata giocata nel maggio 1845. Si resero necessari notevoli preparativi, dato che Oval era "in una condizione rovinosa e le esalazioni rinvenienti dalla vegetazione in decomposizione causavano fastidio e (costituivano) una fonte di cattiva salute". Nella primavera del 1845, vennero messe a dimora 10.000 zolle erbose tratte da Tooting Common. Gli alberi ancora costellavano il terreno e nel 1847, venne data l'autorizzazione per l'abbattimento di alcuni di loro. Il Montpelier Club non prosperò ad Oval, dato che l'interesse di Houghton in esso scemò una volta che divenne il locatario. Nel frattempo, nell'autunno 1844, era stato fondato il Surrey Club (in seguito Surrey County Cricket Club) in una riunione tenutasi presso Horns Tavern. Mentre il Montpelier Club declinò, il Surrey Club si rafforzò, giocando presso Oval sin dalla sua fondazione, in un primo momento condividendo il terreno, per poi diventare il suo unico conduttore. Anche se il campo di cricket fu immediatamente popolare, Houghton ebbe difficoltà finanziarie, che tentò di superare introducendo altre attrazioni. Dopo molte pressioni verso la vendita di liquori, ritenuta l'unica possibile fonte di profitto, il Ducato autorizzò la cosa, sia pure con revisione annuale, per uno degli edifici da utilizzare come luogo autorizzato, il precursore del Surrey Tavern. Tale autorizzazione venne revocata nel 1853, dopo le denunce per comportamento violento, e fu solo dopo che Houghton cessò di essere locatario, la Taverna divenne una caratteristica permanente del terreno. Houghton tentò anche di far affermare qualche altro sport, e nel 1851 venne autorizzato ad introdurre "pedestrianism e coursing": la prima implicava una corsa a piedi di 1.000 miglia in 1.000 ore. A seguito dell'opposizione da parte dei proprietari dei locali vicini, l'autorizzazione del Ducato fu ritirata, nonostante la garanzia di Houghton che nessun disturbo fosse stato causato, e che il pubblico non fosse stato "ammesso la domenica, e i camminatori in quei giorni indossassero sempre abiti scuri". Inoltre, il Ducato non autorizzò una mostra di animali da cortile il giorno di Capodanno del 1853, nonostante ben 900 gabbie fossero state inserite e la mostra avesse patrocinatori illustri; venne spostata in un bazar a Baker Street. Nel 1854, le difficoltà finanziarie di William Houghton giunsero ad un punto tale che egli girò il contratto di locazione al fratello George, a saldo di un debito. L'anno successivo, venne concesso un nuovo contratto di locazione al Surrey Club dagli Amministratori di Otter. William Houghton fallì ed il suo ultimo collegamento con Oval fu nel 1855, quando scrisse al Ducato chiedendo che gli venisse dato un riconoscimento per ricompensarlo del trattamento ricevuto, ma la richiesta venne respinta. Per i primi anni, il Surrey Club utilizzò gli edifici degli orti per il padiglione e gli uffici, ed uno di loro fu modificato con una spesa di 3.000 sterline, per essere usato come casa pubblica. Nel 1858, il Club richiese l'autorizzazione del Ducato di erigere un nuovo padiglione, che venne originariamente inteso come da insistere di fronte alla fine di Clayton Street, ma i residenti protestarono ed il padiglione fu costruito alla fine sud-orientale del terreno. Nel 1874, gli Amministratori di Otter misero all'asta la parte rimanente del contratto di fitto, che venne comprata dal Surrey Club per 2.800 sterline. Al fine di aumentare il prezzo, al Club venne concesso un contratto di locazione per un periodo definito di 31 anni. Il contratto di locazione, datato 3 maggio 1875, riportava gli scopi per cui Oval veniva utilizzato, prevedendo che "nessun altro gioco sportivo dovesse essere praticato diverso da Cricket, Baseball, Calcio, Tennis, Fives (ndr tennis a mano: la palla è spinta contro le pareti di una corte con le mani guantate o nude come se fossero una racchetta) e racchette e sport amatoriali atletici.". Da quando venne realizzato il primo padiglione, vennero apportati molti miglioramenti ad Oval. Nel 1876, il Club fu autorizzato a costruire una pista di pattinaggio, nella speranza che i profitti "avrebbero consentito di estendere ulteriormente le operazioni" nella promozione del cricket, "così come di allargare la sfera di utilità come fornitori di divertimenti atletici per Londra Sud". Venne predisposta una pista di asfalto, senza costruire edifici, e la pista fu poi convertita. Nel 1878, Edward Walford scriveva che "Oval, che, nella memoria delle persone viventi, era un giardino per cavoli, copre circa nove acri di terra, ed è destinato interamente agli incontri di cricket: Venne aperto come campo di cricket il 16 aprile 1846, come la speculazione di un uomo chiamato Houghton. Il Surrey Club tenne per molti anni un contratto di locazione dal Ducato di Cornovaglia, a cui le terre qui vicino ancora appartengono.". La Taverna fu ricostruita nel 1877-1888 con una spesa di 4.000 sterline e nel 1880, il circolo di terrapieni attorno al terreno fu completato utilizzando la terra scavata quando venne sbarrato il piccolo corso d'acqua che attraversava il Common (Vauxhall Creek). Il padiglione e la Taverna furono progettati da Thomas Muirhead di Manchester, l'Architetto del padiglione dellOld Trafford, e costruiti nel 1895-1897 da Foster e Dicksee di Londra e Rugby. Miglioramenti successivi compresero l'erezione di "Hobbs Gates" nel 1934, per commemorare il collegamento di (Sir) Jack Hobbs con il Surrey County Cricket Club. La stazione, col nome di Kenningto Oval, aprì il 18 dicembre 1890 come parte della City & South London Railway tra Stockwell e King William Street, che fu, al tempo stesso, la prima linea metropolitana a scartamento normale e la prima ferrovia ad impiegare la trazione elettrica a Londra. La stazione venne progettata da Thomas Phillips Figgis con elementi della prima "Arts and Crafts" e dettagli neoclassici. L'edificio della stazione fu ricostruito agli inizi degli anni '20 del XX secolo. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Oval patì sia i bombardamenti tedeschi che l'incuria. Relativamente ai primi, tra il 7 ottobre 1940 ed ili 6 giugno 1941, su Oval caddero ben 119 bombe altamente esplosive. Oval venne utilizzato come sito di un riflettore e, successivamente, anche se mai usato, come campo di prigionieri di guerra. Nel 1945, vennero messe a dimora 40.000 zolle di erba tratte da Gravesend ed il cricket riprese all'inizio della stagione 1946. La stazione di Oval venne riammodernata nel 2007-2008. Data la vicinanza al campo di cricket, le piastrelle interne raffigurano grandi immagini di giocatori di cricket in varie posizioni. Il 21 luglio 2005, la stazione formò oggetto di un'attentato terroristico e venne colpita da bombe.

Lambeth - Visita guidata

La stazione di Oval

La stazione di Oval

Kennington Park Road

Kennington Park Road

St. Mark's Church Kennington

St. Mark's Church Kennington

Il Monumento ai Caduti

Il Monumento ai Caduti

Tombe nel Cimitero-Giardino di St. Mark's

Tombe nel Cimitero-Giardino di St. Mark's

Imponente edificio in mattoni rossi

Imponente edificio in mattoni rossi

Clapham Road

Clapham Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it