www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Shepherd's Bush

Sintesi

Shepherd's Bush presenta due vicine stazioni, una della metropolitana (Central Line), l'altra della Overground e ferroviaria, che servono un'area residenziale vivace, in parte, fortemente riqualificata negli ultimi anni.

Distanza dal centro: 4,4 miglia.

Attrattiva: molto dipende dai punti di vista; non abbiamo mai avuto una particolare predilezione per questa zona, soprattutto in passato, prima che venisse, in parte, rinnovata.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo da una delle due stazioni, siete in Uxbridge Road, in una zona di forte contrasto urbanistico: infatti, modernissima è la stazione, come pure la limitrofa area adibita a servizio dei trasporti pubblici su ruota locali, e nei paraggi, vedete, da un lato, le propaggini del nuovo Centro commerciale Westfield, dall'altro, i moderni (ed orribili) condomini a torre. Tuttavia, portandovi verso ovest, a margine dello spazio verde Shepherd's Bush Green, trovate Shepherd's Bush tradizionale, con le tipiche casette a due piani e negozi a livello stradale, ma anche casette a sola destinazione residenziale, come a Minford Gardens, che è fiancheggiata dalla Chiesa di St. Simons: siete tornati nel tipico sobborgo londinese!

Toponimo

Il nome compare come "Sheppards Bush Green" (1635), "Shepperds Bush" (1675), "Shepherds Bush"" (1680, 1710, 1745, 1746, 1754, 1822), "Shepards Bush" (1710), "Shepers Bush" (1745). Non si conosce l'origine del nome, come scrisse Walter Besant: "Sembra che non vi sia derivazione nota del curioso nome.". A riguardo, sono state avanzate alcune ipotesi: 1. Potrebbe derivare dall'uso della terra comune come punto di sosta per i Pastori diretti al Mercato di Smithfield nella City of London (sembra che vi fosse un'antica usanza di sfrondare un cespuglio - bush - di biancospino per fornire un riparo e riposo ai Pastori che li proteggevano dagli elementi mentre osservavano le loro greggi, ipotesi rafforzata dal fatto che, in questa zona, sino alla fine del XIX secolo, vi erano ancora delle fattorie); 2. Potrebbe essere collegato ad una locale Famiglia Shepherd proprietaria terriera.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da John Roque in "An Exact Survey of the Citys of London, Westminster, ye Borough of Southwark, and the Country near Ten Miles round" (1746); da Thomas Faulkner in "An Historical Account of Fulham including the Hamlet of Hammersmith" (1813), pagina 386; da Edward Walford in "Old and New London: Volume 6, "alla voce "Hammersmith" (pagine 529-548); da Walter Besant in "London North of the Thames" (1911), pagina 15; da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010); da Andrew Kauffman - Preeti Chatwal in "Shepherd Bush Green Management Plan 2013-2013" (15 febbraio 2013, London Borough of Hammersmith and Fulham); si leggono in "Introduction to the History of Shepherds Bush" (GCSE), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: "Around The Bush: A History of Shepherd’s Bush" (2000, Shepherd's Bush Local History Society).

1 Eventi storici di rilievo

Al fine di agevolare la lettura, distinguiamo la trattazione in paragrafi:

1.1 Preistoria

In tempi remoti, l'area a nord di Shepherd's Bush era occupata da foreste e terre incolte. Tracce di abitazioni umane risalgono all'Età del Ferro.

1.2 Romani

Strade romane verso ovest interessavano l'area, probabilmente in prossimità dell'attuale Goldhawk Road (a 0,4 miglia verso ovest dalla stazione di Shepherd's Bush), e attraverso strade come la Strada Principale Settentrionale (l'attuale Uxbridge Road).

1.3 Sassoni

Il primo riferimento testuale risale al 704, quando Shepherd's Bush venne comprata dal Vescovo di Londra Waldhere come parte della "Fulanham" Estate, il Manor di Fulham che comprendeva la maggior parte di ciò che oggi rientra nel London Borough of Hammersmith & Fulham.

1.4 XVII secolo

Shepherd's Bush ebbe uno scarso rilievo sino alla metà del XVII secolo, quando finalmente, comincia ad essere identificata nelle mappe come area. In questo secolo, nel 1657, Miles Syndercombe fittò un cottage, avendo progettato di utilizzare una primitiva mitragliatrice (con moschetti fissati a una cornice) per assassinare Oliver Cromwell mentre si recava ad Hampton Court, ma fu tradito dai suoi complici e venne impiccato, tirato e squartato. Il cottage, riferisce Thomas Faulkner si trovava vicino all "'angolo di Golders Lane"; tuttavia, oggi, non è più possibile identificare il sito esatto, dato che la strada è stata da tempo eliminata.

1.5 XVIII secolo

Shepherd’s Bush rimase totalmente rurale sino alla fine del XVIII secolo. Lo sviluppo, che si può rilevare partendo dalle mappe della metà del XVIII secolo, fu influenzato dalla presenza di vecchie vie di comunicazione, come Uxbridge Road. La mappa di John Roque (1746) mostra Shepherd's Bush quasi totalmente rurale, con alcune costruzioni disperse attorno il "Green", come Shepherd's Bush House. A grandi linee, la griglia stradale è simile all'attuale, con "North High Way" (oggi Uxbridge Road) che si allunga ad ovest del "Green" e Turvens Lane (ora Wood Lane) si distende a nord. La zona settentrionale di Shepherd's Bush Green presentava cave di ghiaia nelle mappe del 1764, con la conseguente formazione di stagni per le inondazioni. Con probabilità, l'argilla locale era anche utilizzata nella produzione dei mattoni. La costruzione di case e negozi seguì lentamente le strade sino al XIX secolo.

1.6 XIX secolo

Nel 1813, Thomas Faulkner, trattando del sito, nulla scrive in merito alla sua storia remota, limitandosi ad indicare la sua ubicazione, a riferire il suo miglioramento recente ed a prospettare un migliore futuro: "This pleasant village stands on the Uxbridge Road. It has been much improved within these few years in buildings which from their size and respectability, promise to become, when inhabited, an important addition to the hamlet.". Edward Walford riferisce che "Sul lato destro di Fulham Road, che si dirama da Queen Street di fronte alla Chiesa parrocchiale, si trova un grande gruppo di edifici di mattoni, progettati da Pugin, e conosciuti come il Convento del Buon Pastore (ndr Shepherd) e l'Asilo per Donne Penitenti. Il sito era precedentemente occupato da Beauchamp Lodge. Questa Istituzione caritatevole fu iniziata nel 1841 da alcune signore dell'Ordine del Buon Pastore, che provenivano da Angers, in Francia, per portare avanti il lavoro di riforma delle donne penitenti sotto l'egida del Dottor Griffiths, allora Vicario-Apostolico del Distretto di Londra.". Nella mappa di B. R. Davies del 1841, Shepherd's Bush appare ancora ampiamente non urbanizzata ed ancora essenzialmente rurale, con molte fattorie e diversi stagni o laghetti. Appaiono edifici dispersi, la maggior parte allineati lungo le strade principai Wood Lane, Cumberland Road (ora Uxbridge Road) e Goldhawk Road. La trasformazione di Shepherd's Bush fu dovuta all'arrivo della strada ferrata, che spinse la trasformazione dei campi in edifici. Ciò accadde negli anni 1840-1900, che furono testimoni del passaggio dalla ruralità all'urbanizzazione, visto che Shepherd's Bush si era trasformata in un sito a distanza ragionevole per i pendolari verso Londra, appartenenti alla classe media e benestante. La mappa di Londra del 1841 mostra la West London Railway in direzione nord-sud, ad est di Shepherd's Bush Green. La linea iniziò ad operare effettivamente il 10 giugno 1844, ma fu un insuccesso, tanto che, a causa dell'esiguo numero di passeggeri, chiuse solo dopo sei mesi, il 30 novembre 1844. Nel 1846, la Baronessa e Filantropa Angela Burdett-Coutts comprò una casa nell'attuale Lime Grove (tra Uxbridge Road e Goldhawk Road), che voleva destinare a residenza di prostitute indigenti, con l'aiuto di Charles Dickens, che di fatto si fece carico della maggior parte dell'impegno. Ne risultò "Urania Cottage". Col passare del tempo, però, le divergenze tra la coppia crebbero a tal punto che, nel 1862, Charles Dickens si separò dalla moglie, originando uno scandalo che condusse alla fine dell'esperienza di "Urania Cottage". Il 13 giugno 1864, la Metropolitan Railway aprì l'originaria stazione di Shepherd's Bush, ubicata nella zona di Shepherd's Bush Market a sud di Uxbridge Road. Nel 1864, William Plimley coltivava ananas a Shepherd's Bush, nella sua "forcing pinery". Tuttavia, l'espansione occidentale della ferrovia avrebbe portato a breve la scomparsa dei campi di Shepherd's Bush per la costruzione di edifici. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales  di John Marius Wilson descrive Shepherd's Bush come segue:"a metropolitan suburb in Kensington parish, Middlesex; on the Metropolitan railway, 5½ miles W by S of St. Paul's, London. It has a station with telegraph on the railway, and a post-office under London W; contains many villas and other fine residences, with gardens; contains also Kensington - St. Stephens church, built in 1850, in the pointed style, with a tower and spire; and has, of late years, greatly increased.". Negli anni '70, Shepherd's Bush venne interessata da servizi di tram privati. I binari andavano da Uxbridge Road a Askew Crescent. L'inizitiva fallì, anche se venne ripetuta dopo quattro anni, con estensione sino ad Hammersmith nel 1882. Naturalmente, il percorso era obbligato, quindi, rigido rispetto ai torpedoni (bus). Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Shepherd's Bush come segue: "eccl. dist. and ry. sta., Hammersmith par. and bor., Middlesex, pop. 4000; the sta. is 2¾ miles SW. of Paddington sta.".

1.7 XX secolo

Nel 1901, l'uso dell'elettricità consentì di rimpiazzare i cavalli come forza motrice dei tram. La concorrenza fu accesa tra diverse società private, sino al 1933, quando vennero fuse nel London Passenger Transport Board. Nel 1900, la Central London Railway (CLR) aprì la sua stazione di Shepherd's Bush, sul lato terminale orientale di Shepherd's Bush Green. La linea venne inaugurata dal Principe di Galles, poi Re Eduardo VII, il 27 giugno. Nel 1914, l'originaria stazione di Shepherd's Bush, costruita nel 1867, fu chiusa e sostituita da due nuove stazioni che aprirono il 1 aprile 1914. La nuova stazione di Shepherd's Bush venne spostata a breve distanza, a mezzo chilometro verso sud, tra Uxbridge Road e Goldhawk Road. Durante la Prima Guerra Mondiale, venne costruito un Ospedale Militare Ortopedico, denominato "Shepherd's Bush Military Hospital". I cinquanta anni precedenti l'inizio della Seconda Guerra Mondiale videro la realizzazione di costruzioni significative, come Shepherds Bush Empire (1903), il Cinema Palladium (1910), Pavilion (1923), che conferirono al lato occidentale del "Green" un carattere legato allo svago, seguiti successivamente dal Bush Theatre (1972).  Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Shepherd's Bush Green fu colpito da 34 bombe tedesche altamente esplosive. Tra gli edifici danneggiati vi furono lo Shepherd's Bush Pavilion, il cui interno venne distrutto nel 1944. Ad ogni modo, il periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale coincise con la perdita di carattere ed identità da parte di Shepherd's Bush. I mutamenti demografici a partire dagli anni '60 ebbero, ovviamente, notevole impatto economico-sociale a livello locale. Il 29 giugno 1960, la BBC aprì il BBC Television Centre, con un nuovo edificio nel 1990, a Wood Lane, che oggi ospita molti suoi programmi. Nel 2001, il BBC Television Centre venne danneggiato da un attacco realizzato con una macchina dell'IRA (Esercito Repubblicano Irlandese).

1.8 XIX secolo

L'inizio del XXI secolo ha visto la proposizione di diversi progetti di riqualificazione e sviluppo. Nel 2008, la realizzazione del grande Westfield Shopping Centre ha cambiato profondamente la parte settentrionale di Shepherd’s Bush dove si sovrappone a White City. Sebbene gran parte dell'area rimanga socialmente svantaggiata, Shepherd’s Bush è divenuta una zona preferita da giovani laureati. Karen P. Cooper, uno Scrittore "freelance" ha pubblicato un articolo "10 Buone Ragioni per Vivere a Shepherds Bush" (viene scritto anche senza apostrofo), che così sintetizziamo: 1. Buona ubicazione dell'area rispetto ai trasporti pubblici; 2. Disponibilità di graziose proprietà residenziali; 3. Multiculturalità dell'area;: 4. Diverse possibilità di divertimento, anche culturali; 5. Mercato di Shepherds Bush (ndr Non ci piace affatto!!!); 6. Presenza del più grande centro commerciale di Londra, Westfield; 7. Possibilità di provare diverse cucine, per la presenza di ristoranti di varie Nazionalità; 8. Presenza di pubs, bars e locali notturni; 10. Possibilità di usufruire di buoni servizi per i bambini; 10. Presenza di spazi verdi. Sarà, ma come Vi abbiamo riportato schiettamente sin dall'inizio, quest'area non ci è mai piaciuta!!!!

Hammersmith & Fulham - Visita guidata

Stazione di Shepherd's Bush

Stazione di Shepherd's Bush

I moderni spazi a servizio dei trasporti locali

I moderni spazi a servizio dei trasporti locali

Le torri condominiali al lato della stazione

Le torri condominiali al lato della stazione

Shepherd's Bush Green

Shepherd's Bush Green

Casette residenziali a Minford Gardens

Casette residenziali a Minford Gardens

Chiesa di St. Simons

Chiesa di St. Simons

Westfield

Westfield

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it