www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Sundridge Park

Sintesi

Sundridge Park è una stazione ferroviaria ubicata all'estremità settentrionale del London Borough of Bromley a circa un miglio (verso nord) dal confine col London Borough of Lewisham, che serve questa striscia nord-orientale di Bromley, dove insiste una magnifica Villa, Sundridge Park Manor, progettata dal celebre Architetto John Nash (1752-1835).

Distanza dal centro: 10,4 miglia.

Attrattiva: accettabile in generale, ma notevole limitatamente a Sundridge Park Manor.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla piccola stazione, siete in un vicolo-cieco che da un lato sbocca in Plaistow Lane, dove vedete delle case di mattoni rossi. Se andate verso ovest (sinistra), la strada è fiancheggiata da edifici a due piani con negozi a livello stradale. Proseguendo in questa direzione, trovate la Targa che vi indica che avete raggiunto "Sundridge Park Village", poi uno spazio verde rettangolare, Plaistow Green, e, se girate attorno, entrando in College Road, raggiungete St. Mary's Church. Ma la cosa più interessante dell'area, come vi abbiamo anticipato, è Sundridge Park Manor, che raggiungete tornando alla stazione ed imboccando Garden Road, alla cui fine, trovate anche i campi da golf.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta nel 987. Tra tutte le concessioni Anglo-Sassoni del tempo che abbiamo individuato, soltanto una fa riferimento all'area di Bromley e si riferisce ad una concessione di 10 unità (aratra) fatta dal Re Æthelred al suo Ministro Æthelsige. Il problema è che l'unico nome che nell'atto si avvicina a Sunridge, o Sundresse, come era originariamente chiamato, è "Sængethryc", per cui, non siamo sicuri che sia questo il documento relativo alla prima ricorrenza del nome di quest'area. Ad ogni modo, almeno, a differenza di tanti altri atti Medioevali, non abbiamo trovato riccorrenti dubbi in merito alla sua eventuale falsità. Il testo è in Latino: "+ Altithrono in æternum regnante . Uniuersis Sophiæ studium intento mentis conamine sedulo rimantibus liquido patescit . quod huius uitæ periculis nimio ingruentibus terrore recidiui terminus cosmi appropinquare dinoscuntur . ut ueridica Christi promulgat sententia qua dicit . Surget gens contra gentem et regnum aduersus regnum et reliqua . Quapropter ego Æðelrædus fauente superno numine basileos industrius Anglorum ceterarumque gentium in circuitu persistentium quandam telluris particulam id est . x . aratrorum illo in loco ubi a ruricolis . Bromleg dicitur . cuidam mihi oppido fideli ministro qui á notis nóto Æðelsige nuncupatur onomate in perpetuam possessionem donando donaui . ut habeat et possideat quamdiu uiuat in æternam hereditatem . et post sé cuicumque sibi placuerit heredi inmunem derelinquat . Sit autem predictum rús liberum ab omni mundiali obstaculo cum omnibus ad se ríte pertinentibus campis . pascuis . pratis . siluis . excepto istis tribus expeditione uidelicet . pontis . arcisue munitione . Siquis igitur hanc nostram donationem in aliud quam constituimus transferre uoluerit priuatus consortio sanctæ dei ecclesiæ æternis barathri incendiis lugubris iugiter cum Iuda Christi proditore eiusque complicibus puniatur si non satisfactione emendauerit congrua quod contra nostrum deliquit decretum . Istis terminibus predicta terra circumcincta clarescit . ærest an norðan fram Ceddanleage to langan leage Bromleaginga mearc 7 Leofsnhæma . þanne fram langan leage to ðam wón stocce . þanne fram ðam wón stocce be Modingahæmamearce to Cintastigole þanne fram Cintanstigole be Modingahæmamearce to earnes béame . ðanne fram earnes beame Crægsætena haga on easthealfe sced hit to Leowsandéne ðanne fram Leowsandene to swelgende . ðanne fram swelgende Crægsetena haga to Sioxslihtre . ðanne fram Seoxslihtre to Fearnbeorhgingamearce . Fearnbeorgingamearc hit sced to Cystaninga mearce Cýstaninga mearc hit sced suðan to weardsetle . ðanne fram weardsetle Cýstaningameárc to Wichæmamearce . ðanne seo westmearc be Wichæmamearce ut to Bipplestyde . þonne fram Bipplestyde to Acustyde to Beohhæmamearce . fram Acustede to Ceddanleage . ðonne belimpað þær to ðam lande . fíf denn.an on utwealda Broccesham ðæs dennes nama . 7 þæs oðres dennes nama Sængethryc . Billanóra is þæs þriddan nama . þonne twa denn an Glæppanfelda . Anno ab incarnatione domini nostri . dcccclxxxvii . indictione . xv . his testibus consentientibus quorum nomina infra scripta sunt Scripta est autem hæc cartula . 7
+ Ego Æðelræd rex Anglorum huius donationis libertatem regni totius fastigium tenens libenter concessi .
+ Ego Dunstan archiepiscopus Doruernensis ecclesiæ cum signo sanctæ crucis confirmaui .
+ Ego Oswold Eborace ciuitatis archipresul crucis taumate adnotaui .
+ Ego Ælfstan episcopus consensi .
+ Ego Ælfheah episcopus adquieui .
+ Ego Æþelsige episcopus consolidaui .
+ Ego Æþelgar episcopus non rennui .
+ Ego Æscwig episcopus impressi .
+ Ego Sigeric episcopus consignaui .
+ Ego Sigegar episcopus subscripsi .
+ Ego Aðulf episcopus conclusi .
+ Ego Æðelwine dux
+ Ego Byrhtnoð dux
+ Ego Æþelwerd dux
+ Ego Ælfric dux
+ Ego Ordbryht abba
+ Ego Leofric abba
+ Ego Æluere abba
+ Ego Leofric abba
+ Ego Ælfsige minister
+ Ego Ælfgar minister
+ Ego Wulfsige minister
+ Ego Æðelsige minister
+ Ego Ælfric minister
+ Ego Leofric minister
+ Ego Wulfric minister
+ Ego Leofric minister
+ Ego Ordulf minister
+ Ego Æðelmær minister
+ Oswerd minister
+ Wulfgeat minister
+ Leofric minister
+ Wulfsige minister
+ Æðelric minister
+ Leofstan minister
+ Godwine minister
+ Leofwine minister
+ Leofsige minister.
+ Æðelnoð minister.
"

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da John Roque in "An exact Survey of Twenty Miles around London, surveyed 1741-5" (1746); da John Philipot in "Villare Cantianum: Or, Kent Surveyed and Illustrated. Being an Exact Description of All the Parishes, Boroughs, Villages, and Other Respective Manors in the Country of Kent; And, the Original and Intermedial Possessors of Them, Down to the Author's Time. Drawn Out of Charters, Escheat-rolls, Fines, and Other Public Evidences; But Especially Out of Gentlemen's Private Deeds and Muniments" (1776); da William Angus in "The Seats of the Nobility and Gentry: In Great Britain and Wales in a Collection of Select Views, Engraved by W. Angus. From Pictures and Drawings by the Most Eminent Artists. With Descriptions of Each View" (1787); da Daniel Lysons in "The Environs of London: Volume 4, Counties of Herts, Essex and Kent" (London, 1796), alla voce "Bromley" (pagine 307-323); da Edward Hasted in "The History and Topographical Survey of the County of Kent: Volume 1" (1797), alla voce "Parishes: Bromley" (pagine 550-570); si leggono in "Sundridge Park" (dicembre 1999, Historic England), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Ken Wilson in "Sundridge Park" (1980).

1. Eventi storici di rilievo

Dal "Toponimo" sapete che la prima ricorrenza del nome dell'area si ha in una concessione Reale di Epoca Anglo-Sassone datata 987. Il Manor di Sundridge si trovava nell'angolo nord-orientale della Parish di Bromley, tra boschi, e, costituì la residenza di una nota Famiglia denominata Le Blund (o Blound), anticamente Lords di Guines in Francia. Uno dei suoi membri ebbe tre figli, che seguirono in Inghilterra Guglielmo I il Conquistatore; di questi, uno tornò di nuovo in Francia, e gli altri due, Sir Robert e Sir William, rimasero in Inghilterra: il primo si stabilì nel Suffolk ed il secondo nel Lincolnshire. Da questi discendono le diverse famiglie di Blount nel Regno Unito. Di un ramo più giovane di tale Famiglia era Peter le Blund, proprietario di questo Manor di "Sundresse" durante il Regno di Enrico III (1216-1272), all'incirca nel 1220, che nel Trentanovesimo Anno di quel Regno fu nominato Agente della Torre di Londra. Nel Ventesimo Anno del Regno di Eduardo III (1327-1377), il "Book of aid" riporta che il suo discendente Edward de Blund possedeva Sundridge, visto che fu tassato per 1/4 di "knight's fee", che John de Blund prima possedeva in "Bromleigh" per il Vescovo di Rochester. Subito dopo, verso la metà del XIV secolo, il Manor finì ad un'erede di sesso emminile, che, tramite un matrimonio (sembra tra consanguinei) portò il Manor in dote alla Famiglia di Willoughby. Nel 1393, il Manor era proprietà di Sir Richard Stury. Successivamente, il Manor venne venduto alla Famiglia Booth, che ancora lo possedeva del Primo Anno del Regno di Enrico VII (1485-1509), visto che l'inquisition post-mortem del discendente William Booth riporta tra i suoi possedimenti il Manor di "Sundrigg", posseduto per il Vescovo di Rochester, indicando che era soggetto all'obbligo di partecipare alle Corti del Palazzo di Rochester, e che Robert Booth era suo figlio ed erede, il quale, con cento altri Gentiluomini del Kent, fu fatto Cavaliere di Bath, nel Diciassettesimo Anno di quel Regno. Il Manor di Sundridge continuò con i discendenti della Famiglia Booth sino a Sith Booth, che morendo senza eredi maschi, una delle sue figlie e coeredi lo portò in matrimonio a Thomas Bettenham, di Shurland, in Pluckley, il cui pronipote Stephen Bettenham, di Bromley lo diete come dote matrimoniale di sua figlia Anne a Robert Pynsent, terzo figlio di John Pynsent, di Chudleigh (Devonshire) e Protonotaio della Corte dei Diritti comuni. Egli morì a Sundridge nel 1679, senza figli, venendo sepolto nella locale Chiesa. Gli successe nel possesso di Sundridge Thomas Washer, di Lincoln's-Inn, precedentemente di Lyneham (Devonshire), che comprò Sundridge Estate come sede di campagna. Combinando il nome della Famiglia proprietaria (Washer) con il bosco (Wood) circostante, Sundridge divenne noto localmente come "Washer's in the Woods" e rimase nel possesso della Famiglia per oltre un secolo. Al principio del XVIII secolo, venne costruita una casa di mattoni a tre piani sul versante meridionale del Fiume Quaggy. Sulla Mappa di John Roque del 1746, viene mostrato come proprietà del Signor Washers con una casa incastonata in un parco aperto circondato da boschi su tre lati. Thomas Washer morì nel 1720 e Sundridge andò a John Washer di Lincoln's-Inn, il quale morendo nel 1749 senza eredi maschi, la sua unica figlia ed erede Mary lo portò in dote a William Willson, Sceriffo del Kent nel 1766, quando morì possedendo Sundridge, lasciando tre figli e due figlie, di cui, il figlio più anziano, William Wilson, lo vendette, nel 1792, ad Edward George Lind, il quale, l'anno successivo, si rivolse ad Humphry Repton (1752-1818) per ricevere suggerimenti sulla progettazione del paesaggio. Le sue raccomandazioni, che includevano la rilocalizzazione della Casa e la conversione dei terreni agricoli circostanti in un parco, furono registrate da Humphry Repton nel "Libro Rosso" per Sundridge (1793). Nel 1797, prima che venissero apportati miglioramenti alla proprietà con la Casa, Lind la vendette a Claude Scott (1742-1830), un ricco Commerciante di grano, che accettò le raccomandazioni di Humphry Repton, fece abbattette la casa e costruire la nuova Villa sul versante opposto del precedente e creò il parco. La villa signorile stuccata fu progettata dall'Architetto John Nash (1752-1835), ma il lavoro fu completato sotto la direzione di Samuel Wyatt. Claude Scott fu nominato Barone Scott di Lytchett Manor nel 1821 e quando morì nel 1830 suo figlio, Samuel, che già viveva a Sundridge, ereditò il titolo e la proprietà di 238 ettari ("Tithe Map" del 1841). Sir Samuel Scott era un appassionato membro della "Horticultural Society" di Londra (che ricevette il patrocinio reale nel 1861) e negli anni '20 del XIX secolo fece realizzare una grande serra da Henry Ormson di Chelsea, uno dei maggiori specialisti del campo. La serra lunga 100 piedi (circa 9 metri) aveva un'intelaiatura di ghisa ed un elaborato tetto di vetro curvo, ed era riscaldato dal più aggiornato sistema di riscaldamento ad acqua calda. Tra il 1873 ed il 1874, la Ditta di Pulham & Son realizzò un fossato, un vivaio di felci, uno di piante alpine ed uno strapiombo. Nel 1880, Sundridge venne ereditata dal Quinto Barone, Sir Edward Henry Scott (1842-83), il quale apportò ampie modifiche alla Villa, introdusse l'allevamento dei fagiani nella tenuta ed organizzò feste di tiro (spari). Durante i fine settimana, un ospite frequente in queste occasioni fu l'allora Principe di Galles, che in seguito divenne Eduardo VII, anch'egli amante del tiro al faggiano. Sir Edward Henry Scott fu Magistrato ed anche Alto Sceriffo del Kent. La sua influenza fu tale che quando la "Bromley Direct Railway" fu costruita tra Bromley North e Grove Park, ottenne una stazione aggiuntiva per uso privato, Sundridge Park, aperta nel 1878 nei pressi dell'entrata della tenuta, che si vede sulla "Ordnance Survey Map" del 1898. Nel 1896, venne aperta al pubblico una ricostruita stazione denominata Sundridge Park. Nel 1899, a sud-est, lungo Sundridge Avenue, Robert Whyte Junior fece costruire una grande casa per la sua Famiglia. Dopo la sua morte, la sua vedova e le figlie proseguirono e terminarono il suo progetto di una sala da musica in grado di contenere fino a 80 ospiti (nel 1968, la casa divenne un centro artistico che ora attira circa 20.000 persone all'anno per i suoi concerti, mostre d'arte, proiezioni cinematografiche internazionali e lezioni e laboratori di vario genere). L'ultimo membro della Famiglia Scott a risiedere a Sundridge fu Sir Samuel Edward Scott (1873-1943), il Sesto Baronetto, che, senza successo, tentò due volte di vendere la tenuta ed all'inizio del XX secolo, i terreni agricoli a sud-est e sud-ovest furono svenduti come terreni edificabili. Nel 1901, il parco fu affittato ad una società che aveva formato un circolo golfistico e nel 1903 venne aperta una nuova "clubhouse" inaugurata dal Primo Ministro A. J. Balfour. Nel 1904, la Villa fu nuovamente messa all'asta, ma non riuscì a raggiungere il suo prezzo di riserva e fu affittata come un albergo, i proprietari dell'hotel alla fine acquistarono la proprietà nel 1920. Sundridge Park divenne uno dei migliori hotel nella zona meridionale di Londra sino la Seconda Guerra Mondiale, quando fu chiuso per la durata del Conflitto, durante il quale Sunridge, unitamente a Plaistow, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, fu colpito da 151 bombe esplosive tedesche e 4 mine paracadutate. Pur riaperto alla fine della Guerra, non riuscì a prosperare, e la società venne posta in liquidazione volontaria. L'intero contenuto fu venduto e la villa rimase vuota per due anni finché, insieme a 16 acri (6,5 ettari) di parco circostante, fu acquistata da Ernest Butten come centro di formazione manageriale. Il primo corso residenziale si tenne nella villa nel 1956. Da quel momento, sono stati costruiti un certo numero di nuovi edifici residenziali, ed i terreni vicino alla casa sono stati adattati per soddisfare le esigenze dei tirocinanti. Fino a poco tempo fa, la Villa ha ospitato riunioni, eventi, attività varie, ma sembra destinata ad essere riconvertita in uso residenziale, accompagnata da alcune abitazioni di lusso nel parco. Diverse case architettonicamente imponenti della metà del XX secolo sono raggruppate ad est della stazione di Sundridge Park, su Plaistow Lane, Edward Road e Lodge Road. Due delle maggiormente apprezzate sono "By the Links" (1935) di Godfrey Samuel e Brooklyn, rivestito in cedro, di Ivor Berresford, il quale, ispirato dalle tendenze moderniste dell'Architettura Americana, progettò l'edificio per sé e la sua nuova moglie nel 1958, pagando 800 sterline per i lotto di un quarto di acro e spendendo circa 3.500 sterline per la costruzione della casa, somme che oggi a stento consentirebbero di fittarla per un mese .... A sud-ovest della stazione di Sundridge Park, si trova il numero 61 di Crescent Road, dove visse per quasi la metà della sua vita adulta l'Anarchico Russo Peter Kropotkin, nonché il numero 4 di Plaistow Grove, dove visse il defunto Cantante David Bowie buona parte della sua giovinezza (dal 1955 al 1965. Oggi, Sundridge Park si estende per circa 120 ettari, delimitati da New Street Hill a nord, e dalla linea ferroviaria e l'antico Elmstead Wood a nord-est, con Sundridge Avenue a rappresentare il confine sud-orientale, mentre sviluppi residenziali del XX secolo a nord di Orchard Road e Sundridge Avenue, unitamente a campi di gioco scolastici, costituiscono il confine meridionale. Piccole strade residenziali, Garden Road e Lodge Road, formano il confine sud-occidentale, con Hall's Farm che rappresenta il confine occidentale.

Bromley - Visita guidata

La piccola stazione di Sundridge Park

La piccola stazione di Sundridge Park

Le case che vedete sboccando su Plaistow Lane

Le case che vedete sboccando su Plaistow Lane

Plaistow Lane

Plaistow Lane

La targa che vi indica che avete raggiunto "Sundridge Park Village"

La targa che vi indica che avete raggiunto "Sundridge Park Village"

Plaistow Green

Plaistow Green

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it