www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Sidcup

Sintesi

Sidcup è una stazione ferroviaria (Southeastern) prossima ai confini sia del London Borough of Bromley (a sud-ovest) che del Royal Borough of Greenwich (ad ovest), in cui ricade una parte settentrionale di quest'area, rimanendo la maggior parte nel London Borough of Bexley.

Distanza dal centro: 16,5 miglia.

Attrattiva: scarsa.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, trovate una discesina che vi porta su un'ampia strada, Station Road, dove vedete un'architettura mista, con grattacieli, palazzi moderni e tradizionali. Seguite la strada verso sud (cioè uscendo dalla discesina andando a sinistra) e fermatevi un attimo ad osservare una costruzione moderna molto caratteristica "The Fold" nella strada a sinistra, Hatherley Crescent. Proseguite diritto lungo Station Road sino al quadrivio dove interseca Elm Road (verso sud), High Street (verso est) e Main Road (verso ovest). Prendete quest'ultima, trovando sulla destra, prima St. Lawrences Roman Catholic Church, e poi Christ Church Sidcup. Tornate indietro all'incrocio e proseguite diritto in High Street, che dal nome, si capisce che corrisponde alla strada principale di Sidcup. In effetti, è più viva delle altre e piena di negozi e casette o edifici bassi, a due piani.

Toponimo

Il nome si ritrova per la prima volta come "Cetecopp" (1254), che diviene "Setecoppe" (1301), "Sedecoppe" (1332), "Sidycope" (1407). In merito al significato del termine, si tratta di una parola che deriva dalle parole dell'Old English "set" (corrispondente al Moderno Inglese "fold" = ondulazione o "flat" = piatto) e "copp" (cima di una collina), di modo si potrebbe tradurre con ""Collina ondulata" o "Collina dalla cima piatta". Vi è anche chi intende "Collina a forma di sedile".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area sono fornite da Edward Hasted, alla voce "Parishes: Foot's Cray", in "The History and Topographical Survey of the County of Kent: Volume 2" (1797), pagine 135-141; si ritrovano alla voce "Sidcup" in "A Topographical Dictionary of England" (1848), pagine 104-107; alla voce "The colleges and halls: Clare College", in "A History of the County of Cambridge and the Isle of Ely: Volume 3, the City and University of Cambridge" (1959), pagine 340-346. Chi volesse approfondire la tematica, legga: John Mercer "Sidcup & Foots Cray: A History" (2013); John Mercer "Sidcup: A Pictorial History" (1994); "Checklist of Unpublished Diaries: nos 588-883" in "Unpublished London Diaries" (2003), pagine 70-93.

1. Eventi storici di rilievo

Nonostante che l'origine del nome "Sidcup" venga ritenuta Anglo-Sassone, e quindi, in qualche modo, una qualche forma di insediamento può essere ipotizzata a quel tempo, il più antico riferimento all'area risale solo al Regno di Enrico III (1216–1272), che dal "Toponimo" sapete risalire al 1254, quando esisteva un villaggio. Ed Edward Hasted, infatti, descrive Sidcup come un villaggio nella Parish di Foot's Cray "lungo la strada per Maidstone road, e che fu così chiamata da una famiglia che in passato possedette molti terreni a e vicino essa. Thomas de Sedcopp era proprietario di questa tenuta nel trentacinquesimo anno del Regno di Enrico VI (1422-1461 e 1470-1471), come appare nei suoi atti; in cui si designa di Chesilhurst, concede a Bernard Cavell, dello stesso luogo, un lotto della sua terra qui, chiamato Estfeld e Groves.". Osserviamo che il valido Hasted qui erra, visto che la Famiglia "de Sedcoop" intanto si chiamava in quel modo, dato che possedeva il sito che aveva quel nome, che sappiamo risalire ad almeno due secoli prima. Soltanto nel Tardo XVII secolo, nel 1675, finalmente, risulta documentato un piccolo villaggio, nel mezzo dei più antichi villaggi di Foots Cray e Halfway Street. Nel 1680, Thomas Philpot lasciò delle proprietà ad Eltham e Sidcup destinandole alla concessione di due borse di studio riservate ai nativi del Kent. I beneficiari non potevano, però, godere di altre borse di studio o simili agevolazioni governative. Nel corso del XVIII e XIX secolo, il villaggio di Sidcup crebbe lentamente, formando un aggregato di case attorno al Black Horse Inn (fondata verso il 1692) ed alla fucina nella parte superiore dell'attuale Sidcup Hill. Durante questi due secoli XVIII e XIX, Sidcup attrasse molta nobiltà terriera, cosicché vennero edificate diverse ville di rilievo, tra cui Sidcup House (ora, Sidcup Place, edificata nel 1743 da un Ufficiale gli Ingegneri dell'Esercito come fortezza a forma di stella. Non si sa se ciò sia esatto, ma di certo, la Casa venne subito modificata secondo linee più tradizionali e, successivamente, molto ampliata; oggi è un pub e ristorante nel cuore di Sidcup Place Park). Un altra casa fu Lamorbey House (1744), in'altra ancora, Foots Cray Place (1754), che ebbe particolare importanza, poiché fu la residenza, di Nicholas Vansittart, Lord Bexley, Cancelliere dello Scacchiere, tra il 1822 ed il 1850. Purtroppo, la Casa venne distrutta dalle fiamme nel 1949, residuando solo le fondamenta e parte dei giardini, visibili a Footscray Meadows, vicino All Saints Church. Un'altra casa ancora esistente, edificata verso il 1790, Sidcup Manor House, (in origine, Place Green House), sul "Green", dal 1993, ospita il Registro delle nascite, matrimoni e morti. Da circa il 1870, è nota come Manor House, quando era occupata dalle Signorine Hoare e venne utilizzata per diversi usi, come scuola, casa di riposo e, dopo il 1950, Uffici comunali. Un'altra casa ancora, chiamata "Frognal", antecedente al villaggio, risuta essere stata ricostruita più volte tra il XV secolo ed il principio del XVIII secolo. Una vecchia tenuta che ospitava una villa chiamata Marrowbone Hall venne trasformata in un complesso residenziale privato, "The Hollies". La nuova casa (e le sue pertinenze), costruita nel 1853, fu successivamente comprata dal "Greenwich e Deptford Board of Guardians" nel 1902 e trasformata in casa e scuola per bambini, mirando a divenire un modello di residenza per orfani. Le case si trovavano in un ambiente rurale ed erano organizzate come cottages attorno ad una costruzione principale, l'originaria "Hollies House". Ciascun cottage ospitava un gruppo di 15 bambini, che erano gestiti da un membro dell'organizzazione. Si trattò di un approccio molto differente rispetto a quello delle grandi Istituzioni urbane che, in precedenza, avevano funto da Case per i bambini. Edward Hasted descrisse Sidcup alla fine del XVIII secolo (1797) come "una piccola strada di case, tra cui vi è una locanda molto frequentata (ndr si trattava del vecchio pub "The Black Horse" lungo High Street) e due o tre case signorili, la principale tra le quali apparteneva a Christopher Hull, che vi risiedette, e morì possedendolla 1790, dopo aver sposato la vedova del Signor Eastchurch, di Maidstone, sorella di Lewis Cage, Esq. dalla quale non ebbe figli. Trasmise i suoi diritti ad essa relativi al suo nipote con lo stesso nome, ora di Londra, che ne ha il relativo diritto, ma (ndr la casa) è attualmente occupata dalla Signora Hardy.". A partire dalla metà del XIX secolo, il centro di Sidcup cominciò a spostarsi dalla zona intorno al Black Horse verso ovest lungo High Street in direzione dell'incrocio con Station Road. La costruzione, nel 1844, nell'area di una Cappella di servizio, che sarebbe poi divenuta St John's the Evangelist, potrebbe aver incoraggiato questo spostamento; tuttavia, sembra più probabile che la suddivisione delle terre, come parte del "Tithe Award" per Chislehurst nel 1843, rese possibile lo sviluppo. La Chiesa venne costruita dopo pressioni da tre eminenti residenti locali, i quali non erano disposti a raggiungere Chislehurst per andare in Chiesa: Lord Bexley di Foots Cray Place, il Visconte Sydney di Frognal ed Henry Berens di Sidcup Place. Quest'ultimo, a quel tempo, possedeva la maggior parte delle terre tra Sidcup Place e High Street; fu lui a fornire i fondi per il completamento della Chiesa quando ormai le risorse disponibili erano quasi terminate. Berens aveva comprato Sidcup Place nel 1822. Gli successe nella residenza suo nipote, chiamato egualmente Henry Berens. La famiglia fu molto di aiuto per Sidcup, finanziando molte strutture per i residenti locali, tra cui la Chiesa, una Scuola ed anche "Ursula Lodges" a Sidcup Hill, destinata "ad ospitare sei donne nubili, di età non inferiore a 45 anni". Fu in tal modo che, grazie al sostegno di famiglie locali benestanti, che Sidcup, gradualmente, crebbe alla ribalta durante l'Età Vittoriana. Nel 1848, "A Topographical Dictionary of England" definiva Sidcup come segue: "a hamlet, in the parish of Foot's-Cray, union of Bromley, hundred of Ruxley, lathe of Sutton-at-Hone, W. division of Kent, 3½ miles (S. E.) from Eltham. There are several gentlemen's seats in the neighbourhood. St. John's church, Sidcup, was built chiefly at the cost of Lord Bexley, and Henry Berens, Esq., and was consecrated in April 1844: great attention has been paid to the arrangement of the interior, which contains some beautiful carving. The Bishop of Rochester is patron of the benefice.". Nel 1858, a Sidcup, risultavano operare diversi Artigiani e Commercianti: un Salumiere, un Commerciante di legno, un Calzolaio, un Rivenditore di birra, un Fabbro, un Sarto ed un Falegname. Nel 1862, nell'area di High Street, tra il pub The Black Horse e l'incrocio con Station Road, si trovava la Stazione di polizia aperta nel 1845, nonché alcune case a schiera in Church Place. Come al solito, fu l'arrivo della ferrovia nel settembre 1866, come parte della circolare di Dartford, a rappresentare il volano dello sviluppo di Sidcup. La stazione venne costruita a nord-ovest di Sidcup, quindi, ad una certa distanza dal centro, vicino al borgo di Lamorbey, forse a causa dell'importanza della Lamorbey House, ma più probabilmente per la posizione, che costituiva la direttrice più diretta rispetto alle altre stazioni sulla medesima linea. In aggiunta, evitò il terreno più elevato intorno Sidcup, per cui, si può dire che la scelta di ubicare la stazione in quel luogo fu frutto di un compromesso tra accessibilità e la via più diretta. Fu proprio l'ubicazione della stazione e la sua denominazione a determinare la successiva prevalenza di Sidcup rispetto i contingui villaggi di Foot's Cray e Halfway Street, che sino a quel momento, avevano un'importanza equivalente, se non maggiore. Nel luglio 1879, venne aperto "Station Hotel", al fine di ospitare i visitatori di Sidcup. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wale di John Marius Wilson descriveva Sidcup come segue: "a village and a chapelry in Chislehurst parish, Kent. The village stands adjacent to the Lee and Dartford loop-line of the North Kent railway, 2¾ miles SE of Eltham; is a seat of petty sessions; and has a station on the railway, and a R. police station. The chapelry was constituted in 1844; and its Post town is Foots-Cray, under London SE. Rated property, £1,743. Pop., 976. Houses, 187. S. Lodge, S. House, and Pound Place, are chief residences. The living is a p. curacy in the diocese of Canterbury. Value, £200.* Patron, the Bishop of Worcester. The church was built in 1844. There are a Baptist chapel, a national school, and handsome endowed residences for six unmarried ladies.". Inoltre, nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Sidcup come segue: "vil. with ry. sta., Chislehurst par., and eccl. dist., partly also in Foots Cray par., Kent - dist., pop. 2739; vil., 4½ miles SW. of Crayford sta. and 13 miles SE. of London; P.O., T.O. Sidcup Lodge and Sidcup House are seats.". La Mappa di Sidcup del 1897 mostra l'area al suo primo stadio di sviluppo, riflettendo quanto abbiamo già evidenziato: si vedono negozi ed abitazioni lungo High Street, Hadlow, Hatherley Road e Station Road, quest'ultima, come fa capire il nome, conduce alla stazione ferroviaria nella parte settentrionale di Sidcup. I terreni attorno Sidcup Place, la Manor House e St John's Church formano un'area verde, ed in aggiunta, ad est di St John's Road, sono ancora visibili boschi e terreni agricoli. Lungo Birkbeck Road, si vedono i sovracitati Ospedale e Scuola. La mobiità rapida assicurata dalla ferrovia, determinò un notevole incremento della popolazione, da 390 nel 1871 a 8493 nel 1911, dato che i proprietari terrieri suddividevano i loro terreni, vendendoli a diversi piccoli imprenditori edili che potevano realizzare abitazioni per i pendolari verso Londra. I nuovi residenti ebbero la possibilità di scegliere tra case unifamiliari o bifamiliari, con giardini di un quarto di acro. Alla ferrovia si affiancò la crescita edilizia, lo sviluppo dei servizi generali e locali: nel 1882, giunse l'illuminazione a gas, nel 1883, la rete fognaria, nei primi anni del XX secolo, l'energia elettrica. Sempre nel 1882, fu un anno cruciale, dato che vennero costruiti l'Ospedale in Birkbeck Road, la Sidcup National School e la seconda St John’s Church. Nel 1901, venne ricostruita St John's nella forma attuale. Ad ogni modo, quasi tutto il primo sviluppo di Sidcup avvenne a sud di Station Road; infatti, a nord dei binari, il borgo di Lamorbey, per la maggior parte, non venne interessato, sino a 1902, alla creazione della già citata Casa per Bambini di Greenwich e Deptford. Nel 1917, i terreni della Frognal House ospitarono il sito di un ospedale specializzato nella cura dei soldati e marinai con lesioni facciali e mascellari, che divenne poi, Queen's Mary Hospital. Nei Tardi anni '20 e '30 del XX secolo, iniziò il vasto sviluppo suburbano di Sidcup che caratterizza l'attuale area. I costruttori edili, come "New Ideal Homesteads Ltd", comprarono grandi appezzamenti di terreno, in precedenza parte delle grandi tenute della zona, che suddivisero in lotti. Vennero realizzate le strade ed alloggi a prezzi accessibili, ma di buona qualità, in modo da attrarre i pendolari della classe media che desideravano allontanarsi dal centro di Londra, per godere di una migliore qualità della vita in un ambiente magiormente rurale. Pertanto, vennero costruite molte strade a nord del cuore tradizionale di Sidcup, attorno alla High Street, dato che lo sviluppo assorbì Lamorbey e si spinse verso nord in direzione Blackfen e Blendon. Un esempio caratteristico di questa fase fu "Penhill Park Estate" attorno a dove ora insiste Penhill Park. Nel 1933, erano disponibili per l'acquisto in piena proprietà 395 unità immobiliari rappresentate da case a schiera dotate di tre stanze da letto, con giardini anteriori e posteriori. La Mappa di Sidcup del 1933 mostra tali trasformazioni avvenute tra le Due Guerre Mondiali: si vedono le nuove case residenziali nelle strade ad ovest di Station Road, ad est di St John's Road ed a sud di St John's church. La crescita dei servizi pubblici è testimoniata adi nuovi Uffici Comunali, dalle stazioni della polizia e dei pompieri su Main Road ed una Scuola per ragazze in Station Road. La Parish di Sidcup formò dal 1908, il Distretto Urbano di Sidcup nel Kent. Venne detto inizialmente "Foots Cray", ma nel 1921, il Distretto Urbano, e nel 1925, la Parish, vennero ridenominati "Sidcup". Entrambi vennero aboliti nel 1934 ed amalgamati con Chislehurst per formare la Parish civile ed il Distretto Urbano di Chislehurst e Sidcup. Il sovraffollamento edilizio ebbe tristi conseguenze durante la Seconda Guerra Mondiale, dato che Sidcup, trovandosi sulla rotta dei bombardieri e missili tedeschi diretti verso il centro di Londra, venne colpita da 60 bombe esplosive tra il 7 ottobre 1949 ed il 6 giugno 1941, nonché da razzi della tipologia V1 e V2 nel 1944, subendo danni rilevanti. Nel 1965, con la formazione della Greater London, la Parish ed il Distretto Urbano di Chislehurst e Sidcup vennero abolite. Sidcup venne inserito nel London Borough of Bexley. mentre Chislehurst nel London Borough of Bromley. Oggi, nonostante Sidcup rifletta notevolmente lo sviluppo edilizio degli anni '30 del XX secolo che abbiamo riferito, ancora presenta, tuttavia, alcuni edifici più vecchi, che aiutano il visitatore ad immaginare come potesse essere l'area nel passato: Frognal House, luogo di nascita e residenza di Thomas Towshend, Primo Visconte Sidney (da cui deriva il nome dell'omonima città Australiana), Lamorbey House, Sidcup Place, "The Hollies", di cui abbiamo detto in precedenza, oggi riconvertite ad usi civili, culturali o commerciali. La strada principale, High Street, recentemente riqualificata, presenta negozi, Station Road uffici. In merito al profilo dei residenti, si tratta in genere di proprietari, molti dei quali pensionati che vivono da soli; la stragrande maggioranza delle persone di Sidcup è Bianca Britannica. Il tasso di disoccupazione è basso.

Bexley - Visita guidata

La stazione di Sidcup

La stazione di Sidcup

Station Road - Grattacielo di fronte alla discesina della stazione

Station Road - Grattacielo di fronte alla discesina della stazione

Station Road

Station Road

Hatherley Crescent - Edificio caratteristico che si vede dalla strada

Hatherley Crescent - Edificio caratteristico, "The Fold", che si vede dalla strada

Saint Lawrence of Canterbury Catholic Church

Saint Lawrence of Canterbury Catholic Church

Christ Church Sidcup

Christ Church Sidcup

High Street

High Street

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it