www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Leytonstone High Road

Sintesi

Leytonstone High Road è una stazione della Overground.

Distanza dal centro: 8 miglia.

Attrattiva: scarsa. Non riusciamo a trovare ragioni per esaltare quest'area, che non ci sembra degna di particolare attenzione.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

Uscendo dalla stazione, rimanete colpiti dal Ponte della Overground che sovrasta Leytonstone High Road, che, a parte questo, dà comunque un'impressione "grigia". Qualora aveste dubbi in merito al luogo in cui vi troviate, alzate lo sguardo al lato del Ponte: riporta "Leytonstone". Chi ama il verde, segua la strada verso sud, deviando in Beachcroft Road, poi in Harrow Road, sino a raggiungere le propaggini dello spazio verde Wanstead Flats, dove trovate diversi spazi d'acqua.

Toponimo

La seconda parte della parola "High Road" indica la strada principale di Leytonstone. Relativamente alla prima parte, il primo riferimento testuale si ritrova nel 1370 come "Leyton at(te) Stone" (che si trova anche nel 1523, 1537). Successivamente, si legge "Leyton Stone" (1426), "Leghton Stone" (1449), "Layton Stone" (1545, 1805). In merito al significato del termine, siamo di fronte ad un composto, Leyton + "atte" (Middle English, at the) + "Stone", per cui, si traduce come "Parte di Leyton presso la Pietra", dove, come leggerete nel "Toponimo", si fa riferimento alla "High Stone", un Obelisco di pietra Portland del XIX secolo ritenuto insistere sul sito di un'antica pietra miliare Romana (Leytonstone High Road segue il tracciato dell'antica strada Romana che da Londra conduceva alla Foresta di Epping e Waltham), all'incrocio tra New Wanstead e Hollybush Hill, che oggi, a seguito di mutamenti di confine, rientra per poco nel London Borough of Redbridge.

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si traggono dalla Mappa dell'Essex di John Norden del 1594; sono fornite da John Kennedy in "A History of the Parish of Leyton, Essex. With Maps and Other Illustrations" (1894), alle pagine 2, 20, 58, 64, 69, 70, 73, 74, 75, 83, 95, 111, 117, 127, 128, 130, 131, 132, 134, 137, 152, 170, 171, 198, 202, 208, 213, 221, 247, 255, 256, 269, 280, 302, 317, 333, 337, 346, 373, 378, 379, 382, 383, 388, 392, 393, 400, 406, 408, 410, 411; da F. W Wilkinson in "History of Leyton" (1897); da W. H. Weston in "The story of Leyton and Leytonstone" (1921); si leggono in "A History of the County of Essex: Volume 6" (1973), alla voce "Leyton: Introduction" (pagine 174-184); sono fornite da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010), che traduciamo e sintetizziamo liberamente. Chi volesse approfondire la tematica, legga: Gary Heales "The Home Front in Leyton and Leytonstone (1939-1945)"; Alan Simpson "Leyton & Leytonstone: Past & Present (2009).

1. Eventi storici di rilievo

La strada principale, Leytonstone High Road è molto più vicina alla stazione di Leytonstone High Road che a quella di Leytonstone, che corre da Leytonstone a  Stratford, è, probabilmente, un antico sentiero risalente all'epoca pre-romana, durante la quale l'area era già frequentata. Inoltre, fu un viottolo Romano che portava da Londra alla Foresta di Epping. Infatti, come più approfonditamente ricordato trattando di Leyton, furono rinvenuti reperti archeologici, come un Cimitero Romano, a sud di Blind Lane (ora Langthorne Road) ed imponenti fondamenta di alcune costruzioni Romane, mentre grandi quantità di mattoni Romani vennero ritrovati nei terreni di Leyton Grange (Manor House del Manor di Leyton). Quindi, sebbene il nome dell'area approssimativamente nell'attuale forma si ritrovi soltanto a partire dai secoli XIV-XVI, esso è antecedente di diversi secoli, risalendo all'Epoca Romana, derivando da una pietra miliare Romana posta dalla X Legione su tale strada, riportante "Leyton Stone" o "Leyton-atte-Stone". La "High Stone", all'intersezione tra Hollybush Hill e New Wanstead, vicino all'antico confine orientale della Parish di Leyton, all'incrocio tra le strade da Woodford e Woodford Bridge, è un Obelisco del XVIII secolo, restaurato, ritenuto posto su un pregresso blocco, tradizionalmente ritenuto una pietra miliare romana. Sono ancora leggibili solo due delle iscrizioni:

"Ad Epping XI Miglia attraverso Woodford, Loughton"
"Ad Ongar XV Miglia attraverso Woodford Bridge, Chigwell, Abridge"

Conformemente, la Tradizione riporta che Leytonstone è quella parte di Leyton che si trovava vicino alla "High Stone". In particolare, John Kennedy scrive: "La parte (ndr della Parish di Leyton) che si trova su bassi terreni vicino ai prati è chiamata Low Leyton (ndr attuale Leyton), e la parte più elevata sulla strada per Epping, Leytonstone, per esservi stata una pietra Romana militare posta lì nei primi tempi.". Due strade principali, le attuali Leyton High Road e Leytonstone High Road, si snodavano approssimativamente a nord ed a sud attraverso la Parish. Lungo di esse, si estendevano i due principali insediamenti, Low Leyton (ad ovest) e Leytonstone (ad est). A Low Leyton, a circa un quarto di miglio ad ovest della strada principale, sorgeva la Parish Church, con accanto la Manor House di Leyton Grange. Leytonstone High Road, sul lato orientale della Parish, era una porzione della strada principale da Epping a Londra. Essa lasciava la Foresta presso la Taverna "The Green Man" (citata nel 1668), dove Phipps Cross Lane (Whipps Cross Road), citata nel 1492, collegava Leytonstone con Whipps Cross. Le case del Villaggio di Leytonstone si allontavano verso sud dalla sovracitata Taverna The Green Man. Nel 1585, a Leytonstone, viene citata una Taverna denominata "Rose". Nel 1594, sulla Mappa dell'Essex di John Norden, Leytonstone High Road, come collegamento lungo la strada Londra-Epping, appare più importante di Leyton High Road. Nel corso del XVII secolo, gli abitanti vennero convocati in diverse occasioni (ad esempio, nel 1604, 1614, 1663, 1666) presso le Sedute Trimestrali per non aver riparato la strada. Nel 1670, nella Parish di Leyton si trovavano 83 case, di cui 23 a Leytonstone. Nel 1692, a Leytonstone. le lettere venivano raccolte e consegnate una volta al giorno. Dal 1794, vi fu un ufficio di ricezione. A Leytonstone, nel XVII secolo, esistevano diverse Taverne, The Harrow (1651), The Green Man (1668), Robin Hood (1670), quest'ultima divenne The Red Lion dal 1766. Tutte le locande citate, vennero ricostruite, unitamente a The Bell e The Lion and Key, entrambe citate nel XVIII secolo. Leytonstone conteneva meno grandi residenze di Leyton. Una delle prime fu "The Pastures" in Davies Lane, la più grande delle due case di Mary Bosanquet. Fu costruita da Daniel Van Mildert verso il 1686-1687, ma fu rimaneggiata e rifatta nel XVIII secolo. Conteneva scale di entrambe le date. Dopo il bombardamento nella Seconda Guerra Mondiale rimase abbandonata sino alla sua demolizione negli anni '60. Il centro giovanile The Pastures ora occupa il sito. Park House, in Leytonstone High Road, fu utilizzata come Biblioteca locale dal 1908 sino a quando non fu abbattuta nel 1934. Era un edificio quadrato a tre piani dei primi anni del XVIII secolo con angoli bugnati, un modiglione di cornicione ed un tetto a padiglione. Nel 1721, in forza del "Middlesex and Essex Highways Act", la strada venne rilevata dall'Ente di gestione dell'esazione dei caselli del Middlesex e dell'Essex, che la mantenne sino al 1866. Sia Leytonstone High Road che Leyton High Road venivano transitate da carretti per mercato e carri. La strada che attraversava Leytonstone era frequentata anche dal carrozze di lunga percorrenza, tanto che nel 1686, c'erano 17 posti letto per gli ospiti e lo stalle per 57 cavalli. Verso la fine del XVIII secolo, diverse carrozze attraversavano giornalmente la Parish. Nel 1839 cinque vetture andavano giornalmente da Londra a Leyton, e quelle di Wanstead, Epping, Harlow e Clare si fermavano a Leytonstone. La Casa chiamata "Andrews", ubicata a  Leytonstone High Road, dopo il 1821, divenne nota come "Royal Lodge", quando cessò di essere utilizzata come Scuola; un incendio la devastò nel 1878, fu ricostruita e convertita nel Cinema Rex verso il 1928. Secondo il censimento del 30 maggio 1831, vi erano 385 famiglie a Leyton e 378 a Leytonstone, le case abitate 294 a Leyton e 279 a Leytonstone, quelle non abitate, rispettivamente 29 e 20, i maschi 781 e 747, le donne 924 e 871. Nel 1854, quando Leytonstone fu staccata da Leyton e resa autonoma, la prima contava 1039 abitanti, la seconda 2363. Leyton e Leytonstone rimasero rurali sino alla metà del XIX secolo. Alcuni edifici sopravvissuti nella Parish risalgono al periodo immediatamente precedente al rapido sviluppo della metà del XIX secolo, inclusa la Chiesa di St. John a Leytonstone, realizzata nel 1833 con fondi forniti da William Cotton di Wallwood House. Una tipica residenza più piccola, in piedi nel suo giardino, è Gainsborough Lodge a Leytonstone High Road. All'estremità settentrionale di High Road, tuttavia, alcuni edifici sono sopravvissuti dall'ex villaggio. Leytonstone House, ora parte di un Ospedale psichiatrico, fu costruita verso il 1800 e fu la casa di Thomas Fowell Buxton nel 1857. Il blocco centrale a tre piani di cinque campate, che ha una cornice a modiglione e un portico dorico, è fiancheggiato da ali a due piani; come tante case Georgiane nella zona, ha finestre a tutta altezza sul retro. Lo sviluppo stradale dopo il 1850 ebbe luogo all'interno dell'antico schema stradale. L'unica importante nuova arteria fu Francis Road, che portava da Leyton High Road a Grove Green Road (ad ovest, nord-ovest e sud-ovest della stazione di Leytonstone). La Northern and Eastern Railwayda Stratford a Broxbourne aprì nel 1840 con una stazione a Lea Bridge, e la Eastern Counties (poi Great Eastern) da Stratford a Loughton con stazioni a Leyton e Leytonstone nel 1856. Nel 1856, Leytonstone fu assegnato al distretto postale nord-orientale (successivamente orientale). Nel 1870, esisteva ancora soltanto un ufficio postale secondario, ma nel 1874, un altro fu aperto ad Harrow Green. Nel 1912, fu aperta una filiale al numero 801 di High Road, che rimase l'unica filiale del Distretto Urbano sino al 1934. Poco dopo il 1964, fu sostituita da un ufficio al numero 783 di High Road. Dal 1939 circa, vi fu anche una filiale a Cathall Road, ad Harrow Green. Un ufficio di smistamento, aperto a Church Lane nel 1883, si trasferì nel suo attuale sito in Fillebrook Road verso il 1912. Nel 1917, Leytonstone divenne l'area di consegna E11. Le strutture del telegrafo furono disponibili dal 1870. La National Telephone Co. aprì lo scambio di Leytonstone nel 1908; fu rilavata dalla G.P.O. nel 1912. Nel 1859, venne introdotto il calcio professionistico, quando venne fondata la squadra di calcio della Forest Association, che giocò i suoi primi incontri a Leytonstone, nella foresta adiacente all'Orfanotrofio di Wanstead. Tra i club dilettanti, la squadra del Leyton risale al 1868 e quella di Leytonstone al 1886. Nel 1867, Holloway Down era in costruzione e il distretto di miglior classe tra Mornington Road e Leytonstone High Road. Nel 1870-1872, l'Imperial Gazetteer of England and Wales di John Marius Wilson (allora nella Contea dell'Essex), come segue: "a village and a chapelry in Leyton parish, Essex. The village runs parallel to Leyton village, and northward of it; lies on the Roman road to Colchester, adjacent to the London and Ongar railway; took the latter part of its name from a Roman milliarium, which stood at it; has recently undergone great increase; contains many fine suburban villas; and has a station on the railway, about a mile N of that of Leyton, and a post office under London NE. ... The chapelry was constituted in 1845. Pop. in 1861,2,396. Houses, 325. The living is a p. curacy in the diocese of London. Value, £150.* Patron, J. Pardoe, Esq. The church occupies a commanding site on the road from Stratford to Epping; and is a handsome edifice, with light square W tower, surmounted by four fine spirelets. There are an Independent chapel, and a national school for boys and girls.". Nel 1874, la North Metropolitan Tramways Co. costruì opere di costruzione di tram in Union Road, collegata al sistema della Società a Stratford da un breve tratto di tram a cavallo a Leytonstone High Road. Questo fu esteso a The Green Man nel 1878. La Società usò questa rotta per sperimentare, nel 1877 il tram a vapore Merryweather, nel 1881 un'auto guidata dal motore ad aria compressa Beaumont, e nel 1882 con un tram elettrico azionato da una batteria. Nel 1887, il Gazetteer of the British Isles di John Bartholomew descriveva Leytonstone come segue: "eccl. dist. and ry. sta., Low Leyton par., Essex - dist., pop. 8212; the sta. is 1 m. NE. of Leyton sta. and 6¼ m. of Liverpool Street sta., London.". Nel 1894, fu inaugurata la Midland Railway, che attraversava la Parish da nord-ovest a sud-est, con le stazioni di Leyton e Leytonstone. Crebbe anche la la fornitura di altre forme di trasporto economico e veloce. Ciò coincise con l'espansione delle opportunità di impiego negli uffici, nell'industria e nelle imprese pubbliche, in particolare nelle ferrovie, a Londra e nei distretti limitrofi, come West Ham. L'effetto fu quello di trasformare due Villaggi entro la fine del XIX secolo in un dormitorio suburbano per impiegati e operai per lo più impiegati al di fuori dell'area. Nel 1917, uno dei cinema di Leytonstone era anche una pista di pattinaggio. Nel 1932, c'erano otto cinema; uno di questi, il Rex, a Leytonstone High Road, fu convertito in una pista da bowling nel 1962. Durante la Seconda Guerra Mondiale, tra il 7 ottobre 1940 ed il 6 giugno 1941, Leytonstone fu colpito da 42 bombe tedesche altamente esplosive. Negli anni '60 del XX secolo, le strade principali esistenti a Leyton erano solcate da mezzi pesanti da Londra in direzione nord-est. Gli incroci stradali furono migliorati a Whipps Cross, presso The Green Man e Ruckholt Road, ma il problema della congestione del traffico fu spesso rilevante nelle strade commerciali edificate, in particolare a Leytonstone High Road. Oltre al rimpiazzamento di una serie di case Vittoriane con edifici, a distanza di circa 30 anni, tornò alla ribalta il problema del traffico: la realizzazione della "bretella" M11 (ora A12), indusse diverse persone contrarie a tale opera ad organizzare un campo di protesta, addirittura una Repubblica indipendente chiamanta "Leytonstonia" (febbraio 1994), focalizzata su una casa occupata a Fillebrook Road e su rifugi a graticcio collocati in un limitrofo boschetto; l'insubordinazione fu rimossa dalle locali Autorità il 13 giugno, che assalirono e distrussero la fantomatica Repubblica. Dopo la realizzazione della citata "Bretella", si cercò di prestare maggiore attenzione all'ambiente circostante, con più verde, mosaici, sculture. Nel 1947, la linea che da Stratford attraversava Leytonstone a Woodford fu elettrificata, come estensione della Central London Line. La sola Chiesa moderna di nota è la Chiesa Gallese Presbiteriana a Leytonstone High Road. Dal punto di vista amministrativo, già sapete che Leytonstone faceva parte dell'antica Parish di Leyton, che rientrava nella Hundred di Becontree, all'interno della Contea dell'Essex. Come pure sapete che dal 1845, per esigenze ecclesiastiche, Leytonstone fu staccato da Leyton. All'atto della formazione della Greater London, nel 1965, Leytonstone fu incluso nel London Borough of Waltham Forest. Dal 1995, a Leytonstone, si tiene l'omonimo Festival nel mese di luglio, con diversi eventi artistici in diversi luoghi. Oggi, al di là delle esteriori similarità abitative, dal punto di vista demografico, Leytonstone differisce da Leyton, avendo meno famiglie con bambini, meno residenti di discendenza Africana, Caraibica o Pachistana, ma una percentuale maggiore di case occupate dai proprietari.

2. Manor di Ruckholt

Sebbene Leytonstone rientrasse nella Parish di Leyton, scriveva John Kennedy che "Il Villaggio di Leytonstone è una parte dell'antico Manor di Ruckholt, e non di Leyton (ndr Manor di Leyton o Leyton Grange)". Il Manor di Ruckholt è trattato in Leyton.

Waltham Forest - Visita guidata

Il Ponte della Overground all'uscita dalla stazione

Il Ponte della Overground all'uscita dalla stazione

"Leytonstone" riportato sul lato del Ponte

"Leytonstone" riportato sul lato del Ponte

Leytonstone High Road

Leytonstone High Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it