www.italianialondra.it

Londra vissuta dagli Italiani ...

Wembley Stadium

Sintesi

Wembley Stadium è una stazione ferroviaria che consente di raggiungere il "mitico" Stadio di Wembley (il nuovo, dato che il vecchio è stato demolito), raggiungibile anche dalla vicina stazione di Wembley Park.

Distanza dal centro: 8,3 miglia.

Attrattiva: scarsa, salvo la possibilità di ammirare il nuovo stadio di Wembley e di passeggiare in King Edward VII Park.

Descrizione dell'area attorno alla stazione

All'uscita della stazione, o meglio, dai cancelli, perché non esiste un edificio, siete in un vasto piazzale. La ragione della venuta sin qui è, con molta probabilità, lo Stadio, che raggiungete in breve tempo. Potete approfittare, andando verso ovest, per raggiungere lo spazio verde King Edward VII Park. Le strade presentano le tipiche casette a due piani con negozi a livello stradale, o anche semplicemente residenziali, come lungo Wembley Hill Road, di qualità non elevata, ma ciò non sorprende: il nome "Wembley" ci ha sempre richiamato percezioni ASSAI negative .... Tuttavia, la riqualificazione effettuata ed effettuanda sta conferendo una nuova fisionomia a quello che, da sempre, abbiamo visto come un quartiere considerato disgraziato!

Toponimo

La seconda parte del nome dell'area, "Stadium", fa riferimento al nuovo stadio di calcio. La prima parte del nome si trova per la prima volta nell'825 (per 827) come "(æt) Wemba lea" in una concessione relativa ad una controversia tra l'Arcivescovo Wulfred e Coenwulf, Re di Mercia, e la sua erede Cwoenthryth, Badessa, relativa i Ministri di Reculver e Minster-in-Thanet. In base ad un primo accordo fatto a Londra (forse alla fine dell'821) Wulfred cedette al Re Coenwulf 300 unità di terra a Iognes homme (forse Eynsham, Oxon.). Ma in base ad accordi successivi, (a Clofesho ed Oslafeshlau) la citata Badessa Cwoenthryth cedette a Wulfred terre ad Harrow (allora nel Middlesex), Herefrethingland, Wembley, Yeading (Middlesex), Boc, Combe (Kent). A dispetto di tanti altri documenti medioevali spesso falsificati, in merito a questo documento sono state avanzati molto meno dubbi, essendo stato ritenuto originale, genuino e contemporaneo, sia pure con qualche osservazione sui nomi dei luoghi usati, sulla lista dei testimoni apparentemente dal Sinodo di Clofesho dell'825, ma i testimoni del Kent (dall'Abate Feologeld) potrebbero essere un'aggiunta successiva. Il testo è in Latino, ed essendo molto lungo, ne traiamo i passi maggiormente importanti (abbiamo evidenziato in neretto i punti salienti): "+ Anno vero dominicae incarnationis . dcccxxii . indictione . iii . de diversis Saxoniae partibus congregatum est synodale concilium in loco præclaro quæ nominatur aet Clofeshoum . praesidente autem huic venerabili concilio Uulfredo archiepiscopo . anno . xxo . episcopatus sui . Seu etiam Beornuulfo regi Merciorum . anno . iiia . regni ejus . ........ Post ea etiam ille predictus rex Coenwulf cum suis sapientibus ad regalem villam Lundoniæ perveniens ad hoc eodemque concilio illum archiepiscopum cum suo foedu foenoreque principum suorum invitabat ... hoc est quod illam terram æt Iognes homme . ccc . ...., Post ea vero contigit ut in temporibus predicti Beornwulfi regis ad illamque praenominatam synodum aet Clofeshoum ille archiepiscopus  Uulfred Cwoenðryðam abbatissam heredem Coenwulfi ... ut terram . c . manentium in quattuor locis suscipere deprecabat . id est æt Hearge . Herefreðing lond . 7 æt Wemba lea . 7 æt Geddincggum ... æt Boc londe , 7 æt Wemba lea , 7 æt Herefreðing londe , Iterumque secundo anno postquam hæc omnia ita peracta sunt . hæc eadem abbatissa illius episcopi colloquium flagitabat . eumque in provincia Hwicciorum expetivit illo in loco quæ nominatur Oslafeshlau . ..... terram æt Hearge donabit , similiter etiam et in provincia Cantiæ . xxx . manentium terram ubi dicitur æt Cumbe ..... Hæc sunt autem nomina illorum hominum quae ex alia parte conscribuntur qui cum totius synodalis auctoritate huius reconciliationis testes adfuerunt et signo sanctæ crucis Christi propriis manibus conscripserunt. + Ego Cwoenðryð abbatissa hanc reconciliationem propriis manibus cum signo sanctæ crucis Christi robor’ et sub’
+ Ego Beornwulf rex Merciorum cum signo sanctæ crucis Christi confirmabo et sub’
+ Ego Uulfredus gratia Dei archiepiscopus hanc eadem reconciliationem cum signo sanctæ crucis Christi rob’ et sub’
+ Ego Aeðelwald episcopus cons’ et sub’
+ Ego Reðhun episcopus cons’ et sub’
+ Ego Eadwulf episcopus cons’ et sub’
+ Ego Haeberht episcopus cons’ et sub’
+ Ego Beornmod episcopus cons’ et sub’
+ Ego Beonna episcopus cons’ et sub’
+ Ego Wigðægn episcopus cons’ et sub’
+ Ego Alhstan episcopus cons’ et sub’
+ Ego Humberht episcopus cons’ et sub’
+ Ego Willred electus cons’ et sub’
+ Ego Ceolberht episcopus cons’ et sub’
+ Ego Cynred episcopus cons’ et sub’
+ Ego Cuðwulf presbyter abbas cons’ et sub’
+ Ego Willferð presbyter abbas cons’ et sub’
+ Ego Eanmund abbas cons’ et sub’
+ Ego Eanmund presbiter abbas cons’ et sub’
+ Ego Torhthelm prior cons’ et sub’
+ Ego Wiohtred abbas cons’ et sub’
+ Ego Piott presbyter cons’ et sub’
+ Ego Beornnoð dux cons’ et sub’
+ Ego Eadberht dux cons’ et sub’
+ Ego Eadwulf dux cons’ et sub’
+ Ego Ecgberht dux cons’ et sub’
+ Ego Alchhard dux cons’ et sub’
+ Ego Cyneberht dux cons’ et sub’
+ Ego Sigered dux cons’ et sub’
+ Ego Mucel dux cons’ et sub’
+ Ego Cuðred dux cons’ et sub’
+ Ego Eadwulf dux cons’ et sub’
+ Ego Wulfred dux cons’ et sub’
+ Ego Bynna frater regis cons’ et sub’
+ Ego Aldred cons’ et sub’
+ Ego Wighelm cons’ et sub’
+ Ego Aldred cons’ et sub’
+ Ego Bola pedisecus cons’ et sub’
+ Ego Alhstan cons’ et sub’
+ Ego Eadbald cons’ et sub’
+ Ego Feologeld presbyter cons’ et sub’
+ Ego Oswulf presbyter cons’ et sub’
+ Ego Hunferð presbyter cons’ et sub’
+ Ego Coena presbyter cons’ et sub’
+ Ego Osmund presbyter cons’ et sub’
+ Ego Tudda presbyter cons’ et sub’
+ Ego Brunhard presbyter cons’ et sub’
+ Ego Deornoð presbyter cons’ et sub’
+ Ego Bægmund presbyter cons’ et sub’
+ Ego Hunred presbyter cons’ et sub’
+ Ego Cynehard diaconus cons’ et sub’
+ Ego Wigmund diaconus cons’ et sub’
+ Ego Dægmund diaconus cons’ et sub’
+ Ego Wihtred presbyter cons’ et sub’
+ Ego Wærhard cons’ et sub’
+ Ego Eadwulf presbyter cons’ et sub’
+ Ego Duda cons’ et sub’
+ Ego Coenhard cons’ et sub’
+ Ego Alhhere cons’ et sub’
+ Ego Aelfgyð cons’ et sub’
+ Ego Beonne cons’ et sub’
+ Ego Aelfgyð cons’ et sub’
+ Ego Bægswið cons’ et sub’
+ Ego Alcburg cons’ et sub’
+ Ego Æcgburg cons’ et sub’
".

Successivamente, si legge "Wambeleg" (1249), "Wambele" (1282, 1294), "Wembele" (1282, 1368), "Wambeley(e)" (1334, 1401), "Wemlee" (1387), "Wemblegrove" (1418), "Wemley" (1508), "Wembley" (1535), "Whemley Grene" (1562), "Wymeley alias Wemley" (1562). In merito al significato del termine, si tratta di un nome composto delle parole dell'Old English "Wemba" (nome di una persona) + "lēah" (terra coltivata o coltivabile o terra ricavata dalla foresta per pascolo), per cui, si può tradurre come "Campo di Wemba ricavato dalla foresta".

Storia

Informazioni fondamentali sulla Storia dell'area si leggono nel "Cartolarium Saxonicum" (1885-1893, voce S 1436); sono fornite da J. E. B. Gover - A. Mawer - F. M. Stenton, con la collaborazione di S. J. Madge in "The Place-Names of Middlesex, apart from the City of London" (1942); da A. D. Mills in "A Dictionary of London Place-Names" (2010) e "A Dictionary of British Place Names" (2011); si leggono in "Brewer's Dictionary of London Phrase & Fable" (2011), che traduciamo e sintetizziamo liberamente.

1. Eventi storici di rilievo

Sappiamo già che nell'825 il sito era chiamato Wembalea. Il primo insediamento sulla collina si trovava nell'area triangolare che successivamente divenne Wembley Green. Nonostante che Wembley venisse definita "Municipalità" nel 1212, in realtà, l'insediamento medioevale non sembra mai essere divenuto molto esteso e, certamente, era piccolo nel XVI secolo. Insisteva sulla collina (Wembely Hill), ai cui piedi successivamente, si snodò Harrow Road. Perr tutto il Medioevo, la maggior parte del circondario era coperta da boschi. Il Manor era un sub-Manor di Harrow. Nel 1536, venne fittato alla Famiglia Page, una dei principali proprietari terrieri dopo la Riforma protestante, che iniziò a recintare le terre comuni. Inoltre, alla soppressione dei Monasteri, il Manor di Wembley andò a Richard Andrews e Leonard Chamberlayne, che nel 1543, che lo vendettero a Richard Page nello stesso anno. La Famiglia Page continuò ad essere Lord del Manor di Wembley per diversi secoli. Il borgo venne stimato come uno dei più ricchi di Harrow verso la metà del XVI secolo, ma ciò probabilmente dipende dalla presenza dei principali proprietari terrieri, soprattutto la citata Famiglia Page, che possedeva proprietà anche altrove. Nel 1547, c'erano sei case a Wembley. Su Wembley Hill (ora Wembley Stadium) c'era un mulino nel 1673. Nel 1805, Wembley aveva una taverna, due ville, tre fattorie e circa altre venti case. Le fattorie passarono dall'agricoltura alla produzione di fieno, che declinò nel XIX secolo, determinando il passaggio all'allevamento. Nel 1837, la "London and Birmingham Railway" aprì da Euston (Londra) a Hemel Hempstead (sino a Birmingham l'anno seguente), via Wembley. Il cambio di nome della stazione evidenzia come, col passare degli anni, Wembley avesse accresciuto la sua importanza: "Sudbury" (1845), ridenominata "Sudbury and Wembley" (1882), poi "Wembley for Sudbury" (1910) ed infine "Wembley Central" (1948), in occasione dei Giochi Olimpici. Alla metà del XIX secolo, le sorelle Copland fecero una grande elargizione a favore dello sviluppo di Wembley, consentendo la costruzione della Chiesa di St. John the Evangelist (che rese Wembley una Parish distinta da Harrow), una scuola, una sala riunioni per lavoratori ed un ospedale. La stazione di Wembley, inizialmente, non ebbe un grande impatto sulla demografia, visto che dopo sei anni dall'apertura, quindi, nel 1851, la popolazione di Wembley e Tokyngton era pari solo a  203 unità. Nel 1870-72, la popolazione era salita a 896, che vivevano in 163 case. Solo alla fine del XIX secolo, una improvvisa impennata nelle attività economiche cancellò il vecchio villaggio e lo trasformò in un sobborgo residenziale ed industriale. La Wembley Hill Estate venne costruita dal 1899. La stazione di Wembley Hill (in seguito rinominata Wembley Complex nel maggio 1978, ha acquistato l'attuale nome Wembley Stadium nel maggio 1987) aprì nel marzo 1906, innescando la costruzione di case a sud. Seguirono subito dopo, la Wembley House e la Wembley Dairy Farm Estate, di modo che, dal 1920, una serie continua strade edificate la collegava con Alperton, a sud. L'arrivo della Bakerloo Line attrasse fabbriche (la maggior parte delle quali poi chiuderà negli anni '80), come Glacier Metals, Wolf Power Tools, Sunbeam Electrical Appliances, Griffin & George, GEC (i cui laboratori di ricerca aprirono nel 1923 e furono tra i primi del genere nel Regno Unito). Ciò stimolò la crescita urbana a North Wembley, mentre un quartiere residenziale periferico veniva eretto a Tokyngton. Nel periodo 1924-25, si tenne a Wembley Park la British Empire Exhibition, dotando la Municipalità del suo bene più famoso, lo Stadio di Wembley, lo stadio della nazionale inglese, inaugurato nell'aprile 1923 (chiuso nell'ottobre 2000, ricostruito e rinaugurato nel marzo 2007). A quel tempo, Wembley era definita come "un piccolo, bello e salubre sobborgo" con un importante centro commerciale su Wembley High Road e Wembley Park. Per tale ragione, molti visitatori decisero di trasferirsi nell'area. All'opposto, molti ricchi residenti se ne allontanarono. Durante la Seconda Guerra Mondiale, caddero su Wembley ben 9.000 bombe, uccidendo 149 persone e danneggiando oltre la metà delle case. I Quattordicesimi Giochi Olimpici si tennero a Wembley nel 1948, per la seconda volta a Londra. Negli anni '50, molti uffici si trasferirono qui dal centro di Londra, con conseguente espansione edilizia, che determinò la sostituzione di grandi proprietà con appartamenti. Tra gli anni '50 e '70, Wembley High Street divenne forse una delle strade commerciali più frequentate di Londra, ma tale fama, declinò a partire dagli anni '80. La Municipalità costruì delle case prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale e, in misura maggiore di ogni altro luogo, a Chalkhill nei tardi anni '60. Questo fu anche un periodo di realizzazione di uffici lungo parecchie strade principali e della costruzione di nuovi negozi nel centro di Wembley. In questo periodo, la venuta di immigrati dall'India e dall'Africa orientale cominciò a trasformare il distretto. Il commercio al dettagli nel centro di Wembley (High Road ed Ealing Road) è sempre stato frenato dal traffico. In aggiunta, nei primi anni '70, subì la concorrenza dei centri commerciali a Brent Cross, e successivamente quelli di Harrow ed Ealing Broadway. Wembley fu una Parish civile autonoma dal 1894 e venne incorporata come Municipal Borough nel 1937. Con la creazione della Greater London nel 1965, venne inserita nel London Borough of Brent. Ealing Road è divenuta una delle quattro principali aree commerciali per le merci asiatiche, unitamente a Southall, Tooting e Green Steet (Upton Park). La maggior parte delle case a Wembley è data da case a schiera realizzate tra i Due Confiitti Mondiali e case terrazzate e moderni appartamenti, poche sono le case singole. Sottolineamo, comunque, che dal punto di vista etnico, Wembley si caratterizza per un elevato grado di varietà.

Brent - Visita guidata

Cancello di uscita

Cancello di uscita

Piazzale

Piazzale

Lo Stadio di Wembley

Lo Stadio di Wembley

King Edward VII Park

King Edward VII Park

Wembley Hill Road

Wembley Hill Road

Wembley Hill Road

Wembley Hill Road

© Copyright | Mappa | Legale | info@italianialondra.it